sabato 31 dicembre 2016

1° Torneo della Valdelsa

Mentre i campionati sono fermi, ma le palestre comunque piene dell´energia delle piccole atlete, la Pallavolo I´Giglio e la Polisportiva 95 di Montaione ne approfittano per organizzare un torneo riservato alle Under 14. In campo il 6 di gennaio, per salutare le feste, 6 squadre prendono parte al Primo Torneo della Valdelsa. Tre partite la mattina e tre finali il pomeriggio. Il tutto su due campi: quello di Castelfiorentino (Palestra Ist. Enriques – Viale Duca D´Aosta 65) e quello di Montaione (Palestra Scuole – Via Pascoli). A Castelfiorentino dalle 9:00 in campo Pall. I´Giglio, Montesport e Virtus Poggibonsi. A Montaione invece Pol. Montaione 95, Ap. Certaldo e Folgore San Miniato. Nel pomeriggio la finale 3°/4° posto a Montaione alle 15:30, mentre allo stesso orario a Castelfiorentino lo scontro per il 5°/6° posto e alle 17:00 la gara che dichiarerà la squadra vincitrice del torneo.
Questo il calendario completo:
Gruppo A – Castelfiorentino
ore 9:00 Pall. I´Giglio – Montesport
ore 10:30 Montesport – Virtus Poggibonsi
ore 12:00 Virtus Poggibonsi – Pall. I´Giglio

Gruppo B – Montaione
ore 9:00 Pol. Montaione 95 – Ap Certaldo
ore 10:30 Ap Certaldo – Folgore San Miniato
ore 12:00 Folgore San Miniato – Pol. Montaione 95

Finali:
A Montaione alle 15:30 finale 3°/4° posto
A Castelfiorentino alle 15:30 finale 5°/6° posto – alle 17:00 finale 1°/2° posto

Fonte: Ufficio Stampa Pallavolo I´Giglio - www.pallavoloigiglio.it

Pallavolo Cascina, incontro con Antonio Giacobbe

Martedì 27 dicembre Pallavolo Cascina ha organizzato un nuovo incontro tecnico per tutti i suoi allenatori, sia del settore maschile che di quello femminile, con argomento “L’Attacco”. Si tratta del secondo incontro dell’anno e sono stati chiamati a partecipare anche allenatori di altre società che ne hanno fatto richiesta. Relatore Antonio Giacobbe, attuale responsabile tecnico di tutte le nazionali del Marocco. Antonio ha allenato, fra le altre, le nazionali maschili di Egitto e Tunisia e quella femminile dell’Italia, oltre ad aver guidato, nella serie A del campionato italiano, squadre maschili e femminili per molti anni. Nella sessione in aula è stata introdotta la nuova metodologia che lui utilizza per gli allenamenti, il Motor Learning, una disciplina scientifica che studia come avviene l’apprendimento motorio. Esistono infatti già moltissimi studi scientifici basati sul Motor Learning applicato alle varie discipline sportive, oltre che alla riabilitazione motoria. Carl McGown è stato il primo studioso ad applicare il Motor Learning alla pallavolo, con risultati eccezionali per le nazionali USA che ne hanno usufruito (McGown è stato capo dello staff allenatori USA per circa trent’anni, durante i quali gli USA hanno vinto diverse medaglie olimpiche e mondiali). Antonio ha raccontato come circa vent’anni fa abbia conosciuto, proprio grazie a Carl McGown, questa disciplina, che lo ha costretto a rivoluzionare il suo modo di allenare, imparando a partire da come gli atleti imparano, invece che dai contenuti, dalla tecnica, come prima anche lui era abituato a fare. Usare il Motor Learning implica il fatto di rendersi conto che la pallavolo, come altri sport, è un cosiddetto “Visual motor game” e ai giocatori si deve insegnare a vedere il gioco per come si sta sviluppando, ponendo la giusta attenzione a certe variabili per poter decidere come intervenire, che si tratti di attaccare, di alzare, di difendere… Come prima cosa agli atleti vanno forniti modelli visivi di qualità. Dopo aver fornito il modello si passa poi all’esecuzione da parte dei giocatori, ai quali si debbono fornire poche informazioni ma essenziali, le cosiddette “chiavi tecniche”, elementi particolari su cui focalizzarsi, una alla volta. Le chiavi tecniche rigorosamente applicate aiutano ad apprendere meglio un fondamentale. Applicando questo approccio per insegnare un gesto tecnico, ad esempio l’attacco, si richiede di eseguirlo da subito in modo completo (globale), senza “spezzettarlo” come propone il metodo analitico. Infatti sempre secondo gli studi del Motor Learning (confermati dalle successive evoluzioni, fino alle neuroscienze) si apprende bene solo allenandosi in un contesto il più possibile vicino a quello di gioco, altrimenti viene in parte a mancare il cosiddetto “transfer”, vale a dire il trasferimento in partita di quanto appreso in allenamento. Dopo questa necessaria introduzione di metodo, agli allenatori presenti sono state illustrate le chiavi tecniche dell’attacco e mostrati alcuni video tecnici tratti dal portale web GMS (GoldMedalSquared), costruito da Doug Beal, Carl McGown e a Murv Dunphy e attualmente considerato dagli addetti ai lavori uno dei siti di maggior riferimento per chi opera nel mondo del volley. A questo sito così importante e ricco di informazioni tecniche di alta qualità sono stati iscritti tutti gli allenatori di Pallavolo Cascina. Dopo l’incontro con i soli allenatori si è passati in palestra per un allenamento con i ragazzi Under 16 e Under 18. Questi sono inizialmente stati impegnati in due esercizi di riscaldamento con tema l’attacco: è stata presentata ai giocatori una chiave di attacco, la rincorsa di quattro passi, e se ne richiedeva la corretta esecuzione in situazione di gioco semplificata (“bloccata”), ma ancora “globale”, in pratica pur focalizzando l’attenzione dell’atleta su un particolare, in questo caso la rincorsa, l’attacco veniva eseguito completamente. Un primo esercizio ha visto quattro terzetti al lavoro su mezzo campo, 3 vs 3 in modo collaborativo, che eseguivano un attacco semplice (o un palleggio in salto) verso la seconda linea, dopo una rincorsa di attacco con quattro passi correttamente eseguita. Un secondo esercizio di riscaldamento aveva come tema sempre l’attacco, ma con focus sulla modalità di esecuzione della transizione da muro (o difesa) ad attacco. Antonio ha messo in campo 5 vs 5, con tre giocatori in seconda linea e due giocatori a rete, un alzatore e un attaccante di posto 4, che muravano un attacco del posto 4 avversario. Il giocatore di posto 4 a muro doveva di uscire da quella situazione con una “transizione” che lo portasse dal muro verso un suo attacco da posto 4. Questo richiedeva una appropriata e corretta esecuzione di passi per allontanarsi da rete (4) e di altri (4) per andare ad attaccare (4 off – 4 back) senza mai perdere la frontalità verso la palla. Durante l’esecuzione dei due esercizi coach Giacobbe forniva feedback ai giocatori e sollecitava gli allenatori che seguivano i sottogruppi a fare altrettanto, focalizzando l'attenzione anche sulla chiave in studio. Dopo questi due esercizi ha messo ad attaccare i centrali, sempre con esercizi vicino al gioco, prima “bloccati”, poi inserendo un po’ di variazioni per renderli più “random”, cioè casuali, più vicini al gioco, come le ricerche del Motor learning suggeriscono. Con questo allenamento Giacobbe ha voluto mostrare come, utilizzando un metodo globale, cioè che richiede l’esecuzione completa dei fondamentali in situazioni vicine al gioco, si possano curare con molta attenzione i particolari, usando opportune chiavi tecniche. In questo modo si raggiungono alti livelli qualitativi di esecuzione della tecnica, mantenendoli però sempre inseriti in un contesto di gioco che richiede ai giocatori attenzioni, valutazioni, aggiustamenti e scelte di tattica individuale oltre che di squadra. L’incontro si è concluso con una serie di domande da parte degli allenatori presenti, che hanno dimostrato di aver seguito con grande interesse e competenza le tre ore complessive di sessione. Molte le novità presentate e di conseguenza anche gli interrogativi sollevati, com’è giusto che sia quando ci troviamo di fronte ad un cambiamento. Indubbiamente quella presentata da Antonio è una strada per allenare "innovativa", anche se non più sperimentale come veniva considerata fino a qualche anno fa, e pensiamo che agirà sicuramente da stimolo per tutti gli allenatori della nostra società. Incontri come quello di ieri aiuteranno sicuramente i nostri coach a costruire nel tempo una comune cultura dell’allenare, che sarà patrimonio di ognuno di loro e di Pallavolo Cascina. La società potrà così disporre di una vera scuola di pallavolo, con un gruppo di allenatori cresciuti attraverso il confronto tra di loro e il contatto con livelli e metodi di eccellenza, perché supportati, oltre che dalla esperienza di alto livello, anche dalle ricerche scientifiche più avanzate applicate alla pallavolo. Intendiamo ripetere nel corso dell’anno sessioni tecniche di questo tipo proprio con l’obbiettivo di far crescere la qualità dell’allenare complessiva offerta ai ragazzi e alle ragazze che giocano nelle nostre squadre, dal minivolley alle squadre maggiori, perché cresca la loro motivazione al gioco e ricevano il maggior aiuto possibile per raggiungere il loro massimo potenziale come atleti e come persone.

L´ Under 16 gialla di Ceccatelli al "12° Torneo Baby Volley 2016" di Imola

Trasferta in Emilia per l´under 16 verde che prenderà parte al Torneo Baby Volley di Imola. Il 2 gennaio prenderà il via la "due giorni" del torneo giovanile "Baby Volley", organizzato dalla Scuola di Pallavolo Diffusione Sport di Imola e giunto ormai alla sua dodicesima edizione. Ben 117 le partite in un programma che vede ai nastri di partenza ben 48 squadre e ben 600 tra atlete ed atleti provenienti da tutta Italia, in particolare da Lombardia, Veneto, Trentino, Piemonte, Toscana, Marche, Campania ed Abruzzo. Trattasi di una manifestazione capace di coinvolgere ben 8 palestre quali Ravaglia, Rubri, Cavina, Penazzi, Pulicari, Ruscello, Veterani e Ruggi. Le finali della categoria under 12, under 13, under 14 e under 16 femminile verranno disputate nel pomeriggio del 3 gennaio, mentre la finale under 18 e tutte le premiazioni si terranno al PalaRuggi.
Queste le squadre partecipanti:
UNDER 12: Mcdrive Imola, Athenas Idea Volley, San Lazzaro Vip, Tabaccheria Bettoli, Volley Angels Project.
UNDER 13: Agriflor, Vpm Volley Angels, 29 Martiri Volley, Romagna In Volley, Castenaso Lilla, Castenaso Verde, Montelupo, Cervia Volley.
UNDER 14: Mcdrive Imola, Conad Mordano, Firenze Ovest Pallavolo, Libero Volley 1984, Star Volley 96, Cus Medicina, Cip E Ciop Porto S.Giorgio, Pallavolo Faenza, Adria Service Porto S.Giorgio, Pallavolo Sorms – Signa, Euripoli Volley, Volley Castelvetro
. UNDER 16: Arabona Volley, Libertas Petriccio Siena, Firenze Ovest Pallavolo, Volley Castello, Libero Volley 1984, Esino Volley 2014, Olimpia Master Cmc, Anzola Volley, Sdp Anderlini Blu, Mapi Antincendio Pallavolo Rho, Bellaria Arancione, Cervia Volley, Nuova Polisportiva Ponticelli, Conad Volley Angels, Dream Volley Group Pisa.
UNDER 18: Mcdrive Imola, Conad Mordano, Firenze Ovest Pallavolo, Esino Volley 2014, Olimpia Master Cmc, Libero Volley 1984, Rinascita Volley Firenze, 29 Martiri Volley.2

Fonte: Scuola di Pallavolo Diffusione Sport Imola

U14, il Volley Prato domina la Winter Cup Anderlini

Vincere allena a vincere. La selezione Under 14 del Volley Prato domina la sua categoria al Moma Winter Cup 2016 e si prepara al meglio al triangolare di Befana valido per l’ingresso nella Boy League. Organizzata dalla Pallavolo Anderlini di Modena la Winter Cup è uno dei tornei invernali più prestigiosi nel panorama del volley giovanile nazionale. Aperto a sei categorie (U14, U16 e U19 maschile e U14, U16 e U18 femminile) è uno di quegli appuntamenti, fuori dal panorama dei tornei provinciali, che aiutano a confrontarsi con il meglio del volley nazionale e quindi a crescere. La società del Presidente Giuntoli questo tipo di manifestazioni le ha ormai da anni nel suo DNA ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti con un vivaio pratese che in poche stagioni è diventato un punto di riferimento regionale e non solo. Al Moma Winter Cup 2016 Prato si è presentata con i campioni d’Italia in carica dello scorso torneo nazionale Under 13. Squadra, come dicevamo, ancora in corsa per l’ingresso nella Boy League, il torneo nazionale Under 14 riservato alle società di Superlega e Serie A2. Insomma, che Prato potesse ben figurare era quasi certo mentre sul vincere un torneo così competitivo era tutto da vedere. Categoria tosta l’Under 14 con 12 contendenti tra cui i padroni di casa dell’Anderlini, Parma, Catania, e Milano. Prato, però, ha iniziato subito con il piglio giusto, dominando il suo girone di qualificazione, ha preso fiducia e ritmo superando bene Parma e Milano ed è infine approdata alla finalissima contro i padroni di casa dell’Anderlini. Finale in un palcoscenico da brividi come il PalaPanini di Modena. Un palcoscenico però subito addomesticato dai ragazzi pratesi che non hanno mai lasciato spazio alle speranze dei ragazzi di casa chiudendo i due parziali a 19 ed a 12.
I risultati del Volley Prato:
Girone B: Volley Prato – VT14 2-0; Volley Prato – Roomy Catania 2-1
Quarti di finale: Volley Prato – Energy Volley Parma 2-0
Semifinale: Volley Prato – Gonzaga Milano 2-0
Finale: Anderlini Modena – Volley Prato 0-2
La rosa del Volley Prato che ha partecipato alla fase preliminare: De Giorgi, Cecchin, Massi, Pontillo, Disconzi, Conti, Camici, Sacchetti, Scaduto, Lotti, Bartolini, Cardinaletti, Torri, Menchetti. All. Barbieri.

Torneo Under 13 Rovereto e Perugia (2005)

Natale di esperienza per le nostre Under 12 (2005)... le due squadre hanno partecipato a due importanti tornei di Livello Under 13 ( Rovereto e Perugia) con il dichiatao obiettivo di non arrivare ultimi ; entrambi le formazioni lo hanno raggiunto ma la cosa più importante hanno potuto cominciare ad assaporare cosa significa giocare la pallavolo dei grandi. Quest´esperienza dovrebbe aiutare tutti (giocatori e famiglie) a capire cosa ci vuole per giocare a questi livelli... certo i nostri avversari avevano un´anno in oiù .. ma se siamo riusciti a raggiungere i nostri obiettivi vuol dire che quello che fin´ora abbiamo fatto è giusto ma per restare competitivi dobbiamo continuare a farlo meglio e di più. Allora rimbocchiamoci le maniche e ... continuiamo a lavorare .

Chiudiamo la Winter Cup al 7° posto su 40 squadre, un risultato di grande prestigio

Chiudiamo la 3 giorni Modenese della Winter Cup con un 7° posto che rappresenta un risultato veramente importante, visto il roster delle partecipanti e l´alta qualità´ del livello di gioco messo in mostra.Le nostre ragazze sono andate via via crescendo e hanno saputo affrontare alla pari squadroni che sulla carta potevano sembrare ostacoli insuperabili e che invece hanno dovuto inchinarsi alla determinazione di una squadra affamata e vogliosa di ottenere il massimo.Quello che ci ha stupito e´ stata la capacita´ di tenuta e la qualità´ del gioco che nelle partite piu´ difficili non ha risentito della pressione e della naturale tensione che queste gare si portano con se.Questo 7°posto e´ il risultato di un progetto che la nostra societa´ sta con fatica portando avanti e che con queste prestazioni trova motivazioni e spinta a proseguire cercando sempre di crescere e guardare con fiducia al futuro.La nostra squadra era cosi´ composta: Arianna Chiavacci,Chiara Grazzini,Chiara Chiappalone,Lucia Buonasera,Benedetta Deoma,Aurora Simoncini,Francesca Bresciani,Matilde Becheroni, Sandra Da Prato,Camilla Catalano,Asia Ceragioli, Francesca .Mazzuola.Allenatori Becheroni Alessandro,Simone Fiori.Accompagnatore Marco Buonasera.

Fonte: Addetto stampa - www.nottolini.it

venerdì 30 dicembre 2016

Splendido quarto posto alla Winter Cup per l'Under 14 San Michele SDB Volley

La squadra Under 14 nata dalla collaborazione tra San Michele e Savino Del Bene ha partecipato nei giorni 27, 28 e 29 dicembre alla prestigiosa Winter Cup, torneo di pallavolo organizzato dalla scuola Anderlini di Modena e riservato alle categorie giovanili. Il quarto posto finale su 36 squadre partecipanti è un risultato ottimo e insperato per un gruppo nato in questa stagione e che si misurava per la prima volta in una competizione fuori regione. Nella prima giornata di gare le ragazze della San Michele SDB hanno affrontato la Foppapedretti Bergamo perdendo 2 a 0, per poi prontamente riscattarsi vincendo 2 a 0 contro la selezione di San Marino. Il giorno seguente si è svolto un nuovo girone di 3 squadre concluso con due nette affermazioni entrambe per 2 a 0 contro le selezioni venete di Massanzago e Petra Bpteam che hanno lanciato le giovani fiorentine nelle prime 8 del torneo. Nel pomeriggio il quarto di finale ha visto un'altra affermazione della San Michele contro le giovani atlete piemontesi della pallavolo Lilliput, ancora per 2 a 0 che ha "regalato" alle atlete toscane la rivincita contro la Foppapedretti Bergamo in semifinale. La gara che poteva valere l'accesso alla finalissima è stata tirata ed emozionante, lottata punto su punto con le ragazze San Michele che nonostante un evidente divario fisico hanno avuto addirittura un match point nel secondo set che avrebbe potuto portarle in finale nello storico PalaPanini. Nonostante la sconfitta resta l'emozione di aver lottato alla pari contro una squadra di livello nazionale con i complimenti e gli applausi dei genitori delle atlete lombarde a fine gara. Più difficoltosa e meno lottata, forse a causa della stanchezza accumulata nei 3 giorni, la finalina per il 3/4 posto contro un'altra big come la Liu Jo Modena conclusasi con la vittoria delle padrone di casa per 2 a 0. Queste le ragazze del gruppo Under 14 San Michele SDB Volley : Allegra Leoni, Ambra Bartolozzi, Manuela Ranieri, Viola Nicosia, Sara Ristori, Rachele Viola Carboncini, Victoria De Vitis, Aurora Cavallin, Stella Nervini, Anna Letzner, Camilla Coppini, Lisa Marconi, Maria Francesca Autorino, Matilde Lalli. All Giacomo Raffa.

Il programma del Torneo Nazionale Coppa Banca Cras

A seguito della rinuncia all´ultimo momento di una squadra il torneo femminile a carattere nazionale riservato alla categoria "Under 16", in programma a Cecina nei giorni 3-4-5 gennaio 2017, e denominato "Coppa Banca Cras", sarà disputato a tredici squadre anziché a quattordici come in precedenza preannunciato, fatto questo che ha visto costretta l´organizzazione ad intervenire modificando il programma originario. Si precisa che le quattro palestre interessate al torneo sono tutte situate nell´ambito della zona del Villaggio Scolastico di Cecina (Via Moro-Via Napoli-Via Fucini), Il Palazzetto e le Palestre scolastiche Nord e Sud sono attigue e comunicanti tra loro, mentre quella del Liceo è posta a circa cinquanta metri da queste.
Cliccando questo linkpotete visionare il programma del Torneo

La Emma Villas scrive la storia: è finale di Coppa Italia

La Emma Villas vive una serata storica, sbanca il PalaManera di Mondovì e conquista la finale della Coppa Italia di Serie A2. La squadra del Presidente Giammarco Bisogno vince in Piemonte e conquista il pass per l’atto finale della competizione: il 29 gennaio a Casalecchio di Reno affronterà Tuscania. E’ una gioia immensa per la compagine allenata da coach Paolo Tofoli, una enorme soddisfazione per la società biancoblu. Al PalaManera di Mondovì si gioca per entrambe le formazioni un pezzo di stagione. Una gara tanto importante arriva in un periodo che sarebbe di festività, il 29 dicembre, ad appena due giorni dal Capodanno, e in un periodo di freddo intenso. A Mondovì alle ore 20,30, quando prende il via il match di semifinale della Coppa Italia, la temperatura è di appena un grado. La finale della Coppa Italia di categoria, che si giocherà a Bologna (a Casalecchio di Reno, per la precisione) domenica 29 gennaio è un sogno sia per la Vbc Mondovì che per la Emma Villas Siena. Due squadre giovani, che hanno scalato le categorie e che adesso si ritrovano ai livelli più alti della Serie A2. E’ la sfida tra l’attuale capolista del girone bianco e la squadra che ha chiuso in testa il girone blu dopo le nove gare dell’andata, anche se Mondovì ha vissuto nelle ultime settimane un po’ di problemi (e l’infortunio di Paoletti) che hanno fatto scivolare i piemontesi al quarto posto di classifica, anche se a soli 4 punti dalla capolista Monini Spoleto. Questo è un palazzetto che evoca bei ricordi alla Emma Villas che al PalaManera conquistò matematicamente la promozione in Serie A2. La Emma Villas inizia il match con buone percentuali in attacco: Sergio Noda Blanco e Williams Padura Diaz graffiano immediatamente, così come Stefano Patriarca che mette a segno una veloce ben assistito da Fabroni. L’opposto cubano e Renato Russomanno trovano buonissime giocate che spingono Siena sul +5: 4-9. Bene anche Michael Menicali, che chiude il punto che vale il 5-10. Il pur forte muro di Mondovì sta incontrando difficoltà contro gli schiacciatori senesi: Noda Blanco e Padura Diaz mettono a terra i punti che portano la Emma Villas sul 7-14. La Vbc cerca la rimonta ed è brava ad affondare colpi con il centrale Parusso e con lo schiacciatore Menardo. Il tentativo di rimonta dei locali viene arginato da due punti di Russomanno e da un muro vincente di Mike Menicali, ed è +7 Siena: 13-20. Ancora Menicali si fa apprezzare pure al suo turno di battuta. Noda Blanco e un ace di Padura Diaz mettono altri due mattoncini. L’errore in battuta di Cortellazzi fa il resto e chiude il primo set sul punteggio di 16-25. La Emma Villas ha terminato il primo parziale con una percentuale del 71% in attacco: 7 i punti di Padura Diaz, 5 quelli di Russomanno. Gli schiacciatori senesi continuano a colpire, mentre Bolla va ancora a corrente alternata. Padura Diaz trova degli angoli impossibili e la squadra senese continua ad essere molto attenta anche a muro e in ricezione. Il set, comunque, è equilibrato. Al punto di Padura Diaz risponde uno di Bolla. Una fase di ricezione non perfetta dei padroni di casa consente a Siena di portarsi sul +2, 14-16. Ma in un attimo i piemontesi pareggiano. Un errore dell’opposto cubano della Emma Villas porta in vantaggio Mondovì sul 17-16 e convince coach Tofoli a chiamare time out per parlare con i suoi giocatori. Il servizio di Matteo Bolla (7 punti per lui in questo set) allunga il parziale per i locali fino al 20-16. Siena in questo frangente non trova continuità, così Picco e Manassero la puniscono. Lo sforzo senese porta i ragazzi di coach Tofoli fino al -3 del 23-20 (punto di Patriarca). Ma il secondo set viene vinto dai locali per 25-20. Il terzo set inizia con l’inerzia ancora favorevole ai padroni di casa, che vanno sul 4-1. Ma in un attimo Siena reagisce, dopo il time out chiamato da coach Tofoli. Con i punti di Padura Diaz e Noda Blanco e con un muro attento la Emma Villas piazza un parziale di sei punti consecutivi in proprio favore. L’opposto cubano ora guida la squadra, cercato assai spesso da Fabroni. Il numero 7 senese segna il punto che vale l’8-12, sfruttando anche una ricezione difficile di Mondovì sul servizio di Fabroni. Nel momento cruciale del set si alza il muro di Stefano Patriarca, che trova quattro punti cruciali: Siena ne beneficia e vola sul 14-20. Padura Diaz martella ancora (9 punti per lui nel terzo set), ed è lui a chiudere il set sul 17-25. Siena è disattenta in avvio di quarto set, Mondovì ne approfitta ed è subito 3-0 peri padroni di casa. Siena è brava a starci con la testa e a rimontare immediatamente lo svantaggio grazie alle giocate di Padura Diaz e Vedovotto. Una schiacciata del cubano vale il 7-7. Però la Emma Villas ora sta sbagliando troppo al servizio. In questo frangente è Vedovotto a trovare ottime soluzioni offensive, riuscendo a mettere a segno punti in modi svariati. Con il turno in battuta di Padura Diaz Siena tocca per la prima volta il +3 in questo set (10-13), grazie a due ace dell’opposto cubano. Patriarca si fa ancora valere a muro. Ma Mondovì non ci sta e rientra nel match: Picco mura Russomanno per il 14-14. Sfida nella sfida tra Padura Diaz e Bolla, che al servizio si fa ancora sentire con un ace. Regna l’equilibrio in questo quarto parziale. Russomanno chiude un punto lunghissimo con un pallonetto che beffa il muro locale ed il brasiliano si ripete subito dopo per il 16-18. Il parziale per Siena si allunga con un muro di Padura Diaz (16-19). Vedovotto, prima murato, segna poi un punto tanto importante quanto difficile. E si ripete, per il 21-23. Parusso al servizio trova un ace in un momento cruciale: 23-23. Siena rimane lì con la testa. La chiude Cannistrà con un ace: 23-25. E comincia la festa senese.
Vbc Mondovì – Emma Villas Siena 1-3 (16-25; 25-20; 17-25; 23-25)
VBC MONDOVI’: Menardo 7, Cattaneo 1, Bolla 15, Parusso 13, Manassero 10, Prandi (L), Picco 5, Turco, Cortellazzi 1, Miola, Perla, Garelli. Coach: Barisciani.
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Noda Blanco 10, Vedovotto 13, Gradi, Padura Diaz 26, Patriarca 10, Russomanno 13, Cannistrà 1, Spadavecchia, Di Tommaso, Cesarini (L), Battista (L), Menicali 4. Coach: Tofoli.
Video Check: richiesto nel primo set da Siena sul 5-9 e da Mondovì sul 15-24; richiesto nel secondo set da Siena sul 17-16 e da Mondovì sul 23-21 (decisione cambiata); richiesto nel terzo set da Mondovì sul 13-16 (decisione cambiata) e sul 14-20; richiesto nel quarto set da Mondovì sul 6-6 e da Siena sul 19-21.

La Coppa Maury's Under 12 è vinta dalle diavolette rosse del Volley Cecina

Si è svolto Martedi 27 dicembre il 1° Torneo di Natale "Coppa Maury´s". Ai nastri di partenza sei società (Volley Cecina, Pallavolo Grosseto 1978, New Volley Fucecchio, Volley Sei Rose Rosignano, Polisportiva Montelupo, Union Volley Piombino) per un totale di otto squadre, suddivise in due gironi. Il Volley Cecina ne schierava ben tre: la "rossa" nel girone A, la "blu" e la "gialla" nel girone B. Nella prima fase le "rosse" hanno sconfitto nettamente la Union Volley Piombino (3-0: 20-3, 20-14, 20-9), il Montelupo (3-0: 20-2, 20-4, 20-12) e la Pallavolo Grosseto (3-0: 20-13, 20-5, 20-12) in una bellissima partita giocata a ritmi e livelli altissimi. Le "gialle" invece prima hanno perso con il Rosignano (0-3: 10-20, 19-20, 19-20), poi superato di misura le "blu" (2-1: 19-20, 20-8, 0-9) e infine sono state sconfitte ancora dal Fucecchio (1-2: 20-16, 17-20, 11-20), mentre le "blu", hanno ceduto il passo prima al Fucecchio (0-3: 8-20, 9-20, 7-20) e poi al Rosignano (1-2: 5-20, 20-14, 8-20) pur giocando con grinta. La squadra "rossa", grande protagonista del torneo, ha superato il turno a punteggio pieno e si è qualificata per la semifinale con il Fucecchio che è stato sconfitto con un netto 2-0 (20-16, 20-16). In finale le "rosse" hanno incontrato nuovamente la Pallavolo Grosseto, una buonissima squadra, ben organizzata e con ottime individualità. Questa volta la partita è stata equilibrata e le maremmane hanno contrastato, colpo su colpo, gli attacchi delle nostre bimbe che sono riuscite ad avere la meglio soltanto al terzo set, dopo una partita piena di emozioni (2-1: 20-15, 18-20, 15-14). Le "diavolette" sono partite alla grande conquistando senza troppa fatica il primo set e tutto lasciava pensare ad un bis della partita della mattina, ma invece nel secondo set le grossetane hanno cambiato marcia riuscendo ad imporsi. Si è andati al terzo set con le ospiti in vantaggio 14-12 e la vittoria ad un solo punto che però non è arrivata. Di punti invece ne hanno fatti tre di fila le nostre che si sono aggiudicate finale e trofeo. In competizioni di questo tipo il risultato non conta, o almeno conta fino ad un certo punto, quello che invece è importante è il rispetto per l´avversario e per le compagne e a noi fa davvero piacere aver visto che, durante la finale per il primo posto, le bimbe degli altri nostri due gruppi, insieme ai loro genitori, hanno fatto il tifo dagli spalti in modo appassionato per le loro amiche e compagne "rosse", fino all´ultima decisiva palla.

Carica Lagonegro ma i Lupi saranno pronti

Si avvicina la fine dell’anno ma, soprattutto, si accorciano i giorni che separano i “Lupi” dall’atteso confronto interno coi lucani del Lagonegro. Questi ultimi sono al lavoro per compiere una nuova impresa, quella di salire nella zona del Cuoio per prevalere sulla Kemas Lamipel. La vittoria al tie-break ad Aversa ha caricato gli uomini del tecnico Falabella, il quale ha iniziato a studiare i conciari ed a concentrarsi sulla gara di giovedì 5 gennaio a Santa Croce. Il coach della compagine lagonegrese ha così dichiarato al sito del club presieduto da Nicola Carlomagno: “Siamo in grande forma e fiduciosi per la rapida ripresa del centrale Pizzichini, che sta effettuando la riabilitazione alla caviglia. In generale la squadra sta bene, come abbiamo dimostrato in queste ultime partite. I ragazzi lavorano tanto e i risultati arrivano. Il prossimo impegno è importantissimo per la nostra classifica – ha proseguito il coach biancorosso – perché Santa Croce è una diretta avversaria. Quella in Toscana è una trasferta lunga che nasconde non poche difficoltà; con l’arrivo di Vermiglio, il livello dei nostri prossimi avversari si è alzato: l’esperienza sia in Italia che all’estero, dell’ex palleggiatore della Nazionale, fa sicuramente la differenza, in una competizione importante, come la serie A2”. La Kemas Lamipel è sesta in classifica (19 punti, come Potenza Picena) con quattro punti in più rispetto alla formazione della Basilicata che insegue a quota 15. Lo schiacciatore Galabinov, già avversario dei “Lupi” in B1 nelle file del Grosseto, è stato il top score nel vittorioso match di Aversa e, in vista del suo ritorno al PalaParenti, suona la carica dicendo: “Partita dopo partita, stiamo dimostrando il nostro valore e crescendo. Questa squadra può fare tante cose, siamo un grande gruppo, direi un gruppo come pochi. Il bello della pallavolo è quello di essere uno sport di squadra: ognuno fa la sua parte e tutti concorriamo all’obiettivo finale”. Così ha concluso lo schiacciatore ex grossetano che in Campania ha fatto registrare una percentuale vicina al 60%, incrementando così uno dei fondamentali decisivi in molte gare. Pure a Santa Croce salgono l’attesa e la concentrazione in vista del confronto con cui si aprirà ufficialmente l’anno nuovo, vale a dire quello di giovedì 5 gennaio. I “Lupi” sanno che quella sarà una gara da vincere assolutamente, così come le altre quattro che seguiranno da qui al 5 febbraio. Per oggi e domani sono previsti due allenamenti al PalaParenti, con un giorno di pausa soltanto per Capodanno. Da lunedì 2 tutti di nuovo al pezzo e ben concentrati su una partita che dovrà dare la necessaria spinta in vista di altre quattro gare determinanti.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce - www.lupipallavolo.net

giovedì 29 dicembre 2016

La squadra della Videomusic-FGL chiude il 2016 a Cecina con una partita amichevole

Anche quest´anno le ragazze di coach Menicucci e Ficini con oggi hanno concluso gli allenamenti guardando al nuovo anno, con la voglia di dare sempre di più, cercando di migliorare il proprio gioco, confrontandosi con squadre nuove giocando delle partite in amichevole. Pertanto domani sera la VIDEOMUSIC-FGL Castelfranco giocherà a Cecina l´ultima partita dell´anno contro Pinerolo. Certamente anche quest´anno si è visto una buona squadra, sebbene sono state inserite nuove atlete titolari come Lippi in regia e Mutti al centro, con altre giovani come Mannucci alzatrice e Pecene attaccante, sono state in grado di inserirsi bene nel gruppo composto da Caverni, De Bellis, Puccini, Andreotti, Martone, Tamburini, Santerini, riuscendo a far vedere quanto valgono in campo. Sicuramente l´inizio del campionato è stato molto impegnativo, affrontando subito squadre di alto livello, riuscendo però a farsi valere e mantenere bene la posizione ritrovandosi in 7° posizione in classifica con 14 punti. Per chi vuole salutare le ragazze e scambiarsi gli auguri di fine anno, lo potrà fare domani sera a Cecina dopo la partita amichevole delle ore 20:30, per poi ritrovarsi il 2 gennaio 2017 a riprendere i consueti allenamenti. Non resta altro che augurare a tutti i migliori Auguri di Buon Anno augurandoci di vedere in questo nuovo anno molti più appassionati di pallavolo nelle nostre palestre al seguito delle nostre squadre.

Vermiglio recupera, c'è Lagonegro nel mirino

Migliorano sensibilmente le condizioni di Valerio Vermiglio il regista della Kemas Lamipel infortunatosi nel corso di un allenamento il giorno 15 dicembre scorso e, per tale motivo, costretto a saltare le due trasferte consecutive di Castellana Grotte e Siena. Vermiglio, come si ricorderà, aveva debuttato in biancorosso con Ortona, l’11 dicembre, proprio tre giorni dopo il suo arrivo a Santa Croce, coi “Lupi” vittoriosi per 3-2. Nelle successive due gare lontano dal PalaParenti, Vermiglio è rimasto a bordo campo, seguendo le prove dei compagni di squadra. Capitan Elia e compagni hanno apprezzato molto la vicinanza dell’espertissimo palleggiatore siciliano, sempre prodigo di consigli ed incoraggiamenti, nei loro confronti. Intanto ad Empoli, nei locali di Ecomedica, lo staff medico sta svolgendo un lavoro costante per il celere recupero dell’atleta. Dal centro FisioAtletic, il dottor Gabrio Niccolai fa sapere che “tutto procede secondo i programmi”. Il recupero sta andando avanti nell’arco delle tre settimane, come già ipotizzato a suo tempo. Da oggi, giovedì, inizierà la fase di riatletizzazione e carico progressivo sul legamento, col responsabile della preparazione Carlo Laface ed i preparatori atletici della Stilnuovo ad occuparsi dell’atleta. Successivamente Laface concerterà col tecnico Bertini il rienserimento in gruppo di Vermiglio come già avvenuto a suo tempo con Elia, rientrato con due settimane di anticipo. Vermiglio eseguirà ancora due sedute a FisioAtletic per abbassare il grado di infiammazione e mantenere il tono muscolare e, se risponderà positivamente, questi potrebbe rientrare in occasione della partita di giovedì 5 gennaio coi lucani del Lagonegro. L’incontro avrà inizio alle ore 20,30. Il professor Fabrizio Angelini, capo dello staff medico biancorosso, è sempre in contatto con lo staff tecnico e la dirigenza dei “Lupi” e sta seguendo con un’attenzione ed uno scrupolo particolari, non solo Vermiglio ma l’intera rosa della Kemas Lamipel. L’aspetto relativo alla nutrizione è stato rivisto da più di un mese e gli atleti stanno attenendosi alle direttive come avvenuto nei giorni di Natale. Sarà così anche per capodanno.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi“ Santa Croce

mercoledì 28 dicembre 2016

E’ un giorno storico per la Emma Villas Siena: giovedì 29 dicembre c’è la semifinale di Coppa Italia

Per la Emma Villas Siena quella di domani sera, giovedì 29 dicembre 2016, sarà una serata speciale. Perché la squadra del Presidente Giammarco Bisogno va a giocarsi, a partire dalle ore 20,30, una gara di semifinale che può permettere ai biancoblu di raggiungere un traguardo storico, vale a dire la finale della Coppa Italia di Serie A2. L’avversaria di Siena è Mondovì, la squadra che ha chiuso al primo posto il girone di andata nel gruppo blu, che avrà dalla sua il fattore casalingo. L’altra semifinale si giocherà invece alle ore 18,30 a Viterbo e vedrà opposte la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania e la Ceramica Globo Civita Castellana. Le due vincitrici si troveranno di fronte a Bologna, nel palazzetto di Casalecchio di Reno, per la finalissima del prossimo 29 gennaio: la finale della Coppa Italia di Serie A2 sarà inserita nel grande evento delle Final Four della SuperLega e quindi la partita si giocherà davanti ad un nutrito pubblico di appassionati di volley provenienti da ogni parte d’Italia. La Emma Villas arriva a questa semifinale forte della prima posizione conquistata e mantenuta nel proprio raggruppamento. Ci arriva forte delle cinque vittorie consecutive conquistate tra campionato e Coppa e dopo avere sconfitto in casa per 3-0 la Centrale del Latte McDonald’s Brescia nei quarti di questa manifestazione. Un filotto di successi che ha portato i senesi in vetta al proprio girone e che ha anche fatto salire la temperatura e la passione nella città del Palio per la pallavolo, tanto che nel derby giocato nel giorno di Santo Stefano contro la Kemas Lamipel Santa Croce si è registrato un vero e proprio record di pubblico: ben 1.800 spettatori hanno assistito alla sfida al PalaEstra in viale Sclavo. La squadra, poi, ha mostrato carattere e personalità, le stesse doti già messe in campo una settimana prima in Abruzzo, a Ortona. Contro la Sieco Service i ragazzi di coach Paolo Tofoli erano stati in grado di reagire dopo aver perso il terzo set, riuscendo a far proprio il quarto parziale e quindi il match. Contro i pisani di Santa Croce la Emma Villas ha superato il momento di difficoltà vissuto nel primo set e con pazienza e fatica ha atteso che la partita si mettesse sui giusti binari. La squadra senese ha aumentato l’intensità delle proprie giocate nel secondo e nel terzo set, ma ha perso poi il quarto. L’avvio di tie break è stato straordinario, con i padroni di casa che sono stati capaci di portarsi immediatamente sul 6-0 per poi vincere il set 15-4 e conquistando in questo modo un successo importante sia per il morale che per la classifica, dove Siena rimane prima con una lunghezza di vantaggio sulla Bcc Castellana Grotte. La Vbc Mondovì è adesso quarta in classifica nel girone blu, con 24 punti, e con 8 vittorie e 5 sconfitte nelle tredici partite di campionato disputate. I piemontesi sono reduci dalla sconfitta interna al tie break contro Bergamo. Un match nel quale per la Vbc si sono fatti notare e applaudire Matteo Bolla, autore di 20 punti, schiacciatore classe 1990 che ha già esperienza di SuperLega con la maglia di Verona e che in A2 ha giocato anche con Potenza Picena e Alessano; Davide Manassero, autore di 18 punti, esperto schiacciatore di 37 anni, nato a Cuneo e che a Mondovì gioca già da tre stagioni; Edoardo Picco, che di punti ne ha realizzati 16, centrale 22enne che sta facendo molto parlare di sé. Al centro gioca anche Michele Parusso, 29enne cuneese e anche lui alla terza stagione con la maglia di Mondovì. Sia Parusso che Picco si trovano nella Top Five per numero di muri realizzati in questo campionato di Serie A2. Siena dovrà fare attenzione anche al giovanissimo schiacciatore Claudio Cattaneo, appena 19 anni per lui, alla sua prima vera stagione dopo le giovanili. Il palleggiatore è Emiliano Cortellazzi, un altro cuneese, classe 1985 e da tre anni a Mondovì dopo avere giocato a Vibo Valentia. Il libero è il 27enne Massimiliano Prandi. La partita tra Mondovì e Siena sarà visibile sulla piattaforma Sportube al costo di 2,90 euro.

BIGLIETTI COPPA ITALIA - Giovedì 5 gennaio ore 20.30

La Savino Del Bene Volley giocherà il primo turno di COPPA ITALIA sul campo casalingo del Palazzetto dello Sport di Scandicci Giovedì 5 gennaio 2017 alle ore 20.30 contro la Foppapedretti Bergamo. Per la gara, fuori abbonamento, è prevista la tariffa speciale di 10 euro per gli adulti e ingresso gratuito per i bambini fino a 12 anni.
Il botteghino del Palazzetto sarà aperto con il seguente orario:
LUNEDì 2 GENNAIO ORE 17-19 (Solo abbonati)
MARTEDì 3 GENNAIO, MERCOLEDì 4 GENNAIO ORE 17-19
Non mancate a questo imperdibile appuntamento con il volley!

Tempo di bilanci per la Pallavolo Garfagnana

Sta volgendo al termine la prima fase della stagione sportiva di Pallavolo Garfagnana e il Consiglio direttivo presieduto da Marco Giannasi stila un bilancio generale. La prima squadra allenata da Coach Pucci e Grassi veleggia in testa al campionato di Prima Divisione con una imbattibilità costituita da vittorie convincenti, che fanno ben sperare per un ottimo esito finale. Nel campionato Under 18 le ragazze stanno facendo esperienza, e considerata la giovane età della squadra, le aspettative su questo gruppo sono molto positive. La squadra Under 14 occupa una posizione di vertice nel campionato provinciale e ci sono tutte le prerogative per un eccezionale accesso alla seconda fase interprovinciale. Le bimbe del campionato Under 13 verde, stanno stupendo tutti, con risultati eccellenti che le vedono in testa al campionato, mentre la Under 13 azzurra, sta facendo esperienza in un girone Fipav molto difficile, ma la stessa squadra padroneggia nel campionato provinciale Uisp, segno che ci sono i presupposti per avere un gruppo molto competitivo a breve. In ogni modo tutto lo staff tecnico si sta togliendo molte soddisfazioni in quanto le nostre atlete stanno mettendo in mostra una buona pallavolo, frutto di tanto e serio lavoro. Il resto del settore giovanile sta continuando la preparazione in vista dei campionati Under 12, Super mini volley e rilanciata che li vedranno protagonisti da inizio anno nuovo. Pochi giorni fa tutta la società ha avuto modo di farsi gli auguri durante la cena sociale che ha visto grandi, piccini e famiglie festeggiare il Natale e giocare sotto rete con il sorriso e la voglia di stare insieme. Nel periodo delle feste tutte le squadre continueranno ad allenarsi meticolosamente in palestra e sono previsti meeting con gli allenatori della scuola federale di pallavolo Fipav, per curare gli aspetti tecnico tattici. Dunque se il 2016 si chiude con molte luci sulla società non da meno sarà l´inizio del 2017. Infatti domenica 8 gennaio si terrà in palestra Isi a Castelnuovo la seconda edizione del "Garfavolista dell´anno". Durante la manifestazione, tra una partita e l´altra delle vecchie e giovani glorie di Pallavolo Garfagnana, sarà consegnato l´ambito riconoscimento a chi si è più distinto nel promuovere e sostenere il gioco del volley nella valle del Serchio. Ovviamente l´invito a partecipare a questa festa è rivolto a tutti, in quanto sarà un momento di incontro e conoscenza pieno di gioco e allegria

Importante vittoria dell´Elsasport Volley in trasferta contro il Tomei Livorno per tre ad uno

Marc Borghigiani si affida a : palleggiatrice Coppola Martina, bande Giorgi Rosita(cap) e Lottini Silvia, centrali Sevieri Chiara e Petralli Alice, opposto Mori Adele, libero Irene Bartali A disposizione: Lo Fiego Flavia, Maulella Giulia, Marrucci Cecilia, Ninci Gloria e Raho Martina. All´inizio del primo set le Livornesi si portano subito sul 6/0, è evidente che qualcosa nella nostra squadra non gira come dovrebbe. Marc toglie dal campo Giorgi che ha provato a giocare non in perfette condizioni fisiche, al suo posto rientra Lo Fiego che riprende il campo dopo un lungo infortunio. La squadra riprende le misure alle avversarie ma in una lotta punto su punto, 12/5, 19/10, il vantaggio iniziale resterà tale per tutta la frazione 25/19 e uno a zero. Secondo set, l´inserimento di Lo Fiego dà i suoi frutti, buona ricezione, fiducia nelle compagne e la partita cambia volto, 6/10, 7/13. Stavolta sono le nostre che riescono ad amministrare il margine, 12/17 ed aggiudicarsi la frazione per 18/25. Uno pari Nella terza frazione sembriamo poter continuare con facilità a dominare la partita, 3/7, ma le Livornesi riescono a riportarsi sotto, 10/10. L´andamento della frazione è altalenante, ancora avanti noi, 13/18 e nuovo controsorpasso delle avversarie che non ci stanno a perdere, 20/19. Inserimento di Marrucci per alcuni scambi, ma la ragazza non appare ancora completamente recuperata e Marc deve tornare sui suoi passi. Ma la squadra con Coppola in campo c´è e si aggiudica la frazione per 23/25. Uno a due. La lotta della quarta frazione è tra due squadre che si equivalgono ed i punteggi parlano chiaro, 6/6, 13/9, 16/16. Ci avviamo al finale con le squadre incollate, 22/21 ma le nostre con un qualcosina in più si aggiudicano set e partita ancora per 23/25. Uno a tre. Ottimo arbitraggio della sig. Cotruzzulà Simona di Pisa Una vittoria importante contro una buona squadra e fuori casa. Tre punti pieni che ci tengono più vicini alla parte alta che alla bassa classifica. Siamo al settimo posto ma a guardare bene il terzo dista due soli punti mentre la casella della quartultima, che può dover disputare i play-out, è a sette lunghezze ed occupata dalla nostra prossima avversaria. Adesso finalmente la pausa Natalizia che ci servirà per riposare un po´ la mente dalla fase agonistica e recuperare un po´ di acciacchi. Al rientro dalla lunga pausa ancora una squadra di Livorno per prossimo appuntamento agonistico. Sabato 07/01 alle 17,30 giochiamo al PalaGiglioli contro la Pallavolo Libertas Livorno. Intanto martedì 20/12 è andata in scena alla casa del popolo di Ponte a Elsa la tradizionale festa di Natale, quest´anno modificata nella formula e gestita per la maggior parte dalle ragazze, una bella serata dedicata agli auguri per le feste ed ai propositi per l´anno nuovo. Un grazie a tutti per la partecipazione ed ancora Auguri da tutto l´Elsasport.

Tornei Natalizi: prima giornata

Cala il sipario sulla giornata inaugurale dei tornei a cui partecipano le nostre squadre. A Modena, terra di grande volley, l’Under 18 femminile targata Lupi Estintori conquista subito due belle vittorie. La squadra di Nicola Manetti ha iniziato bene, superando di misura le bergamasche dell’Oro Volley Scanzo (2-1). Poi le giallorosse se la sono vista con il forte San Lazzaro di Bologna: nel primo set, tiratissimo, la spunta il team di San Miniato, ma le emiliane pareggiano i conti. Al terzo set, dopo una bella battaglia, il trionfo è targato Folgore, che domani, sarà attesa da un raggruppamento da brividi, con Volley Brianza e Idea Volley Bologna. L’Under 16 maschile, invece, ha subito due sconfitte. Decisamente più lottata, quella contro Viterbo, dove i ragazzi di Alessio Zingoni (sponsorizzati TecnoAmbiente) si sono battuti con coraggio dall’inizio alla fine: nella terza frazione, il sestetto del Lazio è stato più freddo nei momenti cruciali e, con merito, ha strappato il successo. Niente da fare, invece, contro i locali della Scuola di Pallavolo Anderlini: una squadra ben più avanti nell’organizzazione di gioco, che Rossi e compagni non sono riusciti ad arginare. Domani, contro Reggio Emilia, arriva una grande occasione per riscattarsi. Ottimo debutto per l’Under 16 femminile, impegnata in Liguria. Le giovani di Alessandra Macchia si sono fatte valere nel match d’apertura, terminato con un rotondo 2-0 in favore delle portacolori giallorosse (nella foto). Contro le torinesi dell’Avigliana, il team targato Lupi Estintori e Ma.Pa. trasporti ha avuto vita facile e domani mattina sfiderà con entrambe le formazioni locali del Valdimagra.

Trofeo Libertas Città di Montevarchi

L'ASD Volley Arno Montevarchi in collaborazione con l'ASD Libertas a Sommazzi comunica che l'8 Gennaio presso l'impianto polifunzionale di Viale Matteotti a Montevarchi, si terrà la prima edizione del Trofeo " Libertas Città di Montevarchi ". Al torneo, riservato alle squadre di pallavolo femminile categoria Under 14, prenderanno parte alcune delle migliori rappresentative interregionali umbro-toscane. Oltre alla squadra di categoria della società Volley Arno Montevarchi, leader nel girone B del Campionato Fipav Comitato Etruria, prenderanno parte anche le rispettive rappresentative di: Pallavolo Perugia, Cus Siena e Volley Club le Signe. Le gare avranno inizio alle ore 09.00 e proseguiranno nel pomeriggio con le finali e le premiazioni alla presenza delle autorità cittadine. Si invitano tutti gli appassionati a partecipare numerosi per sostenere la nostra squadra.

martedì 27 dicembre 2016

Quarrata, resoconto ultime giornate campionato nazionale B2

- BLU VOLLEY vs DREAM VOLLEY GROUP PISA
La Blu Volley Quarrata si riscatta dopo il mezzo passo falso di sette giorni fa ad Empoli battendo in casa il Dream Volley Group Pisa per 3-1 (22-25; 25-17; 25-11; 25-20 i parziali) e mantiene stabile la propria posizione ai piani alti della classifica. La prossima sfida esterna sarà molto impegnativa, sul campo del Libertas Volley Forlì. Partenza match subito in salita per la Blu incalzata dagli attacchi efficaci di Pisa con Innocenti e Di Pede protagoniste iniziali, in risposta tengono botta le casalinghe con Pazzaglia e Breschi (6-8). Dopo la prima sosta agguantano il pari temporaneo Degli Innocenti con un gran lob vincente e Filindassi con un ace (9-9), ma il momento favorevole dura poco per Quarrata che stenta a decollare in fase di impostazione e fatica a contenere le bordate del capitano Di Pede ed Innocenti (13-16). Non ci sta però Di Gregorio che con un doppio primo tempo assieme a Filindassi e Pazzaglia riportano sotto la Blu che però difetta a muro e in secondaria, subendo le folate di Innocenti, Sciabordi e Di Pede (17-20). Primo set che prende la strada di Pisa, più convinta e cattiva della Blu che commentte degli errori di troppo in fase di attacco, a mettere la firma finale ci pensa ancora Di Pede che la chiude con due attacchi vincenti (22-25). Secondo parziale approccia diversamente Pisa, ne beneficiano le ragazze di casa brave ad approfittare dell´occasione presentatasi. Breschi con un importante secondo tocco fuorviante manda avanti 8-7 la Blu al primo tecnico. Al rientro prende il largo la squadra di Coach Torracchi, Maccanti e Sciabordi con attacchi fuori misura non aiutano di certo Pisa, meno spavalda del primo set. Una super Di Gregorio con un bel tris (muro e due primi tempi) sancisce il 16-11. Varia molto in attacco Breschi che ruota su ogni suo attaccante Becucci, Degli Innocenti e Filindassi (22-14), prima di un piccolo black out che costringe il mister di casa a chiamare time out. Degli Innocenti e Pazzaglia con un ace riportano in parità il conto dei set. Terzo set decisamente a senso unico, Breschi bene sul suo turno di battuta fa morbida Sciabordi per la risposta pisana (5-0), mister Grassini capisce il momento di difficoltà ed inserisce Messina che spezza il break quarratino (5-1). Con pazienza e senza sbavature la Blu si assicura un buon margine al primo tempo tecnico (8-2). La reazione ospite non si tramuta in niente di buono, ma solo in dei gratuiti, questi non fanno che alimentare la fiducia di Quarrata che ritrova la concentrazione mancante nel primo parziale. Becucci, Filindassi e Degli Innocenti fanno volare Quarrata sul 20-7. Entrano Grosso, Bagni e Capocasale per dar fiato a Di Gregorio, Becucci e Filindassi ma a mettere i bastoni fra le ruote di Quarrata però ci pensa la giovanissima neoentrata Messina, che mette a segno due muri e due gran belle parallele vincenti. Il lob di Bagni e il primo tempo di Pazzaglia per il bel finale in crescendo della Blu 25-11. Nel quarto set Pisa da il tutto per tutto per restare in partita, Messina, Di Pede e Loni con un muro ed un ace, si oppongono sul fronte di casa Di Gregorio, Becucci e Pazzaglia con una doppia fast vincente(4-6). Ma ancora la giovane Messina grande impatto sul match con due vincenti porta avanti 7-8 Pisa al tecnico. Sul risultato di 11-11 pari sale di livello la difesa di Quarrata con il libero Chiti e il palleggiatore Breschi, sul turno di battuta di Filindassi il centrale Pazzaglia offre il vantaggio importantissimo 16-14. Ancora l´attaccante ex San Michele al rientro in campo segna due ace d´oro (18-14). Grassini ributta nella mischia Sciabordi assieme a Cavallo, ritornando sotto nel punteggio 20-19. Torracchi ferma il momento positivo di Pisa con un time out. Ci pensa il capitano Di Gregorio a suonare la carica alle compagne di squadra, l´asticella si rialza, Pisa non ne ha più ed il finale set è tutto di marca bianco-blu con Becucci e Pazzaglia.
Migliori Blu Volley Quarrata : Di Gregorio e Breschi
Migliori Dream Volley Group Pisa : Di Pede e Messina
Tabellino: Di Gregorio 18, Pazzaglia 17, Becucci 14, Degli Innocenti 13, Filindassi 8, Breschi 1, Bagni 1, Capocasale 1, Grosso 1, Chiti (L) 0, Niccolai 0, Zoppi 0, Montagni 0

- LIBERTAS VOLLEY FORLI´ vs BLU VOLLEY
Serviva una prestazione da squadra non "normale"...e così è stato al Ginnasio Sportivo Ambrosini, casa del Libertas Volley Forlì dove la Blu Volley Quarrata vince e straconvince strappando un importante 0-3 (24-26; 13-25; 23-25 i parziali). Grande prova di carattere della formazione allenata da Mister Torracchi, Forlì si conferma squadra ostica da battere tra le mura di casa ed a suo sostegno un pubblico decisamente caldo. Quarrata conferma la leadership in classifica, ora è a +2 su Empoli (vittoriosa al quinto set contro Imola) e +4 su Ambra Cavallini Pontedera (sconfitta dal Volley Club Sestese). Fin dai primi scambi del match fase di studio per entrambe le compagini, Forlì avanza all´attacco con i due centrali Guardigli e Valpiani, la Blu sorniona ottiene buoni frutti dagli errori iniziali delle avversarie (7-9). Dopo il primo time out della serata chiamato da Coach Delgado, Forlì inpensierisce Quarrata con Sopranzetti e Guardigli (11-9) costringendo questa volta Torracchi a chiamare il primo time out. Sul turno di battuta di Degli Innocenti ribalta lo svantaggio la Blu con Becucci, Di Gregorio e Filindassi (12-13). Sopranzetti e Frangipane due spine nel fianco per la difesa Blu consegnano il vantaggio al secondo tempo tecnico 16-15. Dall´interruzione ne giova la Blu che riorganizza l´offensiva: Pazzaglia in fast e in primo tempo, Becucci bomba vincente e Degli Innocenti con un murone su Frangipane riportano avanti le ospiti (16-19). Delgado cambia gli opposti Peretti per Concetti, ed è proprio la neoentrata a segnare due vincenti consecutivi che risvegliano Forlì (19-21). Due regali delle casalinghe (un fallo di invasione ed uno di formazione) offrono la possibilità di chiudere i conti a Quarrata (20-23), negata però dal rientro di Valpiani, Sopranzetti e Peretti (23-23). Ai vantaggi due errori in attacco di Forlì danno il primo set alla Blu (24-26). Il secondo parziale ricomincia ancora all´insegna dell´equilibrio (non per molto), impeccabile Degli Innocenti in battuta, Filindassi vincente su una palla ben spinta da Breschi e Pazzaglia con una deliziosa fast lobbata che coglie impreparata Frangipane (6-8). Dopo il primo tecnico il brutto e cattivo tempo di Forlì è dettato dal duo Peretti-Sopranzetti, che fanno e disfano. Una grandissima Degli Innocenti con un ace e un gran vincente da P6 spacca la partita in due. A ruota seguono i vincenti di Becucci e Filindassi (11-18). Girandola di cambi sul fronte Forlì che non portano a nulla. Sul finale entrano Bagni e Grosso che ci mettono del buono per chiudere senza troppi patemi (13-25). Nel terzo set parte forte la Blu con Di Gregorio e Pazzaglia, rispondono per Forlì le solite Sopranzetti e Frangipane (6-8). Sulle battute corte delle romagnole svariona un po in costruzione Quarrata e non colleziona altro che errori in attacco (11-9), Mister Torracchi saggio chiama time out e cerca di cambiare qualcosa davanti inserendo Grosso per Di Gregorio. Sul punteggio di 12-12, cosa che non accade spesso sui campi di pallavolo, realizza il primo punto stagionale il libero Francesca Chiti su una respinta difensiva, rafforzando così l´ottima performance di quest´oggi. Sul 17-16 ci crede fortemente Forlì ed avanza spavalda con Frangipane e Sopranzetti sul 20-17, mettendo così alle strette Torracchi che chiama un time out vitale per il team. Al rientro fast vincente di Grosso, Degli Innocenti a segno non col suo braccio preferito (il sinistro) e Becucci rimettono la Blu in pista (21-21). Finale col cuore in gola, Forlì osa troppo per le sue possibilità, si autocondanna con tanti errori gratuiti e l´invasione a muro decisiva. "Oggi ci aspettava un test importante contro una buona formazione, giovane e talentuosa guidata da un grande allenatore. La partita si è giocata a punteggi alti, nei momenti decisivi dei vari set siamo stati bravi noi a limitare il numero di errori e ad alzare il livello del nostro gioco, soprattutto in fase difensiva. Un plauso a tutte le ragazze e al nostro mister che hanno preparato la partita in maniera impeccabile".
Migliori Blu Volley : Degli Innocenti e Chiti
Migliori Libertas Volley Forlì : Frangipane e Sopranzetti
Tabellino : Becucci 13, Degli Innocenti 11, Filindassi 8, Pazzaglia 6, Di Gregorio 4, Grosso 2, Breschi 1, Chiti 1 (Libero), Bagni 0, Capocasale 0, Gradi 0, Niccolai 0, Zoppi 0.

- BLU VOLLEY vs PALLAVOLO CARRARESE
Con qualche grattacapo la Blu Volley Quarrata si impone per 3-0 (25-16; 26-24; 25-12 i parziali) della Pallavolo Carrarese fanalino di coda del girone. Primo e terzo parziale accettabile della Blu, nel secondo set però non altezza la squadra di casa ha rischiato la beffa dalla Carrarese che ha avuto set point sul 23-24. Mister Torracchi nel sestetto iniziale schiera Capocasale per Degli Innocenti. Come un motore diesel la Blu fatica nei primi lunghi scambi a chiudere con un vincente, ne approfitta la Carrarese che resta piantata dopo il muro di Lichota (3-3) su un attacco in primo tempo del capitano Di Gregorio. Ci pensa Becucci a cambiare la rotta, tris di vincenti più l´ace di Capocasale (8-3). Da qui in poi amministra abbastanza bene il vantaggio acquisito la Blu, non senza qualche distrazione su degli attacchi di Rossi ed Arrighi, le uniche due pericolose per le ospiti. Sul finale entrano Bagni e Niccolai per Becucci e Breschi. Subito in luce la giovane palleggiatrice quarratina che serve bene Pazzaglia per il tris di attacchi in primo tempo (24-14) per poi chiudere con Capocasale (25-16). Nel secondo set Torracchi riparte con Niccolai al posto di Breschi e Grosso per Pazzaglia. Dopo un primo set diginitoso, Carrara riprende nel secondo molto male, tanti errori gratuiti in attacco e in costruzione col palleggiatore. Da sottolineare il punto del 5-2 rocambolesco di Niccolai su una sua bella respinta difensiva che ha colto impreparata la seconda linea gialloblu. Sul 11-7 per la Blu trova un buon break la Carrarese con il centrale Lichota che mette a segno 3 vincenti di fila (12-10), ma Filindassi e Di Gregorio reagiscono subito (14-10). Dopo il time out di Mister Cireggia le ragazze ospiti acciuffano il pareggio con due ace di Rossi e Martinelli (14-14). Alle strette Torracchi dopo il tecnico butta dentro Breschi e Bagni per Niccolai e Becucci, la lotta si fa serrata, le ospiti prendono fiducia poiché la Blu non riesce a dar continuità al gioco. Dopo la doppia di Niccolai del 22-22 e la parallela vincente di Nanaj del 22-23, Torracchi spende entrambi i time out. Poi ad un passo dall´incredibile sul 23-24, leva le castagne dal fuoco Becucci con un lob vincente. Un attacco fuori misura di Carrara e Capocasale danno il 26-24 sudato a Quarrata. Terzo set spazio di nuovo a Niccolai per Breschi, Pazzaglia poi che rileva il capitano Di Gregorio a formare così con Grosso il tandem dei centrali. Ed è proprio quest´ultima a spianare la strada per la Blu con i suoi 5 punti iniziali (2 primi tempi, 2 muri e un ace) degli 8 che portano al primo tempo tecnico. Al rientro dalla pausa giostra bene la manovra d´attacco Quarrata con Niccolai che serve bene Filindassi, Pazzaglia, Capocasale fino al regalarsi il punto personale con un bel secondo tocco che manda fuori causa la difesa ospite (16-5). Carrara non ne ha più per star dietro a Quarrata. Sul finale in campo Bagni che due volte va a segno e Gradi anche lei sul tabellino con una gran parallela vincente, un errore in battuta della Carrarese pone fine al match. "Questo tipo di partite andrebbero prese con ben altra concentrazione, perché così si rischia di sottovalutare l´avversario ed oggi abbiamo rischiato di compromettere il secondo set, che per un soffio stavamo per perdere. Adesso ci attende (nuovamente in casa) il Nottolini Volley che ha ottenuto 3 punti contro Forlì, un risultato prestigioso. Testa quindi a sabato prossimo e vediamo di cercare con più determinazione la vittoria che ci consentirebbe di chiudere il 2016 il testa al campionato"
Migliori Blu Volley Quarrata : Becucci e Grosso
Migliori Pallavolo Carrarese : Rossi
Tabellino : Becucci 13, Capocasale 8, Grosso 8, Filindassi 8, Pazzaglia 7, Di Gregorio 5, Bagni 5, Niccolai 2, Gradi 1, Breschi 0, Chiti (L) 0, Degli Innocenti 0, Zoppi 0.

- BLU VOLLEY vs NOTTOLINI VOLLEY
Nella decima giornata di campionato la Blu Volley Quarrata abbatte 3-0 (25-21; 25-10; 25-15 i parziali) il Nottolini Volley, salutando così nel migliore dei modi il pubblico del Palamelo e la prima parte di stagione 2016/2017 con un bilancio più che positivo, se vogliamo inaspettato: primo posto in classifica, 28 i punti raccolti, 7 vittorie senza concedere set, 2 con un set concesso, unico stop quello arrivato al quinto set ad Empoli che ora è la prima inseguitrice a -2 dopo aver battuto nella giornata odierna 3-0 l´Ambra Cavallini Pontedera. Le ospiti arrivano in fiducia a Quarrata dopo il 3-1 rifilato scorsa settimana al Volley Libertas Forlì e fin dai primi scambi del match sfruttano la poca incisività in attacco della Blu, portandosi avanti così con Chericoni bene in battuta e De Cicco (1-5). Mister Torracchi non soddisfatto dell´approccio chiama il primo time out della serata. Pazzaglia con un attacco in primo tempo scuote le compagne, Filindassi poi sul turno di battuta manda in tilt la seconda linea ed entra in tabellino con due ace (5-5). I problemi restano sulla diagonale per la Blu dove soffre gli attacchi di Renieri, il capitano Roni con un ace manda avanti 5-8 al tecnico Nottolini. Sempre Roni assieme a Baroncelli al rientro affonda con due attacchi dalla seconda linea e allora Torracchi decide di cambiare qualcosa inserendo Bagni per una Becucci non in serata. La riscossa arriva sul turno di battuta di Degli Innocenti proprio dalla quarratina numero 14 neoentrata e dal capitano Di Gregorio con due vincenti a testa (11-11). La Blu macina con Filindassi che trova la parallela prima e la diagonale poi, qualche aiutino arriva anche dal palleggiatore di Nottolini, un ex Blu Volley, Francesca Belli che commette delle doppie di troppo (16-13). Poco dopo il tecnico ritrova brio Nottolini con Chericoni e Renieri, la Blu resta avanti grazie ai vincenti di Filindassi (19-18). Baroncelli per il sorpasso bianconero (19-20) annullato però poi da Breschi e dai muri di Di Gregorio e Degli Innocenti (23-20). Roni sul set point con un errore in attacco consegna il set a Quarrata. Nel secondo parziale Mister Becheroni decide di ripartire con Bresciani al palleggio per Nottolini, mentre Torracchi riconferma Bagni al posto di Becucci. Molto fallose le lucchesi offrono tanti gratuiti a pro di Quarrata che si fa vedere con Di Gregorio, Filindassi e Bagni (8-3). La manovra di attacco della Blu sempre più incalzante trova i giusti colpi con Di Gregorio imprendibile oggi negli attacchi in primo tempo e Filindassi che in fiducia raccatta tutto dietro. Degli Innocenti anche lei tiene molto bene dietro, si esalta con dei super recuperi e con una palletta dolce regala il 16-5. Il set scivola via rapidamente, Nottolini non da segni di recupero. Sul finale spazio a Niccolai, Capocasale e Grosso, ma è Bagni a realizzare il punto esclamativo con l´ace (25-10). Nella prima parte del terzo set Nottolini sbaglia tanto, troppo in attacco, sul fronte Quarrata Degli Innocenti alla battuta consente di aumentare il margine nel punteggio, molto bene Breschi nelle coperture e nel far muovere la catena d´attacco (8-2). Non si complica troppo la vita la squadra di casa che costruisce e concretizza bene con Bagni, Pazzaglia e una ispirata Filindassi (16-6). Girandola di sostituzioni per la Blu, entrano Capocasale, Niccolai, Grosso, Gradi e Becucci. Solo il capitano Roni con la neoentrata Coselli cercano di scuotere il gruppo con un buon filotto di vincenti, troppo tardi però. Gradi sulla ricaduta dopo lo stacco scaglia un piazzato che scavalca il libero di Nottolini e da il 25 finale a Quarrata. " Dopo un primo set non brillantissimo le ragazze hanno alzato l´asticella e condotto una buona partita, fatta di attenzioni e pochi errori in fase offensiva. Adesso godiamoci il primo posto e questa pausa natalizia che non può che far bene alle ragazze, un po affaticate dopo questi primi mesi dove hanno tirato parecchio la corda. Il cammino della squadra riprenderà ad Imola, domenica 8 gennaio, avremo quindi del tempo per preparare al meglio questa importante prossima sfida."
Migliori Blu Volley : Degli Innocenti e Filindassi
Migliori Nottolini Volley : Roni e Baroncelli
Tabellino: Filindassi 13, Di Gregorio 12, Bagni 10, Degli Innocenti 8, Pazzaglia 7, Grosso 2, Breschi 1, Niccolai 1, Capocasale 1, Gradi 1, Chiti (L),Becucci 0, Zoppi 0.

Fonte: Addetto stampa B2

Consuntivo di fine anno con il Presidente

In una lunga videointervista a 360°, prima degli auguri finali il nostro Presidente Andrea Galoppi ripercorre l'intero anno 2016, entrando in merito a tutta la vita societaria e non, senza risparmiare anche qualche critica nei confronti della nuova riforma federale e dell'intero movimento pallavolistico grossetano.

Un punto nel derby per una combattiva Kemas Lamipel

Nella foto di Veronica Gentile: all’attacco di William Padura Diaz
si oppone il muro della Kemas Lamipel
EMMA VILLAS: Fabroni 6, Padura Diaz 22, Patriarca 7, Spadavecchia 1, Veovotto, Russomando 6, Noda 14, Cesarini (libero), Menicali 8, Cannistrà 1, Vedovotto, Battista, Di Tommaso n.e, Gradi n.e. Allenatore: Tofoli.
KEMAS LAMIPEL: Ciulli 5, Dennis 26, Elia 8, Benaglia 3, Guimaraes 15, Bonetti 9, Bonami (libero), Colli, Tamburo, Del Campo, Taliani (libero) n.e, Mazzone n.e, Da Prato n.e, Bertassoni n.e. Allenatore: Bertini.
Arbitri: Tortù e Feriozzi di Ascoli Piceno.
Successione set: 20-25; 25-22; 25-17; 21-25; 15-4.
Spettatori: 1600.
Battute sbagliate Siena: 17, Aces: 8, Muri: 8.
Battute sbagliate Lupi: 18, Aces: 2, Muri: 10.
La Kemas Lamipel strappa un punto alla capolista Siena nel derby di ritorno cedendo al quinto set per 3-2. Per i “Lupi” è un punto importante che serve a limitare i danni in una giornata in cui il panettone fa il suo effetto su più di una squadra. Le inseguitrici dei santacrocesi portano tutte a casa punti pesanti. Potenza Picena ed Ortona ne incamerano tre, Lagonegro due, Alessano uno. La classifica cambia volto, col quinto posto che passa in mano ai marchigiani del bomber Argenta mentre i santacrocesi scendono al sesto, pur mantenendo gli stessi punti (19) degli antagonisti, al momento più pericolosi. Questo il quadro: Potenza Picena e Santa Croce: 19, Lagonegro ed Alessano 15, Ortona 14 e Club Italia 2. I conciari, ancora una volta privi di Vermiglio, hanno interpretato il derby nel modo giusto facendo vacillare pericolosamente la capolista nei primi due set, lottando con lucidità nel primo parziale e quasi fino al termine del secondo. Qui Noda è stato determinante per i padroni di casa e la partita, di riflesso, ha preso una piega diversa, rilanciando Fabroni e soci e rallentando i pur motivati “Lupi”, sospinti da un grande Dennis in attacco e ben diretti da Ciulli in regìa. I padroni di casa hanno ceduto nella prima frazione per 20-25 e, nella seconda sono andati sotto per 19-21 e 21-22. Qui Noda, come detto, è stato bravo a risollevarli ed a rimetterli in corsa: 25-22. I “Lupi” si sono mangiati le mani per l’occasione gettata al vento perché, fino a quel momento, erano stati sempre competitivi e con la mentalità giusta. Il risultato di parità ha sbloccato i biancoblù di Tofoli e spiazzato il team di Bertini, con la Emma Villas pronta a portarsi sul 2-1, imponendosi così nel terzo set per 25-17. Nel quarto gioco i conciari non hanno perso le speranze e, riorganizzandosi, sono andati a conquistare un meritato 2-2 con Colli titolare per Bonetti. Il set è sempre stato inizialmente in mano dei santacrocesi (4-7) per poi tornare in equilibrio fino al 15-15. Un ace di Ciulli (15-17) ha galvanizzato Guimaraes e compagni (17-20) e, nel finale, un errore di Padura Diaz (18-21), un attacco di Dennis (20-23) ed un muro di Benaglia su Menicali (20-24) hanno spianato la strada al 2-2 giunto dopo un errore di Fabroni al servizio: 21-25. Quinto set senza storia. La Kemas Lamipel si è innervosita subito per un fischio (ritenuto ingiusto) del primo arbitro su un palleggio in appoggio del libero Bonami, che ha impedito a Dennis di attaccare la palla del possibile 1-1. In precedenza, sullo stesso tipo di azione, il metro di paragone non era stato lo stesso. Sul 2-0 per Siena proteste dello stesso Dennis ed immediato punto del 3-0 per i locali, sancito da un “tecnico” del primo direttore di gara Tortù. La partita, in pratica, si è chiusa qui. I “Lupi”, contrariati ed innervositi sono usciti di scena: 8-1. In pochi minuti la Emma Villas ha chius per 15-4. Siena resta così in testa, ma perde per la prima volta, un punto fra le mura del PalaEstra. Santa Croce, con Dennis best scorer (26) porta a casa un punto cercato, sofferto e meritato che serve molto alla causa, in un campionato duro e complicato per tutti.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Il derby è sempre di Scandicci!

11° GIORNATA SAMSUNG GEAR VOLLEY CUP
IL BISONTE FIRENZE – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 1 - 3
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 20, Brussa ne, Bechis 1, Bayramova 7, Norgini (l) ne, Enright 19, Bonciani Melandri 11, Parrocchiale (l), Repice ne, Pietrelli, Calloni 12. Allenatore: Bracci
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Moreno Pino ne, Crisanti, Zago, Havlickova 26, Da Silva 17, Loda ne, Merlo (l), Cruz 3, Giampietri ne, Scacchetti, Arrighetti 10, Meijners 20, Rondon 6. Allenatore: Chiappafreddo
SET: 26-24, 21-25, 20-25, 20-25
ARBITRI: Vagni e Santi
SPETTATORI: 4000 circa
Firenze – Un Mandela quasi esaurito è la cornice ideale per giocare questo quinto derby di Serie A1 tra Il Bisonte e la Savino Del Bene Volley. Una passione per il volley rosa che cresce giorno dopo giorno in tutto l’hinterland fiorentino e tanto del merito va sottoscritto alle squadre protagoniste di questa stracittadina. In campo coach Chiappafreddo si affida a Rondon in regia, torna Havlickova nel ruolo di opposto, bande Meijners e Cruz, al centro Arrighetti e Da Silva con Merlo libero. Bayramova protagonista dell’inizio del match con due diagonali, risposta in parallela di Havlickova 2 – 2. Arriva il primo break dell’incontro ed è griffato Firenze con Sorokaite che trova il parquet di Scandicci tre volte consecutive (7-4), Chiappafreddo chiama il primo time out del match. La Savino Del Bene Volley si rifà sotto (8-7) con Havlickova in battuta e la grinta di Meijners e coach Bracci richiama all’ordine le fiorentine. Black out Savino Del Bene, Il Bisonte torna avanti (12-7) e Chiappafreddo corre ai ripari inserendo Scacchetti e Zago per Havlickova e Rondon. Le scandiccesi non sono ancora scese in campo e Il Bisonte Firenze ne approfitta per scaldare il pubblico del Mandela Forum (15-8). Due Ace di Meijners e la Savino Del Bene Volley prova la rimonta (18-13). Muro di Havlickova su Bayramova, Da Silva sfrutta l’errore delle avversarie e si ripete a muro: la Savino griffa un break di sei punti (18-16). Un’altra ace di Meijners confermata dal video check e la Savino torna prepotentemente in partita (18-17). Sorokaite torna a far punto, Havlickova risponde con uno splendido lungo linea e la partita si infiamma sul finale di set (19-18). Sorokaite ed Enright riportano Il Bisonte sul +3, ma Havlickova non ci sta e risponde subito (21-19). Ace di Havlickova (21-20). Havlickova trova il pareggio sul 22-22 e la Savino Del Bene recupera un gap di 8 punti. Ace di Valentina Arrighetti che trova il vantaggio sul 24-23. Bayramon strozza in gola la gioia di Scandicci con due muri consecutivi che regalano alle padrone di casa il primo set sul 26 a 24. Inizio di secondo set ancora equilibrato, le due squadre non riescono a scappare con il tulipano olandese, Meijners che cerca di non far scappare Firenze. Scandicci continua a essere fallosa in tutti i fondamentali. La seconda frazione di gioco continua in perfetto equilibrio: Rondon trova l’11-10. La Savino Del Bene prova la prima fuga con Havlickova ed il muro di Arrighetti (10-13). Arrighetti piega le mani di Sorokaite per il 15-11 delle scandiccesi. Ricezione non perfetta di Cruz e Rondon mette a terra con un tocco da beach il punto numero 16. La stessa palleggiatrice griffa il 18 a 12. Bel primo tempo della dea Adenizia: 19 a 14. Si scrolla le paure d’inizio gara la Savino Del Bene. Arrighetti erge il muro del 21 a 15. La ricezione è migliore e finalmente Rondon può smistare meglio il gioco. Torniamo a fare male anche dal centro. Cruz con una bella diagonale piega le mani di Parrocchiale, 23-19. La Savino Del Bene chiude Meijners, 25 a 21. Sorokaite porta avanti Firenze nel terzo, 1 a 0. La stessa Indre Sorokaite con un’ace allunga: 3 a 1. Come nel secondo parziale la Savino Del Bene rimane in scia delle fiorentine, Da Silva primo tempo del 6 a 6. La stessa brasiliana porta avanti le ragazze di Chiappafreddo con un’ace frutto di una battuta tattica nei tre metri. Muro di Arrighetti, Havlickova “picchia forte” in diagonale: 12 a 8. Spettacolare Merlo che vola letteralmente su ogni pallone per togliere certezze in attacco al sestetto di Bracci. La Savino Del Bene Volley mantiene un vantaggio rassicurante: Arrighetti in primo tempo trova il 18-14. Lungo linea di Havlickova sul quale Parrocchiale non può niente (15-19). Sorokaite con una battuta forzata sorprende la ricezione della Savino Del Bene Volley e griffa l’ace che tiene a galla le speranza de Il Bisonte Firenze (18-21). Meijners con una flot precisa trova il parquet fiorentino, Adenizia Da Silva la imita in primo tempo e la Savino Del Bene Volley conduce 23 a 18. La Savino Del Bene Volley si aggiudica anche il terzo set con il risultato di 25 a 20 e passa a condurre il match per 2 a 1.E’ con il piede sull’acceleratore che Il Bisonte mette piede sul parquet, scatenata Sorokaite: 6 a 3. Muro vincente di Cruz: 7 a 7.Melandri con un bel primo tempo: 8 a 7, Firenze. Scambio lunghissimo, il più bello della partita, vinto da Scandicci iniziato con un grande muro di Merlo e terminato con la solita Meijners: 9 a 9. In campo regna l’equilibrio. Il pubblico della Savino Del Bene Volley è il settimo uomo in campo e cerca di “accompagnare” la squadra alla vittoria da tre punti. Melandri non ci sta e stampa Havlickova: 15 a 15. Il capitano Giulia Rondon mura Enright, 18 a 16 Scandicci. E’ il break decisivo. Cruz è vincente in diagonale: 23 – 19 Chiude 25 a 20 il match Adenizia Da Silva con uno splendido primo tempo in diagonale che fa gioire i numerosi tifosi di Scandicci presenti quest’oggi al Mandela Forum! Brave le ragazze di coach Chiappafreddo a reagire dopo un primo set giocato sottotono! Con il termine del girone di andata, la Savino Del Bene saluta l’atleta colombiana, campionessa di beach volley, Kenny Moreno Pino. La società e la giocatrice hanno trovato l’accordo per una rescissione consensuale del contratto. La Savino Del Bene Volley ringrazia “Mopi” per la professionalità avuta e le augura un grosso in bocca al lupo.
Coach Mauro Chiappafreddo: "Siamo partiti molto contratti, poi finalmente abbiamo giocato come sappiamo. E' stato un periodo con le atlete colpite da attacchi influenzali che ne hanno scalfito il rendimento. Ora è un periodo che ci alleniamo in palestra con calma e prepariamo nel miglior modo le partite. Dopo due giorni di riposo è tempo di tornare in palestra per preparare al meglio la Coppa Italia. Un obiettivo sul quale puntiamo!"
Aurea Cruz: "Prima di tutto voglio ringraziare una città che è innamorata della pallavolo, c'erano i nostri tifosi, c'erano i loro, ma soprattutto il palazzetto tifava per la pallavolo. Un calore così è importante per qualsiasi squadra o giocatrice e dopo un avvio difficile è stato quello che ha dato alla nostra squadra una marcia in più. In questa partita mi sono sacrificata molto in difesa e ricezione perché avevamo bisogno di certezze!"
Enrica Merlo: "Una vittoria sofferta, ma ci voleva! Abbiamo portato a casa i tre punti che ci servono per chiudere al meglio l'anno e per smuovere la classifica. Contava tanto il risultato!"

Record di spettatori e la Emma Villas vince al tie break un derby spettacolare

E’ stato un derby spettacolare, finito al tie break, con due squadre che al PalaEstra hanno dato spettacolo. L’inerzia è cambiata più volte nel corso del match, con Santa Croce che ha iniziato la sfida alla grande e che si è fatta rimontare da Siena. I due team sono arrivati fino al quinto set, un parziale nel quale l’Emma Villas ha giocato un’ottima pallavolo conquistando in questo modo il successo. I biancoblu, con alcuni giocatori che nel corso dell’ultima settimana non erano al top anche a causa di lievi attacchi influenzali, sono quindi riusciti a conquistare il successo e a prendersi due punti in classifica. Il tutto davanti a 1.800 spettatori, un vero e proprio record di pubblico. Comincia bene Padura Diaz che trova un varco in mezzo al muro di Santa Croce. L’opposto cubano viene murato subito dopo, ma si riscatta alla grande contro un muro a tre della formazione rivale che vale il 5-4 per Siena e al termine di una lunghissima azione contraddistinta anche da un salvataggio super di Cesarini. Santa Croce alza l’intensità e trova alcune murate che consentono ai biancorossi di mettere insieme un primo parziale positivo: quando Dennis mura Padura Diaz Santa Croce si spinge fino al +3: 7-10. Un istante dopo Russomanno trova le mani del muro e fuori, e successivamente Dennis spedisce fuori la sua schiacciata, così la Emma Villas si ritrova sul -1. Noda Blanco ha la palla del pareggio, ma la fallisce. Dennis mostra tutta la sua classe con alcuni colpi di classe assoluta e guida i suoi. Siena raggiunge il pareggio con un errore di Benaglia, però il servizio dei biancoblu non è positivo: due errori consecutivi dei senesi non consentono alla formazione di coach Tofoli di mettere la testa avanti. Tre punti di fila della Kemas Lamipel proiettano Santa Croce ad un passo dalla vittoria del primo set: il muro dei biancorossi funziona, quello senese al momento no. Bonetti va ancora a segno. Ed è Dennis (autore di 6 punti in questo parziale) a chiudere il primo set sul 20-25. Nel primo set la Emma Villas non ha trovato neppure un muro vincente, a fronte dei quattro messi a segno dalla Kemas Lamipel. E sempre nel primo parziale Siena ha sbagliato cinque battute. Il secondo set prosegue sull’onda lungo del primo, con Dennis che fa vedere ancora lampi di classe e con il muro senese che fatica a contenere gli attacchi degli ospiti. Russomanno riesce a murare Dennis, che fino a quel momento non era mai stato fermato dai senesi. E quando Guimaraes fallisce la schiacciata la Emma Villas si ritrova per la prima volta in vantaggio in questo set. Le percentuali degli attacchi dei lupi rimangono alte, ma ora per Siena è molto incisivo Padura Diaz. Nel momento più caldo Guimaraes trova un pallonetto vincente ed Elia mura Patriarca: è il +2 dei lupi: 18-20. Serve uno scatto d’orgoglio da parte della formazione di coach Tofoli. Il servizio di Fabroni riporta Siena in parità sul 21-21. Padura Diaz mette a segno un punto meraviglioso con un pallonetto che beffa il muro di Santa Croce. Il set si decide punto a punto: Noda Blanco riesce a murare Guimaraes, poi lo spagnolo si mette in proprio e mette a terra il pallone del set point che viene realizzato da Michael Menicali: 25-22 per Siena. E’ Stefano Patriarca il protagonista in avvio di terzo set: il centrale della Emma Villas trova un bel punto in una veloce e poi mette in grande difficoltà Santa Croce con il servizio. Menicali e Russomanno sono le altre facce di un terzo set molto buono per Siena: i biancoblu grazie ad un muro a uno vincente del centrale che indossa la maglia numero diciotto si spingono fino al 10-5. Un attimo dopo Padura Diaz si fa apprezzare a muro, con un gesto vincente su Dennis. Ora si è abbassata la percentuale di Guimaraes e di Dennis, mentre Russomanno e Padura Diaz sono autori di giocate vincenti. Tofoli inserisce Maurizio Cannistrà, che si fa immediatamente apprezzare ed applaudire per una battuta vincente. Williams Padura Diaz finalizza un bellissimo palleggio di Fabroni. Il set lo chiude Patriarca che trova l’angolo giusto: 25-17. Santa Croce vuole rimanere nel match e dà tutto in avvio di quarto set. I pisani vanno subito sul +3, ma Siena non perde la testa e con pazienza rintuzza lo svantaggio. E’ una sfida già dal spore playoff per il valore delle due squadre. Il match adesso è infuocato. Elia mette sul taraflex la sua esperienza e Dennis continua ad essere un fattore importante nella sfida: è lui ora a prendere per mano i compagni di squadra. Santa Croce rimane avanti nel punteggio fino alla metà del set, poi Russomanno e Padura Diaz invertono la tendenza insieme al solito Marco Fabroni che fa del servizio un’arma rilevante per colpire l’avversaria. Con un ace di Fabroni la Emma Villas va avanti: 15-14. La gara è velocissima e un paio di errori dei senesi portano la Kemas Lamipel sul +2: 15-17. Con l’errore di Noda Blanco, e con Santa Croce sopra di tre lunghezze (16-19) coach Tofoli chiama time out. I lupi mantengono il sangue freddo: Benaglia chiude alla perfezione un’azione di alto livello. Siena fallisce due occasioni con Padura Diaz e Russomanno, la Kemas Lamipel si spinge fino al 20-22. Menicali viene murato, Santa Croce ha quindi ben tre set point. Con Fabroni che sbaglia il servizio si chiude il quarto set. Nel quarto parziale la percentuale in attacco dei lupi è tornata ampiamente sopra il 50%: 56% per l’esattezza, e Dennis in questo set è stato autore di 10 punti. L’inizio del tie break è comunque super per Siena, che si porta sul 4-0 e poi anche sul 5-0 con un ace di Menicali. L’inerzia adesso è da parte senese: arriva il 6-0 con Noda Blanco che mura Dennis. Patriarca in versione “the wall”: prima mette a terra su assist di Fabroni, poi mura l’attacco dei lupi. Siena mette le ali volando sul 10-1. Il tie break finisce 15-4. La Emma Villas vince il derby.
Emma Villas Siena – Kemas Lamipel Santa Croce 3-2 (20-25; 25-22; 25-17; 21-25; 15-4)
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 6, Noda Blanco 14, Vedovotto, Gradi, Padura Diaz 22, Patriarca 7, Russomanno 14, Cannistrà 1, Azaria, Spadavecchia 1, Di Tommaso, Cesarini (L), Battista (L), Menicali 8. Coach: Tofoli.
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Da Prato, Elia 8, Bonami (L), De Leon Guimaraes 15, Bertassoni, Ciulli 5, Colli, Mazzone, Del Campo, Tamburo, Taliani (L), Bonetti 9, Benaglia 3, Dennis 26. Coach: Bertini.
Video Check: richiesto nel primo set da Santa Croce sul 7-5 e sul 14-15; richiesto nel quarto set da Siena sul 4-6 e sull’11-12, da Santa Croce sul 5-6; richiesto nel quinto set da Santa Croce sul 5-0 e da Siena sul 14-5 (decisione cambiata).
Spettatori: 1.800.

Davanti a 4mila spettatori, Il Bisonte cade nel derby con Scandicci

IL BISONTE FIRENZE 1
SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 20, Brussa, Bechis 1, Bayramova 7, Norgini ne, Enright 19, Bonciani, Melandri 11, Parrocchiale (L), Repice ne, Pietrelli, Calloni 12. All. Bracci.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Moreno Pino ne, Crisanti, Zago, Havlickova 26, Adenizia 17, Loda ne, Merlo (L), Cruz 3, Giampietri ne, Scacchetti, Arrighetti 10, Meijners 20, Rondon 6. All. Chiappafreddo.
Arbitri: Vagni – Santi.
Parziali: 26-24, 21-25, 20-25, 20-25.
Note – durata set: 30’, 26’, 26’, 26’; muri punto: Il Bisonte 12, Scandicci 16; ace: Il Bisonte 5, Scandicci 7; spettatori totali 4000.
Non basta il record storico di spettatori per il Bisonte in serie A1: davanti a 4mila tifosi festanti, il derby va ancora alla Savino Del Bene, ma Firenze fa sognare i propri supporters per almeno un set, combattendo poi con il coltello fra i denti fino alla fine contro una squadra indubbiamente costruita per vincere. Calloni e compagne sono partite benissimo, vincendo il primo set con un colpo di coda in extremis dopo essere state anche sul + 8, poi quando le big dello Scandicci hanno cominciato a ingranare si è fatto tutto più difficile: Havlickova (top scorer con 26 punti), Meijners (20 con 4 ace) e Adenizia (17 con 5 muri), si sono dimostrate di un altro pianeta, e pur combattendo con le proprie armi, Il Bisonte non è mai riuscito a rimarginare i break decisivi arrivati più o meno a metà dei successivi tre set, anche a causa di alcuni problemi fisici che hanno condizionato le prestazioni di giocatrici importanti come Calloni e Sorokaite (febbricitante). Svanisce quindi il sogno della qualificazione alla Coppa Italia, ma Il Bisonte chiude il girone d’andata con 11 punti, al nono posto, e può guardare con fiducia al ritorno. Marco Bracci schiera Bechis in palleggio, Sorokaite opposto, Enright e Bayramova in banda, Melandri e Calloni centrali e Parrocchiale libero. Chiappafreddo risponde con Rondon in palleggio, Havlickova opposto, Cruz e Meijners schiacciatrici laterali, Adenizia e Arrighetti al centro e Merlo libero. Una super Bayramova inaugura il match con un paio di punti e un bel turno in battuta (4-2), poi si scatena Sorokaite (7-4) e Chiappafreddo ferma subito il gioco: Scandicci prova a rientrare, e allora è Bracci a chiamare il time out sull’8-7, con Il Bisonte che riparte subito alla grande salendo sul 12-7 grazie a un gran turno al servizio di Enright. Nella Savino entrano Zago e Scacchetti per Rondon e Havlickova, ma Melandri allunga sul 15-8 e poi piazza anche primo tempo e muro per il 17-9: le ospiti provano a riavvicinarsi con due ace di Meijners e un muro di Adenizia (18-14), entra Pietrelli per Bayramova in seconda linea ma altri due muri di Adenizia e un ace di Meijners valgono il 18-17. Indre Sorokaite interrompe l’emorragia, poi Enright riallunga con un grande attacco (21-18), ma Havlickova è scatenata e pareggia (22-22). Si procede punto a punto in un finale da paura, un ace di Arrighetti regala il primo set point a Scandicci (23-24), ma Odina lo annulla (24-24) e poi due super murate (una della stessa azera e una di Melandri, che alla fine ne metterà 5 con il 41% in attacco) valgono il meritato 26-24. Il secondo set è di nuovo caratterizzato da un grande Bisonte a muro (7-5) e proprio un block in di Sorokaite (che chiuderà con 20 punti e due ace) vale il 10-7, anche se la Savino rientra subito (10-10), provocando il time out di Bracci: l’emorragia però non si ferma e il parziale di 0-7 porta al 10-14. Da qui le ospiti riescono a controllare, e nonostante una Firenze sempre orgogliosa e gli ingressi di Pietrelli e Brussa, Meijners chiude 21-25. Nel terzo set le due squadre si alternano al comando, ma sul 6-8 Bracci chiama time out: adesso Scandicci gioca bene, con un grande livello di muro-difesa, e l’8-12 con nuovo tempo di Bracci ne è la logica conseguenza. E ancora una volta il break è decisivo: la Savino attacca con altissime percentuali, Il Bisonte risponde ma il gap non si rimargina e Meijners mette la pipe del 20-25. Firenze non molla, nel quarto una positiva Enright (19 punti e il 64% in ricezione) mette due ace di fila, e quando Sorokaite attacca il 6-3 Chiappafreddo chiama time out: la Savino rientra con il muro di Cruz (7-7), poi si gioca punto a punto senza fiato fino al 16-16, quando Meijners e Havlickova riescono a punire in attacco per il 16-19. Bracci chiama time out, ma per la terza volta le ospiti riescono a difendere alla grande il break e Adenizia chiude 20-25.
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Peccato perché siamo partiti bene e abbiamo approcciato alla grande nel primo set: loro ci hanno agevolato con qualche errore di troppo però noi siamo riuscite a metterle in difficoltà con la battuta e alla fine è stato bello vincere dopo la loro rimonta. Nel corso della gara però alla lunga è venuta fuori la qualità di alcune nostre avversarie, mentre noi abbiamo accusato anche dei problemi fisici che ci hanno impedito di avere alcune giocatrici al meglio, rimanendo penalizzati sul piano del gioco: quando prendevano tre o quattro punti di vantaggio, facevamo molta fatica a rientrare e alla fine abbiamo perso, ma ora dobbiamo pensare a questi 15 giorni di allenamenti e poi da metà gennaio ricominceremo con ancora più grinta. La cornice di pubblico è stata bellissima, la prossima volta cercheremo di farli più contenti”.