lunedì 30 ottobre 2017

Serie C Img Solari, altro squillo e primo posto in classifica. Battuto Certaldo 3-0

La Serie C Img Solari vince e convince, secondo successo consecutivo (il primo sul parquet di casa del PalaCardelli) e vetta della classifica nel girone B raggiunta, in coabitazione a 7 punti con Campi Bisenzio, Euroripoli e Buggiano. La Pallavolo Certaldo è battuta 3-0 (parziali: 25-15, 25-21, 25-21), una gara dominata che si è rivelata più semplice del previsto, nonostante le avversarie si presentassero con giocatrici esperte e abituate alla categoria. Monsummano al via con Alderighi in regia, Bianciardi e capitan Maestri al centro, Antonini e Moriconi di banda, Di Paolo opposto e Spadoni libero, la stessa formazione di partenza che ha battuto una settimana fa il Viva Volley Prato. Il Ctt è subito dentro il match, aggredisce ed è in palla: gli attacchi di Antonini e Bianciardi fanno male a Certaldo che chiama il time out sul 12-9 per le biancoblù, mossa che non serve perché ancora un attacco di Maestri allunga per le termali. Poi il tecnico ospite prova la carta dell´esperta Lazzeri, ma la situazione non cambia e sarà un attacco di Moriconi a chiudere il set lasciando Certaldo con le briciole di appena 15 punti. Nel secondo set la musica non cambia, con le ragazze di Antonio Galatà e Cesare Arinci che si portano subito avanti e si fanno inseguire. Dal centro Bianciardi e Maestri sono inarrestabili, il vantaggio aumenta fino a 16-11, poi due time out delle fiorentine, che reagiscono e si rifanno sotto a -2. Head coach Galatà richiama la squadra che capisce la sinfonia e chiude definitivamente i giochi con Antonini, portandosi sul 2-0. Nel terzo parziale sembra non ci sia storia, con Monsummano trascinata dal servizio di Bianciardi che prende subito il largo portandosi sul 13-7. Certaldo prova a recuperare e a metà gioco tallona le biancoblù sul 16-14, a quel punto Galatà chiama il time out dai suggerimenti risolutivi, uniti a due grandi muri di Moriconi e di Maestri, che tolgono ogni velleità alla formazione ospite. Sarà poi Di Paolo a chiudere il match e certificare i tre punti che portano il Centro tecnico territoriale Monsummano nei piani alti della classifica.

Ufficio Stampa – Luca Signorini

Serie C - Pallavolo Riotorto vs VP Volley 3-0 (25/11, 25/19, 25/12)

Terza di campionato per la nostra prima squadra, e seconda netta sconfitta per tre set a zero, contro la Pallavolo Riotorto, una squadra che la scorsa stagione giocava in B2 ma che, per una controversia legata alle sponsorizzazioni, ha dovuto scambiare i diritti di categoria con quelli di una serie C regionale. Una trasferta dunque difficile contro un gruppo che può vantare giocatrici d’esperienza che possono ed hanno fatto la differenza. Il risultato è già di per sé lo specchio di un incontro che non ha avuto storia, tranne un breve sussulto quando a metà del secondo set avevamo cinque lunghezze di vantaggio che non abbiamo saputo gestire anche perché, contro questi avversari, le “concessioni” le ripaghi con gli interessi. Contrariamente però alla partita “tristemente” persa a Cascina, in quella di Riotorto le nostre ragazze hanno avuto un migliore approccio, un po’ di convinzione e qualche sicurezza in più che nulla hanno comunque potuto, ribadiamolo, contrastare il gioco ben organizzato ed efficace di una squadra che con altre sei/sette formazioni sono indicate come sicure protagoniste ai vertici della classifica del nostro girone. La consapevolezza che questo campionato sarà quindi per noi un duro percorso costellato di "lacrime, sudore e sangue" non deve originare frustrazione e scoramento. Al contrario, dovrebbe invece rafforzare il passo di un cammino già intrapreso per poter competere contro squadre di livello superiore e quindi raggiungere obiettivi importanti nel tempo. È innegabile, c’è ancora tanto lavoro da fare nel migliorare le cose che già sappiamo fare, nel “servizio” come nella costruzione del gioco, nella continuità e nell’incisività degli attacchi. Persistiamo con umiltà, con “i piedi in terra”, traiamo vantaggio dal fatto che ogni sabato sera affrontiamo e ci confrontiamo con squadre forti, rubare qualcosa a ciascuna di loro porta esperienza e un’indubbia crescita. Ci vuole solo coraggio, o forse buon senso, per capire che le lezioni migliori sono di solito le più dure; e che spesso fra queste ultime c’è la sconfitta.

Campionato Regionale serie D - Delfino Pescia vola!

Foto: www.pallavolodelfinopescia.com
Un inizio di campionato con il botto quello del Pallavolo Delfino Volley che davanti ad un pubblico entusiasta ha collezionato la terza vittoria consecutiva. Contro il Vba Hoster Food, società fiorentina retrocessa dalla serie C lo scorso campionato, considerata da molti la super favorita del girone, Giannoni e compagne hanno vinto tre set a zero con parziali di 25/23, 25/20 e 25/21. "E´ stata una bella partita -ha detto il tecnico Giuseppe Politi-, fra 2 squadre che hanno messo in campo tutto quello che avevano per cercare di superarsi. Seppur con un organico ridotto ai minimi termini causa infortuni e malattie le ragazze hanno lottato pallone su pallone per portare a casa un risultato positivo e sospinte da un pubblico bellissimo alla fine ci sono riuscite". Giusta soddisfazione, dunque, ma "non c´è tempo per rilassarsi, le prossime due gare sono contro Montebianco Volley e Acq Viviquercioli, dobbiamo lavorare per farci trovare pronti e confrontarci per capire che ruolo possiamo avere in questo campionato". Hanno giocato Bontà, Giannoni, Biagi, Rossi, Fornaini, Giorgi e Rosellini. A disposizione Cinelli e Pellicci.

Conquistati altri 3 punti dalla Serie D maschile

Dopo un turno di riposo, la serie D Maschile torna in campo con la stessa grinta dimostrata nella prima gara di campionato, in 1 ora di gioco è riuscita a chiudere l´incontro per 3 a 0, portandosi a casa 3 punti.
La gara:
Si parte con la stessa formazione titolare: Giolli in regia, Filippini e Malcuori laterali, Papucci opposto, Marzi e Degli Innocenti centrali e Cannella libero. Certaldo parte subito a pieno ritmo costringendo l´avversario a chiamare il primo time out sul punteggio di 7-2. Per tutto il set Certaldo impone il suo gioco, mantenendo il distacco dall´avversario che sul 19-13 è costretto a chiamare il secondo time out. Niente da fare, il Certaldo chiude l´incontro per 25-17. Nel secondo set, coach Monni schiera la stessa formazione, qualche cambio invece tra le fila del Torretta Volley Livorno. A causa di molti errori avversari e buon gioco da parte del Certaldo il set assume le sembianze del precedente. Sul 14-7 cambio in regia: entra Donzelli su Giolli. Mentre sul 17-11 cambio Malcuori per Bandini, alcune modifiche anche in campo avversario per cercare di accorciare le distanze. Il Certaldo però chiude l´incontro 25-13 Nel terzo set cambio di Formazione per il Certaldo, entra: Donzelli in regia, Bandini e Sandrucci laterali, Basili e Bruchi al centro e Cannella libero. Anche in questo set il Certaldo si mostra nettamente superiore. Si porta avanti, allungando notevolmente le distanze e chiudendo in 15 minuti di gioco il set per 25-13. Prossima partita trasferta contro il Cascine Volley di Empoli.

Comunicato Prato Volley Project

I risultati delle gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project.
Serie C Femminile Girone A – Lucchese Pallavolo - Ariete Prato Volley Project 1-3 (25-14; 31-33; 15-25; 22-25), arbitro Barcellona.
L’Ariete è più forte delle assenze. Senza Legnini infortunata e Morotti assente giustificata, Targioni si guarda indietro e pesca nel vivaio due centrali giovani e talentuose da schierare. Primo set di sofferenza ma poi il PVP a confermare la qualità di questo suo inizio di torneo con il capolavoro finale del recupero decisivo nel quarto set. Tre gare altrettante vittorie. Niente da dire. La gara. Prato con Belli e Foggi in diagonale, Giuliani e Vigiani al centro, Martini e Petri di banda, Marchesini e Napolitano nel ruolo di libero. Primo set con PVP non pervenuto. Ariete spaesato (8-3 e 15-5). Dentro Vivoli e Ambrogetti ma set non più recuperabile. Nel secondo Targioni confermava in campo Speranza entrata nel corso del primo parziale. Battaglia su ogni pallone. PVP 3-7 ma recuperato e sorpassato (17-15 e 21-19). Prato che volava sul 22-24 ma che si faceva recuperare. Brava Ariete a crederci ed a chiudere a 31. Lucca che accusava il colpo e ragazze di Targioni bravissime a provare a mordere il set successivo. Ariete avanti 1-5 e poi 6-14. Targioni fermava con il tempo la rimonta delle ragazze di casa (11-15). Dentro Martini e nuovo allungo pratese (13-20). Turno di battuta Giuliani importante e Ariete sul 14-23. Chiusura ospite e Prato in vantaggio. Grande reazione lucchese nel quarto parziale ed Ariete a soffrire (14-11 e 16-12). Dentro Speranza per Petri. Lucca che chiamava tempo sul più uno (18-17). Black out in casa PVP e nuova fuga lucchese (21-17). Prato, però, ha grande cuore e qualità e con un break finale impressionante chiudeva a 22.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Belli, Foggi, Vivoli, Martini, Speranza, Petri, Ambrogetti, Giuliani, Napolitano, Goracci, Vigiani, Marchesini. All. Marco Targioni

Le altre prime squadre del progetto:
Serie C Maschile Girone B – PVP Volley Vaiano – Monnalisa Savinese 1-3 (20-25; 15-25; 25-23; 16-15), arbitro Nannicini
Vaiano non si sblocca. Anche la Monnalisa Savinese fa festa contro gli uomini di Pastorino. Un Vaiano falloso e poco lucido che ha giocato un primo set di grande grinta, ha vinto il terzo d’orgoglio ma che poi ha ammainato bandiera bianca contro una squadra di talento non eccelso ma almeno esperta. La gara. Primo set con Lucchetti e Cambi in diagonale, Vignolini e Mazzinghi al centro, Bianciardi e Laliscia di banda e Tammaro libero. Gara che iniziava nel segno della Savinese (1-5) e subito tempo Pastorino. Anche gli ospiti non erano immuni da errori per un parziale oggettivamente poco spettacolare. Vaiano saliva sul 9-6 ma poi si faceva recuperare e sorpassare con una ricezione scadente ed una correlazione muro-difesa non precisa. Squadre sul 10-10 poi break Monnalisa (15-18) e tempo Pastorino. Dopo la pausa ancora allungo Savinese (16-20) che chiudeva a 20. Ancora più brutto il secondo set di Vaiano. Solito inizio lento (1-5 e 3-9) ma questa volta senza recupero parziale (6-12). Pastorino faceva ruotare tutti gli uomini a sua disposizione ma Monnalisa che scappava sul 12-23 prima di archiviare la pratica a 15. Scatto d’orgoglio nel terzo parziale. Valbisentini che trovavano il break (17-15 e 21-17). Solito calo della squadra di Pastorino che faceva rientrare gli aretini (23-23). Brava Vaiano a crederci ed a trovare lo sprint finale. Monnalisa stanca e quarto equilibrato (9-10). Break Arezzo sul 10-13 e poi sul 13-17. Vaiano che faceva il bello e soprattutto il cattivo tempo. Ospiti sul 14-20 e tempo Pastorino. Chiusura ospite senza problemi.
La rosa del PVP Volley Vaiano: La Torraca, Vignolini, Lucchetti, Caselli, Cambi, Mazzinghi, Di Benedetto, Caliani, Giagnoni, Laliscia, Ragone, Bianciardi, Messeri, Di Cristo, Tammaro. All. Pastorino.

La Tecnoambiente batte Rosignano in tre set

Prima vittoria piena della stagione per la serie C maschile, che ottiene i tre punti ai danni del neopromosso Rosignano. Prova poco brillante, quella dei ragazzi guidati da Zecchi e Profeti, bravi comunque a portare a casa il risultato pieno, aggiudicandosi in rimonta tutti i set disputati. Il copione, infatti, è stato sempre il solito, con i tirrenici ad aprire i giochi con la testa avanti, sfruttando anche le troppe incertezze di marca giallorossa. Nella seconda parte di tutte e tre le frazioni, però, la truppa di San Miniato ha fatto valere le maggiori qualità, riuscendo a completare il sorpasso. Vittoria abbastanza sicura nei primi due parziali, mentre nel terzo Maggiorelli e soci hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie, riuscendo comunque ad esultare ai vantaggi. Sabato prossimo, alle 18.30, altra gara casalinga, stavolta contro il Cus Pisa, che nell’ultimo turno ha rifilato un secco 3-0 al Migliarino. Insomma, una partita da prendere con le molle e da preparare in settimana con la massima concentrazione.
TecnoAmbiente San Miniato – Pallavolo Rosignano 3-0 (25-16, 25-20, 25-23)
TecnoAmbiente San Miniato: Bertolini, Bini, Boldrini, Buldrini, Cantini, Desiderato, Lazzeri, Maggiorelli, Picchi, Salini, Sartini, Signorini, Telleschi. Allenatori: Zecchi, vice: Profeti.

Ancora senza punti la Lucchese pur giocando bene

Lucchese – Ariete Volley Prato 1-3 (25/14 31/33 15/25 22/25)
La notizia più positiva è la rabbia del dopo partita : allenatori , atlete, dirigenti erano tutti visibilmente contrariati da una gara a larghi tratti dominata , giocata bene ma dalla quale non è stato portato via neppure un punto . E’ una notizia positiva perché conferma ciò che forse a inizio campionato non era del tutto scontato ossia un gioco, una preparazione, un affiatamento molto meno indietro di quanto non fosse lecito credere. Sono state giocate tre gare contro tre squadre decisamente più forti , in tutti e tre le gare non solo le ragazze Lucchesi non hanno sfigurato ma sono andate davvero vicine a cogliere qualche frutto che sarebbe stato anche più che meritato. E’ successo a Grosseto settimana scorsa e si è ripetuto ancora più clamorosamente sabato sera contro Prato. Ma andiamo con ordine : gara che parte con notevole ritardo per un problema occorso all’arbitro. Le lucchesi scendono in campo con il solito sestetto Vanessa Natalini e Angelica Armadori al centro , Valentina Poli , Federica Lazzarini e Ilaria Fenili in attacco , Elena Davini libero e Livia Bartoli al palleggio. Primo set che trova le avversarie senza riferimenti e forse soprese dalla fluidità del gioco lucchese che non lascia spazi a recuperi . Il divario è imbarazzante fino alla metà del set che alla fine si chiude sul 25-14 a favore delle ragazze di Mister Pocai e Mister Tognocchi. Secondo set combattuto fin dall’inizio con un finale thrilling , punto su punto ben oltre il 25 con errori che in quel momento diventano fondamentali . Finisce 33-31 per Prato forse quando la Lucchese pensava di poter far suo sia il set che il primo punto del campionato. Invece 1-1 e si ricomincia . Lo sforzo mentale e fisico del secondo set ammoscia le lupacchiotte che provano a turnare un po’ con Irene Vichi in cabina di regia e con Diletta Antonelli in attacco al posto di Bartoli e Poli ma non cambia l’inerzia della gara che porta sul 2-1 le avversarie col divario netto di 25-15. Ultima chance per riportarsi in partita e prendere qualche punto da una gara complessivamente ben giocata . Il 4 set parte bene , equilibrato fino a metà fino a trovare un’accelerazione che sembra quella giusta portando le Lucchesi sul 22-18 . La testa quasi già al set successivo quando il filotto di battute avversario inchioda la squadra sul 22 dal quale non riesce a uscire spengendo le speranze di tutti di andare al 5 set e di smarcare la classifica . Che dire? Onore intanto alla compagine pratese che ha avuto il merito di giocare con pazienza , aspettando l’occasione per prendere il massimo ottenibile . Per la Lucchese le considerazioni sono quelle fatte in apertura, la squadra è consapevole di dover crescere e di trovare risultati nel tempo, veder sfuggire punti a portata di mano con compagini forti può dare fastidio e scoramento mentre al contrario deve portare consapevolezza , grinta e ulteriore voglia di fare. Il mix in mano ai tecnici è di buon potenziale , ha ancora molto da lavorare e sta già esprimendo buoni livelli. Pazienza e sangue freddo ragazze , arriveranno anche i punti . Sabato 4 alle 18 ulteriore impegno casalingo contro Livorno . Se avessero valore assoluto i numeri sulla carta potrebbe essere un impegno più agevole ma il campionato della nostra squadra è quello che si gioca ogni giornata senza guardare troppo classifiche o previsioni . Buona settimana di lavoro, forza ragazze e forza Lucchese. Le ragazze a disposizione di Pocai e Tognocchi erano: Armadori-Davini-Vichi- Bartoli-Antonelli- Natalini-Lazzarini-Della Maggiora-Poli-Fenili-Buselli

Serie C : un punto d´oro

Officine Meccaniche Frat. Nuti - AM Flora Buggiano 3-2 ( 22-25/25-17/13-25/25-18/17-15)
L´AM parte con Zerini al palleggio, Vanuzzo opposta, Bettaccini e Menicocci centrali, Frediani e Falseni di banda Sasselli libero. Le ospiti partono prive di Mangini ma con una Sborgi che ci farà´ vedere i sorci verdi sia in battuta che in attacco per tutta la partita. Partiamo contratte non riuscendo a organizzare un gioco pulito passano solo i centrali Menicocci e Bettaccini, sul 17 pari Vanuzzo crea lo strappo e Bettaccini chiude con due punti ottimi 22-25. Secondo set, un ottima Bonaiuti smista per Bartali e Sborgi che colpiscono forte e il loro gioco prevale . Il muro di casa cresce, noi caliamo. Sul 18-11 Ribechini prova Marcheschi al posto di Zerini ma le ospiti forzano in battuta. Sul 20-12 esce Bettaccini entra Sorini, noi non riusciamo alzare la testa, loro concrete viaggiano. Sul 22-13 esce Vanuzzo entra Davini, Falseni e Frediani ci provano, sul 24-15 due ace di Sorini ci fanno sorridere, ma dopo il time out di Ciampa l´errore dai nove metri consegna il set 25-17. Terzo set, reazione veemente delle ospiti, Zerini con tre ace fa tremare la ricezione di casa e complice un Campi più falloso noi spingiamo con Vanuzzo e Frediani che riescono a giocare a muro, chiude Falseni 13-25. Quarto set le padroni di casa cominciano a giocare d´astuzia, pallette e al centro con Rastrelli, Vanuzzo cerca di sorprendere le ragazze di Campi 12-8,timida reazione della squadra ospite19-14 esce Falseni entra Davini, le ragazze di Ciampa fanno male, sul 20-14 esce Frediani entra D´Annibale, la battuta di casa fa male , sul 21-14 esce Menicocci entra Sorini chiamata subito in attacco, Vanuzzo prova l´avvicinamento 24-18 ma poi Campi chiude 25-18. Tie break giocato in una bolgia infernale, Ribechini gioca la carta Sorini dall´inizio, al posto di Menicocci. Partiamo bene,sfruttando anche un calo delle padroni di casa Sorini e Falseni vanno....4-5, Sorini dai nove metri fa tre ace 4-8 e giriamo il campo convinte di far bene, Sborgi trascina la sua squadra, coadiuvata da Cosi 7-8, time out delle gialloblù, Falseni e Vanuzzo fanno il bello e il cattivo tempo 9-10, sul 10-11 entra Del Colombo per Falseni, ci proviamo con tutte le forze, Sasselli vola da tutte le parti, ed e´ un punto punto snervante fino al finale con un murone che piega le velleità delle ospiti e consegna alle padroni di casa due punti importanti. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? A noi ci piace vederla più come un punto guadagnato dalle nostre ragazze, in un campo molto ostico ....recuperiamo testa e forze e pronti per dire la nostra ....tornando finalmente a Buggiano dopo due trasferte durissime. Brave!
AM Flora: Vanuzzo 17, Frediani 14, Bettaccini 10, Menicocci 10, Falseni 9, Sorini 8, Zerini 7, Sasselli, D´Annibale, Davini , Marcheschi, Del Colombo. i All Ribechini, II All Pieri, Dir ACC Irmeni.

Primo successo del Volley Livorno nel derby con Cecina

“Con tutto il lavoro e la fatica che abbiamo fatto da agosto a ieri, questa vittoria ce la siamo veramente meritata”. Esordisce così Emma Pasquini, ancora senza voce dopo i festeggiamenti per il primo successo in Serie C della stagione della Pediatrica Specialist Volley Livorno. Un 3-1 contro il Volley Cecina meritato sotto ogni aspetto dalle ragazze di coach D’Alesio. “Dopo l’inizio che abbiamo avuto – continua Emma – e aver affrontato nelle prime due partite le squadre ritenute al top del campionato, questa è stata la prima partita in cui sapevamo che potevamo farcela. Pur non essendo ancora tutte al cento per cento, con qualche acciacco di troppo, siamo scese in campo cariche per fare bene. Il primo set lo abbiamo perso anche se non abbiamo giocato male. I frutti del nostro lavoro sono arrivati nei set successivi. Dopo i due parziali vinti ai vantaggi, loro hanno mollato e noi abbiamo messo il turbo andando a prenderci la vittoria. Si è assistito a una bella reazione da parte nostra, soprattutto a livello mentale. Loro hanno avuto diversi momenti in cui sono state assenti e hanno mostrato lacune, noi invece siamo state sempre attive e con la concentrazione alta. Abbiamo sofferto qualche calo di tensione, ma stiamo migliorando anche sotto questo aspetto”. “Un successo che dà morale alla squadra – le fa eco il capitano Serena Bitossi -. Portare a casa il bottino pieno nel derby, che è sempre molto sentito dalle nostre parti, è stato molto importante. Dopo due partite dove giochi bene ma non fai punti è facile abbattersi, ma sabato con una bella partita piena di carattere siamo riusciti a ottenere un gran bel successo che sicuramente fa bene a tutte”. Una partita intensa, dove il Volley Livorno è riuscito a mettersi alle spalle tutti i problemi davanti ad un folto pubblico in una PalaFollati gremita in ogni ordine di posto, con tante bambine del settore giovanile, dall’Under 16 alle partecipanti ai Cas, pronte a tifare per le gialloblu. “Voglio ringraziare il pubblico – ci tiene a sottolineare Serena -. Abbiamo sentito il tifo di tutti e questo ci ha spinto a giocare con ancora più voglia. Con i problemi fisici che abbiamo avuto, il loro supporto e quello delle ragazze che sono uscite dalla panchina sono stati fondamentali. I cambi effettuati hanno tutti portato un tassello in più. Si è sentito tutto l’affiatamento di un gruppo dove anche anche le più piccole si sono integrate al meglio e si sono rese partecipi di questa affermazione. Una vittoria di squadra, nella quale tutte hanno dato il loro contributo”. Con Lucarelli ancora non in perfette condizioni a causa dell’infortunio alla spalla e Zonta out, a fare un passo in avanti sono state Orsini e Giannetti, autrici di buone prove uscendo dalla panchina. Da sottolineare il debutto assoluto in categoria per Sara Grillo. “Uscire dal PalaFollati – conferma capitan Bitossi – con tre punti nonostante i problemi vuol dire che in palestra lavoriamo tanto e bene per ovviare alle nostre mancanze. Tutte diamo sempre il mille per mille, sia in campo che in allenamento, e finalmente abbiamo visto i risultati. Speriamo di essere al più presto al completo per far vedere tutte le potenzialità di questo bel gruppo”. “Da sabato – conclude Emma – è iniziato il nostro vero campionato. A Viareggio abbiamo dato tutto quello che avevamo per vincere ma non è bastato contro squadre forti e ostiche. Siamo veramente tutti molto contenti per questi tre punti. C’è ancora molto da lavorare per migliorare alcune fasi di gioco, ma siamo molto orgogliosi di questo risultato”.
PEDIATRICA SPECIALIST VOLLEY LIVORNO – BAIA DEL MARINARO VOLLEY CECINA 3-1
Parziali: 22-25, 26-24, 26-24, 25-15
PEDIATRICA SPECIALIST VOLLEY LIVORNO: Belli, Bitossi, Chisari, Ciaponi, Giannetti, Grassi, Grillo, Lucarelli, Meini, Orsini, Pasquini, Simoncini. All. D’Alesio. All. in seconda Orti
BAIA DEL MARINARO VOLLEY CECINA: Cavallini, Collini, Giannetti, Landi, Manetti, Matteoli, Orlandini, Paparelli, Parrini, Pasquadibisceglie, Pistillo, Regoli. All. Giuntini. All. in seconda Cavallini

Ufficio Stampa

Ancora una battuta a vuoto per la Conforti Gomme-Termoplast

CTT IMG SOLARI MONSUMMANO- A.P. PALLAVOLO CERTALDO 3-0 (25/15 25/21 25/21)
Oggi vorrei iniziare l´articolo dal dopo partita. Tutti a cena in una pizzeria di Monsummano, squadra al completo e diversi genitori al seguito, un bel gruppone. Facce sorridenti e scherzose delle ragazze che giocano e fanno battute tra loro, un bello spirito di gruppo. I genitori a fianco fanno lo stesso. Tutto questo per dire che lo spirito del dopo partita andrebbe messo prima e durante la gara sul rettangolo di gioco. Stasera non siamo entrati in campo con l´atteggiamento giusto, a differenza delle padrone di casa che oltre ad avere nella rosa diverse giocatrici da B2 , già nel riscaldamento, sembrava che avessero già conquistato un punto. Dobbiamo uscire da questa situazione senz´altro giocando meglio e sbagliare meno, ma ripeto che l´atteggiamento è molto importante, panchina compresa. La gara: primo set Pini in regia, Biagini opposto, Dainelli e Nencioni centrali, Vanni e Cecconi laterali, Ceccherini libero. Dopo una prima fase di studio, le ospiti guadagnano qualche lunghezza e vanno sul 10-8 12-9. Giunti sul 17-14 per Monsummano, al servizio la n. 7 avversaria che con un buon servizio e una nostra pessima ricezione riusciva a far vincere per 25-15 il primo set. Anche il secondo iniziava in svantaggio per le nostre ragazze: 10-5 e Monsummano allungava 16-11 e nonostante cambio palleggiattore e opposto (Marrucci e Lazzeri per Pini e Biagini) il risultato sembrava scontato. Anche le avversarie accusavano qualche sbavatura: Certaldo acquista fiducia e riduce lo svantaggio a 24-21 costringendo la panchina avversaria a chiedere il primo time out che risulterà salutare: chiuso il secondo set per 25-21. Anche nel terzo le nostre ragazze dopo un leggero vantaggio di 2-4 hanno dovuto rincorrere le avversarie fino al 16-12 . Giunti sul 16-14 , l´arbitro ha iniziato a fischiare le doppie(molte anche incerte) ad ambedue i palleggiatori spezzettando il gioco e sfavorendo la nostra rimonta. Le avversarie mantengono così il vantaggio e chiudono per 25/21 anche questo terzo set. Sabato prossimo ore 21,15 saremo al PalaBoccaccio per l´incontro contro Viva Volley Prato. Vi aspettiamo a tifare per le nostre ragazze.
Ctt ing Solari: Alderighi, Moriconi, Maestri, Conte, Di Paolo, Bianciardi, Farsetti, Fagni, Antonini, Iozzelli Spadoni (L1), Riccardi (L2). Allenatore Galatà.
A.P. Pallavolo Certaldo: Dainelli, Marrucci, Pini, Nencioni, Biagini, Cecconi, Lazzeri, Banti, Paoli, Vanni, Ceccherini (L1), Cornacchia (L2). Allenatore Costagli
Arbitro: Gabrielli Maria Rosa di Viareggio

Una vittoria che vale doppio !!!

Non finisce di stupire la matricola Sales Volley Firenze nel campionato Regionale di Serie C femminile andando a vincere con un netto 3 a 0 sul difficilissimo campo dello Ius Arezzo. Secondo successo consecutivo che proietta la compagine fiorentina al sesto posto con 6 punti in classifica – Gara ad altissimo livello quella vista al Palamaccagnolo dal folto pubblico presente – Tre parziali giocati punto punto dalla due compagini dove la Sales ha saputo lavorare molto bene nel contenimento delle schiacciate avversarie, con muro e difesa ordinati mentre il solco è arrivato grazie al muro e al contrattacco, arma che si è rilevata decisiva. Top scorer dell’incontro Sara Tempestini ( 15 punti ) , con la centrale Eleonora Mangini pure lei in doppia cifra a quota 10. La Sales si presentava ad Arezzo con la rosa rimaneggiata che vede ai box tre atlete Tarabusi/Carella/Viti ferme per motivi diversi, con la speranza di rivederle presto in campo. Mister Panti , coadiuvato per quest’incontro come secondo da Dolfi in quanto Librio impegnato con il Bisonte, schiera in campo Rubertelli al palleggio, Ingrassia opposto, Tempestini e Magnolini di banda, Mangini e Gonzini al centro con Ermini libero. Da segnalare gli ingressi durante il match di tutte le restanti atlete in panchina che hanno contributo alla vittoria finale quali Vittorini, Pracchia, Ronchi e Della Luna. Soddisfazione alle stelle per le atlete per questa importante vittoria , per l’umore generale e per la classifica ! Sull’onda dell’entusiasmo la formazione fiorentina si prepara già al difficilissimo derby tra le mura amiche del PalaFois contro Astra previsto per sabato prossimo 4 Novembre ore 21.15. Gara sulla carta proibitiva dove le gialloblù cercheranno di strappare qualcosa ad una compagine costruita per salire di categoria. Ora non ci rimane che aspettare per vedere se veramente questa rosa ha quel qualcosa in più per far divertire e divertirsi e ricordatevi ieri tutto quello che toccavate lo avete fatto diventare oro, ora concentriamoci su sabato prossimo e facciamolo diventare diamanti ! Sales Volley:voto 8– prestazione tutto cuore , gara giocata da vera squadra, sorrisi da parte di tutte anche da parte di quelle sostituite. Insomma una serata perfetta che merita un voto alto Miglior giocatore Sales :Sara Tempestini voto 7 – una “vecchia” della Sales, atleta polivalente ed esempio di attaccamento alla maglia – Vedendo lei giocare sembra che la pallavolo si un facile gioco per come difende, per come vede il gioco , per come attacca – Ieri tutto quello che toccava si trasformava in ORO- Top scorer con 15 punti – Risultato Finale: Ius Arezzo vs Sales Volley Firenze 0/3 (23/25 – 23/25 – 25/27)

Convincete vittoria per il Tomei Livorno

Si chiude con una vittoria per 3/0 la 3º uscita stagionale del MV Tomei Livorno tra le mure casalinghe contro la Pallavolo Massa. Gara non brillante dal punto di vista tecnico ma che porta comunque altri 3 punti importanti in casa labronica. Livorno scende in campo con Grieco al palleggio,Montagnani e Bettini schiacciatori,Macchia e Minuti al centro ,Wiegand opposto ed Attanasio Libero. Nelli ed Imbriolo non disponibili per problemi fisici. Nel 3º set ingresso di Balfassarri per Minuti. Sabato prossimo altro scontro durissimo a Firenze contro quella che tutti gli addetti del settore identificano come la favorita per la promozione.

Volley MVTomei Livorno

AMA San Martino - Grandi Turris 3-0

AMA San Martino (Re) - Grandi Turris (Pi): 3-0
Parziali: 25-22; 25-15; 25-18
AMA San Martino: A. Reyes, M Caramaschi, R. Mazzali, L.Gozzi, N. Silingardi, L. Santini, A. Bertolini, G. Fregni, S. Bonfiglioli, S. Fabbiani, P. Caffagni, M. Marcoionni, F. Nicolini, F. Righi. 1° Allenatore: A. Pancirol.; 2° Allenatore: A. G. Dallari. Dirigente: Stefano Gozzi.
Grandi Turris: M. Bedini, M. Bella, F. Cannelli, M. Croatti, D. Dorigo, A. Fiorini, D. Gentile, A. Michelini, P. Neri, A. Oddo, P. Possenti, M. Rossi, S. Samminiatesi, L. Virdichizzi. 1° Allenatore M. Ceccanti. 2° Allenatore: V. Raguso. Dirigente A. Samminiatesi
La Grandi Turris ce l’ha messa tutta per portare a casa qualche punto da questa trasferta a Reggio Emilia. Purtroppo la squadra di casa ha dimostrato di essere troppo forte, con un organico di tutto rispetto che l’ha già proiettata alla vetta della classifica e che nel futuro sicuramente la farà lottare per il passaggio di categoria. Solo nel primo set i ragazzi della Turris sono stati all’altezza degli avversari. Poi gli Emiliani sono saliti in cattedra e non è bastato il cuore dei Pisani per sovvertire il pronostico negativo. Nonostante tutto hanno dimostrato di avere delle qualità e di poter contare su un certo margine di miglioramento che, nel prosieguo di campionato, potrebbe regalare qualcosa di più. Con più esperienza che i ragazzi matureranno, con la rosa al completo e contro squadre meno competitive di questa, la Grandi Turris potrà sicuramente riprendersi da queste sconfitte e lottare per rimanere in serie B

Rosignano torna Da San Miniato con una sconfitta ma solo nel punteggio

FOLGORE SAN MINIATO – A.S. PALLAVOLO ROSIGNANO 3-0 (25/16-25/20-25/23)
Finalmente gli esterni! Verrebbe da riassumere così la partita di ieri sera che ha visto Rosignano cedere sul campo del San Miniato per tre a zero. Risultato di per se bugiardo, perche se è vero che San Miniato ha meritato ampiamente la vittoria, é vero anche che i biancoblu hanno fornito un ottima prestazione, sia in attacco che nel reparto difensivo dando prova di voler riscattare la prestazione di sabato scorso. Finalmente Onorati é riuscito a mettere in ritmo anche i suoi attaccanti esterni, che attacco dopo attacco si sono ritagliati sempre più occasioni all’interno della gestione del loro palleggiatore. Primi due set che hanno visto avanti sempre Rosignano, ma a causa di due pause a metà set, San Miniato è riuscito sempre a avere lo spunto e la brillantezza necessaria per chiudere senza problemi. Terzo set che come al solito vede la reazione del Rosignano con un ottima prova collettiva, nonostante la grande rabbia agonistica, San Miniato rimane sempre in scia e complici due errori di troppo dei ragazzi di Onorati, anche il terzo set é a favore dei padroni di casa. Sicuramente il risultato non fa sorridere, ma c’è la convinzione di aver dato tutto. Purtroppo a questi livelli due errori di troppo si pagano a caro prezzo, ma ciò non scalfisce la convinzione di essere sulla strada giusta per la crescita del gruppo. Questa la formazione messa in campo dall’allenatore Marco Onorati: Benci, Buselli E., Buselli J., Carugi, Cerretini, Di Nunzio, Gavarini, Giuntini, Laorenza, Lombardi, Onorati, Pallesi, Rossi.

RINASCITA FIRENZE - PALLAVOLO I´GIGLIO CASTEL F.NO 3 - 2

LA RINASCITA CALA IL TRIS
Ancora una vittoria ed ancora un Tie-Break per le ragazze di Vannini, che al termine di una gara a fasi alterne conquistano il terzo successo stagionale portandosi a quota 6 punti in classifica. Agli ordini della coppia arbitrale Ciacci Claudia e Scarpitta Mario, ecco lo gli starting six.Rinascita ancora priva di Romanelli al palleggoio si schiera con: Ceccatelli al Palleggio, Dos Reis opposta, Caroti e Mezzedimi di banda, mariotti e Coppini al centro, Romanelli Libero. Castelfiorentino risponde con: Marchi al palleggio,Scardigli opposta, Casini ed Orzanini di banda, Lari e Conticelli al centro, Farieri libero. La partita inizia con le squadre appaiate, è la rinascita che prova l´allungo ma l´ottima fisicità di Castelfiorentino respinge ogni attacco, e si arriva ai punti finali dove è la determinazione locale ad avere la meglio vincendo il set per 25-21. Al rientro in campo, sono le ospiti ad allungare,con Pasqualini subentrata a Scardigli che segna punti importanti. Il muro ospite sembra invalicabile, e qualche errore di troppo apre la strada alle ospiti sia nel secondo, ed analogamente nel terzo set, persi rispettivamente per 18-25 e 16-25. Si torna in campo per il quarto set dove Viti subentra a Mezzedimi, la rinascita ritrova efficacia in attacco, con Dos Reis a farla da padrone sotto rete, alla fine saranno 27 punti per lei, le ospiti subiscono ed il set termina 25-15. Si arriva al tie-break dove entrambe le squadre, danno vita ad un emozionante set, con entusiasmanti scambi ed alla fine la Rinascita che dimostra una ottima condizione fisica si aggiudica ai vantaggi set e partita. Prossimo incontro a macerata contro Italia Pellami attualmente appaiata a 6 punti.
Tabellini RINASCITA: Dos Reis 27 Viti 7 Caroti 17 Ceccatelli 4 Coppini 11 Mezzedimi 4 Mariotti 7
Castelfiorentino: Casini 13 Scardigli 1 Orzanini 8 Marchi 3 Lari 16 Conticelli 8 Pasqualini 15

Serie C Maschile On Sport: Sconfitta in casa contro Scandicci

Troppo Scandicci per la nostra formazione targata ON SPORT, Scandicci che sabato sera ha portato via tre punti anche da Cecina vincendo per 3-0 con parziali di 20-25, 15-25 e 23-25, confermandosi in testa alla classifica in solitaria. In un Palafrontera che si è svegliato dal torpore tifando solo nell´ultimo set, i nostri ragazzi hanno comunque dato battaglia fino all´ultimo, mettendo anche in difficoltà gli avversari in alcune fasi della gara con azioni di buona fattura. Per la cronaca coach Cavallini all´ultimo minuto ha dovuto rinunciare ai preziosi centimetri dei titolari Paoli e Benenati, ma in generale va comunque riconosciuto l´assoluto valore dell´avversario, soprattutto sotto l´aspetto dell´esperienza, confermato dal primato in classifica. Non c´è tempo per piangersi addosso, ma bensì per mettere subito la testa alla prossimo impegno che ci vedrà affrontare il Dream Volley a Pisa.

Serie C Femminile Baia del Marinaio: non passa a Livorno

La nostra prima squadra femminile sponsorizzata BAIA DEL MARINAIO torna purtroppo da Livorno con zero punti, dopo una prestazione opaca finita con una sconfitta per 3-1 con parziali di 22-25, 26-24, 26-24, 25-15. Coach Giuntini si affida al sestetto titolare composto da Cavallini al palleggio, Pasquadibisceglie opposto, bande Orlandini e Landi, al centro Manetti e Pistillo, libero Giannetti, con Paparelli e Matteoli subentrate a gara in corso. Le ragazze vincono il primo set senza troppi problemi, a parte una parziale rimonta delle livornesi nella parte centrale del set. Poi, gradualmente, qualcosa sembra spegnersi, la determinazione viene meno, e le giovani avversarie prendono coraggio prendendo in mano il match vincendo i tre sets successivi con crescente facilità. Onore quindi alle avversarie che, dotate di ottime individualità, hanno avuto il merito di non mollare di un centimetro, ma sicuramente non mancano le responsabilità da parte nostra, soprattutto a livello di concentrazione e determinazione, aspetto questo su cui si dovrà necessariamente migliorare per ottenere i risultati auspicati. Subito in palestra allora, per prepararsi al prossimo match che ci vedrà impegnati contro la Pallavolo Cascina.

Serie C: VivaVolley Prato - Astra Chiusure Lampo 2-3

Finisce un primo blocco di partite complicate.. sopratutto in virtù del fatto che giochiamo fuori casa (e di Domenica) contro due squadre ambiziose; VivaVolley dimostra di avere tutti gli attributi per poter ambire a piazze prestigiose. Gara altalenante a tratti molto piacevole, ottimi spunti tecnici da l´uno e l´altra parte. Il VivaVolley rivoluziona la struttura squadra, ma non gli interpreti, e ci coglie decisamente impreparati nel primo set; un´ottimo doppiocambio Pecci-Vinattieri ci rimette in corsa fino al 19-21 ma perdiamo lo stesso a 20. Qualche accorgimento e partiamo molto decisi nel secondo parziale.. subito ci portiamo avanti di 6 punti per poi chiudere in modo agevole con un netto 25-12 Nel terzo set succede un pò di tutto.. ci innervosiamo quando avanti 10-7 subiamo un breack (tre errori in attacco) che ci porta sul 10-12.. perdiamo completamente il filo del gioco partendo dalla battuta, che perde di incisività, e complicando non poco la correlazione muro difesa; VivaVolley si aggiudica il parziale 25-18. Come sappiamo, quest´anno possiamo contare su un maggior umero di alternative quindi cambiamo modulo e interpreti. Riusciamo a trovare un maggior equilibrio (ma precario) in ricezione... salgono i centrali insomma riuscamo a riprenderci chiudendo a 21 il quarto set. Quinto set.. partiamo bene giriamo 8-4 ma subiamo una rimonta fino al 10-10 dove piazziamo, di nuovo con il doppio cambio, un breack decisivo, che ci permette di chiudere sul 15-12. Tanti buoni musicisti.. non fanno in automatico un´ottima orchestra... ma dal momento in cui prenderemo maggiore consapevolezza della forza del GRUPPPO-SQUADRA senza pensare all´obiettivo finale... potremo suonare "la nostra sinfonia". Ora testa alla Sales vincente per 3-0 sul difficile campo di Arezzo.

Solo un set per l´Ambra contro Trevi

L´Ambra Cavallini lotta, ma cade per la terza volta consecutiva. Stavolta, tocca a Trevi fermare le ragazze di Stefano Sassi e Damiano Achilli, che di fronte al proprio pubblico hanno comunque disputato una prova nel complesso positiva. Alla fine, però, nessun punto da aggiungere alla classifica. In avvio di gara, la Wind Granfruttato che scappa sul 7-10 trascinata dalle bombe di Catena. Poi le pontederesi reagiscono e rimettono il set sui binari dell´equilibrio (12-12), anche se una chiamata arbitrale dubbia fa innervosire di nuovo Donati e compagne, che in un batter d´occhio tornano sotto (13-17). Il set sembra compromesso e Trevi continua indisturbata la propria marcia (20-24), ma il team di Sassi e Achilli getta il cuore oltre l´ostacolo e annulla lo svantaggio (24-24). Da qui in poi, i sestetti si annullano a vicenda, fino al definitivo 28-30 messo a segno dalla compagine umbra. La sconfitta al fotofinish, tuttavia, non sembra disturbare le Ambra´s, che partono forte nella seconda frazione (5-1 e 8-4), mantenendo il gap fino a metà set. Il buon turno al servizio delle ospiti riapre il set (16-16), ma nel finale sono Genovesi e Lisandri a castigare Trevi (25-20). Nel terzo parziale, le pontederesi reggono il confronto solo nella parte iniziale: dal 10-10, infatti, si passa al 12-18, con Sassi che inserisce Bardi al posto di capitan Donati. La nuova entrata mostra buone cose in seconda linea, ma il trend non cambia e le umbre ringraziano (18-25). Decisamente più equilibrata l´avvio del quarto set (5-5), con l´Ambra Cavallini che gioca di squadra e con merito scappa sul 14-10. Poi nuovo blackout e il vantaggio si annulla, con Trevi che pareggia e sorpassa le biancoblu (15-17). Un attacco di Gabrieli da nuova linfa alle Ambra´s (20-20), ma il finale sorride ancora alla formazione umbra (22-25) e per le ragazze di Pontedera arriva un´altra sconfitta.
Ambra Cavallini Pontedera - Wind Granfruttato Trevi 1-3
Ambra Cavallini Pontedera: Dall´Ara 3, Lisandri 15, Chini 7, Gabrieli 7, Genovesi 15, Donati 7, Santerini (libero), Bardi 6, Carmignoli, Fiorentini, Sentieri. Allenatore: Sassi, vice: Achilli.
Wind Granfruttato Trevi: Gemma 2, Capezzali 10, Cruciani 12, Tiberi 4, Catena 23, Ubertini 18, Rumori (libero), Monaci 2, Bozzi, Leorsini, Muzi, Vujevic. Allenatore: Tardioli, vice: Bosi.
Parziali: 28-30, 25-20, 18-25, 22-25.
Arbitri: Urbano e Lucini di Lucca.

Ad Aversa la Sigma si impone per 3-1 contro l’Emma Villas

Foto www.emmavillasvolley.com
La Emma Villas cade ad Aversa in un match che dura oltre due ore e che conferma la forza e la qualità della formazione della Sigma. I senesi vincono il primo set ma poi non danno continuità al loro lavoro e cadono sotto i colpi di Libraro, Santangelo e compagni. La Emma Villas Siena va in campo con Fabroni e Ferreira sulla diagonale, in banda Fedrizzi e Melo, al centro Spadavecchia e Bargi, il libero è Giovi. E’ la prima volta in stagione che giocano insieme dall’inizio Fedrizzi e Melo. La Sigma Aversa inizia il match con Pinelli in cabina di regia e Santangelo opposto, Libraro e Simeonov sono gli schiacciatori titolari, Gonzalez e Giacobelli i centrali, Vacchiano in seconda linea. Primo set Nonostante alcune buone giocate del portoghese Ferreira la Sigma Aversa si porta avanti di 4 lunghezze, sull’8-4. Però un muro di Fedrizzi e un errore dell’opposto di casa Santangelo rimettono tutto in discussione. Quando finalmente un servizio entra, ed entra bene tanto da valere un ace, Siena impatta sul 10-10: la battuta vincente è opera di Ferreira. La pipe di Fedrizzi piega le mani di Libraro: è una delle più belle giocate fino a questo momento e vale il +2 Emma Villas: 12-14. Con Spadavecchia che trova un bel muro vincente il vantaggio si dilata fino ai 4 punti: 13-17, e coach Bosco a questo punto chiama time out per parlare con i suoi giocatori. La battuta float di Spadavecchia fa un’altra vittima, il centrale biancoblu esulta per l’ennesima bella giocata. Bagnoli inserisce anche Di Tommaso e Gradi. Sono Melo e Fabroni di seconda a permettere alla Emma Villas di conquistare il primo set. Sono stati 5 i punti realizzati da Spadavecchia, Ferreira e Fedrizzi, per una Emma Villas che ha attaccato con il 56%. Secondo set Il gioco dei senesi scorre fluido anche in avvio di secondo set. Quando Fedrizzi mette bene il pallone a terra e soprattutto il muro del team senese produce tre punti in poche azioni. Siena va subito avanti di 4: 4-8. Ma succede, a parti inverse, quello che era accaduto nel set precedente. In questo caso Libraro, Simeonov e anche un pizzico di disattenzione del team senese portano il punteggio in parità: 13-13. Fabroni delizia il pubblico con un tocco fantastico che permette a Fedrizzi di andare a realizzare senza muro. Su una splendida battuta dello stesso Fedrizzi la ricezione della Sigma compie un capolavoro e Santangelo è bravissimo a realizzare: 19-17. In un momento cruciale Ferreira trova un ottimo diagonale e poi ci mette le mani Spadavecchia, che mura alla perfezione per il 19-20. Il set si gioca in un finale punto a punto: Melo sbaglia la battuta che dà il 23-22 alla Sigma. La battuta di Libraro è molto potente e crea difficoltà alla ricezione senese. E questo consente ai locali di portarsi sul 24-22. E’ un bellissimo pallonetto di Simeonov a dare la vittoria del secondo set ad Aversa con il punteggio di 25-23. Terzo set Coach Bagnoli dà spazio a Filippo Vedovotto, che risponde subito presente: per lui subito due buone giocate, tra queste anche un servizio vincente. Però la Sigma è assolutamente in palla con Libraro che trascina i suoi compagni di squadra. Quando Giacobelli trova un servizio che non vede pronto dall’altra parte della rete Vedovotto i locali toccano il +3: 10-7. I padroni di casa mettono insieme un parziale di 7-1 che rischia di spaccare il terzo set. Ferreira e Melo provano a far tornare l’Emma Villas a contatto. Ferreira segna anche un ace, ma la seconda battuta la spedisce out. Pinelli va spesso a cercare Libraro, e questi produce tante cose positive. Quando Santangelo gioca sul muro avversario la Sigma raggiunge i 20 punti con un comodo vantaggio di sette lunghezze: 20-13. Fabroni cerca di dare coraggio alla squadra con due servizi vincenti consecutivi. Bagnoli manda in campo Pochini per Giovi. Ma il vantaggio della Sigma è molto ampio. Una battuta out di Spadavecchia chiude il terzo parziale sul 25-18. Quarto set Alla Emma Villas ora serve un’impresa. Però dall’altra parte della rete Santangelo e Libraro continuano a martellare. Quando Ferreira spedisce out la schiacciata la Sigma è di nuovo avanti: 7-6. Il centrale locale Giacobelli è molto in fiducia e lo dimostra mettendo a segno una bella veloce con Pinelli. E’ con il muro che la squadra di Bagnoli cerca di costruirsi nuove certezze: Ferreira esulta dopo avere fermato Libraro. E in un istante quando Fabroni trova un servizio vincente ecco che la Emma Villas può amministrare due punti di vantaggio: 8-10. La partita si fa nervosa, a Fedrizzi viene anche mostrato un rosso per proteste. Il punteggio è in parità: 13-13. Il muro di Spadavecchia e l’ace di Bargi possono spingere Siena: 17-19. Ma tre errori in attacco di Siena riportano in vantaggio la Sigma: 20-19. Il match ora è al cardiopalmo: Ferreira trova un grande colpo e Fabroni fa vedere di essere un grande battitore. Di nuovo avanti Siena: 20-21. L’errore di Simeonov dà il set point alla Emma Villas sul 23-24. Ma Ferreira sbaglia la battuta. Dopo un errore senese è la Sigma ad avere il match point. E Libraro non lo fallisce.
Sigma Aversa – Emma Villas Siena 3-1 (21-25; 25-23; 25-18; 26-24)
SIGMA AVERSA: Pinelli 2, Boesso 1, Santangelo 21, Vacchiano (L), Grassi, Vigil Gonzalez 11, Libraro 14, Simeonov 8, Catena, Montò, Baldari, Marra (L), Giacobelli 7. Coach: Bosco.
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 5, Bargi 4, Spadavecchia 10, Vedovotto 2, Gradi, Giovi (L), Ferreira 20, Graziani, Braga, Nemec, Pochini (L), Di Tommaso, Fedrizzi 15, Melo 8. Coach: Bagnoli.
NOTE. Video Check: richiesto nel primo set da Siena sul 10-9 (decisione cambiata) e sul 15-18; richiesto nel secondo set da Siena sul 4-7 e da Aversa sul 13-13 (decisione cambiata) e sul 19-20; richiesto nel terzo set da Siena sul 17-11 (decisione cambiata) e sul 23-17; richiesto nel quarto set da Siena sul 9-10 e sul 10-10 ( decisione cambiata)

I Lupi rialzano la testa, sconfitti i baresi: 3-1

KEMAS LAMIPEL: Ciulli 2, Wagner 21, Benaglia 6, Miscione 4, Hage 5, Colli 11, Taliani (libero), Acquarone 1, Zonca 9, Elia 2, Crescini n.e, Tamburo n.e, Andreini (libero). Allenatore: Totire.
CASTELLANA GROTTE: Marsili 1, Patriarca 8, Gargiulo 9, Pilotto 7, Lavia 12, Fiore 4, Battista (libero), Saibene 1, Garofolo, Chadtchiyn, Manginelli, Primavera, Di Carlo n.e. Allenatore: Castellano.
Arbitri: Piubelli di Verona e Cecconato di Treviso.
Successione set: 22-25; 25-19; 25-19; 25-19.
Spettatori: 350.

Battute sbagliate Lupi: 17, Aces: 8, Muri: 10. Battute sbagliate Castellana Grotte: 18, Aces: 4, Muri: 5.
La Kemas Lamipel torna al successo superando per 3-1 Castellana Grotte.
Dopo un mese di astinenza e cinque sconfitte consecutive, di cui quattro al tie-break, i “Lupi” incamerano tre punti pesanti che permettono loro di scalare posizioni in classifica, tirando un bel sospiro di sollievo. Tuttavia la compagine biancorossa ha sofferto più del lecito per aver ragione, specialmente nella prima parte di gara, della formazione barese. L’inizio del match, segnatamente il primo set ed il principio del secondo (7-6), sono stati contrassegnati da un certo affanno e un pò di insicurezza. “All’inizio eravamo bloccati, contratti e fin troppo tesi – ha detto Totire – poi abbiamo corretto la ricezione, riprendendo gradualmente fiducia e lucidità. Spero che questi tre punti ci diano un po’ di tranquillità. Ne abbiamo bisogno”. I conciari hanno visto le streghe di Halloween in anticipo, consentendo ai pugliesi di avere vita facile nella prima frazione. Al pronti via, sul punteggio di 3-4, i padroni di casa hanno già regalato quattro punti agli ospiti, che passano successivamente a condurre (7-9) grazie a Lavia. Wagner porta il punteggio sull’11-11 ma poi viene murato due volte (13-14) e, seppure i gialloblù siano fallosi in battuta (7 errori solo nel primo gioco), i padroni di casa non sono da meno: 6. Una volta in vantaggio per 19-17, i “Lupi” soffrono oltre misura il ritorno degli avversari, spesso agevolati dai loro stessi errori gratuiti (19-21), cedendo poi per 22-25. Serpeggia apprensione sulle tribune del palasport santacrocese, ma la Kemas Lamipel parte discretamente nel secondo parziale: 7-3. I baresi di coach Castellano si rifanno però subito sotto (7-6) ed un deciso Zonca rileva Hage. Lentamente la Kemas Lamipel riacquista una certa tranquillità, grazie ad un ace di Colli (11-8) al quale dà man forte Wagner: 14-10. La ricezione migliora pian piano. Un ace di Lavia su Taliani (14-12) rinfranca i pugliesi che si rifanno sotto: 14-13. I “Lupi” appaiono di nuovo impauriti e poco tranquilli ma tengono botta e, con Zonca e Colli riprendono terreno: 19-14. Sul 20-14 Castellano opera un doppio cambio e, sul 22-17 entra Saibene per Fiore. I “Lupi” si riportano con merito e spirito di sacrificio in parità: 25-19. Netto il dominio dei santacrocesi nel terzo set che si apre con un doppio ace di Wagner (9-2), seguito a ruota da un gran muro di Ciulli su Patriarca: 11-3. Castellana Grotte è ora in balìa dei padroni di casa. Benaglia e compagni (19-8) fanno bene e Totire da spazio ad Acquarone che piazza pure un bel muro. Zonca e Colli si buttano in due ad attaccare la stessa palla e l’azione dimostra quanto i biancorossi tengano alla vittoria. Nel terzo set gli ospiti racimolano una manciata di punti: 25-10. Nel quarto parziale dentro Elia per Miscione sul 7-7. Due muri del capitano (9-7 e 11-9) introducono ad un ace di Colli: 13-10. Zonca gioca al meglio tutte le sue carte e Wagner e compagni spingono: 16-11 e 20-16. La Kemas Lamipel è sicura e convinta nel finale (25-19) con Wagner e lo stesso Zonca che chiudono per il definitivo 3-1 a tinte biancorosse. Mercoledì prossimo la Kemas Lamipel sarà impegnata a La Spezia (ore 18) nel derby col Massa.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Novara è troppo forte per Il Bisonte, che cede 0-3

IL BISONTE FIRENZE 0
IGOR GORGONZOLA NOVARA 3

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 15, Alberti 3, Bechis, Bonciani, Tapp 4, Santana 8, Di Iulio ne, Parrocchiale (L) 1, Pietrelli, Miloš Prokopić 1, Tirozzi 5. All. Bracci.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Vasilantonaki 1, Camera, Plak 10, Gibbemeyer 5, Enright, Skorupa, Bonifacio ne, Chirichella 9, Sansonna (L), Piccinini 9, Zannoni, Egonu 22. All. Barbolini.
Arbitri: Oranelli – Bellini.
Parziali: 14-25, 23-25, 13-25.
Note – durata set: 20’, 30’, 22’; muri punto: Il Bisonte 8, Novara 7; ace: Il Bisonte 1, Novara 1; spettatori totali: 1000.
La serie di otto vittorie consecutive al Mandela Forum si interrompe al cospetto delle campionesse d’Italia di Novara: Il Bisonte Firenze non ha potuto fare niente di fronte a una squadra fortissima come la Igor Gorgonzola, che ha mostrato enormi capacità difensive (con una Sansonna clamorosa) ed ha avuto di conseguenza tantissime possibilità in contrattacco, ben sfruttate sia a livello generale (46% di squadra in attacco), sia a livello individuale, con una Egonu incontenibile (22 punti col 52%). Le bisontine hanno comunque lottato, e nel secondo set sono andate anche vicine a pareggiare i conti, ma il successo ospite in volata per 23-25 ha un po’ tagliato le gambe a Tirozzi e compagne, tanto che Novara nel terzo parziale ha dominato portando a casa uno 0-3 meritato. Niente di grave per Il Bisonte: non sono queste la partite da vincere assolutamente, e da martedì si riparte in palestra per preparare il derby, che si giocherà domenica alle 19.30 al Mandela Forum. Marco Bracci non può contare sull’acciaccata Di Iulio, e parte con Bechis in regia, Sorokaite opposto, Santana e Tirozzi in banda, Tapp e Alberti al centro e Parrocchiale libero, mentre Barbolini risponde con Skorupa in palleggio, Egonu opposto, Piccinini e Plak schiacciatrici laterali, Chirichella e Gibbemeyer al centro e Sansonna libero. Novara si costruisce subito due punti di vantaggio grazie agli errori in battuta di Firenze, poi il muro di Chirichella vale il primo vero allungo (5-8): Il Bisonte comunque c’è, il muro di Alberti e il primo punto di Sorokaite valgono il 9-10, ma Egonu e Plak ricreano il + 3 (9-12), e quando Gibbemeyer stampa il muro del 10-14 Bracci chiama time out. La chiacchierata però non produce gli effetti sperati: la Igor è scatenata con Egonu e Gibbemeyer, il vantaggio si dilata subito e alla fine è un attacco out di Sorokaite a consegnare il 14-25 alle ospiti. Anche nel secondo set Novara parte fortissimo con Piccinini e Egonu (1-4), poi Il Bisonte si riavvicina anche grazie a un punto in difesa di Parrocchiale (4-5), e pareggia con un muro di Tapp (8-8): quando Santana mette giù il 9-8, Barbolini chiama il suo primo time out, e la partita diventa punto a punto e bellissima, soprattutto perché Sansonna è mostruosa in difesa e la Igor può rigiocare tantissimi palloni (15-15). Le ospiti trovano il primo break col muro di Piccinini (17-19), Bracci ferma subito tutto e sul 18-19 inserisce Pietrelli per Santana, con Tapp che trova l’ace del 19-19 e Tirozzi il muro su Egonu del 20-19: sul 21-21 c’è Bonciani per Bechis in battuta, sul 22-22 Barbolini prova il doppio cambio con Camera e Vasilantonaki per Egonu e Skorupa e la greca piazza il muro del 22-23 che vale il nuovo time out Bracci. Al rientro Tirozzi trova l’angolino per il 23-23, poi Chirichella procura il set point e in battuta entra Enright al posto di Chirichella, con un’invasione di Firenze confermata dal video check che vale il 23-25. Nel terzo set c’è Miloš per Alberti, ma dopo un inizio equilibrato Egonu si fa di nuovo sentire, e sul 6-10 di Piccinini Bracci chiama time out: l’emorragia continua (6-13), il coach cambia in regia con Bonciani per Bechis, ma la partita non c’è più perché Novara continua a tenere altissima l’intensità in difesa e di conseguenza in attacco, e alla fine è Chirichella a chiudere per 13-25.
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Devo fare i complimenti a Novara che ha giocato una gran partita, era presente su tutti i palloni e noi dalla parte nostra abbiamo commesso qualche errore di troppo; alcuni indotti dal loro gioco, altri per demerito nostro. Il primo ed il terzo set sono stati molto pesanti nel risultato e questo ci dispiace molto, cercheremo di allenarci meglio per evitare di incorrere in altre prestazioni come questa già dalla prossima partita. Non dobbiamo certo pensare che la nostra squadra sia questa, anche una sconfitta ci può far crescere e senza demoralizzarci più del dovuto, testa al derby di domenica prossima”.

Sansepolcro, buona la prima

Vittoria per 3 a 1 dei nostri ragazzi della serie C, che partono con il piede giusto nel lungo cammino di questo campionato che si preannuncia piu' combattuto, con un maggior numero di squadre che puntano alla promozione, compresa questa giovane Monini che da qualche grattacapo a Celli e C che pero' non si scompone pur lasciando per strada il terzo set, ma recuperando e chiudendo la partita portando a casa il bottino pieno. Buona la prestazione globale con Andrea Bocciolesi con 21 punti, vero terminale d'attacco per Nicola Mattei, bravo a mantenere il gioco veloce alle bande con un solido Filippo Polcri, 16 punti per lui e un compagno di reparto, Stefano Celli che magari a dispetto dei soli 8 punti in attacco, si sobbarca la ricezione per tutta la partita con un un 70% di positività. Bene anche la coppia dei Centrali, con Stefano Santi 7 punti per lui e il giovanissimo Carlo Landini, 2 punti ma tantissime palle toccate a muro che hanno consentito alla difesa di ricostruire e contrattaccare in maniera efficace. buonissima prestazione anche del libero Rodolfo Fossi, che chiude la gara con un 78% di ricezione positiva e una grande prova in difesa.
NEW VOLLEY BORGO SANSEPOLCRO-MONINI SPOLETO 3 - 1
(25-22 25-22 24-26 25-21)
NEW VOLLEY BORGO SANSEPOLCRO - Mattei, Bocciolesi, Polcri, Santi, Landini, Celli, D'orazio, Lib. Fossi - n.e. Briganti, Bacchi, Giunti, Valenti, Lazzerini, Raffanti.

New Volley Borgo Sansepolcro

Punteggio pieno per la Volley Arezzo in casa del Volley Prato

La giovane banda di Caleri si impone a Prato sulla formazione Under 21 di Novelli. La squadra guidata da capitan Rossi è riuscita a far punteggio pieno in casa del Volley Prato dopo una partita lunga e combattuta. Queste le parole del coach a fine gara: "Tre punti importanti, tre punti sudati e faticati, forse troppo. Novelli con la sua squadra è stato indubbiamente bravo a non dare mai per perso il set è a combattere palla dopo palla. Dopo la prestazione con Siena ottima sotto il punto di vista tecnico e tattico mi aspettavo una gara un po' più matura mentre alle prime difficoltà ci siamo "complicati la vita" non seguendo più le indicazioni e risultando poco efficaci. Abbiamo fatto tre punti e questo dopo le ottime prestazioni nelle prime due giornate, contro avversari di spessore, ce lo meritavamo. Dobbiamo far tesoro anche di questa gara e far si che le nostre buone prestazioni siano indipendenti dall'avversario; in questo campionato molto difficile ed equilibrato dobbiamo essere più continuativi. Già da domani torniamo in palestra a lavorare in vista del match di sabato prossimo."

Volley Arezzo

Comunicato stampa Olimpia Poliri-Firenze Volley

Stop di campionato per le serie D Maschili che riprenderanno questo sabato. La Serie C maschile invece ferma la sua corsa a Grosseto con la prima sconfitta stagionale. In positivo invece la serie D Femminile con la Volley Art. Le blu gigliate vincono per 3-0 e alla fine ci sono soltanto sorrisi con le cugine della Bisonte.
Serie C Maschile Gir A
Invicta Edifox Sol Caffè - Firenze Volley 3-1
INVICTA EDIFOX SOL CAFFE’: Alpini, Barbini, Becherini, Benassi, Benedettelli (K), Brandi, Granito, Morviducci, Pedroni, Tomasi, Vigliucci (L). All. Pantalei
FIRENZE VOLLEY: Bandinelli, Barbera, Catalano, Cena, Coletti, Corti, Cotroneo (L1), Di Benedetto, Gristina (K), Magnini, Onori, Prosperi Turri, Salvini. All. Saccardi.
SET: 17/25, 25/17, 25/20, 26/24
ARBITRO: Iozzi Giulia
GROSSETO – Brutto sto per la formazione del Firenze Volley, che a Grosseto non la spunta contro l’Invicta: 3-1. La partita parte bene per i ragazzi fiorentini che si presentano più compatti e impattano bene lo scontro. Un buon vantaggio iniziale e alla fine tutto si chiude sul 17-25. Nel secondo set sono i padroni di casa a fare il ritmo del gioco. Per i biancorossi la partita ora si fa in salita e i grossetani ne approfittano per chiudere, e restituire, il 25-17. Nel terzo set le cose si fanno interessanti. Lo scontro va di punto in punto, poi l’Invicta sfruttano al meglio le mancanze degli ospiti, agguantando anche il terzo set per 25-20. Il quarto diventa un parziale infuocato. Il Firenze cerca di non staccarsi dal Grosseto, che da parte sua fa di tutto per chiudere la pratica il prima possibile. Si arriva ai vantaggi e una migliore gestione del doppio vantaggio, regala la vittoria ai padroni della Edifox per 26-24. Primo stop per i biancorossi che con un sol colpo scendono in quarta posizione, anche se ancora siamo all’incipit di questo campionato. Prossimo scontro per i biancorossi tra le mura amiche del PalaMattioli, sabato 04 novembre ore 21, contro la diretta avversaria Tomei Livorno.

Serie D Femminile Gir C
Volley Art Il Bisonte – Olimpia Poliri 0-3
Parziali: 26/28; 20/25; 18/25.
Arbitro: Cannata V.
Volley Art Il Bisonte: Neri C. (K), Ciotoli G., De Stefano A., Del Croix M., Ferrara E., Galanti A., Mariotti M., Mazzoni G., Mugnaini A., Renucci A., Vannini C., Bassilichi D. (L), Cammelli S. (L). All. Tonini D. 2° All. Giovannelli S.
Olimpia PoLiRi: Orsini J. (K), Aterini I., Azzini A., Banchieri A., Danti S., Luddi S., Matteoli I., Mattii E., Montagni A., Radicioni A., Rendo A., Moretti R (L), Barsotti L. (L). All. Mugnaini A. 2° All. Rafanelli M.
FIRENZE – Siamo solo alla terza giornata di campionato ed è già tempo di derby. Una sfida in famiglia tra l’Olimpia POLIRI allenata da Mugnaini e Rafanelli e le giovani atlete del Volley Art, giovanile de Il Bisonte, allenate da Tonini e Giovannelli. Quest’oggi è la maggiore esperienza ad avere la meglio sulla tecnica, la freschezza e l’esplosività delle padrone di casa. Nel primo set Mugnaini e Rafanelli partono con Orsini in palleggio, opposta Rendo, Luddi e Banchieri di banda, Danti e Aterini al centro e Moretti libero. Le padrone di casa rispondono con la capitana Neri in palleggio, opposta De Stefano, Vannini e Galanti di banda, Ciotoli e Mazzoni al centro e Bassilichi come libero. Un primo parziale sul filo del rasoio. Due decisioni completamente sbagliate dell’arbitro rischiano di minare il set delle azzurre, permettendo alle padrone di casa di prendere un buon margine di vantaggio andando sul 21 a 17. Ma è proprio in quei frangenti che si vede la maggiore esperienza, la maggiore lucidità in certi momenti caldi. Le giovani iniziano a sbagliare qualcosa di troppo, mentre le ospiti riescono a mantenere la testa sulle spalle riuscendo ad agguantare Neri e compagne sul 24 pari. Da lì la lotteria dei vantaggi porta il primo fondamentale set nelle casse dell’Olimpia POLIRI. Nel secondo per l’Olimpia entrano in campo le medesime sei, mentre Tonini e Giovannelli inseriscono Renucci al posto di Mazzoni. La sconfitta del set precedente ha segnato le atlete di casa, soprattutto per come è arrivata. Tonini prova il doppio cambio facendo entrare Del Croix e Mugnaini (Alessia) per Neri e De Stefano, cambio chiuso poco dopo. L’allenatore di casa cerca anche maggiore incisività nelle battute facendo entrare Mazzoni su Renucci e, successivamente, anche Mariotti su Ciotoli. Non cambia niente. Le più esperte ospiti hanno trovato il proprio passo gara e riescono a far proprio anche il secondo parziale. Nel terzo partono le solite sei per l’Olimpia, mentre Tonini e Giovannelli rispondono inserendo Del Croix per Galanti e Ferrara per Renucci. Le ospiti iniziano a macinare gioco e punti. Rendo viene sostituita da Radicioni, mentre dall’altra parte della rete torna in campo Galanti per Del Croix. Successivamente tornano in campo anche Renucci per Ferrara e Mariotti per De Stefano. Le padrone di casa sembrano aver perso tutta la linfa vitale dimostrata nel primo parziale, soccombendo agli attacchi mai banali delle ospiti in maglia azzurra. Il primo “scontro familiare” viene vinto dall’esperienza, ma il secondo potrebbe riservare toste sorprese. Per ora l’Olimpia si gode la striscia di tre vittorie consecutive pensando alla prossima sfida, sabato 4 novembre al PalaRosai, quando arriva il Prima Q allenato da una vecchia conoscenza della nostra Società: Cosimo Becucci, ex allenatore della prima squadra. Un applauso, sicuramente, deve essere fatto al Volley Art e al lavoro che Bruni, in qualità di direttore tecnico, e Tonini e Giovannelli stanno facendo con queste ragazze. Una squadra sicuramente non facile da affrontare che, col passare del tempo, sarà sempre peggio.

Immediato riscatto bianconero! Il Montebianco supera in quattro set l'ostico Dream Volley Pisa (3-1)

Archiviato il passo falso dell'ultimo sabato, il Montebianco Volley di Andrea Francesconi volta pagina e si affaccia con buone premesse al match casalingo che lo vede contrapposto al difficile avversario denominato Copidi Dream Volley Group Pisa. Quello che si trova dall'altra parte della rete è un roster in prevalenza giovane e formato in buona parte dai ragazzi che l'anno scorso hanno ben figurato nel campionato di Serie D. Ma, allo stesso tempo, è un match che, per forza di cose, riporta indietro nella mente di un paio di stagioni, quando i due sodalizi si affrontarono in finale playoff per la promozione in B: nella formazione ospite, infatti, ci sono Tommaso Lupo e quel Matteo Sabatini che, proprio in quelle due gare decisive, fu grande protagonista, oltre a coach Massimiliano Piccinetti che, per infortunio, saltò quei match che premiarono la squadra di Lazzeroni. Il bomber numero 11 pisano che, proprio in questa terza giornata, fa il suo esordio stagionale, partendo regolarmente dal primo minuto. Pronti via ed è Pieve a portarsi avanti di tre con Fattorini (8-5). Un vantaggio che verrà mantenuto, se non incrementato, qualche minuto più tardi con lo stesso numero 10 bianconero (15-10), che sicuramente sente aria di grande sfida con il sopracitato attaccante del Dream. Il Montebianco ha in mano la situazione e tiene indietro gli avversari con Del Testa e la ricezione punto di Pasquetti (20-14). Magni chiude per il 25-20 che vale il giusto vantaggio della squadra di casa. Nel secondo set è Pisa a partire meglio ed in questa fase sono i nostri a dover inseguire (7-11). Il servizio di Menichetti è importante per far ripartire la squadra, quindi arriva il sorpasso firmato Lastrucci (15-13). Fattorini chiude un bello scambio per il 19-15, poi ancora Menichetti (21-17). Non molla la presa il Copidi, anzi, sono i ragazzi di Piccinetti ad annullare due set ball, trascinando la contesa ai vantaggi. Pieve trova lo spunto decisivo per chiudere quando, sul 26 pari, sono Francesconi e Fattorini in contrattacco ad archiviare un parziale particolarmente acceso nel suo epilogo (28-26). Nel terzo set qualche problema nella ricezione locale con il Dream Volley che spinge al massimo in battuta ed è 7-11 ospite. Pieve cresce a muro: Menichetti, Francesconi e Pianigiani protagonisti a filo rete per una situazione ancora di stallo come conferma il momentaneo 20 pari, realizzato su grande attacco di Gabriele Fattorini. Stavolta il finale premia i ragazzi di Piccinetti che trovano lo slancio per portare la gara al quarto set (22-25). Un incontro che ha ancora molto da regalare ed il Dream Volley lo fa capire al rientro in campo, perché non c'è mai un break di una delle due compagini, almeno fino al 14 pari. Fino a questo momento sono, in particolare, Fattorini ed il bravo Lastrucci a tenere in corsa il Montebianco. Importante stare incollati all'avversario perché sono ancora Fattorini e Giacomo Lastrucci a consentire l'allungo che, di fatto, si rivelerà decisivo (19-15). Pisa prova un nuovo affondo (21-19) ma non basta perché è un super Magni a chiudere la saracinesca, consegnando set e match ai bianconeri (25-20). Partita intensa come da pronostico. Avversario, quello di turno, di qualità che ha già dimostrato in precedenza come abbia tutte le carte in regola per togliersi ampie soddisfazioni nell'attuale torneo. Non è stato facile superare la guardia della formazione pisana e, per questo, oltre alla tecnica, ci voleva una prova di carattere da parte del team di Francesconi. E possiamo dire che questa è puntualmente arrivata, con Magni e compagni abili a gestire a proprio favore alcune situazioni particolari come la fine del secondo set e l'andamento del quarto e decisivo parziale. Dunque, tre punti di sostanza che rilanciano la truppa del presidente Severi e permettono di guardare con buone aspettative al prossimo impegno ufficiale: Sabato 4 Novembre il Montebianco andrà a Rosignano, ospite della squadra di Marco Onorati, ancora a secco di punti.
Montebianco Volley-Copidi Dream Volley Group Pisa 3-1 (25-20/28-26/22-25/25-20): Carrai, Del Testa, Fattorini, Flego, Francesconi, Fronteddu (L2), Lastrucci, Magni, Menichetti, Pasquetti (L1), Pianigiani, Pilucchini, Poli. All.: Francesconi.

Il Montebianco ritrova la vittoria. A Santa Maria a Colle le ragazze di Russo si impongono sul Volley Barga (3-0)

Messo alle spalle l'inatteso scivolone interno con la Pallavolo Garfagnana, il Montebianco Volley di Ambra Russo e del secondo Giacomo Romano cerca la reazione nel terzo turno ufficiale: le bianconere vanno alla "Custer De Nobili" di Santa Maria A Colle dove l'avversario di giornata è il giovane Volley Barga Coppo Team. La squadra di casa, infatti, partecipa al campionato regionale con una formazione interamente "under", in gran parte U 18, ma anche con qualche atleta U 16. Lo scopo del sodalizio di Roberto Funai, infatti, è quello di favorire la crescita delle ragazze del vivaio e, da qui, la decisione di fare la Serie D con il roster che l'anno scorso trionfò nettamente in Seconda Divisione. Barga, inoltre, già sicuro della salvezza, come da regolamento per quanto riguarda le squadre under. Al suo timone non può che esserci il navigato Alessandro Nelli, un guru in quel di Lucca, confermatissimo dopo la promozione in Prima Divisione della passata stagione, contribuendo inoltre, come secondo, alla bellissima salvezza in D della compagine allenata da Lucia Evangelisti, il tecnico della promozione di due anni fa. Nelli è un'autorità in fatto di crescita di atlete del settore giovanile: sotto la sua mano esperta è passata anche quell'Ilaria Fenili, schiacciatore-opposto rivelazione dello scorso campionato, che oggi ha trovato ingaggio in Serie C nella Lucchese Unione Pallavolo. La squadra di Russo vuole ripartire nel migliore dei modi, non solo sul piano del risultato, ma, possibilmente, cercando risposte confortanti anche sotto l'aspetto della prestazione. La novità nel sestetto iniziale è il recupero lampo del vice capitano Alessia Amadei, nell'occasione "bentornata Alessia", subito lanciata dal primo minuto. Le difficoltà non mancano, lo sappiamo bene, e nella parte iniziale di gara le bianconere subiscono la verve delle giovani barghigiane: emblematica la prima azione che vede l'interessante libero di casa Caterina Bini, protagonista di un ottimo incontro, fare tre difese magistrali, a riprova di come si debba sempre lottare con il coltello tra i denti, senza guardare in faccia nessuno. Pieve un po' bloccata, con qualche pallone che cade ingenuamente, e Russo deve catechizzare la squadra sul 10-6 locale. Piano piano si sciolgono le bianconere, dove al centro Amadei e Lupi E., sia in attacco che a muro, recitano la parte del leone. Viene fuori anche Martina Focosi, che consentirà al Montebianco di allungare in maniera perentoria (12-16/13-19) prima del muro finale di Elisa Lupi (18-25). Dura poco l'equilibrio in un secondo set dove a salire in cattedra è Arianna Belli con una lunga serie al servizio che non lascia scampo a Saettoni e compagne (8-18). Elisa Lupi di nuovo in evidenza, sempre dai nove metri, ed il Montebianco archivia il parziale sul 10-25. Nel terzo set Petrini subentra all'ex Vbc ed è il turno della nuova entrata a risultare determinante per indirizzare la frazione sui binari pievarini (2-9). La situazione resta sotto controllo della squadra ospite con Giulia Lupi che può innescare più volte, e bene, un'ottima Focosi, a segno in svariate circostanze, ed anche stavolta top scorer, fino al conclusivo 13-25. Uno: era importante vincere e l'obiettivo è stato centrato. Tra l'altro primi tre punti pieni della stagione. Due: bisognava ritrovare una parvenza di gioco che, dopo un avvio così così, successivamente ha visto le ragazze di Russo muoversi con più disinvoltura e, quindi, scopo raggiunto. Però, sappiamo anche che sono altre le partite che ci diranno qualcosa di più sulla forma della squadra, oltre a rivelarci quello che potrà essere il nostro percorso. Pur rischiando di essere ripetitivi, ribadiamo il pensiero per cui la nostra squadra debba essere tranquilla e consapevole dei propri mezzi e potenzialità. Campionato difficile, questo è noto, ma è importante ritrovare le nostre sicurezze. I prossimi impegni ufficiali si prestano proprio al concetto sopra riportato. Nel turno seguente è già tempo di derby, un appuntamento sempre molto sentito e con sfide accese nelle scorse stagioni: incontreremo il Pistone Servizi Pescia dello stimato ed ottimo Giuseppe "Pep" Politi, tecnico che, dopo aver fatto le fortune del Castelfranco Volley, sta guidando in modo magistrale la prima squadra del presidente Giannoni, conferendole un'identità ben precisa a sua immagine e somiglianza. Sarà dura contro un avversario a punteggio pieno e favorito, non solo per la sfida in sé, ma anche per la lotta promozione. Ma Russo è tecnico che ci ha abituato a preparare con scrupolo gare di alto calibro ed in questo confidiamo in una settimana dove ci vorranno la massima abnegazione e professionalità da parte di tutte le componenti del roster bianconero.
U 18-asd Volley Barga Coppo Team-Montebianco Volley 0-3 (18-25/10-25/13-25): Amadei 10, Belli 8, Farci (L1), Focosi 12, Francia 7, Lupi E. 11, Lupi G. 3, Petrini 2. N.e.: Bigagli, Giori, Lupi M. All.: Russo. Vice all.: Romano.

domenica 29 ottobre 2017

Timenet Empoli vincente a Quarrata, brutto infortunio per Laura Filindassi, alla quale auguriamo di ristabilirsi il prima possibile

2-3 (21/25), (25/18), (31/29), (17/25), (11/15)
Ancora prima dell’analisi della gara, merita una menzione speciale l’infortunio di Laura, che sinceramente ci rattrista, è una tegola che si abbatte su una ragazza che nella sua storia pallavolistica, di tegole ne ha già subite parecchie, ogni volta si è rialzata dimostrando grande volontà e anche stavolta ce la farà, sperando anche che l’entità sia lieve. Vittoria in rimonta per la formazione empolese, che riesce ad agguantare i due punti rimasti in palio dopo il parziale di 2-1 nel computo dei set, si è trattato di un match molto lungo e combattuto, come spesso accade quando dall’altra parte della rete troviamo Quarrata. Primo set in iniziale equilibrio 2-3, 7-6, 11-10, 16-16, Empoli esce dal guscio 17-22, 20-24 e chiude 21-25; nel secondo parziale 4-3, 8-7, allunga Quarrata 15-10, 18-13, 22-17 e chiude 25-18; terzo set molto equilibrato 4-2, 8-8, 12-10, 15-14, 17-19, 21-21, 24-24, e poi diversi set ball per parte con prevalenza empolese, ma a chiudere è Quarrata 31-29; Empoli si scuote, non ci sta a perdere 2-6, 8-11, 10-16, 15-22 e chiude facile 17-25; sulla falsariga del set precedente parte il tie break 3-6, 6-10 (infortunio di Laura Filindassi), 7-12, 9-13 e 11-15 finale. Le padrone di casa volevano fortissimamente togliere quello 0 dalla colonna dei punti e ci sono riuscite, le ragazze di Tagliagambe dopo l’amaro epilogo del terzo set 31-29, hanno reagito con lo spirito giusto, non concedendo più strada alle avversarie e aggiudicandosi il quarto set e il tie break in modo limpido. Nella prossima gara interna, arriva al Palaramini la formazione del Cesena Riv, che ha iniziato alla grande e che merita di essere affrontata con le cautele del caso, si preannuncia un match interessante e combattuto.
Timenet Empoli Pallavolo: Lippi (4), Poggi (20), Sacconi (16), Torrini (16), Gili (16), Falsini (16), Veracini (1), Bernardini, Donati, Genova (1)-(L), n.e. Mancuso, Guarino, Cei. Allenatore: Alessandro Tagliagambe
Blu Volley Quarrata: Grosso, Cheli, Degli Innocenti, Pazzaglia, Bartolini, Becucci, Filindassi, Capocasale, Niccolai, Savella, Chiti (L), n.e. Bagni, Di Gregorio, Gradi. Allenatore: Davide Torracchi
Arbitri: Angelucci Claudia (LI) e Bucci Marina (PI).

Fonte: Empoli Pallavolo – Ufficio Stampa

E il quarto vien da sé..

Terza vittoria consecutiva per la Maxitalia Service Jumboffice Sestese che anche contro il Colle Volley ASD fa bottino pieno. Inizia il match e mister Formigli schiera il sestetto base in campo e i sestesi partono subito forte lasciando poco o niente al Colle Volley che non possono fare niente contro gli attacchi di Benini&C. difatti il primo set si chiude sul 25/14 per i sestesi. Parte il secondo set e la trama e la stessa del primo set con la Maxitalia Jumboffice Sestese che denota una certa superiorità nei confronti degli ospiti ed è a questo punto che mister Formigli inizia la girandola di cambi dando spazio a tutti i ragazzi in rosa anche a quelli che fino ad oggi avevano giocato meno , ma il gioco in campo non cambia e i sestesi si aggiudicano anche il secondo set con il punteggio di 25/15. Il terzo set è la fotocopia dei precendenti con i sestesi che controllano al meglio e che lasciano davvero poco o niente agli avversari andando a vincere il set 25/17. Ora dovrà essere bravo mister Formigli a far rimanere concentrati e con i piedi per terra i suoi ragazzi perchè il percorso è ancora lungo e tutto può ancora succedere a partire da Sabato prossimo dove la Maxitalia Jumboffice Sestese dovrà affrontare la difficile trasferta di Cortona contro il Cortona Volley.
Maxitalia Service Jumboffice Sestese - Colle Volley ASD 3/0
parziali: 25/14 - 25/15 - 25/17

Ufficio Stampa
Pallavolo Sestese ASD maschile

Lupi, un duello per risalire la china

Per la settima giornata d’andata, si sfidano oggi al PalaParenti (ore 18) le ultime due squadre del Girone Bianco della A2: la Kemas Lamipel, penultima con 7 punti e la Materdomini.it di Castellana Grotte, ultima a quota 3. I “Lupi” sanno che, ottenendo una vittoria da tre punti, potrebbero migliorare decisamente la loro posizione in classifica. Questa è corta e, con la vittoria piena, tornerebbe il sorriso. I biancorossi non vincono da un mese. Al successo su Grottazzolina, alla prima di campionato, sono seguite cinque sconfitte consecutive, di cui quattro al quinto set. I baresi di Castellana Grotte hanno invece superato da tre il Catania, osservato un turno di riposo alla sesta giornata, dopo i quattro precedenti turni infruttuosi: Potenza Picena, Aversa, Roma e Reggio Emilia. I pugliesi sono saliti in Toscana per affrontare, prima i santacrocesi e poi Siena, dando continuità alla vittoria sul Catania. L’obiettivo è quello di raccogliere più punti possibile in vista delle sfide interne con Alessano e Massa. La Kemas Lamipel tornerà invece all’opera mercoledì prossimo, nel secondo derby toscano, con Massa a La Spezia. Ballano punti pesanti, che possono avere effetti quanto mai benefici, per risalire la china. La città di Castellana Grotte ha due squadre ai massimi livelli: in Superlega la New Mater Bcc ed in A2 la storica Materdomini del presidente Miccolis. La formazione di Maurizio Castellano è composta da giovani di prospettiva (Lavia, Pilotto, Gargiulo, e Saibene) e da atleti esperti come l’ex Patriarca e Fiore. Totire, coach dei “Lupi”, è nato proprio a Castellana Grotte. Per lui una gara speciale in un pomeriggio in cui, per Ciulli e compagni, è veramente vietato sbagliare. ANTICIPI – Intanto ieri sera si sono disputati due incontri validi per la settima d’andata. Grottazzolina ha superato per 3-0 Massa, mentre Potenza Picena ha prevalso per 3-2 sul Catania al quinto set. Questa la classifca al momento: Roma: 13, Grottazzolina: 12, Aversa: 11, Siena: 10, Potenza Picena: 10, Catania: 9, Massa, Alessano, Reggio Emilia e Santa Croce: 7, Castellana Grotte: 3.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce