lunedì 11 dicembre 2017

Prestazione deludente per la Fonteviva

Fonteviva in buca. La squadra toscana torna da Aversa a mani vuote e soprattutto con sulle spalle una prestazione deludente per approccio e mordente. Massa è sembrata quasi votata alla sconfitta e dopo aver lottato, anche se confusamente, per un set, ha quasi alzato bandiera bianca perdendosi in mille errori ed ingenuità. Resta pure complicato commentare una gara come questa. Una gara che una squadra nelle condizioni di classifica della Fonteviva avrebbe dovuto giocare con il coltello tra i denti e che invece si è lasciata sfilare tra le mani senza dare l’impressione di volerci provare veramente o quanto meno di crederci.
SIGMA AVERSA – ACQUA FONTEVIVA MASSA 3-0
Sigma Aversa: Pinelli 6, Boesso, Santangelo 20, Vacchiano, Grassi, Vigil Gonzales 7, Libraro 9, Simeonov 8, Catena, Montò, Baldari, Marra, Giacobelli 11. All. Bosco; 2° all. Passaro.
Acqua Fonteviva Massa: Bortolini, Cuk 11, Leoni 2, Briglia, Bolla 3, Bernieri di Lucca, Nannini 2, Calarco 5, De Marchi 6, Briata, Silva 2, Quarta, Biglino 1. All. Mosca; 2° all. Urbani.
Arbitri: Antonella Verrascina e Luca Grassia; addetto video check Daniel Beneduce.
Parziali: 25-22; 25-16; 25-19.
Servizi err/punti: Aversa 9/6, Fonteviva 8/2
Muri punto: Aversa 14; Fonteviva 3
1° set: Massa in maglia rossa da trasferta e con Quarta ancora convalescente. Mosca sceglieva quindi Leoni e Cuk in diagonale, Nannini e Biglino al centro, De Marchi e Bolla di banda e Bortolini libero. Padroni di casa con Pinelli e Santangelo in diagonale, Vigil e Giacobelli centrali, Libraro e Simeonov di banda e Vacchiano libero. Dopo le prime fasi di studio, con Aversa comunque avanti (4-2 e 5-3) e con Massa buona nel contrattacco ma leggera in difesa, primo break della squadra di casa con Libraro al servizio Santangelo a sfruttare le mani del muro massese e Giacobelli a muro (9-5). Tempo Mosca. Ancora Aversa a salire sul più cinque. Ancora troppe le sbavature degli ospiti che però trovavano in Cuk l’esperienza per gestire palloni importanti e tornare sotto (11-10). Tempo Aversa. Parità al ritorno in campo e gran piazzata di De Marchi per il primo vantaggio ospite (11-12). Gara non bella ma equilibrata. Muro Nannini su Gonzales per il 15-15. Massa, però, ancora fallosa e due palle mal gestite costavano il break di Aversa (19-16). Fonteviva che provava a rimanere in scia (21-19 e 22-21) ma due errori al servizio tenevano avanti i padroni di casa (24-21). Buon ingresso di Calarco ma chiusura Aversa a 22;
2° set: tre errori ad aprire il secondo set (3-0 e 5-2). Fonteviva molto imprecisa (9-5) e Mosca a fermare il set. Tutto troppo facile per Aversa (13-5) contro un Massa poco preciso e molto confusionario. Attacchi degli ospiti che raramente trovavano il campo e quando lo facevano trovavano magari il muro campano (15-6). Fonteviva molto brutta in questa fase e aversa che non faticava a strappare (17-8). Dentro Silva con buon impatto sul set. Chiusura campana comunque agevole;
3° set: Calarco in attacco per Mosca. Tecnico dei toscani subito al tempo sul 5-2 Aversa. Dentro anche Briata a dare una mano in seconda linea. Libraro al mani e out e palletta per l’8-4. Ancora Massa in grande difficoltà e non solo per i meriti degli avversari (12-6). Parziale senza tanta storia (20-11) tranne che per un break finale d’orgoglio da parte degli ospiti (20-16). A vanificare tutto anche in questo caso un errore al servizio seguito da una ricezione in tribuna.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti