giovedì 25 gennaio 2018

Dream Volley Fucecchio vince per 3-2 a Mantova e centra la storica qualificazione in Coppa Italia!

DREAM VOLLEY FUCECCHIO: Caramelli 1, Ferretti 9, Lusori, Rossi n.e., Gori n.e., Aliberti 10, Giani n.e., Lupetti (L), Freut n.e., Lumini 11, Rocchini 8, Hendriks 20, Lazzeroni 4, Tesi (L). All.: Nuti-Benvenuti.
TOP TEAM MONTEPASCHI MANTOVA: Nibbio 6, Giglioli 25, Gola 17, Bigarelli 13, Artoni 4, Ferri Lazzaroni 7, Trentin (L), Bertazzoni 2, Rovesta n.e., Lorenzi n.e., Shelepayuk n.e., Baraldi. All.: Guaresi-Rossi
Arbitri: Scarpulla e Pasquali
Successione set: 25-18/25-21/22-25/19-25/15-17.
Battute sbagliate Fucecchio: 17; Aces: 6; Muri: 10.
Battute sbagliate Mantova: 23; Aces: 11; Muri: 10.
Il Dream Volley Fucecchio riesce ad aggiudicarsi una partita data da tutti per persa, sotto 0-2, per poi vincere in trasferta per 3-2 contro l´ostica formazione della Montepaschi Mantova dopo più di 2 ore e 30 di gioco, centrando la storica qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia. Il girone di andata si conclude dopo la 13esima giornata e sancisce i bianconeri guidati dagli allenatori Marco Nuti e Federico Benvenuti come campioni di inverno, dopo una entusiasmante cavalcata che li vede vittoriosi su ben 10 partite delle 12 giocate ed un bottino di 29 punti all´attivo; con i diretti inseguitori, ovvero Campegine, che guadagna un punto e si porta ad una lunghezza mentre in terza posizione troviamo Mirandola a quota 25 punti. Questo è quanto basta alla squadra fucecchiese per centrare un traguardo mai raggiunto fino ad oggi nella venticinquennale storia del club. La partita di Sabato scorso è stata una vera e propria lotta all´ultimo punto, con Mantova in grado di mettere seriamente in difficoltà Rocchini e compagni nelle prime 2 frazioni di gioco, ma che poi deve cedere sotto i colpi di un ritrovato Niki Hendriks, che non ancora al 100%, mette in campo una prova di carattere, aiutato dal giovane schiacciatore-ricevitore Aliberti in serata di grazia e con ben 10 punti all´attivo. In avvio di primo set Marco Nuti schiera la formazione: Lazzeroni-Rocchini, Caramelli-Lumini, Ferretti-Lusori e libero Lupetti, con Hendriks tenuto ai box per salvaguardare il suo recupero dopo il brutto infortunio alla caviglia a cui è andato incontro 2 settimane fa. Mantova dalla sua schiera: Nibbio-Giglioli, Bigarelli-Gola, Ferri Lazzaroni-Artoni con libero Trentin. Pronti via è Mantova a fare la voce grossa, portandosi da 8-7 al punteggio di 16-7. Pare proprio che i bianconeri siano rimasti nello spogliatoio, e Nuti è costretto a dare una scossa alla squadra rilevando uno spento Caramelli con Aliberti, ma ciò non basta a recuperare un set ormai andato, chiuso dagli avversari per 25-18. Nel secondo set Rocchini ritorna nel ruolo di centrale al posto di Lusori ed Hendriks in campo come opposto per tentare la carta del tutto per tutto. I fucecchiesi reagiscono quindi ad un inizio di partita disastroso e finalmente macinano punti su punti, con Lazzeroni che fa girare il suo reparto schiacciatori come non mai. Ma sul 8-14 si spenge ancora la luce e Mantova recupera, complice un ottimo Bigarelli che alterna giocate di potenza a colpi da "beach" spiazzando ripetutamente il muro fucecchiese. Ancora una volta il Dream Volley Fucecchio è costretto a cedere campo e nemmeno Lumini riesce a stoppare l´avanzata avversaria che si conclude sul 25-21. Ciò che è stato visto di buono nel secondo set però non viene gettato alle ortiche nella terza ripresa dove Fucecchio si rende finalmente conto dell´importanza della posta in palio e riesce ancora una volta a scuotersi dal torpore e giocare con grinta e determinazione. Il terzo ed il quarto set sono uno la fotocopia dell´altro; Fucecchio lotta punto a punto e accelera sul finale con Lupetti in crescendo in difesa dove recupera a più riprese le bombe dell´opposto Giglioli, e con Hendriks e Lumini inarrestabili. Sul punteggio di 2-2 si va al tie-break, vera e propria roulette russa dove tutto può accadere. Mantova e Fucecchio avanzano punto a punto fino al 12-11, ma sul finale grazie a un muro punto di Ferretti ed a un ace di Hendriks su battuta float Fucecchio si porta sul 14-12. Clamorosa l´azione successiva con Lazzeroni per Aliberti, con alzata a smarcare (senza muro) per il punto che avrebbe chiuso la partita, dove il giovane schiacciatore sbaglia con un attacco in rete e riapre le speranze mantovane, che si portano addirittura avanti sul 15-14 con Hendriks a firmare il pareggio. È però lo stesso Aliberti a farsi perdonare con un ottimo turno finale in battuta dove dopo il primo servizio chiuso dal rigore di Ferretti, conclude con un ace la partita finalmente sul risultato di 2-3. Senza dubbio è stata una partita dalle due facce con un avvio disastroso e remissivo da parte dei giocatori bianconeri, ma con una conclusione eccellente che oltre a garantirci il primato in classifica al giro di boa del campionato ci permette di accedere ai quarti di finale di Coppa Italia. Ora non ci resta che festeggiare il bellissimo traguardo raggiunto, ma senza perdere di vista il prossimo impegno che ci attende in terra emiliana per la prima giornata di ritorno del campionato Sabato 3 Febbraio, contro Villadoro Modena.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti