lunedì 30 aprile 2018

Un po' a fatica ma niente scherzi

Era l'ultima partita della regular season al Palazzetto dello Sport di Sesto Fiorentino, davanti al proprio pubblico e i ragazzi di Mister Formigli non hanno tradito le attese anche se un po a fatica, ma ci sta dopo una stagione vissuta ad alti livelli e con la testa forse già ai play off. I primi tre set sono un l'uno la fotocopia dell'altro dove la Sestese Maxitalia Service Jumboffice si macinava punti ma ne concedeva anche alla Sales Volley, come testimoniano i risultati dei set (25/21 - 22/25 - 25/22), solo nel quarto set abbiamo rivisto la vera Sestese Maxitalia Service Jumboffice, che con i colpi di Benini & C. non ha lasciato scampo agli avversari andando a vincere il set con il punteggio di 25/15. Ora testa all'ultima di campionato contro il PVP Vaiano Volley in trasferta dove occorre l'ultimo sforzo di questa regular season, poi Mister Formigli dovrà ricaricare metalmente e fisicamente i ragazzi per affrontare al meglio i play off.
Sestese Maxitalia Service Jumboffice - Sales Volley Firenze 3/1
parziali: 25/22 - 22/25 - 25/22 - 25/15

Pallavolo Sestese ASD maschile

domenica 29 aprile 2018

L´Ambra Cavallini batte Quarrata al PalaZoli

L´Ambra Cavallini conquista tre punti nell´ultima gara casalinga della stagione. Bella prova per la truppa di Giancarlo Chelli, che di fronte ai propri tifosi mette al tappeto il Blu Volley Quarrata, con il punteggio di tre a uno. Nonostante la matematica retrocessione in B2, la compagine pontederese si mostra pimpante fin dalle prime battute. Le pistoiesi, tuttavia, non regalano niente e la frazione d´apertura si gioca sul filo del rasoio. Nel finale, sono Lisandri e Donati a dare la scossa all´Ambra Cavallini, che chiude 25-22. Grande equilibrio anche nel secondo parziale, con il Blu Volley ad aggrapparsi all´esperienza di Pazzaglia e Becucci. Entrambi i sestetti si esprimono a buon livello e il pubblico del PalaZoli si diverte. E´ Quarrata, però, a piazzare la zampata vincente (24-26) e a riportare il match in parità. Nel terzo parziale, l´Ambra Cavallini mette la freccia, sfruttando la serata positiva di tutte le proprie atlete. Le ospiti mollano la presa (25-18) e Chelli dà spazio anche alle giovanissime Ciari e Luci, entrambe al debutto assoluto in serie B1. Solita musica nel quarto parziale, dove Blu Volley esce lentamente dalla partita e consente all´Ambra Cavallini di regalare una bella vittoria (25-15) ai propri sostenitori. Sabato, a Montale Rangone, ultimo impegno stagionale per le pontederesi, di scena sul parquet dell´Emilbronzo 2000.
Ambra Cavallini Pontedera - Blu Volley Quarrata 3-1
Ambra Cavallini Pontedera: Dall´Ara 2, Lisandri 17, Chini 8, Gabrieli 8, Donati 19, Bardi 10, Santerini (libero), Luci, Sentieri, Ciari (libero), Genovesi. Allenatore: Chelli.
Arbitri: Bertonelli e Forte.
Parziali: 25-22, 24-26, 25-18, 25-15.

Domenica di allenamenti per la Emma Villas. Cruciani: “Siamo tutti concentrati sull’obiettivo”

“Siamo concentrati e indirizzati sull’obiettivo”. Parola di Simone Cruciani, assistente allenatore della Emma Villas Siena. La squadra biancoblu tornerà anche domani, domenica 29 aprile, in viale Sclavo per ultimare la preparazione in vista di gara1 della finale dei Play Off Promozione di Serie A2 UnipolSai, in programma martedì 1 maggio a partire dalle ore 19 al PalaEstra di Siena. “I ragazzi stanno rispondendo bene in questi dieci giorni che ci sono tra la gara3 della semifinale e la gara1 della finale – prosegue Cruciani –. Giocare questa serie sarà molto emozionante, si affronteranno due formazioni che sono in grande forma e anche in fiducia. Per quanto mi riguarda, per me questa stagione è positiva e di grande formazione. Abbiamo già vissuto giornate da ricordare e belle vittorie, penso al successo conquistato a Bergamo o a quello in gara1 dei quarti di finale a Viterbo contro Tuscania, un momento nel quale ho avuto la sensazione che la squadra stesse cambiando marcia. Adesso ci giochiamo questa serie di finale e lo faremo con la massima concentrazione e al meglio delle nostre capacità. Invito ovviamente i senesi ad essere presenti al PalaEstra per gara1 martedì 1 maggio. Il nostro pubblico è molto caldo, si fa sentire, ci sta vicino e noi avvertiamo il calore che ci fornisce sia in casa che in trasferta”. Per acquistare i biglietti per gara 1 e per gara3 al PalaEstra la biglietteria sarà aperta anche lunedì 30 aprile dalle 16 alle 19. Poi martedì 1 maggio, giorno di gara1, dalle 10,30 alle 13 e dalle 16 in poi. Per gara 3 la prevendita è attiva anche il 4 e il 7 maggio dalle 16 alle 19. Poi martedì 8 maggio dalle 10,30 alle 13 e dalle 16,30 in poi. La prelazione potrà essere fatta esclusivamente al PalaEstra o scrivendo una mail a marketing@emmavillasvolley.com con i dati dell’abbonamento e si conclude: per gara 3 venerdì 4 maggio alle 19. Per gara 3 la prelazione al PalaEstra è attiva il 4 dalle 16 alle 19. Il biglietto ha il costo di 13 € intero, di 10 € ridotto (le riduzioni si applicano ad abbonati Emma Villas Siena della stagione sportiva 2017/2018, tesserati Fipav, ragazzi dai 12 ai 18 anni). Chi ha meno di 12 anni potrà entrare gratuitamente, ma dovrà prima ritirare un tagliando in biglietteria (se preso in prevendita ha il costo di 2 €).

2 Div/F: A Lucca termina la stagione

La squadra di Paladini chiude con una sconfitta contro il leader e neopromosso Volley Pantera (3-0)
Ultimo impegno ufficiale del campionato di Seconda Divisione: il Montebianco Volley di Elena Paladini consuma le sue ultime fatiche alla "Martini", in zona San Marco, parquet del blasonato Volley Pantera Lucca. Ad aspettare le pievarine c'è la formazione capolista del torneo, capace di dominare in ogni gara, ottenendo sempre i tre punti e concedendo appena un set. Dati impressionanti che significano semplicemente promozione diretta in Prima Divisione, totalizzando 42 punti in 14 partite (compresa quella odierna), numeri da record. Complimenti ai coach Gabriele Romboni e Chiara Petretti ed alle loro giocatrici, roster interamente U 18, in grado di centrare uno degli obiettivi prefissati dalla società presieduta da Ottorino Papini, con la seconda squadra del sodalizio di via Baccelli che raggiunge il massimo campionato territoriale. Di fronte ad una corazzata simile, e non avendo più nulla da chiedere, il compito delle pievarine è semplicemente quello di onorare al meglio la gara ed uscire dal campo a testa alta. Paladini sceglie Sorini-Minafra in diagonale, Toci-Franchi al centro, Lucherini-Venuti laterali, Gallo libero. Primo set che fa registrare la netta presa delle redini da parte della squadra di casa, la quale approfitta delle molte incertezze evidenziate dalle bianconere. Il servizio non va, nemmeno la costruzione funziona con tanti palloni gestiti in malo modo, perciò per le ragazze di Romboni non è difficile approfittarne: il Pantera fugge in modo perentorio, Pieve non trova mai la soluzione giusta in attacco ed il primo parziale scorre a senso unico verso il 25-16. Cambia la situazione nel secondo set, quando tra le file ospiti entra Becuzzi per Minafra. Stavolta la squadra di Paladini riesce a trovare una migliore sistemazione sul parquet e se la gioca alla pari della capolista, tanto è vero che sono le ospiti a tenersi costantemente avanti di due-tre lunghezze, fino a condurre sul 16-19. Momento topico della frazione, in quanto il Pantera alza il livello del proprio servizio e blocca il gioco delle pievarine, fino a quel momento fluido e senza intoppi. Le ragazze di Romboni prendono il controllo del set e lo conducono fino al 25-21. Nel terzo set Paladini effettua altre variazioni: entra Bonelli per Venuti, così come Leone per Toci. Frazione che segue il tema del punto a punto tra le due squadre: in alcuni momenti è Pieve a portarsi avanti grazie ad una buona prova al servizio, diversi sono stati i punti diretti nel fondamentale, la ricezione è apparsa in crescita grazie ad una migliore lettura delle traiettorie avversarie. Le bianconere tengono testa alle quotate locali, ma nel finale sono le panterine a far valere quel pizzico di sangue freddo in più che consente loro di chiudere set e partita (26-24). Al Pantera i complimenti per la meritata vittoria della competizione. Va dunque in archivio un altro campionato, quindi è tempo di fare alcune considerazioni a margine dell'ultimo pallone caduto: è stata un'avventura che ha messo tutti i suoi protagonisti a dura prova. Si è dovuto utilizzare tutto il tempo necessario per trovare l'amalgama di un gruppo che era un mix tra chi c'era già nelle due stagioni precedenti ed altri elementi provenienti da realtà diverse. Venivamo da due annate nettamente negative nella categoria, sintomo di un lavoro che era stato esiguo e questo ha fatto sì che si dovesse, a tratti, ripartire da zero sia per quanto riguarda l'aspetto tecnico che su quello caratteriale, quindi la necessità di costruire un'identità collettiva. Dopo le prime partite, la squadra ha iniziato piano piano a trovare un proprio equilibrio, non facile da mantenere a causa di alcune defezioni, vuoi anche per sovrapposizioni con altri impegni ufficiali che hanno impedito di poter disporre del roster intero. L'anno scorso avevamo scritto, in occasione dell'ultima partita ufficiale, come l'obiettivo della nuova stagione fosse semplicemente quello di provare a fare meglio e mettere in atto qualche progresso. Da questo punto di vista possiamo dire che sia stato centrato sia per i punti in più totalizzati ma soprattutto per gli sprazzi di gioco che la squadra è stata brava a fornire, riuscendo anche a togliersi qualche soddisfazione. Resta, chiaramente, un po' di rammarico per le occasioni non concretizzate con qualche avversario tranquillamente alla portata, posizionatosi alle nostre spalle, che avrebbe potuto consegnarci una posizione migliore in classifica. Sommando tutte le analisi fatte, dobbiamo ringraziare gli allenatori per il lavoro svolto, conferendo alla squadra una credibilità che si è tradotta in buone prestazioni espresse sul finire di campionato. Brave sicuramente le atlete chiamate in causa, le quali, strada facendo, hanno cominciato a credere nel lavoro e nella filosofia adottata dallo staff tecnico. Quest'ultimo, nonostante tutte le difficoltà del caso, si reputa soddisfatto dei progressi fatti registrare sia sul piano tecnico che su quello fisico da molte ragazze rispetto ad inizio anno. Infine, un ringraziamento doveroso va a quei dirigenti e sostenitori che hanno sempre seguito la squadra, senza mai far mancare il proprio supporto, incoraggiandola fino alla fine e mostrando dedizione alla causa.
Volley Pantera Lucca-Montebianco Volley 3-0 (25-16/25-21/26-24): Barca, Bartoletti (L2), Becuzzi, Bonelli, Franchi, Gallo (L2), Leone, Lucherini, Minafra, Sorini, Toci, Venuti. All.: Paladini.

venerdì 27 aprile 2018

Fabroni e Vedovotto: “siamo orgogliosi di giocare questa finale, aspettiamo tanti tifosi già per Gara1”

Il palleggiatore e capitano della Emma Villas Siena Marco Fabroni e lo schiacciatore del team biancoblu Filippo Vedovotto proseguono insieme ai compagni la preparazione in vista di gara1 della finale dei Play Off Promozione di Serie A2 UnipolSai che è in programma martedì 1 maggio alle ore 19 al PalaEstra. La squadra effettua oggi una doppia seduta di allenamento nel palazzetto dello sport di viale Sclavo. “Siamo molto felici di avere raggiunto questa serie di finale playoff – commenta Marco Fabroni –. Il cammino è stato lungo e non semplice, ci sono stati tanti cambiamenti e quello che abbiamo raggiunto non era certo un obiettivo scontato e facile da conquistare. Abbiamo fatto un ottimo lavoro e stiamo continuando a farlo insieme a coach Juan Manuel Cichello e a tutto lo staff tecnico. L’inizio della stagione non è stato semplice, ribadisco i miei complimenti alla società che non ha mai smesso di credere che potessimo arrivare fino a qui e che ha pure fatto gli innesti giusti. Grazie anche a coach Manuel Cichello abbiamo cambiato mentalità e siamo cresciuti nel corso dell’annata. Adesso affronteremo Spoleto, una squadra forte e con giocatori esperti e di buonissimo livello. Per noi è fondamentale che tanti tifosi vengano a sostenerci già per gara1 martedì 1 maggio. Il pubblico è cresciuto molto nel corso di questa stagione, sono caldi e si fanno sentire. Il loro apporto è molto importante per noi”. “Quello della finale playoff è un bellissimo traguardo raggiunto – aggiunge Filippo Vedovotto –. Ci giochiamo un pezzo di storia per questa società e per la città. Siamo orgogliosi di essere arrivati a giocare questa serie. Spoleto è una squadra molto forte, la conosciamo bene. A mio avviso nei playoff già contro Tuscania e Gioia del Colle siamo riusciti a fare un bel passo in avanti pure dal punto di vista mentale, ma dobbiamo proseguire su quella strada. Quando andiamo sotto di qualche punto stiamo riuscendo a trovare il modo di recuperare, e questa è una cosa importante. Stiamo provando bellissime sensazioni, non capita tutti i giorni di arrivare fino ad una finale playoff. Bisogna giocarsela e in gara1 davanti al nostro bellissimo pubblico vogliamo dare il massimo”. Per acquistare i biglietti per gara 1 e per gara3 al PalaEstra la biglietteria sarà aperta giovedì 26, venerdì 27 e lunedì 30 aprile dalle 16 alle 19. Poi martedì 1 maggio, giorno di gara1, dalle 10,30 alle 13 e dalle 16 in poi. Per gara 3 la prevendita è attiva anche il 4 e il 7 maggio dalle 16 alle 19. Poi martedì 8 maggio dalle 10,30 alle 13 e dalle 16,30 in poi.
La prelazione potrà essere fatta esclusivamente al PalaEstra o scrivendo una mail a marketing@emmavillasvolley.com con i dati dell’abbonamento e si conclude:
per gara 1, venerdì 27 aprile alle 12;
per gara 3 venerdì 4 maggio alle 19.
Per gara 1 al PalaEstra è aperta la biglietteria giovedì 26 dalle 16 alle 19.
Per gara 3 la prelazione è attiva il 4 dalle 16 alle 19.
Il biglietto ha il costo di 13 € intero, di 10 € ridotto (le riduzioni si applicano ad abbonati Emma Villas Siena della stagione sportiva 2017/2018, tesserati Fipav, ragazzi dai 12 ai 18 anni). Chi ha meno di 12 anni potrà entrare gratuitamente, ma dovrà prima ritirare un tagliando in biglietteria (se preso in prevendita ha il costo di 2 €).

Playout A2, gara 4 a La Spezia

L’ultima al “Mariotti” per allungare la serie. Gara quattro della serie Play Out si gioca questa domenica alle ore 18.00 a La Spezia (arbitri Fabio Bassan di Brescia e Maurina Sessolo della sezione di Treviso-Belluno; addetto Video Check Andrea Clemente) e, comunque vada, sarà l’ultima gara stagionale dell’Acqua Fonteviva davanti al proprio pubblico. Un solo obbiettivo possibile per Massa e cioè la vittoria. Non ci sono alternative e non ci sono seconde chance per i ragazzi di Masini. Più sereno, almeno sulla carta, invece l’approccio alla sfida da parte della Conad. Gara quattro per Reggio, avanti 2-1 nella serie, vale infatti già un match point. Dovranno essere bravi i ragazzi di Masini a sfruttare il fattore “Mariotti” e quindi a rinviare tutto a gara cinque. La Fonteviva arriva a questa sfida con la delusione di aver solo sfiorato l’impresa in gara tre al “Bigi” di Reggio Emilia ma anche con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per far propria non solo gara quattro ma anche la salvezza. Il gruppo di Masini nelle ultime due uscite è apparso tonico, combattivo ed ha affrontato il campo con l’atteggiamento giusto. L’approccio che aveva consentito a Massa di regalarsi i play out nella seconda fase della Pool C e che adesso serve per scalare la montagna Reggio Emilia. Dal punto di vista fisico rimane in dubbio la piena disponibilità di Matteo Bolla, presente in gara due solo per onor di firma ed utilizzato solo parzialmente da Masini in gara tre. Scontato l’appello ai tifosi dell’Acqua Fonteviva a partecipare numerosi sugli spalti del “Mariotti”. E’ l’ultima in casa e non è banale.
La rosa delle due squadre:
Acqua Fonteviva Massa: Bortolini, Cuk, Dolgopolov, Leoni, Briglia, Bolla, Bernieri di Lucca, Nannini, Calarco, Briata, Silva, Quarta, Biglino. All. Masini; 2° all. Urbani.
Conad Reggio Emilia: Held, Iglesias, Sesto, Arienti, Bortolozzo, Bellini, Bonante, Ferrari, Ippolito, Onwuelo, Cester, Morgese, Koraimann. All. Jan Henk Held; 2° all. Zambolin.
Arbitri: Fabio Bassan (Brescia) e Maurina Sessolo (Treviso-Belluno); addetto Video Check Andrea Clemente
Il calendario della serie:
Gara 1 - Conad Reggio Emilia – Acqua Fonteviva Massa 3-0
Gara 2 - Acqua Fonteviva Massa - Conad Reggio Emilia 3-0
Gara 3 - Conad Reggio Emilia – Acqua Fonteviva Massa 3-1
29 aprile ore 18.00 - Acqua Fonteviva Massa - Conad Reggio Emilia
6 maggio ore 18.00 - Conad Reggio Emilia – Acqua Fonteviva Massa
Di seguito il costo dei biglietti per assistere alle gare dell’Acqua Fonteviva Massa in programma al Palasport “Gianfranco Mariotti” di La Spezia:
Intero 10,00 euro
Ridotto 5,00 euro (Under 18 ed Over 60)
Ingresso gratuito per gli Under 12

Lucia Bosetti sarà della Savino Del Bene anche per la stagione 2018/2019

Ora e’ ufficiale, la schiacciatrice Lucia Bosetti vestirà ancora la maglia della Savino Del Bene Volley nella stagione 2018/2019. Giocatrice per palati fini, è capace di compensare la non elevata statura con un atletismo mostruoso e un bagaglio tecnico da fuoriclasse. Nel suo primo anno con la Savino Del Bene è stata protagonista di un’eccellente stagione in tutti i fondamentali. Cosa ti ha spinto a rimanere a Scandicci? “L’ambizione della Società: la Savino Del Bene punterà ancora in alto e parteciperà alla Champions con la voglia di ben figurare. Per me è anche importantissima l’empatia con una città: a Scandicci mi sono trovata molto bene. E poi ho un desiderio, vorrei alzare un trofeo con questa squadra”. Cosa è mancato quest’anno in semifinale per andare avanti? “Un po’ di convinzione in noi stesse. Durante l’anno eravamo state molto brave nel muro-difesa, non lo siamo state altrettanto con Conegliano e loro sono una squadra che non ti lascia scampo se sbagli qualcosa”. Che cosa comporterà giocare la Champions? “Prima di tutto confrontarsi con le squadre più forti di Europa è sempre un’emozione e sono sicura che giocando più spesso troveremo più velocemente la quadratura giusta. Non sempre chi gioca di più è penalizzato…” “A presto Scandicci, sono sicura che sarà una stagione molto importante” Curiosità e carriera: Lucia Bosetti ha la pallavolo nel sangue. La famiglia Bosetti, infatti, è interamente dedita al volley, con entrambi i genitori che hanno praticato la pallavolo ed oggi sono allenatori: il padre, Giuseppe Bosetti, ha allenato anche la nazionale italiana femminile e la madre, Franca Bardelli, ha ottenuto 93 presenze con la nazionale maggiore; anche le due sorelle, Caterina e Chiara, sono pallavoliste. La carriera di Lucia Bosetti inizia nel 2003, quando a quattordici anni esordisce in Serie C con la squadra di pallavolo dell’Amatori Atletica Orago, dove resta fino al 2007 conquistando due promozioni consecutive che portarono la squadra all’esordio in B1. Nell’estate del 2006 vince il campionato Europeo Under-19. Nel 2007 viene ingaggiata dal Sassuolo Volley dove resta per due stagioni, ottenendo in entrambe la qualificazione di play-off scudetto; le buone prestazioni in Serie A1 le valgono nel 2008 la convocazione in Nazionale maggiore, con cui disputa diversi tornei di preparazione come quello di Montreux e quello di Courmayeur; a seguito dell’infortunio di Antonella Del Core viene convocata per l’ultimo week-end e la fase finale del World Grand Prix 2008. Gioca alcune partite da titolare, venendo utilizzata anche in difesa e in battuta: con la squadra vince la medaglia di bronzo. Nel 2009 vince con la nazionale il Campionato Europeo e il Grand Champions Cup. Nella stagione 2009-10 viene ingaggiata dal Volley Bergamo, con il quale vince la Champions League 2009-10 e il campionato 2010-11, mentre con la Nazionale si mette al collo il bronzo al World Grand Prix e nel 2011 vince l’oro alla Coppa del Mondo. Nelle ultime stagioni ha avuto un’esperienza in Turchia nel Fenerbahçe e nei maggior club di Serie A1 riuscendo a vincere Scudetti e Coppe Nazionali. Il passato, il presente e il futuro è con la Savino Del Bene Volley.

Beatrice Parrocchiale, atto sesto

Non ha ancora ventitré anni, ma Beatrice Parrocchiale è già una bandiera de Il Bisonte Firenze. E anche nella prossima serie A1 vestirà quella maglia numero 10 che è ormai sua dall’estate del 2013. C’erano pochi dubbi sulla conferma del libero classe 1995, milanese di nascita ma ormai fiorentina d’adozione, e infatti le due parti hanno trovato senza problemi l’accordo per prolungare il rapporto di almeno un’altra stagione: per Parrocchiale sarà la sesta consecutiva con la società del patron Wanny Di Filippo, che l’ha lanciata da titolare nel 2013/14, l’anno del doblete (promozione in A1 e Coppa Italia di A2) e poi l’ha accompagnata nella sua costante e inarrestabile crescita nei successivi quattro campionati di A1. Nell’ultima regular season per esempio Beatrice Parrocchiale è stata il terzo miglior libero a livello di percentuale di ricezioni perfette, col 53,5%, e questi numeri, insieme alla sua solidità in difesa, l’hanno ormai resa un punto fermo della nostra nazionale: già da qualche giorno è al lavoro a Milano, agli ordini del ct Mazzanti, in vista della Volleyball Nations League, con il mirino puntato sui mondiali di ottobre in Giappone.
LE PAROLE DI BEATRICE PARROCCHIALE – “Sono contenta di rimanere ancora un altro anno a Firenze: nonostante sia ormai la mia sesta stagione con Il Bisonte, la voglia di indossare questa maglia è uguale al primo giorno. Ogni anno si cerca sempre di puntare a far meglio di quello precedente, e con la permanenza di coach Caprara penso che tutta la squadra potrà fare un ulteriore salto di qualità a livello tecnico. Ringrazio la società e l’allenatore per aver puntato ancora su di me, e saluto i tifosi e in particolare i Pellicani Feroci che mi hanno sempre sostenuto e che qualche giorno fa mi hanno premiato come miglior bisontina della stagione”.

Si infrange sul muro di Monteluce, il sogno della nostra squadra.

Si chiude la serie di semifinale per la nostra serie C che nonostante spinta dal grande pubblico presente al Palazzetto dello Sport di Sansepolcro, non riesce nell’impresa di portare la corazzata Stike Team Monteluce a giocarsi gara tre. Partita dominata dalla squadra ospite, che fa la differenza nella faze break, grazie al muro e ad un contrattacco che raramente si vedono in queste categorie. mentre i nostri ragazzi, che hanno onorato l’impegno dando il 110 per cento, non sono riusciti a trovare la chiave di volta del macth, riuscendo solamente nel terzo parziale a mettere la testa avanti nel punteggio, facendo sperare la platea in almeno un set portato a casa per riaprire la gara. Mae’ solo una illusione, perchè la squadra Perugina riesce a riprendere a macinare gioco e a chiudere il set meritandosi la vittoria e l’accesso alla finale promozione. Il Presidente Celli: Prima di tutto voglio complimentarmi con tutta la societa’ dello Strike Team Monteluce per la vittoria, e’ una grande squadra e si e’ meritata la finale. Poi faccio i complimenti ai nostri giocatori e al Coach Massimo Calogeri, per la stagione trascorsa, a tratti, travagliata, ma che alla fine ci restituisce una squadra unita, a cui posso solamente dire grazie. Grazie anche a tutti i ragazzi dei settori giovanili che hanno sostenuto la nostra squadra, con correttezza e quel tifo sano che mancava da un po’ al palazzetto, graze anche ai nostri Partner commerciali per aver sostenuto questa avventura. e un grazie speciale al nostro mitico ” Leone ” che e’ tornato insieme a suo tamburo a tifare per i colori della nostra citta’. Ora e’ tempo di programmare la prossima stagione, che per forza di cose dovra’ sostenere il processo di rinnovamento e ringiovanimento, che anche grazie al nostro settore maschile che piano piano sta crescendo, consentira’ di vedere ancora tante battaglie come quelle di mercoledi’ contro Monteluce e con la speranza di fare, un giorno, un ulteriore salto di qualita’. Ora per la squadra un periodo di pausa e successivamente il direttivo tecnico iniziera’ a parlare con gli atleti per iniziare la stagione, 2018/2019

Ufficio Stampa NVBS

Playoff 1 Div/M: Montebianco, ritorno fatale

In gara due la Virtus Pallavolo ribalta il risultato dell'andata e vince in quattro set
Gara uno aveva riservato spettacolo ed emozioni, continui capovolgimenti di fronte: il provvisorio vantaggio senese a cui ha fatto seguito la rimonta della coraggiosa formazione di Andrea Francesconi, che quindi è stata in grado di portare a casa un risultato incoraggiante in vista del ritorno fissato per Mercoledì 25 alla "Fanciullacci", nel giorno della Liberazione. Il 2-3 della "Da Vinci" è stato un risultato giusto per la prestazione altalenante fornita dalle due squadre nel corso della gara, ma che lascia tutto incerto e che costringe entrambe a vincere con qualunque risultato per andare avanti nella competizione (unica eccezione, un 2-3 Poggibonsi porterebbe al set di spareggio). Si preannuncia un altro incontro palpitante, d'altronde così è stato nelle due precedenti apparizioni tra le contendenti, ci si gioca tutto, è un match da dentro o fuori. Francesconi manda Federico Arena-Menici in diagonale, Panicucci-Chiti al centro, Poli-Mascani bande, Fronteddu-Riccomi ad avvicendarsi in seconda linea. Partita, come nelle aspettative, molto incerta e ben lottata nei suoi primi scambi dai due schieramenti: Menici e Panicucci sono i primi marcatori della frazione, rispondono dall'altra parte Nesi e Lenzerini, nonché alcuni tra i protagonisti più attesi (7-7). Qui termina, momentaneamente, lo status di equilibrio in quanto è la Virtus a sfruttare un paio di imprecisioni locali (9-11), accumulando un bottino di cinque lunghezze con gli attacchi di Bartalini e Lenzerini (11-16). Francesconi parla ai suoi ragazzi e non si fa attendere la risposta della squadra di casa, incitata dai suoi supporters, e con un parziale di 9-4, frutto delle giocate al centro di Panicucci ed alcuni graffi dalle corsie laterali di Poli e Mascani, incisivo anche dai nove metri, Pieve rimette in sesto la frazione: 20-20. Proprio nel corridoio che porta alla chiusura del set, l'errore torna ad essere frequente tra le file valdinievoline - lo scoutman documenta 18 errori nel parziale, di cui ben 8 al servizio - troppi per sperare di spuntarla nel tirato epilogo del primo periodo nel quale la squadra di Francesconi si porta avanti 21-20. Tuttavia, una pestata dai nove metri ed un paio di ricezioni errate danno il via libera allo scatto senese che determina il 22-25 per la banda di Tordini. Nel secondo set è più preciso e concreto il Montebianco, inizialmente abile a tenere il punto a punto con l'avversario (7-7). A differenza del parziale di avvio, è la squadra di Francesconi a rendersi più pericolosa in prima linea: Federico Arena forza il gioco al centro dove Panicucci continua ad essere l'elemento più incisivo (14-12), supportato dalla migliorata ricezione con Fronteddu che totalizzerà un buon 6 su 8 nel periodo. Prende coraggio la squadra di casa, perciò Menici e Chiti contribuiscono all'opera di allungo (20-16). Dopo l'interruzione ospite, torna un po' di apprensione nella metà campo di casa con qualche imprecisione che avvicina il mai domo Poggibonsi (23-21), capace di impattare sul 23-23. Panicucci è importante per favorire lo scatto decisivo per la nuova parità dei set (25-23). Terzo periodo, cala il buio sulla sponda pievarina, la Virtus si porta avanti 4-8, migliorando il distacco (4-11) e tenendolo sul 6-13, sfruttando le bordate dell'opposto Lenzerini, il gioco al centro di Nesi ed i mani out da quattro degli attaccanti Bartalini e Landozzi. Francesconi ci vuole vedere chiaro. Dopo la strigliata del tecnico locale, ecco la ripresa puntuale e perentoria dei bianconeri, a riportarsi in carreggiata con Menici (per lui un 6 su 13 in attacco nel parziale) e Panicucci (3 su 3): 13-14. Si va avanti con il cambio palla fluido, sintomo della buona ricezione da entrambe le parti: in questo fondamentale nella Pieve crescono Mascani e Poli. Quello che manca per completare l'aggancio nei confronti dei senesi è un pizzico di cattiveria in prima linea: si registra un 40% di errori in attacco con numeri da parte dei vari interpreti al di sotto degli standard abituali, perciò è la Virtus a trovarsi avanti 20-22. Le occasioni di contrattacco non vengono sfruttate, i ragazzi di Tordini leggono bene alcune situazioni dove i padroni di casa optano per alcuni colpi morbidi, quindi sono freddi a finalizzare con Lenzerini, fino al 20-25 che riporta a +1 la Virtus. Il quarto set, per quanto riguarda il suo sviluppo generale, è a tratti la copia del secondo dove sono i bianconeri a fare meglio. Mascani incrementa il proprio score in prima linea (7-5), Chiti (10-7) e Panicucci (15-12). Virtus più sofferente ma senza mai sbandare, tenendosi in partita con gli scatenati Lenzerini e Bartalini (18-15/20-17). Pieve sembra avviata ad un nuovo pareggio quando il tabellone dice 22-19. Un paio di errori più una situazione di contrattacco sfruttata dagli ospiti rimettono in discussione la contesa, 22-22. Francesconi gioca la carta Matticari al servizio, che non va, perciò è la squadra di Tordini ad avere la prima palla per chiudere il match (23-24). Panicucci capovolge dando ai suoi l'opportunità di tenere in piedi le speranze di rimonta, 25-24. Sorti completamente opposte tra le due squadre: da una parte si cerca di andare al quinto set che costringerebbe l'avversario a dover affermarsi in due frazioni a 15, dall'altra parte ci si gioca la possibilità di vincere un set che significherebbe qualificazione. La Virtus coglie l'opportunità e finalizza la rigiocata che sancisce il bruciante 25-27. Gara che, specie per il convulso finale, ha assunto i contorni di quella andata in scena durante la regular season, quando, anche in quel caso, furono i vantaggi a risultare decisivi per il team di Poggibonsi. Non solo da questo punto di vista. Le similitudini con quella partita si possono rintracciare anche per quanto riguarda il numero di errori commesso dalla squadra di casa, 64, che hanno finito per compromettere l'esito della sfida. Come rimarcato dalla dirigenza, c'è amarezza per il verdetto di questa doppia sfida: la squadra, protagonista di una prova di carattere in trasferta, si è fatta prendere dall'emozione nei momenti caldi di gara due, quando il pallone iniziava a scottare. In questo senso, la Virtus è stata più abile nel limitare l'errore, alternando la varietà di colpi, mostrando più decisione quando era necessario chiudere. Dal punto di vista del torneo in generale, la squadra aveva il semplice obiettivo di fare esperienza, trattandosi della prima volta in un campionato "senior"; c'è un po' di rammarico per qualche punto lasciato per strada nella regular season che avrebbe potuto regalare un accoppiamento più "soft". Chiudiamo complessivamente, tra girone e playoff, con sei vittorie e quattro sconfitte. Un bilancio comunque positivo: ad atleti, staff tecnico e dirigenziale vanno gli applausi e i ringraziamenti della società per l'impegno profuso.
Montebianco Volley-Virtus Pallavolo 1-3 (22-25/25-23/20-25/25-27): Arena Federico, Arena Lorenzo, Bianchi, Boemio, Chiti, Fronteddu (L1), Giacomelli, Mascani, Matticari, Menici, Panicucci, Poli, Riccomi (L2). All.: Francesconi.

U 17/F: Montebianco a testa alta con il Volley Barga

Bianconere sconfitte (1-3) ma impensieriscono la forte squadra di Nelli
Nella penultima gara del girone riservato alla categoria U 17 Femminile, il Montebianco Volley di Lorenzo Branduardi ed Elena Paladini accoglie alla "Fanciullacci" la big del girone, e forse anche del torneo complessivo, il Volley Barga Coppo Team (squadra bianca). Delle due formazioni della Mediavalle che partecipano alla competizione (c'è anche la squadra blu), nel raggruppamento delle pievarine c'è il roster più quotato, U 18, quest'anno impegnato nel campionato di Serie D. Sulla carta non ci sarebbe partita, paragonando i valori tecnici tra le due formazioni. All'andata fu la squadra dell'esperto Alessandro Nelli ad imporsi con parziali bassi, ma cedendo nella terza frazione, per quello che rappresentò il primo set incassato dalle barghigiane (3-1). Nonostante il pronostico chiuso, la squadra di Branduardi vuole comunque provare ad impensierire la compagine capitanata da Susanna Saettoni. Chiara Gori-Travaini in diagonale, Charlier-Leone al centro, Angeli-Sophia Gori bande, Gallo libero è la formazione schierata dallo staff tecnico pievarino. Primo set che si mette in discesa per la squadra lucchese, a picchiare forte dai nove metri grazie al servizio di Donati e Saettoni, firmando break che potrebbero tagliare le gambe (3-8/8-16). Eppure, nonostante l'inerzia favorevole al Barga, le stesse ospiti commettono tanti errori proprio al servizio e questo manda su tutte le furie coach Nelli, il quale si farà sentire in maniera vigorosa sul 13-20. Comunque è la formazione del presidente Funai a passare in vantaggio (16-25). Diversa la sostanza di un secondo set quando, in un primo momento, Barga fa leva sulla fase di difesa-contrattacco per andare sul 4-7, ma poi deve guardarsi bene dalla reazione orgogliosa della squadra di casa: Gori C. smista bene per Angeli e la sorella Gori S. (10-8). Il vantaggio delle bianconere diventa più corposo complici i tanti errori in attacco delle lucchesi e puntuale sarà la ramanzina del tecnico Nelli (13-8), il quale alternerà Giannasi con Fanucchi. Pieve lotta con tenacia, dà vita a tanti scambi lunghi che valgono gli applausi del pubblico, a sua volta più speranzoso e che comincia a scaldare la voce: Angeli chiude un'azione lunghissima, densa di salvataggi ai limiti dell'impossibile (16-10). Barga tira fuori il tasso tecnico maggiore e si avvicina con pericolosità (18-16/19-18). Branduardi è bravo a tranquillizzare le sue ragazze, organizzando il finale di set: nonostante il pari ospite (20-20), Pieve (dentro Bonelli per Angeli) colpisce con Travaini e Charlier (22-20/24-20), impattando meritatamente nel conto set (25-21). Senza storia il terzo parziale, subito preso in pugno da un arrabbiato Volley Barga, lesto a stroncare il ritrovato entusiasmo locale (2-11). La frazione va avanti con il regolare servizio tenuto dalla squadra di Nelli (8-14), più volte abile a colpire con la fast di Martini (8-20). E sul 13-25 Barga avanti 1-2. Pieve ne ha approfittato per tirare il fiato, non è facile tenere ritmi alti al cospetto di un collettivo ben più attrezzato. La "pausa" avuta nel terzo set produce i suoi buoni effetti nella quarta frazione: Travaini sorprende dai nove metri il pur fenomenale libero Bini (atleta di una tecnica e reattività a dir poco strepitose), 8-3. Barga si avvicina con capitan Saettoni (10-9), ma Travaini e Angeli tengono il vantaggio (15-11/17-14) sotto la buona gestione di Gori C. Barga torna ad essere minaccioso dalla linea dei nove metri e con Iris Martini mette la freccia, impattando sul 17-17, e scappando sul 17-22. Chiusura ospite a 21. Finisce 3-1 per il Volley Barga di Alessandro Nelli, rispettando il pronostico di partenza. Ma noi facciamo gli applausi più che meritati alle nostre portacolori che anche stavolta, pur essendo in versione rimaneggiata, hanno dato tutto quello che avevano al cospetto di un osso duro e con maggiore esperienza. La squadra, quella pievarina, in questo torneo gioca insieme solo da poche partite ma in alcuni momenti ha dimostrato di avere una solida intesa non solo tecnica, ma anche caratteriale. Dobbiamo attribuire tanti meriti alle stesse atlete in maglia bianconera ed ai loro tecnici, quest'ultimi bravi nel fornire gli strumenti per poter quanto meno minare le certezze del quotato avversario. Come più volte accennato anche nelle scorse uscite ufficiali, c'è una punta di rammarico per non aver affrontato questa competizione con la formazione al completo, con quella che poteva essere un'ipotetica U 18 dell'immediato futuro, dal momento che il torneo si prestava come occasione per fare qualche esperimento in vista del domani. Raccogliamo le certezze che derivano da questo incontro (da segnalare che siamo stati gli unici, fino ad ora, ad estorcere un paio di set alla capolista), perciò ci apprestiamo a chiudere al meglio la manifestazione con l'ultimo turno previsto Mercoledì 2 Maggio a Cintolese.
Montebianco Volley-Asd Volley Barga Coppo Team Bianca 1-3 (16-25/25-21/13-25/21-25): Gori C., Leone, Lucchesi, Sorini, Becuzzi,, Bonelli, Angeli, Charlier, Gori S., Gallo (L), Travaini. All.: Branduardi. Vice all.: Paladini.

giovedì 26 aprile 2018

Il centrale Ferraro e’ della Kemas Lamipel

Alle 20 in punto di lunedì 23 aprile è deflagrata la seconda “bomba di mercato” annunciata, qualche ora prima, sui social dal vice presidente biancorosso Alberto Lami. Dopo la conferma del tecnico Michele Totire, la Kemas Lamipel ha reso noto l’ingaggio del centrale Mario Ferraro, proveniente dalla New Mater BCC di Castellana Grotte, in provincia di Bari. Ferraro ha 30 anni, è alto metri 1,98 e vanta un curriculum di tutto rispetto. Il centrale palermitano, nato a Petralia Sottana, è cresciuto nelle file dei Diavoli Rossi di Nicosia ed in seguito ha militato in sodalizi di B1 ed A2, affermandosi definitivamente nelle file gialloblù della New Mater, dando vita alla scalata dalla B1 alla massima serie. Nella stagione 2016-17 Ferraro ha affrontato i “Lupi” da avversario proprio nella formazione allenata da Pino Lorizio. Ma anche nel campionato di B1 2013-14, Ferraro aveva avuto modo di battersi contro i biancorossi, militando nelle file sarde dell’Olimpia Sant’Antioco. Questa la dichiarazione rilasciata dal nuovo centrale del club conciario: “Sono molto felice ed entusiasta di far parte di questa società: seria ed ambiziosa, che fin da subito ha mostrato interesse nei miei confronti. Dopo tre anni, di cui uno in SuperLega, trascorsi alla BCC Castellana Grotte sentivo il bisogno di cambiare e di poter continuare a crescere e migliorare lavorando con un allenatore come Totire. Non vedo l’ora di iniziare e di conoscere questa nuova città ed i suoi tifosi che so, essere molto calorosi e fiduciosi. Il loro affetto sicuramente mi farà sentire subito a mio agio, sperando che sia un anno ricco di soddisfazioni e di vittorie”. A Mario Ferraro va il più sentito benvenuto della società dei “Lupi” e di tutto il popolo biancorosso.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Enrica Merlo volerà per la Savino Del Bene anche per la prossima stagione

Enrica Merlo giocherà nella Savino Del Bene Volley per il quarto anno consecutivo. Il rinnovo dell’accordo tra la società del Patron Nocentini e la stella di Este avverrà sulla base del progetto che prevede il consolidamento della Società nell’elite del volley nazionale.
La Savino Del Bene, quindi, ufficializza che anche nella stagione 2018/2019 sarà Enrica Merlo a ricoprire il ruolo di libero.
“Sono molto felice – spiega Merlo -, a Scandicci ho trovato una società ambiziosa che ha come obiettivo vincere un trofeo e delle persone che mi hanno accettato come una di famiglia. Noi pallavoliste siamo ‘figlie del mondo’ e l’ambiente nel quale lavoriamo è fondamentale.
Come valuti la passata stagione?
“Un primo passo verso la vittoria. Siamo arrivate seconde in regular season e siamo uscite in semifinale Scudetto, senza dimenticare le qualificazioni ai preliminari di Champions; quindi direi un ottimo risultato”.
E quella futura?
“Sarebbe bello vincere, ma Conegliano, Novara e anche Busto vorranno lo stesso. Considerando l’alto livello della Serie A1 ci potrebbero essere delle sorprese, non sarà facile ma ci proveremo con tutte le nostre forze”.
Come sarà la prossima Serie A1?
“Avvincente. Negli ultimi anni, in particolare nell’ultima stagione, abbiamo assistito a una crescita del nostro campionato: sarà molto equilibrato”.
I tifosi della Savino Del Bene sono sempre più numerosi…
“Sono cresciuti come numero e ci sono sempre stati vicino sia in caso di vittoria che di sconfitta. Li ringrazio, per noi in campo, il loro calore è fondamentale”.
LA SCHEDA – Nata il 28 Dicembre 1988 ad Este, Enrica Merlo, muove i primi passi nel mondo della pallavolo nel 2004 quando a stagione in corso viene ingaggiata dal Megius Volley Club Padova, in serie A2: con la squadra veneta resta anche nella stagione successiva, dopo la promozione, esordendo in Serie A1. Nell’annata 2006/2007 torna in serie cadetta vestendo la maglia della Pallavolo Reggio Emilia. Nella stagione 2007/2008 viene ingaggiata dalla Foppapedretti Volley Bergamo, in serie A1: con il club orobico inizia un sodalizio che durerà per otto stagioni, vincendo uno scudetto, una Coppa Italia, due Supercoppe italiane e due Champions League. Nel 2008 inoltre ottiene anche le prime convocazioni in nazionale. Nel 2009, con le Azzurre, vince la medaglia d’oro sia all’Universiade che al Campionato Europeo, mentre nel 2010 conquista la medaglia di bronzo al World Grand Prix. Il recente passato, il presente e il futuro è alla Savino Del Bene.

Dijkema e Il Bisonte, un altro anno insieme

Laura Dijkema sarà la regista de Il Bisonte Firenze anche nella serie A1 2018/19. Come anticipato a gennaio, al momento del suo ingaggio da parte del club del presidente Elio Sità, la palleggiatrice olandese aveva firmato un contratto fino al 2019, e quindi il rapporto proseguirà con reciproca soddisfazione per un’altra stagione. Fin dal suo arrivo, Dijkema è diventata subito un punto fermo de il Bisonte, calandosi alla perfezione negli schemi di coach Caprara e mettendo in mostra in questi primi tre mesi tutte le doti che l’hanno portata già a vincere tutto sia a livello di club che di nazionale: attualmente la palleggiatrice è al lavoro proprio con la rappresentativa del suo paese, in un’estate che culminerà con la partecipazione al mondiale in Giappone ad ottobre, poi tornerà a disposizione de Il Bisonte, dove ripartirà con un nuovo numero di maglia, il 14.
LE PAROLE DI LAURA DIJKEMA – “Sono super contenta di poter tornare a Firenze dopo il mondiale in Giappone con la mia nazionale: non vedo l’ora di rivedere le mie vecchie compagne di squadra e di conoscere le nuove. Per me è stata una grande opportunità ricominciare a giocare ne Il Bisonte dopo un piccolo periodo di inattività, e la prossima stagione penso e spero che grazie al lavoro di coach Caprara faremo un altro passo in avanti”.

U 12/F: Ediltecnica, una bella giornata a Pistoia

La squadra di Silvestri batte il Blu Volley (2-1) e conquista un set con La Fenice (1-2)
Si svolge alla palestra "Cino" il secondo turno del triangolare U 12 riservato alle formazioni prime classificate nei precedenti concentramenti. Il primo incontro era andato in scena a Quarrata, quando le ragazzine di Russo e Silvestri conquistarono un punto con le mobiliere, cedendo poi l'intera posta al forte Pistoia Volley La Fenice, targato We Love. L'aspettativa, come sostenuto al termine di quelle gare, era quella di cercare di colmare il divario con le due formazioni contendenti ed arrivare al meglio in vista dei nuovi match di Pistoia. Nella prima sfida le bianconere di Sara Silvestri si imbattono nel Blu Volley guidato da una delle colonne portanti dello staff tecnico quarratino, Roberta Vegni. Ottimo è l'approccio delle bianconere, protagoniste di un gioco concreto che si traduce nel meritato vantaggio per 12-15. Grande intensità anche nel parziale successivo, quando le due formazioni non hanno un attimo di tregua e stavolta è solo una lunghezza a premiare il Blu Volley per il pari dei set (15-14). Ma il team di Silvestri ha dimostrato nell'arco dei due primi periodi di poter sfoderare una grande prestazione e così avviene nel terzo parziale, dominato in lungo e in largo dalle pievarine, a chiudere sul 5-15. E' ancora l'Ediltecnica ad esibirsi nella seconda gara di giornata, che la vede contrapposta al forte We Love Pistoia Volley La Fenice, che già si era affermato in modo perentorio a Quarrata con entrambe le avversarie. Nel primo set Romani e compagne faticano a carburare, mentre le padrone di casa si rivelano più aggressive ed arrivano senza problemi al vantaggio (6-15). Ma altrettanto farà al rientro in campo la trasformata compagine di Silvestri, capace di dilagare sin dal primo pallone, pervenendo prima al 6-0, poi gestendo in tranquillità fino al netto 15-7. Non comincia bene il terzo parziale, sotto 1-6, però le bianconere sfoggiano un buon carattere, ostinate a non lasciare nulla di intentato, e riescono con merito ad annullare lo svantaggio, riuscendo a portarsi avanti di quattro lunghezze (12-8). Qualche esitazione proprio nel finale impedisce alle pievarine di coronare un bell'inseguimento, sono le fuxia-blu a spuntarla sul 12-15. Il turno odierno ci ha regalato una vittoria ed una sconfitta, entrambe con lo stesso punteggio e già questa è una nota positiva. Ma non è la sola, perché ci interessava valutare, soprattutto, i progressi delle piccole bianconere rispetto alle gare disputate in passato con le stesse formazioni avversarie. Da questo punto di vista abbondano le indicazioni confortanti, in quanto la squadra di Silvestri ha aggiunto un altro tassello di sostanza al proprio percorso di sviluppo e le due sfide andate in scena a Pistoia hanno rappresentato la conferma di tale concetto. Dobbiamo, anzi, fare un fragoroso applauso alle giovanissime atlete ed alle loro allenatrici per l'egregio lavoro che stanno svolgendo, parole che non sono assolutamente di circostanza, bensì avvalorate dai risultati e dall'impiego di molte di loro con la formazione più grande, anche in quel caso con buon profitto. Quindi il messaggio principale è quello di continuare a lavorare con impegno e dedizione per crescere ancora e provare a regalarsi nuove soddisfazioni. E cercheremo di farlo nel terzo incrocio, sempre con Blu Volley e La Fenice, stavolta sul parquet amico della "Fanciullacci" il 6 Maggio. Ma prima per la stessa compagine U 12 c'è l'occasione di mettersi in mostra nel prestigioso Torneo Regionale di Calcinaia, la 2' Pinkhouse Cup, manifestazione di alto rilievo organizzata dalla società Polisportiva Casarosa. Per le bianconere si tratterà di un banco di prova importante finalizzato a valutare il loro rendimento al cospetto di compagini valide e dal nome importante.
Blu Volley-Ediltecnica 1-2 (12-15/15-14/5-15): Baldi, Giannini, Giannoni, Gori, Lupo, Palamidessi, Ranieri, Romani, Schiavo, Vespesiani. All.: Silvestri.
Ediltecnica-We Love Pistoia Volley La Fenice 1-2 (6-15/15-7/12-15): Baldi, Giannini, Giannoni, Gori, Lupo, Palamidessi, Ranieri, Romani, Schiavo, Vespesiani. All.: Silvestri.

martedì 24 aprile 2018

2 Div/F: Montebianco, una vittoria di prestigio

La squadra di Paladini sconfigge al tie-break la blasonata Pallavolo Delfino Pescia
Non avendo più molto da chiedere a questo campionato, il Montebianco Volley di Elena Paladini attende in tutta tranquillità una delle big del girone, la Pallavolo Delfino Pescia, formazione che naviga al terzo posto ed una tra le pretendenti al passaggio di categoria. La squadra rossoblu è guidata da quel Giuseppe Politi che qualche ora più tardi avrebbe centrato la promozione diretta in Serie C con la prima squadra sul campo di Firenze. Più volte, in occasione degli incroci di questa stagione, abbiamo avuto modo di elogiare il lavoro encomiabile svolto dal tecnico ex Castelfranco, che sta facendo ottime cose anche con la seconda formazione della società pesciatina, portandola verso l'accesso ai playoff di Seconda Divisione. Con il passare delle giornate, la compagine ospite ha migliorato sempre più gli automatismi, recitando un ruolo di primo piano nel torneo. Nonostante la differenza di punti in classifica tra le due squadre, all'andata le bianconere riuscirono a tratti ad impensierire il forte avversario nonostante poi il k.o. maturato in quattro set. Paladini schiera Sorini-Minafra in diagonale, Franchi-Toci al centro, Bonelli-Venuti bande, Gallo libero. Nella frazione iniziale a cominciare meglio è la squadra di Politi, che si porta sul 4-8. Tuttavia il roster di casa non si lascia scoraggiare di fronte alle prime difficoltà e con Bonelli riesce a riportare il set sui binari della parità: 13-13. Il match prosegue sull'onda dell'equilibrio, vuoi per i meriti della tenacia mostrata dalle pievarine, vuoi per qualche errore di troppo concesso dalle pesciatine, perciò è Pieve a firmare un break importante con il +3 di vantaggio nella parte finale (21-18). Il Delfino, però, riesce a recuperare ed impatta, tuttavia a trovare l'affondo che vale il vantaggio è la squadra di casa: 26-24. Equilibrio anche nei primi scambi del secondo set con l'esiguo vantaggio delle rossoblu (5-6), che, però, alzano il loro maggiore tasso tecnico grazie all'esperienza in regia di Bochicchio ed in attacco della banda Benedetti, raggiungendo un vantaggio consistente (11-17), fino ad impattare largamente sul 18-25. Il Montebianco non si lascia intimorire e parte con maggiore decisione nel terzo set, come dimostrato dall'iniziale 8-6 bianconero. La squadra di casa è brava a giocare senza troppi timori reverenziali, con il buon gioco in regia da parte di Sorini, ed i colpi efficaci in banda di Bonelli e Venuti: vantaggio locale sul 17-13. Dentro Becuzzi per Minafra, offrendo un buon contributo che consentirà alle locali di tenere le redini del punteggio (21-16). Le ragazze di Paladini in questo caso non hanno alcun calo e ritrovano il più uno nel conto set: 25-16. Come accaduto nel secondo parziale, non si fa attendere la reazione dirompente della squadra di Politi con un primo break realizzato sul 5-9. La formazione rossoblu assume più sicurezza e grazie anche alla crescita della centrale Bianucci - atleta di proprietà pievarina - appare irraggiungibile con il secondo importante distacco effettuato sull'8-14, poco più tardi aumentato sul 15-23. Le locali sono brave a far sudare gli ultimi due punti alle loro avversarie, che comunque scrivono la nuova parità dei set: 20-25. Il tie-break inizia con la totale egemonia della squadra di casa, imprendibile nella prima parte del quinto set, girando campo in vantaggio per 8-1. Subentra la nota paura di vincere ed il Pescia annulla il divario, riportandosi a -2 (10-8), una doppia distanza che comunque la squadra di Paladini riesce a tenere fino al 14-12. Il Delfino tenta l'aggancio, ma il Montebianco resiste e firma l'impresa ai vantaggi: 15-13. Sicuramente un risultato a sorpresa, considerando gli importanti valori della squadra avversaria e senza dimenticare un paio di assenze pesanti sul fronte bianconero per quanto riguarda il reparto d'attacco laterale. Tuttavia, il coraggio e la voglia di non mollare hanno premiato la meritevole squadra di Paladini, capace di togliersi questa bella soddisfazione al di là di un percorso complessivo con più ombre che luci. Il tecnico pievarino si dice soddisfatto della prestazione corale offerta dalle proprie ragazze, nonostante qualche passaggio a vuoto accusato nell'arco della stessa gara, sottolineando la buona tenuta mentale che ha permesso loro di rialzare la testa e con una menzione anche per chi non è entrato, ma fornendo allo stesso modo il proprio contributo, incitando sempre le compagne in campo. Ultima giornata prevista Giovedì 26 ore 20,30 alla palestra "Martini" di Lucca contro la capolista e già promossa Volley Pantera di Romboni e Petretti.
Montebianco Volley-Pallavolo Delfino Pescia 3-2 (26-24/19-25/25-16/20-25/15-13): Barca, Becuzzi, Bonelli, Franchi, Gallo (L1), Leone, Minafra, Sorini, Toci, Venuti. All.: Paladini.

Serie D/F: Montebianco, balzo felino verso il quarto posto

Le bianconere di Russo e Romano conquistano la città della torre pendente: sconfitto il Dream Volley Group di Lazzeroni (0-3)
Dopo l'importantissima vittoria di Castelfranco di Sotto, passando per il pesante successo interno con il Nottolini, il cammino della prima squadra femminile di Ambra Russo e Giacomo Romano è segnato da una nuova trasferta quasi di rilevanza vitale: nel posticipo domenicale Focosi e compagne vanno a Pisa, presso la prestigiosa tensostruttura del "PalaDream", di via Gioacchino Belli, sede del blasonato sodalizio targato Copidi Dream Volley Group. Come noto, ad attendere le pievarine c'è la giovane formazione gialloblu, roster interamente U 18, guidata dall'esperto Alessandro Lazzeroni con il contributo di Giorgio Superchi. Proprio in occasione della gara di andata, che terminò con un perentorio 3-0 per il team di Russo, avevamo potuto notare le buone qualità delle pisane, le quali sono molto cresciute nell'arco del campionato, alcune di esse dotate di un potenziale notevole. La squadra di casa, salva per regolamento, ha potuto compiere senza particolari assilli il proprio percorso di sviluppo, ed in alcune occasioni è stata anche protagonista di risultati positivi, oltre che mettendo in difficoltà, specie tra le mura amiche, qualche formazione di alta classifica. Va detto anche che non avendo particolari obblighi dal punto di vista della graduatoria, uno degli obiettivi principali della formazione locale era quello di fare bene nel campionato U 18, dove è stata conseguita la qualificazione alle fasi regionali, nonostante la sconfitta nella semifinale con Santa Croce. La corsa delle ragazze di Lazzeroni, tuttavia, è terminata nel gironcino a tre che le opponeva al Nottolini Volley e alla Pallavolo Valtiberina (Anghiari). Parlato ampiamente dell'avversario di giornata, il Montebianco Volley sa bene quello che deve fare, senza stare a pensare troppo a quelle che potrebbero essere le difficoltà di questo match. C'è una posizione playoff da difendere, con la prospettiva di poterla migliorare dopo un determinato risultato favorevole del giorno precedente. La formazione che scende sul parquet del "PalaDream" è Lupi G.-Bardelli in diagonale, Amadei-Petrini al centro, Focosi-Belli in posto quattro, Farci libero. Come annunciato, si prevede un match di elevata intensità ed infatti la prima palla giocata fa registrare una lunga azione che viene conclusa favorevolmente ai colori bianconeri grazie a Petrini. Montebianco che allunga sull'1-4, nonostante gli scambi siano sempre molto prolungati. Il Dream Volley - dove si segnala l'assenza per infortunio della forte S1 Messina, presente solo in qualità di secondo libero - accorcia (4-6) complici un paio di infrazioni ravvisate ai danni delle ospiti. Pieve, però, si fa sentire enormemente a muro, una tra le note positive della giornata, e Lupi G. ne stampa uno, mantenendo il minimo vantaggio per le sue compagne (9-10). Simile sorte poco dopo, quando tre muri bianconeri permettono il contrattacco vincente di Focosi. Non solo il muro-difesa, Pieve si esprime bene anche dai nove metri dove è Belli a mettersi in evidenza con due ace che trascinano le ospiti verso il 9-13. Un paio di errori diretti al centro e dalla corsia laterale permettono al DVG di riaffacciarsi (14-16), ma il grande muro di Amadei ristabilisce le distanze (14-17). Il Dream Volley si affida alla talentuosa centrale/opposta Ciampalini ed un paio di errori in ricezione consentono alla squadra di Lazzeroni di mettere il naso avanti per la prima volta (19-18). La gara sale di tono: oltre alla brava numero 16 di casa è Ciampi a tenere in piedi le sorti del DVG, con pronta risposta della squadra di Russo ad impattare sul 21 pari. Dopo un cartellino giallo ai danni delle pievarine, il DVG si porta avanti di uno, ma Giulia Lupi è ancora determinante a muro: 22-22. Un colpo di Focosi da seconda linea permette il nuovo sorpasso bianconero (22-23), poi un altro block di Lupi determina l'infrazione al palleggio avversaria, consegnando alle pievarine il primo set ball (23-24). L'occasione per portarsi avanti viene capitalizzata subito dalla compagine di Russo e Romano, quando il pallone arriva nei pressi di posto tre: il DVG potrebbe approfittarne, ma c'è ancora il muro di una monumentale Lupi a decretare il pesante 0-1 bianconero (23-25). Focosi inaugura il secondo set, poi è Amadei a scrivere il 2-4. Gioco a tratti frammentato: nonostante un paio di infrazioni tra servizio e invasione, sono due attacchi vincenti di Belli a determinare il break bianconero: 6-9. Petrini al centro fa 8-10, poi ennesimo muro singolo di Lupi G. (8-11), inventandosi nell'azione seguente anche l'attacco dell'8-12. Belli infila da posto quattro l'attacco che porta Pieve a +5. Ciampi prova a fare ripartire il Dream (9-13), ma Belli risponde sempre dalla stessa zona (9-14), anche se due disattenzioni in ricezione ed un muro gialloblu riaprono la storia della frazione: 13-14. Ci pensano Focosi da posto quattro ed il muro di Amadei a sistemare tutto (14-17), succedute dall'ace di Petrini. Amadei è ancora efficace al centro, 14-19. Il gruppo di Lazzeroni pare aver esaurito la benzina ed è costretto ad incassare il nuovo ace di Petrini (14-20). Amadei arrotonda ancora un set ormai a senso unico (15-22), così come il mani out di Focosi. Un attacco fuori misura del DVG consegna il raddoppio al Montebianco: 17-25. Sempre Focosi firma in pallonetto il primo punto della terza frazione. Botta e risposta tra Amadei e Forte (2-2), poi DVG che spinge approfittando di due errori in seconda linea ospiti (4-2), sebbene sia l'ace di Focosi a riportare il parziale sul 4-4. +2 Pieve sull'ace di Amadei (5-7), ma dall'altra parte Ciampalini e Forte fanno 9-8. Ancora parità sull'11-11, ma nel DVG c'è da rilevare l'ottima prestazione della schiacciatrice Elena Forte, già protagonista Sabato scorso ad Empoli con 33 punti, realizzando una schiacciata nei tre metri ed un mani out per il 14-11 gialloblu. Reazione Montebianco con Petrini, il muro di Lupi G. e Amadei (15-14). Il pari viene firmato da un sontuoso lungolinea di Focosi. Nonostante un'azione dubbia che porta la squadra di casa sul 19-17, è in questo finale di set che si erge a grande protagonista Petrini: la centrale ex Fenice prima firma tre contrattacchi vincenti per il sorpasso bianconero (19-20), poi trova il murone del 19-21. L'impeto bianconero continua con il mani fuori di Belli (20-22); Petrini conferma il +2 (21-23). Infine, la chiusura porta il nome di Belli grazie ad un attacco da seconda linea che mette fine alla partita: 21-25. Una vittoria, la quarta consecutiva e sempre da tre punti, che ha visto le ragazze di Russo e Romano imporsi con il massimo risultato, senza concedere frazioni all'avversario. Due set dei tre totali raccontano l'effettivo equilibrio tra le due squadre, però, al tempo stesso, è stato constatato il buon carattere delle pievarine che, nonostante i vari ritorni delle pisane, sono state abili a non complicarsi la vita, trovando la forza per mettere anzitempo il punto conclusivo su questo difficile match esterno. Tra gli aspetti tecnici, in questa occasione si segnala la grande prova collettiva a muro, una nota confermata da coach Russo, a sua volta soddisfatta, sottolineando come la squadra abbia lavorato intensamente su questo particolare. Il bel successo conseguito da Focosi e compagne, alla luce di quanto accaduto in questo turno di campionato, ha il significato di un vero colpo di coda realizzato dalle stesse pievarine: il Vba Firenze ha ceduto in quattro set a Lucca, perciò il Montebianco ne approfitta portandosi al quarto posto con tre lunghezze di vantaggio (49 contro 46). A due giornate dal termine della regular season, la situazione racconta che è sufficiente un punto per centrare il traguardo playoff: dobbiamo tenere altissima la concentrazione, ancora non possiamo gioire e, anzi, dobbiamo dare il massimo nei due turni rimanenti se vogliamo conquistare il pass verso gli spareggi promozione. E dovremo mettercela tutta già a partire dal prossimo match interno, molto difficile, dal momento che a Pieve a Nievole arriverà il forte Euroripoli 2.0. La squadra fiorentina, allenata da Riccardo Caini e Gennaro Postiglione, è un organico equilibrato, protagonista di un campionato tranquillo, riuscendo a togliersi varie soddisfazioni. All'andata fu una gara molto intensa, che ci vide prevalere in quattro set: ci aspetta una nuova battaglia dove sarà necessaria tutta la determinazione possibile per strappare un risultato positivo.
U 18 Copidi Dream Volley Group Pisa-Montebianco Volley 0-3 (23-25/17-25/21-25): Amadei, Bardelli, Belli, Farci (L1), Focosi, Lupi G., Petrini. N.e.: Bigagli, Francia, Giori, Petrucci (L2), Stefanelli. All.: Russo. Vice all.: Romano.

Tie Break amaro per la Tecnoambiente

Finisce al tiebreak, come all’andata, il match contro Cecina, ma stavolta sono i tirrenici a far festa. Vittoria chiave per l’On Sport, che compie un passo importante verso la salvezza. La truppa di San Miniato, invece, ha pagato a caro prezzo i troppi errori commessi nei momenti importanti. Primo set molto equilibrato, con i ragazzi di Zecchi e Profeti che faticano ad incidere, anche se, nel finale, riescono a tagliare per primi il traguardo (25-22). Solita musica nel secondo parziale, dove stavolta sono gli ospiti a far festa (24-26). Nel terzo set, la TecnoAmbiente sembra cambiare passo e accumula subito un buon vantaggio, ben gestito fino alla fine (25-21). Nuovo equilibrio nella quarta frazione, poi Buldrini e compagni trovano un break interessante e sul 21-17 il match sembra ormai in archivio. Da qui in poi, sale il nervosismo in campo e Cecina porta il set ai vantaggi, chiudendo sul punteggio di 29-31. Al tiebreak, le motivazioni degli ospiti fanno la differenza: il team di San Miniato non reagisce e alza bandiera bianca (8-15), gettando al vento un’importante occasione per continuare a migliorare la propria classifica. Sabato prossimo, i giallorossi di Zecchi e Profeti giocheranno a Vecchiano, contro il Migliarino, fanalino di coda del raggruppamento.
TecnoAmbiente San Miniato – On Sport Cecina 2-3
TecnoAmbiente San Miniato: Bertolini, Bini, Boldrini, Buldrini, Cantini, Desiderato, Lazzeri, Maggiorelli, Picchi, Salini, Sartini, Signorini, Telleschi. Allenatori: Zecchi e Profeti.

La Lupi Estintori batte Massa in scioltezza

Vince, come da pronostico, la prima squadra femminile, corsara in tre set a Marina di Massa. La formazione locale, ultima in graduatoria, ha tenuto testa alle giallorosse della Lupi Estintori solo in avvio di gara, mentre nel resto dell’incontro non c’è stata storia. Eloquenti i parziali: 12-25, 15-25, 14-25. Poco da dire, insomma, sulla partita, che tuttavia ha portato altri tre punti importantissimi nella classifica della Folgore. A due gare dal termine, Bartali e compagne hanno messo al sicuro la terza posizione, anche se il 3-2 dell’Ospedalieri a Livorno ha permesso alle giallorosse di portarsi ad una sola lunghezza dalla seconda piazza. Follonica, invece, è ad un passo dalla promozione diretta, in virtù del 3-1 rifilato al Casarosa. La truppa di San Miniato, adesso, dovrà fare i conti con il derby casalingo di sabato prossimo, in programma alle 21 contro l’Elsasport.
Robur Volley School Massa – Lupi Estintori San Miniato 0-3
Lupi Estintori San Miniato: Bartali, Bartalucci, Barzagli, Ceccarelli, Chiti, Gragnoli, Morganti, Puccioni, Radesca, Sasselli, Saviozzi. Allenatore: Simonetti.

Comunicato Prato Volley Project

Serie C Femminile Girone A – Ariete Prato Volley Project – Pallavolo Versilia 3-1 (25-19; 23-25; 25-15; 25-20), arbitri Cannata e Armento.
Tre punti di platino. Prato supera il fanalino di coda Versilia e sorpassa Capannoli. Prato attualmente in zona salvezza ma mancano ancora due gare e ci sarà da faticare. La vittoria contro la squadra di Emanuele Roni è comunque il primo importantissimo passo verso il mantenimento della categoria. La gara. Prato con Belli e Foggi in diagonale, Petri e Speranza di banda, Morotti e Giuliani al centro e Marchesini libero. Prato che trovava il primo break sul 10-8. Sul più quattro (13-9) tempo Roni. Versilia che comunque non mollava e Ariete che rimaneva avanti e scappava sul 18-12. Versilia che tornava sul meno tre (21-18) ma Prato brava a chiudere. Nel secondo break Versilia (2-6) e tempo Targioni. Stessa cosa faceva Roni quando le sue venivano raggiunte e superate (9-7). Squadre poco continue ed era ancora Targioni a parlare con le sue sul 13-16. Goracci per Giuliani sul 13-17. Ariete sul 18-21 e tempo Roni. Il finale premiava comunque le ospiti. Nel terzo 5-1 per Prato. Ariete che però incredibilmente si perdeva di nuovo (7-5 e 9-8) e Versilia rientrava. Dentro Martini per Speranza. Ariete che trovava la forza e la qualità per strappare sul 18-13. Chiusura a 15. Nel quarto Prato che provava a chiudere subito (10-6). Prato sul 15-9 e poi sul 22-14. Chiusura Prato e zona salvezza in tasca, almeno fino al prossimo turno.

Serie. C: l´AM Flora torna alla vittoria!

Am Flora Buggiano - Sales Volley Firenze 3-0. (25/19 25/20 25-22)
Ribechini schiera Zerini al palleggio, Vanuzzo opposta, Bettaccini e Menicocci centrali, Frediani e Falseni di banda, Sasselli libero.
Partiamo forte sia dai nove metri che in attacco andando 5-0, poi SALES comincia a recuperare, ma noi abbiamo la testa sulle spalle e riusciamo ad essere aggressivi: Frediani e Falseni bucano il muro avversario creando tanto sia da quattro che da seconda linea. Sul 22-16 esce Vanuzzo ed entra Del Colombo. Ci crediamo e Frediani chiude 25-19. Secondo set l´avversario prende le contromisure e noi soffriamo un po´, ma poi viene fuori la squadra: Vanuzzo sfrutta le mani avversarie e gestisce bene i colpi, Zerini smista egregiamente il gioco veloce e dopo un bell´attacco di Menicocci, un´ "accompagnata " avversaria ci regala l´ultimo punto. Terzo set la SALES nei primi scambi perde Carella per infortunio alla caviglia e subentra Vittorini. A metá della frazione di gioco accusiamo una leggera flessione e loro tentano il sorpasso, ma stasera le ragazze gialloblù non mollano un colpo, complice una Sasselli che vola su tutti i palloni. Sul 19-17 esce Vanuzzo ed entra Del Colombo per il giro dietro. Riusciamo a concretizzare con Bettaccini; a questo punto loro cominciano a perdere la bussola e falliscono spesso dai nove metri, consegnando il tre a zero definitivo ad un AM concreta e preparata. Grazie come sempre al pubblico che e´ accorso per sostenere le nostre ragazze. Queste le parole del mister: Partita importantissima perché quest´anno tre match consecutivi non li avevamo mai persi. Dovevamo dimostrare di che pasta siamo fatti e la SALES si giocava la salvezza, la posta in palio era altissima. Mi ha fatto piacere la buona reazione avuta dopo gli errori , all´azione successiva ci siamo fatti trovare pronti e concentrati, riuscendo a fare punti importanti, nonostante l´avversario non mollasse mai la presa. Piano partita seguito alla lettera facendo il massimo. Siamo migliorati in quasi tutti fondamentali e con grande attenzione e concentrazione da parte di tutta la squadra siamo riusciti nell´intento. Una menzione particolare alla panchina sempre pronta a sostenere e a dare il proprio contributo in un finale di campionato che vogliamo fare al meglio.
AM Flora Buggiano : Falseni 14, Frediani 13, Vanuzzo 11, Menicocci 5, Bettaccini 5, Zerini 2, Sasselli, Del Colombo, D´Annibale, Marcheschi, Sorini (lieve infortunio in settimana per lei). I All Ribechini. II All Pieri , Dir ACC Irmeni.

ASD Volley Aglianese - Astra Chiusure Lampo 2-3

Primo caldo, preparazione fisica in ottica play off e un approccio non certamente corretto hanno fatto si che la gara di sabato sia diventata un maratona di gioco in cui sia noi che l´avversario alternavamo momenti di buona pallavolo a momenti di buio totale. La partita ci ha permesso di vedere all´opera tutte le nostre giocatrici che hanno cercato, chi più chi meno, di farsi notare e nelle due gare restanti ci saranno ancora altre occasioni, senza perdere di vista, che TUTTI devono essere UTILI nel sistema squadra... saranno play off difficili e lunghi e la SQUADRA ha bisogno di tutti. Ora testa all´Arezzo che ci segue a 5 punti di distanza.. blindiamo il nostro secondo posto.

Euroripoli, i risultati delle Serie D

Serie D Senior: Euroripoli- Pistone Servizi Pescia 2-3
Ospitiamo la capolista in questo sabato sera. Con un punto le Pesciatine festeggerebbero la promozione e la vittoria del campionato; noi facciamo il nostro massimo per giocare una gara vivace, divertente e fare il massimo per regalarci un risultato di prestigio. Siamo andati vicini a rovinare una festa scritta. Abbiamo disputato una gara non impeccabile ma sicuramente positiva e spensierata. Facciamo i doverosi complimenti alle neo promosse, ora ci prepariamo per l´ultima trasferta dell´anno.
RC

Serie D Junior: ASD Tegoleto Volley - PrimaQ 3-2
Ancora al quinto..... Stavolta abbiamo perso, al termine della seconda maratona di 5 set in otto giorni. Gara strana, primo set dove abbiamo giocato praticamente da soli (25 6), e partita indirizzata verso un finale tranquillo. Invece il roboante risultato fa più male a noi che a loro; infatti le aretine si riorganizzano e sviluppano buone trame, noi invece siamo troppo blande e prevedibili, poi l´infortunio della "Bea" (speriamo niente di serio) complica ulteriormente i piani e anche i cambi non danno la scossa, come spesso era accaduto durante la stagione Vinciamo il terzo set, ma caliamo di ritmo consegnandoci nelle mani delle avversarie che mettono a segno una insperata vittoria. Niente drammi, continuiamo a lavorare duro in settimana per essere pronti ad affrontare le gare post 5 maggio, che ci siamo meritati di giocare con una stagione comunque ottima.
MR

Playoff matematici per la Serie C Img Solari. Nell´ultimo turno battuto 3-0 il Chianti Volley

Con due giornate di anticipo alla fine della regular season, la Serie C Img Solari del Centro tecnico territoriale Monsummano si assicura l´accesso ai playoff nel girone B di categoria. Obiettivo stagionale raggiunto per la squadra di Antonio Galatà e Cesare Arinci, con team manager Andrea Lami. La matematica certezza del piazzamento arriva grazie alla vittoria ottenuta a Tavarnelle Val di Pesa, dove le biancoblù hanno battuto il Chianti Volley 3-0 (parziali: 25-15, 25-20, 25-21). Una gara piacevole ben giocata dal Ctt, successo netto contro un avversario che comunque non ha mai mollato e ha provato a impensierire capitan Maestri e compagne. Ma le termali sono in recupero rispetto alle ultime apparizioni e non si sono fatte sfuggire il risultato pieno: gioco intenso, determinazione, ottima difesa, servizio incisivo, rapporto quasi impeccabile muro-difesa. Bella prova di Alderighi in regia, precisa e concentrata, match winner Farsetti con 20 punti realizzati. Questa la formazione scesa in campo: Alderighi al palleggio, Moriconi opposto, Antonini e Farsetti di banda, Bianciardi e Maestri al centro, Spadoni libero. Adesso gli ultimi due turni contro Volley Aglianese (in casa) e Ius Pallavolo Arezzo (in trasferta) serviranno per mantenere il quarto posto e magari ottenere la terza piazza, ma soprattutto saranno utili per trovare la migliore condizione di tutto il roster e prepararsi al meglio per i playoff.

Ufficio Stampa – Luca Signorini

Nuova vittoria per la Pediatrica, playoff più vicini per Bitossi e compagne

Viaggia spedita la Pediatrica Specialist Volley Livorno, che davanti al proprio pubblico si impone per 3-1 su Montelupo confermando la quinta piazza in campionato. Nella lotta per il quarto posto e per l’approdo ai playoff, vincono anche Riotorto (in trasferta a Lucca) e Cascina (3-1 contro il Dream Volley), lasciando così invariata la classifica. Al PalaFollati, nonostante i problemi fisici e una squadra certamente non al cento per cento delle proprie condizioni (Simoncini e Zonta out, Lucarelli e Pasquini non al top), la Pediatrica gestisce bene l’incontro, soffrendo solo un calo di tensione nel terzo set, che non pregiudica l’andamento e il risultato del match. Molto buono l’apporto dalla panchina di Giannetti e Chisari, brave a farsi trovare pronte all’interno di questo importante successo. Nelle fasi iniziali Montelupo commette molti errori, le gialloblu giocano bene senza forzare e con Orsini e Lucarelli volano sul 12-7. Le labroniche sbagliano poco in battuta, mettendo spesso in difficoltà la ricezione delle ospiti. Sul 24-16, un ace sporco di Meini chiude la frazione di gioco. Montelupo cerca subito la reazione, ma la Pediatrica non si lascia sorprendere e dopo esser stata sotto di quattro punti (4-8) ritrova la parità sul 16-16. Da quel momento in poi prende il via un meraviglioso monologo gialloblu, break di 9-1 e set in ghiaccio per le padrone di casa. Nella terza frazione va via la luce in casa Pediatrica. Qualche errore di troppo, poca lucidità nelle scelte e un minimo di appannamento permettono a Montelupo di scappare via nel punteggio. Nel finale arriva una timida reazione grazie a un buon turno al servizio di Grassi, che comunque non basterà per evitare il 16-25 che allunga la partita. Nel quarto set l’equilibrio dura fino sul 12-12. A quel punto sale in cattedra Bitossi che, da capitano e leader, sfodera diverse giocate in attacco e difesa che danno la scossa giusta alle compagne per sfuggire alle rivali di giornata sul 18-13. Scavato il gap decisivo, alla Pediatrica non rimane altro che gestire fino al 25-15 per mettere in ghiaccio i tre punti. Settimana prossima trasferta ostica a Pisa sul campo del Dream Volley, seconda forza del torneo.

Ufficio Stampa

La conforti Gomme-Termoplast non prende punti contro la prima della classe Liberi e Forti

LIBERI E FORTI 1914- A.P. PALLAVOLO CERTALDO 3-0 (25/18 25/16 25/19)
La Conforti Gomme-Termoplast stasera, pur non demeritando, perde la gara per 3-0 contro la prima della classe. Questo risultato era un po´ preventivato, anche se la speranza di prendere qualche punto era l´ultima cosa a cui rinunciare. E´ stata una gara dove fino a metà dei set le nostre ragazze hanno ben figurato.Poi qualche errore di troppo e buoni attacchi avversari hanno concluso il tutto. L´atteggiamento delle nostre ragazze comunque,è stato quello giusto fin dall´inizio e le avversarie forse ci temevano un po´. Si da il caso che l´allenatore avversario non ha effettuato nemmeno un cambio nei tre set. Assente per impegni di lavoro la nostra forte centrale Martina Nencioni, i tecnici Ermini-Minacci hanno convocato dalla divisione Nadiana Lipira classe 2002 che in coppia a Martina Banti ha giocato tutti i set realizzando anche quattro punti. Per il resto la formazione nostra è stata con Pini in regia, Vanni e Cecconi di banda, Biagini opposto, Ceccherini libero. Nel corso dei set sono entrate anche Marrucci e Lazzeri. Niente da dire alle nostre ragazze, un applauso alle avversarie, riguardo il tavolo segnapunti e il duo arbitrale qualcosa che non è andato bene, forse forse ci sarebbe! Lasciamo perdere. Nonostante la sconfitta, la classifica è rimasta più o meno la stessa per noi. Sabato prossimo alle ore 21.00 ripeto ore 21.00 e non 21,15 ospitiamo La Fenice Pistoia. Sarà per noi una gara importante, che non dobbiamo fallire e senz´altro quando ci sono gli appuntamenti importanti le nostre ragazze ci hanno sempre fatto vedere il meglio. Aspettiamo tutti, sabato alle 21,00 in palestra Boccaccio.
Liberi e Forti 1914: Collini, Ranieri, Mannini, Santucci, Rustichini, Macchi, Del Freo, Martino, Comparini, Fiesoli, Merlini, Agresti (L1), Golfieri (L2). Allenatore Paoletti.
A.p. Pallavolo Certaldo: Marrucci, Pini, Biagini, Lipira, Cecconi, Lazzeri, Banti, Paoli, Vanni,Ceccherini(L). Allenatore Ermini-Minacci
Arbitri: Armento Diego e Panaiia Federico di Firenze

Fonte: gigo

Finali U14 FM: vittorie per Cecina e Arezzo

Sul parquet dell’impianto "M.Cecchini" di Portoferraio davanti a un folto pubblico si sono svolte oggi le due finali categoria under 14 femminili e maschili tra Volley Cecina e Valdarno Insieme, quanto alle ragazze e Emma Villas Chiusi e Club Arezzo, tra i ragazzi. Nella prima gara sono state le cecinesi ad avere la meglio delle pari età valdarnesi per 3 set a 1, mentre nella finale successiva gli aretini del Club Arezzo hanno regolato in tre game gli avversari dell’Emma Villas Chiusi. I nostri più sentiti complimenti a tutti gli atleti che si sono affrontati onorando al meglio le finali, i loro tecnici e le società di appartenenza; un ringraziamento sentito a chi ha reso possibile l’ennesimo spettacolo dentro e fuori dal campo, la società Polisportica Elba 97 e il Comitato Territoriale Basso Tirreno.
Risultati:
VOLLEY CECINA-VALDARNO INSIEME 3-1 ( 25-13 / 17-25 / 27-25 / 25-19)
VOLLEY CECINA: Villani, Pistacchi, Zazzeri, Bellucci, Stefanini, Costagli, Cocucci, Turini, Garzelli, Coluccini, Pesaresi, Mariani. All. Poggetti
VALDARNO INSIEME: Pancrazi Noemi, Pancrazi Giada, Matassini, Arnetoli, Ceccherini, Moleri, Masini, Merli, Braccini, Rogna, Barbagli, Dell'Innocenti . All. Lapi
Arbitri: Fiumara Francesco e Raguso Marco

CLUB AREZZO-EMMA VILLAS CHIUSI 3-0 ( 25-14 / 25-18 / 25-18 ) EMMA VILLAS CHIUSI: Pellegrini Emiliano , Trombacco, Lucheroni, Garofani, Polimene, Lazzerini, Luigetti, Kurtaj, Pellegrini Federico, Volpi, Pieri, Mancini. All. Monaci
CLUB AREZZO : Andreini, Bichi, De Filippo, Dori, Franchi, Fucci, Imparati, Loffredo. Luatti, Marmorini, Nandesi, Ricci. All. Nandesi Emiliano
Arbitri: Fiumara Francesco e Alessi Francesca.

CRT

Grande impresa per la Pallavolo Cascina contro Dream Volley

Grande soddisfazione per le nostre ragazze che hanno dimostrato di saper tenere testa ad una corazzata come il Dream Volley Pisa, seconda forza del campionato, rimanendo concentrate per l’intero match. Una vittoria fondamentale, conquistata con la testa e con il cuore, al termine di una partita bella, intensa e lottata fino alla fine da due squadre a caccia di punti preziosi per i rispettivi obiettivi. Coach Zecchi schiera in campo Ghezzi in regia, Tremolanti a completare la diagonale, Crescini e Papeschi a banda, Corti E. e Ricci al centro, Lo Gerfo libero. Partono bene le biancorosse, ottenendo qualche punto di vantaggio sulle avversarie, che però reagiscono e riescono a portarsi in parità: da li’ si procede con una intensa una fase di lotta punto su punto. A metà set entra Simoncini per Tremolanti e si continua con scambi di pregevole fattura a favore dell’una e dell’altra squadra. Sul finale sono però le nostre ragazze a prendersi un buon margine e a mantenerlo fino alla conquista del parziale (25-18). Nel secondo set Zecchi riparte con la stessa formazione con cui è stato chiuso il primo: ottimo inizio per le biancorosse che in breve tempo ottengono un larghissimo margine di vantaggio sulle pisane. Stavolta Dream appare annichilito e incapace di reagire. Coach Grassini prova a farsi sentire, ma in nessun modo le avversarie, sotto la pressione della nostra battuta, riescono ad arginare il nostro gioco. Anche il secondo parziale prende la via di Cascina con un nettissimo 25-9. Terzo parziale: sotto 0-2 Dream Volley, per niente condizionato dal netto esito della fase precedente, rientra in campo con rinnovata determinazione (complimenti) e, complice un po’ di stanchezza mentale sulla sponda biancorossa, inizia ad accumulare un buon vantaggio che riesce a mantenere senza troppi problemi fino alla fine (17-25). Anche nel quarto, il più intenso e combattuto, Zecchi parte con la stessa formazione del set precedente. Dopo una fase iniziale di grande equilibrio Dream ingrana la quarta e dimostra che è rientrato in partita. Assolutamente determinato ad arrivare al tie-break riesce a prendere il largo, ottenendo sei punti di vantaggio. Sul 5-11 coach Zecchi effettua il doppio cambio: entra Montemarani per Simoncini e Tremolanti per Ghezzi. Le biancorosse con attacchi efficaci e recuperi vincenti riescono ad annullare lo svantaggio (17-17). Nuovo doppio cambio (Simoncini per Montemarani e Ghezzi per Tremolanti) per mantenere l’attacco a tre. E’ il preludio ad una fase finale di fuoco, con Dream che vuole andare al quinto e Cascina che vuole subito il bottino pieno. E sotto 21-23 le nostre ragazze, con grinta, lucidità e tanto tanto cuore, si conquistano un entusiasmante break di 4 punti conquistando al fotofinish set (25-23) e vittoria finale di fronte al proprio pubblico impazzito di gioia. Una vittoria piena davvero preziosa (mai sconfitto Dream Volley nella nostra storia) che permette alla squadra biancorossa di rimanere in zona play off e dà morale e fiducia per le prossime due decisive partite. Nella penultima - sabato 28 aprile - Pallavolo Cascina sarà impegnata nella difficile trasferta contro Rosignano, una squadra ormai brillantemente salva e, come verificato all’andata, sempre molto ostica da affrontare. Il sogno continua… Proviamoci! Forza ragazze, tutte insieme: “ Chi? NOI!”
PALLAVOLO CASCINA - DREAM VOLLEY GROUP PISA 3-1 (25-18; 25-9; 17-25; 25-23)
PALLAVOLO CASCINA: Allenatore Cristina Zecchi, 2° Allenatore Francesco Signorini. Martina Carli, Eleonora Corti, Francesca Corti, Anais Crescini, Virginia Ghezzi, Giulia Lo Gerfo (L), Amalia Marsili, Erika Montemarani (K), Alessia Papeschi, Marianna Ricci, Camilla Simoncini, Chiara Tremolanti. Dirigente accompagnatore Maurizio Montemarani.