lunedì 9 aprile 2018

1 Div/F: Montebianco, tre punti e allungo!

Le ragazze di Branduardi vincono a Pistoia (0-3) ed approfittano del k.o. della seconda: +3
Una delle classiche partite da prendere con le molle. La diciottesima giornata propone il "testa-coda" che vede il Montebianco Volley di Lorenzo Branduardi ed Elena Paladini di scena nell'impianto "Anna Frank" di Pistoia: ad attendere la capolista c'è il fanalino Pistoia Volley La Fenice, in questo girone di ritorno guidato dal noto docente di Educazione Fisica, Riccardo Cappelli (curiosità: anche il dirigente accompagnatore è un professore, di materie scientifiche, il sig. Di Bianca). Cappelli - che, nel contempo, guida l'Under 13 fenicina ed è il vice-Caramelli in Serie C - è subentrato a Sergio Fanti nel tentativo di rivitalizzare il roster fuxia-blu, relegato in ultima posizione con 4 punti. Nel turno di andata, fu proprio la squadra allora guidata dallo stesso Fanti ad impensierire severamente le bianconere, andando avanti di un set, quindi cedendo con parziali alti, sempre toccando almeno quota 20, in quelli successivi. L'ultima posizione non rende merito del valore di alcune giovani talentuose presenti nella compagine fuxia-blu - come le varie Melani, Tempestini, Corrente, Banci - senza contare l'assenza pesante per infortunio di uno dei terminali offensivi principali, Martina Pucci (assente anche all'andata, ma in quel caso per dare man forte alla Serie C di Caramelli, dove ha avuto modo di debuttare). Per quanto riguarda il versante bianconero, anche in questo turno ci presentiamo un po' rimaneggiati: Branduardi deve fare a meno di Melania Mariotti. La competitività, ad ogni modo, non manca alle ospiti, dimostrandolo ampiamente nelle giornate precedenti ed anche in quella attuale, come vedremo tra poco. Paladini-Tedeschi in diagonale, Martini-Biancalana al centro, Chiara Lippi-Martina Mariotti bande, Gemma Lippi libero è lo schieramento pievarino. Nemmeno il tempo di prendere posto sugli spalti e Martini stampa il primo muro di giornata ai danni di Giovannelli. Shock fuxia-blu, con Cappelli che deve fermare tutto sullo 0-4. Pieve picchia assai dai nove metri e dispone di svariate occasioni di ricostruzione, arrivando al secco 0-10 con Chiara Lippi. Funziona tutto a dovere negli ingranaggi bianconeri: Paladini imbecca ottimamente Martina Mariotti, a segno per tre volte di fila con altrettanti colpi di esperienza (2-14), mentre Biancalana costringe il tecnico di casa alla seconda interruzione discrezionale: 2-16. Il predominio pievarino prosegue con la stessa Martina Mariotti grazie ad un paio di colpi in parallela, lasciando il punteggio locale fermo a 2 (2-20). Il finale di frazione porta la firma di una Biancalana in grande spolvero a muro ed in primo tempo: 4-25. Il rischio è quello di un rilassamento, come pare materializzarsi nei primi minuti del secondo set: merito di una Fenice che vuole lasciarsi alle spalle la prima frazione da "non pervenuto", perciò la squadra di Cappelli effettua un break di 6-1 con il primo tempo della brava Cappellini. Branduardi invita le sue ragazze a riprendere il piglio aggressivo del primo periodo, perciò il divario viene limato dal servizio di Chiara Lippi (7-5). La Fenice, in un primo momento, resiste agli assalti bianconeri, vuoi anche per qualche imprecisione ospite in attacco, ma la parità giunge con l'iniziativa di prima intenzione da parte della brava Paladini (10-10). La quale si ripete un minuto dopo (10-12), sebbene La Fenice si affidi al proprio orgoglio per rimettere in piedi la contesa (13-13). Lippi C. spolvera le mani del muro locale (13-16), mentre il contrattacco di Tedeschi fissa il punteggio sul 15-19 e secondo time out Fenice. Fuxia-blu che si affidano alla crescita in attacco di Tempestini (17-20), e provano a rifarsi sotto con il primo tempo di Cappellini (19-21). Tuttavia sono gli errori o infrazioni - quattro consecutive - commesse dalla stessa squadra di casa a liberare il corridoio che porta il Montebianco al raddoppio (20-25). Nel terzo set è una super Biancalana a leggere due volte le intenzioni locali, prima fermando Corrente, poi Gaggioli: 4-8. Il set prosegue bene per le pievarine: Tedeschi infila da seconda linea (6-10), Lippi C. con il mani out, Paladini dai nove metri ed ancora l'opposto viareggino in P1: 8-15. Entra Gori al palleggio per Paladini. Lippi C., dai nove metri, e Martina Mariotti da posto quattro ipotecano la chiusura (8-19), nonostante qualche punto di troppo concesso nel finale, dopo il 14-24 determinato dal muro di Biancalana su Giovannelli e l'attacco di Chiara Lippi. Sarà quest'ultima a chiudere tutto: 17-25. Il Montebianco fa il proprio dovere nel migliore dei modi, archiviando la gara con il massimo risultato e senza un eccessivo spreco di energie. Il tecnico Branduardi, in settimana, aveva chiesto concentrazione alla squadra, memore anche della partita di un girone fa, ribadendo come non esistano gare semplici. Nel complesso, la squadra ha mantenuto alta la tenuta mentale: anche nelle situazioni di equilibrio, riconducibili a buona parte del secondo set, non si è mai avuta l'impressione di incappare in qualche passaggio a vuoto, sintomo di una mentalità ben consolidata. Questo turno di campionato, oltre a confermare il primato solitario delle bianconere, determina l'allungo di Mariotti e compagne di tre lunghezze sull'inseguitrice Appennino, sconfitto al tie-break sul duro campo di Bottegone. Al di là di questo risultato, siamo ben consapevoli che la salvaguardia della leadership dipende esclusivamente da noi. Quindi, testa sulle spalle e pensiero rivolto al prossimo impegno ufficiale: a Pieve a Nievole arriverà il promettente Nottolini Volley di Stefano Capponi e Antonio Biagioni. Le capannoresi sono molto cresciute rispetto all'andata ed hanno inanellato alcuni risultati di sostanza, motivate inoltre dalla ricerca di punti salvezza: non sarà facile, ma il nostro compito è quello di essere pronti per arginare anche questa ostica insidia.
Pistoia Volley La Fenice-Montebianco Volley 0-3 (4-25/20-25/17-25): Biancalana, Gori, Lippi C., Lippi G. (L1), Mariotti Martina, Martini, Paladini, Tedeschi, Travaini. All.: Branduardi. Vice all.: Paladini.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti