lunedì 9 aprile 2018

Cuore “Lupi”: i conciari agguantano la bella

MONINI SPOLETO: Corvetta 1, Raic 9, Zamagni 11, Van Berkel 9, Bertoli 14, Mariano 17, Bari (libero), Costanzi 1, Cubito, Di Renzo (libero), Galliani 6, Segoni 1, Agostini n.e, Katalan n.e. Allenatore: Monti.
KEMAS LAMIPEL: Acquarone 2, Wagner 28, Elia 4, Benaglia 2, Hage 17, Colli 1, Taliani (libero), Zonca 10, Ciulli, Miscione 7, Tamburo, Andreini (libero) n.e, Polidori n.e. Allenatore: Totire.
Arbitri: Moratti di Frosinone e Di Blasi di Roma.
Successione set: 25-15; 23-25; 21-25; 25-20; 12-15.
Spettatori: 850.
Battute sbagliate Monini: 19; Aces: 6; Muri: 10.
Battute sbagliate “Lupi”: 17; Aces: 1; Muri: 15.
I “Lupi” vincono per 3-2 in Umbria pareggiando il conto, riportando così la bella al PalaParenti. Si giocherà mercoledì prossimo (ore 20,30) per definire chi, fra santacrocesi e spoletini, affronterà Bergamo in semifinale. Dopo il successo per 3-1 degli oleari, in gara1 a Santa Croce, occorreva la vittoria al PalaRota – con qualsiasi punteggio – alla Kemas Lamipel ed i biancorossi si sono fatti trovare pronti in gara2, sovvertendo il pronostico, rimediando così allo scivolone interno, con una reazione di carattere. Ne è scaturita la classica gara “da Lupi”, tutta cuore e grinta, come nei voti della dirigenza e dei sostenitori. I play-off si confermano così una lotteria ricca di emozioni e di colpi di scena. L’allenatore Totire aveva affermato che i “Lupi” sarebbero scesi in campo per allungare la serie e ci sono riusciti. Ha deciso tutto il tie-break in cui la Kemas Lamipel ha avuto la forza e le capacità per portarsi perentoriamente sul 3-8 e sul 3-10, facendo leva sul gioco al centro. Monti è stato costretto a chiamare il tempo sul 2-5 e, sul 2-7, Bertoli ha rilevato Galliani. Un successivo errore dell’ex biancorosso al servizio, ha consentito ai conciari di cambiare il campo sull’invitante vantaggio di 3-8. Hanno fatto seguito altri due punti. Un muro di Wagner (3-9) ha indotto Monti a chiamare il secondo time out e poi è stato Zamagni a sparare lungo dal centro: 3-10. Questo congruo vantaggio ha facilitato successivamente il compito dei conciari, perché la rimonta della Monini è stata pericolosa. Gli oleari si sono portati sul 6-10 ma Elia (6-11) ed Hage (7-12), hanno tenuto i gialloblù a distanza di sicurezza. Dall’8-13 si è poi passati al 10-14 e qui i “Lupi” hanno perso due occasioni (12-14) affidandosi poi al bomber Wagner (mvp del match) per la definitiva conclusione del discorso: 12-15. Spoletini battuti, in un PalaRota gremito in ogni ordine di posti che ha spinto i padroni di casa al successo nel primo set 25-15 con Mariano che ha fatto la voce grossa. Poi la Kemas Lamipel ha pareggiato il conto (23-25) rimontando dal 22-19 al 22-22, con la panchina di casa che ha perso la bussola, per i troppi cambi effettuati, lasciando il sestetto senza il regista Corvetta. A turno gli umbri hanno provato a costruire qualcosa di interessante ma i “Lupi” non si sono lasciati sfuggire la ghiotta occasione, punendo la “dimenticanza” della panchina locale. Sulla spinta Wagner e compagni sono passati a condurre per 2-1 imponendosi nella terza frazione per 21-25. Il set è stato equilibrato fino al 18-18 ed i biancorossi hanno sprintato celermente nel finale, con Zonca bravo a muro su Raic (19-23), facendo suonare il campanello d’allarme nelle file gialloblù. Monti si è affidato a Galliani per Bertoli ed a Di Renzo per Bari nella quarta frazione. La Monini ha riportato le sorti in parità (25-20), restando sempre in vantaggio fino al 18-18. Poi un nuovo allungo ha permesso a Van Berkel e soci di andare così al tie-break. Qui i biancorossi hanno ipotecato il successo con un perfetto inizio ed ora l’appuntamento è per mercoledì prossimo al PalaParenti, per la resa dei conti finale.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti