mercoledì 9 maggio 2018

La Pediatrica batte Rosignano ma non basta per accedere ai playoff

La Pediatrica Specialist Volley Livorno chiude la propria stagione con una vittoria dal sapore dolceamaro. Non basta infatti alle gialloblu il successo al tie-break davanti al proprio pubblico contro Rosignano nell’ultima giornata del torneo per accedere alla post season. Il quinto posto va ad appannaggio di Riotorto, che in contemporanea all’incontro disputato al PalaFollati affronta e sconfigge per 3-1 il Dream Volley Pisa, chiudendo così ogni velleità di playoff per la Pediatrica Specialist. A Banditella invece il Rosignano non fa sconti alle gialloblu, come del resto non è mai accaduto con nessun avversario della Pediatrica durante la stagione, dove le ragazze si sono guadagnate con il sudore tutti i punti conquistati. Ottima la prestazione di Lucarelli e Bitossi nell’ultima affermazione dell’anno, così come il supporto dato dalla panchina da Chisari. “Onestamente – ci racconta coach D’Alesio – non speravamo in favori da parte del Dream Volley. La nostra è stata una stagione più che positiva. Siamo andati oltre le più rosee aspettative in Serie C. Siamo partiti con un gruppo giovane, con cui purtroppo non siamo riusciti a cogliere quanto speravamo in Under 18, unica nota dolente dell’anno, e con alcune scommesse anche nelle giocatrici con maggior esperienza. Abbiamo puntato su due atlete che due anni fa con noi erano retrocesse dalla C ma che si sono dimostrate persone di enorme spessore all’interno dello spogliatoio con la loro etica del lavoro: Serena (Bitossi, ndr), che ha svolto il suo riolo da capitano alla perfezione, dando sempre l’esempio costante a tutte le ragazze per il suo modo di vivere lo sport, ed Emma (Pasquini, ndr), che si è sempre dimostrata all’altezza e che con il suo carattere ha saputo trascinare le compagne in ogni partita disputata. Abbiamo riportato a Livorno Viola Lucarelli, che ci ha dato sicuramente un grande contributo. Siamo soddisfatti di quanto fatto da lei a livello personale e umano e di aver lavorato con lei quest’anno. Siamo molto contenti, non credevamo a inizio anno di giocarci un posto nei playoff fino all’ultimo”. Purtroppo la stagione della Pediatrica Specialist finisce qui, sicuramente con qualche rammarico per un sogno che è svanito nelle ultime settimane. “Sicuramente essere stati quarti o quinti per tutto l’anno prima di essere superati alla penultima gioranta ci ha lasciato l’amaro in bocca – continua coach D’Alesio -. Siamo stati sfortunati nel girone di ritorno, soprattutto sul piano fisico. Siamo stati costretti a rinunciare a Zonta, Ciaponi e Simoncini che hanno chiuso la stagione in anticipo a causa di infortuni. Aurora (Simoncini, ndr) pur avendo vissuto un’annata non al top è sempre stata presente e molto disponibile, sia fuori che dentro il campo con prestazioni di alto livello nella sua prima stagione a Livorno. Solo in cinque partite su tredici ho potuto schierare il sestetto titolare del girone di andata, ma nonostante questo chi ha giocato ha dato sempre il massimo contributo. Basti pensare che solo in quattro occasioni non siamo andati a punti, mentre nelle altre nove abbiamo sempre mosso la classifica, mettendo a segno anche belle vittorie non scontate come quella a Grosseto. Tutte le ragazze si sono rivelate indispensabili per raggiungere i playoff, va dato merito a tutte e tredici le ragazze. Oggettivamente c’è del rammarico, ma anche tanta soddisfazione per come è cresciuto questo gruppo”. La Pediatrica non ha certo intenzione di terminare qui il suo racconto e pensa già a coltivare i frutti del lavoro di questa stagione. “Sono contento – conclude D’Alesio – anche perché abbiamo creato un gruppo giovane livornese che può essere la base per il nostro futuro, nella speranza di poter puntare a qualcosa di importante”.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti