mercoledì 9 maggio 2018

Saranno Playoff, con merito! Le squadre si affrontano a viso aperto e danno spettacolo!

Riotorto - Dream Pisa 3/1 ( 25/22 – 14/25 – 25/22 – 25/14 )
Formazioni
Riotorto: Agostini, Giuggioli 6, Zanolla 17, Farruggio 5, Vallini 12, Noci 8, Bastieri, Bianchi, Valle , Guerrieri, Silvestri 6. 1° Libero Cruschelli 2° Libero Boscaglia Boscaglia. Allenatore Burrascano Nicola, 2° allenatore Creatini Riccardo.
Dream Pisa : Lena, Lilli, Loni, Sergi, Crecchi, Ferrari, Passaglia, Landolfo, Montanini, Sciabordi, Rolla. Libero Battellini. Allenatore Grassini
Arbitro: 1° Alessio Funari di Grosseto , 2° Cannas Giuseppe di Monte Argentario
E´ stata una partita vera, giocata da entrambe le squadre per la vittoria, le pisane per voler vendicare la sconfitta casalinga subita nel girone di andata, come dichiarato sul loro sito, e le giallorosse per non perdere l´ultima occasione di accesso ai Play off, se il Riotorto l´ha spuntata è perché ha dimostrato maggiore continuità, il solito cuore nel voler raggiungere l´obbiettivo e un grande pubblico che ha sostenuto la squadra dall´inizio alla fine. L´obbiettivo che ad inizio campionato sembrava impossibile è stato centrato, con un ruolino di marcia del girone di ritorno impressionante, da vertici della classifica e con una striscia di otto vittorie consecutive, 19 punti realizzati nell´andata e 30 in quello di ritorno. Un bel cammino che ha visto il gioco crescere di gara in gara nonostante alcuni infortuni , vedi quello di Adorni nel giorno del suo debutto da titolare a Pisa ( per l´assenza di Noci) costretta a lasciare il posto alla giovanissima Balestracci che guidò con sicurezza il gioco in un quinto set da atleta matura, infortuni che hanno costretto il tecnico Burrascano a convocare strada facendo ragazzine del vivaio per poter mettere in campo una formazione completa, hanno debuttato Bastieri, Balestracci, Agostini, Bianchi e nell´ultima di campionato come secondo palleggiatore è stata convocata la giovanissima Guerrieri Chantal, un 2005. Il pubblico delle grandi occasioni nonostante la novità dell´orario, si gioca alle 18 anziché alle 21, c´è, la gara fin dalle prime battute si dimostra combattuta, entrambe le squadre giocano ogni palla come fosse quella decisiva per la vittoria, le giallorosse si schierano con la consueta formazione, Noci in regia e Farruggio opposta, Vallini e Zanolla attaccanti, Giuggioli e Silvestri al centro con Cruschelli nel ruolo di libero. Il punteggio non subisce scossoni e strappi di rilievo, il gioco però fa scaldare le mani del pubblico che ad ogni punto incita ancor più le proprie beniamine, in questo primo set Farruggio e Zanolla sono le più continue, dal 19 pari le giallorosse si portano sul 22/19 e chiudono 25 a 22. Il secondo set dimostra come le ospiti non vogliano lasciare la gara in mano alle padrone di casa, partono forte le ospiti, Crecchi nei suoi giri sotto rete è un martello spesso incontenibile, le giallorosse non riescono a contenere gli attacchi delle ospiti che si avviano a pareggiare il conto dei set con troppa facilità. La terza frazione diventa lo spartiacque della gara, Vallini e compagne sanno che perdere il set potrebbe significare lasciare al Volley Livorno la quinta posizione in classifica, l´ultima disponibile per proseguire il cammino. Scambi lunghi e difese spettacolari caratterizzano questo set che cammina, come il primo, sui binari della parità, 7/8 e 12/11, un piccolo strappo porta Silvestri e compagne sul 16 a 12 e a mantenere e incrementare il vantaggio fino al 22/16. Ma, come detto, le ospiti non mollano e grazie ad alcuni attacchi della solita Crecchi riescono a riportare il punteggio in equilibrio 22/20 e 23/22 ma non basta, perché le giallorosse chiudono 25 a 22. Quarto set e le ospiti partono decise a fare loro questo set 0/4 il punteggio a loro favore, un attacco di Zanolla e un muro di Farruggio dimezzano lo svantaggio che si annulla sul 9 pari con due attacchi di Vallini che porta la sua squadra avanti 10 a 9. Le ospiti sembrano accusare il colpo, ne approfittano le padrone di casa per allungare fino al 13 /9 e 19/12. Ma quanto tenessero a portare a casa il risultato le ospiti si vede sul punteggio in favore delle padrone di casa 19 a 12, una atleta ospite contesta con veemenza una decisione arbitrale che prima estrae il cartellino giallo e poi quello rosso. Da quel momento sugli spalti un unico applauso accompagna ogni azione delle giallorosse che chiudono set e gara con una invasione di campo da parte delle piccolissime dei centri giovanili che per tutta la gara hanno applaudito le loro beniamine.

Fonte: Ufficio stampa Società

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti