martedì 8 maggio 2018

Serie C/M: Montebianco, i playoff arrivano in zona Cesarini

La squadra di Francesconi non sbaglia nell’ultima giornata: sconfitta la Pallavolo Cascina (3-1). Nei quarti sfida all’Emma Villas Siena
Vita o morte, dentro o fuori, paradiso o inferno… Scegliete quello che volete, ma sono tutti contrari che descrivono l’essenza dell’ultima di regular season del campionato di Serie C Maschile. Perché, a tutti gli effetti, è una gara secca quella che va in scena in una “Fanciullacci” di fuoco, in uno scenario di altri tempi, degno di un palcoscenico superiore. Nel commento al match di Firenze era stato richiesto l’apporto indispensabile del sempre caloroso pubblico di fede pievarina (presenti anche le ragazze della Serie D ad incitare a suon di tamburi) per supportare il team bianconero in un momento alquanto delicato. Per il Montebianco Volley di Andrea Francesconi è il giorno della verità, è la partita che può segnare un’intera stagione, in poche parole, è l’ultima chiamata. Una situazione che, se rassicurante poteva sembrare almeno un mese e mezzo fa, è diventata quasi allarmante in seguito alle ultime tre sconfitte di fila che hanno messo il fiato sul collo alla formazione del presidente Severi. Nella fattispecie, l’ultimo turno vede coinvolte ben tre squadre per gli ultimi due posti che assegnano l’accesso ai playoff: Scandicci, Montebianco e Tomei Livorno. Una delle due compagini già sicure della partecipazione agli spareggi promozione è proprio l’avversario che si presenta in Via Cosimini, la Pallavolo Cascina. La squadra guidata dal pistoiese Davide Saielli, molto rinforzata rispetto all’anno scorso, è stata una tra le certezze di questo campionato, capace di arrivare a questo match in qualità di seconda forza del girone, con una lunghezza in più, e come detto, già sicura di competere per le sfide valevoli il salto di categoria. D’altronde, la forza della compagine pisana è abbastanza risaputa, basti pensare al match d’andata, quando furono proprio Taccini e compagni a spuntarla dopo cinque set. Come aveva sostenuto la dirigenza, dobbiamo attenderci un nemico che arriverà sul parquet valdinievolino pieno di motivazioni, con il desiderio di conservare il secondo posto al fine di pescare una rivale più morbida nelle successive gare di andata e ritorno. Pianigiani-Fattorini in diagonale, Menichetti-Magni al centro, Francesconi-Lombardi schiacciatori, Pasquetti libero è il consueto starting six. Una delle chiavi del match è fermare il terminale offensivo più pericoloso dello scacchiere biancorosso, l’opposto Orsolini, che dà il suo benvenuto con il contrattacco dell’1-3. Lo stesso numero 10 di Saielli troverà il modo di farsi sentire, qualche minuto più tardi, con il colpo che porta Cascina sul 4-7. Ma siamo appena agli inizi, la sfida deve ancora avere il suo sviluppo, così come deve carburare il motore della squadra di casa: Menichetti è infallibile due volte al centro (7-8), il suo collega di ruolo Frediani la mette fuori, così come Orsolini e situazione capovolta (10-8). L’esperto Citi annulla Fattorini, nella circostanza in posto quattro (10-10), tuttavia è Lombardi a schiaffeggiare le mani alte del muro, trovando l’attacco del 14-11 locale. Saielli parla ai suoi ragazzi, i quali fanno leva sulle giocate al centro dell’ottimo ex Livorno, Frediani, puntuale due volte a tenere in piedi Cascina (16-14/17-15). Francesconi riordina le idee dei suoi ed al rientro in campo la scena se la prenderà la compagine targata Montebianco. Lombardi, più volte cercato dalla battuta ospite, è perfetto, buon per Pianigiani il quale non perde l’attimo per liberare Fattorini: 19-16. Il regista di casa, allora, punisce la seconda linea avversaria dai nove metri. E’ il fondamentale della battuta a decidere la frazione: Francesconi sorprende Scali, costringendo Saielli alla seconda interruzione, 22-17. Fattorini non fallisce da posto due (23-18). Entra Pilucchini per Menichetti. Cascina, sul 24-19, annulla due volte, ma deve arrendersi di fronte al primo tempo di Magni: 25-21. Nel secondo set è ancora la squadra di Saielli ad iniziare bene, sfruttando un paio di infrazioni bianconere (5-7/7-9). Comunque Pieve c’è, eccome se c’è: Fattorini tira un missile a metà strada tra Ciuffardi e Poli Doko ed è 9-9. Sempre dai nove metri, però, è Scali a forzare per il 9-12 pisano. Breve il triplo vantaggio ospite, dilapidato dall’out di Ciuffardi (12-12). Alla squadra di casa manca qualcosa per imprimere quell’accelerata che possa indirizzare il set, quindi sono Frediani e la manualità di Scali a riportare avanti Cascina (15-17). Fattorini abbatte le mani alte del muro (17-17), però l’out di Menichetti (rilevato da Pilucchini), insieme al muro di Citi sull’opposto di casa, valgono un nuovo break per il team di capitan Taccini: 17-20. Lombardi spolvera la linea in attacco (20-21) e Saielli ferma tutto. Orsolini fa ripartire i suoi (20-22), il servizio bianconero non va (21-23), e Biancalani (subentrato in precedenza a Ciuffardi) riporta la parità (22-25). Nel terzo set è il muro della squadra di Francesconi a chiudere ogni spiraglio alle avanzate pisane: Magni cancella per due volte di fila Orsolini e Citi (5-1), time out Cascina. L’opposto pisano è bloccato in P1 e viene arginato anche da Pianigiani, quindi sono due schiaffi di Fattorini a scalfire il fortino biancorosso (7-1/7-4). Cascina, con un Saielli dallo sguardo cupo, ci prova con il muro di Frediani e l’ace di Scali: 9-8. Un fuoco di paglia, perché è un monumentale Menichetti ad imporre lo stop a Ciuffardi, quindi infilando il primo tempo del 13-8. Saielli gioca di nuovo la carta Biancalani, ma Pieve è incontenibile: Fattorini piega le mani di Poli Doko, succeduto da un nuovo block vincente di Menichetti, questa volta ai danni di Scali: 16-9. La stanchezza e lo sconforto animano i volti dei ragazzi del Cascina, ancora k.o. di fronte alla bordata di Fattorini verso posto sei (18-12), ripetendosi con un colpo di esperienza da seconda linea (19-13). Pieve rifiata sul 20-16, un minuto che serve per organizzare l’assalto al nuovo vantaggio: Fattorini tira fuori un altro colpo di pregevole fattura (21-16), Menichetti devastante con la sette del 22-18, Lombardi buca il muro avversario, quindi tocca a Fattorini dai nove metri fare breccia tra Scali e Poli Doko. E’ l’ace che consegna il 2-1 ai pievarini. Menichetti riprende dallo strepitoso finale di terzo set, cancellando Orsolini e schiantando il pallone del 5-3. Due errori in attacco ridanno linfa a Cascina (5-5), soltanto per poco: Lombardi strappa gli applausi del palazzetto dopo uno scambio ricco di super difese, 9-6. Subentra un po’ di nervosismo nella squadra ospite dopo un’infrazione ravvisata ad Orsolini: Taccini prova a far valere le sue ragioni verso la coppia arbitrale, ma, dopo una prima ammonizione, per Cascina scatta il rosso: 11-8. Fattorini in parallela ed il muro di Francesconi su Orsolini firmano il +4 pievarino (14-10); time out Saielli. Cascina prova a dar fondo ad ogni risorsa pur di riemergere ed è il solito Orsolini a riportare l’incertezza nel punteggio: 15-13. Ma è ancora il muro della squadra di casa a rendersi protagonista in positivo: Menichetti legge le intenzioni di Frediani (17-13), così come Fattorini, che da posto quattro stoppa il pari-ruolo Orsolini (18-14). L’oppostone bianconero respinge il nuovo assalto pisano (20-17) ed è il suo turno al servizio a decidere le sorti di set e match: ace su Biancalani (22-17), poi ecco il punto-difesa di Francesconi a piazzarla sulla zona di campo completamente sguarnita. Nuovo affondo di Fattorini su Biancalani, bloccato in posto due, con il numero 7 del Cascina che nulla può davanti al muro conclusivo di Lombardi: 25-17. Ed è successivamente all’ultima stampata vincente della partita che può cominciare la festa dei pievarini, in simbiosi con i loro tifosi, scacciando ogni nuvola che si era addensata nelle ultime tre settimane: il Montebianco Volley vola ai playoff! E lo fa per la terza volta nei quattro anni di gestione Francesconi, tornando ad inserirsi tra le otto pretendenti ad un posto nell’Olimpo. Non potevano mancare i ragazzi capitanati da Magni, non poteva essere l’ultimo travagliato periodo a mettere i bastoni tra le ruote ad un gruppo che ha sempre abitato stabilmente nei quartieri alti della classifica, ma è proprio nel momento più difficile che è venuto fuori l’animo della grande squadra, regalandosi una bellissima serata. La vittoria è netta e meritata, la squadra di Francesconi è tornata ad esprimere il suo gioco consueto, fatto di concretezza in attacco, potenza al servizio e poche concessioni all’avversario, e questo si è visto soprattutto negli ultimi due set, condotti al meglio dalla squadra di casa. Era l’ultima partita del girone ma, per la posta in palio, sembrava effettivamente già un match playoff dove ogni pallone può essere quello decisivo. Sono le parole di Andrea Francesconi a dare la dimensione dell’impresa compiuta dalla sua squadra: “Finalmente ai playoff! Dovevamo arrivarci prima, è vero, sono stati sofferti. Lo sport è questo, nulla è scontato, ma l’importante è aver centrato l’obiettivo. Ora si riparte da zero, ha inizio un nuovo campionato”. Con il coach-giocatore pievarino c’è stata l’opportunità di dare uno sguardo a chi sarà il primo avversario dei quarti di finale: “Incontreremo l’Emma Villas Siena, squadra che ha terminato al secondo posto nel girone B (66 punti). Ho visionato qualche loro partita. Si tratta di un roster giovane, organizzato e dove spicca il talento di Della Volpe, riferimento principale dei senesi”. Sarà, inoltre, un onore poter incrociare il nostro nome con quello di un sodalizio altamente prestigioso: la squadra principale dell'Emma Villas milita nel campionato di A2, dove attualmente è in lotta per i playoff promozione.
Montebianco Volley-Pallavolo Cascina 3-1 (25-21/22-25/25-19/25-17): Carrai, Del Testa, Fattorini, Flego, Francesconi, Fronteddu (L2), Lombardi, Magni, Menichetti, Pasquetti (L1), Pianigiani, Pilucchini, Poli. All.: Francesconi.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti