martedì 8 maggio 2018

Serie D/F: Montebianco versione "magnifiche otto" a San Casciano

La squadra di Russo e Romano espugna il parquet del Chianti Azzurra (0-3): è quarto posto ufficiale. Ai playoff c'è San Miniato. Nell'ultima giornata di regular season il Montebianco Volley di Ambra Russo e Giacomo Romano va nella sempre bella San Casciano in Val di Pesa. Tuttavia, non è il consueto parquet di Via Montopolo il teatro della sfida, bensì l'impianto "Machiavelli" di via Empolese, situato di lì a pochi metri. A ricevere le pievarine c'è l'agguerrito Chianti Azzurra di Mario Ravenni, nell'occasione supportato da Davide Mugnai, quest'ultimo primo allenatore della formazione U 18. Una sfida di importanza vitale per la squadra di casa, capitanata da Alessia Calamandrei, in piena lotta per evitare di finire nel gironcino a tre dei playout, ma dovendo sperare anche in un risultato negativo del Castelfranco. Una gara di spessore rilevante, però, anche per il team di Russo: contro l'Euroripoli le bianconere hanno conquistato la loro terza qualificazione di fila ai playoff, ma c'è ancora da stabilire il piazzamento finale, quello che va a determinare la posizione nella griglia degli spareggi per il salto di categoria. C'è da respingere l'insidia del Vba Firenze, nel frattempo impegnato a Capannori. Eppure, le premesse della partita non sembrano affatto buone: le ospiti si presentano largamente rimaneggiate, espressione forse riduttiva. Solo otto atlete a disposizione dello staff tecnico bianconero, anzi sette, considerando il prolungato infortunio di Francia, presente in panchina a dare il proprio supporto morale. Perciò, diverse assenze pesanti nel roster pievarino, comunque venuto a San Casciano per imporre la propria forza e con l'obiettivo di fare bottino pieno. Focosi e compagne sono cariche e determinate ad ottenere la sesta vittoria consecutiva per impreziosire il loro già cospicuo bottino. Sestetto per forza di cose obbligato e con un paio di ruoli inediti: con Bigagli c'è Stefanelli (terzo centrale) a comporre la diagonale palleggiatore-opposto, Petrini-Amadei al centro, Focosi-Bardelli (di natura opposto, quest'anno anche libero in un'occasione) in banda, Petrucci in seconda linea. Nonostante le difficoltà sopra richiamate, è già super Pieve con i due primi tempi di Amadei e l'ace di Focosi a danneggiare la ricezione di Panchetti (3-7). Amadei in grande spolvero in questa parte inaugurale di match, andando a fermare Calamandrei, poi anche dai nove metri con l'ace ai danni del libero Pruneti (4-9). Ravenni decide di effettuare il primo cambio, inserendo Chiaro per Calamandrei. Il Chianti si affida a bomber Lotti, che trova il pertugio con due parallele potenti (9-12), poi chiudendo in pallonetto una lunga azione per il -1 chiantigiano (11-12). Focosi scardina il muro a due locale (11-15), oltre ad un paio di out in attacco della forte numero 10 di casa. Amadei mette giù con la sette, poi Focosi ferma le intenzioni di Corti (13-18). Ancora il capitano bianconero a trascinare le pievarine con l'attacco da posto due e l'ace del 14-20. Situazione ampiamente sotto controllo dopo il contrattacco di Bardelli (16-21) ed il colpo di Stefanelli, a metterla nella zona lasciata scoperta dalle padrone di casa (17-23). Petrini finalizza dopo la ricezione doppio più di Bardelli, poi è l'out di Chiaro a chiudere per il vantaggio bianconero (18-25). Secondo set molto equilibrato tra le due formazioni: nel Chianti è Giulia Lotti a finalizzare in prima linea (4-3); le rispondono il mani out di Stefanelli (5-7) e la pipe di Focosi (9-9), la quale si ripeterà con un colpo delizioso ad ingannare Pruneti (10-11). Bigagli indovina il muro sulla parallela di Lotti (11-13), poi sono due contrattacchi sontuosi di Focosi ad abbattere le difese di Panchetti (11-15), in entrambi i casi con ottimi palloni recapitati da Bigagli. Ravenni chiama tempo, ma non si interrompe la bella mole di gioco sprigionata dalle ragazze di Russo e Romano: Stefanelli si esibisce con una botta in parallela (13-16), Amadei ancora infallibile a giocare la sette (13-18), poi chiudendo di potenza un lungo scambio e +4 dopo il muro di Petrini su Chiaro (16-20). Ravenni gioca la carta Rustioni e Chianti che ha un sussulto con muro di Pezzatini e contrattacco di Panchetti (19-21). Il mani out di Stefanelli e la diagonale di Bardelli riportano Pieve a +4 (19-23), nonostante sia Lotti a restituire speranza al Chianti Azzurra con due muri vincenti (22-23): time out Russo. Dopo il primo tempo a segno di Petrini, l'azione finale del secondo set premia il grande cuore bianconero: scambio interminabile con Petrucci a difendere su Lotti, poi Bigagli e Petrini smorzano due volte l'attacco della stessa attaccante chiantigiana, quindi bagher a Focosi che fulmina la difesa di casa con la parallela del 22-25. Grande abbraccio tra atlete, i due tecnici ed il dirigente accompagnatore: è il punto che vale il matematico quarto posto. Non è sazio il Montebianco e nel terzo set è di nuovo una lotta su tutti i palloni: Corti porta il Chianti sul 4-2, ma Bardelli passa due volte (4-4/6-6) e l'equilibrio permane fino al +2 Chianti in seguito a due out in attacco bianconeri (12-10). Diverse imprecisioni caratterizzano il gioco pievarino, quindi la squadra di Ravenni cerca di approfittarne con Chiaro, puntuale a finalizzare in due situazioni (15-11/16-12). L'importante vantaggio del team di San Casciano viene subito cancellato da una super Petrini, due volte in contrattacco più il muro vincente su Panchetti (16-16). Ravenni ributta nella mischia Calamandrei. Pezzatini cerca con insistenza Lotti, la quale risponde presente giocando sulle mani alte del muro (19-17/21-19), con la stessa numero 10 del Chianti che trova l'ace del 23-21. Pieve mai doma, a non volerne sapere di prolungare la gara. Torna Petrini in prima linea, ma va in posto quattro, con Stefanelli ad agire al centro. Tattica azzeccata: Petrini buca il muro dalla corsia laterale per il 23-23. Stefanelli non sbaglia in primo tempo (23-24), perciò è ancora un'azione sconsigliata ai deboli di cuore a chiudere tutto: Pieve stringe le maglie in difesa ed impone il muro, quindi Bigagli libera Bardelli, che con una parallela ben piazzata battezza la zona di posto cinque, lasciata incustodita dalla seconda linea di casa. E' l'acuto del 23-25. Che dire, se non che commentiamo una prova encomiabile da parte della valorosa formazione di Russo e Romano per anima, coraggio, grinta, cinismo e tutto quello che serve per vincere una gara tirata in un contesto molto complesso per le ragioni spiegate in apertura. Non soltanto questo. Sapevamo che la squadra di San Casciano si giocava tantissimo in questa gara e disponeva di più soluzioni per cercare di indirizzare la contesa sui propri binari. Ci hanno provato più volte le ragazze di Ravenni, specie nel terzo set, ma di fronte a loro hanno trovato una compagine sempre viva, arcigna su ogni palla e pronta ad aggredire senza mollare un centimetro. Che è anche il pensiero condiviso dal tecnico Russo, molto soddisfatto della prestazione delle proprie atlete, sostenendo come esse abbiano dato tutto, sapendo interpretare posizioni non abituali, ma efficaci per disorientare l'avversario. Ed è un successo molto pesante che ci consente di raggiungere un altro traguardo, quello del quarto posto, totalizzando 55 punti, gli stessi di due campionati fa. Archiviamo la regular season nel migliore dei modi, con sei vittorie consecutive, ma ora testa interamente ai playoff. Alle ragazze di Ravenni e del direttore tecnico Vanni auguriamo di raggiungere la salvezza nei prossimi incroci con Casciavola e Santa Maria Al Pignone. Per quanto riguarda noi, nel primo turno incontreremo una vera e propria corazzata, il blasonato Lupi Estintori San Miniato dei tecnici Nicola Manetti e Leonardo Simonetti. La squadra giallorossa ha terminato al terzo posto del girone B con 65 punti, a pari merito con il forte Ospedalieri Pisa, solo tre punti in meno rispetto alla neopromossa Pallavolo Follonica. Note e dichiarate sono le ambizioni del sodalizio sanminiatese, cioè quelle di recuperare la Serie C dopo due retrocessioni consecutive. Nel roster del Lupi Estintori milita una nostra ex atleta, la gigante centrale Maite Barzagli (in maglia pievarina nell'anno 2014-15), poi vi sono l'ex Monsummano Chiti (centrale) e le ex Buggiano Gragnoli (palleggiatrice) e Sasselli (libero). Il pronostico è favorevole alla squadra di Manetti, ma nelle gare secche le statistiche lasciano il tempo che trovano ed entrano in gioco altri fattori, consapevoli che ogni palla può decidere le sorti delle gare da "dentro o fuori". C'è molta fiducia nelle nostre portacolori, avvalorata da un finale di stagione in grande crescita: faremo di tutto per rendere la vita difficile all'avversario, con l'intenzione di provare a toglierci nuove soddisfazioni e rendere ancor più stupefacente una stagione di per sé già esaltante.
Chianti Azzurra-Montebianco Volley 0-3 (18-25/22-25/23-25); Amadei 14, Bardelli 7, Bigagli 2, Focosi 13, Petrini 7, Petrucci (L2), Stefanelli 6. N.e.: Francia. All.: Russo. Vice all.: Romano.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti