mercoledì 31 ottobre 2018

Serie D femminile: Prima sconfitta stagionale per la ragazze di Simone Bianchi e Irene Meli

Valdarninsieme – VBC Arnopolis 1-3 (25-23 17-25 23-25 23-25)
Prima sconfitta stagionale per la serie D del Valdarninsieme, ko nel big match della terza giornata davanti al pubblico del Pala San Biagio. Vince la squadra dell’Arnopolis sicuramente più continua e meno fallosa nei momenti cruciali della gara rispetto alla giovane compagine valdarnese che paga qualcosa di troppo in termini di esperienza rispetto alla formazione ospite. Gara piacevole come dimostrano i parziali e dove il risultato non deve trarre in inganno: la compagine aretina sempre in vantaggio in tutte le frazioni di gioco ed il valdarninsieme costretto ad inseguire ma con un epilogo che alla fine poteva comunque riservare delle sorprese alla forte truppa di mister Peruzzi. Eccezion fatta per il secondo set dove lo strappo iniziale in favore delle ospiti non è mai stato ricucito, nelle altre frazioni Vasta e compagne hanno cercato di recuperare il gap di svantaggio (spesso anche netto) riuscendo a completare la rimonta solo nel primo set ed arrivandoci vicino nella terza e quarta frazione, dando origine a finali di set sicuramente divertenti ed entusiasmanti ma purtroppo senza riuscire ad imprimere al match un finale diverso. Partenza contratta per la squadra di casa, l’Arnopolis più concreta in battuta e precisa in difesa riesce a prendersi un doppio break di vantaggio (8-12) nonostante i due time out di Bianchi provino a scuotere il timore delle proprie ragazze; nella fase finale Vasta e compagne trovano fiducia in ricezione e concretizzano in attacco: il Valdarninsieme mette la freccia e si porta sul 1-0. Al cambio campo sembra la serata giusta per la compagnia di casa (4-2) ma una volta registrata la correlazione muro-difesa le aretine salgono in cattedra fornendo poi palloni interessanti ai propri laterali: Milli, Sestini e soprattutto Ronconi saranno da lì alla fine delle vere e proprie spine nel fianco per la retroguardia locale; il set scivola via senza troppa resistenza e vale il pareggio (17-25). Terza e quarta frazione praticamente identiche sia nel punteggio (23-25 e 23-25) sia ancor prima per l’andamento: Arnopolis a dettare i ritmi di gara facendo la voce grossa in più occasioni e Valdarno che cerca di inseguire provando a scuotersi in entrambi i finali; nel terzo la grinta di Fazzini e la battuta di Zatini provano a rimettere le compagne in carreggiata e nel quarto Gorellini dai 9 metri e il successivo contrattacco valdarnese spingono le padroni di casa verso quell’impresa di portare il match dalla propria parte. Impresa che purtroppo arriva solo ad un soffio dal compimento, e in entrambi i parziali è la squadra di mister Peruzzi a gioire meritandosi sicuramente i 3 punti in palio e dimostrandosi certamente alla la squadra da battere del girone. Rimane un po’ di amaro in bocca per le ragazze di Bianchi, se non altro per aver giocato non al pieno delle proprie possibilità e per non aver sfruttato a dovere il fantomatico fattore campo; elementi che sono mancati ma che nonostante tutto a fine gara uscire senza racimolare neanche un punto forse risulta essere un esito fin troppo severo: a Vasta e compagne va riconosciuto di aver comunque lottato fino al termine pagando irrimediabilmente la discontinuità e l’attenzione negli episodi decisivi. Nessun dramma per il primo risultato negativo, sicuramente aiuterà l’ambiente a lavorare con maggiore determinazione durante la settimana in vista dei prossimi impegni: L’under 18 sarà di scena nel mercoledì di halloween a pala San Biagio contro le Sieci (ore 21) mentre la serie D sarà impegnata sabato prossimo (sempre ore 21) sul campo del Tegoleto. La strada ancora è lunga, aver iniziato con il piede giusto nelle prime due apparizioni non deve distogliere l’attenzione da elementi fondamentali come l’umiltà, il rispetto per l’avversario e la consapevolezza di scendere in campo senza mai aver paura di nessuno. Solo così potremmo ottenere obiettivi prefissati e cercare quella crescita che settimanalmente il lavoro in palestra dovrebbe portare.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti