lunedì 26 novembre 2018

“Lupi” di rimonta in casa del Leverano

BCC Leverano: Tusch 3, Orefice 9, Serra 13, Scrimieri 7, Ristic 20, Galasso 13, Catania (libero), Ristani 1, Cagnazzo, Balestra, Sergio 1, Miraglia n.e, Dimastrogiovanni (libero) n.e. All. Zecca.
Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 2, Wagner 22, Bargi 14, Ferraro 5, Snippe 17, Grassano 6, Taliani (libero), Baciocco 1, Colli 4, Crò, Tamburo, Andreini (libero), Miselli n.e. All. Totire.
Successione set: 25-22 in 32′, 25-19 in 27′, 13-25 in 24′, 17-25 in 26′, 13-15 in 16′.
Battute sbagliate BCC 21, Aces 3, Muri 6.
Battute sbagliate Kemas Lamipel 15, Aces 12, Muri 10.
Spettatori 140.
Vince in rimonta al tie-break la Kemas Lamipel che continua la sua striscia vincente (quarta vittoria consecutiva e undicesimo punto conquistato degli ultimi dodici disponibili) dopo essersi trovata sotto per 2-0 sul campo della BCC Leverano. La formazione pugliese ha accarezzato l’impresa di battere i conciari conquistando tre punti importantissimi per la classifica, ma non ha fatto i conti con la voglia di vincere dei “Lupi” che, dopo un inizio gara anonimo ed impacciato, hanno decisamente innalzato i giri del proprio motore, ribaltando un punteggio che pareva compromesso. Come già accennato Kemas Lamipel che scatta malissimo dai blocchi ad inizio match: il Leverano trascinato dall’ottimo palleggiatore Tusch e da un Ristic in grande spolvero scappa avanti sull’8-5 e sul 16-14, vanificando l’unico sussulto conciario che era valso il 12-13. Per il resto Kemas Lamipel poco efficace e il punteggio premia decisamente i locali che vanno avanti per 21-17 e si aggiudicano il set per 25-22. Stessa musica nel secondo set con Leverano che allunga subito e i “Lupi” che faticano ad ingranare e restare in scia: Totire si gioca la carte Colli e Tamburo ma senza sortire effetti (8-5, 16-13, 21-15) con i soli Bargi e Snippe che provano a tenere botta ai pugliesi , bravi però a vincere facilmente per 25-19, portandosi sul 2-0. Con le spalle al muro e sonoramente strigliati da Totire, i santacrocesi iniziano finalmente a giocare su livelli più alti ad inizio di terzo set e l’inerzia della gara cambia radicalmente. Wagner entra decisamente in scena, coadiuvato molto bene da Snippe e dal sempre continuo Bargi. Avanti per 6-8 i conciari allungano nettamente sull’8-16 e sull’11-21, lasciando le briciole ad un Leverano che non si aspettava una reazione così veemente. Riaperta la gara grazie al 13-25 del terzo set i “Lupi” non mollano la presa e anche nel quarto gioco fanno la voce grossa, troncando sul nascere le velleità dei padroni di casa che hanno avuto il merito di provare a giocare sul livello degli ospiti (8-6, 13-16). Il 14-21 è il preludio del 17-25 che manda le due squadre a giocarsi il decisivo tie-break, con Leverano che scatta ancora una volta meglio dai blocchi (9-7) ma finisce per farsi rimontare da Wagner (6 punti nel set decisivo) e compagni: trovato il minibreak di vantaggio sul 10-12 la Kemas Lamipel con ordine e determinazione lo difende fino al definitivo 13-15 che vale vittoria e due punti in classifica. Bicchiere tutto sommato mezzo pieno per Acquarone, Ferraro e soci che conquistano un successo che dopo la prima ora di gioco era difficile da pronosticare. Resta però l’amaro in bocca per un approccio alla gara negativo che ha influito molto nell’economia del match, rischiando di pregiudicare il buon lavoro preparatorio svolto in settimana. Di certo servirà una Kemas Lamipel molto più in palla e convinta nel prossimo turno, quando i conciari faranno visita al Brescia capolista imbattuto e squadra per ora dominatrice del Girone Bianco della Serie A2 Credem Banca: per affrontare i primi della classe ci vorrà massima concentrazione e voglia di lottare al massimo su ogni pallone.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti