giovedì 27 dicembre 2018

Ancora voci ed emozioni dal derby

Una gara particolare, una vittoria bellissima della Fonteviva che ha regalato una grande domenica ai suoi tifosi per un gara che, per quanto si è visto sugli spalti, è stata comunque una festa del volley toscano. Ma ecco le parole di tre protagonisti della fantastica domenica di Santo Stefano. Prima di tutti il coach Paolo Montagnani. “Domenica si sono avverati tanti sogni di questa estate quando stavamo costruendo questa nuova avventura – dice non senza una punta d’emozione il tecnico labronico - Uno dei sogni era quello di avere la Bastia piena. Un altro era quello di vedere una squadra competitiva e l’ultimo di battere Santa Croce nel derby del 26 dicembre. E’ stata una gara molto, molto emozionante. Io stesso l’ho vissuta in maniera molto particolare. I ragazzi sono stati bravissimi. Forse la prestazione di oggi è frutto anche della fiducia guadagnata a Brescia. Rimane rammarico per quella sconfitta perché sul 4-7 nel tie break dovevamo essere più cinici e lucidi ma quello è il passato. Con i Lupi, seppur con tante cose ancora da migliorare e da gestire con maggiore attenzione, abbiamo giocato una partita consistente, in alcuni tratti strepitosa. Alcuni giocatori hanno fatto particolarmente bene. Zonca ha dimostrato di essere un giocatore top per la categoria, facendo le cose importanti per la squadra nei momenti importanti. De Santis ha fatto molto bene. Ma direi tutti hanno giocato bene nella correlazione muro difesa e nelle percentuali d’attacco”. E conclude Montagnani. “Siamo stati bravi a trovare delle crepe nell’impianto di gioco dei nostri avversari e di questo devo ringraziare lo staff, Ceccarini, Franchi e Kota Yamamura, che in poco tempo ci hanno dato le tracce giuste su cui muoverci durante la gara e che, alla fine, ci hanno dato grande vantaggio. Ringraziamo il pubblico, lo staff tecnico ed i giocatori che hanno regalato a Livorno, Massa ed a me in particolare una grande soddisfazione”. Felice anche Michal Wojcik. “Stasera (domenica ndr) c’era una grande atmosfera. E’ stata una bella vittoria per il club, per il pubblico e per tutti noi. Bellissimo vedere una Bastia così piena. Abbiamo sognato fino da questa estate di avere un pubblico così caloroso e numeroso e contro Santa Croce la cosa si è avverata. Personalmente sto vivendo una grande esperienza in Italia. Mi piacciono le persone e mi piace il paese. Soprattutto, però, sono felice di giocare nel campionato italiano. Era il mio sogno e lo sto realizzando”. Infine ecco le parole e le emozioni di Graziano Maccarone. “Arrivavamo da alcune brutte sconfitte e da qualche prestazione non positiva. Per noi era fondamentale avere il giusto approccio alla gara e, anche grazie alla fiducia che ci aveva regalato la prestazione di Brescia, siamo riusciti ad entrare in gara subito decisi ed alla fine possiamo dire di averla avuta quasi sempre in pugno. Certo vincere il primo set, come spesso capita nel volley, è stato fondamentale perché perderlo ci avrebbe potuto tagliare le gambe ed in un derby questo lo avremmo potuto accusare anche di più. Abbiamo lavorato tanto in palestra per tornare a giocare secondo i nostri ritmi, quelli che avevamo fatto vedere ad inizio stagione, quelli che ci consentono di giocare divertendo e divertendoci e nel derby abbiamo messo in campo tutto questo. Certo poi abbiamo avuto un grande Paolo Zonca ma la cosa più importante è stato giocare da squadra e lo abbiamo fatto”.

Pallavolo Massa

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti