lunedì 10 dicembre 2018

Il Bisonte torna alla vittoria, 3-0 al Club Italia

CLUB ITALIA CRAI 0
IL BISONTE FIRENZE 3
CLUB ITALIA CRAI: Battista ne, Malual, Morello 1, Lubian 2, Bassi ne, Kone 4, Omoruyi 9, De Bortoli (L1), Populini 9, Fahr (L2) ne, Panetoni, Nwakalor S. 11, Scola, Nwakalor L. 3. All. Bellano.
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 1, Alberti ne, Lippmann 14, Bonciani, Degradi 6, Santana 9, Daalderop 2, Parrocchiale (L), Candi 6, Dijkema 2, Popović 5, Venturi ne. All. Caprara.
Arbitri: Bassan – Sessolo.
Parziali: 21-25, 19-25, 24-26.
Note – durata set: 26’, 31’, 28’; muri punto: Club Italia 3, Il Bisonte 8; ace: Club Italia 1, Il Bisonte 1.
Il Bisonte ritrova la vittoria dopo tre ko di fila e lo fa nel modo migliore, imponendosi con un bel 3-0 sul taraflex del Club Italia: la partita ha presentato anche diverse difficoltà alle bisontine, che però sono state brave a non perdere mai il filo, soprattutto nel terzo set quando sono state sotto anche di cinque punti prima di rimontare e di chiudere dopo aver annullato anche due set point consecutivi. Peccato per le troppe battute sbagliate (11, ma addirittura 14 per il Club Italia), ma a livello mentale la squadra ha dato la risposta che ci si aspettava, chiudendo anche con buone percentuali in attacco soprattutto con Lippmann (54% e 14 punti totali) e con un’ottima Candi (66% più due muri). Giovanni Caprara parte con Dijkema in regia, Lippmann opposto, Santana e Degradi in banda, Candi e Popović al centro e Parrocchiale libero, mentre Bellano (privo di Enweonwu e Pietrini e con Fahr in panchina solo per onor di firma) risponde con Morello in palleggio, Sylvia Nwakalor opposto, Populini e Omoruyi schiacciatrici laterali, Kone e Linda Nwakalor al centro e De Bortoli libero. L’inizio è equilibrato, Il Bisonte prova a mettere pressione alle azzurrine con Santana e Lippmann, ma il Club Italia risponde con Populini e Sylvia Nwakalor (10-10): si continua a giocare punto a punto, poi l’errore in diagonale di Populini consegna il primo + 2 a Firenze (15-17) e Bellano inserisce Lubian al centro al posto di Linda Nwakalor, ma Lippmann ha la mano calda (otto punti nel set) e al termine di una lunga azione mette giù l’attacco del 16-19. Bellano chiama time out, poi sull’errore di Lubian (17-21) è costretto di nuovo a fermare il gioco, ma le bisontine non si distraggono, e una battuta out di Kone regala loro il 21-25. Anche l’inizio di secondo set è equilibrato, ma il primo allungo è de Il Bisonte, con un bel muro di Santana (7-9), seguito da un primo tempo di Popovic che costringe Bellano al time out (8-11): il Club Italia prova ad avvicinarsi anche grazie a qualche errore delle bisontine (15-16), Caprara opta per il doppio cambio con Bonciani e Sorokaite per Lippmann e Dijkema e Bellano risponde con Scola per Morello in regia, ma l’ace di Candi vale il nuovo + 3 (18-21) e il coach delle azzurrine chiede di nuovo tempo. Con Sorokaite in battuta rientra Lippmann per Bonciani e la italo-lituana trova l’ace del 19-23, poi senza palleggiatore in campo Lippmann firma il 19-24, e alla fine è un muro di Popovic a chiudere il set (19-25). Il terzo comincia con quattro battute sbagliate nei primi sei punti (3-3), poi Sylvia Nwakalor piazza un paio di grandi attacchi (9-8) e Caprara inserisce Sorokaite per Degradi, ma quando Lippmann manda out l’attacco del 10-8 è lo stesso coach fiorentino a chiamare time out: al rientro Populini trova l’ace fortunato dell’11-8 e poi Omoruyi la parallela del 12-8, ma qui finalmente Lippmann interrompe l’emorragia e Popovic accorcia col primo tempo (12-10). Kone riallunga con la fast (15-11), poi sul 18-14 entrano Daalderop e Bonciani per Dijkema e Lippmann e Il Bisonte prova a rientrare con i muri di Degradi e Candi (20-17), tanto che Bellano è costretto a chiedere il time out: l’errore di Sylvia Nwakalor riavvicina ancora Firenze (21-19), Caprara completa il doppio cambio e Popovic firma il 22-21, poi l’invasione delle azzurrine vale la parità (22-22). Qui, sul più bello, Omoruyi è bravissima a trovare il nuovo break (24-22), ma Il Bisonte non ci sta e rimonta di nuovo: Lippmann annulla il primo set point, Popovic il secondo con un muro, poi Sylvia Nwakalor attacca out e al primo match point Santana mette giù il pallone del 24-26 e del ritorno alla vittoria.
LE PAROLE DI GIOVANNI CAPRARA - “Per noi non era una partita facile, perché venivamo da un brutto momento: degli ultimi dieci set ne avevamo vinto uno solo, e quindi non eravamo particolarmente brillanti dal punto di vista mentale. In campo invece le ragazze sono state brave nei primi due set, e soprattutto il terzo mi è piaciuto molto: abbiamo avuto il coraggio di recuperare in un momento di break con diversi punti di svantaggio, ora speriamo di continuare su questo passo”.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti