giovedì 27 dicembre 2018

Il derby è livornese, Kemas Lamipel al tappeto

Acqua Fonteviva Livorno: Jovanovic 4, De Santis 12, Maccarone 6, Paoli 7, Zonca 19, Wojcik 9, Pochini (libero), Miscione, Loglisi, Briglia n.e, Grieco n.e, Minuti n.e, Facchini n.e, Bacci (libero) n.e. All. Montagnani
Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 1, Wagner 15, Bargi 8, Ferraro 4, Snippe 9, Colli 10, Ferraro (libero), Miselli 2, Tamburo, Crò 1, Andreini (libero), Grassano n.e, Baciocco n.e. All. Pagliai
Successione set: 26-24 in 32′, 25-18 in 25′, 28-26 in 36′.
Battute sbagliate Acqua Fonteviva 11, Aces 8, Muri 8.
Battute sbagliate Kemas Lamipel 13, Aces 4, Muri 9
Finisce con il più netto dei punteggi in favore dei padroni di casa dell’Acqua Fonteviva il derby toscano valido come ultima giornata del Girone Bianco della Serie A2 Credem Banca. Nulla da fare per la Kemas Lamipel che ha giocato una gara dai troppi alti e bassi per impensierire un avversario apparso più in palla e determinato, sospinto dalla grande prova dell’ex di turno Zonca, decisivo in attacco e in servizio. “Lupi” costretti fin da subito ad inseguire nel primo set (8-7, 16-13) ma capaci, grazie ad un positivo Bargi a muro, di recuperare, passare in vantaggio e volare sul 22-24 in proprio favore, senza però riuscire a mettere a segno la zampata vincente. L’Acqua Fonteviva, aiutata giustamente anche da due Video Check, ha annullato le due palle set conciarie e in un amen ha chiuso per 26-24, portandosi a casa il primo set. Nel secondo parziale i “Lupi” vanno avanti con risolutezza (3-8) facendo vedere buone cose in tutti i fondamentali, ma è un fuoco di paglia dato che Zonca e Paoli suonano la carica costruendo a suon di attacchi, aces e muri un controbreak clamoroso (22-10!) che regala anche il secondo set alla squadra di Montagnani brava ad imporsi per 25-18. Nel terzo gioco sostanziale equilibrio con le due squadre che battagliano su ogni pallone: Pagliai si gioca anche la carta Miselli al posto di Ferraro ed i “Lupi”, dopo aver condotto per tutta la durata del parziale (6-8, 14-16) sono superati sul 21-20 dai padroni di casa. Si va comunque ai vantaggi e ancora una volta decisivo è Zonca che dal servizio trova la palla vincente che regala set e partita all’Acqua Fonteviva (28-26). Nel complesso, come detto, una prova troppo discontinua per la Kemas Lamipel ancora schiava di tante pause e troppi errori, soprattutto nei momenti topici dei parziali. Si chiude così il girone di andata con i “Lupi” assestati al settimo posto in classifica, risultato che sicuramente non rispecchia i valori tecnici di una squadra che ancora non è riuscita a far vedere, se non a sprazzi, il suo gioco e la sua identità. Sabato 29 al PalaParenti in programma la prima giornata di ritorno contro Lagonegro: l’occasione è propizia per riscattarsi, vendicare la brutta sconfitta dell’andata ed invertire questa tendenza negativa da cui ci sono tutte le possibilità per venire fuori.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti