domenica 9 dicembre 2018

L'Arno combatte e torna alla vittoria a Firenze

Importante vittoria per l'Arno che batte 3-1 a Firenze la Robour Scandicci e ritrova una vittoria piena che mancava ormai da troppo tempo. Partita combattuta palla su palla almeno per 3 set su 4, in cui sono serviti per spuntarla nervi saldi e quella volontà di squadra che si era vista solo a tratti in altre occasioni. Ottima infine la prestazione di Rossatti, autentico trascinatore dei biancoverdi con 29 punti personali. Davanti a un'ottima cornice di pubblico (circa 300 spettatori) l'Arno partiva con il ritrovato Ridolfi al centro e gli altri 6 delle ultime uscite. Il grande ex Mattioli scioglieva i dubbi affidando la regia a Pianigiani (altro ex) e il ruolo di opposto a Sansò. Primo set che iniziava punto a punto, con Pianigiani che cercava molto i propri centrali e l'Arno che rimaneva attaccata grazie a Rossatti, mentre non riusciva a essere incisiva con l'attacco a 2. Il punto a punto si risolveva a favore dei fiorentini per 25-22. Seconda frazione con l'Arno che continuava a combattere, riuscendo a essere più efficace in ricostruzione e coinvolgendo in attacco con buoni risultati sia Pitto che Da Prato. L'Arno conquistava un mini-break e lo difendeva fino a fine parziale, chiudendo sul 20-25. Terza frazione che si apriva con un cervellotico fallo di 8 secondi in battuta fischiato a Berberi. L'Arno però invece che innervosirsi si compattava e iniziava a macinare il proprio gioco, trovando risposte da tutti gli attaccanti: finale in controllo sul 16-25 nonostante i numerosi cambi operati dai locali. Quarto set che cominciava con la reazione dei fiorentini che andavano avanti 4-1 e poi 6-2, con qualche errore di troppo dei castelfranchesi. L'altro ex Cerquetti continuava a essere efficace in attacco, ma l'Arno, con pazienza, riusciva a riavvicinarsi fino ad impattare intorno a quota 20, grazie anche a un fondamentale muro di Ridolfi su Di Benedetto. Il giovanissimo libero di casa Prosperi Turri (classe 2001 e autore di un'ottima prova) sfoderava un paio di difese che tenevano a galla i suoi, ma l'Arno si costruiva due match-ball andando 22-24. Il comunque sempre continuo Andreatta non riusciva però a chiudere i due successivi scambi e allora servivano due splendide pipe di Rossatti, una in cambiopalla e una in contrattacco, per mettere la parola fine al match sul 24-26. In conclusione buona prova di carattere dell'Arno che è riuscito a uscire da un periodo difficile con una buona prestazione di squadra e tanta voglia di stare attaccato alla partita contro uno Scandicci dotato di minori individualità rispetto ai biancoverdi ma, ancora una volta, messo magistralmente in campo da Mattioli. Prossimo impegno, ultimo prima della pausa natalizia, alle ore 17:30 di Sabato 15 Dicembre quando al Pala Bagagli arriverà Modena Volley, under 20 della blasonata formazione di Superlega.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti