lunedì 31 dicembre 2018

L'Under 16 di Marchi conquista l'Umbria

TORNEO NAZIONALE CITTA’ DI BASTIA UMBRA.
Girone di qualificazione:
LUPI-APPIA PROJECT MESAGNE 2-0.
LUPI-MARCONI MONINI SPOLETO 2-0.
LUPI-PALLAVOLO GUBBIO 2-0
Semifinale: LUPI-BASTIA VOLLEY 2-0.
FINALE 1°e 2°posto:
LUPI-ROMA VOLLEY GROUP 2-1.
LE VINCITRICI: Sara Boldrini, Martina Bottani, Mariana Branzi, Camilla Campigli, Veronica Donati, Alessia Marianelli, Marta Moretti, Sara Moretti, Chiara Porciani (dall’under 16 Rossa), Vittoria Quirici, Chiara Talini, Rebecca Urbini. Allenatore Manuele Marchi. Dir. acc. Gabriele Urbini.
Quando “Vero” Donati mette a terra l’ultimo pallone di un’incredibile, spasmodica finale, gli altoparlanti del PalaGiontella di Bastia Umbra iniziano a diffondere le note di “We are the Champions” e le campionesse sono loro, le splendide ragazze dell’under 16 Lupi Santa Croce. E’ stato questo, il degno epilogo di una due giorni esaltante che ha visto tornare trionfanti dall’Umbria le Lupe guidate da Manuele Marchi che si sono aggiudicate il “10° Torneo Nazionale Città di Bastia Umbra – 8° Memorial Tomasso Sulpizi”. A contendersi l’ambito Trofeo , oltre alla nostra, altre 7 formazioni del centro-sud Italia per un Torneo di buon livello pallavolistico e caratterizzato da un’ottima organizzazione. Le nostre ragazze hanno affrontato nel loro girone le rivali Appia Project Mesagne (BR), Monini Marconi Spoleto (PG) e Pallavolo Gubbio. Fin dalla prima gara le nostre atlete si sono mostrate concentrate e sicure dei propri mezzi. Esordio superato agevolmente contro le atlete pugliesi vice campionesse della scorsa edizione e avversarie degne di rispetto (25-17, 25-20). La seconda partita della mattina ha visto le Biancorosse impegnate contro la squadra umbra Monini Marconi Spoleto: troppo netto il divario tra le due formazioni, le ragazze di Marchi hanno dominato sin dalle prime azioni, chiudendo velocemente la gara con precisione in battuta e ricezione (25-12, 25-11). Anche la terza gara giocata di pomeriggio contro un’altra formazione umbra, la Pallavolo Gubbio, ha visto le nostre ragazze uscire vincenti anche con l’utilizzo di tutta la rosa a disposizione, dimostrando superiorità tecnica in tutti i fondamentali (25-10, 25-15). Cambia la storia nella seconda giornata di torneo, quando le Lupe affrontano in semifinale al mattino le ragazze di casa, il Bastia Volley. Inizio di gara molto tirato da parte nostra dovuta anche alla percezione dell’importanza del match: la poca attenzione in ricezione e in fase di ricostruzione hanno favorito le avversarie nel creare un divario nel punteggio. Solo dopo diversi palloni messi a terra e grazie ad una buona pressione esercitata con il servizio, oltre ai validi accorgimenti tecnici e cambi utilizzati da coach Marchi, le nostre ragazze hanno ingranato la marcia giusta e hanno iniziato a giocare nella maniera corretta, ribaltando le sorti di un set che pareva segnato e aggiudicandoselo di slancio (25-21). In maniera analoga, dopo uno snervante punto a punto, le Lupe si sono aggiudicate anche il secondo parziale (25-20) accedendo in pompa magna alla finale. Finale che ha visto impegnate le nostre ragazze contro il Roma Volley Group. La squadra capitolina si è presentata agli occhi del team biancorosso come un ostacolo insormontabile: prese singolarmente le atlete romane sono apparse nettamente superiori, sia dal punto di vista fisico che tecnico. Nonostante ciò la voglia di non far cadere nessun pallone e di far conoscere al folto pubblico presente nel Palasport (circa 500 persone) cosa significa essere Lupi, hanno permesso alle Nostre di lottare con grinta e determinazione, restando sempre concentrate e attente. Nonostante qualche errore dovuto alla evidente superiorità delle avversarie, le Lupe sono riuscite a mantenere il confronto sempre su un piano di sostanziale equità. In particolare, nel primo set il gioco è rimasto in equilibrio fino al 6-6, dopodichè le Romane hanno costruito un leggero vantaggio mantenuto quasi fino alla fine, quando però con tenacia le nostre ragazze hanno recuperato fino ad avere persino la possibilità di chiuderlo. Purtroppo ciò non è accaduto (25-27). Il secondo parziale ha visto entrambe le formazioni contendersi la vittoria punto a punto con aggressività e lucidità a colpi di schiacciate e battute, fino al vantaggio quasi definitivo (24-21) delle avversarie; ed è proprio quando si è materializzato lo spettro della sconfitta che è scattato l’orgoglio e la voglia di non soccombere, secondo quel codice non scritto che è (o almeno dovrebbe essere sempre) caratteristica di chi indossa la casacca biancorossa. Grazie all’unità del gruppo, alla concentrazione su ogni pallone e all’efficacia del servizio, le Lupe sono riuscite a ribaltare il punteggio del secondo set, fino ad un definitivo 26-24. Tie break con le Romane che hanno accusato il colpo per essersi viste sfuggire di mano una vittoria che sembrava ormai acquisita. Talini e compagne ne hanno approfittato per portarsi subito sul 3-1, mantenendo un buon vantaggio fino al cambio campo (8-4). Il Volley Roma si è disunito soffrendo il servizio e i nostri muri decisivi che hanno permesso alle Lupe di arrivare al rassicurante divario (14-9). Qui il pallone è cominciato ad essere incandescente e alle Biancorosse è venuto il “braccino” proprio in vista del traguardo favorendo un piccolo rientro delle avversarie, fino al definitivo e vittorioso 15-12…. Il resto è festa e pura gioia con le ragazze a saltare, cantare e ballare in mezzo al campo, in attesa della premiazione con ciliegina sulla torta: il premio di miglior attaccante del torneo al capitano dei Lupi Chiara Talini. Per una sera è Santa Croce…. caput mundi!

MASSIMILIANO SARTORI PER VOLLEY LUPI SANTA CROCE

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti