martedì 11 dicembre 2018

Tie Break fatale

Galeotto fu il Tie Break e chi non se lo gioca ! Anche stavolta i nostri beneamati #bluesboys hanno pensato bene di mettere alla prova per la terza partita consecutiva le coronarie dei supporters arrivando ( con molta fatica ) a disputare il quinto set e così, come già successo con la Sestese due settimane fa , hanno dovuto soccombere alla maggiore incisività e voglia di vincere degli avversari a cui dobbiamo solo fare i complimenti per quanto messo in campo nel match. Il roster della Sales presentava stasera una importante new entry quale la banda Bernardo Carminati ( nostra vecchia conoscenza per aver giocato già con noi qualche stagione fa ) un atleta classe 1994 proveniente in prestito dallo Scarperia chiamato a rinforzare per il resto della stagione il reparto degli attaccanti di posto 4 e a cui i ragazzi , il Mister e i supporters hanno dato un amichevole “ ben tornato “ contando su un suo contributo fattivo e determinante. Il Mister lo schiera subito nello starting six in diagonale con Donati, Nasoni opposto ad Ulivelli , centrali Ciani e Lapucci e libero Orlandi. Ancora ai box Lotti e Bellini in attesa di recupero. Fin dalle prime battute si intuisce che la serata sarà piuttosto complicata perché gli avversari non mollano un pallone , ottengono subito un break importante all’ inizio ( e purtroppo questa sarà una costante per tutto il match ) , mettendo in crisi con servizi precisi in zona di conflitto i nostri ricettori e quindi consentendo solo sporadiche giocate al centro . Comunque il break della Remo Masi viene piano piano recuperato nel corso del set nonostante Castellani imperversi da posto 2 dalla prima e seconda linea. Non bene neanche gli appoggi sulle rigiocate ed il muro anche su attacchi prevedibili. In ogni caso , giocando punto a punto nella seconda parte della frazione , riusciamo a prevalere 25 a 23 con qualche affanno. Nel secondo set , quando ci si aspetta un deciso cambio di passo ed una prestazione più convinta da parte dei nostri ragazzi , viene fuori invece in maniera sempre più autoritaria la Rufina che sfrutta intelligentemente le nostre debolezze , chiude bene i varchi in posto 4 alle bande e riesce a neutralizzare o contenere abbastanza agevolmente le conclusioni dell’ opposto Nasoni . Carminati tiene botta come può soprattutto al servizio con qualche bella battuta in salto ma nel complesso non teniamo il passo degli avversari che prevalgono meritatamente e agevolmente 25 a 18 giocando una discreta pallavolo. Nel terzo set ahimè la musica non cambia sempre con Castellani e Galanti che ci fanno molto male dalle rispettive posizioni e non riusciamo praticamente mai a prenderli a muro. Putroppo i loro servizi continuano a metterci in seria difficoltà ( ricordiamoci che la Remo Masi è abituata a giocare in una palestra dalle dimensioni molto simili alla nostra Fois ) e la ricezione latita. Il Mister prova a far riposare Carminati per Mazzi e Ulivelli per Ughi , mette sul parquet anche Radano al posto di Nasoni che accusa difficoltà ad una caviglia e inserisce anche Perini al posto di Lapucci ma tutto è vano. Il set si chiude ancora a favore della Remo Masi per 25 a 19 con una menzione particolare per il loro alzatore che distribuisce il gioco in maniera intelligente appoggiandosi sicuro a Castellani quando c’ è da mettere palla in terra e l’opposto naturalmente non tradisce. Nel decisivo quarto set ( ultimo appello ) la Sales riesce a mettere in campo un po’ più di determinazione , il definitivamente subentrato Radano suona la carica da posto 2 con diverse conclusioni vincenti , si rivede qualche buon muro e qualche conclusione al centro di Ciani e Perini . Le bande ancora sono discontinue e Carminati si conferma però sempre molto incisivo al servizio. Il set è comunque come al solito non consigliato ai deboli di cuore ma riusciamo a spuntarla al filo di lana 27 a 25. Ed eccoci al Tie Break . Giocando in casa la frazione decisiva di solito dovremmo partire con i favori del pronostico ma la squadra purtroppo si sfalda forse paga dello sforzo profuso per riequilibrare la sfida . Tiene botta fino a metà set con un po’ di difficoltà ma dopo il cambio campo è la Remo Masi che mette il turbo sfruttando errori anche banali dei nostri ed arrivando in carrozza a chiudere 15 a 7 senza alcuna opposizione da parte dei blues. Ci portiamo a casa comunque un punto in tasca che è meglio di niente. Partita che ha confermato , di fronte ad una squadra che l’ anno scorso aveva concluso il campionato qualificandosi ai play off per la promozione e per questa partita ha potuto schierare tutti gli effettivi , un periodo di leggera involuzione della Sales al quale bisogna immediatamente reagire a partire dalla sfida importantissima del prossimo 15 Dicembre in quel di Monte San Savino . Positivo comunque l’ innesto di Carminati che dà sicurezze in più al servizio e nelle conclusioni da posto 4. Per sabato prossimo si deve resettare soprattutto la ricezione , il più fondamentale dei fondamentali, visto che è la prima giocata sul servizio avversario che condiziona e consente lo sviluppo della seconda giocata del palleggiatore. Ora più che mai questo gruppo, che comunque bene sta facendo in questo scorcio di campionato e che possiede certamente delle importanti potenzialità in tutti i suoi effettivi , ha bisogno di essere supportato e incoraggiato per trovare dentro di sé la forza di giocare e di combattere con forza e vigore su ogni campo ed in ogni situazione. I risultati allora ci sorrideranno senza alcun dubbio. FORZA SALESSSSSS !!!
US SALES VOLLEY FIRENZE – POL. REMO MASI RUFINA 2-3 ( 25/23-18/25-19/25-27/25- 7/15 )
Formazione US SALES VOLLEY FIRENZE : Radano ( cap. ) Mazzi, Ciani, Perini, Nasoni, Ulivelli, Ughi, Carminati, Orlandi, Lapucci, Barchielli, Donati . All. M. Salemme 2° All. T. Ciardi Dir. M. Bellini

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti