venerdì 24 maggio 2019

Posata la prima pietra di Palazzo Wanny

PALAZZO WANNY: UN ESEMPIO UNICO IN ITALIA DI LEGACY E RESPONSABILITÀ SOCIALE
Wanny Di Filippo, imprenditore e patron dell’Azzurra Volley, lascia un impianto polifunzionale e polisociale al territorio toscano
Firenze, 23 maggio – Posata oggi la prima pietra di Palazzo Wanny, un impianto sportivo polifunzionale e polisociale all’avanguardia, in grado di ospitare la pratica libera e organizzata, l’attività di alto livello e di base: è questa l’eredità che Wanny Di Filippo, imprenditore fiorentino, intende lasciare alla Città di Firenze. Alla posa della prima pietra il Sindaco di Firenze Dario Nardella: “Essere qui oggi nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci credo sia un segnale importante, perché il vero modo per sconfiggere la mafia e tutte le criminalità sia investire sui giovani, sulla scuola e sullo sport, perché la scuola e lo sport sono la risposta più forte, più profonda ed efficace che si possa dare al mondo dell’illegalità e della criminalità. Palazzo Wanny sarà un luogo di civiltà e di futuro pensato per i giovani e un atto d’amore per Firenze. Il primo protagonista è una sola persona, Wanny Di Filippo con un cuore straordinario, una persona cui Firenze deve tanto. Finire questo progetto rapidamente e metterci subito al lavoro è il nostro compito da oggi”. Pietro Bruno Cattaneo Presidente FIPAV: “E’ un giorno che vorrei ripetere anche in altre città, perché edificare un centro sportivo significa incidere anche sulla società; per fare sport ci vogliono begli impianti e mettere le società sportive nelle condizioni di farlo al meglio è un atto dovuto e Wanny Di Filippo è un esempio unico che ha dato prova di generosità, ma soprattutto di lungimiranza. Strutture come queste fanno uscire i campioni di domani.” Stefania Saccardi Assessore Diritto alla Salute, al Wellfare e all’Integrazione socio sanitaria e Sport della Regione Toscana, ha ribadito quanto dichiarato dal sindaco Nardella, evidenziando “l’importanza per i cittadini di strutture che diventano centro di aggregazione per i giovani, poiché lo sport è benessere e salute e dare ai giovani e alle scuole la possibilità di farlo è un segno di grande civiltà. Grazie Wanny”. Andrea Vannucci Assessore allo Sport di Firenze, si è detto “felice che si è arrivati finalmente alla realizzazione di un sogno con la posa della prima pietra di una struttura importante per Firenze che diventerà un polo fondamentale anche per la vita di questo quartiere. Progetto portato avanti fermamente in mezzo a molte difficoltà; un progetto che nasce pe essere la casa dei professionisti, ma soprattutto un luogo dove far crescere bambini e bambine: quando c’è la volontà e la determinazione e ci sono le professionalità alla fine i progetti anche quelli complessi, vengono portati e termine. Palazzo Wanny sarà un punto di riferimento per lo sport così come lo è Campo di Marte”. Elio Sità, Presidente Bisonte Volley Firenze, ha ringraziato Wanny e tutti coloro che hanno collaborato al progetto e ha detto che per lui “oggi è un giorno di festa e che da domani si comincia a lavorare per poter realizzare Palazzo Wanny in 13 mesi”. Infine Wanny Di Filippo commosso e felice che con poche parole ha ringraziato tutti i presenti soprattutto i più giovani, le giocatrici ed ex giocatrici dicendo: “Nel volley ho cercato di creare una famiglia e questa sarà la casa della nostra famiglia”. Palazzo Wanny sorgerà in Via del Cavallaccio, un esempio unico in Italia d’imprenditorialità al servizio del territorio. Un luogo di riferimento per la comunità, attivo tutti i giorni della settimana, attraverso un modello di offerta ampio e diversificato: eventi sportivi, di spettacolo e a carattere sociale; momenti di aggregazione d’interesse pubblico, come spazi a favore delle attività scolastiche, e privato quali convention, congressi e fiere. La nuova struttura sarà anche la casa dell’Azzurra Volley. L’idea chiave si è sviluppata intorno al concetto di “spazio pubblico” attraverso la progettazione di un complesso che prevede come corpo centrale la realizzazione del Palasport con una capienza di 3.500 posti per attività sportiva e di 5.000 posti per le altre attività. Le tribune saranno retraibili in modo da rendere lo spazio funzionale a ospitare vari tipi di eventi sportivi anche internazionali (pallavolo, basket, calcio a 5 e pallamano), oltre a differenti discipline (tennis, boxe, equitazione ecc…) e attività extra-sportive. Adiacente a Palazzo Wanny sorgerà un edificio sussidiario, comprensivo di una palestra di allenamento, una sala wellness, un centro fisioterapico, gli uffici della società e una sala convegni. Il nuovo impianto, così com’è pensato, vorrebbe rispondere per offerta, caratteristiche e dimensione alle necessità del territorio. Oggi con la posa della prima pietra si compie gesto simbolico ma importante e a seguire prenderanno subito il via lavori che termineranno entro l’inizio dell’autunno 2020.
gallery fotografica: https://we.tl/t-4Ul5ACnVeW
gallery Palazzo Wanny https://we.tl/t-IUWlGt7Cw3

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti