giovedì 6 giugno 2019

Alessandro Acquarone: “Ho imparato una grande lezione”

Tra colpi di mercato e prime conferme, la Kemas Lamipel ha da dopo sigillato l’accordo con il regista Alessandro Acquarone, “Lupo” di adozione già da diversi anni. L’intervista ad Alessandro. Pochi giorni fa l’ufficializzazione dall’ufficio stampa del tuo rinnovo alla Kemas Lamipel: quali sono le riflessioni da giocatore e quali quelle personali di Alessandro, inserito da molti anni in questa società?. “Sono contentissimo di questa conferma, ci speravo molto di fare un altro anno a Santa Croce in questo ambiente stupendo, dove i tifosi si fanno sempre sentire creando un’atmosfera ed un clima fantastico e cercando di essere sempre al seguito della squadra, sia in casa che nelle trasferte”. La prossima sarà una stagione tutta da esplorare, una storia tutta da scrivere, ma hai alle spalle un bagaglio d’esperienza importante maturato nell’annata appena conclusa… “La passata stagione è stata di grande lezione e formazione: nonostante ci siamo trovati in periodi difficili siamo riusciti ad uscirne a testa alta, dimostrando il nostro reale valore. Alla mia età, il trovarmi in una situazione del genere e doverne uscire a tutti i costi mi ha fatto crescere molto!”. Siamo in pieno volley mercato, la Kemas Lamipel si sta definendo. Tra i confermati della passata stagione il mister Cezar Douglas ed il centralissimo Federico Bargi: come è stato lavorare con loro in questi mesi? “Cezar sono contento che sia stato riconfermato, ho avuto modi di conoscerlo meglio anche fuori dal campo, è un’ottima persona. In campo penso che possa darmi tanto e farmi crescere molto perché lo reputo un allenatore capace. Si è già instaurato un rapporto carino tra me e lui e sono sicuro che ci darà un grande contributo la prossima stagione. Di Bargi sono molto contento perché primo è un ottimo giocatore, ma soprattutto perché è un grande amico, è riuscito a darmi una mano e farmi crescere molto quest’anno aiutandomi nei momenti di difficoltà”. Avrai a disposizione la punta di diamante Padura Diaz, ma anche La Rizza, confermato proprio ieri, ed il brasiliano Matheus Krauchuk. Un onore ma anche un onere, un carico di responsabilità importante… “Sarà sicuramente una bella responsabilità avere tutti questi giocatori forti a disposizione, tutti i palloni passano da me quindi sarà tosta. Spero di trovare l’amalgama giusta da subito e di riuscire a girare bene quanto il nostro potenziale preannuncia. Sono molto fiducioso: siamo ragazzi giovani che hanno tanta voglia di fare e di dimostrare. La giovane età media della squadra potrebbe essere un handicap, invece io ritengo che sarà la chiave giusta per raggiungere ottimi risultati!”. Gli obiettivi della società saranno definiti a squadra ultimata, ma intanto quali sono quelli di Alessandro per la prossima stagione? “Darò il 100% in tutto, cercando di vincere il più possibile ed aiutare i miei compagni. E poi… (sorride) lavorerò sul mio carattere cercando di migliorarlo un pochettino!”.

Valentina Panicucci – Ufficio stampa

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti