mercoledì 4 settembre 2019

MVTomei, presentazione di due membri dello staff

Oggi Vi presentiamo due nuovi collaboratori della società MVTomei che tra l’altro hanno già militato da noi come giocatori: Andrea De Marinis e Maurizio Giacobbe. De Marinis e Giacobbe non si limiteranno ad allenare le proprie squadre ma avranno anche il ruolo di responsabile tecnico agonistico rispettivamente del settore femminile e del settore maschile. Abbiamo fatto alcune domande per conoscerli meglio. 1. Mister, cosa l’ha convinta ad accettare la proposta della nostra società? De Marinis: Innanzi tutto conosco la storia di questa società alla quale ho dato il mio piccolo contributo da atleta un po' di tempo fa. Soprattutto conoscevo gran parte delle persone che vi operano, la loro serietà, dedizione e soprattutto competenza. Tra gli allenatori e anime vere di questa società ci sono per esempio Roberto e Paolo Montagnani, non c’è bisogno del mio parere sulla loro competenza ed esperienza, e mi fa onore pensare di essere stato giudicato adatto da loro. Allenare a contatto con loro sarà per me motivo di orgoglio ed opportunità di crescita. Quando ci siamo incontrati mi è stato presentato il progetto la cui parola d’ordine è stata “salto di qualità”. Mi hanno affidato un ruolo di grande responsabilità e la cosa ha provocato in me un grande senso di orgoglio e di motivazione per dimostrare di esserne all’altezza. Sono orgoglioso di prenderne parte e spenderò tutte le mie energie in questo progetto. Giacobbe: La collaborazione con MVTOMEI è nata per me dalla necessità di offrire la possibilità di giocare in U16 ad un piccolo gruppo di ragazzi di Eco-Volley Scuola Carl McGown che è la realtà dove lavoro da due anni. Ho pensato subito a una collaborazione con MVTOMEI per la stima e l’amicizia che ho con Paolo e Roberto Montagnani ed anche per alcuni dirigenti ed allenatori che conosco da tempo. Inoltre perché mi sento uno di casa, essendo stato al Tomei per molti anni sia come giocatore che come allenatore. 2. Com’è stato il primo impatto con le ragazze ed i ragazzi? De Marinis: Ho avuto modo di conoscere tutti i gruppi su cui lavorerò e ho trovato delle ragazze motivate che sentono il peso e la sfida che ci siamo imposti. Sicuramente sarà un anno duro ma stimolante e sono certo che tutte daranno il massimo della dedizione e dell’impegno Giacobbe: Spero di poter svolgere un buon lavoro col gruppo U16 maschile e conoscere tutte le allenatrici e gli allenatori della società con cui vorrei stabilire un buon rapporto di collaborazione e di crescita comune. 3. Cosa si aspetta da questa stagione? De Marinis: Faccio una piccola premessa, credo molto nella tecnica. Ho chiesto alle ragazze di avere coraggio nel provare a crescere modificando i gesti con l’obbiettivo di una crescita tecnica individuale. Cosa mi aspetto? Due cose: la prima, vedere una crescita tecnica importante nelle ragazze indipendentemente dal fatto che porti nell’immediato a delle vittorie. La seconda, percepire al termine della stagione soddisfazione in tutti i componenti di questa grande famiglia.... genitori, ragazze ma soprattutto i dirigenti che mi hanno scelto dandomi l’opportunità di misurarmi e di vestire i colori di questo glorioso club. Forza MVTomei!!! Giacobbe: Per quattro settimane tra giugno e luglio ho allenato gli U16, ho trovato nei ragazzi tanta motivazione ad imparare, grande disponibilità nell’allenatrice che collaborava con me e anche nei dirigenti. 4. Tre concetti che riassumano la sua interpretazione della pallavolo De Marinis: Per rispondere prendo una frase usata da un allenatore famoso e bravissimo, frase che ho sempre usato con i miei atleti: il miglioramento passa attraverso il cambiamento. La Tecnica è ricerca del gesto attraverso il cambiamento delle abitudini al fine di raggiungere quello che consente di ottenere il meglio, più volte possibile. Il Coraggio è insistere nel cambiamento necessario per abbandonare le consuetudini anche davanti all’avversario, al pubblico, o a tutto ciò che mi ostacola. E’ abbandonare ad esempio le proprie insicurezze e mettersi in discussione ogni giorno, se necessario. Niente di tutto questo però si realizza se manca la Motivazione. Qui entriamo in gioco noi allenatori e dobbiamo pensare di poter incidere anche su questa, anche se sono sicuro che la Motivazione sia una caratteristica che l’atleta deve possedere di base. Quindi disponibilità al cambiamento partendo da una forte motivazione per perseguire con coraggio la ricerca della tecnica. Giacobbe: Collaborazione, creatività, impegno. Il tutto finalizzato a far crescere la motivazione allo sport e a raggiungere il massimo potenziale di ciascuno: giocatori, allenatori e dirigenti. E’ per tutta la società un immenso piacere dare il benvenuto nella famiglia MVTomei a due grandi tecnici che sapranno motivare e far crescere i nostri atleti.

Volley MVTomei Livorno

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti