venerdì 31 gennaio 2020

L’anticipo di sabato sera, 1 febbraio, porterà la Peimar Calci a Castellana Grotte, per affrontare la Materdominivolley.it

La formazione pugliese sta portando avanti un campionato impegnativo ma anche di soddisfazione: i risultati ottenuti e l’attuale posizione in classifica sono in linea con l’obiettivo salvezza, anche se la strada è ancora molto lunga e l’imperativo è dare continuità ai risultati, soprattutto nelle gare interne. La squadra è una delle più “esperte” della A2 Credem Banca, per i diversi atleti al roster con tante stagioni di serie A alle spalle, caratteristica che può risultare decisiva in un torneo tanto equilibrato e combattuto. Il team di coach Castellano occupa la nona posizione, con 17 punti, frutto di cinque vittorie e dieci sconfitte; il 2020 era iniziato nel migliore dei modi, per i gialloblù, con una doppia vittoria (in casa, contro Kemas Lamipel, e fuori, a Cantù), successi seguiti però da due battute d’arresto (1-3 con Olimpia Bergamo, 3-2 ad Ortona, con un punto d’oro per la classifica). Nel recente impegno esterno, Castellano ha schierato Valera in diagonale con un immarcabile Cazzaniga (30 punti personali), in posto quattro Fiore e Rosso, al centro un ottimo Patriarca, e Gargiulo. Libero: Battista. Le chiavi del sestetto le ha Rodman Valera, palleggiatore venezuelano classe ’82, un giramondo che in Italia aveva già giocato (ad Isernia, A2, dal 2008 al 2011) e che ha poi conosciuto i campionati di Spagna, Germania, Svizzera, Venezuela, Francia, Romania. In diagonale, altro giocatore conosciuto ed apprezzato dagli appassionati di pallavolo: Roberto Cazzaniga è nato a Milano, nel 1979, con un esordio in serie A datato 2000/01 con la “mitica” Asystel Milano. Opposto letale al servizio, si è trasferito dalla sua Lombardia in Puglia nel corso della stagione 2013/14, sempre a Castellana Grotte, prima alla BCC e, da due anni, alla Materdominivolley.it. Fedelissimo dei colori gialloblù è lo schiacciatore – ricettore Alessio Fiore, classe ’82, quarta stagione, già compagno di Valera nella citata esperienza di Isernia. In diagonale con Fiore, l’altro posto quattro, il piemontese Mattia Rosso, classe ’85, altro veterano dalla serie A con ben 17 stagioni, 7 in A1 / Superlega, 10 in A2. Altro nome buono per gli appassionati di almanacchi e statistiche è quello di Stefano Patriarca, 32 anni, cresciuto nella Lube Banca Marche e apprezzato centrale in importanti realtà del panorama italiano come Verona, Latina, Macerata, appunto, con tanto di scudetto nel 2014, e poi Milano, Piacenza. Terza stagione a Castellana, per lui, quinta per il compagno di reparto Giovanni Maria Gargiulo, il giovane della squadra, classe ’99, da sempre alla Materdominivolley.it (cinque anni di A2). A presidio della seconda linea, l’atleta “di casa” Leonardo Battista: classe ’95, cresciuto al Pala Grotte, esperienze per lui nel Club Italia, poi a Aversa e Siena, prima del ritorno alla casa base nel 2017/18. Trasferta difficile per la Peimar Calci, chiamata comunque a vincere per valorizzare il successo interno contro la già temuta Mondovì. Fischio d’inizio Sabato 01 Febbraio, ore 20.00.

Peimar Volley

giovedì 30 gennaio 2020

Padura Diaz:” Siamo carichi”

La Kemas Lamipel sta preparando il match contro Brescia. Sarà l’occasione per i biancorossi di centrare i tre punti già raccolti a Reggio Emilia, dopo sette sconfitte consecutive. A parlare è Willy Padura Diaz, l’opposto titolare santacrocese analizza il momento dei biancorossi che nelle ultime due gare hanno destato un netto miglioramento. Dopo sette sconfitte consecutive ritorniamo alla vittoria “Dopo sette sconfitte consecutive è bello tornare alla vittoria. Non dobbiamo nasconderci: abbiamo avuto dei seri problemi in queste partite, siamo stati puniti dagli infortuni. Le ultime sette partite sulla carta erano tutte scontri diretti, abbiamo facilitato l’avversario. Ci sono state delle defezioni che però non devono passare come alibi e giustificazioni. Sono situazioni che però in una SerieA2 del calibro di quest’anno, ti penalizzano. Pensiamo a riprendere la nostra marcia. Con Siena potevamo fare meglio. Contro Reggio Emilia abbiamo fatto una grande gara. Non era assolutamente semplice vincere. Ritorniamo a lavorare in palestra con il sorriso. Siamo carichi”. Le tue impressioni su questo momento “Le impressioni sono molto positive. Arriverà un picco alto della nostra squadra, basta esserne convinti. Il campionato è bellissimo, combattuto. Non c’è una squadra imbattibile. Ovviamente qualche squadra ha uno/due giocatori di livello più alto. Sono un giocatore che dà tanto in palestra. Ci stiamo allenando con un livello alto. Bisogno curare i minimi dettagli”. Brescia per continuare a fare punti” “Arriva Brescia. Hanno perso due giocatori cruciali. Dobbiamo studiare Cisolla, Galliani e Presti. Vogliamo far correre il più possibile Tiberti. Sappiamo quanto è forte. Non perde mai la testa. Vogliamo fare una bellissima gara contro Brescia. Dobbiamo lottare”.

Francesco Rossi – Ufficio Stampa

Le strade della Savino Del Bene e di Milenkovic si dividono

La Savino Del Bene Volley comunica di aver interrotto il contratto che legava la schiacciatrice serba Bojana Milenkovic alla società fino alla fine della stagione. A Bojana i migliori auguri per un futuro sportivo e non, ricco di successi.

La Emma Villas Aubay lotta per due ore e mezzo, in finale di Coppa Italia va Bergamo

Finisce al tiebreak una gara lunga due ore e trentuno minuti, al termine della quale Bergamo vince e conquista la finale della Coppa Italia. Primo set Siena in campo con Falaschi e Romanò sulla diagonale palleggiatore-opposto, Milan e Mariano in banda, Zamagni e Gitto al centro, Marra libero. Bergamo risponde con Garnica in cabina di regia, Wagner in posto 2, Della Lunga e Tiozzo in banda, Cargioli e Signorelli al centro, Fusco in seconda linea a difendere. Subito due punti di Matteo Zamagni per Siena, a cui segue una murata vincente di Gitto. Della Lunga dopo i dieci ace di domenica ne realizza immediatamente un altro. Cargioli mura Romanò ed è 5-8. Ancora centrali senesi a segno, con un’altra murata di Gitto e una veloce finalizzata da Zamagni. Romanò incrocia alla perfezione per il 9-11. Wagner sbaglia, è 10-11. E sbaglia anche Della Lunga: 11-11. Romanò è “on fire” e mette giù un altro paio di palloni, il punteggio è ancora sulla parità: 13-13. Altro servizio vincente per Bergamo, stavolta ad opera del palleggiatore Garnica: 15-17. Milan a segno, cambio palla positivo per Siena (16-17). Momento molto positivo per Milan, autore anche di un ace che permette alla Emma Villas Aubay di riavvicinarsi. Altro punto break, con Gitto che mette giù un pallone dopo la ricezione imperfetta degli ospiti. Terzo ace per gli ospiti, stavolta lo realizza Wagner (20-21). Gitto pareggia (21-21). Parità fino al 23-23, il set point è di Siena con Milan che gioca sulle mani del muro ospite (24-23). Wagner porta il set ai vantaggi (24-24). Tiozzo e un’invasione senese chiudono il primo set sul 24-26. Nel primo set Siena ha comunque attaccato con il 59% e ricevuto con il 54% di positività. Per Siena 6 punti di Milan, 4 a testa per Romanò, Gitto e Zamagni. Troppi i 6 errori in battuta di Siena contro gli 0 errori di Bergamo. Secondo set Della Lunga mette a segno un altro ace (3-5). Wagner continua ad attaccare con profitto. Due punti di fila di Romanò riportano Siena a -1 (7-8). Il sistema muro-difesa dei locali consente di piazzare due punti break. Con una veloce vincente Cargioli mette fine al parziale senese. Siena passa in vantaggio con due muri-punto, il primo di Falaschi e il secondo di Gitto (15-14). Altra murata di Siena: 18-16. Il +3 senese arriva con un bellissimo attacco di Romanò. E arriva anche un ace senese, la firma è di Sebastiano Milan (22-19). Falaschi salva alla grande un pallone, Siena arriva al set point con Romanò. E lo sfrutta immediatamente con una murata di Carmelo Gitto che vale il 25-21. Siena pareggia sull’1-1 nel computo dei set. Romanò ha messo a segno 8 punti in questo parziale con il 78% in attacco. E nel set i muri vincenti senesi sono stati 5 a fronte di uno solo trovato da Bergamo. Terzo set Romolo Mariano dà spettacolo con un punto in palleggio, Siena prova l’allungo con i punti di Romanò, di Gitto e di Milan (13-11). Ancora Gitto superlativo su Wagner per il 14-11. Gitto è superlativo e mantiene una percentuale alta in attacco con una veloce vincente. Mariano difende alla grande su Wagner, Milan sfrutta la chance per un punto break. E’ ancora Wagner a prendere per mano i compagni di squadra. Il set è di nuovo in perfetta parità, con l’ennesima murata vincente di Carmelo Gitto sull’attacco bergamasco. Siena è sotto di tre punti, Gitto stampa due murate e riavvicina Siena. Ma Wagner nel momento più caldo non sbaglia e realizza i due punti che chiudono il set sul 22-25. Non bastano i 7 punti (con 4 blocks) realizzati da Gitto in questo set. Quarto set Ace di Della Lunga e punto break anche di Preti, Bergamo si spinge sul +3 (3-6). Wagner viene fermato da una murata senese. E ancora una murata dei locali, con Zamagni che dà il vantaggio alla Emma Villas Aubay (8-7). A toccare per prima quota 10 nel quarto set è Siena, con Milan (10-9). Gabriel mura Wagner. Falaschi trova nella pipe con Milan una soluzione vincente, Siena sprinta sul 14-12. Gabriel spiazza Bergamo e dai nove metri realizza il servizio vincente del 15-12. La magia di Falaschi esalta il PalaEstra, i tifosi senesi si alzano in piedi per applaudirlo (17-13). Milan prosegue la cavalcata locale in questo set con una super murata su Wagner (18-13). Yuri fa 20, a 16. Gabriel a segno per Siena. Wagner dai nove metri realizza un altro ace dei bergamaschi, il suo turno in battuta dà cinque punti agli ospiti. Tiozzo pareggia (22-22), Wagner realizza un altro ace (22-23) e propizia un altro punto ospite (22-24). Romanò rintuzza, poi spara tre ace meravigliosi (26-24) nel frangente più caldo del match. Un favoloso Romanò porta Siena al tiebreak. Quinto set Mariano e un ottimo punto del neoentrato Lucconi spingono Siena sul 3-1. Romanò fa 4-2. La battuta di Romanò mette ancora in difficoltà la ricezione di Bergamo e Mariano chiude il punto (5-2). Romanò ancora a segno dai nove metri (6-2). Della Lunga risponde a Romanò con egual moneta, con un ace che porta il punteggio sul 6-4. Veloce di Gitto a segno per l’8-5 con cui si cambia il campo. Bergamo pareggia (10-10). Yuri riporta avanti i senesi (11-10), Wagner pareggia (11-11). Mariano va a segno dopo uno scambio lunghissimo (12-11). Bergamo ribalta con il solito Wagner (12-13). Della Lunga stavolta sbaglia il servizio (13-13). Match point di Bergamo con Wagner (13-14) e Milan trova la parità con un punto complicato (14-14). Con il punto di Romanò ora è Siena ad avere il match point (16-15). Siena sbaglia la battuta ed il muro subito da Romanò dà ora il match point a Bergamo (17-16). Pareggia Milan (17-17). Poi Milan sbaglia dai nove metri e l’errore in attacco seguente di Zamagni chiude il match (17-19).
Emma Villas Aubay Siena – Olimpia Bergamo 2-3 (24-26, 25-21, 22-25, 26-24, 17-19)
EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Zamagni 8, Marra (L), Cappelletti, Falaschi 4, Lucconi 1, Gitto 17, Zanni, Smiriglia, Gabriel 4, Mariano 8, Milan 21, Romanò 27. Coach: Graziosi. Assistente: Pelillo.
OLIMPIA BERGAMO: Cargioli 11, Zonta 1, Tiozzo 8, Della Lunga 18, Fusco (L), Saturnino (L), Battaglia, Wagner 33, Garnica 2, Gritti, Preti 5, Signorelli 9, Alborghetti. Coach: Spanakis. Assistente: Busi.
Arbitri: Maurizio Merli, Massimo Rolla.
NOTE. Video Check: richiesto nel primo set da Bergamo sul 5-5 (decisione cambiata), sull’8-10 (decisione cambiata) e sul 16-16 (decisione cambiata) e da Siena sul 20-21; richiesto nel secondo set da Bergamo sull’1-0 (decisione cambiata), sul 5-6 (decisione cambiata) e sul 24-20 (decisione cambiata) e da Siena sul 5-6; richiesto nel terzo set da Siena sul 17-15 e sul 20-23 e da Bergamo sul 19-18; richiesto nel quarto set da Bergamo sul 4-5 e sul 9-8, da Siena sull’8-8 e dagli arbitri sul 22-20.
Percentuale in attacco: Siena 48%, Bergamo 46%. Positività in ricezione: Siena 48%, Bergamo 52%. Muri punto: Siena 16, Bergamo 7. Ace: Siena 8, Bergamo 10. Errori in battuta: Siena 19, Bergamo 14.
Durata del match: 2 ore e 31 minuti (33’, 30’, 30’, 34’, 24’).
Spettatori: 832. Incasso: 1.779 euro.

Lupi, i risultati del week-end

UNDER18: Dream Volley Pisa – Lupi Santa Croce 1-3
Partita stravagante quella che l’Under 18 di Manuele Marchi ha sostenuto in quel di Pisa: risultato finale positivo, ma resta un po’ di amarezza per il primo set. Le biancorosse, infatti, perdono il primo parziale 25-23, dopo aver messo in campo una prestazione sottotono, caratterizzata da molti – troppi – errori in battuta e da scarsa concentrazione. Parte del merito, naturalmente, alle avversarie, che sono riuscite a sbagliare molto meno, ma la maggior parte della colpa è imputabile alle Lupe, mai entrate in partita. Nel secondo set la musica cambia totalmente: le santacrocesi hanno voglia di riscatto e di dimostrare le loro reali capacità: pochi errori e tante buone cose permettono loro di aggiudicarsi il set 6-25. Terzo set copia indiscussa del primo: emerge la solidità dei fondamentali pallavolistici delle Lupe, che, in fiducia, chiudono 7-25. Nel quarto set le biancorosse sono ormai consapevoli che il primo set è stato solo un piccolo errore di percorso, e mister Marchi opera alcuni cambi per dare spazio ad alcune bimbe. Il set viene comunque chiuso rapidamente per 10-25. La vittoria per 1-3 porta le santacrocesi a quota 6 nel girone, a pari punti con il Grosseto, prossimo avversario delle Lupe lunedì 27 Gennaio nella palestra di Marina di Grosseto. Incontro importante per cercare di centrare l’obiettivo primo posto del girone: possiamo stare certi che le Lupe ci metteranno tutta la loro grinta!
UNDER13: Migliarino – Lupi 3-0
(25-15, 25-8, 25-15)
Partita a senso unico a favore della squadra di casa, a parte l’inizio del primo set, quando le lupacchiotte sembravano essere in partita fino a 11-10. Dopo le avversarie prendono il largo e chiudono 25-15. Inizio pessimo nel secondo set :8-0, 14-2, 20-5. Prova a cambiare qualcosa mister Mataluna per far scuotere le bimbe, ma il set è di padroni di casa 25-8. Terzo set è coppia del secondo: 8-2, 17-8, 25-15. La prossima partita è scontro diretto con il Montopoli in casa per il quarto posto.
II DIVISIONE FEMMINILE: Lupi-Piombino 3-0
(25-18 /25-16/25-13 ).
Arrivano altri 3 punti dalla partita di venerdì sera che ha visto prevalere in maniera netta le nostre ragazze sul team di Piombino. La partita ha avuto un ritmo blando per tutta la durata e le nostre Lupacchiotte sono andate avanti fino alla fine praticamente sempre in vantaggio e senza troppa tensione. Prossimo match mercoledì sera in quel di Pontedera vs Bellaria.
SERIE C: Lupi-Rosignano 3-1
Terza vittoria consecutiva per Coltelli e compagni che fanno un importante balzo in classifica portandosi in posizioni molto più tranquille. I biancorossi superano non senza fatica Rosignano fra le mura amiche, ma si sapeva che non sarebbe stato facile contro una formazione che aveva bisogno di punti, prestazione sicuramente convincente e che poteva essere sicuramente più rotonda, infatti i Lupi cedono agli ospiti il primo set nel finale dopo essere stati sempre avanti con un black out quasi inspiegabile. I nostri invece trovano in questo sbandamento la via giusta e dominano il secondo e terzo set. Il quarto diventa una vera e propria battaglia, si lotta punto a punto fino a quando i Lupi si portano sul 24-20 e tutto sembra fatto, e invece Rosignano è ancora vivo e si porta sul 24 23, ma i ragazzi di Zingoni sono determinati e chiudono. Partita tirata e vittoria quanto mai cercata e meritata. Era l’ultima giornata del girone di andata, ora un turno di riposo e poi si riparte con i livornesi del Tomei al PalaParenti con una classifica più tranquilla e veritiera.
UNDER18 MASCHILE: Lupi-Folgore San Miniato 3-0
È biancorosso anche il derby di ritorno contro la Folgore San Miniato che raccoglie il secondo tre a zero contro i ragazzi capitanati da Marco Riposati che ottengono l’ennesimo risultato pieno di questa fase territoriale. Come tutti i derby la partita è molto molto sentita sia in campo che fuori, a tratti fin troppo sugli spalti, gli inizi dei set sono tutti molto equilibrati e si procede punto a punto poi i Lupi si distendono e impongono il loro gioco agevolato da una percentuale al servizio davvero sopra la media. Il secondo set è una battaglia vera infatti si va avanti punto a punto fino al 18 pari con gli ospiti galvanizzati che non mollano, poi di nuovo servizio e ricezione permettono di allungare. Bella vittoria per la squadra di Alessio Zingoni e del dirigente Giannini che continua nel suo cammino verso l’ormai imminente termine del girone territoriale, anche se domenica prossima si va in casa del Dream Volley, secondo in classifica a soli tre punti.
UNDER12 FEMMINILE: Lupi-Volley Peccioli
Le nostre lupacchiotte hanno giocato lontano dalle mura amiche affrontando le bambine della Volley Peccioli. Partita complicata soprattutto per il livello di battuta delle avversarie che ha creato problemi alla nostra ricezione per tutto l’incontro. La partita ha avuto un sussulto finale, il quarto ed ultimo set è stato condotto fino quasi al filo di lana dalle nostre ragazze e perso veramente per un soffio. Hanno preso parte alla gara Elisabetta Nigi, Maguette Ndiaye, Viola Bartoli, Sofia Barnini, Aichata Keita , Gloria Parlapiano, Yasmine Boulahya, Chiara Guidotti, Ilaria Profeti, Veronica Quirici, Sofia Bardi.

Francesco Rossi – Ufficio Stampa

La Savino Del Bene Scandicci tra le migliori quattro ancora una volta

La Savino Del Bene Volley non sbaglia e al primo dentro-fuori stagionale tira fuori tutta la grinta necessaria per chiudere in soli tre set la sfida contro Casalmaggiore. Tre set controllati con cuore ed anima che portano la piccola Scandicci per il secondo anno consecutivo alle Final Four di Coppa, le terze nella sua storia. La Savino Del Bene entra in campo col 6+1 base, Malinov opposta a Stysiak, Stevanovic-Lubian come coppia di centrali, Bricio e Pietrini in banda e Merlo come libero. Marco Gaspari risponde con Antonijevic opposta a Carcaces, Cuttino e Caterina Bosetti come schiacciatrici, l’ex giocatrice scandiccese Stufi e Popovic al centro e Spirito come libero. Il primo set si apre con le ragazze di Cristofani ciniche e concrete a muro: prima Lubian poi Stysiak portano il risultato sul 3-0. Carcaces vuole “pulire” il soffitto e fa fa addirittura 4-0. Casalmaggiore ritrova il sorriso con un servizio sbagliato da Bricio, ma poi Stysiak mette il mirino su Carcaces e il risultato corre sul 8-3. Il parziale si allarga con una Stysiak formidabile sugli attacchi nei sei metri (10-4). Gaspari ferma il gioco ma la “musica” non cambia, perché Casalmaggiore è completamente in balia di uno Scandicci mai domo (13-16). Il gap si accorcia tra le bombe di Stysiak e Pietrini ed un gruppo di centrali rosa veramente efficaci. Le ragazze di Gaspari con Popovic e Stufi accorciano (18-12). Step by step la Savino Del Bene prende coraggio e con una doppia Stevanovic va sul 22-15. Il finale di set è in discesa con Bricio che chiude sul 25-17. La seconda frazione di gioco si apre con la Pomì che vuole riscattare il primo set e va sul 1-3 con la serba Popovic che va in fast con estrema facilità (1-3). Il murone rosa sale ancora su Lubian (1-5), poi Stysiak apre torna a cercare la diagonale e sono problemi per Cuttino e compagne (3-5). Il distacco si assottiglia quando Pietrini capisce il gioco aereo ospite (5-6), ma Carcaces è fortissima. Sul 8-8 Bricio e Stysiak decidono che è tempo di portare a casa il risultato e sono ciniche (11-9). Il gap si allarga quando Pietrini trova una pipe e poi un muro portando il parziale sul 15-10. Casalmaggiore rientra sul 15-13, e poi è una sfida punto a punto tra colpi di precisione ed errori con il risultato che va sul 18-16. Bricio trova la diagonale sguarnita (19-17), Casalmaggiore con Camera al servizio trova stabilità e Scuka fa 20-19. Messico, nuvole e pochi pensieri per Bricio che è decisiva sul 22-20, ma Cuttino le risponde. Il finale di set è un film thriller perché proprio la canadese prima trova il punto, e poi regala il 25-22 finale alle locali. Il terzo set è inaugurato da Scandicci, ma Casalmaggiore non vuole mollare e trova il vantaggio con la neoentrata Antonijevic. Pietrini prima pareggia e poi allunga sul (5-3). Il vantaggio dura poco con Cuttino che fa pari ancora una volta, poi però Lubian trova l’8-7. Il vantaggio persegue con Stysiak molto efficace quando Casalmaggiore sale a muro (11-9); poi la emula Pietrini che manda in confusione Bosetti e porta lo score sul 15-11. Il set è una sinfonia per Scandicci che con le unghie e con tanti denti resta aggrappata al risultato e chiude il parziale chiudendo il break con un errore di Bosetti sul 23-18. Poi Gray mette la firma e porta la Savino Del Bene a Busto Arsizio. Le dichiarazioni di Luca Cristofani: “Sono molto contento, abbiamo giocato una gara ordinata, siamo stati meno ordinati di domenica ma abbiamo tenuto quel margine che ci ha fatto stare sereni. Ci vogliamo godere questa Coppa Italia, stare qua è sempre bello”.
Savino Del Bene Scandicci: Carraro, Bricio 11, Stysiak 9, Malinov 3, Kakolewska ne, Pietrini 14, Merlo L, Lubian 9, Cardullo, Molinaro ne, Gray 2, Stevanovic 3, Kosareva L2 ne, Milenkovic. All:. Luca Cristofani
E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE: Popovic 5, Stufi 5, Camera , Vukasovic, Spirito L, Fiesoli 1, Maggipinto L2, Bosetti 12, Scuka 1,Carcaces 5, Veglia ne, Antonijevic 1, Cuttino 13. All.: Marco Gaspari Arbitri: Spinnicchia-Brancati NOTE – Spettatori: 512, Durata set: 23’,26’,23’
Errori 14-24
Attacco 45%-35%
Ricezione 55%-41%
Ace 1-6

Busto troppo forte, Il Bisonte si inchina

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3
IL BISONTE FIRENZE 0
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Washington 12, Bici, Herbots 8, Wang ne, Gennari 6, Cumino ne, Orro 3, Leonardi (L1), Villani 6, Lowe 17, Piccinini ne, Bonifacio S. 4, Bonifacio G. (L2) ne, Berti ne. All. Lavarini.
IL BISONTE FIRENZE: Santana, Alberti 4, Poll 1, Foecke 8, Daalderop 5, De Nardi (L2) ne, Turco ne, Fahr 7, Dijkema 1, Nwakalor 5, Venturi (L1), Maglio. All. Caprara.
Arbitri: Sessolo – Bassan.
Parziali: 25-13, 25-16, 25-18.
Note – durata set: 24’, 21’, 23’; muri punto: Busto Arsizio 7, Il Bisonte 5; ace: Busto Arsizio 5, Il Bisonte 0.
Il sogno de Il Bisonte Firenze di qualificarsi per la prima volta per le Final Four di Coppa Italia si infrange contro la Unet E-Work Busto Arsizio, che gioca una partita perfetta e non permette praticamente mai alle bisontine di entrare nel match: il 3-0 finale è inequivocabile, con Il Bisonte che adesso dovrà concentrarsi sul campionato – prossima gara il 9 febbraio al Mandela Forum contro Chieri – con una Jana Franziska Poll in più nel proprio roster, tesserata due ore prima della partita e già in campo (con un punto a referto) per uno scampolo di secondo set. Giovanni Caprara, parte con Dijkema in regia, Nwakalor opposto, Daalderop e Foecke in banda, Alberti e Fahr al centro e Venturi libero, mentre Lavarini risponde con Orro in palleggio, Lowe opposto, Gennari e Herbots schiacciatrici laterali, Sara Bonifacio e Washington al centro e Leonardi libero. Il 3-0 iniziale per Busto non promette bene, poi Il Bisonte dà l’illusione di entrare in partita (3-2), ma le farfalle forzano molto con la battuta (tre ace nel set) creando diversi problemi alle bisontine (8-4): sul campo della Unet funziona tutto (11-5), Caprara è costretto a chiamare time out e poi sul 14-6 inserisce Santana per Foecke per rinforzare la seconda linea, ma la ricezione (33% di efficienza nel parziale) continua a ballare (17-7), e alla fine è un’incomprensione fra Dijkema e Fahr a regalare il 25-13 a Busto. Il secondo set è decisamente più equilibrato, con Il Bisonte che comincia a ricevere e a difendere meglio e conseguentemente le percentuali in attacco si alzano (11-11): Lavarini inserisce Villani per Gennari, Busto trova il primo break con Lowe (14-11) e Caprara decide di chiamare il suo time out, ma la mossa non sortisce effetti perché la Unet torna a punire da tutte le posizioni, sfruttando anche gli errori delle bisontine (19-13). Caprara concede il debutto a Poll, che entra per Nwakalor e mette subito giù il pallone del 22-14, ma ormai il set è volato via e l’errore in battuta della stessa tedesca vale il 25-16. Anche nel terzo la battuta di Busto è letale per la ricezione de Il Bisonte, che va in difficoltà fin da subito (7-1), poi anche le farfalle sbagliano qualcosa e sul 7-5 Lavarini chiama time out: e fa bene, perché la sua squadra si riorganizza e torna sul + 5 in un amen (10-5), per poi allungare con disarmante facilità fino al 18-11 che costringe Caprara a fermare tutto. Firenze prova la reazione d’orgoglio con Fahr e Daalderop (22-17), ma è troppo tardi e il muro di Bonifacio vale il 25-18 finale.
LE PAROLE DI LAURA DIJKEMA - “Sapevamo che a Busto, contro una squadra molto forte, sarebbe stato difficile, ma sinceramente pensavo che potessimo provare a fare la sorpresa: stasera invece loro hanno giocato molto bene e hanno meritato di vincere. Continuiamo ad avere molti alti e bassi, dobbiamo lavorare di più: a inizio stagione eravamo partite bene, poi abbiamo attraversato un periodo difficile ma nelle ultime due partite ci siamo riprese, anche se oggi è andata male. Ora dobbiamo provare ad alzare ulteriormente il livello”.

Doppio successo nel volley femminile per la Seconda Divisione e l'Under 18

Doppio successo per le due formazioni del volley femminile impegnate nei campionati federali. La squadra di Seconda Divisione ha espugnato il campo di Pieve Fosciana per 1-3 (20-25, 25-18, 23-25, 14-25). Dopo aver vinto il primo set le biancorosse si sono adagiate perdendo il secondo e subendo in avvio del terzo. Il gruppo però è riuscito a vincere in rimonta poi poi chiudere facilmente il quarto set. Un successo che permette alla squadra di essere in seconda posizione dopo 5 giornate.
CAPANNORI: Avanzinelli (libero), Da Valle 16, Doroni 3, Favilla 6, Gigante 19, Lanfri, Lencioni (libero), Lunardi 7, Palmucci 5, Sabatino 8. All. Gigante
Prima successo stagionale per la squadra Under 18 che ha regolato in casa il Discobolo Viareggio per 3-0 (25-17, 25-21, 25-15). Un successo atteso dopo 9 sconfitte di fila che è arrivato grazie al carattere e a tanta voglia di vincere. Le biancorosse hanno da subito imposto il proprio gioco e hanno bloccato tutti i tentativi ospiti di vincere il secondo set. Con questa vittoria il gruppo lascia il fondo della classifica, posizione che pesava un po’ alla luce del gioco espresso sul campo.
CAPANNORI: Palmucci 18, Lanfri 7, Sabatino 7, Lunardi 11, Zefi 6, Da Valle 1, Franceschini 2, Avanzinelli (libero), Battisti, Lencioni (libero), Doroni, Favilla, Gigante. All. Gigante

Polisportiva Capannori

La Cip-Ghizzani non passa a Lucca

La squadra di Buoncristiani viene sconfitta in tre set nella trasferta lucchese. La differenza tra le due squadre è risultata evidente, con le padrone di casa che hanno portato in campo una difesa molto attiva e un attacco potente, oltre ad un muro decisamente solido; malgrado questo però ci sono stati momenti, seppure pochi, in cui la tenacia delle nostre ha dato vita a scambi molto lunghi, soprattutto nel primo parziale. Si è vista nel terzo, tuttavia, la prova migliore della squadra, con un gioco più dinamico e molta più attenzione nelle coperture. Spazio anche alle più giovani, in maggioranza nel secondo set per fare un po' di esperienza in più contro un'avversaria forte. Con questa gara si chiude il girone di andata, che vede la Cip-Ghizzani nella parte bassa della classifica ma ancora in corsa per le posizioni centrali. Bisognerà quindi sfruttare al meglio questa settimana di pausa per ripartire alla grande e avere una nuova chance contro le avversarie incontrate ad inizio stagione mostrando loro quanto questa giovane squadra è cambiata. Appuntamento quindi al 9 febbraio alla Palestra Enriques, dove le bianco-rosse ospiteranno il Cascina.

www.pallavoloigiglio.it

Una settimana densa di impegni per l’Unione Pallavolo Camaiorese

Questi tutti i risultati maschili
SERIE D
Sconfitta netta a Cascina (3-0) e come mister Orsolini aveva preannunciato è stata una delle partite più difficili del girone di andata, sia per la caratura della squadra avversaria (a cui vanno i complimenti del mister), sia per le difficoltà che la squadra ha avuto in settimana con alcuni giocatori non al top della condizione. I bianco blu hanno combattuto ogni situazione di gioco, subendo spesso in ricezione e con una costruzione di gioco non sempre all'altezza dell’avversario.
UNDER 18
L’under 18 maschile gioca una delle più belle partite della stagione e lascia il mister soddisfatto indipendentemente dalla sconfitta per 3-1 subita contro il Dream Volley, secondo in classifica, che con gli stessi atleti svolge il campionato di serie C. Una partita giocata alla pari, emozionante dove i ragazzi hanno dato il massimo con set conclusi sul 26 a 24 e sempre combattuti. Da sottolineare la crescita notevole di questo gruppo sia dal punto di vista tecnico che da quello agonistico.
UNDER 16
I giovani atleti dell’UPC Bianca a Lido di Camaiore si sono imposti al quinto contro il Migliarino. Un match ottimo sia sotto il profilo tecnico che su quello psicologico è stato deciso solo sul 15-13 del quinto set ed il coach Paolicchi prima del fischio d’inizio di questo ultimo parziale si è complimentato per l’affiatamento dato dai ragazzi presenti in panchina che hanno sostenuto in ogni momento i compagni in campo, come ha raccontato il dirigente Ercolini che ha poi dichiarato: «nel corso del campionato si è formato un gruppo coeso dove l’amicizia ci ha convinto che il mondo sta migliorando a poco a poco». Convocati: Arneodo, Briozzo, Calistri, Conta, Dalle Luche, Di Figlia, Ercolini, Farfai Giovannini, Grifasi Marchetti, Palmerini, Rogani. Contro il Garfagnana esce sconfitta l’UPC Blu dei giovani 2005, ma il loro coach Corrado Pedonese ne elogia l’impegno e spera che sabato prossimo i suoi ragazzi ottengano la soddisfazione che meritano: «Abbiamo l’ultima possibilità di realizzare in campo quanto di buono viene fatto in allenamento da questi bimbi per serietà, impegno e bravura. Si meriterebbero tutte le soddisfazioni del mondo e se continuano così sono sicuro che le otterranno presto».
PRIMA DIVISIONE
Sempre contro una compagine del Garfagnana in esterna, la prima divisione di Pedonese conquista il settimo sigillo stagionale su otto con un netto 3-0 e si conferma prima del girone con 20 punti +3 sulla seconda Veterani Fonteviva Massa e passa alla seconda fase consapevole che solo i Veterani nella penultima giornata sono riusciti ad avere la meglio al termine di un match tirato. A Gallicano esordio per i giovani 2005 Fazzi e Grotti.
UNDER 14
Contro Cascina l’arbitro non si presenta ed a Lido di Camaiore sale sul seggiolone (per accordo tra le squadre come da regolamento) il presidente dell’UPC Marco Daddio. Match a senso unico vede i lidesi chiudere facile in tre set ed il tecnico Mauro Neri è riuscito a schierare tutti gli atleti a disposizione. Al fischio d’inizio in campo sono scesi Daddio, Coluccini, Domenici, Moriconi, Baldaccini, Di Fazio. Buona per il coach la prova di Filippo Coluccini alla sua prima gara come palleggiatore. Convocati: Baldaccini, Bolognesi, Coluccini, Quinci, Daddio, Di Fazio, Domenici, Moriconi Gioele, Rossi, Simonini, Vecoli.
Un 13 maschile 3*3
Indipendentemente dai risultati dei concentramenti che hanno visto i giovani dell’UPC vincere e perdere nella stessa giornata, come spesso accade in questo primo campionato, il coach Valentina Costa è molto soddisfatto delle sue giovani leve in netto miglioramento e che ben hanno figurato anche contro squadre che giocano da più tempo insieme e da più tempo in generale a pallavolo rispetto ai suoi allievi.

COMUNICATO STAMPA UPC

Prato sconfitto ma campione d’inverno

ELSA VOLLEY - VOLLEY PRATO 3-2
Elsa Volley: Bartalini, Batazzi, Becacci, Biotti, Castagnini, D’Arpino, Lezzi, Malcuori, Milordini, Nesi, Nociti, Papucci, Salvestrini, Signorini. All. Mattafirri.
Volley Prato: Alpini M., Marchi, Alpini l., Bruni, Corti Gioele, Corti Giona, Civinini, Mazzinghi F., Pini, Catalano, Bandinelli, Anatrini, Nincheri. All. Novelli.
Arbitro: Esposito
Parziali: 25-22; 25-23; 21-25; 19-25; 16-14.
Prato sconfitto ma campione d’inverno. Serata negativa per la squadra di Novelli che nel recupero della dodicesima giornata non ha mai trovato ritmo e lucidità. Ha giocato a strappi Prato gettando alle ortiche i primi due set, comunque ben giocati dai padroni di casa e poi anche il tie break dove era avanti 3-7 e 10-12.
1° set: Prato con i gemelli Alpini in regia e attacco, Catalano opposto, Bandinelli e Anatrini a muro e la coppia Nincheri-Civinini nel ruolo di libero. Inizio non entusiasmante di gara e ricezione di casa che faceva la differenza a favore di Prato. La squadra di Novelli strappava sul 7-12 ed era time out per i padroni di casa. Alla ripresa Prato avanti ancora (10-14 e 12-15) ma Elsa mai doma. Squadra di casa sempre pronta ad approfittare di qualsivoglia errore ospite e che, a sua volta sfruttando la ricezione non perfetta dei ragazzi di Novelli, si riportava a meno due (20-20). Tempo per il coach pratese. Sorpasso ospite alla ripresa (22-21). Prato in black out ed Elsa sul 24-21. Chiusura a 22 con un errore al servizio dei pratesi;
2°set: ancora ricezione ospite in crisi ad inizio secondo set (5-0). Novelli, che intanto aveva inserito Giona Corti in regia e Gioele Corti al centro, chiamava subito i suoi. Elsa adesso efficacie anche a muro (6-0). Troppi errori pratesi e tutto semplice per i padroni di casa (8-2). Ricezione addormentata e ricostruzione sempre complessa per gli ospiti. Tempo Novelli sull’11-3. Alla ripresa ancora una ricezione sbagliata e undici punti di vantaggio per l’Elsa. Tentativo di recupero ospite (12-6 e 14-8). Prato però continuava a sbagliare troppo. Sul 17-14 tempo della panchina di casa. Elsa che si affidava ai propri centrali per rimanere avanti (18-16 e 19-17). Prato che tornava sul meno uno (20-19 e 22-21), arrivava poi la parità su una brutta ricezione di casa (22-22) e tempo Elsa. Sul 23-22 grande palla di Catalano per il 23 ma ancora un errore al servizio per regalare il set point all’Elsa. Errore in attacco e parziale chiuso. Punti finali per i padroni di casa tutti concessi dalla squadra di Novelli;
3° set: Prato che provava a partire forte nel terzo parziale. Ancora troppi però gli errori dei ragazzi di Novelli. Due muri ed un errore dell’Elsa concedevano il 9-12 a Prato. Tempo della panchina di casa. Prato provava a ritrovare il filo della serata. Ospiti avanti 15-19. Nel finale due grandi punti di Catalano e Pini ed una buona attenzione di squadra portava Prato a chiudere a 21;
4° set: nel quarto set ancora inizio ricco di errori per gli ospiti e Novelli a fermare i suoi quasi subito (4-0). Gran muro Pini per accorciare ed era la scintilla che riaccendeva Prato che scappava sul 5-7. La squadra ospite però non aveva continuità e l’Elsa tornava avanti con un contro break (8-7). Prato però con il cuore strappava nuovamente un break. Fasi molto concitate e combattute del match. Prato avanti 19-13 con buone soluzioni a muro degli ospiti. Finale Novelli che faceva riposare alcuni suoi uomini e Prato che strappava il diritto al quinto set;
5° set: nel tie break Prato subito avanti 2-5 con tanti errori dei ragazzi di casa. Subito tempo Elsa. Al ritorno in campo Prato sul 3-7 ma poi a perdere di nuovo concentrazione. Sofferenza in ricezione ed errori in attacco consentivano il ritorno dei ragazzi di casa (7-7). Prato cambiava campo sul più uno. Alla ripresa attacco e muro pratese per il 7-10. La squadra di Novelli saliva sull’8-11. Elsa però ancora non doma ed a tornare sotto. Tempo Novelli. Al ritorno in campo Catalano in pallonetto ma poi murato per il 12-12. Ricezione errata e vantaggio Elsa. Parità sul 13-13. Finale thrilling con Elsa più lucida ed a vincere.

Comunicato Volley Prato

La Bulletta ha fatto… 13!

Una vera e propria impresa quella delle biancoazzurre, capaci di terminare il girone d’andata del girone B della Serie D femminile senza macchia. L’ultima affermazione è stata quella casalinga contro la formazione fiorentina delle Sieci, che aveva dato filo da torcere anche alle attrici più nobili di questo campionato. Ma la prova della Bulletta è stata tutta sostanza, e il risultato fra le mura amiche della “Stopponi” è stato quello usuale: 3-0 per le padrone di casa. La partita però non ha dispensato insidie: le avversarie, una squadra a trazione anteriore che fa degli attaccanti di posto 4 il proprio punto di forza, è partita in quarta mettendo a dura prova l’organizzazione tattica della capolista. La Bulletta ne è uscita con l’intelligenza nella scelta del colpo di attacco e con il servizio, la cui incisività ha mandato in tilt i meccanismi delle ospiti. Il primo set è terminato così per 25-16 dopo lunghi tratti di equilibrio. Di altro tenore è stata la seconda frazione: sicuro di sé e consapevole della propria forza, il sestetto di Bianchi ha condotto le danze fin dai primi punti, con Katrini e Savelli in grande spolvero sul lato sinistro dell’attacco. Solo nel finale un rilassamento delle locali ha permesso alle Sieci di riavvicinarsi, ma era un fuoco di paglia: 25-17. Il tecnico fiorentino ha optato per dei cambi tattici nel terzo set, e la sua squadra ci ha creduto di più. Il muro-difesa della capolista ha fatto fatica a reggere l’impatto degli attacchi portati soprattutto da Brunelli e Lastri. La Bulletta non ha perso però la tranquillità, il libero Merli ha chiuso la saracinesca della seconda linea, e così sono arrivati prima il sorpasso e poi l’allungo decisivo per il 25-20 ed il 3-0 finale. Adesso la meritata sosta per tutte le squadre del campionato; si ricomincia domenica 9 febbraio, quando la capolista Bulletta ospiterà la formazione del Valdarninsieme, protagonista di una forte risalita in classifica ed attualmente titolare di un virtuale posto nel play off.

Alessandro Veltroni

mercoledì 29 gennaio 2020

Valentina Ripoli approda a Casciavola

La Pallavolo Casciavola comunica di aver raggiunto un accordo per il tesseramento di Valentina Ripoli che quindi fará parte della rosa della Perfecto Oro fin dalla prossima partita, la prima del girone di ritorno del campionato di serie C. La giocatrice é giá a disposizioe di coach Fabrizio Ricoveri ed ha svolto nella settimana appena trascorsa, I primi allenamenti con le nuove compagne. Valentina Ripoli é una schiacciatrice di grande esperienza, nata il 7 dicembre 1978 ed ha iniziato la sua carriera con la maglia del Rosignano. Dopo la trafila delle giovanili, ha esordito in I Divisione, vincendo il campionato e successivamente approdando in serie C dove raggiunse I playoff per la promozione in serie B2. Passa poi al San Vincenzo, in serie C dove si cimenta anche nel ruolo di libero, poi sbarca in provincia di Pisa, agli Ospedalieri in serie D ed inizia a giocare come schiacciatrice, ruolo che non lascerá piú. San Giuliano, Pontedera, Calci e Cascina le altre squad nelle quali ha militato, prima di approdare al Lucca Volley con il quale ha vinto il campionato di serie D, dopo una esperienza con la Turris, torna agli Odpedalieri per rinvincere la serie D ed infine, prima di vestire I colori rossoblu della Perfecto Oro, disputa il campionato di B2 con l’Ambra Cavallini Pontedera dove ricopre anche il ruolo di libero oltre che il suo naturale di schiacciatrice.

Massimo Corsini Ufficio stampa Pallavolo Casciavola / VCC

Sconfitta a Montecatini per la Farmacia Biagi. Il volley continua a correre

La Farmacia Biagi Capannori torna con una sconfitta (64-50) dalla trasferta del Palaterme sul campo della capolista Rossoblu Montecatini. L’incontro rimane in equilibrio per 30 minuti prima che i padroni di casa piazzino l’allungo decisivo nell’ultimo quarto grazie a un parziale da 19-10. FARMACIA BIAGI: Andreini 19, Piazzolla ne, Dini 4, Ghiarè, Del Dotto 8, Barsotti 7, Pardini 5, Avdiu 2, Piochi ne, Coluccio, Del Sorbo 4, Romoli ne. All. Bernabei
Vittoria invece per 0-3 per la Polisportiva Capannori nel campionato Uisp Femminile. Dopo aver sudato il primo set sul campo del Gdp Pisa (finirà 27-29), le ospiti prendono le misure e grazie a una grande proba del collettivo riesce a spuntarla nonostante le assenze della banda Laura Giordano e del centro Margherita Cagnola. Per le biancorosse arriva così il nono successo consecutivo che vale la vetta solitaria a punteggio pieno. Ora la squadra si prepara al prossimo impegno casalingo martedì 4 febbraio alle 21.40 contro Arno. L’obiettivo è chiudere imbattute il girone d’andata.

Luca Fontana

Union Volley: risultati del fine settimana 25-26 gennaio

U13 MONTAIONE - Sconfitta netta per il gruppo Under 13 a Campi Bisenzio. È mancata quella forza che all'andata fece guadagnare almeno un set ai vantaggi, lasciando invece questa volta il controllo completo della gara alle padrone di casa, al momento prime incontrastate del mini-girone. Tutto da vedere ancora per le nostre che decideranno l'ordine di questa corta classifica nella prossima, nonché ultima, partita contro VBA Firenze. Appuntamento alla Palestra Enriques sabato 1 febbraio.
U14 MONTAIONE - La squadra di Elena Furiesi si ripete contro Pignone portando le padrone di casa al tie-break senza, tuttavia, riuscire a conquistare la vittoria. Ancora una partita molto equilibrata tra le due squadre, che vede le nostre fare un bel recupero dopo essere rimaste sotto di due set; ancora però troppi sbagli nei momenti cruciali: per quanto sia solo il secondo tie-break affrontato da queste ragazze, devono imparare in fretta che bisogna rimanere concentrati fino all'ultimo punto senza preoccuparsi della possibile vittoria imminente ma tenendo l'attenzione esclusivamente sul gioco. La vittoria non deve far paura e non deve essere debilitante, la vittoria va agguantata. Prossimo ed ultimo incontro del mini-girone domenica 2 febbraio alle ore 10.30 a Montaione.
U16 I'GIGLIO - Torna questa settimana in campo l'U16 dopo aver inaugurato il girone con la vittoria del 22 gennaio. La squadra sarà impegnata giovedì 30 gennaio alle ore 21.00 a Seano, dove affronterà il Punto Sport Volley.
U18 I'GIGLIO - Seconda vittoria nella finale 21-24 posto per il gruppo Under 18. La squadra, guidata in questa gara da Cristiano Ciocchetti in sostituzione a Luca Minacci, si è fatta valere per 3-1 sulla Sancat: le ragazze hanno dominato i primi due set con un buonissimo servizio, lasciando tuttavia il terzo parziale in mano alle avversarie con un numero elevato di errori in attacco e staticità in difesa; tornate poi in carreggiata hanno chiuso in fretta il match ottenendo così tre punti. Dopo due gare casalinghe l'U18 si troverà questa sera in trasferta a Firenze, ospite della Asd Firenze 5 Palestre.
SECONDA DIVISIONE I'GIGLIO - La Seconda Divisione non riesce nel derby con Certaldo, soccombendo per 3-1 alle padrone di casa. Malgrado un primo set combattuto e la vittoria nel terzo, è importante il distacco subito negli altri due parziali. Dopo un set giocato discretamente non può esserci un tracollo, anzi va sfruttata l'adrenalina che questo ha provocato; sicuramente ottimo il cambiamento nel terzo set, ma a che pro se la stessa concentrazione non viene mantenuta subito dopo? Sono almeno tre i set da giocare e bisogna tenere duro, riprendere fiato è un lusso che nessuna squadra può permettersi nella pallavolo. Questa settimana sarà di pausa dal campionato, rivedremo quindi la squadra in campo sabato 8 febbraio in trasferta a Signa.
OPEN A2 OLYMPIA - Le ragazze dell'Open saranno impegnate sabato 2 febbraio nel triangolare Under 21 di Dicomano, in cui si scontreranno proprio con la Pol. Dicomano e il Volley Team Carmignano. Le partite saranno al meglio dei 3 set, con eventuale terzo set a 15, e daranno i seguenti punteggi: 3 punti alla vincente per 2-0, 2 punti alla vincente per 2-1, 1 punto alla perdente per 1-2.
Le gare si svolgeranno al Palazzetto in via Fabbroni 12 a Dicomano ai seguenti orari:
- ore 15.00 Pol. Dicomano - Volley Team Carmignano 
- ore 16.30 perdente - Olympia Union Volley
- ore 18.00 Olympia Union Volley - vincente

martedì 28 gennaio 2020

Già in vendita i biglietti per assistere mercoledì sera alla Semifinale della Coppa Italia contro Bergamo

La prima sfida tra Siena e Bergamo è andata in archivio, con la vittoria dei lombardi per tre set a uno sul taraflex senese del PalaEstra. L’Olimpia conquista tre punti che sono molto utili per la classifica del team di coach Alessandro Spanakis, che si avvicina alle prime posizioni della graduatoria mantenendo la quarta piazza. La Emma Villas Aubay nonostante la sconfitta, la prima in casa in questo campionato, conserva la prima posizione della classifica con 35 punti all’attivo. Emma Villas Aubay Siena e Olimpia Bergamo torneranno a sfidarsi mercoledì sera, per una sfida valevole per la semifinale della Coppa Italia. Il via al match sarà alle ore 20,30 in viale Sclavo. E in questa circostanza sarà necessario tutto il tifo del caldo pubblico senese per sostenere la squadra di coach Gianluca Graziosi verso un traguardo che sarebbe storico, vale a dire la possibilità di andare a giocarsi la finale della Coppa Italia (in programma domenica 23 febbraio alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno). Sarà una gara storica quella di mercoledì sera al PalaEstra. Siena spera di poter tornare a giocarsi una finale di Coppa Italia, proprio come avvenne nel 2017, anche in quella circostanza a Casalecchio di Reno. Tanti bei ricordi sono legati a quella edizione della manifestazione, e alla finalissima che venne disputata e vinta contro Tuscania consentendo ai senesi di sollevare al cielo il trofeo. “Dobbiamo fare i complimenti a Bergamo che ha fatto una grande partita in tutti i fondamentali – ha commentato al termine della partita di domenica pomeriggio il libero della Emma Villas Aubay Siena, Davide Marra –. Hanno dei grandi giocatori, dispiace perché stavolta non siamo stati in grado di contrastarli. Noi speravamo di riuscire a rimanere attaccati e di lottare punto a punto nel quarto set, come abbiamo fatto nei primi tre parziali, ma non ce l’abbiamo fatta. Ci è mancato qualcosa in questa partita un po’ in tutti i fondamentali, ma adesso dobbiamo resettare e pensare alla gara di mercoledì sera contro Olimpia Bergamo che sarà valevole per la semifinale di Coppa Italia. Sarà una sfida difficile, loro sono una squadra attrezzata per fare bene, dovremo lottare e soffrire e dare il meglio di noi”. Sono in vendita i biglietti per il match casalingo di mercoledì 29 gennaio valevole per la semifinale della Del Monte Coppa Italia contro l’Olimpia Bergamo (i cui prezzi sono 8 euro l’intero e 5 euro il ridotto). La biglietteria del PalaEstra è aperta lunedì 27 gennaio e martedì 28 gennaio dalle ore 17 alle ore 19, e mercoledì 29 gennaio dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 18 in poi. I biglietti della sfida sono acquistabili anche online nel circuito della CiaoTickets.

I biancorossi fanno visita alla Lamipel

Riccardo Mazzon, Alberto Marra e Andrea Andreini insieme all’Addetto Stampa Francesco Rossi, hanno fatto visita al main sponsor “Lamipel”. Lamipel ogni giorno commercializza un’ampia gamma di croste e pelli bovine in wet blue destinate alla produzione conciaria per arredamento, calzatura, pelletteria e carrozzeria. L’esperienza, il dinamismo e la specializzazione hanno permesso a Lamipel di essere apprezzata tanto nella realtà conciaria italiana quanto in quella internazionale. L’azienda svolge le sue attività presso tre poli strategici in Italia: in Toscana a Santa Maria a Monte (Pisa), in Veneto a Montebello Vicentino (Vicenza), a Chiampo (Vicenza) e Arzignano (Vicenza). Grazie alla sua esperienza e alle proprie risorse, Lamipel permette ai suoi clienti di differenziarsi all’interno del mercato con prodotti eccezionali e programmi personalizzati che determinano un grande valore aggiunto.

Francesco Rossi – Ufficio Stampa

Una sfida da cuori forti: domani i Quarti di Coppa Italia

Il gioco si fa duro per la Savino Del Bene Volley di Luca Cristofani che domani alle 20.30 si trova davanti alla prima gara secca della stagione. Ofelia Malinov e compagne, infatti, sfideranno la E’Più Pomì Casalmaggiore di Marco Gaspari nei Quarti di Finale di Coppa Italia. Dopo i successi con Kaliningrad e Bergamo, la Savino Del Bene Volley dovrà cercare la terza vittoria consecutiva per staccare il pass per la Final Four di Busto Arsizio dei prossimi sabato e domenica.
EX E PRECEDENTI – Tante le ex dell’incontro, nella formazione toscana Jovana Stevanovic, che ha vinto la Champions League in rosa, e Agnieska Kakolewska. Nella formazione di Gaspari, invece, c’è la fiorentina Federica Stufi che a Scandicci ha giocato dal 2014 al 2016. Quello di mercoledi sarà il sedicesimo incontro fra le due squadre, con le rosa che guidano la statistica delle vittorie con otto incontri vinti a dispetto delle sette della formazione scandiccese.
LE PAROLE DI LUCA CRISTOFANI- “Tutte le partite di questo periodo sono molto importanti, abbiamo giocato da poco contro Casalmaggiore ed il risultato fu positivo però è stata una partita complessa. Nel primo set giocammo punto a punto e non riuscimmo a trovare la giusta chiave di lettura, salvo poi sbloccarci e vincere la gara. Ci sono le stesse difficoltà di quella gara e per vincerla dobbiamo giocare ancora meglio dell’altra volta: quando si giocano partite dentro-fuori bisogna fare qualcosa in più a livello di energia e motivazione. I sistemi stanno prendendo forma, siamo lontani dall’idea che io vorrei di come far giocare questa squadra ma le ragazze ce la stanno mettendo tutta”.
LE AVVERSARIE – La èPiù Pomì Casalmaggiore, rinnovata rispetto all’ultima stagione, ha cambiato palleggiatore con l’inserimento di Ana Antonijevic che sarà opposta a Danielle Cuttino, al centro agiranno Stufi e Popovic con Carcaces e Bosetti in banda, Spirito è il libero.
IN TV – La partita fra Savino Del Bene Scandicci e Bosca San Bernardo Cuneo sarà trasmessa gratuitamente in Italia sulla piattaforma PMG Sport. Andando sul sito www.pmgsport.it si aprirà un player dove sarà possibile selezionare l’incontro. Altrimenti, si potrà andare sulla piattaforma LVFTV (www.lvftv.com) e accedere con le vecchie credenziali all’incontro. Novità del 2020 anche le dirette su Sportmediaset: basterà accedere a sportmediaset.mediaset.it o sulla app per vedere tutte le partite gratuitamente. La partita sarà tramessa entrando nella sezione Sport anche su Repubblica.it e su Sport.it.

Coppa Italia, Il Bisonte a Busto per fare la storia

Appuntamento con la storia per Il Bisonte Firenze: domani sera alle 20.30 sono in programma i quarti di finale in gara secca della Coppa Italia di serie A1, e la squadra di Caprara giocherà al PalaYamamay di Busto Arsizio contro la Unet E-Work per provare a qualificarsi per la prima volta per la Final Four della manifestazione. Nelle altre due occasioni in cui hanno raggiunto i quarti, le bisontine sono sempre state eliminate (nel 2018 da Conegliano e nel 2019 da Scandicci), e anche domani sera non avranno i favori del pronostico, ma la voglia di stupire non manca: le due vittorie consecutive in campionato contro Caserta e Perugia hanno restituito fiducia e morale a Dijkema e compagne, che oltretutto non avranno nulla da perdere e potranno scendere in campo con la mentre libera per provare a prolungare il loro soggiorno a Busto Arsizio, visto che proprio il PalaYamamay, sabato e domenica, sarà la sede della Final Four di Coppa Italia. Coach Caprara avrà tutto il gruppo a disposizione, pronto a prendere spunto anche del recente precedente di quindici giorni fa, quando Il Bisonte perse 3-0 dando però segnali importanti nel secondo e nel terzo set. EX E PRECEDENTI – L’unica ex della sfida è la farfalla Francesca Villani, che è stata bisontina nella stagione 2013/14, quella del doblete promozione in A1-Coppa Italia di A2. I precedenti fra le due squadre invece sono dodici, tutti in A1, con la Unet E-Work che si è imposta per otto volte e Il Bisonte quattro (una sola a Busto, per 3-0, il 4 dicembre 2016). LE PAROLE DI GIOVANNI CAPRARA – “Sicuramente per noi è una bellissima occasione per poter giocare a viso aperto contro una squadra di alto livello, e per provare a starle più vicino possibile: non abbiamo assolutamente niente da perdere, e dovremo giocare con molto coraggio e determinazione. Siamo fortunati perchè abbiamo giocato contro di loro due settimane fa: speriamo di aver imparato qualcosa da quella partita per poter alzare il livello, perché dovremo essere più precisi e continui durante la partita per avere qualche chance di vittoria. Il successo di Perugia mi ha lasciato molto soddisfatto, perché nel corso della partita abbiamo costantemente migliorato le prestazioni in attacco e in ricezione, lavorando bene a muro e salendo di tono anche in difesa nel quarto set: sono segnali positivi, che speriamo di confermare anche domani con un gradino di difficoltà più alto”. LE AVVERSARIE – La Unet E-Work Busto Arsizio di coach Stefano Lavarini, che rispetto all’incrocio di due settimane fa può contare anche sulla classe di Francesca Piccinini (1979), dovrebbe schierarsi con Alessia Orro (1998) in palleggio, la statunitense Karsta Lowe (1993) opposto, Alessia Gennari (1991) e la belga Britt Herbots (1999) in banda, Sara Bonifacio (1996) e l’altra statunitense Haleigh Washington (1995) al centro e Giulia Leonardi (1987) libero. IN TV - La partita fra Unet E-Work Busto Arsizio e Il Bisonte Firenze sarà trasmessa in diretta streaming, in HD e in chiaro (e quindi gratuitamente), sul sito ufficiale di PMG Sport (www.pmgsport.it), su LVF TV, la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.lvftv.com, effettuando la registrazione), su sportmediaset.it, nella sezione Sport del sito www.repubblica.it e sul portale www.sport.it.

Unomaglia Valdarninsieme supera agevolmente Siena e si conferma al terzo posto

Unomaglia Valdarninsieme - Cus Siena : 3 / 0 ( 25 / 18, 25 / 17, 25 / 12 )
Prestazione concreta per Unomaglia Valdarninsieme che come sottolineano i parziali riesce ad avere la meglio in maniera perentoria di un Cus Siena in evidente difficoltà ed in emergenza con i centrali entrambi infortunati. Da parte sua Valdarninsieme riesce a reagire al brutto passo falso di Pontemediceo e confermarsi al terzo posto in classifica a tre punti dalla seconda piazza occupata dalla Liberi e Forti e avanti di due lunghezze sulla temibile coppia Calci, Cecina pronte ad approfittare di eventuali passi falsi di Callossi e compagne. Partita a senso unico che se si esclude una partenza contratta delle valdarnesi è sempre stata saldamente in mano alle ragazze Unomaglia. Valdarninsieme scende in campo con Pezzatini in palleggio, Zatini opposto, Casimirri e Manetti al centro, Callossi e Mantelli di banda e Morandini come libero. Partenza contratta delle valdarnesi fallose in battuta e imprecise in ricezione ed attacco, il parziale va avanti in equilibrio, poi Valdarninsieme con il turno al servizio di Zatini allunga sulle senesi, entrano Massi e Ceccherini per rinforzare la fase difensiva e Monchi al servizio, i servizi efficaci del regista valdarnese portano praticamente Unomaglia alla conquista del set 25 / 18. Secondo parziale con valdarnesi che partono ancora un po timide e contratte poi come nel set precedente Valdarninsieme prende il comando del gioco, entra Massi per Mantelli in difficoltà in ricezione e Ceccherini per Callossi in battuta e difesa, ottimo l'ingresso della giovane, sia in ricezione che in difesa, Migliorini nel finale entra in battuta al posto di Zatini, il parziale si chiude con un 25 / 17 netto e mai in discussione. Terzo set con Valdarninsieme che mantiene alta la concentrazione e la determinazione, il parziale va avanti agevolmente, il gioco fluido delle valdarnesi mette in costante difficoltà le ragazze ospiti, entrano come in precedenza, Massi per Mantelli e Monchi per Pezzatini, Valdarninsieme gioca bene e le ospiti si arrendono 25 / 12 per Callossi e compagne. Con questa vittoria Unomaglia chiude il girone di andata a 27 punti, che non sono pochi, al terzo posto, che vale i play off, sicuramente sarà difficile mantenere una posizione così prestigiosa, ma Callossi e compagne promettono che faranno il massimo per respingere l'assalto delle concorrenti, squadre forti ed agguerrite da Cecina a Calci, senza dimenticare la Rinascita e Montesport, che seppur un po indietro in classifica non hanno sicuramente alzato bandiera bianca. Sarà un girone di ritorno equilibrato e combattuto, ancora è tutto da decidere ci sarà da divertirsi e lottare, e tra le squadre che lotteranno ci sarà sicuramente anche l'Unomaglia Valdarninsieme. Adesso turno di riposo per il campionato, appuntamento per Domenica 2 Febbraio quando a Figline arriverà il Volley Accademy Modena, fanalino di coda del campionato con quattro punti, ma da non dimenticare che uno di questi quattro punti è stato conquistato contro la capolista Villa d'oro costretta al tiebreak dalle giovani modenesi. Parola d'ordine mai rilassarsi, quindi pronte a preparare la prossima sfida che apre il girone di ritorno. Vi aspettiamo numerosi Domenica 9 Febbraio ore 17 e 30 al Matassino per divertirsi insieme e tifar Valdarninsieme. Forza Unomaglia.

lunedì 27 gennaio 2020

Serie C. Buggiano Volley - Oasi Volley Viareggio 2 - 3

Pubblico delle grandi occasioni per la partita al Palasport di Buggiano dove il match è stato in bilico fino al tie break. I punteggi dei set raccontano la grande grinta messa in campo dalle due squadre, ma alla fine le fuxia nero hanno portato a casa una vittoria importantissima per il proseguio del campionato. Fra l'altro la formazione di casa non aveva mai perso tra le mura amiche e questo la dice lunga sull'impresa della nostre. Primo set un po' buttato via dalle viareggine, perché avanti 20 a 15 si fanno raggiungere e superare dal Buggiano. Finisce 25 - 21. Secondo set combattutissimo, ma che portiamo a casa con grande determinazione ai vantaggi 25 - 27. Terzo set dove le padroni di casa ricominciano a macinare gioco e ci castigano con un 25 - 17. Quarto set definito del carattere. Le nostre non ci stanno a perdere e graffiano il Buggiano con delle opzioni al centro che vanno a segno e ci permettono di aggiudicarci il parziale ancora ai vantaggi 25 - 27. Tie break dove finalmente è l'Oasi a comandare. Cambio campo a 3 per le avversarie che sono in difficoltà emotiva e sembrano aver perso smalto e spessore in attacco. 15 - 8 e partita archiviata. L'Oasi si aggiudica questo grande mach con la volontà e con il cuore, il coach Francesconi può tornare ad esultare e a lodare le nostre ragazze che hanno dato vita a questo mach molto emozionante con carattere e determinazione, con grinta e buon gioco, ma soprattutto con il cuore. Con una cornice di pubblico esemplare e con un tifo da paura, il match si è concluso dopo circa due ore e mezzo di gioco. Da segnalare la rotazione di tutta la panchina e anche ieri sera qualche defezione che ci ha costretto a due titolari in meno, ma tutte le ragazze che sono entrate sono state all'altezza del match. Ora testa ai prossimi incontri e a macinare punti. Prossimo incontro sabato ore 18:00 contro il Livorno Volley. Forza Oasi sempre.

Oasy Volley Viareggio

Moma Anderlini - Rinascita Bisonte 3 - 2

Un'altro giro sulle montagne russe, non riusciamo ancora a trovare una continuità positiva nelle nostre partite. Le avversarie, che non meritano la posizione nella parte bassa della classifica, sono come noi, squadra molto giovane e fisica. Partenza standard per noi: salimbeni-torrini, lapini-vittorini, acciarri-meli, Bassilichi L. Primo set partiamo molto contratte, anderlini spinge su tutti i fondamentali. Dopo due time out troviamo una reazione, i nostri servizi si fanno più incisivi. Recuperiamo il gap ma sono due errori nostri a regalare il set a Moma. Secondo set: partiamo più convinti, vittorini dai 9 metri mette in difficoltà la loro ricezione e ci permette un break importante. Moma recupera, allora dentro Neri per salimbeni. Riusciamo a tornare avanti e chiudiamo il set a nostro favore. Terzo set: registriamo ancora un black out, nonostante qualche momento di ripresa Moma gioca meglio e si porta sul 2/1 Quarto set: proviamo a cambiare le carte, ancora dentro salimbeni, di banda entra galanti per lapini. Partenza equilibrata, e ci teniamo punto punto per buona metà del set. La nostra fase break torna a funzionare e ci porta su 2:2 Quinto set: partenza equilibrata e si viaggia sulla parità. Prima del cambio campo moma va a +2. Tempo per Vannini. Recuperiamo un punto ma giriamo campo in favore di Moma. Anderlini fa un cambio in battuta che ci mette in serie difficoltà. Forte reazione della rinascita che tiene ogni cosa in difesa, galanti raccatta tutto, ci pensano vittorini e acciarri a mettere giù i palloni. Si decide tutto negli ultimi due scambi; una diagonale a tutto braccio di Moma mette fine alla partita
Tabellini Vittorini 20, Torrini 17,Meli 9, Acciardi 17, Lapini 4, Salimbeni 2, Neri 1, Galanti 8, Masini, Giuntini, Gabbrielli, Bassilichi Libero . NE Ciotoli

Sconfitta casalinga per la Vitt Chiusi

CME VITT CHIUSI – VOLLEY PONTEMEDICEO FIRENZE 1-3 (26-28;25-20;20-25;21-25)
Vitt Chiusi Margaritelli, Meconcelli 15, Distante 8, Chechi 5, Degl'Innocenti, Giulianelli, Urbani 13, Mannelli (L), Orlandini 2, Fortunati 3, Franceschini, Mancini 13, Schiavetti (L) All. Cacciatore
Pontemediceo Storni 6, Terzaroli 2, Bechelli 12, Mazzi 11, Zerini 4, Luddi 13, Magnani (L), Lamperi, Margheri, Papini 7, Para, Pitto, Tuccio (L) Bacci 4 All. Panicucci
Arbitri Reca, D'Alessandro
Sconfitta casalinga per la Vitt Chiusi, che con Pontemediceo perde per 3 set a 1 dovendo recuperare per tutti i parziali. Solo nel secondo la rimonta porta i frutti sperati, mentre negli altri casi il divario creatosi si rivela fatale nell'esito della frazione. Con questo risultato si chiude il girone di andata del campionato di serie B2.
Primo Set
Vantaggio per le ospiti, che dopo i primi punti mantengono il controllo del parziale, tentando la fuga ai sette, annullando i tentativi di resistenza della Vitt. Firenze allunga con sette punti consecutivi e il tabellone recita 6-13. Chiusi prova a destarsi, arrivano quattro punti di fila, ma Pontemediceo replica e si riporta a distanza sul 10-16. Ancora Chiusi con una serie di punti consecutivi interrotti solo parzialmente dalle fiorentine. Il filotto porta ad un pareggio che sembrava un miraggio. Squadre appaiate ai venti, la Vitt prende in mano il gioco arrivando a quota ventiquattro, ma sul più bello la reazione delle ospiti prima riapre la contesa e poi la ribalta. Il set si chiude ai vantaggi 26-28.
Secondo Set
Al rientro primo punto per Chiusi, ma Firenze prova di nuovo la fuga. E' 2-5, la Vitt prova a arginare, ma nonostante un timido recupero, Pontemediceo con sei punti consecutivi sale al più dieci sul 6-16. Da un parziale record all'altro. Questa volta è la Vitt a metterlo a segno. Nove punti di fila che portano prima a contatto le due compagini e poi al pari in una seconda ondata a quota diciannove. Chiusi non si ferma e questa volta è quella buona. Altri cinque punti, arriva il set point che viene viene trasformato al secondo tentativo: 25-20.
Terzo Set
Di nuovo in campo, parziale equilibrato in avvio. Nessuna squadra riesce a scappare fino ai dieci quando Chiusi alza la freccia, portandosi sul più tre. Immediata la risposta di Firenze. Pareggio e poi vantaggio ospite per il 12-15. Ancora pari con il recupero chiusino a diciotto. Ma quando tutto faceva pensare ad un finale in equilibrio, arriva il nuovo break di Firenze: più cinque sul 18-23 e chiusura 20-25.
Quarto Set
Pontemediceo ancora avanti. Chiusi tampona , ma non riesce a tornare a galla. Firenze in controllo a metà parziale, la Vitt rosicchia piano piano senza però creare difficoltà alle avversarie. Il finale vede le ospiti più cinque, le ragazze di Cacciatore trovano un paio di punti consecutivi, ma è troppo tardi. Finisce 21-25.

Asd Vitt Chiusi

Un'altra vittoria schiacciante chiude il girone di andata per la serie C

Un girone di andata perfetto con 13 gare e 13 vittorie per un totale di 39 punti, che le ragazze dell'Ambra Cavallini Pontedera ieri sera hanno festeggiato posando a fine gara, come di rito, con un termometro gigante che segna 39°. Una gara quella di ieri sera che ha chiuso un una prima fase davvero impeccabile in cui le giocatrici di Pontedera guidate da coach Fabio Giannotti hanno dimostrato di avere tutti i numeri giusti. Fin dai primi minuti le ospiti dell'Ambra Cavallini si sono imposte sulle padrone di casa di Fucecchio e hanno dettato il loro gioco chiudendo facilmente tutti e tre i parziali (12-25, 15-25, 8-25).
Chericoni 11, Coselli 11, Donati 14, Chiti 1, Caverni 8, Focosi 0, Vichi 1, Ghezzi 1, Danti 12, Bernini, Benedetto e Miccoli e Falleri liberi.

Scotti 2.0 Empoli Pallavolo chiude il girone di andata con l’ennesima vittoria

Contro Savino Del Bene Montelupo è 0-3 (13-25, 16-25, 18-25) rimanendo ad un punto dalla prima in classifica
Consapevoli del fatto che un derby è sempre una gara particolare nella quale la classifica ha un'importanza marginale e quindi deve essere interpretato nel migliore dei modi e così è stato fatto. Le nostre ragazze hanno gestito la partita in tutti i tre set , mantenendo la concentrazione e la determinazione necessaria per portare a casa i tre punti, senza particolari difficoltà, e soprattutto rimanere in piena zona playoff ad un solo punto dalla prima in classifica. Adesso ci sarà la pausa, per poi riprendere il campionato con la prima gara del girone di ritorno in trasferta a Bagno a Ripoli sabato 8 febbraio alle ore 21:00 Palestra Gobetti , nostre avversarie Astra Chiusure Lampo.

Fonte: Empoli Pallavolo

Volley Prato in campo mercoledì

Turno infrasettimanale in trasferta per il Volley Prato che mercoledì 29 gennaio sarà ospite dell’Elsa Volley (ore 21.00, Palafrancioli, arbitro Esposito). Si recupera il match in programma il 18 gennaio scorso e rinviato su richiesta della squadra di casa. Gara ricca di insidie per la capolista contro una formazione che, pur non vantando magari i valori tecnici delle prime della classe, ha però fin qui dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque. Sette vittorie e quattro sconfitte sono il bilancio positivo dell’Elsa nelle prime undici giornate. Un bilancio dove spiccano la vittoria interne sulla Sestese ed il tie break strappato allo Scandicci. Insomma, Elsa che è squadra quadrata, tenace e che sa stringersi attorno all’esperienza ed alla qualità di capitan Malcuori per ottenere ottimi risultati. Servirà il miglior Prato per passare al Palafrancioli , il Prato concentrato e lucido visto nell’ultima gara del 2019 contro la Sales ed anche nel big match contro Siena. Per Prato è l’occasione di laurearsi campione d’inverno. Titolo quanto mai platonico ma comunque significativo.

Comunicato Volley Prato

BluVolley: tris di vittorie che da’ i brividi

Moie-BluVolley 0-3 (22–25, 27-29, 23-25)
Moie (live) - La BluVolley Quarrata parte con Breschi al palleggio in diagonale Cheli, di banda capitan Degli Innocenti e Poggi, centrali Bianciardi e Zingoni con Chiti libero. Moie risponde col consueto sestetto. Si apre il sipario sullo scontro salvezza. Bellissimo inizio della BluVolley che impone il ritmo, diagonale di Cheli, 15-13 Bene, anzi perfette le nostre ragazze nella gestione del set! Allungo decisivo di Zingoni con un gran primo tempo: 22-19. Poi Miss 1000 punti, Giulia Cheli, chiude 25-22! BluVolley quasi perfetta in questo primo parziale. Inizio del secondo set con lo stesso 6+1: forza BluVolley! Set molto combattuto, si gioca punto a punto: 10-9 BluVolley ma facciamo più errori, time-out Torracchi Non riusciamo a mettere giù la palla con la facilità del primo set, troppi sbagli: 18-16 Moie. Torracchi chiama il secondo time-out. Ci pensa Breschi in battuta a fare il break che riporta avanti la BluVolley: 22-21! Partita giocata bene col muro-difesa da entrambe le squadre, la palla sembra non cascare mai, ma la BluVolley s’impone 29-27 con grinta, carattere e tanta consapevolezza dei propri mezzi. Esordio nel finale di Chiara Puccini. La BluVolley riparte imponendo il proprio gioco, brava Poggi a sfruttare le mani del muro, 13-8 Funziona tutto nelle file quarratine, le ragazze si divertano e giocano una bellissima pallavolo, chiusa la partita 25-23. Semplicemente perfette!!!
Ds Ferri: “Partita quasi perfetta, loro non hanno regalato niente e noi siamo stati lucidi e cattivi. Complimenti a Niccolai che nel terzo ha dato un po’ di respiro a Breschi variando molto il gioco, complimenti, soprattutto, a una squadra trasformata nel 2020. Vogliamo rimanere in Serie B1! Forza BluVolley”.

Blu Volley Quarrata

Timenet Empoli travolto da Castelbellino al Palaramini Per 0-3

L’alzatrice Lavorenti: “Partita sottotono, siamo state imprecise in tutto al contrario delle nostre avversarie. Occorre ritrovare la sicurezza di inizio Campionato”.
Si conclude con una prova deludente il girone di andata del Campionato nazionale di serie B1 per la Timenet Empoli Pallavolo che ieri al PalAramini è stata travolta dalla Termoforgia Castelbellino con il punteggio netto di 0-3. Dopo il primo set in cui si è vista un po’ di grinta nel campo giallonero, i due parziali successivi sono stati condotti dalle ospiti che, senza troppe difficoltà e approfittando dei molteplici errori nelle fila avversarie, si sono portate a casa una meritata vittoria. “Non ci aspettavamo una squadra così forte, ma anche noi siamo state sottotono senza riuscire a mantenere la loro intensità di gioco – spiega l’alzatrice Francesca Lavorenti – il primo set è stato il più importante per impostare l’andamento del match, nel terzo oramai eravamo fuori dalla partita mentre loro andavano al massimo. Siamo state imprecise in tutto, al contrario delle nostre avversarie che riuscivano a difendere e a ricostruire bene per poter attaccare”. Le ragazze di coach Luigi Cantini sono partite con il piede giusto, ma l’entusiasmo per i primi punti di vantaggio è stato ben presto smorzato dalla pronta reazione delle avversarie marchigiane che nell’arco di pochi scambi hanno superato e doppiato le padrone di casa per 4-8. Le empolesi a loro volta si sono lanciate all’inseguimento e il set è andato avanti in modo abbastanza equilibrato, intervallato da due break quasi consecutivi sul 12-16 e poi 14-19. Una pausa che ha dato alle atlete di coach Matteo Solforati lo sprint per chiudere il finale a proprio favore 16-25. Ancora una volta la Timenet Empoli ha accusato il colpo senza riuscire a mostrare la reattività necessaria e aggravando gli errori su tutti i fondamentali che hanno reso agevole per le avversarie dominare il gioco fino ad un eloquente 3-12. Il recupero giallonero c’è stato, complice però anche qualche sbaglio nell’altra metà del campo, arrivando al 10-15. Ma Castelbellino ha tirato fuori le unghie soprattutto in attacco, mettendo giù una palla dietro l’altra e guadagnando in breve tempo una distanza troppo grande da colmare, prima per 10-19 e poi vincendo di misura 14-25. Il terzo set è stato tutto nelle mani delle rossoblu che hanno diretto il gioco dall’inizio alla fine con una prestazione corale efficace che non ha lasciato scampo alle empolesi. Le marchigiane hanno preso subito il largo e in una manciata di minuti, davanti agli sguardi attoniti dei supporters gialloneri e con il sostegno del tifo crescente dei loro numerosi beniamini, hanno praticamente doppiato le padrone di casa con un perentorio 9-16. Nella fase finale, sono stati alcuni errori dettati dall’emozione e dalla fretta di concludere da parte di Castelbellino a consentire alla Timenet di avanzare di poco, ma non abbastanza per invertire le sorti della partita. Le marchigiane infatti si sono fatte travolgenti: con una concentrazione e determinazione invidiabili hanno raggiunto prima la soglia dell’11-21 e da lì la meritata vittoria per 16-25. “Perdendo vengono fuori le nostre insicurezze, bisognerebbe cercare di ritrovare la sicurezza che avevamo a inizio anno – conclude Lavorenti - Per fortuna adesso c’è la pausa di Campionato. Speriamo di ripartire replicando il successo contro CSI Imola con la quale abbiamo vinto all’andata per 3-2”. Con questo match, la Termoforgia Castelbellino si è portata al secondo posto in classifica con 24 punti, ad una sola lunghezza dalla capolista Volleyrò Casal De Pazzi. La Timenet Empoli Pallavolo conserva invece il suo quinto posto a quota 19 punti e riprenderà il Campionato domenica 9 febbraio alle ore 17.00 con la prima partita del girone di ritorno tra le mura amiche del PalAramini ospitando l’incontro con la settima in classifica, la CSI Clai Imola.
TABELLINO
PARZIALI : 17-25; 14-25; 16-25.
ARBITRI: Ivan Tizzanini (Lucca) e Domenica Katia Forte (Pisa).
TIMENET EMPOLI: Cammisa 7, Tangini 3, Lavorenti 2, Buggiani 9, Modena (L), Ascensao M. 3, Boninsegna 12, Magni L.

Fonte: Ufficio Stampa Empoli Pallavolo

Un buon Arno sconfitto a Bologna

Termina con una sconfitta per 3-1 al cospetto di Bologna secondo in classifica il girone di andata dell'Arno Volley che, nonostante una discreta prestazione per almeno tre set, non riesce a portare a casa nemmeno un punto. Nuti deve fare a meno ancora una volta di Falaschi e decide di schierare Testagrossa (autore di una prova eccellente) al centro per rafforzare la fase di muro. L'altro centrale è Benaglia, i due schiacciatori Andreatta e Aliberti, la diagonale principale Riposati-Da Prato e Pinzani il libero. Ottima partenza dell'Arno che vola 2-6, ma si fa risucchiare con troppa facilità sull'8-7. Si procede punto a punto e l'Arno conquista due set point sul 22-24 ma i servizi di Bartoli tengono in vita i locali. L'Arno gestisce malissimo almeno 3 palloni buoni per chiudere il set ed è costretto ad arrendersi sul 30-28. Seconda frazione con l'Arno autore di un'ottima prova, con Pinzani in versione aspiratutto (prova eccellente la sua) e Da Prato in costante crescita in attacco. L'Arno vola 17-24 per poi chiudere 25-21. Terzo set in fotocopia del primo con l'Arno avanti anche di 4 punti (12-16) che si fa però recuperare e gestisce male i contrattacchi decisivi, costretto infine a cedere sul 25-22 sui servizi di Bartoli. Quarto set senza storia con l'Arno che non entra mai in partita e Bologna che gioca sul velluto nonostante qualche cambio operato da mister Nuti. Prossima partita tra due settimane a San Marino per l'inizio del girone di ritorno.

Calci, impresa sfiorata con la corazzata Delfino Pescia

Peimar Volley – Delfino Pescia 2-3
Parziali: 25-15, 24-26, 25-19, 13-25, 16-18
Dopo l’amaro rientro in campo, dopo la sosta Natalizia, con una brutta sconfitta in quel di Cascina, nel match di sabato scorso i ragazzi di coach Francesconi hanno giocato una magnifica partita contro il Delfino Pescia, avversaria accreditata della vittoria del torneo, uscendo sconfitti soltanto ai vantaggi del tie-break, per 16-18; questo dopo aver giocato, a tratti, una pallavolo di una intensità pazzesca, se pensiamo alla giovane età del gruppo. Tutto questo lascia ben sperare per il proseguo del torneo,che vedrà i ragazzi impegnati sabato 25 sul campo del Torretta di Livorno.

Peimar Volley

Bel successo esterno per il Volley Arezzo

Torna subito a vincere la nostra giovane formazione di serie D impegnata sabato sera contro Campi Bisenzio. Partita non di certo esaltante, ma controllata saldamente dai nostri ragazzi che si confermano ancora primi nella classifica generale in vantaggio di un solo punto sul Volley Prato. Prossimo impegno l'8 Febbraio contro Sales Volley, ore 18.00 al PalaMecenate!

Volley Arezzo

Piandiscò si conferma in terza posizione al giro di boa

2 punti frutto di 11 vittorie e due sole sconfitte, è il bottino conquistato dalla formazione valdarnese che anche nell'ultima gara del girone di andata conquista i tre punti infilando la quarta vittoria consecutiva. E’ piena di insidie la trasferta a Pieve a Nievole contro una squadra che naviga in brutte acque e dunque desiderosa di fare punti, ma nonostante la carica dei tifosi locali e l'innesto importate di Prosperi Turri, le fuxia -viola, a parte il secondo set, cedono nettamente l’intera posta a Butnaru e compagne. Nel primo parziale le ragazze guidate da coach Colaianni, giocano una pallavolo lineare, attente a muro e molto efficaci in attacco, preoccupandosi solo di contrastare i potenti attacchi di Antonini; ne consegue un set vinto con facilità, chiuso a 15. Nel secondo set la musica cambia, le Pievane accelerano in battuta ed in attacco, commettono pochi errori e soprattutto riescono a difendere tantissimo. Piandiscò subisce la veemenza delle avversarie e va subito sotto 6-3, 12-7, 18-14, proviamo la rimonta, ma ancora Montebianco avanti 24-20. Colaianni prova qualche cambio inserendo Colzi e Gorellini, quest'ultima dopo un bell' attacco vincente, in battuta mette in difficoltà le avversarie, ci portiamo a 22 pensando al clamoroso recupero che viene però rintuzzato con un attacco vincente. Nel terzo parziale, Butnaru e compagne rientrano in campo contratte in ricordo del set precedente, ma più determinate e dopo una sostanziale parità 8-8, 10-10, si passa velocemente al 13-10. Montebianco chiede tempo, ma Piandiscò adesso è in fiducia e non molla l'osso, sempre in vantaggio di 3/4 punti dà la spallata finale chiudendo a 25-17. Senza storia l' ultimo set, in vantaggio addirittura per 10-1 con Tani in battuta, 12-4, poi 20-10, entra anche Hodkin, capace come spesso accade, di farsi trovare trovare pronta, due su due per lei in attacco. 25-12. Adesso la benvenuta sosta di metà campionato, con ripresa per la prima giornata nell' insidioso campo del Certaldo.
Montebianco Volley vs Piandiscòvaldarinsieme 1-3 (15-25;25-22;17-25;12-25)

Fonte: Piandiscòvaldarinsieme