martedì 21 maggio 2019

Impresa nel torneo Under 17. Il Ctt batte la Carrarese e va in semifinale

Grande impresa per la formazione Under 14 del Centro tecnico territoriale Monsummano. Il gruppo guidato da Cesare Arinci con team manager Sergio Bechini si è qualificato alla semifinale del torneo Under 17 del comitato Appennino Toscano, province di Pistoia, Lucca e Massa Carrara. Nei quarti di finale della categoria le biancoblù hanno battuto il Volley Apuania Carrarese per 3-2 al termine di un match vibrante e tirato. Avanti nel primo set, le termali si sono fatte raggiungere e poi superare dalle avversarie, che sul 2-1 pregustavano già la vittoria e il passaggio del turno. Ma le giovanissime di Monsummano hanno tirato fuori grinta e orgoglio schiacciando la Carrarese 25 a 9 nel quarto parziale, per poi batterla 17 a 15 nel decisivo tie break. Una vittoria inaspettata per il Ctt, che continua a stupire e adesso torna in campo giovedì 23 maggio – fischio d'inizio ore 19 – alla palestra di Camigliano contro le locali del Nottolini Volley Capannori. In palio c'è la finale del campionato Under 17.

Ufficio Stampa – Luca Signorini

...e la prima è andata!

Prima divisione maschile: buona la prima! I nostri ragazzi si aggiudicano la prima delle partite di play off per 3 a 1 (15/25; 25/17; 25/21; 25/23) contro un tenacissimo Valdarno Insieme, squadra messa benissimo in campo, composta da giocatori maturi che hanno partecipato in passato anche a campionati di categorie superiori, fino alla serie B, con un paio di individualità davvero eccellenti, in una serata vibrante di buona pallavolo. Coach Genovesi, concentratissimo e determinatissimo, parte con la diagonale Della Croce/Gigante, in banda Stellini e capitan Casapieri, centrali Maurelli e Carlozzo e libero De Felice. Peccato che… i nostri ragazzi siano rimasti letteralmente negli spogliatoi, con la testa e con le gambe, e dopo un 5 pari iniziale subiscono un incredibile break di 14 a 3 che porta i nostri avversari ad aggiudicarsi facilmente il primo set, a metà del quale Genovesi toglie addirittura dal campo il libero, bersagliato da servizi e attacchi avversari, e cambia un impreciso palleggiatore, presentatosi in precarie condizioni di salute, inserendo nel ruolo Grossi. Al rientro in campo Grossi confermato in regia e rientra un rimotivato De Felice, che si rivelerà d'ora in poi determinante per la riscossa del Migliarino; i nostri ragazzi cominciano finalmente a giocare la loro pallavolo, prendendo il sopravvento nel punteggio nel secondo e nel terzo set pur contro un avversario che non molla un pallone e, specialmente con un muro efficacissimo, cerca sempre di rimanere aggrappato alla partita. L'andamento dell'incontro consiglia Genovesi a non toccare più gli equilibri della squadra, con l'unica eccezione dell'utilizzo di Premoli per alcuni turni in battuta. Si arriva quindi alla combattutissima e decisiva quarta frazione, che vede le due squadre alternarsi punto a punto nel condurre il punteggio, fino alla vittoria sul filo di lana dei nostri ragazzi, con capitan Casapieri che .. conclude l'incontro su una gamba sola per una leggera storta alla caviglia accusata nel finale di set, che però non ha assolutamente voluto abbandonare. Bravi tutti i nostri ragazzi e il loro allenatore, e ora sotto con gli allenamenti per preparare il decisivo confronto di sabato prossimo ad Arezzo

Vittoria per le nostre ragazze!

Folgore San Miniato - Migliarino Volley 0-3 (23-25/16-25/19-25)
Parte con una netta vittoria la fase dei playoff delle biancorosse che si scontrano con la Folgore San Miniato, terza classificata del girone B. Già dal primo set la partita si prospetta molto combattuta ma dopo un intero set di punto a punto, il Migliarino ha la meglio sulle avversarie. Si riparte 1 a 0 per le nostre ragazze, la carica, la concentrazione e l'energia le porta a conquistare anche il secondo set lasciando le avversarie a 16 nonostante i ripetuti scambi lunghi. È quasi fatta ma le biancorosse non mollano un centimetro e con tantissima determinazione si portano a casa la prima vittoria. Tante emozioni ma la strada è ancora lunga! Vi aspettiamo Sabato 25 Maggio alle 21 a Vecchiano per Gara 2, avremmo bisogno del sostegno di tutti voi per realizzare questo sogno! Forza ragazze!

Giovanni Benenati alle Fasi Nazionali con l'under 18 del Volley Prato!

Il nostro giovane campione Giovanni Benenati classe 2001 che con noi disputa il campionato di serie C, dopo avere rappresentato la nostra società negli anni scorsi nelle varie rappresentative provinciali e regionali, ha appena aggiunto un altro titolo al suo personale palmares, vincendo la fase regionale con la formazione under 18 del Volley Prato. Altro grande risultato quindi per Giovanni che con sacrificio è riuscito a disputare anche il suo ultimo campionato giovanile in prestito agli amici di Prato. Complimenti e in bocca al lupo a Giovanni e al Volley Prato per il fantastico traguardo raggiunto, che il successo possa continuare anche alle fasi nazionali, dove scorgeremo anche quest'anno un pò di rossoblu'!

Cascina suda contro lo Ius Arezzo ma la spunta al quinto

Vittoria sudatissima delle nostre ragazze che riescono nell’impresa di battere Arezzo nella “bella” del quarto di finale. Nel primo set Lapiccirella schiera Vicari in regia, Pecene opposto, Corti E. e Ricci al centro, Guttadauro e Crescini a banda e Marsili libero. Inizia male la gara per le padrone di casa: i fantasmi di gara 2 e l’occasione sprecata ad Arezzo di chiudere i conti sono ancora nell’aria e IUS ne approfitta per volare 3-8. Ma le nostre hanno il grande merito di scuotersi in tempo, iniziano a macinare gioco, recuperano e si aggiudicano nettamente il parziale con il punteggio di 25-19. Nel secondo si inizia con la stessa formazione, ma le biancorosse iniziano a subire oltremisura il gioco delle aretine, gli attacchi si fanno meno incisivi (grande merito va comunque alla difesa avversaria) e coach Lapiccirella inserisce Corti F. e Morelli per provare a cambiare marcia… Purtroppo però il set si conclude 18-25 per le ospiti. Nel terzo set l’inerzia del match si inverte nuovamente, con le cascinesi a fare la voce grossa. Nella fase centrale entrano Cagnetta e Papeschi e le biancorosse conducono agevolmente in porto il parziale (25-20). Anche nel quarto Cascina parte bene, ma è un fuoco di paglia… Arezzo rimane sul pezzo e pian piano si avvantaggia nello score, entrano Guttadauro e Corti F. ma le avversarie ora volano spedite alla conquista del set (15-25) e della possibilità di giocarsi tutto al tie-break. Nel set decisivo Lapiccirella schiera ancora Cagnetta al palleggio e Papeschi a banda. La posta è altissima… e le biancorosse rispondono alle attese! Sostenute dal magnifico pubblico della Galilei impongono con autorità il loro gioco fino al 13-7. Giochi fatti? Neanche per sogno! Come ad Arezzo un improvviso calo di concentrazione permette alle avversarie di mettere in atto ancora un incredibile recupero con conseguente sorpasso (13-14). Ma stavolta l’epilogo è diverso, tre errori consecutivi in attacco delle aretine ci permettono di chiudere finalmente i conti (16-14) e di festeggiare, non troppo però… già mercoledì è in programma gara 1 di semifinale contro la corazzata Buggiano, vincente su Calenzano al termine di tre gare molto intense. Un’altra sfida ai limiti del possibile per la nostra giovane squadra. A questo punto non va lasciato nulla di intentato, ma è comunque fondamentale giocare con la leggerezza mentale che si addice ai cuori forti. Appuntamento per tutti alla Galilei mercoledì 22 (ore 21.00) a tifare biancorosso!
PALLAVOLO CASCINA - IUS PALLAVOLO AREZZO 3-2 (25-19; 18-25; 25-20; 15-25; 16-14)
PALLAVOLO CASCINA: Allenatore Daniele Lapiccirella, 2° Allenatore Erika Montemarani. Valentina Cagnetta, Eleonora Corti (K), Francesca Corti, Anais Crescini, Flavia Guttadauro, Amalia Marsili (L), Elena Morelli, Alessia Papeschi, Francesca Pecene, Marianna Ricci, Adriana Vicari. Dirigente accompagnatore Maurizio Montemarani.

Fonte: PALLAVOLO CASCINA

lunedì 20 maggio 2019

Il Libero Davide Marra per difendere i colori biancoblu della Emma Villas Siena

La Emma Villas Siena ufficializza un altro nuovo acquisto in casacca biancoblu: dalla SuperLega arriva il libero Davide Marra. Classe 1984, nativo di Praia a Mare, quattro stagioni in giallorosso con la Tonno Callipo Vibo Valentia e prima di allora veste, nella massima serie, i colori di Piacenza e Loreto. Nel suo palmares figurano una Coppa Italia di A1 (2014) con la Copra Elior Piacenza, una di A2 (2016) con Vibo e una Challenge Cup (2013) sempre in biancorosso. Dopo una dovuta gavetta nella palestra della proprio paese d’origine, il libero calabrese lascia nel 2003 la sua terra per trasferirsi in Umbria dove vi resta fino al 2009. In questi anni esordisce nelle diverse categorie dalla B2 con Foligno, passando per la B1 con Marsciano, alla A2 con Città di Castello, con la quale conquista la promozione nella suddetta categoria. Nel 2009 Marra si sposta dall’Umbria alle Marche per una stagione con Loreto, al termine della quale esordisce con la maglia della nazionale italiana il 21 maggio 2010 ad Ankara nel torneo di qualificazione agli Europei 2011 (Bielorussia-Italia 0-3). Il 2010 è l’anno della convocazione alla World League e ai Mondiali di Roma dove è tra i protagonisti della nazionale all’epoca guidata da Andrea Anastasi. Il 2010 è anche l’anno del sodalizio con Piacenza che verrà rinnovato per i successivi cinque anni. Nel 2013 sfiora lo scudetto perso in Gara 5 contro Trento. Abbandona la terra emiliana, per sposare un altro progetto di lunga durata come quello di Vibo. Con i colori giallorossi risale in SuperLega nel 2016 – dopo una Coppa Italia e una finalissima promozione persa al tie break – e vi rimane fino al 2019.
DICHIARAZIONI
“Lascio una società (Tonno Callipo Vibo Valentia) a cui ero legato anche per ragioni di nascita. Sono stati 4 anni stupendi ma ora ho bisogno di approcciare a nuove avventure e nuovi stimoli e Siena risponde a questo mio bisogno. So che la Emma Villas sta lavorando per costruire un buona squadra e voglio in primis ringraziarli per avermi dato la possibilità di giocare in questa città e con questi colori. Di questo sono molto contento.” “Come giocatore mi posso definire un agonista – aggiunge rispondendo alle nostre domande – Sono un ragazzo tranquillo che cerca di dare il massimo anche durante la settimana cercando di trasportare le proprie sensazioni in campo e fuori: nello spogliatoio.” Nei riguardi del nuovo campionato che andrà ad affrontare, Marra commenta: “Ho seguito l’A2 in questi anni, sono certo questa nuova riforma renderà ancora più interessante questo campionato. Tutte le squadre, a questo livello di competizione, si aspetteranno di far bene.” Dal 2019/2020, con all’attivo ben 9 stagioni nella massima serie e 2 in A2, Marra difenderà i colori biancoblu della Emma Villas Siena del Presidente Bisogno sotto la guida di Coach Gianluca Graziosi.
CARRIERA
2018/2019 A1 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3 ITA
2017/2018 A1 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3 ITA
2016/2017 A1 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3 ITA
2015/2016 A2 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3 ITA
2014/2015 A1 Copra Piacenza 3 ITA
2013/2014 A1 Copra Elior Piacenza 3 TA
2012/2013 A1 Copra Elior Piacenza 3 ITA
2011/2012 A1 Copra Elior Piacenza 3 ITA
2010/2011 A1 Copra Morpho Piacenza 3 ITA
2009/2010 A1 Esse-Ti Carilo Loreto 3 ITA
2008/2009 A2 G. Cartoedit T. Città Di Castello 3 ITA
2005/2008 B1 Pallavolo Città di Castello (PG)
2004/2005 B1 Volley Marsciano (PG)
2003/2004 B2 Nuova Pallavolo Foligno (PG)
PALMARES
2016 Coppa Italia A2
2014 Coppa Italia A1
2013 Challenge Cup

Under 18: lupe stratosferiche! Titolo regionale e finali nazionali!

FINALE REGIONALE UNDER 18: BLU SCOTTI LUPI-VOLLEY ART 3-0 (25-15, 25-17, 25-23).
Come nelle più belle favole. Come vivere un sogno. Un qualcosa di incredibile per cui non esistono parole alcune che lo possono descrivere. Solo lasciare libero sfogo alle emozioni che ti fanno accapponare la pelle e che ti sconquassano letteralmente. Questo 19 maggio 2019 difficilmente verrà dimenticato; è il giorno della grande prestazione, che resterà impresso nella memoria di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di averlo vissuto e di tutti coloro che in questo gruppo e nel loro valoroso condottiero hanno sempre creduto. E’ il giorno in cui la splendida cavalcata iniziata il 3 ottobre dello scorso anno (prima giornata, Campionato territoriale, Lupi-Montopoli 3-0), ha avuto degno compimento dopo una stagione dai numeri impressionanti. Interprovinciale vinto dopo 18 vittorie su 18; 54 set vinti 3 persi. Titolo regionale conquistato dopo 9 incontri di cui 8 vinti; 25 set vinti 5 persi. Una sola sconfitta in stagione a Montelupo. Numeri che la dicono lunga sull’eccezionalità di un gruppo formato da atlete che abbinano grande fisicità a tecnica sopraffina. Una squadra che non ha punti deboli e sa essere efficace in ogni zona del campo e in ogni fondamentale. La partita di oggi assume i contorni di un’ impresa in quanto ottenuta in maniera netta e indiscutibile; è stato surclassato un avversario di assoluto valore, espressione di una Selezione di alcune tra le più importanti realtà pallavolistiche del territorio fiorentino (quali il Bisonte San Casciano), con Francesca Vannini (coach che ha portato l’Azzurra in serie A) nello staff tecnico. Ed è stata la conferma di quanto abbiamo sempre sostenuto: quando le Lupe giocano come sanno, sono difficilmente battibili. Anzi forse in questa finale si sono superate sconfiggendo anche…. i loro stessi limiti. Come se Bolt avesse corso i 100 metri al di sotto del suo record di 9e58 per capirci, e perdonateci l’irriverenza del paragone. Si è giocato in un Palavalenti gremito. Le Biancorosse sono scese in campo con l’ormai collaudata formazione: Goretti-Zonta in diagonale, Bernardeschi-Chisari al centro, Martinelli-Saviozzi attaccanti, Tesi libero. In campo anche Bertelli nel secondo e nel terzo set rispettivamente per Zonta e Martinelli. Lupe apparse fin dall’avvio toniche e concentrate, determinate ma anche molto serene e consapevoli della propria forza. Fin dai primi scambi hanno dato spettacolo imprimendo al gioco grande intensità. Il servizio si è rivelato arma efficace e non ha consentito alle Fiorentine di sviluppare con efficacia il loro gioco d’attacco. Così come il muro, che ha funzionato a meraviglia e che ha contribuito a spostare vieppiù l’equilibrio dalla parte santacrocese. Il resto lo hanno fatto le solite certezze fatte di una buona ricezione, di una regia senza sbavature, di un attacco devastante e di una difesa impenetrabile. Il Volley Art, sorpreso da tanto vigore, ci ha messo poco ad andare in tilt, con il loro coach che si è dannato l’anima per porre rimedio ad una situazione che punto dopo punto si faceva sempre più complicata. Una tempesta, un turbine biancorosso che si è abbattuto sulle malcapitate Fiorentine annichilendole. 2-0 in men che non si dica con due frazioni da manuale del volley; terzo set più combattuto, con un bel punto a punto finale (del resto il Volley Art non era certo capitato al PalaValenti per caso), che le Biancorosse hanno comunque fatto loro per il definitivo ed eccezionale 3-0. A fine partita, scene di tripudio con la squadra, lo staff tecnico e dirigenziale e tutti i tifosi al seguito a fare festa, a scaricare l’adrenalina fra salti di gioia e lacrime di commozione. E’ stata la vittoria di un gruppo per il quale facciamo sempre più fatica a trovare aggettivi appropriati e dove i superlativi si sprecano. E’ stata la vittoria di un tecnico a volte discusso, ma che si è costruito la sua “creatura” e se l’è portata avanti giorno dopo giorno, con tanto impegno e sacrificio ma anche con tanta indiscutibile bravura. Un uomo che sa di pallavolo e che sa insegnarla come pochi a questi livelli. E’ stata una vittoria che permette ai Lupi di andare a disputare le Finali nazionali in programma dal 4 al 9 giugno in Calabria a Vibo Valentia, per un appendice di grande prestigio e che nobilita l’intera Società. C’ è anche una dolcissima e aggraziata “quota rosa” tra le soddisfazioni che questa primavera ha portato in dote alla Società biancorossa.
Ed ora ci alziamo idealmente in piedi per rendere onore: Ai palleggiatori MARTINA GORETTI e GIORGIA GIACOMELLI. Ai centrali EVA BERNARDESCHI, SARA AGATA CHISARI e ARIANNA GIOVANNELLI. Agli attaccanti e opposti GIULIA BERTELLI, ALESSIA DE NISCO, VERONICA FIORENTINI, EMMA MARTINELLI, ALESSANDRA SAVIOZZI e CHIARA ZONTA, (MARIA SOLE CATUREGLI). Ai liberi MELISSA TESI e SARA SABATINI. All’allenatore GUGLIELMO PUCCi al 2° NICCOLO’ GIANNONi. Ringraziamenti per i dirigenti MARCO PIOZZI, SANDRO BERNARDESCHI e NICOLA ZONTA. Appuntamento a giugno: l’Italia ci attende!

MASSIMILIANO SARTORI-SETTORE GIOVANILE LUPI SANTA CROCE

Sarah Fahr, una vicecampionessa del mondo per Il Bisonte

È una centrale, non ha ancora compiuto diciotto anni ed è appena stata inserita nel ‘Dream Team’ del Montreux Volley Masters 2019, chiuso al terzo posto con la nazionale italiana del ct Davide Mazzanti. Senza dimenticare che è anche vicecampionessa del mondo con l’Italia. Lei è Sarah Luisa Fahr, ed è il primo volto nuovo de Il Bisonte Firenze per la stagione 2019/20: classe 2001, di origine tedesche, nelle ultime due stagioni ha giocato nel Club Italia, ma nonostante la sua giovanissima età ha già maturato tanta esperienza a livello internazionale, visto che dall’anno scorso fa parte del gruppo della nazionale maggiore azzurra con la quale ha già totalizzato 48 presenze. Fahr, che ha firmato un contratto biennale con Il Bisonte, vestirà la maglia numero 13 e ritroverà a Firenze la compagna di ruolo Sara Alberti, con cui sta condividendo l’avventura estiva in azzurro: dopo il Montreux Volley Masters, in cui è stata l’ottava realizzatrice con 54 punti (e nettamente la miglior ‘blocker’ con 24 muri vincenti), da domani la neobisontina sarà protagonista (sempre con Alberti) della prima pool della Volleyball Nations League 2019, in Polonia. Dall’alto dei suoi 192 centimetri, Sarah Fahr è il prototipo perfetto della centrale moderna, ed è pronta a mettere a disposizione di coach Caprara la sua freschezza e la sua fisicità, che la rendono esplosiva sia nei primi tempi che a muro, ma anche in battuta.
LA CARRIERA – Sarah Luisa Fahr nasce il 12 settembre 2001 a Kulmbach, in Germania, ma fin da piccolissima si trasferisce con i suoi genitori tedeschi a Piombino, in Toscana, dove comincia la sua carriera pallavolistica nel vivaio del club locale. Nel 2015, neanche quattordicenne, si accasa a Novara per giocare nel settore giovanile della Igor: nelle due stagioni in Piemonte matura esperienze anche nella squadra di serie D e in quella di B1, poi nell’estate del 2017 ottiene le prime convocazioni nelle nazionali giovanili azzurre, e con l’Under 18, lei che di anni non ne ha ancora sedici, vince prima la medaglia d’argento al campionato europeo, poi quella d’oro al mondiale di categoria in Argentina, dove viene anche eletta miglior centrale della manifestazione. Sempre nel 2017 entra a far parte della squadra federale del Club Italia, debuttando in A2 nella stagione 2017/18, poi nell’estate del 2018 vince la medaglia d’oro con l’Italia ai campionati europei Under 19, e subito dopo il ct Mazzanti decide di convocarla nella nazionale maggiore per i mondiali in Giappone, dove conquista uno straordinario argento a soli diciassette anni. L’anno scorso l’esordio in A1 sempre col Club Italia, con un bilancio di 170 punti comprensivi di 37 muri e ben 28 ace, e adesso l’approdo a Il Bisonte Firenze.
LE PAROLE DI SARAH LUISA FAHR – “Sono molto emozionata perché sarà la mia prima esperienza in un club vero e proprio e sarà il mio primo vero anno in A1: ho scelto Il Bisonte perché dopo aver conosciuto la maggior parte dei componenti della società, dal patron Wanny fino a coach Caprara, ho percepito la sensazione che questo ambiente sia come una grande famiglia. Ovviamente hanno influito anche motivi extrapallavolistici, come la bellezza della città di Firenze, e poi il fatto che Caprara sia un grande allenatore. Fra l’altro conosco anche diverse ragazze della squadra, e di questo sono molto contenta: ai tempi di Novara ho avuto modo di allenarmi con Laura Dijkema, poi conosco Alice Degradi e ovviamente Sara Alberti, con cui ho parlato qui in nazionale e che mi ha dato un’idea veramente positiva de Il Bisonte. A livello personale dalla prossima stagione mi aspetto di crescere molto, perché sarò a tutti gli effetti nel mondo delle grandi e quindi dovrò riuscire a prendere il massimo da tutti, mentre dal punto di vista della squadra ho visto che sta venendo fuori un gruppo giovane e interessante: ho voglia di dare tutta me stessa per poter arrivare più in alto possibile”.

Impresa in trasferta per la Sestese Maxitalia Service Jumboffice

Bella e importante vittoria per la Sestese Maxitalia Service Jumboffice che vincendo gara 3 per 3/1 contro la Pallavolo Cascina si aggiudica l'ingresso in semifinale contro la Tecnoambiente San Miniato terza classifica nelle regular season. I ragazzi sestesi giocheranno il primo match in trasferta a San Miniato Mercoledì 22 Maggio e dovranno vender cara la pelle per tornare a Sesto con un buon risultato, igara 2 invece si giocherà Sabato 25 Maggio al Pala Lilly di Sesto Fiorentino.
Pallavolo Cascina - Sestese Maxitalia Service Jumboffice 1/3
parziali: 22/25 - 25/18 - 17/25 - 22/25

Pallavolo Sestese ASD maschile

L‘Ariete vola in semifinale

Serie C Femminile Girone B – Ariete Prato Volley Project - Errepi MTK Grosseto 3-2 (26-24; 25-18; 22-25; 23-25; 15-12), arbitri Nadotti e Gemma.
L‘Ariete vola in semifinale. Davanti ad un palazzetto sold out Prato fa sua di pura sofferenza gara tre e si guadagna il turno successivo (gara uno in casa il 22 maggio). Una vittoria sudata con l’Ariete che, priva di Speranza infortunata, giocava due ottimi parziali prima di farsi rimontare regalando i due seguenti con black out importanti. La gara. Ariete che quindi si schierava con Bartolini e Bagni in diagonale, Legnini e Diletta Galli al centro, Filindassi e Ridolfi di banda e Golfieri libero. Inizio buono di Prato (5-2). Ace di Filindassi per il 7-3 ma poi arrivava la reazione di Grosseto (9-6 e 10-7). Tempo coach Ferraro ed al ritorno in campo ospiti a trovare la parità con grande applicazione difensiva (11-11). Tempo Latini e dopo attacco vincente di Filindassi e muro Bartolini per il nuovo più due. Prato troppo fallosa però e Errepi che sorpassava di nuovo (14-16). Prato che piazzava il break (16-16). Ospiti che scappavano sul 19-21 e tempo Latini. Attacco Bagni e ace Ridolfi per la nuova parità, poi doppia incertezza dell’opposto di casa e Grosseto sul 21-23. Dentro Capacasale. Matilde Galli in battuta metteva in difficoltà la ricezione ospite e consentiva a Capocasale di mettere giù il comodo punto del 23-23 e rendeva complesso l’attacco di Volpi che lo sbagliava. L’errore della stessa Galli al servizio, veniva rimediato da un doppio errore di Grosseto che concedeva all’Ariete il 26-24. Nel secondo dentro Cunati per le ospiti ma era l’Ariete a comandare i giochi (5-1 e 10-4). L’unico black out delle ragazze di casa (13-11) veniva tamponato da un tempo di Latini. Ariete attenta e diligente a muro ed al servizio e paziente in attacco. Dentro per Grosseto Multineddu e Biondi. Prato saliva sul 20-13 e chiudeva senza affanni. Nel terzo ancora Prato forte (5-2 e 13-6). Come troppo spesso le capita, però, l’Ariete non capitalizzava il vantaggio e con tanti, troppi errori, consentiva all’Errepi di rientrare e addirittura sorpassare (15-17). Set che si rifaceva combattuto. Ariete che, subendo un break di 4-16, andava sotto 17-22. Fanelli al servizio ed in attacco dava nuova linfa alla squadra di casa (20-22). Grosseto però era brava a chiudere a 22. Nel quarto Ariete brava a resettare ed a non spaventarsi sull’iniziale vantaggio ospite (1-3). Prato giocava con calma strappava sul 12-9 ed allungava (17-10, 19-11 e 22-15). Il black out pratese era però sempre dietro l’angolo e si materializzava con una incredibile rimonta ospite che portava al successo grossetano a 23. Tutto rinviato al quinto. Nel tie break Prato subito avanti (4-1 e 8-5). Dopo il cambio campo Ariete che saliva 12-7. La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Bagni, Ridolfi, Capocasale, Fanelli, Quaresimini, Morotti, Legnini, Galli D., Speranza, Filindassi, Golfieri, Mangone, Galli M. All. Roberto Latini
Il tabellone dei quarti play off di Serie CF (11-15-18/05):
Pallavolo Cascina - IUS Pallavolo Arezzo 3-0; 2-3; 3-2.
Calenzano Volley - AM Flora Buggiano 3-2; 0-3; 2-3.
VBC Calci - Piandisco Valdarninsieme 3-0; 3-2.
Ariete Prato Volley Project – Errepi MTK Grosseto 3-1; 0-3; 3-2.

Le altre prime squadre del progetto:
Le divisioni:
In campo anche le squadre di divisione per gara due dei play off e dei play out. Proprio in questi ultimi relativi alla Prima Divisione l’Ariete PVP vince 3-1 il ritorno contro l’Euroripoli (andata 3-0 per le fiorentine) e tiene viva la serie. La bella a Sorgane il 18 maggio prossimo. Gara due, ma fissata per il 18 maggio, anche in Seconda Divisione con il Viaccia che ha perso in casa gara uno per 0-3 e prova il riscatto in casa della Sancat. Eventuale bella sempre a Prato. Post season promozione anche per la Pol. 29 Martiri che ha vinto 2-3 in casa del Firenze Ovest e che vuole chiudere i conti a Prato il 18 maggio con eventuale bella a Firenze. In Terza Divisione Vaiano costretto alla bella visto che dopo aver battuto 3-1 l’Olimpia Poliri, nel ritorno ha perso invece per 3-0. La gara di spareggio si giocherà a Vaiano il 18 maggio.

Comunicato Ariete Prato Volley Project