lunedì 20 gennaio 2020

Si chiude con una vittoria, una delle settimane piú tribolate nella storia recente della Pallavolo Casciavola

Perfecto Oro Casciavola – Codipi Dream Volley 3-0 (25-11; 25-8; 25-16)
PERFECTO ORO CASCIAVOLA: Tellini (L), Saba, Gori, Bardi, Rovai, Cacciò, Interlandi, Benedettini, Mughini, Paoletti, Gnesi. All: Ricoveri. Assistenti: Viviani, Citi.
CODIPI PISA: Bonviani, Ciampalini, Cresci, Cusin, Degl'Innocenti, Di Coscio, Forte, Francesconi, Littara, Messina, Morelli, Passaglia, Pettenon, Simonelli. All.: Piccinetti
Si chiude con una vittoria, una delle settimane piú tribolate nella storia recente della Pallavolo Casciavola. Tre punti per ripartire dopo la sconfitta della settimana scorsa a Grosseto. Nel primo set Ricoveri opta per Mughini al palleggio, Gnesi in posto 2, capitan Interlandi e Bardi a banda, Rovai e Gori al centro con Tellini Libero. Dopo un avvio di parziale in cui le squadre si sono studiate punto a punto arriva l'allungo della Perfecto Oro sul 12-9 grazie a un ottimo servizio di Interlandi. Dai nove metri il neocapitano porta la Pallavolo Casciavola sul 17-9. Si arriva poi al 21-9 quando entra in campo per un'aiuto in seconda linea Benedettini al posto di Interlandi che aveva appena terminato il suo turno di battuta. Gnesi chiude il set sul 25-11. Ottima precisione in battuta e un'ottimo lavoro di squadra in questo primo set da parte della formazione casciavolina. Secondo parziale e le ragazze in campo sono sempre le stesse. Le padrone di casa ormai hanno preso le misure e allungano 12-4 costringendo Piccinetti a chiedere time-out. Dopo il time out le ragazze di Ricoveri continuano a imporre il loro gioco. Sul 14-5 entra Saba per Bardi in battuta che riesce comunque a tenere sotto pressione il Dream Volley. Ancora un time out, sempre chiamato dalla squadra ospite, che nonostante tutto non trova la forza di reagire e subisce nuovamente molti attacchi fino al 19-6. Cacciò entra in prima linea su Gnesi. La Perfecto Oro chiude il secondo set in loro favore 25-8, portandosi sul 2-0. In quello che potrebbe essere il set decisivo Ricoveri manda in campo Saba per Bardi e Cacciò per Gnesi. Break subito a inizio set per il Dream Volley ma grazie ad un ottimo servizio della numero 8 casciavolina la partita torna inequilibrio. Con una perfetta prestazione di Saba al servizio e un preciso muro di Mughini la Pallavolo Casciavola si porta sul 10-6. Sul 13-7 entra Benedetti sul turno di battuta di Gori, cambio che, sul 16-10, avviene a parti invertite. Saba mantiene il vantaggio portando le Casciavoline 21-14. Poi sul 22-15 fa il suo esordio in serie C la giovanissima Sara Paoletti, palleggiatrice classe 2004. Chiude i conti capitan Interlandi, 25-16, e sulle tribune del Pala GDS Impianti é festa grande per tre punti fondamentali in chiave salvezza.

Articolo di Greta Taylor Corsini

La Bulletta campione d'inverno con un turno di anticipo

Con una giornata d’anticipo La Bulletta si laurea campione d’inverno nel girone B di Serie D Toscana. Le ragazze capitanate da Pucci si sono imposte sul campo del Cortona Volley con un rotondo 0-3. La gara, un vero e proprio testacoda, non ha avuto storia: le senesi si sono dimostrate padrone del campo per tutto l’arco della contesa legittimando così un primo posto in classifica ottenuto, fino a questo momento, con un cammino senza macchia. Coach Simone Bianchi manda in campo Angiolini-Maggi sulla diagonale palleggiatore-opposto, Pucci e Rosini al centro, Savelli e Katrini in posto 4 con Merli libero. Parte subito forte La Bulletta che col servizio mette a dura prova la ricezione avversaria; dall’altra parte della rete capitan Cocci è ben ingabbiata dal muro avversario. Finisce 15-25 con un’ottima serie in battuta di Rosini. Nel secondo parziale non cambia il discorso: le ospiti martellano, trovano uno sbocco importante in posto 2 con Maggi, il Cortona non ha armi per rispondere. Finisce con un parziale nettissimo: 11-25. Nel terzo ed ultimo set l’allenatore delle senesi manda in campo Leone per Katrini e Graziani per Maggi. Le schiacciatrici lo ripagano con una buona prova, nonostante l’avvio della squadra non sia delle migliori. Alla lunga però viene fuori il maggior spessore della capolista, che non ha problemi a chiudere sul 15-25. Rimane adesso l’ultima fatica del girone di andata: la gara interna contro le Sieci, formazione fiorentina che ha dimostrato di poter dare fastidio a chiunque. La Bulletta non potrà permettersi passi falsi perché in classifica le dirette inseguitrici non mollano.
PRIMA DIVISIONE MASCHILE
Chiude il girone di qualificazione con un ottimo 3-0 interno ai danni del CUS Siena la squadra guidata da coach Veltroni. La squadra ha accusato qualche calo di concentrazione durante la gara, mettendo comunque in mostra sprazzi di bel gioco. Con questo risultato i biancoazzurri si riportano in vetta alla classifica, in attesa del match del Club Arezzo nell’ultima giornata che potrebbe portare gli aretini a pari punti. Poi una settimana di riposo e si comincia con il girone di merito, dove il livello si alzerà ed i nostri sono pronti a dare battaglia. SECONDA DIVISIONE FEMMINILE Non fortunata trasferta in terra aretina per la Seconda Divisione. Nonostante un buon primo set, la Bulletta non riesce ad impensierire l’ottima formazione del Saione, non a caso in testa alla classifica: al PalaMecenate finisce 3-0 in favore delle locali. Le biancoazzurre attendono adesso per domenica un’altra formazione di alta classifica, questa volta alla “Stopponi”: la Pallavolo Casentino.
GLI ALTRI RISULTATI
Nulla può la Terza Divisione sul campo del Club Arezzo, squadra molto attrezzata che è la favorita per la vittoria finale del Campionato: molto netto il punteggio di 3-0, con le nostre che attendono miglior fortuna contro avversari meno quotati delle aretine. Sconfitta anche per l’Under 14 femminile: nell’ultima gara del campionato il Sarteano passa alla Stopponi con il risultato di 0-3. Non è stata una gran partita per le nostre, capaci solo a tratti di esprimere un buon gioco. I maschietti del 3x3 hanno partecipato ad un bel concentramento disputato alla palestra ITIS di Arezzo. I nostri moschettieri hanno sfidato la compagine dell’Emma Villas Blu, uscendo sconfitti per 2-1, e poi la squadra del Club Arezzo, perdendo per 0-3. I giovanotti hanno però apprezzato l’esperienza, la prima uscita stagionale, e si impegneranno al massimo nei prossimi raggruppamenti.

Alessandro Veltroni

La Fgl Pallavolo Castelfranco vince contro la capolista a Castelbellino

Grande vittoria nel Campionato Nazionale di serie B1/F gir. C, per le atlete della FGL Pallavolo Castelfranco contro la capolista Termoforgia Castelbellino AN, gara vinta con il risultato finale di 1-3 ed i parziali 25-23 17-25 20-25 19-25
Ottima prova delle ragazze bianco celesti guidate dal capitano Andreotti Margherita, molto brava a difendere la palla sotto rete, insieme all'altra centrale Colzi Alessandra. In regia Lippi Martini con opposta Scandella Chiara sostituita da Zonta Chiara; in attacco De Bellis Francesca e Ristori Tomberli Virginia. Nel ruolo di libero, Tamburini Erika e Tesi Melissa. A disposizione in panchina Bernardeschi Eva, Mengaziol Valentina, Bertelli Giulia e Chisari Sara che hanno contribuito a tenere testa alle avversarie e a giungere a questo ottimo risultato grazie all'impegno dimostrato durante gli allenamenti. Per i presenti è stata una bellissima partita, studiata nei minimi particolari dai coach Menicucci Alessandro e Ficini Nicola durante la settimana. La squadra si era allenata bene nell'ultimo periodo e così grazie al lavoro svolto in palestra, con insistenza, alla fine ecco arrivare anche il risultato, con una grande soddisfazione da parte di tutti. Questa volta a dispetto di sabato scorso, dove a trovarci a Castelfranco di Sotto vi era un'altra testa di serie, sul punteggio di 24-21 non è stato possibile chiudere il set e sul 24-23 un attacco facile a muro è andato lungo tanto da non riuscire più a chiudere il set e perdere l'incontro. Questa volta però non è andata così, ed ecco alla fine ripagato il sacrificio fatto in questo periodo di inizio anno. In classifica si mantiene la 6° posizione, ma a pari punti della Timenet Empoli a 19, con due lunghezze di vantaggio abbiamo la squadra di Castelbellino, Battistelli e Trevi (prossimo avversaria) e la Volleyro Casal de' Pazzi al comando della classifica con ben 24 punti. A tutti quanti i complimenti da parte della società per la bella prestazione in campo.

Fonte: Società ap

Manca il mordente e il necessario carattere: Timenet cede a Perugia per 3-1

Il secondo allenatore Pillori: “Black out inspiegabile, non abbiamo reagito come dovevamo. Occorre ritrovare la concentrazione per le prossime importanti sfide”.
Trasferta da dimenticare quella di ieri a Perugia per la Timenet Empoli che dopo un brillante inizio di gara ha perso per 3-1 contro la Lucky Wind Trevi. Un momento di black out per le giocatrici giallonere nel secondo set si è prolungato oltre il dovuto, rendendo così piuttosto agevole il compito alle padrone di casa di guadagnarsi la vittoria dei parziali successivi e, con essi, del match. Un’occasione persa che lascia le empolesi al quinto posto in classifica con 19 punti. “Non sappiamo spiegarci cosa sia successo. Le ragazze sono partite bene ma poi è sceso il black out e non si sono più riprese, lasciando il gioco in mano alle avversarie – è il commento amaro del secondo allenatore della Timenet, Guido Pillori – Non hanno applicato quanto avevamo previsto in fase di preparazione della partita e sono diventate prevedibili. Troppi anche gli errori commessi, molti inspiegabili, che di certo non hanno aiutato la squadra a reagire”. Il primo set ha visto le ragazze di coach Luigi Cantini entrare in campo con il giusto atteggiamento, animate da convinzione e voglia di vincere. Un atteggiamento che ha consentito alla Timenet di prendere subito un bel vantaggio iniziale, benché inseguite dalla Lucky Wind e quasi raggiunte a quota 6-8. Le giallonere tuttavia non hanno ceduto il passo e hanno mantenuto le redini del gioco guadagnando un distacco crescente, prima sul 13-16 e poi 16-21. Da lì la chiusura del parziale a proprio favore per 20-25 è stata alquanto agevole per le empolesi. Poi, nel secondo set, l’inspiegabile black out. Dopo la consueta partenza che le ha viste competitive, tanto da procedere quasi testa a testa con le avversarie, la situazione si è rovesciata rispetto al primo parziale, al punto che le giallonere hanno accusato un 16-13 e poi, commettendo una serie di errori in tutti i fondamentali ma in particolar modo in ricezione, hanno lasciato le padrone di casa prendere il largo addirittura fino a 21-14. Nonostante gli sbagli commessi anche dalla Lucky Wind, la Timenet non ha trovato lo spirito giusto per reagire e alla fine ha ceduto 25-18. Coloro che si aspettavano una pronta reazione giallonera nel set successivo sono stati delusi, poiché la performance delle toscane è ulteriormente peggiorata come si è potuto constatare sin dagli scambi iniziali in cui le umbre hanno facilmente guadagnato il largo per 8-2 sino addirittura a doppiare le ospiti a metà parziale con un eloquente 16-8. Mentre le ragazze di coach Cantini erano all’impasse, dall’altra parte del campo le avversarie acquistavano fiducia mettendo a segno un attacco dietro l’altro e riuscendo a prevedere gli schemi difensivi delle giallonere, si andavano a prendere un’altra vittoria, stavolta per 25-12. Stesso copione anche nel quarto set in cui, nonostante i punti concessi da Lucky Wind per una serie di errori, la Timenet non ha ugualmente saputo approfittarne per volgere il gioco a proprio favore. Mancando di mordente e della necessaria grinta, le empolesi hanno di fatto subìto l’assalto perugino senza mai riuscire a prendere il comando, tanto che a metà parziale si sono trovate indietro di svariate lunghezze sino al 16-6. Con un attacco spesso fallace e una difesa oramai prevedibile e spesso assente, le giallonere sono finite sotto di misura arrivando al 21-13 e, sul finale, hanno mollato la presa lasciando alle avversarie conquistare vittoria e match per 25-16. “Non possiamo che augurarci che sia una crisi passeggera e che presto le nostre ragazze riacquisteranno la giusta concentrazione e la convinzione per poter affrontare le sfide future – chiosa Pillori - Abbiamo importanti avversari all’orizzonte e adesso più che mai occorre serrare le fila e mantenere la tranquillità in campo per tornare a vincere”. E il primo, importante avversario, le ragazze di coach Luigi Cantini dovranno affrontarlo proprio in casa, al Palaramini, dove domenica prossima 26 gennaio alle ore 17.00 scenderanno in campo contro una delle teste di serie del Campionato, la Termoforgia Castelbellino (Ancona), attualmente terza in classifica.
TABELLINO:
PARZIALI : 20-25; 25-18;25-12; 25-16.
ARBITRI: Giulio Bolici e Francesca Mori (Siena).
TIMENET EMPOLI: Cammisa 13, Tangini 7, Lavorenti 1, Buggiani 15, Modena (L), Ascensao M. 7, Boninsegna 13, Alderighi 1.

Fonte: Ufficio Stampa Empoli Pallavolo

Scotti 2.0 Empoli Pallavolo vola in alto vincendo in casa contro Ius Arezzo 3-1

La Scotti 2.0 Empoli Pallavolo vince ancora al Palaramini e si porta ad un solo punto dalla prima nella classifica generale, la Folgore San miniato sconfitta in casa dal Calenzano Volley per 1-3. Le nostre ragazze, magistralmente guidate da Marco Dani, hanno subito le avversarie nel primo set , ma poi hanno saputo prontamente reagire ed hanno mantenuto concentrazione e lucidità per tutto il resto della gara in particolare nel finale del quanto set conquistando così tre importantissimi punti, con una positiva prestazione corale di tutte quante . Si sapeva che sarebbe stata una partita difficile e delicata, e così è stato. Le avversarie sono partite molto bene mettendo sin dall'inizio in difficoltà le nostre giovani atlete che disorientate dalla tattica e dal gioco della squadra ospite hanno cercato di reagire ma invano. La pausa alla fine del primo set senza dubbio provvidenziale ha giovato alle tigrotte , riorganizzandosi e attuando prontamente le contromosse adeguate che si sono rese così efficaci da chiudere i due set successivi con un largo margine sulle avversarie. Il quarto set è stata vera battaglia : fino a metà del set ha prevalso la squadra ospite per poi lasciare spazio ad un andamento equilibrato ed altalenante , punto punto fino al 23-23 quando con determinazione straordinaria le giovani giallonere hanno chiuso set e gara. Ancora una volta il forte spirito di gruppo, la tenacia , la grinta hanno avuto la meglio su un ostico avversario che fino alla fine non ci è stato a perdere , mettendo in campo, come ormai ci hanno abituato, tanta testa e soprattutto tanto cuore , ottenendo così l'ennesima vittoria. Adesso godiamoci la vetta della classifica, sabato saremo impegnati in trasferta alle ore 21 a Montelupo contro Savino del Bene Volley Project, ultima gara del girone di andata.

Fonte: EMPOLI PALLAVOLO

Primi 3 punti del 2020 per l'Arno!

Finisce con un 3-0 fin troppo lusinghiero il primo incontro interno del 2020 dell'Arno che, al termine di una partita poco brillante da entrambe le parti, riesce comunque nell'importante obiettivo di incamerare i 3 punti. Entrambe le squadre al via con importanti defezioni: Castelfranco deve rinunciare a Falaschi e Val di Magra all'opposto Sarpong. Nuti schiera quindi la diagonale Riposati - Da Prato, Andreatta e Aliberti di banda, Pitto e Benaglia al centro e Pinzani libero. Inizio in salita per i biancoverdi, che vanno subito sotto 6-10 commettendo molti errori. I locali soffrono la battuta degli spezzini ma riescono progressivamente a ridurre lo svantaggio. Sul 19-21 per gli ospiti l'Arno è bravo, grazie al muro e ai puntuali attacchi di Benaglia, a portare a casa il set sul 25-22. Secondo set con nuovo inizio sofferto (1-5) a causa di qualche incertezza in ricezione. Sale il rendimento di Da Prato che offre a Riposati un punto di riferimento nella distribuzione, e l'Arno va sul 16-14. Ancora ospiti a recuperare e avanti sul 20-21, ma la maggior esperienza dei locali permette loro di chiudere sul 25-22. Terzo set ancora con inizio in difficoltà per l'Arno (5-8): entrano Cannella per Aliberti e Stagnari come libero di difesa, offrendo entrambi un importante contributo. Aliberti al rientro in campo guida i compagni alla rimonta e alla fuga sul 16-11 con un paio di buoni attacchi; sono quindi due muri di Pitto a scavare il break decisivo. La chiusura a 18 stavolta è senza patemi. Prossima settimana big match a Bologna contro la Geetit che, in attesa degli incontri della domenica, si trova attualmente al secondo posto in classifica.

Prima sconfitta per il Volley Arezzo

Prima battuta d'arresto per la nostra serie D guidata da coach Lunetti. Lo scontro al vertice della classifica vede premiati i giovani ragazzi del Volley Prato che, sfoderando una prestazione più convincente, riescono a vincere l'incontro con un sofferto 3/1, aggiudicandosi l'intera posta in palio. Prestazione sottotono della nostra squadra che adesso si ritrova prima in classifica, grazie alle precedenti sei vittorie, ma con una sola lunghezza di distanza proprio dal Volley Prato. Prossimo impegno sabato 25 a Campi Bisenzio!

Volley Arezzo

Remo Masi Rufina-Tegoleto Volley 3-1

Sconfitta a Rufina in una partita incredibile: dopo 2 set persi male, la squadra inizia a divertirsi e mette sotto senza storia il Remo Masi... Fino al 10-3 del quarto set, quando all'improvviso si rispegne la luce e si lascia che l'avversario recuperi e chiuda 3-1. La testa conta tantissimo... Ci portiamo a casa una grande reazione con un avversario più forte di noi e alcune azioni bellissime. Si riparte da lì cercando più costanza mentale!

Tegoleto Volley

La Emma Villas Aubay Siena sbanca Santa Croce sull’Arno (1-3)

La Emma Villas Aubay centra un’altra bella e preziosissima vittoria al PalaParenti di Santa Croce sull’Arno, sconfiggendo una squadra assai temibile come la Kemas Lamipel. I biancoblu iniziano alla grande la sfida conquistando i primi due set, cedono il terzo parziale ai padroni di casa ma poi si aggiudicano un quarto set dove risultano decisive le tante murate vincenti del team ospite. Primo set Siena inizia con Falaschi e Romanò sulla diagonale palleggiatore-opposto, Mariano e Milan in banda, Zamagni e Gitto al centro, Davide Marra libero. Santa Croce comincia la sfida con Acquarone in cabina di regia, Padura Diaz in posto 2, Russomanno e Colli schiacciatori, Larizza e Bargi centrali, Catania in seconda linea a difendere. Buon inizio di gara per Sebastiano Milan, che realizza 3 punti già in avvio di match. Molto bella una pipe messa a segno per i padroni di casa da Colli. Meravigliosa una difesa in tuffo di Davide Marra in uno scambio che termina con il muro di Larizza su Romanò. La pipe di Romolo Mariano fissa il punteggio sull’8-8. Una grande giocata di Padura Diaz che in caduta centra proprio l’incrocio delle righe con la schiacciata in diagonale merita gli applausi degli spettatori presenti al PalaEstra. Il primo ace del match lo firma Yuri Romanò e vale il 10-13. Milan e Romanò vanno ancora a segno, i locali rintuzzano tuttavia con qualche imperfezione senese. Zamagni fa fare un altro passettino a Siena (17-19). Il pareggio arriva con un punto break di Colli propiziato da un’ottima battuta di Padura Diaz (19-19). Romanò e Russomanno non sbagliano e portano punti alle proprie squadre. Gitto fa 22. Entra Gabriel per la battuta, ma stavolta dai nove metri il brasiliano sbaglia il servizio (22-22). Milan riporta avanti Siena concludendo un buon cambio palla (22-23) e poco dopo Colli fallisce l’attacco mandando il pallone sulla rete (22-24), Romolo Mariano chiude il primo set sul 23-25. Secondo set Sospinta da Padura Diaz e con una difesa che ha alzato la propria intensità la Kemas Lamipel inizia assai bene il secondo set. Una murata di Bargi su Milan porta al 6-2. Siena replica, un ace di Mariano dà un punto break agli ospiti. Siena recupera con Milan e Romanò assoluti protagonisti. La murata di Mariano su Padura Diaz porta il punteggio sul 10-10. Murata di Romanò su Padura Diaz, poco dopo Milan fa vedere nuovamente la sua classe con un pallonetto delicatissimo. L’opposto italo-cubano della Kemas Lamipel risponde con un muro su Romanò. Bene ancora Milan e Mariano, ma Santa Croce è avanti (18-17). Una magia di Falaschi elude muro e difesa locale (20-19). Il pareggio è poi firmato da Romanò (20-20). Con Russomanno avanti Santa Croce (21-20). Si arriva al 22-22 con la bellissima schiacciata di Romanò. Colli va a segno e stavolta il set point ce l’ha la Kemas Lamipel (24-23). Con il punto di Milan si va ai vantaggi (24-24). Zamagni mette giù il pallone del set point (24-25), Romanò a muro ferma l’attacco dei padroni di casa e fa terminare il secondo set (24-26). In questo set 6 punti a testa per Romanò e per Milan, 5 di Mariano. Terzo set Santa Croce ricomincia ancora molto forte (5-1). Milan riavvicina Siena, ma i locali difendono bene. E a muro producono buone cose, come la murata vincente di Larizza su Zamagni. I locali toccano il +5 (11-6), ma è qui che Siena piazza un controbreak di 0-4, chiuso dal muro di Zamagni su Padura Diaz, che porta il punteggio sull’11-10. E’ poi parità quando Colli spara out (11-11). Colli sbaglia di nuovo, ora Siena è avanti (11-12). Milan fa 12-13, ma con qualche buona giocata i locali si riportano avanti di due lunghezze (15-13). Mariano a segno, così come la veloce chiusa da Federico Bargi. Gli fa eco Gitto dall’altra parte della rete. E’ ancora Romanò a mettere la firma su un punto importante (17-17). Prosperi centra la riga in battuta, è ace per Santa Croce che vola sul 19-17. Entra Gabriel, che gioca bene sulle mani del muro e trova il punto (19-18). Larizza e Padura Diaz avvicinano i locali alla conquista del terzo parziale (21-18). Zamagni a segno (21-19). Muro di Romanò su Padura Diaz (21-20). L’italo-cubano poco dopo non fallisce di nuovo (22-20). Ottimo cambio palla senese con Mariano che attacca in pipe (22-21). E’ ancora Padura Diaz a mettere a segno un punto, poi la battuta di Larizza mette in difficoltà la ricezione di Siena e Russomanno realizza il 24-22. Padura Diaz mura Romanò, la Kemas Lamipel vince il terzo set 25-21. Quarto set Siena parte forte e si porta sul +3 (2-5) con Romanò che martella. Bene anche Gitto (3-6). Break locale, e ora il set è nuovamente in parità. Mariano e Gitto non ci stanno e dopo una splendida difesa di Falaschi su Padura Diaz è ancora Gitto a colpire (11-13). Santa Croce non molla, Acquarone trova con precisione l’ace che consente a Santa Croce di mettere la testa avanti (17-16), ci pensa Romanò a pareggiare. Tre muri di Siena, realizzati da Romanò, Zamagni e Milan, ribaltano di nuovo tutto (17-20). Romanò va a segno dopo la ricezione sbagliata da Santa Croce (17-21). Un’altra splendida murata di Zamagni avvicina Siena a quota 25. Romanò in diagonale è perfetto. Ma la Kemas Lamipel recupera e quando l’attacco di Mariano è fuori di poco è parità (23-23). Padura Diaz realizza l’ace che dà il set point ai suoi (24-23), poi sbaglia (24-24). Romanò è superlativo ai vantaggi, ed è lui a guidare Siena alla vittoria (26-28).
Kemas Lamipel Santa Croce – Emma Villas Aubay Siena 1-3 (23-25, 24-26, 25-21, 26-28)
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Bargi 7, Mannucci, Andreini (L), Padura Diaz 27, Di Marco, Acquarone 2, Larizza 11, Catania (L), Turri Prosperi 1, Alberto Marra, Colli 16, Mazzon, Russomanno 5. Coach: Pagliai. Assistente: Douglas.
EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Zamagni 11, Davide Marra (L), Cappelletti, Falaschi 1, Lucconi, Gitto 6, Zanni, Smiriglia, Gabriel 1, Mariano 14, Milan 19, Romanò 23. Coach: Graziosi. Assistente: Pelillo.
Arbitri: Ugo Feriozzi, Fabio Toni.
NOTE. Video Check: richiesto nel primo set da Santa Croce sul 10-13 e sul 23-25 e da Siena sul 20-20 e sul 21-21; richiesto nel secondo set da Siena sul 21-21 (decisione cambiata) e da Santa Croce sul 21-21; richiesto nel terzo set da Siena sull’11-8 (decisione cambiata); richiesto nel quarto set da Santa Croce sul 14-14 (decisione cambiata), sul 17-21 e sul 18-23, richiesto dagli arbitri sul 24-24.
Percentuale in attacco: Santa Croce 42%, Siena 47%. Positività in ricezione: Santa Croce 73%, Siena 58%. Muri punto: Santa Croce 9, Siena 10. Ace: Santa Croce 5, Siena 2. Errori in battuta: Santa Croce 15, Siena 13.
Durata del match: 2 ore e 18 minuti (32’, 33’, 33’, 40’).

Peimar Volley: ancora uno stop

GEOVERTICAL GEOSAT LAGONEGRO - PEIMAR VOLLEY 3-1 (25-23, 25-20, 26-28, 25-23)
GEOVERTICAL GEOSAT LAGONEGRO: Mazzone 15, Spadavecchia 12, Corrado 6, Santucci (L), Tiurin 33, Zoppellari, Robbiati 8, Vecellio n.e. Condorelli, Ribezzo, Ramberti, Maccarone, Fantauzzo, Ladaga. All. Falabella 2^ All. Iannarella
PEIMAR VOLLEY: Lecat, Coscione 3, Argenta 23, Ciulli, Nicotra, Sideri 12, Barone 10, Mosca 5, Fedrizzi 15, Tosi (L) n.e. Razzetto, Nicotra, Zanettin. All. Gulinelli 2^ All. Grassini
NOTE:
Arbitri: Vecchione Rosario, Autuoni Enrico
Durata set: 28’, 23’, 32’, 28’ Tot. 1h 51’
GEOVERTICAL GEOSAT LAGONEGRO: battute vincenti 5, battute sbagliate 17, muro 10
PEIMAR VOLLEY: battute vincenti 2, battute sbagliate 14, muri 9
Altra sconfitta per una Peimar Calci che conferma il momento di difficoltà. La squadra di casa ha avuto il merito di gestire con più convinzione e concretezza i momenti clou del match, sopra venti, con un grande Tiurin (33 pt.) cui la Peimar ha opposto un altrettanto ispirato Argenta (23 pt.). La formazione ospite ha avuto almeno il merito di riaprire la gara dopo il secondo set.
La cronaca.
Peimar in campo con Coscione in regia, Argenta in diagonale, Fedrizzi e Sideri in posto quattro, Mosca e Barone al centro, Tosi libero. Lecat ancora non in piene condizioni fisiche. Geovertical Geosat con Zoppellari e Tiurin, Mazzone e Corrado, Robbiati e Spadavecchia, Santucci libero. Match statisticamente equilibratissimo. Qualche errore di troppo dai nove metri per la Peimar, ma anche Lagonegro non scherza. Sul 21-20 ospite gara apertissima, il sestetto avversario recupera e il parziale si decide su pochi palloni; avanti i padroni di casa, ma anche la squadra di Gulinelli sembra poter dire la propria. Seconda frazione, purtroppo, molto meno equilibrata. La Geovertical Geosat scappa quasi subito con un break, e mantiene il vantaggio, piccolo (+3) ma costante, nonostante i time-out della panchina ospite. I locali sbagliano qualcosa di più al servizio ma prendono anche qualche ace, a fronte di nessun punto avversario; idem per i muri, tre per Lagonegro, zero per la Peimar. Il parziale termina 25-20 per la squadra di casa. Nel terzo set i ragazzi di Gulinelli sul finale tirano fuori quel qualcosa in più e allungano la contesa. Il 24-23 è di Calci, primo set-point del match per gli ospiti; coach Falabella chiama time-out, e al rientro Tiurin ottiene il cambiopalla. Nello scambio successivo Mazzone in assistenza al centro stoppa il primo tempo di Mosca; time-out di Gulinelli, Zoppellari in battuta, riceve Fedrizzi e Argenta risolve. Dai nove metri, 25-25, si presenta Mosca: Lagonegro gira la P1 ancora con Tiurin. La ricezione Peimar balla su Mazzone, Coscione rimedia, Argenta la butta giù. Entra Ciulli a muro per Coscione, con lo stesso Argenta al servizio. L’azione si conclude al video-check, scagionando lo stesso Ciulli da un tocco a muro. Lagonegro prova a reagire con la consueta palla a Tiurin, ma stavolta Barone va in cielo e lo ferma, portando la Peimar al quarto. Gara riaperta, la Peimar adesso ci crede e non molla nonostante Lagonegro provi più volte ad andar via nel punteggio. Si arriva 23-22 per Lagonegro: Zoppellari si affida a Mazzone e lo schiacciatore chiude set e gara.

Peimar Volley