giovedì 24 settembre 2020

La Emma Villas Aubay Siena vince il test match a Santa Croce (2-3)


Questa volta è Siena ad avere la meglio nel test match precampionato contro i lupi di Santa Croce. Quello visto al PalaParenti è stato un altro match a buonissima intensità, nel quale i coach delle due squadre hanno provato situazioni di gioco in vista dell’avvio del campionato. La Emma Villas Aubay ha fatto vedere buone cose nei vari frangenti del gioco e ha centrato un successo che fa morale. Primo set Siena inizia la sfida con lo stesso starting six di sabato: Salsi e Romanò sulla diagonale palleggiatore-opposto, Della Lunga e Yudin in banda, Zamagni e Barone al centro, Fusco libero. Il primo punto della sfida è di Yudin, al quale risponde Copelli. Nelle prime battute della sfida subito bene anche Della Lunga, autore di una bella pipe. Di Silvestre mette a segno il 3-3. Qualche disattenzione senese consente ai locali di allungare. Prima Colli e successivamente un muro di Copelli portano Santa Croce sull’8-4. L’attacco biancoblu incontra delle difficoltà ed il parziale dei padroni di casa prosegue fino al punteggio di 10-4. C’è un bel muro di Della Lunga, poco dopo l’ace di Colli vale il 13-7. Walla riesce a fare buone cose in attacco, e consente ai suoi di mantenere il vantaggio. Di Silvestre e ancora Walla portano il risultato sul 23-17. E’ ancora l’opposto biancorosso a chiudere il primo set sul 25-19. Il primo set si chiude con 8 punti di Wallyson Sousa, dall’altra parte 4 sono i punti di Dore Della Lunga. Siena non ha attaccato bene, appena 26% la percentuale offensiva dei biancoblu fin qui. Secondo set Il secondo parziale si apre con bei punti dal centro di Zamagni e Barone e con una schiacciata vincente di Romanò. Siena alza il livello difensivo e adesso serve con maggiore qualità. Romanò va ancora a segno e la diagonale da posto 4 di Yudin porta avanti la Emma Villas Aubay (9-10). I lupi difendono bene, ma nulla possono sul bellissimo pallonetto messo a segno da Yuri Romanò. Santa Croce però ora piazza un parziale, e con un muro di Copelli (al suo ottavo punto personale) tocca il +3 (19-16). Con Romanò Siena si riavvicina, prima del punto di Di Silvestre (20-18). La parità arriva con l’ace di Dore Della Lunga (20-20). Si arriva ai vantaggi quando Barone mette giù la veloce del 24-24. Panciocco, da poco entrato in campo, mura l’attacco locale: ora Siena è avanti (24-25). Salsi realizza un ace, poi è Romanò a chiudere il secondo set (27-29). Terzo set Bene Siena in avvio di terzo parziale. Zamagni mette a segno un bell’ace, Romanò e Della Lunga fanno vedere cose positive in attacco. Barone è autore di un muro punto. Santa Croce tuttavia infila una serie di giocate positive, così Siena si ritrova sotto di 5 lunghezze, ma con Yudin e un altro ace di Della Lunga torna ad avvicinarsi (19-17). Coach Spanakis manda in campo Ciulli in cabina di regia, con Della Lunga e Panciocco in banda, Truocchio è insieme a Barone al centro, Fusco in seconda linea a difendere. Il parziale se lo aggiudica Santa Croce, guidata dalle giocate di Acquarone e Walla, con il punteggio di 25-20. Quarto set Ottima partenza di Siena nel quarto parziale. L’attacco della squadra di coach Spanakis funziona ora a meraviglia: Romanò e compagni mettono giù diversi palloni e la Emma Villas Aubay si porta sul +4 (8-12). Yuri beffa la difesa locale con un altro pallonetto di pregevole fattura (10-13). Ciulli e Truocchio mettono a segno una bella veloce. Siena gioca un bel volley, Romanò chiude il set con 5 punti e Della Lunga con 4. La squadra di Spanakis chiude il set con il 64% in attacco e con l’81% di ricezioni positive. Il parziale finisce 22-25. Quinto set Due ace di Yuri Romanò fanno volare avanti Siena sul 2-6. Della Lunga poi gioca bene sulle mani del muro locale. Ma Santa Croce rimonta e Cappelletti mette dentro il 13-12. Pareggia Panciocco (13-13). Di Romanò il punto che vale il match point, lo stesso Yuri la chiude (13-15). 
Kemas Lamipel Santa Croce – Emma Villas Aubay Siena 2-3 (25-19, 27-29, 25-20, 22-25, 13-15) 
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Copelli 14, Sorgente (L), Sposato (L), Mannucci, Wallyson Sousa 26, Colli 10, Di Marco, Acquarone 2, Di Silvestre 17, Caproni 2, Andreini, Turri Prosperi 2, Cappelletti 6, Robbiati 3. Coach: Paolo Montagnani. Assistente: Alessandro Pagliai. 
EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Zamagni 5, Panciocco 5, Crivellari (L), Salsi 1, Yudin 6, Fusco (L), Fantauzzo, Barone 7, Della Lunga 18, Milordini, Ciulli, Romanò 21, Truocchio 4. Coach: Alessandro Spanakis. Assistente: Omar Pelillo. 
NOTE. Percentuale in attacco: Santa Croce 50%, Siena 45%. Ricezioni positive: Santa Croce 57%, Siena 67%. Ricezioni perfette: Santa Croce 29%, Siena 44%. Muri punto: Santa Croce 10, Siena 7. Ace: Santa Croce 3, Siena 8. Errori in battuta: Santa Croce 27, Siena 18. 
Durata del match: 1 ora e 57 minuti (23’, 34’, 23’, 24’, 13’).

Emma Villas Aubay Siena

Missione Compiuta! Ci vediamo al prossimo turno!

Appena 24 ore dopo la sfida d’andata la Savino Del Bene Scandicci torna in campo contro il Tent Obrenovac per il match di ritorno del primo turno preliminare della CEV Champions League. La Savino Del Bene, dopo aver vinto 3-0 nella gara di ieri, ha praticamente in tasca il pass per la secondo turno preliminare, ma per avere la certezza dell’approdo al prossimo turno deve vincere almeno due set nella gara di ritorno. Anche il match di ritorno si disputa tra le mura del Palazzetto dello Sport di Scandicci e per l’occasione coach Barbolini sceglie un 6+1 leggermente diverso da quello visto nel match di andata. Camera è confermata al palleggio, Stysiak ritorna nel ruolo di opposto e sostituisce una Drewniok grande protagonista del primo incontro. Cecconello, dopo aver fatto il suo esordio europeo nella partita di andata, lascia il posto a Popovic, schierata nel reparto centrali insieme a Lubian. In banda invece è confermata Bosetti, mentre Courtney sostituisce Markovic. In veste di libero infine è confermata Carocci. Coach Grsic conferma invece la formazione del Tent Obrenovac, che scende in campo con lo stesso 6+1 dell’andata. Jaksic al palleggio, Caric opposto, Djurovic e Kurtagic come centrali, Lazic e Cvetkovic in banda e Gocanin come libero. Dopo la sconfitta della gara d’andata il Tent Obrenovac non vuole che anche il match di ritorno sia senza storia e che abbia un risultato scontato. L’avvio delle serbe è positivo e le ragazze di Grsic acquistano fiducia scambio dopo scambio. Avanti 4-2 il Tent viene acciuffato sul 4-4 con due muri consecutivi di Lubian. Il match rimane equilibrato, anche se la Savino Del Bene tornata in vantaggio con una caparbia Popovic (5-6). Il Tent rimane comunque in scia alla Savino Del Bene e pareggia sul 14-14 con Cvetkovic. Un ace di Mitrovic (16-14) porta le serbe in vantaggio per due punti e costringe Barbolini al time out. Il Tent riesce a giocare alla pari con la Savino Del Bene e la formazione scandiccese, dopo essere tornata in parità (17-17), non riesce ad allungare. Ad ogni modo Stysiak, determinante con le sue giocate in attacco, segna il 18-20 e costringe il Tent Obrenovac a fermare la gara di nuovo. Dopo la pausa le serbe accorciano il gap e tornano sul -1 (22-23) costringendo Barbolini al time out. Alla ripresa delle ostilità Stysiak non vacilla e consegna il set alla Savino Del Bene (23-25). Nel secondo set la maggior qualità della Savino Del Bene viene fuori. Scandicci vola sull’1-4, il Tent prova la reazione, ma Stysiak mortifica le serbe con la sventola del 4-9. Scandicci arriva sul +8 (5-13) e poi spezza il set con due muri consecutivi, uno in solitaria di Courtney e uno di Bosetti (8-16). Coach Grsic ricorre ad un time out per provare a cambiare l’andamento dell’incontro, ma la Savino Del Bene non lascia spazio per la rimonta e chiude il set con il punteggio di 17-25. Con la vittoria dei primi due set la Savino Del Bene ottiene la matematica qualificazione al prossimo turno dei preliminari di Champions League. La Savino Del Bene si rilassa, il Tent Obrenovac invece continua a giocare per chiudere con onore l’avventura europea. Dopo un avvio equilibrato, in cui Barbolini da spazio anche a Cecconello, la Savino Del Bene va sul +4 con l’ace di Bosetti che porta il punteggio sull’11-15. Con due ace consecutivi di Stysiak il gap si allarga ancora (12-18) e Grsic chiama così un time out. Al rientro in campo però Cecconello segna due punti consecutivi (12-20). Sotto di otto punti Grsic da spazio anche alle seconde linee della sua squadra. È il preambolo alla conclusione dell’incontro, che termina con il 14-25 del terzo set. La Savino Del Bene si impone per la seconda volta con il risultato di tre set a zero, supera il turno e ora potrà dedicare la sua attenzione al campionato, in attesa di scoprire la rivale che dovrà affrontare nel prossimo turno preliminare della CEV Champions League. Coach Barbolini post partita: “Il primo gradino è superato e lo abbiamo superato anche abbastanza bene. È difficile giocare in due giorni consecutivi e ci sta che ci sia un po’ di calo di ritmo. Dopo il primo set, dove loro hanno giocato bene e battuto molto bene, siamo riusciti a prendere un po’ le misure. Il prossimo turno sarà molto più difficile, attendiamo di vedere chi si qualificherà.” 
Tent Obrenovac – Savino Del Bene Scandicci: 0-3 (23-25, 17-25, 14-25) 
Tent Obrenovac: Djurovic 2, Isailovic n.e., Susic 1, Jaksic 2, Pakic (L2), Cvetkovic 5, Kurtagic 2, Malesevic 3, Mijatovic 2, Lazic 10, Caric 10, Mitrovic 4, Danilovic 1, Giocanin (L1). All.: Grsic M. 
Savino Del Bene Scandicci: Stysiak 27, Malinov n.e., Popovic 6, Markovic n.e., Pietrini n.e., Merlo (L1) n.e., Lubian 5, Carocci (L2), Cecconello 3, Samadan n.e., Drewniok, Bosetti 6, Courtney 7, Camera 2. All.: Barbolini M. 
Arbitri: Luts K. (BEL) – Kaiser C. (FRA) 
Durata: 1 h 15′ (29′, 24′, 22′) 
Attacco (Pt%): 35% – 42% 
Ricezione Pos% (Prf%): 39% – 70% (22% – 35%) 
Muri Vincenti: 6 – 10 
Ace: 2 – 4

Savino Del Bene Volley

Al PalaParenti prevale Siena al tie-break


Prestazione corale positiva da parte della Kemas Lamipel Santa Croce che si arrende al tie-break contro un Siena mai domo. Benzina nel motore c’è e si vede fin da subito: I Santacrocesi mostrano una buona ricezione, una coriacea fase di muro ed un ottima difesa: i senesi non restano a guardare e rispondono colpo su colpo ai Lupi. Nel primo parziale è Walla Souza a caricarsi la truppa sulle spalle e portarla alla conquista del set: è 25-19. Nel secondo set esce la voglia di Siena di non demordere, la performance è concitata ed emozionante e lo spettacolo non manca: capitan Della Lunga realizza 5 punti, il brasiliano santacrocese risponde con 9. Si va ai vantaggi, nei quali la spunta L’Emma Villas per 29-27. Nel terzo parziale i conciari entrano sul mondoflex con il coltello tra i denti. Tengono a distanza i senesi, che provano a contrattaccare, ma non ci riescono. Copelli inizia a macinare servizi degni del suo braccio e, con i super positivi Walla e Di Silvestre, fa sì che la Kemas Lamipel chiuda 25-20. Nel quarto set Siena, caricata da Coach Spanakis, scende in campo con un piglio diverso, inizia a creare un gioco più frizzante e guidata dal sinistro di Romanò conquista il parziale con tre punti di scarto. Si va al tie-break Al quinto set, giocato al meglio dei quindici punti, si va al cambio campo con la Kemas Lamipel in svantaggio di due lunghezze. Gli ospiti fanno valere la voglia di vincere il test match e chiudono 15-13. 

Francesco Rossi – Ufficio Stampa

mercoledì 23 settembre 2020

B maschile in piena attività!


La serie B Maschile Era Volley Project, collaborazione tra Dream Volley Pisa e Volley Fucecchio, si è allenata al Dream. Il campionato di serie B che la squadra si accinge ad affrontare quest’anno sarà molto particolare: continuare ad allenarsi in sicurezza ai tempi del Covid è stata una dura sfida per tutti e continua ad esserlo tutt’ora. Inoltre, la rosa Era Volleyball Project ha subito varie modifiche rispetto allo scorso anno. Ecco le parole di Tommaso Lazzeroni, classe 1985, veterano e regista della squadra: Come ti aspetti che andrà il prossimo campionato? È per molti versi un’incognita! Data la situazione non sappiamo in che modalità potremo ricominciare a giocare e da quest’anno si sono aggiunti nuovi giocatori in squadra. CI avevamo già giocato contro, li conoscevamo già come avversari e ora stiamo lavorando per rafforzare la sintonia del gruppo. Come è il girone in cui siete finiti? Quest’anno col sorteggio siamo finiti in un girone di squadre romane, di solito ci trovavamo a giocare in Emilia-Romagna. E’ una bella incognita, non conoscendo le squadre non saprei come collocarci, ma dobbiamo lo stesso prefiggerci di giocare un bel campionato. Qual è l’umore della squadra? Il successo dell’annata dipende da tante dinamiche, ma ci sono i presupposti per fare bene! Il gruppo è buono, siamo partiti bene. Tra i vari acquisti c’è Federico Tosi che ha giocato come libero in super lega e quest’anno è alla sua prima esperienza come giocatore in posto 4. Come ti dicevo prima i presupposti per fare bene ci sono, spetta solo a noi concretizzarli. La voce dell’allenatore Dario Sansonetti completa il quadro delle aspettative, aggiungendo altre riflessioni: Cosa ti preoccupa di questa annata? Sicuramente questo sarà un campionato difficile, dal punto di vista organizzativo ci sarà un gran lavoro per gestire le palestre e tutti gli spazi nel rispetto delle norme anti Covid. La quarantena ha influito sull’allenamento? Certo! Non solo per quanto riguarda la difficoltà di allenarsi pur seguendo le norme, ma anche perché veniamo tutti da sei mesi stressanti, in cui si è smesso completamente di pensare alla squadra e ad allenarsi. Cosa farà la differenza per fare un buon campionato? Tutte le squadre si trovano più o meno nella nostra situazione, quindi a livello tecnico si vedrà che i migliori saranno quelli più organizzati, con più disponibilità di allenarsi, i più bravi nel gestire questa situazione nuova. Questo scarto sarà evidente soprattutto nella prima parte del campionato. Quindi l’organizzazione verrà premiata? Sì, sono convinto che l’organizzazione verrà premiata anche sulle qualità singole delle squadre, è la sfida di questo campionato ai tempi del Covid! Come vedi la squadra? Per circostanze ci siamo trovati a cambiare alcuni giocatori e stiamo lavorando per farli entrare in un meccanismo di gioco che fino ad ora ha sempre funzionato. Anche rispetto a questo sarà l’organizzazione a fare la differenza, credo. Il cambio di girone non mi preoccupa più di tanto, vedremo come si faranno le trasferte. Però sono positivo e anche se la stanchezza c’è, c’è anche la voglia e la sicurezza di mettere in campo tutte le energie per perseguire un buon risultato. 

La squadra.
ALLENATORE: DARIO SANSONETTI
GIOCATORI: LAZZERONI TOMMASO 1985 e BERBERI SEBASTIANO 1992 (palleggiatori), CERQUETTI MARCO 1983, LUMINI FEDERICO 1992, TOSI FEDERICO 1991 e PANTANI LUDOVICO 1998 schiacciatori;
FROSINI MATTEO 2001 e HENDRIKS NIKI 1992 opposti; MONTINI FEDERICO 1998, BERNIERI DIEGO 1986 e LUSORI EMANUELE centrali, GRASSINI RICCARDO 1985 e DE MURO GIANMARIA 1996 liberi.

Dream Volley Pisa Fonte: L.C.

Perchè Staggia


Nell’estate del 2019 abbiamo conosciuto i dirigenti della Polisportiva Staggia 53038 ed in particolare il presidente Cristiano Ninci. La polisportiva aveva già provato a entrare nel volley con una squadra mista amatoriale nel campionato uisp, l’esperienza era durata poco e quindi abbandonata La stessa visione dello sport come movimento sociale di aggregazione ,che accomuna Polisportiva e Pietro Larghi ha fatto si che insieme provassimo a far ripartire dal basso , cioè dalle piccole/i il movimento pallavolistico anche a Staggia. Nel primo anno poi interrotto dal Covid abbiamo usufruito di due spazi palestra e “allenato “ una diecina di Bimbe . Nella stagione2020 2021 come da programma abbiamo alzato un po’ l’asticella, ed in aggiunta alle piccole, abbiamo trasferito nell’impianto di Staggia anche la Prima divisione Amatoriale Maschile. Un gruppo di ragazzi Colligiani e Poggibonsesi, che amanti della pallavolo , non trovavano più spazio nelle società fipav della zona. La Pietro Larghi ne cura gli aspetti federali organizzativi, la Polisportiva li ospita nella struttura e loro si autogestiscono finanziariamente. Un modello di sport sociale che di più non si può.- Ci auguriamo di poter essere di supporto alle famiglie del comprensorio che magari hanno difficoltà a portare le loro bimbe/i a Colle o Poggibonsi e che possano iniziare la loro attività vicino a Casa, per poi proseguire se ne avranno voglia e qualità la loro attività agonistica nelle società affiliate Fipav della zona

Pgs Pietro Larghi Volley Asd

Ci vediamo il 7 Novembre


La stagione 2020/2021 del Versilia Pietrasanta Volley è ormai ai blocchi di partenza, con le atlete della nostra prima squadra in preparazione già da diverse settimane ed un girone già completo e conosciuto. Il VP Volley è stato inserito nel girone definito “mare” e la prima partita del campionato si giocherà il 7 novembre, anche se nulla è ancora certo a causa del Covid-19. Per le nostre biancoblù si prospetta un campionato di livello, con un roster ben assemblato e con degli obbiettivi ambiziosi. “È finita la terza settimana di preparazione, che è stata completamente diversa da quella degli anni passati perché viene da un background completamente diverso” commenta coach Emanuele Roni. “C’è chi durante l’estate ha svolto attività e chi non si allena da 7 mesi, solitamente la preparazione dura 7-8 settimane e invece quant’anno 10-11, l’inizio di campionato è a novembre ma non abbiamo la certezza che si inizierà, e tutto questo rimescola e complica le carte in gioco. Tuttavia è fantastico vedere un gruppo di ragazze che si allena con grande passione e determinazione, un gruppo che ha un ottimo potenziale e che potrà essere pronto per una bellissima stagione. Il girone è molto simile a quello passato, con tante squadre che si presentano bene e sulla carta forti, con giocatrici scese da categorie superiori. Le pretendenti ai playoff sono diverse ma noi siamo ambiziosi: vogliamo far crescere le nostre giovani e essere protagonisti di un ottimo campionato. Sono convinto che se continueremo a lavorar come stiamo facendo ora, con determinazione e grinta, potremo toglierci molte soddisfazioni.”

Pallavolo Versilia

UPV, ripartito il settore promozionale


Nel pomeriggio di lunedì ha finalmente avuto inizio il Corso Avanzato: tra autocertificazioni, termoscanner, igienizzante, sono tornate al PalaSpadoni anche le bambine, appunto, del 2009 e 2010, il Corso "Red", da cui dovrebbe uscire, in stagione, la nostra seconda Under 12 (Volley Up Project Gialla). In palestra, ad accogliere e allenare le ragazzine, Rossella Bechini, Alessandro Del Moro e il D.T. Davide Ribechini. Il limite massimo è stato stabilito in 24 unità, la lista ne comprende 22 per cui rimangono..due posti per ulteriori prove. Aveva già iniziato da una settimana, invece, la formazione Under 12, tutta 2009, guidata da Manuel Bagni (Volley Up Project Blu), e composta da 16 atlete. Ieri pomeriggio, ultima "ripartenza", quella dei fantastici Corsi Avviamento ("Green" e "White"). Le emozionatissime mini giocatrici gialloblu sono state seguite da Rossella Bechini, come responsabile, e dalle istruttrici Bandettini, Del Rosso, Mostardini, sempre con la supervisione del Direttore Tecnico. Il Corso al momento è sold out, per raggiunto limite massimo di partecipanti (48), ma è sempre consigliato scrivere alla Società (info@unionepallavolovaldinievole.com) per informazioni, appunto, e per sapere se si sono liberati posti dopo queste prime giornate di prova. 

#volleyupproject
#upvbuggiano
#ripartiamo

A breve i vincitori di #restoacasaemialleno e#restoacasaeinvento


Work in progress...Ci siamo, il presidente Castagna sta scegliendo la migliore realizzazione del concorso #restoacasaeinvento che, come ricorderete, impegnó le atlete UNDER 13 durante il lockdown... il periodo forzato lontano dalla palestra ha fruttato disegni, pensieri, poesie che, messe su carta hanno descritto perfettamente lo stato d'animo delle ragazze. Venerdì 25 settembre dunque la premiazione del vincitore di questo concorso che, durante un periodo piuttosto difficile, ha entusiasmato ed appassionato rendendo le ragazze capaci di riflessioni profonde. Ancora Venerdì 25 settembre verrà decretato anche il vincitore delle prove di #restoacasaemialleno che, sommate alle gare vinte nel Torneo Challenger 2×2 e 4×4 ancora in fase di svolgimento, premierà chi ha totalizzato più punti . In bocca al lupo! 

Fonte: Ufficio Stampa

Le nostre ragazze sabato a Roma per la Supercoppa di sitting volley


Si terrà sabato 26 settembre, nello splendido scenario del Foro Italico, la prima edizione della Supercoppa italiana maschile e femminile di sitting volley. L'evento, originariamente in programma nel mese di marzo a Nola, era stato sospeso a causa della pandemia legata al COVID-19. La Federazione Italiana Pallavolo, però, ha voluto fortemente organizzare la Supercoppa, permettendo anche al sitting volley, come successo per le altre discipline, di ripartire con la propria attività. Sabato 26 settembre nella suggestiva location del Foro Italico, già teatro di eventi di pallavolo e beach volley, il sitting sarà protagonista a partire dalle ore 16:00, inserendosi all'interno della Settimana Europea dello Sport, promossa in Italia dal Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, da Sport e Salute e dalle Federazioni Nazionali. Lanciata nel 2015 dalla Comunità Europea, la Settimana Europea dello Sport promuove lo sport e gli stili di vita sani e attivi al fine di incrementare il benessere fisico e mentale dei cittadini europei. Dopo i numeri record dello scorso anno, l'edizione del 2020, tenendo in considerazione le restrizioni vigenti in tema di svolgimento degli eventi in presenza, si focalizzerà sulla promozione della pratica sportiva, attraverso il supporto comunicativo dei grandi eventi sportivi ed incentivando workout, allenamenti e flashmob sportivi sull’intero territorio nazionale. Per la disciplina paralimpica si tratterà quindi di un momento molto significativo, avendo l’opportunità di mostrarsi nell'importante vetrina, dedicata alla prestigiosa manifestazione europea. L'obiettivo della Fipav è quello di favorire la ripartenza e promuovere sempre di più il sitting volley, sport che negli ultimi anni si sta dimostrando in forte crescita come testimoniano i risultati raggiunti della nazionale femminile, qualificatasi alle paralimpiadi di Tokyo, e gli incoraggianti numeri registrati dal Campionato Italiano per società. Alle ore 16 le prime a scendere in campo saranno le ragazze: il Dream Volley Pisa (Campione d'Italia e vincitrice della Coppa Italia) affronterà Nola Città dei Gigli (2a in Coppa italia). A seguire toccherà alla Supercoppa maschile, con Nola Città dei Gigli (Campione d'Italia e vincitrice della Coppa Italia) che si giocherà il titolo contro Fonte Roma EUR (2a in Coppa italia). L’evento, ai fini della prevenzione del contagio da coronavirus, si svolgerà a porte chiuse, ma tutti gli appassionati avranno il modo di seguire l’evento attraverso la diretta streaming sul canale YouTube della FIPAV. 
Calendario
Supercoppa femminile
(ore 16) Sabato 26 settembre : Nola Città dei Gigli – Dream Volley Pisa; a seguire Supercoppa maschile: Nola Città dei Gigli - Fonte Roma EUR. 

Fonte: federvolley.it

Sol Caffè ancora una volta main sponsor


E' di oggi la notizia che la Torrefazione Sol Caffè affiancherà ancora il suo nome alla nostra società, un sodalizio ormai indissolubile nato nella prima metà degli anni 90 e che si protrae negli anni con continuità, tanto da rendere il binomio caffè-pallavolo uno dei punti fermi dello sport grossetano. Sol Caffè sarà ancora uno dei due main sponsor, a dimostrazione di quanta attenzione l'azienda dà allo sport come veicolo pubblicitario ed al contempo portatore di valori sociali. Presidente Andrea Galoppi: " Avere uno sponsor fidelizzato che ci sostiene da lunga data può far pensare che da parte nostra venga dato tutto per scontato, in realtà sappiamo che non è così ed attendiamo ogni anno che l'azienda ci comunichi le sue intenzioni, consapevoli che ogni stagione fa storia a se, soprattutto in periodi così complicati. Non posso che ringraziare patron Paolo Brogelli per l'ennesimo attestato di stima, ha ormai legato la sua azienda alla nostra società non soltanto da un punto di vista lavorativo, ma ormai quasi affettivo. Siamo ovviamente molto contenti, un buon viatico per l'inizio della stagione, speriamo di potergli dare grandi soddisfazioni sportive come in passato. " 

Invicta Volleyball Grosseto