lunedì 31 ottobre 2016

Nuova vittoria tra le mura di casa per la GRM Infissi Club Arezzo in Serie C

Gli aretini battono Emma Villas Siena con uno spettacolare Tie Break
AREZZO 31 OTTOBRE 2016. Strategia in campo ed energia inarrestabile. Sono questi gli ingredienti della nuova esaltante vittoria di GRM Infissi Club Arezzo in Serie C. Sabato 29 ottobre al Palazzetto Maccagnolo gli aretini del volley hanno battuto gli avversari della Emma Villas Siena in un match spettacolare, durato ben 5 set.
I punteggi nel dettaglio: GRM Infissi Club Arezzo - Emma Villas Siena 3-2
20/25-25/23-16/25-25-16-15/10
COACH MORELLI: “UNA SFIDA TRA PARI”. È una vittoria preziosa sotto ogni punto di vista quella appena conquistata dagli aretini del volley della GRM Infissi Club Arezzo contro la Emma Villas Siena. Il risultato del Club Arezzo è il coronamento di un intenso lavoro compiuto dentro e fuori dal campo da volley. Il commento del coach Mirko Morelli: “Dopo la sconfitta della settimana scorsa, che non avevamo affatto digerito, abbiamo giocato benissimo questa partita contro la squadra più forte del campionato: Emma Villas Siena. Non avevamo Mattioli centrale e il palleggiatore Gialli era in precarie condizioni fisiche. Le difficoltà in campo ci sono state, ma i ragazzi sono stati bravissimi e hanno buttato il cuore oltre gli ostacoli. Questa vittoria deve darci la carica giusta per affrontare tutte le sfide che ci aspettano in campionato. Abbiamo dimostrato di essere una squadra da non sottovalutare”.
LA PARTITA IN SINTESI. Fin dall’inizio la GRM Infissi Club Arezzo ha dovuto fare i conti con l’esperienza degli avversari senesi, non senza qualche difficoltà. Ma grazie alla guida del coach Mirko Morelli unita alla grinta del capitano Enrico Zampetti e di tutta la squadra, gli aretini del Club Arezzo hanno saputo battere un avversario finora creduto quasi imbattibile. Una partita avvincente, capace di infiammare il Palazzetto Maccagnolo di Arezzo, che non si vedeva così gremito dai tempi della Serie A. Gli schieramenti iniziali: per GRM Infissi Club Arezzo Gialli alla regia, sulla diagonale Scortecci, schiacciatori Maggini Stefano e Zampetti, centrali Gentile e Maggini Federico, libero Amatucci; per Emma Villas Siena: alzatore Gonzi con Urbani sulla diagonale, schiacciatori Scaffidi e Berruti, centrali Migliorucci e Braga, libero Pellegrini. NEL PRIMO SET la Emma Villas Siena parte potente. Sembra inarrestabile la coppia Braga-Urbani che fa volare la squadra senese e la porta sul 21-13 per chiudere con 19-25. Il secondo set è quello del riscatto della GRM Infissi Club Arezzo. Gli aretini lottano punto a punto contro gli avversari fino a quota 20, quando la formidabile coppia Maggini-Scortecci chiude conquistando il set con un diagonale stretto sul 25-23. Il terzo set vede gli ospiti vincitori. Dopo una lotta punto a punto sino al 10, Emma Villas Siena riesce a distanziare i padroni di casa sul 15-22 e chiude in vantaggio con 16-25. Nel quarto set la tenuta fisica e l’efficace gioco di squadra portano in vantaggio la GRM Infissi Club Arezzo, fin da subito determinata a prendere in mano le sorti della partita. È la coppia aretina Scortecci-Zampetti che mette in crisi Emma Villas Siena. Dopo un iniziale punto a punto fino al 10 il vantaggio sugli avversari si fa sempre più schiacciante: prima 17-13, poi 20-15 fino alla chiusura 25-16. Dopo due set vinti a testa è arrivato il momento della resa dei conti: il tie-break.
UN TIE BREAK FIRMATO ZAMPETTI. “Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare”. È proprio questo il motto in grado di riassumere lo spettacolare Tie Break giocato dalla GRM Infissi Club Arezzo. Quest’ultimo set è carico di tensione per la GRM Infissi Club Arezzo che sembra lasciarsi sfuggire il match tra le dita. I senesi sono inizialmente in vantaggio con 4-1 prima e 8-5 poi. Finché la coppia Gentile-Secchi non prende in mano le sorti della partita, non sbagliando più neanche un punto. Il capitano Zampetti guida la sua squadra alla ribalta schiacciando sugli avversari senza pietà. Con 15-10 GRM Infissi Club Arezzo vince la sua sfida contro Emma Villas Siena in un Maccagnolo in tripudio. Le tribune sono tutte amaranto.
SABATO 5 NOVEMBRE IL DERBY CONTRO VOLLEY AREZZO. Nuove sfide attendono la GRM Infissi Club Arezzo e sabato prossimo c’è la più attesa del campionato: il 5 novembre alle 18.30 il derby contro Volleyarezzo al Palazzetto Maccagnolo. Una sfida tra padroni di casa, che faranno di tutto per imporsi come i campioni del volley maschile di Arezzo.
Il progetto sportivo Club Arezzo Volleyball Academy è possibile grazie al sostegno di GRM Infissi, DTI Industry, Chianti Banca e Ideology.

Anna Martini
Addetto Stampa GRM Infissi Club Arezzo

Chianti Volley Tavarnelle-Mens Sana Siena 2-3

La Mens Sana Volley Peugeot Siena Motori vince in trasferta sul campo del Chianti Volley Tavarnelle con il risultato di 3 set a 2. Questi i parziali (26-24 20-25 23-25 25-23 13-15 )
Questo il commento di coach Sala : "Sapevamo che era una partita difficile perché giocata fuori casa contro un avversario esperto della categoria. È stata una bella partita, combattuta, con scambi prolungati. Abbiamo vinto noi, il risultato è giusto, qualche nostro errore di troppo in fase difensiva ha permesso all'avversario di rimanere più a lungo in partita".

Mens Sana Volley

Ponsacco, serata da dimenticare a Ponte a Elsa

GS Elsasport – Volley Ponsacco 3-1 (25/15-20/25-25/19-28/26)
Una serata storta, una serata da dimenticare, una di quelle serate in cui quasi nulla và per il verso giusto. Una serata in cui per un bel pezzo di partita la squadra non riesce a concentrarsi, non trova il ritmo giusto, non và. Comunque resiste, tiene faticosamente botta, vince un set e quando poi le cose sembrano andare per il meglio e pensa di aver raggiunto l’obiettivo, arriva Lui, un arbitro, a dir poco, inadeguato, che con due mosse la “mette al tappeto”. Sì, proprio una serata da dimenticare. Siamo a Ponte a Elsa ad affrontare Elsasport, una squadra forte, con diversi anni di esperienza in Serie D e C, ben organizzata , con alcuni elementi di spessore e una grande determinazione. Nel primo set la squadra locale parte fortissimo, giocano bene e difendono ogni pallone; noi subiamo, non riusciamo a ricevere al meglio e a controbattere. Il set finisce 25-15 per Elsasport. Nel secondo le nostre ragazze reagiscono, si parte meglio, non giochiamo benissimo ma siamo efficaci. Prendiamo qualche punto di vantaggio e portiamo a casa il set 25-20. Il terzo parziale è di nuovo a favore di Elsasport che gioca bene e ci mette in difficoltà, non riusciamo a reagire e perdiamo il set 25-19. Siamo al quarto e decisivo tempo. Le nostre ragazze non ci stanno a perdere o almeno sono decise a vendere care la pelle. La partita diventa bella ed emozionante, si lotta punto su punto, 15-15 , 18-18, poi finalmente con un bel break ci portiamo avanti, le avversarie sembrano in difficoltà, si arriva al 24-22 per noi. Su un bell’attacco di Gronchi un’avversaria riesce in qualche modo a difendere e a colpire la palla che però oltrepassa la rete e và a finire fuori vicino al seggiolone arbitrale. Tutto il palazzetto vede la palla fuori con la nostra atleta che la segue e la lascia palesemente cadere. Noi esultiamo, le avversarie e il loro pubblico si disperano. Ma una persona vede quella palla dentro al campo, peccato che quella persona è l’unica che conta e assegna il punto a Elsasport. In più, viste le naturali proteste delle nostre giocatrici, ci assegna anche un cartellino rosso. Il punteggio và sul 24-24, si ricomincia a giocare in mezzo alle urla e al nervosismo per questo plateale errore. Le Elsine sono brave, approfittano della situazione, chiudono il set 28-26 e la partita 3-1. Per noi una sconfitta, forse anche meritata, ma che ci lascia la bocca molto amara per come è maturata. Da adesso comunque si guarda avanti, il focus và sulla prossima partita, Sabato prossimo 5/11 a Ponsacco ore 21 contro Acq. Viviquercioli Massa. Un appuntamento da non perdere
Squadra D femm.: Alderani M., Carnesecchi C., Cerri G., Cestari E., Cresta F., Gronchi F., Luppichini R., Marinari M., Nebbiai M., Stacchini C., Tesi M.. Allenatore: Ciarla Fabrizio.

Trasferta infruttuosa ad Empoli

La prima squadra e’ di scena nel bell’impianto del Palasport Aramini di Empoli contro la squadra locale. Squadra sempre in emergenza la nostra per infortuni ed indisponibilità. Primo set che purtroppo segue la falsariga delle prime due uscite, con le nostre che non riescono ad entrare in partita, commettendo troppi errori gratuiti in tutte le fasi di gioco. Sempre sotto, il set scorre verso uno scontato 16-25 per le empolesi. Secondo set giocato decisamente megli o fino al 12-11 quando Empoli, complice anche nostri errori, piazza un break di 5 punti che poi consente loro di chiudere a proprio favore anche il secondo set 18-25. Terzo set con l’auspicio di ripetere i precedenti recuperi. Squadra decisamente più positiva e determinata, in vantaggio fino al 15-12 per poi proseguire punto punto fino al 20 pari quando le avversarie, squadra più navigata della nostra, mettono a segno 3 punti consecutivi, allungo che poi si rivelerà decisivo e che le porterà a chiudere set ed incontro 22-25. Un po’ di delusione fra le ragazze con la convinzione che nel ritorno, con le avversarie fin qui affrontate, possiamo ribaltare i risultati. Domenica ci aspetta la difficile trasferta di Borgo a Mozzano con la forte formazione del Barga. Manteniamo la tranquillità e continuiamo ad allenarci con determinazione e costanza. Con il lavoro miglioreremo intese e consapevolezza dei nostri mezzi.

Certaldo sconfitta in casa nella prima di campionato

Nella prima giornata del campionato di serie D maschile il Certaldo rimedia una sconfitta per tre a zero sul proprio campo. Come sempre ha fatto nel passato, questo gruppo non si nasconde dietro ad alibi e riconosce la superiorità dell´avversario, prende atto dell´accaduto e già nel dopo partita sono tutti insieme all´allenatore nello spogliatoio dimostrandogli di credere fortemente nel lavoro svolto fino ad oggi. Quella di questo anno è una squadra rinnovata, alcuni giocatori sono usciti e altri giovani si sono aggiunti, per cui è normale che vi sia da soffrire un poco per trovare la "quadratura del cerchio " e vedendoli in sede di allenamento durante la settimana sono certo che presto vedremo del buon gioco. E´ mio dovere fare i miei complimenti a questo gruppo che di anno in anno cresce nel carattere e sopratutto dimostra di avere maturato una visione dello sport degna di rispetto, ieri sera infatti a fine partita i nostri ragazzi hanno riconosciuto la superiorità dell´avversario con una vera stretta di mano hanno esultato tutti insieme prima di recarsi nello spogliatoio. I parziali sono fedeli a quanto visto in campo, 16/25-15/25-17/25, il Calci si è dimostrata una squadra solida e ben organizzata in tutti i settori commettendo pochissimi errori sopratutto nella ricezione recuperando anche palle difficili, il Certaldo aveva alcune assenze importanti e alcuni giocatori in ruoli nuovi e non è mai riuscito a dimostrarsi all´altezza dell´avversario.
le squadre si sono presentate in campo con queste formazioni:
Calci, Bacci M. , Basti T., Crpita L., Contatore F., Giani F., Giusti F., Giusti L., Lorenzetti D., Nelli G., Vesco S., Baggiani S..Allenatore Fiumalbi A..
Certaldo, Marzi F., Bandini Y., Carusi A., Basili L., Filippini A., Sandrucci A., Degli Innocenti M., Mazza M., Montagnani D., Donzelli M., Razzanelli L., Cannella C.. Allenatore Monni M..
Il prossimo turno ci vede impegnati a Livorno contro il Torretta, Forza Ragazzi la passione per questo sport e il duro lavoro in palestra è l´unico modo per tornare a vincere.

Pallavolo Fucecchio - Tecnofire Pontemediceo 3-0 (25-12/25-22/25-13)

Formazione Pallavolo Fucecchio: Bartalini, Casali, Ciabattini, Danti, Fagni(k), Fiaschi, Martini, Menicucci, Morganti, Pellegrini, Marchetti(l), n.e Ciabattini. 1° allenatore Luca Barboni, 2° allenatore Manuele Marchi.
Formazione Pontemediceo: Bianchini, Covarelli, Covino, Luddi(k), Mazzi, Papini, Picchi C., Picchi G., Pinzauti, Tellini, Terzaroli, Margheri(l1), Ceccarini(l2), Allenatore Panicucci.
Fucecchio fa sua la gara interna contro Pontemediceo, senza grandi patemi d´animo. A parte il secondo set dove il Fucecchio ha collezionato una serie di errori sia in attacco che in ricezione, permettendo al Pontemediceo di esprimere il suo miglior momento della gara. Ma veniamo alla partita, con Ciabattini ancora ferma ai box per infortunio Barboni schiera in regia Menicucci al centro Danti e Pellegrini, in attacco Fiaschi e Bartalini, opposto Martini e libero Marchetti. Primo set e Fucecchio si porta subito avanti 6-1, squadra ben motivata che si fa applaudire dal pubblico locale, Bartalini, Fiaschi e Pellegrini creano scompiglio nella difesa avversaria,15-6/20-8, non si vede reazione da parte di Pontemediceo,e Fucecchio chiude agevolmente il set 25-12. Barboni durante l´intervallo chiede alle ragazze di non abbassare la guardia, da allenatore esperto sa benissimo come funziona il giochino. Secondo set pieno zeppo di errori da ambo le parti, 4-4/8-8/11-11, veramente un brutto set. Ancora 19-19, poi finalmente Fucecchio si porta avanti 23-20 e chiude il set 25-22, miglior realizzatrice del set Chiara Martini. Il mister durante l´intervallo si fa nuovamente sentire_non possiamo giocare così non si può sperare che gli avversari si adattino al nostro non gioco, dobbiamo essere noi a fare la partita _ .Terzo set Fucecchio si ritrova, anche grazie a una splendida Federica Danti che con la sua esperienza trascina tutta la squadra,10-0, ovvio a questo punto un leggero calo di tensione da parte delle nostre, 11-5, ma si riparte subito 14-5, in questo set le centrali la fanno da padrone, Cecilia Fagni ci mette del suo, 20-8. Non si intravede reazione da parte di Pontemediceo e Fucecchio chiude agevolmente il set con Benedetta Morganti autrice dell´ultimo punto con un ace, 25-13 e portiamo a casa i tre punti. Va rimarcato la bella prova di Ramona Marchetti che ha dato sicurezza a tutto il reparto difensivo decisiva in alcuni momenti della gara. Godiamoci uniti con i nostri tifosi questa vittoria ce ci mantiene al vertice della classifica.

30 ottobre, il programma gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project.

Serie C Girone A – Ariete Prato Volley Project – Asd Cortona Volley 3-2 (21-25; 25-18; 25-18; 23-25; 15-13), arbitro Pagni.
Prato supera il primo esame di maturità. Partita intensa e combattuta quella tra PVP e Cortona ed il fatto che alla fine sia stata Prato ad avere la meglio non è cosa da poco nell’economia di un torneo dove la squadra di Pimentel rappresenta un ostacolo durissimo per tutti. Brava la squadra di Targioni a mantenere i nervi saldi in una gara tirata. Peccato per un terzo set gettato alle ortiche. La gara. Ariete in campo con Bartolini e Foggi in diagonale, Cafissi e Legnini al centro, Carovani e Speranza di banda, Nelli e Marchesini libero. Inizio molto equilibrato con Prato e Cortona a muovere benissimo il gioco ed a forzare su ogni fondamentale. Targioni era il primo a chiamare tempo sul minibreak ospite (7-9). Servizio aretino che faceva male alla ricezione di casa (7-10) ma Prato rimaneva in scia (9-10). Squadre in parità (11-11) ma era sempre il servizio ospite a far la differenza (14-18) con Targioni costretto al secondo tempo. Lo imitava Pimentel sul minibreak pratese (16-18). Cortona, precisa e meno fallosa di Prato, prendeva il largo (16-22) e Targioni gettava nella mischia la giovane Del Buono in regia. Carovani e Speranza accorciavano e Pimentel chiamava il suo secondo tempo (20-24). Chiusura ospite a 21. Nel secondo parziale Prato provava ad accelerare subito (6-4 e 9-7) con Foggi protagonista di una bella serie al servizio. Cortona, però, era sempre sul pezzo e recuperava approfittando di ogni sbavatura pratese (11-11). Era bravissima Prato a piazzare il break importante, con un’ottima Foggi (15-12), e poi l’allungo (19-13). Set che diventava una formalità con Cortona che spariva dal campo e Prato che impattava. Nel terzo set Prato iniziava lento (2-4) poi nuovo equilibrio per una gara che rimaneva bellissima (8-8). Speranza al break (10-8). Dentro Rosati al centro. Intanto anche Pimentel aveva cambiato in regia con l’innesto di Sasso. Cortona che recuperava (11-11). Nuovo break Ariete con Rosati buona protagonista (16-12) e Pimentel al tempo. Prato allungava sul 21-16 e chiudeva a 18. Nel quarto ancora bene Prato (4-2). Cortona subito a recuperare e set equilibratissimo (8-8). Primo break Prato sul 13-10 ma ancora ospiti coriacee (13-12). L’Ariete provava ancora a scappare (14-12 e 16-14). Dentro Morotti. Cortona non si arrendeva ed addirittura tornava sopra (16-17) costringendo Targioni al tempo. Ospiti che trovavano il break (18-20) con grande abnegazione in difesa. Finale bellissimo anche se non immune da errori. Squadre sul 23-23 ed era più disciplinata Cortona a trovare lo sprint. Tutto rimandato al tie break dove Prato partiva bene (2-0). Cortona ritornava subito in parità (2-2). Targioni inseriva Varani in attacco. A fare la differenza era però soprattutto Rosati che, su buon turno di servizio di Foggi, trovava gli spunti importanti per il break (7-3). Prato cambiava campo avanti di quattro (8-4). Alla ripresa del gioco, però, brava Cortona a riagganciare subito (8-7) e Targioni al time out. Cortona che ritornava in parità (8-8) e Prato che con Rosati, Legnini e Speranza scappava di nuovo (11-8). Speranza portava il PVP sul 13-10. Tempo Pimentel. Ospiti che non mollavano (13-12 e 14-13). Speranza a chiudere con una palla insidiosa.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Del Buono, Carovani, Legnini, Morotti, Cafissi, Speranza, Foggi, Borchi, Rosati, Varani, Nelli, Marchesini. All. Marco Targioni

Le altre prime squadre del progetto:
Serie C Girone A – Ius Pallavolo Arezzo - Viva Volley 3-0 (25-16; 25-18; 25-21), arbitro Michalitsis.
Arezzo amara per il Viva Volley. La squadra guidata da Lamberto Polenzani non riesce a smuovere la classifica. Dopo Astra e Rinascita anche lo Ius supera il Viva che ad Arezzo è apparso sfiduciato e poco combattivo. Che il calendario non sia stato benevolo con Prato lo sapevamo ma queste prime gare non devono pesare sul proseguo del torneo e per far questo serve anche giocare partite di carattere e di determinazione che, anche se non portano punti, possono però servire a far crescere la squadra. Questo ad Arezzo non si è visto. La gara. Viva in campo con Colzi e Ridolfi in diagonale, Massaro e Moretto centrali, Nesi e Ponzetta di banda e Sanesi libero. Inizio gara tutto della squadra di casa che non lasciava spazio alle pratesi. Polenzani provava a cambiare in regia ed attacco, inserendo Romagnani e Vivoli, ma il primo set del Viva era veramente brutto e lo Ius chiudeva senza difficoltà. Nel secondo dentro Piccini al centro. Set anche in questo caso tutto favorevole alle padrone di casa con Prato in grande difficoltà. Ius avanti 17-11 e 20-12 e chiusura a 18. Terzo parziale maggiormente equilibrato : Polenzani confermava la formazione che aveva chiuso il secondo parziale e Prato rimaneva in scia (14-10). Al primo break importante dello Ius (18-12) Polenzani provava a cambiare le carte in tavola inserendo Vivoli e Romagnani.
La rosa del Viva Volley: Romagnani, Colzi, Moretto, Piccini, Vivoli, Nesi, Ponzetta, Ridolfi, Massaro, Sanesi, Urso. All. Polenzani.

Le divisioni:
In Seconda Divisione Girone A Viva Volley che sbanca sul terreno del Valdarninsieme per 0-3. In Seconda Divisione Girone B Ariete PVP che batte il Rinascita Firenze per 3-0 mentre la Pol. 29 Martiri di Gigi Zani passa ad Empoli per 0-3. Il Volley Vaiano superato dal Punto Sport per 0-3. In Terza Divisione, infine, nel Girone B Viaccia che dopo la pausa è battuto della Sales Firenze 3-1.

Netta vittoria con le giovanissime di Casciavola

Pediatrica Guarigol - Lucchese Unione Pallavolo 0-3 (9/25 21/25 14/25)
Non molto da dire su questa gara, a senso unico, che ha visto la Lupa superare facilmente la giovanissima compagine di Casciavola. Bigicchi fa partire in regia Bartoli con Torriani, Barberini, Risaliti, Batori, Dentini e Davini libero. Primo set senza storia, per la cronaca sul 4/18 entra Armadori per Batori e sul 7/22 doppio cambio con Mazziotta per Risaliti e Batastini per Bartoli. Nel secondo parziale il mister mischia un pò le carte in tavola ed inserisce Batori in posto 2 con Armadori e Dentini al centro. La squadra perde un pò di concentrazione ed il gioco e l´incisività ne risentono. Sul 16/19 subentrano Mazziotta e Risaliti per Batori e Bartoli che rientreranno sul punteggio di 21/23, set e gioco, comunque, da dimenticare. La terza frazione, con Batastini dentro per Barberini, dopo una fase equilibrata ricalca la fisionomia del primo set e la gara finisce in un´ora circa. Dopo queste tre gare, sinceramente, alla portata delle ragazze lucchesi, sabato, alle 18 al PalaItis, un impegno casalingo più severo contro quel Capannoli che, sulla carta si delinea come una delle migliori formazioni del girone, ma che ha avuto un inizio di campionato non propiro brillante. A disposizione di Bigicchi: Torriani 9, Barberini 4, Batastini 4, Dentini 8, Batori 7, Risaliti 10, Bartoli 4, Mazziotta, Armadori, Davini, indisponibile Bigicchi per un leggero infortunio alla caviglia.

Fonte: Alessandro Pardini

Folgore, perdono in casa le ragazze di Dani

Sconfitta casalinga, in tre set, per la serie C femminile, allenata da Marco Dani. Il Calenzano, infatti, ha fatto sua la posta battendo sempre sul filo di lana in ogni set le ragazze giallorosse. A preoccupare lo staff c’è anche l’infortunio occorso a Martina Bartali, costretta ad uscire nel corso del terzo set.
Folgore Lupi Estintori – Volley Calenzano 0-3 ( 23-25, 23-25, 22-25 )

Serie C: un punto che vale oro

AM Flora - Cg-Mkt Grosseto 2 - 3 (25/22 – 19/25 – 22/25 – 26/24 – 12/15).
Sicuramente il calendario non è stato a nostro favore, tre partite toste contro squadre sicuramente superiori sia anagraficamente che come esperienza in campo, ma, dopo lo scivolone Rosignano, le nostre ragazze hanno tirato fuori dal cilindro il carattere mostrato durante la prima partita con attacchi strepitosi difettando però in battuta. Primo set Ribechini e Tognocchi tengono a riposo Frediani ancora dolorante e partono con Zerini al palleggio opposta a Vanuzzo, Falseni e Fichera di banda, Bettaccini e Natalini centrali, Sasselli C. libero. Partenza in estrema parità fino all´11/11, allungo del Grosseto dovuto ad una fallosa AM Flora dai nove metri, 14/18, Vanuzzo attacca da ogni punto del campo e Sasselli C. vola in difesa/ricezione 18/20, allungo di Falseni sostituita da Sasselli I. per il giro dietro. Sul 20/21 esce Natalini ed entra D´Annibale in battuta, mettendo in difficoltà la ricezione avversaria e c´è il sorpasso con Bettaccini e Vanuzzo, 22/21,Grosseto chiama time-out e recupera un punto, ma Fichera e due ace di Vanuzzo fanno si che a vincere il primo set stagionale sia la squadra di casa. Secondo set partono bene le ragazze gialloblu con Falseni in battuta, 4/1, poi Grosseto schiaccia sull´acceleratore 9/12, 15/19, ma dopo la doppia, fischiata a Zerini, entra Gragnoli che sfrutta Falseni, ma le grossetane aumentano i giri e vincono 19-/25. Terzo set l´AM Flora rientra in campo di fronte ad un avversario che le fa vedere i sorci verdi, 5/8, recupero con Vanuzzo e Falseni, 10/11, Bettaccini e Zerini migliorano l´intesa e si vedono belle giocate in fast, con estrema parità fino al 20 pari quando entra Sasselli Irene per Falseni, ma il Grosseto, determinato, chiude il passaggio e vola 22/25. Quarto set entra Frediani per Fichera, Falseni e Vanuzzo passano sia dai sei che dai nove metri, 6/2, time-out Grosseto, ma l´Am Flora spinge, 8/4, punto di Natalini, 11/7, nonostante i tre punti consecutivi la blocchino sull´11/10 e le ospiti aggiustino il muro ,11/13, tre punti consecutivi di Falseni e relativo allungo 17/13, continui capovolgimenti di risultato portano sul 21/20, rientra Fichera per Frediani, estrema parità fino a 24 pari poi Vanuzzo e Fichera chiudono il set 26/24. Tie-break da urlo per un Palaspadoni in chiave Halloween , che vive al cardiopalmo il quinto set. Le ragazze di Mancini e Ferrari dai nove metri colpiscono duro 1/4, time-out Flora, recupero 6 pari, Bettaccini firma il 7/6, Grosseto chiede time-out e dopo un muro piazzato su Frediani si gira sul 7/8, sbaglio in battuta e l´ennesimo muro 8/12, esce Frediani, entra Sasselli I., Falseni firma il 9/12, ma le avversarie vogliono la vittoria e finisce 12/15. Bella prova di squadra delle ragazze AM contro un coriaceo Grosseto e finalmente la classifica si muove. Bravissime e grazie al pubblico accorso a tifare le nostre portacolori.
AM Flora: Vanuzzo 24, Falseni 24, Fichera 10, Bettaccini 8, Natalini 5, Zerini 2, Frediani 1, Sasselli C., Gragnoli, Sasselli I., D´Annibale, Battaglini, Del Rosso. I Allenatore Ribechini, II Allenatore Tognocchi, Dirigente Accompagnatore Fichera.

Vinta la battaglia: la Serie C supera 3-2 Il Discobolo Viareggio

Foto Nucci
Dopo la trasferta vinta 3-2 a Grosseto contro i Vigili del Fuoco, altro match durissimo, questa volta nel palazzetto di casa, per la Serie C Img Solari. E altro 3-2 rifilato dalle biancoblù al Discobolo Viareggio, con i parziali 25-19, 23-25, 25-23, 23-25, 15-6. Se lo aspettava head coach Paolo Pocai, si aspettava una gara del genere, equilibrata, tesa, nervosa, con grande agonismo. Necessaria massima concentrazione e attenzione, quando le forze più o meno si equivalgono. Fondamentale sbagliare il meno possibile, commettere il minor numero di errori. Si sono visti quattro set con due squadre che si sono affrontate a viso aperto, senza mollare un pallone, con grande carica e determinazione. Una partita divertente e combattuta, con scambi lunghi e complicati, e recuperi che hanno avuto a volte del miracoloso. Solo al tie break Monsummano ha dimostrato di avere qualcosa in più dell´avversario di turno, riuscendo a chiudere la contesa in proprio favore e conquistare altri due punti che fanno morale e classifica. Questa la formazione delle biancoblù: Marsili in regia, Farsetti e Moriconi bande, Bruni opposto, Maestri e capitan Bartolini centrali, Spadoni libero; sono subentrate Conte, Davini e Iozzelli.

Ufficio Stampa – Luca Signorini

Volley Livorno tra presente e futuro

Derby tra passato e futuro quello andato in scena ieri in al “Pala Follati” fra le due formazioni della nostra società di serie D femminile. Una gara dal sapore particolare, da un lato l’esperienza di atlete, sebbene giovani, cresciute con noi e che hanno vissuto con il Volley Livorno tante esperienze e che hanno il compito, guidate da Orsini Daniele e Aletto Simone, di riportare in ben altri campionati la nostra prima squadra, dall’altro lato la giovane pattuglia tra i 14 e 15 anni che rappresenta un pezzo del futuro della pallavolo livornese guidata da Orti Stefano e Secchi Francesca coadiuvati da Facchini Federico. Ma della partita ne parliamo dopo perché a premessa del derby, presso il Circolo Libertas, c’è stata la presentazione alla stampa delle due squadre e neo rapporto di collaborazione con la società Volleyro’ Casal de’ Pazzi di Roma. A fare gli onori di casa ci ha pensato il consigliere Falleni che nel suo breve intervento ha tenuto a specificare che la società è certa del presente ma guarda con occhio di riguardo soprattutto al futuro, dopo aver presentato velocemente le atlete, gli allenatori e i dirigenti che compongono i due roster, ci sono stati i saluti del Presidente Provinciale Libertas Sig. Mario Trovato e di Riccardo del Terzo Tempo in rappresentanza dello sponsor tecnico Sportika, successivamente è stata la volta dei due allenatori prendere la parola per presentare i gruppi, da una parte l’Orti ha tenuto a precisare che il suo è un gruppone in formazione dove si sta lavorando con pazienza per raggiungere un buon livello e per questo il campionato di serie D aiuta perché si incontrano squadre che ci permettono di crescere e riconoscere i nostri limiti, dall’altro l’Orsini che si è manifestato orgoglioso di guidare questo ottimo gruppo, formato in maggioranza da atlete che l’anno scorso erano in C ma anche da graditi rientri e da giovani dell’under 18, a precisato che è riuscito in poco tempo ad amalgamarsi e ha già dimostrato nelle prime due giornate di campionato di voler stare in cima alla classifica. Per concludere è stata spiegata la neo collaborazione, a partire da questa stagione, con il Volleyro’, società che soprattutto negli ultimi anni è diventata un vero punto di riferimento a livello giovanile in Italia, da ricordare che alle ultime finali nazionali hanno vinto i titoli under 18 e under 16, un rapporto nato per formare, preparare e lanciare a livello nazionali giocatrici di massimo livello e qualità, per ottenere questo nel prossimo triennio verranno programmati stage di visione delle atlete e aggiornamento della programmazione tecnica, verranno condivise strategie di marketing volte a dare visibilità alla collaborazione, da parte della nostra società non dovrà mancare l’impegno all’attività promozionale, soprattutto nelle scuole, e lo sviluppo all’attività di base e di collaborazione con società limitrofe al fine di implementare il movimento sul territorio. Sul campo, alla fine di un ricco e significativo sabato sportivo, le due squadre hanno cercato di dare il meglio, un confronto fra la freschezza e la voglia di imparare e crescere, dall’ altro la voglia di divertirsi cercando di affinare il gioco in previsione di incontri di maggior caratura, alla fine il risultato premia le “grandi” ma entrambe le squadre hanno strappato applausi da parte dei tanti appassionati di volley che hanno gremito la palestra di Banditella, segno questo che nonostante la rivalità casalinga lo spettacolo non manca mai. La società del presente è certa ma guarda con occhio di riguardo soprattutto al futuro.
Libertas Pallavolo Livorno – Volley Livorno 0 – 3 ( 15 – 25, 13 – 25, 9 – 25 )
Volley Livorno: Baldini A., Bardi E., Battaini B.,Biondi S., Bitossi S., Meini B., Mondolfi F., Mugnaini V., Pasquini E., Rivoltella M., Senni G. Allenatori: Orsini D. e Aletto S., Dirigente Bellavia S.
Libertas Pallavolo Livorno: Belli E., Bellini G., Biondi G., Ciabattari G., Ciaponi A., Ducci G., Formichi C., Graziani E., Orsini C., Pantosti A., Rossi M., Stolfi M., Tocchini G., Vergli L., Vianello M., Zonta C. Allenatori: Orti S., Secchi F., Facchini F. Dirigenti: Zonta N., Belli S., Vergili M., Lavorenti A., Ciaponi R.

Serie B2: la Ghizzani centra la vittoria da tre punti contro Cecina

Ghizzani Carrozzeria I´Giglio - Baia Marinaio Volley Cecina: 3-1 (26-24, 15-25, 25-18, 25-18)
Ghizzani Carrozzeria I´Giglio: Dovichi, Conticelli, Puccioni, Bellini, Lari, Focosi, Farieri (L), subentrate: Talluri, Vanni, Maltagliati,ne: Lari G., Scardigli, all. Sassi S., vice all. Dei D.
Baia Marinaio Cecina: Moda, Carlozzi, Paperelli, Silvestri, Cavallini, Casini, Giannetti (L1), subentrate: Grassi, Orzenini, ne: Incagli, Antonelli, Landi, All. Poggetti L.,
Arbitri: Tizzanini Ivan (LU) - Spitaletta Daniele (PT)
Seconda gara consecutiva in casa per la Pallavolo I´Giglio, dopo Imola arriva Cecina. Ma soprattutto arriva la vittoria da tre punti. Primo set sofferto e lottato, secondo invece dominato dalle ospiti. Non finisce qui però perchè la Ghizzani si rimbocca le maniche e chiude due set sul 25-18 stando attenta in difesa e chiudendo con attacchi pesanti le azioni più lunghe. Dopo una buona partenza, con un ritmo davvero alto (Ghizzani avanti 8-5 e 10-5), la squadra di casa inanella errori e lascia campo alle avversarie per la rimonta (14-13). Al secondo time out tecnico la Ghizzani ha la testa avanti, seppur di poco (16-15). La squadra di Mister Sassi prova a spingere e va sul + 3 (19-16), ma Cecina è lì e non molla la presa (20-19) fino ad arrivare alla parità 20-20. L´attacco di Irene Bellini segna il 22-20 e costringe Cecina al time out. Ancora parità: 23-23, e poi set point per Cecina. Le nostre ribaltano però la situazione e vincono il primo set per 26-24. Parte bene Cecina nel secondo set (3-1). Al primo tempo tecnico le ragazzi di Luca Poggetti sono ancora avanti 8-5. La Ghizzani fa fatica ed è costretta ad inseguire (16-10). Mettere la palla a terra sembra diventare impossibile, la ricezione traballa e Cecina allunga indisturbata (19-10). Sul finale la Pallavolo I´Giglio sistema qualcosa, ma non basta. Il set è del Cecina. La Ghizzani inizia col piede giusto il terzo parziale, andando arrivando con l´ace di Bellini sul 6-2. Con un parziale di 3-1 Cecina si riporta sotto (7-5). Grazie ad un paio di errori delle avversarie la Ghizzani allunga 10-6 e 13-8. Al secondo tempo tecnico I´ Giglio è avanti 16-12, poi ancora due punti consecutivi ed è 18-12. Cecina è comunque sempre in agguato, la Ghizzani stringe i denti e con l´attacco di Emirene Puccioni segna il 23-17. L´attacco di Irene Bellini è il set point, la fast di Chiara invece vale la chiusura del set. Quarto set: parte meglio Cecina (6-3), poi sul servizio di Chiara Larai la Ghizzani accorcia le distanze (5-6), ma due errori consecutivi fanno arrivare al time out tecnico con Cecina in vantaggio 8-5. Cecina forza in battuta e val sul 10-6. Il muro di Monica Conticelli riporta le nostre al -1 (9-10). Cecina però riparte e torna sul +3 (13-16 al time out tecnico). Ancora una volta le biancorosse arrivano al -1 (con un attacco di Cristina Dovichi). Sempre Cristina, ma con il muro fa segnare la parità, mentre un errore dal centro avversario è il primo vantaggio nel set per le castellane (18-17). La squadra di mister Sassi non si ferma, sfrutta il buon momento, e va sul 21-18. Il 22-18 è tutto di capitan Maltagliati, che torna a far punti dopo l´operazione alla spalla. Pipe di Cristina Dovichi e l´approdo per la vittoria è vicino. Il muro (no dei tanti di stasera) chiude il set e l´incontro.
Prossimo appuntamento domenica 6 novembre alle 18:00 a Ponderera contro l´Ambra Cavallini.
Tabellino
Dovichi: 22 Bellini: 10 Lari: 10 Puccioni: 9 Focosi:6 Conticelli: 5 Maltagliati: 1
Addette all´asciugatura del campo: Giorgia, Alice, Anita, Ginevra e Giorgia della Polisportiva Montaione 95.

Fonte: Ufficio Stampa Pallavolo I´Giglio

Serata da dimenticare per l'AP Certaldo

LIBERI E FORTI 1914- A.P. PALL. CERTALDO 3-1 (25/19 25/19 19/25 25/23)
Il titolo di questo articolo rappresenta quello fatto vedere dalla nostra serie C a Firenze contro Liberi e Forti. Non è assolutamente concepibile che a distanza di otto giorni dove avevamo visto le nostre ragazze concentrate, lottare su ogni pallone sbagliando pochissimo contro l´Astra,stasera al contrario hanno mostrato solo errori, poca testa in campo e non voglio aggiungere altro. Sempre fuori per infortunio Samantha Ricci, stasera altra assenza importante per motivi di lavoro la centrale Martina Nencioni, l´allenatore Cervigni ha ridisegnato la formazione. Assenze a parte, si riesce male a capire come nel primo set, sul punteggio a nostro favore per 18-13 si possa aver perso per 19-25 dove su tredici punti a disposizione ne abbiamo fatto solo uno. Certamente va dato merito anche alle avversarie. Penso però ,conoscendo bene le nostre ragazze, che questa partita l´abbiamo più persa noi che vinta dalle avversarie. Come dice sempre un nostro allenatore: è meglio lasciare le gambe a casa ma venire in palestra con la testa, e non il contrario. Stasera è andata proprio così. Che avevamo lasciato a casa la testa lo dimostra il fatto che per ben due volte ravvicinate abbiamo dovuto chiedere la formazione perchè non sapevamo chi era in battuta. Nei momenti favorevoli di vantaggio poi, abbiamo sbagliato tutto o quasi. Invece di amministrare il vantaggio sbagliando poco,abbiamo forzato palle impossibili, fatto pallonetti con muro a uno invece di forzare,giocando un po´ al contrario. Il muro poi è stato inesistente e quelle poche volte che abbiamo intercettato la palla, essendo con le mani a muro nel nostro campo senza invadere, il pallone ci è ricaduto puntualmente sui piedi. Questo potrebbe essere buono spunto di allenamento per i prossimi giorni, visto che sabato viene a farci visita il Fucecchio (già incontrato nel torneo Assigenia) che guida il campionato con none punti, avendo fatto tre vittorie su tre. Come già accennato, il primo set sempre avanto noi di 4/5 punti fino al 18-13. Spento la luce e Liberi e Forti riesce per 25-19 a vincere questo set. Nel secondo dopo un breve periodo di parità, le avversarie allungano 18-13 21-17 chiudendo anche questo set per 25-19. Certaldo già all´inferno riesce nel terzo set a riemergere facendo cose semplici e cercando di non sbagliare. Dopo il 10-10 Certaldo allunga 17-14 21-18 e riesce a chiudere 25-19. Nel quarto Liberi e Forti cede ancora terreno alla nostra squadra che in vantaggio10-5 vede avvicinare le avversarie 14-11. Caliamo ancora il sipario. Liberi e Forti riprende possesso del rettangolo di gioco. Noi oltre a guardare, diamo loro anche una mano commettendo errori banali. Dopo un bel finale in parità 22-22 23-23, la zampata finale è del Liberi e Forti che chiude 25-23 questo quarto set ed incontro. Da lunedì in palestra. Occorre un lavoro fatto in maniera seria , lavorando sugli errori commessi stasera , cercando di comunicare di più per aiutarci, cosa essenziale per essere una buona squadra.
Liberi e Forti 1914: Collini V.,Santucci,Collini S.,Macchi, Rustichini, Martino, Morozzi, Fiesoli, Merlini, Rubertelli. Mannini (L)-Allen. Becucci
A.P. Pallavolo Certaldo: Dainelli, Pini, Marzi, Biagini, cavicchioli, Montagni D., Lazzeri, Montagni B., Banti, Paoli, Ricci, Ceccherini (L1), Cornacchia (L2)- Allen. Cervigni
Arbitro: Ferro Ciro di Firenze

Le ragazze della B2 vincono con Bologna 3-0

Dream Volley Group - Idea Volley Bologna 3 - 0 (25-19 25-20 25-19)
DVG: Messina, Innocenti, Cavallo, Ciampalini, Loni, Di Pede, Pace, Maccanti, Landolfo, Sciabordi, Garcea. Libero: Battellino. All. Grassini, Superchi.
Idea Volley: Bagnoli, Bombardi, Tamagnoni, Caboni, Malenotti, Di Stefano, Lopez, Conte, Cavina, Sarego, Miola, Aloisi. Liber: Mazzini. All. Tedino, Boschi.
Torna al successo il Dream Volley Group che nella gara casalinga contro l´Idea Volley Bologna gioca decisamente meglio rispetto alla trasferta di Piombino della scorsa settimana ed incamera i tre punti. Passi in avanti da parte di tutta la squadra apparsa più concentrata e precisa in tutti i fondamentali, anche se in alcuni frangenti è necessario imporre di più il proprio gioco per evitare che le avversarie possano rientrare in partita. La squadra in tutti e tre i set è sempre stata in vantaggio fin dall´inizio ed è riuscita a controllare il ritorno delle bolognesi che nei finali di set accusavano il gioco delle giallo-blu molto incisive al servizio, che finiva per limitare il gioco in attacco dell ospiti. Bene tutte le atlete scese in campo con una ritrovata Sciabordi importante il suo apporto, che deve incrementare, in diverse occasioni unitamente all´ esperienza di capitan Di Pede. Da registrare, inoltre, anche l´esordio di un altra giovane, dopo Federica Messina, è infatti scesa in campo anche Judy Ciampalini anche lei classe 2001 a dimostrazione dell´ importante, quanto proficuo lavoro svolto dai tecnici del settore giovanile del Dream Volley. Nella prossima gara, in trasferta a Empoli sabato prossimo, dove le ragazze di Grassini dovranno continuare il percorso intrapreso migliorando ulteriormente l´adattamento alla campionato di serie B.

D Maschile Dream Volley, solo un punto contro Massa

DREAM VOLLEY GROUP - VOLLEY MARINA DI MASSA 2-3
16-25 25-16 21-25 25-19 10-15
La prima partita di campionato della squadra di serie D maschile, composta quasi completamente dai ragazzi dell´Under 20, non rende giustizia alle potenzialità di questo gruppo di ragazzi, cresciuto con Alessandro Lazzeroni e da due anni allenato da Massimiliano Piccinetti, capitano della serie B. L´indisposizione del play e capitano Luca Morelli, che viene dall´esperienza in C dello scorso campionato, crea un po´ di difficoltà nel gioco. Il giovanissimo Finisini, new entry in casa Dream e quindi non ancora bene affiatato con i compagni, mette tutto il suo impegno, così come tutti gli altri atleti. Si sono viste belle azioni, ma la squadra sicuramente può fare molto di più. Formazione: Morelli, Pasquini, Codiglione, Bonetti, Bellandi, Balducci, Scavone, Cheli, Rizzo, Golino, Gemignani, Della Bartola, Finisini, Allenatore Massimiliano Piccinetti, Dirigente Loris Bonetti

Serie C Maschile – Finalmente la prima vittoria!

Dopo due turni a vuoto nelle prime due giornate di campionato la Pol. Remo Masi ha dovuto affrontare la caldissima ed estenuante trasferta a Foiano della Chiana. La subdola complicità tra infortuni, impegni concomitanti già programmati e assenze non giustificabili e non giustificate ha ridotto all’osso la compagine rufinese, che si è presentata all’appuntamento con nove atleti all’attivo, di cui uno a mezzo servizio. Ciononostante la voglia di riscatto e la consapevolezza dell’importanza di ottenere un risultato positivo e netto in una gara dal sapore di spartiacque hanno fornito ai giovani rufinesi la forza e l’entusiasmo per affrontare con il giusto spirito la gara. Nel primo set il Mister Mauro Montagni è stato costretto ad inserire una formazione rimaneggiata, con alcuni fuoriruolo necessari sopperire alle mancanze di una rosa piangente. Al solito la partenza non è delle migliori, ma in men che non si dica la Pol. Remo Masi ha invertito il senso di marcia ed è riuscita a conquistare con relativa facilità il primo parziale, vinto 18-25. Nella seconda frazione formazione confermata per la Pol. Remo Masi che ancora una volta è partita col freno a mano tirano ed è stata quindi costretta ad inseguire nuovamente gli avversari. Per fortuna gli avversari, dopo un impetuoso inizio di set, hanno ridimensionato le proprie ambizioni e nel corso del set hanno visto scivolare via la squadra ospite che alla fine ha vinto il secondo parziale 20-25. Non contenti di aver sfidato la sorte per due volte, i giovani rufinesi sono arrivati all’impudenza di concedere per la terza volta un cospicuo vantaggio agli avversari in inizio set. Dopo un’ubriacante tira e molla tra le due squadre i padroni di casa sembravano navigare verso la vittoria del terzo parziale; per fortuna, sul 20-15 a favore di Foiano, i nostri atleti hanno riacciuffato gli avversari e con un colpo di coda insperato, dovuto soprattutto all’efficacia a muro e in contrattacco, hanno conquistato il terzo parziale per 25-22. Alla terza giornata è quindi arrivata la prima vittoria per la Pol. Remo Masi che così è riuscita a smuovere la classifica e risollevare il morale. Il gioco non è ancora emozionante ma almeno questa volta è stato efficace. La prossima settimana i nostri atleti affronteranno tra le mura amiche Monnalisa Savinese, nella speranza di concatenare un secondo risultato positivo e soprattutto di migliorare ancora nel gioco e nella gestione mentale della gare, perchè noi crediamo che non sia già tutto qui. Appuntamento quindi a domenica prossima alle ore 18:00 per la sfida contro Monnalisa Savinese!

Esordio difficile per i ragazzi della prima squadra

As Pallavolo Rosignano - Energi impianti 1-3
Partenza difficile per la neopromossa Rosignano nel campionato di serie D maschile. Opposta alla esperta formazione di Chiesina Uzzanese la squadra di mister Sturiale ha pagato il noviziato e l'inesperienza di molti dei suoi giocatori. La rosa è stata ringiovanita rispetto a quella che ha dominato il campionato lo scorso anno ,con l'innesto dei giovanissimi Porcu, Lombardi e Benci, oltre a Cerretini, elemento forte fisicamente ma senza esperienza. Persi i primi 2 set nettamente il Rosignano ha avuto una buona reazione, coincisa col rientro in campo del centrale Giorgi e ,vinto il 3o set ,ha lottato fino all'ultimo nella quarta frazione, persa sul filo di lana. Sconfitta che brucia soprattutto per gli errori diretti in attacco dei biancocelesti, ben 28, solo in parte giustificabili da alzate difficili. Percentuali da migliorare se si vuole raggiungere la salvezza. Questa la formazione schierata in campo dall'allenatore Francesco Sturiale: Benci, Buselli E., Buselli J., Carugi, Cerretini, Gavarini, Giorgi, Giuntini, Laorenza , Lombardi, Marianucci, Porcu.

Serie C, Volley Prato passa anche a Calci

PEIMAR ENTOMOX VBC CALCI – VOLLEY PRATO 2-3
Peimar Entomox VBC Calci: Guemart, Stagnari, Viacava, Bruni, Fascetti, Del Francia, Baronti, Di Nasso, Bertolini, Scali, Montagnani, Verbeni. All. Bani.
Volley Prato: Corti Gioele, Innocenti, Bandinelli, Pilucchini, Corti Giona, Catalano, Vannini, Spagnesi, Pecini, Anzilotti, Scaduto, Marchi, Alpini. All. Novelli.
Arbitro: Torriani.
Parziali: 18-25; 25-17; 23-25; 25-15; 13-15.
Un grande Prato passa a Calci e rimane imbattuto in campionato. Gara bellissima tra due squadra in forma e convinte dei propri mezzi. Calci ha dimostrato di essere una delle migliori realtà del torneo ed anche per questo la vittoria di Prato assume ancora maggior valore. Una vittoria di carattere ma soprattutto di qualità. Qualità nei giocatori in campo ma anche in una panchina profonda e che regala a Novelli sempre una soluzione. 1° set: Prato con Giona Corti in regia, Catalano opposto, Pecini e Pilucchini al centro, Bandinelli e Spagnesi di banda e Anzilotti e Innocenti liberi. Primo set che iniziava sui binari dell’equilibrio (12-12) dopo un primo tentativo di sprint pratese (1-5). Partita gradevole tra due squadre in forma. Catalano al pallonetto portava i suoi avanti (13-14) ma il break importante arrivava successivamente con la squadra di Novelli che murava ed attaccava con efficacia e lasciava Calci a 18. 2° set: nel secondo parziale era invece la squadra di casa a partire meglio (7-3). Prato troppo fallosa al servizio. VBC invece molto presente e lucida ed a strappare sul 17-11. Novelli provava a gettare nella mischia Vannini ma il set non cambiava direzione e Calci chiudeva a 17. 3° set: nel terzo parziale Prato che saliva subito sull’1-4. Un minimo vantaggio che la squadra di Novelli capitalizzava fino a metà set (5-8 e 12-16). Fino a quando Calci di grinta rientrava e agganciava Prato sul 18-18. Il finale, però, era tutto di marca pratese con la squadra di Novelli che dava spettacolo, ricamava ottime trame di gioco e si riportava avanti sul 19-23. Intanto rosso a Guemart, regfista di casa, per un reiterata protesta dopo che l’arbitro gli aveva fischiato una doppia. Chiusura pratese a 23. 4° set: nel quarto Prato partiva ancora forte (6-10) ma Calci cresceva di intensità e soprattutto al servizio diventava molto incisivo costringendo Prato a ricostruzioni complesse. Padroni di casa che salivano sul 16-14. Viacava al servizio era devastante, Prato era stanca ed i padroni di casa chiudevano senza problemi. 5° set: tie break equilibrato fino al 6-5. Viacava al servizio faceva ancora la differenza con due ace (8-5) ed un pallone insidioso per il 9-5 dopo il cambio campo. Anche Prato, però, ha il suo bombardiere ed era infatti Catalano a guidare la riscossa dei ragazzi di Novelli. Due ace ed un attacco vincente dell’opposto pratese e squadre sul 10-10. Sorpasso pratese sul 10-11, Calci a riportarsi in parità sul 13-13 e sprint finale ospite per il 13-15 anche con un pizzico di fortuna su un servizio di Pilucchini aiutato dal nastro.

Un 2/3 di buone prospettive

Nottolini Lucca / Marino Costruzioni Riotorto 2/3 ( 20/25 - 22/25 - 25/23 - 25/20 - 13/15 )
Prima vittoria esterna voluta e conquistata con cuore e tecnica.
Formazioni:
Nottolini: Belli, Bonasera, Bresconi, Chenconi, Coselli, Renieri, De Cicco, Deona, Roni, Simoncini, Baroncelli. 1° Libero Miccoli, 2° libero Gradi. Allenatore Becheroni
Riotorto: Lottini, Battain 22, Vallini 18, Biondi, Taddei 10, Ciani 3, Babatunde, Fabbri 8, Speranza, Poli 9. 1° Libero Ricoveri, 2° libero Bastieri. Allenatore Emma Zanolla, 2° Alessandra Ferrari.
Arbitri: D´Alù Giuseppe di Bologna e Rubini Leana di Bologna.
Bella affermazione da parte di Battain e compagne ottenuta su un campo difficile, dove pensare di conquistare tre punti pieni era all´inizio utopia. le due squadre si sono equivalse sul piano del gioco e della voglia di vincere lottando su ogni palla ma dopo essere stati in vantaggio di due set nasce naturale domandarsi se sono stati conquistati due punti o se ne è stato perso uno. giocare in una palestra trasformata a tratti in una discoteca da quanto assordante er il volume della musica e con un pubblico che mai ha smesso di incitare con ogni mezzo disponibile le proprie atlete e portare a casa due punti pesanti per la classifica non era facile, quindi va a tutta la squadra il plauso per averci regalato la prima vittoria esterna. Zanolla presenta la la formazione che ha sconfitto il Pisa la scorsa settimana, Ciani in regia con Fabbri in diagonale. Poli e Taddei la coppia centrale. Vallini e Battain attaccanti con Ricoveri libero. Durante la gara Babatunde e Speranza hanno preso il posto di Poli e Fabbri. Primo set con le squadre che procedono punto su punto, 3/3 , 6/6 , al primo time out le ospiti avanti 8 a 7 poi 9 a 9, 11 pari e 12/13 per le giallorosse che allungano 14 a 16 al secondo time out. Al rientro in campo Vallini e compagne grazie ad alcuni attacchi vincenti fanno un piccolo ma decisivo strappo 14/19 ancora un filotto di tre punti allarga il divario dal 15 a 23 poi gestiscono il vantaggio e chiudono il set con autorità Ottima prova in difesa e ricezione con gli attaccanti chiamati molto spesso da Ciani agli straordinari. Archiviato il primo set ci si tuffa nel secondo con la stessa formazione. Il cammino è similare al primo set con le giallorosse che dopo una parte iniziale in sordina riescono a recupoerare e da 6/2 a favore delle padrone di casa vanno al 7/8 a loro favore e da allora comandano sia nel punteggio che nel gioco. In questo set Speranza rileva Fabbri Anche questo set va in archivio con il primo punto conquistato in trasferta. L´inizio della terza frazione sembra la fotocopia del secondo set di Quarrata, le padrone di casa che dominano e le giallorosse non riescono a reagire, 8 a 2, 11 a 4, 15 a 5 i parziali di questa prima parte del set. Sul 15/6 Babatunde prende il posto di Poli e saranno proprio alcuni servizi di Babatunde a far credere in una rimonta possibile che dal 19 a 12 porta Taddei e socie prima al 19 a 17 e poi al 20 pari. Anche in questo set Speranza rileva Fabbri sul 20 a 22 per dare più sicurezza in ricezione e difesa. Le ragazze di Becheroni però riescono a reagire e a sfruttare la spinta del pubblico per chiudere il set a loro favore. A questo punto le padrone di casa ci credono e partono ancora avanti nel quarto set, 8/2 e 9/5. La solita rimonta giallorossa, che porta le due squadre sul 11/10, questa volta non si concretizza appieno e le padrone di casa comandano sempre nel punteggio che chiudono 25 a 20 approfittando di alcune incertezze in fase di impostazione della squadra ospite. Scampato il pericolo per una sconfitta senza punti, scuote le ragazze di Becheroni che cercano di fare loro la gara. Ma la mancata vittoria da tre punti non demoralizza Vallini e compagne, che dopo un avvio in sordina 6/3 per le padrone di casa si portano in breve avanti 7/8 e 9/11, vantaggio che non mollano mai fino alla chiusura del set 13 a 15. Un errore delle padrone di casa sull´ennesimo attacco ospite mette la parola fine ad una prestazione positiva dal punto di vista della determinazione e del cuore. messo in campo. Ottima la prova in ricezione e in fase difensiva con Ricoveri sempre più leader della difesa e con Battain e Vallini imprendibili in attacco dove dimostrano sempre più qualità e potenza.

Fonte: Ufficio stampa Società - www.pallavoloriotorto.net

Campionato interprovinciale 1° divisione Nottolini - Chiesina 1 - 3

La maggior esperienza delle nostre avversarie ha giocato un ruolo fondamentale in questa sconfitta che ha messo le nostre giovani atlete difronte a giocatrici con un buon passato pallavolisti.La partita era iniziata nella maniera giusta con la vittoria del 1° set, poi una serie di errori gratuiti e l´abilita´ delle nostre avversarie nell´imporre il loro gioco ,ci hanno costretto a subire senza riuscire piu´ a prendere in mano le redini della situazione ,dovendo poi cedere in tre combattuti set.Il giusto commento alla gara per quanto ci riguarda, si potrebbe riassumere in poche parole quali "acquisire una sempre maggior capacita´ di giocare e gestire le situazioni"

Fonte: Addetto Stampa - www.nottolini.it

Rinascita - Astra 2-3

Partita strana quella di sabato sera al PalaEverlast di Coverciano tra le padrone di casa della Rinascita e le nostre ragazze. Prima di tutto delle 14 ragazze che componevano i sestetti in campo ce ne erano 11 con un passato o presente nell´EuroRipoli...poi giochiamo contro Frascesca Vanni Coach artefice della cavalcata del Bisonte in A1. Il resto lo offrono le ragazze sul campo.... Nel primo set dopo una partenza punto a punto la Rinascita allunga fino al 16-11.. le nostre ragazze mostrano strani e preoccupanti segni di instabilità mentre gli avversari fanno della regolarità il loro punto di forza.; il set finisce 25-18 Nel secondo set regna un maggiore equilibrio ; da parte nostra riusciamo ad ottimizzare le nostre ricezioni ( sempre sotto pressione) con il gioco alcentro .. staimo sempre in vantaggio fino a vincere 25-22 Ci aspettevamo una partenza di slancio nel terzo parzialema un meno di 5 minuti ci ritroviamo sotto 8-1 frutto di una serie di battute avversarie .. riusciamo a reagire fino a portarci sul 16-15 ma due leggerezze consentono all´avversario di allungare di nuovo e chiudere di nuovo il parziale sul 25-19. Poteva essere l´inizio della fine... ma questa volta la partenza di slancio la facciamo noi e ci portiamo avanti con un ampio vantaggio e chiudiamo 12-25. Quinto e decisvo set ... siamo ottimisti l´avversario sembra calare di intensità agevolando il nostro lavoro di muro-difesa...partiamo bene ci riprendono sul 8-7 ma una serie di battute di Diletta crea un solco che ci consente di controllare i nostri avversari e chiudere. Positiva la reazione ai due set persi ... preoccupanti alcune chiamiamole "disattenzioni" per non essere volgari... personalmente credo che cominciamo a vedere il lovoro che abbiamo iniziato a svolgere su alcuni fondamentali e che pian piano darà i sui frutti in modo più stabile. Usciamo da un campo difficile con due punti e con la convinzione che siamo sulla strada giusta.... vediamo sabato prossimo contro arezzo.
Tabellino Rinascita Bernini 0, Mangini 10, Caroti 19, Prosperi 18, Pieraccini 9, Calamai 12
Tabellino Astra Lanni 0, Vaggeli 12, Starnotti 8, Taddei 0, Mancini 18, Palagi 0, Zerini 18, Pecci 5, Scialpi 0, Tuccio , Filippini 12, Palmieri 1, Giorgetti Ne

Serie D, Bellaria vince ancora

Foto Michele Ferretti - www.pallavolopontedera.it
GS BELLARIA VOLLEY VS PALLAVOLO OSPEDALIERI PISA 3-0 25/21 31/29 25/17
Bella vittoria casalinga della Bellaria volley serie D, che batte la formazione Pisana Pallavolo Ospedalieri per 3 a 0. Partita ad alto tenore agonistico delle due formazioni, in cui le bellarine riescono ad esprimere un buon gioco dimostrando di essere più determinate e riuscendo a portare a casa 3 punti importanti con cui raggiungono la quarta posizione in classifica. Primo set: partenza punto a punto delle due squadre fino a metà set; dopo Lucarelli & C. non lasciano scampo alle avversarie, che restano ferme a 21. Secondo set interminabile; buona la partenza delle verdi/blu, che riescono ad arrivare sul punteggio di 15/11 in proprio favore. Ma un calo di concentrazione e qualche errore di troppo accendono il fuoco delle avversarie, che lottano su tutti i palloni. Le Pontederesi però non sono da meno; non mollano e, dopo una lunga serie di scambi al cardiopalma, chiudono il set a proprio favore per 31 a 29. Nel terzo set la squadra di Lapiccirella e Ceccarini è ormai proiettata verso la conquista dei tre punti e alle Pisane non resta che arrendersi, dopo una certa resistenza iniziale, sul punteggio finale di 25/17. Prestazione più concreta; la strada è quella giusta, ma possiamo e dobbiamo ancora crescere.

Campionato Nazionale B2 Nottolini - Riotorto 2 - 3

Una partita dai due volti, i primi due sets a vantaggio delle nostre avversarie, poi tutto in equilibrio ed e´ necessario il 5° e decisivo set che decreta la vittoria delle nostre avversarie.La gara e´ stata bella e le nostre ragazze hanno dato prova di non arrendersi mai e saper rinascere attraverso una prova grintosa e di grande spessore che ha iniziato a mostrare il vero volto di quella che speriamo sia la squadra del domani.Il punto conquistato e´ una iniezione di fiducia e di consapevolezza che la strada e´ giusta e il progetto Nottolini pur essendo solo al primo atto può´ decollare e regalarci buone soddisfazioni.La squadra, che ha bisogno ancora di registrare molte cose, ha avuto una impennata di orgoglio e la voglia di dimostrare che con il lavoro tutto e´ possibile e nessun avversario va considerato imbattibile.Un punto d´oro che dobbiamo saper capitalizzare e utilizzare per affrontare una settimana di lavoro intenso mirato a raggiungere automatismi e sinergie sempre piu´ precise.

Fonte: Addetto Stampa - www.nottolini.it

Videomusic-FGL vince il derby con San Michele

E´ arrivata la prima vittoria stagionale per la VIDEOMUSIC-FGL Castelfranco, e meglio non poteva essere se non con un derby dove la squadra di Menicucci e Ficini ha messo in campo una una squadra molto motivata e determinata a dimostrare la forza del gruppo, riuscendo così a concludere l´incontro con il CS SAN MICHELE Firenze in poco meno di due ore con il risultato di 3-1 con i parziali 25-20 21-25 25-16 25-10. Le squadre in campo:
CS SAN MICHELE: Ristori 12, Brandini 8, Bridi, Colzi 2, Sacconi 8, Martini 1, Puccinelli 7, Ermani, Bianciardi, Rossi, Venturi (L1), n.e.: Romanelli (L2), Testi. All. Della Balda e Romanelli.
VIDEOMUSIC-FGL: Puccini 10, Mutti 8, Caverni 20, De Bellis 15, Andreotti 10, Lippi 1, Tamburini (L), Santerini, n.e.:Pecene, Martone, Mannucci. All. Menicucci e Ficini.
La VIDEOMUSIC-FGL Castelfranco dopo una settimana d´ intensi allenamenti è scesa in campo ancora più determinata. Seppure non era ancora riuscita a vincere ha dimostrato di essere a poco dal successo, per cui il gruppo era ben determinato, carico per giocarsi un derby, ma con l´incognita di come sarebbe andata a finire. Alla fine Caverni e compagne sono riuscite a dimostrare le proprie potenzialità muovendosi in sintonia sono riuscite a mettere in difficoltà le avversarie che non sono riuscite dopo i primi due set a rientrare in partita. L´alzatrice Lippi, rientrata nel suo vecchio campo gara da avversaria non si è fatta intimorire, è riuscita a farsi valere come è suo solito fare, realizzando anche un punto in attacco, smistando bene il gioco con le centrali Andreotti e Mutti, sempre pronte a mettere in difficoltà le avversarie realizzando ben 18 punti: 8 e 4 in attacco, 2 e 2 a muro e 2 al servizio con Mutti. In battuta anche Puccini ha realizzato un ace e 9 punti in attacco. Sempre pronta ad attaccare De Bellis, riuscendo molte volte a mettere in difficoltà le avversarie realizzando ben 13 punti in attacco e 2 a muro. Capitan Caverni, tamburo battente della squadra, ha piegato le avversarie con un ace e 19 punti in attacco. La squadra avversarie subito dal primo set ha cercato di recuperare la situazione con quattro cambi, ma non è valso a cambiare il risultato. Nel secondo set cambia squadra ma non entra subito a regime, sotto 1-5 sostituisce un´altra atleta e riesce a poco a poco a rientrare e chiudere il set. Per i rimanenti set non ci sono avversarie in grado di tenere la squadra di Menicucci che si porta a casa una meritata vittoria.

Campionato Regionale serie D Nottolini - Barga 3 - 0

Come prima cosa tutta la societa´ Nottolini desidera augurare una pronta guarigione a Elisa Nobili giocatrice del Volley Barga che ha subito un grave infortunio durante la gara, infortunio di cui ancora non conosciamo l´esatta entità´.La partita che ci ha visto prevalere al 5° set e´ stata una gara intensa, difficile e sempre in bilico in cui le squadre in campo hanno dato il massimo per prevalere ed e´ stata decisa soltanto da alcuni episodi a noi favorevoli.Questi due punti hanno una grande importanza in quanto ci fanno salire a quota 8 e ci permettono di guardare con fiducia alle prossime gare che le nostre ragazze dovranno sostenere e che presenteranno insidie a non finire.

Fonte: Addetto stampa - www.nottolini.it

La Emma Villas Siena vince il derby contro i pisani di Santa Croce

La Emma Villas Siena vince il derby contro la formazione pisana di Santa Croce con un secco ed eloquente 3-0. Ottima prestazione della compagine di coach Paolo Tofoli che in attacco, in ricezione e anche a muro fornisce una grande prova. Lucidità, attenzione e determinazione sono qualità messe in mostra dai biancoblu, che con questo successo rimangono in testa alla classifica a punteggio pieno. Nel sestetto titolare senese non ci sono novità: Fabroni in regia, Padura Diaz opposto, Vedovotto e Russomanno schiacciatori, Patriarca e Spadavecchia centrali. Santa Croce risponde con Bertassoni palleggiatore, Tamburo opposto, De Leon e Bonetti schiacciatori, Benaglia centrale e Bonami libero. Inizia la gara ed il match è equilibrato. Da parte senese Vedovotto e Spadavecchia cominciano bene ma giocano sin dall’inizio con profitto anche De Leon e Tamburo. Si vedono molti errori al servizio, soprattutto da parte della Kemas Lamipel. Siena però in attacco al momento fatica, anche se con una veloce Fabroni-Patriarca la Emma Villas mostra sprazzi buon gioco. Il cubano Padura Diaz ancora non è riuscito ad entrare nel match: quando Santa Croce lo mura arriva il +3 dei locali: 12-9. Ma ecco che qualcosa cambia. Fabroni di seconda sorprende la difesa dei lupi e poi mette in difficoltà la squadra di casa anche con il suo servizio. Vedovotto stampa una schiacciata che porta tutto in parità: 15-15, e coach Bertini chiama il time out. Russomanno trova l’incrocio delle righe al servizio ed è vantaggio Siena: 15-16. Padura Diaz mura Bonetti per il +2 biancoblu: 16-18. Anche Patriarca si fa valere e il suo muro porta il risultato sul 16-19. Prosegue il parziale positivo per Siena, ancora con Vedovotto protagonista. Di nuovo Patriarca che scarica a terra: 17-21. Lo stesso Patriarca sbaglia però poco dopo il servizio, il set si decide nel finale. Tofoli inserisce Sergio Noda Blanco, che va a segno e dà la palla set a Siena. Tofoli butta dentro anche Menicali. De Leon sbaglia la battuta: 23-25. Il primo set si chiude con 5 punti di Vedovotto e 3 di Padura Diaz, mentre per Santa Croce sono 6 i punti di De Leon e 5 quelli di Tamburo. Siena prova a scappare via anche in avvio di secondo set. Bene Vedovotto e Russomanno, ma è con il servizio di Fabroni che la Emma Villas tenta l’allungo. Un paio di errori dei locali e un muro di Spadavecchia danno il +4 a Siena: 4-8. Ancora bene Spadavecchia, che segna un ace, ma Tamburo risponde anche con un pizzico di fortuna in mezzo al muro senese. La gara è calda e le due formazioni si rispondono punto su punto: Tamburo è ancora “on fire” e Bertassoni lo cerca assai spesso, uno degli ex di giornata segna anche un ace pesante. Un muro di Vedovotto spinge Siena ancora più avanti: 16-19, ed è ancora il numero 4 biancoblu a trovare la via del punto: 16-20. Sulla schiacciata vincente di Padura Diaz, che vale il 17-21, coach Bertini chiama time out. Lungolinea dell’opposto cubano: ed è 19-23. Russomanno chiude il secondo set: 21-25. Nel secondo parziale 5 punti di Padura Diaz, 5 anche di Russomanno, 4 di Vedovotto. Siena mantiene uno standard alto di gioco. Padura Diaz martella al servizio. Vedovotto realizza e Patriarca si fa trovare pronto a muro. Ancora Padura Diaz e Patriarca ottimi: il cubano al servizio ora è devastante per la difesa di Santa Croce, il centrale stampa un altro muro. E così Siena è avanti 1-6. Bertini manda in campo Del Campo e Colli, con quest’ultimo che sbaglia il servizio, subito imitato da Vedovotto. Fabroni piazza il suo classico muro, il punteggio ora è sul 4-9. Vedovotto e De Leon sembrano sfidarsi: va a punto l’uno e dopo un istante va a punto l’altro. Ma Guimaraes fallisce il servizio, spedendo la palla sulla rete. Colli e Benaglia sbagliano le schiacciate, Siena cerca l’allungo decisivo: 8-13. Del Campo non entra in gara e spara ancora molto distante dalle righe. De Leon prova a dare respiro ai suoi, però Padura è concentratissimo: mani del muro e fuori per l’11-16. Si ripete con la stessa moneta pochi istanti dopo. Russomanno trova uno dei suoi classici lungolinea. Quando De Leon sbaglia il servizio sembra ormai fatta per Siena: 13-21. Vedovotto chiude un punto lunghissimo. Patriarca mette il sigillo con un grande muro: 15-23. Russomanno colpisce. Del Campo fallisce il servizio e si chiude il terzo set: 17-25. E’ tre a zero per la Emma Villas Siena.
Kemas Lamipel Santa Croce – Emma Villas Siena 0-3 (23-25; 21-25; 17-25)
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Da Prato, Elia, Bonami, De Leon 10, Bertassoni, Ciulli, Colli 3, Mazzone 5, Del Campo 4, Tamburo 9, Taliani, Bonetti 10, Benaglia 2. Coach: Bertini.
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 2, Noda Blanco 1, Vedovotto 12, Gradi, Padura Diaz 12, Patriarca 8, Russomanno 8, Cannistrà, Spadavecchia 3, Di Tommaso, Cesarini, Battista, Menicali. Coach: Tofoli.
Video Check: chiesto da Santa Croce nel primo set sul 15-16; chiesto da Santa Croce nel secondo set sul 4-6.

domenica 30 ottobre 2016

Prima vittoria stagionale per Il Bisonte, che batte il Club Italia 3-2

CLUB ITALIA CRAI 2
IL BISONTE FIRENZE 3

CLUB ITALIA CRAI: Enweonwu ne, Perinelli 10, Morello ne, Lubian 1, Ferrara (L2), Orro 3, De Bortoli (L1), Mancini 6, Arciprete 1, Melli 13, Botezat 9, Cortella ne, Bulovic ne, Egonu 46. All. Lucchi.
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 31, Brussa 5, Bechis, Bayramova 6, Norgini ne, Enright 12, Bonciani ne, Melandri 13, Parrocchiale (L) 1, Repice ne, Pietrelli, Calloni 13. All. Bracci.
Arbitri: Gasparro – Talento.
Parziali: 21-25, 26-24, 23-25, 25-20, 18-20.
Note – durata set: 25’, 30’, 30’, 28’, 24’; muri punto: Club Italia 9, Il Bisonte 9; ace: Club Italia 5, Il Bisonte 4.
Il Bisonte coglie la sua prima vittoria stagionale al termine di una partita di incredibile lunghezza e sofferenza, e raccoglie due punti davvero molto importanti, che gli permettono di salire a quota tre e di guardare con fiducia al futuro. Nel giorno in cui una immensa Paola Egonu ha realizzato 46 punti battendo lo storico record della A1 stabilito da Sokolova con 42 nel 2009, le bisontine hanno trovato al loro interno le risorse per portare comunque a casa la partita, soprattutto con una grande rimonta nel quinto set: sul 13-10 al tie break sembrava finita, ma qui Firenze è salita in cattedra, trascinato da una Sorokaite che non ha voluto essere da meno della Egonu (31 punti per l’opposto italo-lituano) e che ha firmato tutti i punti decisivi. Marco Bracci parte con Bechis in palleggio, Sorokaite opposto, Enright e Bayramova in banda, Melandri e la rientrante Calloni centrali e Parrocchiale libero. Lucchi risponde con Orro in palleggio, Egonu opposto, Perinelli e Melli schiacciatrici laterali, Botezat e Mancini al centro e De Bortoli libero. Il Bisonte tenta il primo allungo con l’ace di Sorokaite (3-5), poi il muro di Calloni sulla ex Perinelli vale il 4-7: qui il Club Italia comincia a carburare ed Egonu trova il pari (10-10), e poi anche l’ace del primo vantaggio (14-13). Bracci corre ai ripari con un time out, e Firenze ne esce con il controsorpasso firmato Sorokaite (14-15): si va avanti punto a punto, poi quando Botezat sbaglia il primo tempo (18-20) Lucchi chiama tempo, ma le bisontine non sbagliano più nulla e chiudono con un mani out di Enright (21-25). Nel secondo set parte subito fortissimo una scatenata Egonu, che mette tre attacchi e un ace per il 4-1, ma Il Bisonte risponde con Sorokaite, che con una delle sue bombe in battuta pareggia (4-4). Un paio di errori delle padrone di casa regalano il primo allungo (8-11), ma Perinelli impatta nuovamente (12-12): si va avanti punto a punto, poi un muro di Botezat e un ace di Orro permettono al Club Italia di salire 19-17, e Bracci deve chiamare time out. Ancora una volta Il Bisonte reagisce, Sorokaite chiude un punto importante e lunghissimo dopo una super difesa di Parrocchiale su Egonu per il 20-20, poi sul 22-22 entra Brussa al posto di Bechis per alzare il muro ma Perinelli passa (23-22): qui ci pensa Enright a pareggiare, e poi Calloni in un contrasto a muro procura il primo set point, che Egonu, col diciottesimo punto personale, annulla (24-24). Botezat con un muro fissa il 25-24, e alla fine è Melli a chiudere 26-24. Nel terzo set Il Bisonte non si disunisce, e sfruttando anche alcuni errori delle azzurrine sale sul 4-7 con Enright: sul 5-9 entra Lubian per Mancini al centro e Firenze riesce a mantenere il gap nonostante una Egonu devastante (11 punti nel set), grazie anche ai muri di Calloni (14-17). Sul 15-18 entra Brussa per Bayramova, e quando Egonu firma il 17-18 Bracci deve chiamare time out: si gioca punto a punto, l’opposto di casa trova il 21-21, poi Calloni risolve tutto a muro per il 22-23. Ancora il capitano in fast procura il set point (23-24) e poi è Brussa a chiudere dopo una grande difesa di Sorokaite su Egonu (23-25). Nel quarto rimane in campo Brussa, il Club Italia non ha nessuna intenzione di mollare (7-4) e Perinelli la trascina sul + 4 (10-6) con Bracci costretto a chiamare time out. L’emorragia non si ferma e sul 13-7 arriva l’altro time out, che però non serve a cambiare l’inerzia: sul 17-9 entra Bayramova per Enright, poi anche Pietrelli per Brussa e Firenze recupera qualcosa, ma alla fine è Orro di seconda a chiudere 25-20. Al tie break Bracci ripropone Brussa ed Enright in banda, ma Egonu continua la sua rincorsa al record e firma l’allungo del 6-3 col trentanovesimo sigillo: Bracci chiama time out, Sorokaite e Brussa fanno capire che Il Bisonte c’è (6-5), e due muri di fila, uno della stessa Brussa e uno di Melandri, valgono addirittura il sorpasso (8-9). Lucchi chiama time out, e sul 9-9 accade l’imprevedibile: Brussa attacca out ma Bracci chiede il check per il tocco a muro. Il video sembra confermarlo ma gli arbitri sono di avviso diverso e concedono il 10-9 al Club Italia: Il Bisonte accusa il colpo e Egonu supera il record storico della Sokolova realizzando il 13-10 col 43esimo punto. La partita però cambia ancora, e un’immensa Sorokaite pareggia con tre attacchi di fila, prima che l’ace di Melandri regali il primo match point (13-14): le padrone di casa ne annullano addirittura cinque (18-18), ma poi è ancora l’opposto italo-lituano a firmare i due punti che valgono la vittoria (18-20).
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Dobbiamo essere molto felici per questa vittoria: quando il Club Italia gioca con questi picchi e quando ha una Egonu così è difficilissimo batterlo. Se vogliamo trovare un aspetto negativo è che abbiamo battuto in maniera poco incisiva, e questo ha facilitato loro il compito: nei set che abbiamo vinto invece le abbiamo messe in difficoltà in ricezione, e abbiamo anche cambiato assetto con la ricezione a due, e questo ci ha permesso di distribuire meglio il gioco. Faccio i complimenti alle ragazze che ci hanno creduto fino all’ultimo, altrimenti non saremmo riusciti a vincere”.

Il derby va alla Emma Villas, biancorossi battuti

Nella foto di Veronica Gentile: il muro conciario si oppone a Patriarca
KEMAS LAMIPEL: Bertassoni, Tamburo 9, Mazzone 5, Benaglia 2, Guimaraes 10, Bonetti 10, Bonami (L), Colli 3, Taliani, Ciulli, Del Campo 4, Da Prato n.e, Elia n.e. All: Bertini.
EMMA VILLAS: Fabroni 2, Padura Diaz 12, Patriarca 8, Spadavecchia 3, Vedovotto 12, Russomanno 8, Cesarini (L), Noda 1, Menicali, Cannistrà n.e, Gradi n.e, Di Tommaso n.e, Battista n.e. All: Tofoli.
Arbitri: Marotta e Moratti.
Successione set: 23-25; 21-25; 17-25. Spettatori: 640.
Battute sbagliate "Lupi": 16, Aces: 1, Muri: 4.
Battute sbagliate Siena: 13, Aces: 4, Muri: 9.
Il derby toscano va alla Emma Villas Siena che si impone per 3-0 al PalaParenti. La squadra di Tofoli si è dimostrata degna capolista, in grado di poter aspirare alla serie superiore. Al primo grosso esame in trasferta gli uomini del presidente Bisogno hanno risposto presente, seguiti da una nutrita rappresentanza di sostenitori. Tuttavia l´orario inusuale (le 16 del pomeriggio), è stato ancora sfavorevole al club conciario con poco più di 600 spettatori presenti. In effetti il club di casa si aspettava una risposta più cospicua. Ora i "Lupi", dopo due battute d´arresto interne, seppur con formazioni di alto livello come Castellana Grotte e Siena, devono serrare le fila e riorganizzarsi, in vista della tosta trasferta di sabato prossimo a Lauria contro il Lagonegro dove ci vorranno grinta e voglia di soffrire. Inizio di derby equilibrato (3-3 e 5-5) coi conciari a passo di carica (8-6 e 9-8), anche se a quel punto sono già tre gli errori al servizio. Un pallonetto di Bonetti manda i conciari sull´11-9 e poi un perfetto muro di Mazzone blocca Padura Diaz facendo esultare il pubblico di casa. E´ una Kemas Lamipel da battaglia quella che gioca bene fino al 15-12 in suo favore, aprendo i cuori biancorossi alla speranza. Invece tre imperfezioni dei locali permettono alla Emma Villas di pareggiare (15-15) e di volare poi via con due muri a firma Padura Diaz e Patriarca, che fermano rispettivamente Bonetti in quattro e Benaglia al centro: 16-19. Sale il servizio biancoblu e la ricezione conciaria accusa l´impatto. Siena è avanti (17-21 e 18-22) e gestisce, anche se la Kemas Lamipel si rifà sotto (22-23) e poi, con un muro di Guimaraes su Noda, certifica il punto del 23-24. Lo stesso Guimaraes sciupa però tutto randellando in rete il successivo servizio: 23-25. Nel secondo parziale gli ospiti scattano avanti (4-8) con un muro di Patriarca su Tamburo e la Kemas Lamipel sembra disunirsi. Fabroni e soci sono sempre in vantaggio (8-11 e 16-19). A quel punto entra Del Campo per Tamburo ma, pur battendosi con volitività, l´attaccante non risulta decisivo come la settimana precedente. Siena chiude poi sul 21-25 con un attacco di Russomando. Il terzo set si apre con gli ospiti in fuga: 1-6. Bertini ripropone Del Campo e Colli per Tamburo e Bonetti ma l´inezia della gara non cambia anzi, questa è ancor più marcata rispetto ai primi due parziali. Il vantaggio dei biancoblù è sempre cospicuo (11-17) e la gara si avvia lentamente verso la conclusione: 15-20. Per i "Lupi" è un derby da dimenticare dopo il punto del 17-25 che fa esultare gli uomini del presidente Bisogno.

Marco Lepri - Ufficio stampa "Lupi" Santa Croce

Vittoria agevole 3-0 dell'Empoli Pallavolo a Carrara

Trasferta di Carrara archiviata con un’affermazione netta, come d’altronde era abbastanza scontato, la formazione apuana ha provato a contrastare le empolesi con impeto e tanta voglia di fare, forzando in attacco e in battuta, ma così facendo, ha anche alzato il tasso di errore, le giallonere di contro hanno svolto il proprio compito senza particolari sbavature, con Tagliagambe che ha via via inserito molte delle atlete a referto. Merito quindi alle ospiti che hanno avuto una condotta appropriata, conducendo in porto i tre set con autorità e senza nessun tipo di affanno, primo set 0-4, 7-7, 10-11, 12-21 e 15-25; secondo parziale 2-6, 5-9, 7-17, 9-20 e 10-25; terzo ed ultimo un po’ più contrastato 4-6, 6-9, 8-10, 14-14, 16-16, ma Empoli riprende il sopravvento e chiude la partita 18-25. La squadra empolese ha ben orchestrato il match e tutte le protagoniste chiamate in causa hanno dato il loro apporto fattivo, messi in saccoccia i tre punti, si volta pagina e si guarda al prossimo impegno, si torna finalmente tra le mura amiche per ospitare il Dream Volley Group Pisa, reduce dalla sonante vittoria interna con l’Idea Volley Bologna, una formazione temibile e da prendere con le molle, tra l’altro abbiamo subito un 3-2 nel Torneo Assigenia a Pisa e l’occasione è ghiotta per tentare una bella rivincita.
Empoli Pallavolo: Antonini (3), Pierattini (3), Torrini (7), Cecconi (1), Fidanzi (12), Cavalieri (4), Rinaldi, Forconi (4), Veracini (2), Giannini, Genova (L1), Bernardini (L2), Miccadei, Donati. Allenatore: Alessandro Tagliagambe
Carrarese: Nanaj, Lichota, Arrighi, Rossi, Bertozzi, Martinelli, Chiappini, Imperio (L1), Stefani (L2). Allenatore: Carlo Ciregia
Arbitri: Pezzi Riccardo di Genova e Bianchi Ivano di Sestri L.

Fonte: Empoli Pallavolo – Ufficio Stampa

Maxitalia Service-Jumboffice Sesto F.no - Pallavolo Scarperia... non c'è due senza tre

Continua la marcia vincente della MAXITALIA SERVICE-JUMBOFFICE SESTO F.NO che anche nell'incontro di Sabato contro la Pallavolo Scarperia a vinto 3 a 0. Nel primo set i ragazzi di Stefani dimostrano subito di voler fare bottino pieno non lasciando niente agli avversari , difatti vanno subito avanti di 5 punti (6/1) e così sarà per tutto l'andamento del set (16/7 al timeout) per arrivare al definitivo 25/12 . Nel secondo set purtroppo come capita ogni tanto ai ragazzi sestesi rientrano in campo non proprio brillantissimi , difatti la Pallavolo Scarperia fa la voce grossa e si porta avanti di 6 punti (2/8) e al timeout ci arriva sul 11/18 , ed è a questo punto che Mister Stefani si fa sentire in maniera importante dai sui ragazzi ed arriva la svolta , la Maxitalia Service-Jumboffice si rimette in carreggiata e riprende gli avversari sul 23 pari e va a vincere anche il secondo set 25/23. Nel terzo set i sestesi rientrano in campo con il piglio giusto ma gli ospiti non lasciano nulla al caso , difatti fino al 6/6 il set è stato equilibrato poi come nel primo set i sestesi non lasciano scampo agli avversari portandosi sul 16/10 e poi chiuderanno il set per 25/15. Buona la prova in generale dei ragazzi di Stefani con Benini che porta a casa 13 punti , Di Benedetto 11e i giovani Bongianni e Puente Moja con 7 punti.

Ufficio Stampa
Pallavolo Sestese ASD maschile