martedì 29 novembre 2016

Campionato Nazionale serie B2 Nottolini - Empoli 0-3

Un Empoli in grande spolvero chiude in 3 sets dando prova di solidità´ e di meritare le ambizioni di alta classifica.Le nostre avversarie tremano soltanto nel 3° set quando le nostre portacolori con una reazione veramente importante riescono a portarle ai vantaggi e solo un po´ di fortuna fa volgere in loro favore un parziale che ci saremo meritati.La nostra squadra e´ ancora alla ricerca dell´equilibrio e della quadratura del gioco che ,considerando la giovane eta´ delle nostre giocatrici, ha bisogno di tempo e lavoro e quindi ci vuole molta pazienza e serenità´ valutando tutto in una prospettiva di piu´ lunga durata.Il nostro progetto prevede le difficolta´ che stiamo incontrando ma ha la certezza di preparare un futuro fatto di giocatrici giovani che potranno negli anni costituire l´ossatura di qualcosa di ambizioso.

Fonte: Addetto stampa - www.nottolini.it

ARIETE PRATO VOLLEY PROJECT - FIORENTINA RINASCITA 3 - 1

Domenica buia per la nostra prima squadra, che è ospite del Prato project. Coach Vannini schiera Bernini al palleggio, Calamai opposta, Carella e Prosperi Turri di banda, Pieraccini e Mangini al centro, Focardi libero. Partiamo subito male, subendo la maggiore efficacia in battuta delle avversarie e ci portiamo a 6 punti di ritardo dalle Pratesi; ma sulla metà del set rimettiamo in ordine le idee e commettendo meno errori ci portiamo pari fino al sorpasso, chiudiamo il set 23/25 a nostro favore. Nel secondo set partiamo subito bene, Battiamo con efficacia e difendiamo i loro attacchi, ma quando tutto sembra facile, un grosso black out delle nostre atlete riporta Prato in lotta per il set. Noi commettiamo errori su errori e nonostante i tempi chiamati da coach Vannini e i cambi di Galli per Bernini e Caroti per Carella, perdiamo 26/24. Purtroppo è proprio questo finale che determinerà poi l´esito della partita.. le nostre ragazze entrano in campo nel terzo set già sconfitte, prive di convinzione e grinta, sull´8-0 Vannini ha già chiamato 2 tempi, ma le ragazze non accennano a risvegliarsi! Subentrano quindi Galli per Bernini, Dos Reis Per Calamai e Milone per Mangini. Un fievole accenno di grinta ci porta a recuperare qualche punto, ma il divario è troppo grande per essere colmato, perdiamo 25/18. Nel quarto set, si parte meglio mantenendo Dos Reis per Calami, ma nuovamente la mancanza di grinta e di una reazione convincente da arte delle fiorentine riporta Prato nettamente avanti fino al 9/5. Cambio di Galli per Bernini e Caroti per Prosperi Turri e le ragazze sebrano ritrovare una piccola determinazione in più, fino a portarle sul 14/14, ma è l´ultimo momento di gioco delle nostre ragazze, che subiscono la tenacia e la maggiore grinta delle avversarie, supportate da un bellissimo e caloroso pubblico di giovani leve . termina così il set 25/20, che concede 3 punti bene meritati a Prato e lascia la Rinascita a bocca asciutta. La classifica ci sorride ancora e allora lavoriamo , lavoriamo che sabato prossimo in casa ci aspetta una nuova sfida altrettanto importante

Marino Costruzioni Riotorto batte la timidezza e vince in casa della capolista

Bella affermazione da parte delle ragazze di Emma Zanolla che compiono l´impresa dove nessuno era ancora riuscito a portare via un punto riuscendo a vincere violando il campo della Ambra Cavallini leader della classifica. Una affermazione conquistata dalla squadra dopo una settimana di duro lavoro nella quale tutte hanno dimostrato voglia di confermare quello che è realmente il loro valore, dimostrando a loro stesse che l´autostima nello sport è gran parte del successo. Zanolla affida a Ciani la regia con Fabbri opposta, Taddei e Babatunde al centro, Vallini e Battain schiacciatrici e Ricoveri libero Partenza come spesso accaduto in questo inizio campionato con il Riotorto avanti a conquistare il primo set, nel secondo un calo fa pensare ad un recupero facile per le padrone di casa che si portano sul 14/7 e 16/10, ma Babatunde è l´arma della riscossa e i servizi più incisivi mettono in crisi la difesa locale che vacilla e poi non regge agli attacchi delle ospiti che dopo varie occasioni chiudono 26 a 28. A questo punto la reazione dell´Ambra Cavallini è veemente e rabbiosa, si vedono le qualità di atlete quali Buggiani e Genovesi che guidano la rimonta e pareggiano dimostrando di essere squadra di carattere. Ma il carattere questa volta lo dimostrano anche Poli e socie che dopo un inizio incerto vanno al cambio di campo avanti 6 a 8 e da quel momento non lasciano più alle avversarie la possibilità di un avvicinamento. Gara avvincente dall´inizio alla fine, con un crescendo di emozioni che hanno fatto vedere qualità davvero importanti e che, come sempre sostenuto, danno ancora più fiducia al gruppo.
La formazione giallorossa: Ciani 5, Fabbri 10, Babatunde 17, Taddei 5, Battain 14, Vallini 17, Ricoveri (Libero), Poli 10, Speranza, Biondi, Lottini, Bastieri ( Libero )

Fonte: Ufficio stampa Società - www.pallavoloriotorto.net

Bellaria Volley vince contro Versilia

Foto Michele Ferretti
GS BELLARIA VOLLEY VS CONTRO PALLAVOLO VERSILIA 3-0
25-19; 25-21; 25-13
Bella vittoria al Pala Matteoli per le ragazze verdi/blu, che in 67 minuti chiudono perentoriamente la gara contro Pallavolo Versila con un rotondo 3 a 0. Coach Lapiccirella, assistito da Ceccarini, schiera questa formazione: in regia Giacomelli, opposto Lucarelli, centrali Pifferi e Marinai, bande De Santi e Pratesi, libero La Rocca. A disposizione Casini, Testi, Granchi, Brotini e Vaccaro. Nei primi due set le Bellarine sono padrone del gioco, con capitan Lucarelli particolarmente ispirata; le ospiti, pur disputando una buona gara, non riescono a contrastare il gioco delle pontederesi, che chiudono i set rispettivamente sul 25-19 e 25-21. Il terzo set è una pura formalità: ormai le padrone di casa sono inarrestabili e alle ragazze del Versilia non rimane altro che la resa, ferme sul parziale di 13. Tre punti importanti in classifica, che ci portano al 6° posto a soli 2 punti dalla seconda.

Campionato Regionale serie D Nottolini - Olimpia Poliri 1 - 3

Nonostante la sconfitta la nostra squadra non ha demeritato esprimendosi per lunghi tratti alla pari delle avversarie che, sono riuscite a prevalere in virtù´ di una maggiore esperienza nei momenti topici della gara.Essere riusciti a confrontarsi senza alcun timore reverenziale nei confronti di una delle prime della classe e´ motivo di soddisfazione perché´ la crescita della nostra squadra va letta passando anche da questi momenti e utilizzando la qualità´ delle avversarie per misurare i nostri progressi.Una sconfitta che non fa male e che ci consegna una squadra viva e vogliosa di riscattarsi al piu´ presto.

Fonte: addetto stampa

Big match vinto e classifica che si fa sempre più bella per Pallavolo Massa

Il resoconto dei tre set che hanno portato la vittoria e la conferma della prima posizione.
Pallavolo Massa: Krumins, Corti, Nannini, Pagni, Cuda, Colombini, Bortolini, Ragosa, Bernieri, Moscarella, Bottaini, Lanzoni, Briata. All. Masini
Arno Volley 1967: Signorini, Papucci, Pitto, Ceccarelli, Mattioli, Pini, Pinzani, Falaschi, Crescini, Lami, Giannuzzi, Anselmi. All. Mattioli.
Arbitri: Emiliano Pasquini e Diego Armento.
Parziali: 25-20; 25-22; 26-24.
Massa allunga in classifica. Vittoria nitida ed importante quella della squadra di Masini che supera netto Castelfranco nel big match di giornata consolidando la sua posizione di vertice. Solo vittorie la Massa e va bene così visto che ai risultati si sono accompagnate prestazione importanti. Continuare così, c’è poco altro da dire. 1° set: Massa senza Cerquetti ed in campo con la formazione di Parma che vedeva Krumins e Corti in diagonale, Nannini e Pagni centrali, Colombini e Cuda di banda e Bortolini libero. Ospiti con Signorini e Papucci sulla diagonale, Pitto e Ceccarelli al centro, Mattioli e Falaschi di banda e Pinzani libero. Inizio ottimo di Massa che strappava sul 6-1. Castelfranco rientrava sul meno due al primo tempo tecnico (8-6). Dopo la pausa i ragazzi di Masini allungavano sul 15-9 con un’ottima prestazione al servizio, dove Massa metteva in forte difficoltà la ricezione ospite. Massa sul 16-10 e poi sul 24-18. Chiusura a 20. 2° set: nel secondo parziale equilibrio maggiore con Arno avanti al primo tempo tecnico (7-8). Massa sorpassava (10-8) con muro di Cuda su Ceccarelli. L’allungo arrivava sul 21-16 con i ragazzi di casa innervositi per qualche protesta di troppo degli ospiti. Massa saliva comunque sul 24-17, si rilassava consentendo un piccolo recupero ospite e poi chiudeva a 22. 3° set: grande equilibrio nel terzo set. Arno che provava a reagire (2-3 e 10-12) ma la squadra di Masini rimaneva in scia. Al secondo tempo tecnico ospiti avanti 13-16. Dopo la pausa, però, massa recuperare e tornava in parità sul 20-20. Muro di Pagni su Ceccarelli per il 22-22. Muro di Corti su Falaschi per il vantaggio Massa. Arno sempre agganciato. Un errore al servizio dei ragazzi di casa gettava al vento il primo match point sul 24-23. Massa però non concedeva chance agli ospiti e chiudeva a 24.

Grosseto, battuta Modena Est 3 - 1 ( 25-21; 25-20; 25-27; 25-16 )

Bella affermazione quella di ieri pomeriggio contro una delle pretendenti alla vittoria finale, quel Modena Est che solo pochi mesi fa si era guadagnata sul campo la promozione in A2 nella finale di play off. L'Invicta di ieri pomeriggio pero' non ha fatto sconti a nessuno ed ha meritatamente portato a casa l'intera posta in palio, a dimostrazione che la strada giusta sembra essere stata imboccata visto che la squadra sta esprimendo un discreto gioco da almeno tre partite. Una vittoria piena non proprio secondo pronostico, visto la caratura dell'avversario, che fa morale e classifica, nonostante anche in questa occasione la squadra abbia dovuto fare a meno del centrale titolare Smiriglia ed abbia fatto ricorso agli encomiabili sostituti Giorgi e Barbini, entrambi in campo. Se la partita si è prolungata fino al quarto set lo si deve soltanto alla rosa lunghissima e di qualità di cui dispone la squadra emiliana, che ha rimescolato continuamente le carte per cercare di arginare il gioco dei nostri ragazzi, oggi molto precisi in tutti i fondamentali, riuscendo ad aggiudicarsi ai vantaggi il terzo parziale prima di soccombere nettamente nell'ultimo set. Buone le percentuali sia in attacco che in ricezione, con meno errori rispetto alle precedenti partite, che alla lunga hanno fatto la differenza rispetto agli avversari, viceversa molto fallosi. " Come dissi nel post partita di San Martino - ci dice il DS Masala - nonostante la sconfitta rocambolesca vedevo il bicchiere mezzo pieno, la squadra anche in quell'occasione aveva espresso un buon gioco e la vittoria era sfumata per un black out nel quinto che non poteva modificare il giudizio su quanto di buono fatto in tutta la gara. Le premesse per una buona prestazione anche contro Modena c'erano tutte, anche se onestamente gli emiliani sono un ottima squadra costruita per stare in alto in classifica e non potevo prevedere una vittoria piena per i nostri ragazzi. Sono stato piacevolmente sorpreso per questa affermazione, sono contento piu' per loro che hanno attraversato un periodo di difficoltà e si sono meritati questa soddisfazione nella speranza che sia solo l'inizio. "
Qui sotto alcune immagini dell'incontro con la consueta intervista ad un soddisfatto mister Pantalei, e la fotogallery dell'incontro curata dal fotografo "ufficiale" Andrea Terrosi

Sconfitta nel derby: Massa vince con merito e mantiene il primato

Prima sconfitta stagionale per l´Arno Volley, battuto in tre set a Camaiore dalla corazzata Pallavolo Massa. I biancoverdi hanno provato per tutto il match a rimanere in scia dei padroni di casa, ma hanno dovuto soccombere allo strapotere, soprattutto fisico, dei massesi. È stata una partita difficile per gli uomini di Mattioli, con gli attaccanti spesso limitati dal muro biancoblu e il sistema battuta-ricezione meno efficace che in altre occasioni. Merito sicuramente anche degli avversari, che hanno giocato una pallavolo molto fisica e allo stesso tempo efficace, ben orchestrati dal play Krumins: in una giornata piuttosto opaca dell´opposto Corti, non al meglio fisicamente, Pagni e Cuda sono stati i terminali offensivi che hanno consentito ai locali di portare a casa l´intera posta. Infine insufficiente la coppia arbitrale, che pur non risultando determinante, ha dato una sensazione diffusa di insicurezza e invertito molte decisioni (nel dubbio quasi sempre a favore dei padroni di casa). Davanti ai circa 300 spettatori del palasport di Camaiore, l´Arno parte con Mattioli in sestetto anche se in condizioni non ottimali e Papucci opposto nonostante l´incrinatura di una costola nell´allenamento del venerdì. Krumins trova subito un ottimo turno in battuta che porta i suoi sul 6-1, ma l´Arno reagisce e va sull´8-5 al primo tempo tecnico. Castelfranco ha un paio di palloni per ritornare a contatto, ma prima il muro massese e poi una svista arbitrale piuttosto evidente consentono agli apuani di mantenere il vantaggio e di chiudere serenamente sul 25-20. Seconda frazione inizialmente equilibrata, con l´Arno in vantaggio sull´8-7 al primo tempo tecnico. Massa fa male a muro con l´aiuto costante dei laterali al centro e Papucci che non riesce a passare con continuità. Mattioli si gioca il doppio cambio senza che sorta l´effetto sperato e Massa riesce a chiudere nonostante la rimonta ospite (25-22). Terza frazione con l´Arno che riesce a giocare alla pari ed è avanti di 3 al 2° tempo tecnico (13-16). Massa è però brava a costruire col servizio e capitalizzare col muro: sul 22-22 prima Ceccarelli, poi Falaschi e quindi Mattioli vengono fermati dalla prima linea massese e Massa chiude sul 26-24 con Pagni grande protagonista. In definitiva una sconfitta da assimilare in fretta per l´Arno, così da proseguire al meglio un campionato per ora comunque ottimo: sarà importante recuperare quanto prima le energie fisiche e mentali per proseguire al meglio un torneo che, alle spalle di Massa, si sta rivelando quanto mai equilibrato. L´Arno è ancora in alto e la volontà è quella di rimanerci il più a lungo possibile.

lunedì 28 novembre 2016

Risultato pieno casalingo per la Mens Sana Volley Siena Motori Concessionaria Peugeot

Mens Sana Volley Siena Motori Concessionaria Peugeot - G.S. Pallavolo A.S.D. 3-0 (25-21 25-20 25-20)
Queste le parole di coach Sala sul post partita di Mens Sana Volley Siena e G.S. Pallavolo A.S.D. : "Partita non bella, giocata da noi al di sotto del nostro abituale standard, risultato mai in bilico ed in linea con le nostre aspettative".

Mens Sana Volley

27/11, il punto dei campionati femminili Olimpia Poliri

Vince con difficoltà la DFC di Mugnaini e Rafanelli, 3 a 1 sul campo della Pallavolo Nottolini di Capannori. Azzini e compagne rimangono a stretto contatto con la capolista Montelupo, solo 3 punti di ritardo, ma l’allungo sulle inseguitrici sembra arduo. La vittoria netta di Santa Croce Fucecchio gli permette di rimanere agganciate alla coppia di testa. La prossima settimana le azzurre ospiteranno il forte Chianti Volley Azzurra, che di punti attualmente ne ha 11. Una vittoria mai apparsa troppo in discussione per la 1DFA di Taverna e Coletti, in casa contro il Tecnofire Pontemediceo di Colaianni e Uva, con un bel 3 a 1. La prossima settimana Tirinnanzi e compagne saranno di scena, nell’anticipo del venerdì, sul campo del Firenze Ovest allenato da Julio Quevedo, che ha 12 punti in classifica, in piena zona play-off. Invece le azzurre riescono a raggiungere Certaldo nella graduatoria, guadagnando una posizione e 3 sole lunghezze da Impruneta, prima squadra della zona arancione. Netta vittoria per la 2DFA di Mahdal, Madiai e Progida, per 3 a 0 sul campo del Valdarninsieme. La prossima settimana Savoi e compagne saranno impegnate in casa contro la capolista Le Sieci nell’inconsueto orario di venerdì alle 21:15. In classifica le azzurre riescono a raggiungere la cima della zona arancione dei play-out, ma la distanza dalle inseguitrici, così come dalle inseguite, è minima. Il risultato di venerdì sera può portare un cataclisma sulla classifica delle atlete Olimpia. Per quanto riguarda la 3DF si parla di una vittoria e di una sconfitta. L’OLIMPIA POLIRI BIANCA di Bassano vince 3 a 2 in rimonta in casa del Montelupo. La prossima settimana Ricciarelli e compagne saranno impegnate venerdì sera in trasferta a Le Sieci. In classifica salgono a 9 punti, con un solo punto di ritardo dal Cascine Volley che è la prima squadra della zona play-off. Perde, invece, l’OLIMPIA POLIRI BLU di Amante e Filippini, in casa per mano del Santa Maria al Pignone di Tarchiani e Pollicino. La prossima settimana Clemente e compagne saranno impegnate in casa contro la Robur di Scandicci. In classifica rimangono con soli 3 punti all’attivo. L’U18FB di Bassano vince e convince in casa contro il Galluzzo di Chiccarelli, con un netto e perentorio 3 a 0. La prossima settimana Cecchi e compagne saranno impegnate sul campo del Teamvolley Caldoautonomo capolista, con una sola sconfitta all’attivo su 7 gare disputate. In classifica le azzurre sono a ridosso della zona play-off, a pari merito con Rinascita e Santa Maria al Pignone. Fra di loro solamente una squadra si qualificherà ai gironi finali, sarà una bella battaglia, sperando siano le azzurre a spuntarla. Non fanno più notizia i 3 punti presi dall’U16FC di Amante e Filippini. Con ancora 4 giornate da disputare Clemente e compagne sono sempre più proiettate alla testa della classifica. Sono ben 9 i punti di vantaggio dalla seconda, che però ha una partita in meno. La prossima settimana giocheranno in casa contro l’Empoli Bianca, che di punti ne ha solamente 8. In ogni caso la qualificazione ai play-off è assicurata, rimane da decidere il posizionamento, ma anche questo sembra piuttosto scontato. Vince facilmente anche l’U15FB di Cavandoli e Ponzalli. Esordio in categoria per la giovane Racito Vittoria, che ha esordito con i 3 punti, proveniente dall’under 14, convocata per la parziale indisposizione della capitana Magni, presente, ma non al meglio, e l’assenza di Argenti. La prossima settimana Magni e compagne saranno impegnate in casa contro Che Cuore Volley San Giusto. Quest’ultimo in classifica ha solamente 2 punti di vantaggio dalle azzurrine che, quindi, possono tentare il sorpasso. L’U14FD di Celsi e Mula vince e convince, 3 a 0 sul campo del VBA Firenze. La prossima settimana Innocenti e compagne ospiteranno l’ostica Volley Club Sestese Rossa, seconda in classifica, cercando di mantenere la propria posizione ai play-off. L’U13FA ART di Renna perde 2 a 1 sul campo del Volley Pontemediceo, da cui si fa distanziare leggermente in classifica, ora i punti di distacco sono 2. Le azzurrine rimangono comunque all’interno della zona play-off, in attesa di ospitare la capolista Euroripoli 2.0 L’U12FC di Mula e Volpini perde 3 a 0 sul campo del Volley Vaiano. La prossima settimana ospiteranno l’ostico 29 Martiri terzo in classifica. Le azzurrine rimangono con 16 punti all’attivo.

www.olimpiapoliri.it

Olimpia Poliri Maschile, il punto della settimana 27/11

La CMB di Saccardi e Ponzalli perde in casa per mano del GRM Infissi di Arezzo col punteggio di 3 a 1. Gristina e compagni scendono in quarta posizione a pari merito con la Sestese, sopravanzati dal Valdarninsieme. La prossima settimana saranno impegnati in trasferta sul campo della capolista Emma Villas di Siena.
Per quanto riguarda le tre compagini che partecipano alla DM si parla di due vittorie e una sconfitta. Nel girone A vince 3 a 2 il FIRENZE VOLLEY ROSSA di Prosperi Turri in casa dell’Invicta di Grosseto. In classifica Cirocco e compagni avanzano a 5 punti, in attesa di ospitare i KEMAS Lupi di Santa Croce. Nel girone B l’OLIMPIA POLIRI di Martelloni e Controne vince con un netto 3 a 0 in casa della Sales Volley, mentre il FIRENZE VOLLEY BIANCA di Mitti e Trama perde in casa contro il Volley La Bulletta. La prossima settimana Geppi e compagni osserveranno un urno di riposo, mentre i rosso-neri saranno di scena sull’Amiata contro il Saiuz. In classifica i bianco-azzurri si piazzano in quarta posizione a 10 punti, mentre Madiai e compagni sono fermi a 1 punto.
L’U19MA di Chiccarelli perde 3 a 2 in casa contro l’ottimo Robermap di Scarperia. Si tratta del primo punto in classifica per i rosso-neri, che la prossima settimana saranno ospiti del Firenze Ovest, che di punti ne ha 14.
Stesso risultato e stesso punteggio per l’U18MA di Prosperi Turri e Desirò in casa del fortissimo Volley Prato. Cirocco e compagni scendono in seconda posizione, con due punti di ritardo proprio da Prato. La prossima settimana saranno impegnati in casa contro il Firenze Ovest.
Sono ben tre le partite in U16M. Il FIRENZE VOLLEY BIANCA di Saccardi e Mitti perde il sabato in casa contro Pallavolo Scarperia con un netto 3 a 0. Nella partita di domenica mattina perde 3 a 2 sul campo del Volley Prato Blu. La prossima settimana saranno impegnati sul campo dell’AVIS di Pistoia capolista. Il FIRENZE VOLLEY ROSSA di Mitti e Trama vince 3 a 2 in casa contro il forte Volley Prato Rossa, riducendo la distanza dalla testa della classifica a solo una lunghezza. Ricordiamo che il Volley Prato, attuale capolista, ha una partita in più di Prosperi Turri e compagni. La prossima settimana i rosso-neri ospiteranno il Virtus Poggibonsi quarto a 10 punti.
L’U14MA di Martelloni e Bassano perde in casa 3 a 0 per mano del forte Volley Prato. La prossima settimana osserveranno un meritato turno di riposo. In classifica rimangono con soli 2 punti all’attivo.
Per quanto riguarda l’U13M 3X3 2 squadre in gara, per complessive 4 partite. Il FIRENZE VOLLEY di Rendo vince la prima partita contro Remo Masi Blu col punteggio di 3 a 0, ma perde la seconda contro Firenze Ovest Azzurra col punteggio di 3 a 0. L’OLIMPIA FIRENZE VOLLEY di Bassano vince sia contro Prato col punteggio di 2 a 1 che contro Certaldo col punteggio di 3 a 0. La prossima settimana sarà di scena il derby tra le due compagini, con Volley Prato Blu terzo incomodo, nonché padrone di casa. In classifica gli azzurri rimangono sempre al primo posto insieme al Firenze Ovest Azzurra, mentre i rosso-neri sono fermi a 10 punti, in terzultima posizione.

Ariete Prato Volley Project – Fiorentina Rinascita 3-1 (23-25; 26-24; 25-17; 25-20), arbitro D’Avanzo.

L’Ariete fa la voce grossa con Firenze. Vittoria bellissima della squadra di Targioni che contro una delle corazzate del torneo si riprende quanto lasciato per strada nel turno precedente. Le qualità ci sono, serve solo la continuità. Serve giocare con la medesima intensità anche con le squadre di bassa graduatoria. La gara. Prato con Bartolini e Foggi in diagonale, Cafissi e Legnini al centro, Carovani e Speranza di banda e Marchesini e Nelli nel ruolo di libero. Prato che parte determinato (6-3). Rinascita che ritornava subito in parità (6-6). Tempo Vannini sul 13-12. Speranza portava le sue sul 18-14. Sul 19-14, muro di Bartolini, cambio in regia per Firenze con Galli per Bernini. Ariete poco cinica però e Rinascita sempre a rimontare (19-19). Prato che tentava la fuga per due volte (21-19 e 22-20) ma un mancato fischio su una invasione ospite evidente, che avrebbe portato l’Ariete sul 23-20), regalava a Firenze l’opportunità di tornare ancora sotto (22-22). Dopo il tempo di Targioni Firenze chiudeva a 23. Inizio secondo parziale con Ariete bloccato (1-7). Targioni si giocava la carta Varani. Firenze iniziava a sbagliare qualcosa, Prato riprendeva coraggio e la squadra di casa tornava sul meno due (6-8). Ariete, però, incostante e molto in difficoltà in ricezione. Firenze saliva sul 6-13. Sul 12-19 Targioni si affidava a Borchi, reinseriva speranza e giocava la carta Rosati. Quest’ultima dava la scossa alla squadra. L’Ariete tornava sul 21-22 con una bella parallela di Carovani. Parità su attacco out delle fiorentine. Carovani per il sorpasso. Bolgia a San Paolo. Prato sul 24-23. Muro sul numero 13 pratese per la parità. Finale bellissimo e chiusura Speranza. Nel terzo Rosati in campo e partenza forte di Prato (10-1). Firenze scosso dalla sconfitta nel set precedente. Cafissi murava per il 12-5, Prato saliva sul 14-6 prima di subire il break ospite che costringeva Targioni al tempo sul 16-10. Prato manteneva il controllo fino al termine e si portava in vantaggio. Nel quarto PVP avanti 8-3 con un’ottima prestazione al servizio. Giocava bene l’Ariete che saliva sull’11-5 mettendo costantemente sotto pressione le ospiti. Firenze che aveva il merito di non mollare e di approfittare di ogni minimo calo (14-13). Speranza e Rosati spingevano Prato al nuovo break (19-16 e 21-17). Era l’allungo decisivo, chiudeva Carovani e l’Ariete poteva festeggiare. La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Del Buono, Carovani, Legnini, Morotti, Cafissi, Speranza, Napolitano, Foggi, Borchi, Rosati, Varani, Nelli, Marchesini. All. Marco Targioni

Brutta sconfitta casalinga per le ragazze della Folgore

Una sconfitta che non ci voleva, il Certaldo passa alla “Don Vivaldi” con un secco tre a zero e ci porta via punti d’oro per la classifica. Senza storia il primo set, mentre nel secondo e nel terzo le ragazze di Dani hanno mollato solo ai punteggi alti. Alla Folgore, oltre alla Bartali (operata e quindi fuori per tanto ancora), mancava anche la Mancuso (caviglia) quindi senza due pezzi importanti.
Lupi Estintori San Miniato – Ap Pallavolo Certaldo 0-3 (9-25, 21-25, 23-25)
Lupi Estintori San Miniato: Barzagli, Campus, Cecconi, Coku, Diop, Galeone, Gorglione, Perrottelli, Pistolesi, Rigatti (L), Sentieri. Allenatore: Dani.

VVF Grosseto - Lucchese Pallavolo 0-3 (15/25 15/25 21/25)

Una serata ed una prestazione positiva, caratterizzata dall'ampio turnover applicato da mister Bigicchi. La squadra lucchese si schiera con Mazziotta, Torriani, Barberini, Bigicchi, Dentini, Batori e Davini. Il primo set non ha molta storia, la formazione Lucchese comanda gioco e risultato senza particolari problemi e sul punteggio di 11/22 Batastini prende il posto di Barberini. La seconda frazione inizia con Bartoli in regia, Risaliti da opposto e Batastini confermata in sestetto. Gioco e risultato restano in equilibrio per tutta la prima fase, sull' otto pari Barberini riprende il suo posto e nella seconda parte del set le lucchesi allungano e conquistano il 2 a 0. Il terzo parziale è quello più equilibrato e combattuto, rimane Bartoli in regia, subentrano Armadori per Batori e Bigicchi per Risaliti. Come detto il set vede le due squadre equivalersi, sul punteggio di 16 pari, Bigicchi rinserisce Mazziotta al palleggio ed a seguire rientrano anche Batori e Risaliti. Il finale vede Grosseto in avanti sul 21/20 ma poi la Lucchese si squote aggiudicandosi il parziale per 21/25, chiudendo la gara col più classico e meritato dei risultati. Continua, quindi, il nostro cammino più che positivo in questo campionato, l'importante è non perdere la concentrazione e proseguire con determinazione il lavoro intrapreso con la consapevolezza che ci attendono prove molto difficili, a partire da sabato prossimo quando, al PalaItis alle ore 18.00, ci verrà a far visita il Rosignano, una delle formazioni più attese del girone che presenta individualità di spessore e caratura tecnica.
Tabellini: Dentini 10, Torriani 8, Batori 8, Bigicchi 7, Berberini 6, Risaliti 5, Armadori 3, Bartoli 3, Batastini 2, Mazziotta 1, Davini libero, n.e. Angeli.

Serie C: un punto strappato con i denti

OMF Capannoli - AM Flora 3 - 2
(25/19 - 25/14 - 21/25 - 23/25 - 15/11)
Una partita dai due volti nei primi due set della quale le padroni di casa hanno fatto il cattivo tempo contro le ragazze dell´AM Flora mentre queste ultime hanno provato ad arginare i danni senza molta convinzione. Nel terzo estrema parità, le gialloverdi accusano un po´ di stanchezza, invece le gialloblu ci credono e creano lo strappo 9/12, 11/15, cartellino giallo per le ragazze di Giannoni, che si innervosiscono, e sul 19/22 cartellino rosso alle padroni di casa e Vanuzzo chiude il set. Nel quarto le gialloverdi reagiscono ed in pochi istanti vanno sul 6/1, poi subiscono punti importanti da posto due delle avversarie, 8/8 nuovo calo delle gialloblu, 13/9, ma la stanchezza incombe sulla squadra di casa e pure la parità 14/14, 23/23 e Falseni finalmente chiude con due ace il set, 23/25. Tie-break, con Interlandi che fa vedere i sorci verdi alle avversarie, che sorride alle padroni di casa che chiudono il set 15/11. Si sono viste ottime cose stasera soprattutto dal centro, le attaccanti da posto due e da posto quattro erano marcate bene a muro e si disunivano, i coach hanno variato la formazione durante tutti e cinque i set, cercando di trovare le corde giuste da suonare, e diciamo che tornare a casa con un punto contro una delle squadre ottimamente costruite a noi va più che bene! Brave!!!
AM Flora:Vanuzzo 20, Bettaccini 17, Frediani 13, Falseni 10, Natalini 9, Zerini 2, Fichera, Sasselli C., D´Annibale, Gragnoli, Sasselli I., Del Rosso. I Allenatore Ribechini, II Allenatore Tognocchi - Dirigente Accompagnatore Fichera.

Serie D, Livorno sbanca Cascina

Sabato 26 novembre, la nostra serie D sbanca Cascina e si porta a casa l’ennesimo 3-0 di questo inizio di stagione. Gara non bella dal punto di vista tecnico, visti i diversi errori ed imprecisioni da ambo le parti, ma le gialloblu forti di un assetto di squadra ben definito, sono riuscite comunque ad accaparrarsi l’intera posta senza troppi patemi d’animo, nonostante i parziali parlino di un sostanziale equilibrio. Il duo Orsini-Aletto si affida come di consueto a: Mondolfi opposta a Meini, Battain e Pasquini (al rientro) al centro, Bardi e Bitossi a banda, libero Senni. Nel primo set dopo una fase iniziale di studio, le gialloblu prendono un piccolo margine di 4 punti. Sul 6-10, il Coach di Cascina Cristina Zecchi chiede time-out e da lì le due squadre procedono punto a punto fino al 17 a 17. Sembra che l’equilibrio la faccia da padrone, ma la truppa di Capitan Bardi non ci sta e piazza l’allungo decisivo che porta ad aggiudicarsi la frazione per 25 a 22. Nel secondo set Coach Orsini cambia l’opposto: esce Mondolfi ed entra Giulia Pietrini. Le nostre ragazze partono spedite, ed in attimo si arriva sul 18 a 10. Sembra fatta, ma le cascinesi dopo un time-out rientrano in campo decise a vendere cara la pelle e punto su punto ricuciono lo strappo arrivando sul 23 a 24. Un allungo delle nostre però chiude il set per 25 a 23. Nel terzo set le gialloblu prendono subito l’iniziativa ed il set si chiude abbastanza agevolmente per 25 a 17. Quindi settimo sigillo consecutivo per il Volley Livorno, che grazie anche ai risultati provenienti dagli altri palazzetti, consolida decisamente il primato in classifica. Prossimo appuntamento, domenica 4 dicembre alle ore 17.30 alla palestra Follati di Livorno, dove le gialloblu affronteranno la formazione del Volley Ponsacco.
PALLAVOLO CASCINA-VOLLEY LIVORNO 0-3 (22-25, 23-25, 17-25)

Grosseto non fa sconti ad un volenteroso Casciavola

Il Grosseto Volley torna da Casciavola con un netto successo per tre set a zero. E’ con questo punteggio che le ragazze di coach Gabriele Mancini travolgono la Pediatrica, avversario nel settimo turno del campionato di serie C femminile. E’ stato tutto fino troppo facile per il sestetto maremmano che non è mai stato messo in difficoltà dalle padroni di casa, squadra molto giovane meno esperta e inferiore tecnicamente alle biancorosse. In casa del fanalino di coda le maremmane non fanno sconti. “ Abbiamo chiuso la pratica Casciavola velocemente “ Commenta coach Mancini visibilmente soddisfatto per la bella prestazione della sua squadra “ Ho fatto giocare tutte le ragazze e avevo convocato anche due under 16., Nicol Buzzichelli e Laura Cherubini, che hanno fatto il loro esordio in serie C, giocando anche bene, dimostrando di essere all’altezza della situazione. Partita tranquilla per noi ,contro una squadra come il Casciavola che ci ha permesso di giocare senza affanno” Il Grosseto Volley entra subito in partita vincendo il primo set per 25/14. Secondo parziale e le grossetane vanno sotto di cinque punti. Poi la gara prosegue testa a testa fino al 18 pari, punteggio dal quale parte la rimonta delle maremmane che chiudono per 25/20, prima di mettere il sigillo finale sul 25/12 nel terzo set e conquistare tre punti preziosi per la classifica.

Massimo Galletti - www.grossetovolley.it

Sestese Maxitalia Service Jumboffice, torna la vittoria

Dopo la sconfitta della scorsa settimana la Sestese Maxitalia Service-Jumboffice torna alla vittoria e lo fa in una partita combattuta contro un buon Cortona Volley. A dimostrazione del suo potenziale il Cortona parte forte e si porta subito avanti di 4 con la Sestese che non riesce ad entrare in partita. Gli ospiti si fanno raggiungere sul 8 a 8 ma la rimonta dei ragazzi di Stefani durerà poco perchè Cortona si riporterà avanti come dimostrano i parziali ai due time out chiamati da Sesto ( 12/14 - 19/23) e non lasceranno più il comando andando a chiudere il set sul 22/25. L'inizio del secondo set è sulla falsa riga del primo con Cortona che dimostra tutto il suo valore portandosi subito avanti di 3 punti 3/6 - 5/9 , a questo punto, time out ospite (8/14) e Stefani ne approfitta per spronare i suoi , va in battuta Sesto con Di Benedetto ed arriva la svolta , il giocatore inanella un buon turno in battuta riportando la Sestese Maxitalia Service-Jumboffice sul 16 pari e questo è la scintilla che rimette in moto i ragazzi di Stefani che si portano avanti 20/18 - 21/20 fino al definitivo 25/21. Il terzo set parte con Sesto leggermente più in partita e viene fuori un set combattuto dove i ragazzi di Stefani si portano avanti per 8/6 ma Cortona non molla e risponde colpo su colpo arrivando a pareggiare il conto sul 11/11 e a superare i padroni di casa 13/14. La Sestese però non ci sta e con uno scatto d'orgoglio torna avanti 21/18 - 22/20 - 23/20 fino al definitivo 25/21. Si va al quarto set e la Sestese Maxitalia Service-Jumboffice da subito l'impressione di voler chiudere il conto difatti si porta subito avanti non lasciando niente agli avversari fino ad un massimo di 8 punti di vantaggio 20/12 , poi un leggero blackout fa tornare sotto gli avversari , ma non basta a completare la rimonta così la compagine sestese può chiuder il set sul 25/21 ed aggiudicarsi l'incontro.

Sestese Maxitalia Service Jumboffice - ASD Cortona Volley 3/1
Parziali: 22/24 - 25/21 - 25/21 - 25/21

Ufficio Stampa
Pallavolo Sestese ASD maschile

Serie B2: un´altra sconfitta per 3-0 per la Ghizzani-L´Accento

Ghizzani Carrozzeria I´Giglio - Liverani Castellari Lugo: 0-3 (23-25, 22-25, 19-25)
Ghizzani Carrozzeria L´Accento I´Giglio: Focosi, Maltagliati, Conticelli, Scardigli, Bellini, Lari, Farieri (L), subentrate: Puccioni, Vanni, Lari G., ne: Talluri, Dovichi, all. Sassi S., vice all. Dei D.
Castlleari Liverani Lugo: Grasso, Piovaccari, Petroncini, Rizzo, Capriotti, Rossi, Sangiorgi (L1), subentate: Gaddoni, Tesanovic Alexandra, ne: Fabbri, Mirri (L2), Tessanovic Alice, all. Marone B.
Arbitri: Celotti Federica (PI) - Ferrari Ciro (LI)
Asciugatura del campo: Alexandra, Adele, Cecilia, Matilde, Verdiana, Vittoria dell´Under 12.
Niente da fare per la Ghizzani Carrozzeria L´Accento che non riesce ad avere la meglio sul Liverani Castellari di Lugo. Sfortunato il primo set, aperto fino alla fine il secondo, più complicato il terzo: questa in estrema sintesi la gara che non ha mail visto le nostre primeggiare. Il primo set ha un avvio piuttosto equilibrato con le due squadre che non si allontanano più di due punti l´una dall´altra. Ace di Irene Bellini e Giglio avanti 12-10 dopo essere stata sotto 6-8. Di nuovo in parità sul 14-14 e ospiti avanti 16-14 al secondo time out tecnico. Un buon turno in battuta di Chiara Lari porta le nostre dal 16-18 in svantaggio al 20-18. Ancora un capovolgimento: le ospiti con un parziale di 3-0 tornano al comando. La Ghizzani Carrozzeria-L´Accento arriva sul 23-22 e Lugo chiama il suo secondo time out a disposizione. Le romagnole tornano in parità e con due attacchi consecutivi della numero 6 chiude il set in suo favore. Nel secondo parziale bene all´avvio la Ghizzani - L´Accento (4-2) che poi però viene raggiunta e superata da Lugo (5-8). Con l´attacco di seconda linea di Bellini prima e di Maltagliati poi, la squadra di Castelfiorentino si rimette in carreggiata e arriva al -2 (7-9). Le ospiti però ripartono alla grande e vanno avanti 16-11. Le biancorosse provano a rientrare in partita e accorciano le distanze fino al -2 (16-18). Sul finale le ospiti si allontanano di nuovo 22-19 e arrivano al set point 24-21. La squadra della Pallavolo I´Giglio non riesce a ribaltare il risultato e si trova così sotto per 2 set a zero. Nel terzo set bene in avvio ancora le ospiti 8-4 e 11-6. Le ragazze di Sassi e Dei appaiono un po´ frastornate e incapaci di controbattere alle buone giocate delle ospiti. Nonostante tutto le nostre ci provano e arrivano al -4 (18-14). Con l´ace di Irene Bellini la distanza diventa di tre lunghezze (17-20) ma le ospiti ripartono alla grande andando sul 23-17, per poi chiudere con distacco il parziale ed aggiudicarsi così i tre punti in palio.
Prossimo appuntamento domenica 4 dicembre novembre alle 18:00 a Bologna contro Idea Volley.

Tabellino : Bellini: 17 Lari: 9 Maltagliati: 9 Conticelli: 6 Scardigli: 2 Focosi: 2

Fonte: Ufficio Stampa Pallavolo I´Giglio - www.pallavoloigiglio.it

La Conforti Gomme/Termoplast ancora vittoriosa

FOLGORE SAN MINIATO – A.P. PALLAVOLO CERTALDO 0-3 (9/25 21/25 23/25)
La Conforti Gomme-Termoplast raccoglie altri tre punti dalla sfida contro San Miniato. In poco più di un´ora di gioco, San Miniato ha dovuto cedere le armi . Non è stata una bellissima partita giocata da ambedue le squadre, ma Certaldo aveva bisogno dei tre punti per uscire dal pantano della bassa classifica e sinceramente oltre a conquistarli li ha meritati. San Miniato dopo il primo set perso malamente è rientrato in campo più motivato, ma sinceramente oltre all´aspetto agonistico non ha fatto vedere grandi cose. Molta confusione, tanti errori e qualche buona giocata di tanto in tanto. Mi ricordavano però le assenze per infortunio che in questo momento affliggono San Miniato e che quindi sono senz´altro un motivo di sconforto per le altre compagne di squadra. Certaldo invece, pur non facendo grandi attacchi,specialmete nel terzo set, ha saputo amministrare la partita, sbagliando poco , difendendo benissimo e stasera anche il muro ha fatto la sua ottima parte. Come dicevo, dopo il primo set dominato da Certaldo per 9-25, nel secondo è ancora la squadra valdelsana ad essere inseguita da San Miniato. Già sul 2-6 San Miniato chiama il primo time out ma Certaldo continua a far punti così mister Cervigni coglie l´occasione per mettere in campo tutte le giocatrici a disposizione. Sul 12-18 secondo time out chiesto da San Miniato. Punto su punto le avversarie riescono a rintuzzare lo svantaggio e raggiungere la quota di 20-23. Ora è Certaldo che, preoccupato, chiede il tempo, ma al rientro le nostre ragazze chiudono per 21-25 anche questo secondo set. Nell´intervallo il mister avversario rimprovera in maniera forte le sue giocatrici. Inizio terzo set alla grande per San Miniato 10-5 12-7. Momento favorevole per le avversarie. Poi sempre con la dovuta calma e anche testa, le nostre riducono a 13-12 lo svantaggio. Un punto per parte 18-18 fino a 23-23 e con Stefania Lazzeri al servizio si riesce a chiudere anche questo set per 23-25. Un grande applauso a tutte le nostre atlete ! Stasera nella nostra formazione ha fatto ritorno Jessica Di Prima (palleggiatrice) che dopo un periodo di stop per motivi di lavoro, ha ricominciato ad allenarsi e appena raggiunto il top fisico, sarà disponibile per la squadra. Sabato prossimo, di nuovo al PalaBoccaccio alle ore 21,15 contro VBA FIRENZE. Aspettiamo come sempre tutte le nostre ragazzine e ragazzini del settore giovanile ad assistere alla partita e tifare la nostra prima squadra femminile. Stasera anche la nostra serie D Maschile ha ottenuto un bel rotondo 3-0. Bravi ragazzi, brave ragazze, cercate di continuare ad essere un bell´esempio per i più giovani.
San Miniato: Mancuso, Cecconi, Campus, Barzagli, Galeone, Sentieri, Coku, Gorgoglione, Pistolesi, Perrottelli, Diop, Rigatti(L)- Allenatore: Dani.
A.P. Pallavolo Certaldo: Dainelli, Pini, Nencioni,Biagini, Cavicchioli, Cornacchia, Lazzeri, Di Prima, Banti, Paoli, Ricci, Ceccherini (L)- Allenatore :Cervigni
Arbitro: Setzu Giovanni di Pistoia

Rosignano sfortunata cede al Marina di Massa

A.S. PALLAVOLO ROSIGNANO - VOLLEY MARINA DI MASSA 1 - 3 (25/12-12/25-22/25-21/25)
Rosignano sfortunato cede al Marina di Massa. Partita iellata quella giocata ieri dai biancocelesti. Mister Sturiale deve rinunciare a Benci e Pizzotti indisponibili ma recupera il regista Onorati. Primo set sul velluto con un 25 /12 senza storia. Ma subito Massa pareggia il parziale. Nel terzo set, in una situazione di sostanziale parità arriva la tegola dell'infortunio dell' ottimo Gavarini. Anche se il sostituto Buselli jr si disimpegna egregiamente la squadra perde i suoi equilibri e cede in volata il 3o set. Nel quarto poi , nel finale è costretta a rinunciare anche al capitano Giuntini, costringendo mister Sturiale a rimediare una formazione forzatamente squilibrata. Nervosismo alle stelle su 2 chiamate dubbie dell'arbitro e cartellino rosso a Jacopo Buselli che chiude il match. Sconfitta dolorosa contro una squadra esperta che è apparsa alla portata del Rosignano finchè è rimasto al completo.

Volley Prato sconfitto a Scandicci

ROBUR 1908 SCANDICCI – VOLLEY PRATO 3-0
Robur 1908 Scandicci: Barbera, Baronti, Baruzzo, Bonciani, Casisa, De Cristoforo, Della Concordia, Gori, Lotti, Sansò, Giampà, Sgrilli. All. Guidi.
Volley Prato: Corti Gioele, Corti Giona, Innocenti, Bandinelli, Pilucchini, Mazzinghi, Catalano, Vannini, Coda, Anzilotti, Alpini, Olivieri, Scaduto. All. Novelli.
Arbitro: Sabatini
Parziali: 25-16; 25-23; 25-13.
Un Prato rimaneggiato si arrende a Scandicci. Troppe assenze per pensare di strappare un risultato positivo sul campo di una squadra esperta e qualitativa come quella fiorentina. Peccato perché un Prato al completo (mancavano Spagnesi, Pecini, Giovannetti e Giona Corti era in panchina solo per onore di firma) si sarebbe potuto giocare benissimo le sue chance di vittoria. Merito comunque ai giovani di Novelli per averci provato lo stesso, soprattutto nel secondo set. 1° set: Prato con Alpini e Catalano in diagonale, Coda e Pilucchini al centro, Bandinelli e Vannini di banda e Anzilotti libero. Prato che manteneva l’equilibrio nelle fasi iniziali (7-6) ma che poi, quando Scandicci forzava al servizio, si staccava. Manovra troppo lenta quella dei ragazzi di Novelli, ricezione in costante difficoltà e Scandicci che saliva sul 18-13 prima di chiudere a 16. 2° set: nel secondo parziale Prato si scuoteva e provava a riaprire la gara. Novelli schierava Mazzinghi in regia. Prato andava sotto 9-4. Spazio ancora ad Alpini. Squadra, però, poco incisiva in attacco. Nonostante questo Prato rientrava (14-13), sorpassava (17-18) e si giocava il set fino alla fine (20-20). Sul 24-23 due grandi difese di Scandicci ed un errore di Prato in attacco decidevano lo sprint. 3° set: nel terzo parziale Prato subito scorato ed in difficoltà (9-3) ma che provava a reagire con grande cuore (11-8). Scandicci, però, quando voleva strappare si affidava al servizio ed era Baruzzo a trovare il break del 17-10. Novelli cambiava la sua diagonale ma i padroni di casa avevano ormai la gara in pugno (20-12) e chiudevano senza patemi.

Peimar Entomox ancora 3 punti!

CUS Pisa - Peimar Entomox Vbc Calci: 0-3 (19/25 25/27 19/25)
Vbc Calci (Baronti, Bertolini, Bruni, Del Francia, Di Nasso, Fascetti, Guemart, Montagnani, Scali, Stagnari, Verbeni, Viacava. All. Bani)
Vittoria netta ma sofferta per i ragazzi di Bani, che portano via 3 punti importanti da una trasferta che non si è dimostrata certo facile come qualcuno avrebbe potuto erroneamente pensare. Il coach alla vigilia aveva messo in guardia i suoi sulle difficoltà di una partita che si presentava dopo un big match che aveva portato via molte energie nervose, in un palazzetto a cui non è mai facile adattarsi rapidamente, e al cospetto di un avversario che era stato capace di risultati importanti contro squadre più quotate e doveva riscattare la sconfitta inaspettata dell´ultimo turno. Così è stato, e gli ospiti autori di una prestazione non esaltante hanno dovuto sudare per tutto l´arco del match. Primo set con le due squadre a darsi battaglia fino alla metà, quando un ottimo turno al servizio consente alla Peimar Entomox di effettuare l´allungo decisivo. I Cussini tentano una timida reazione, ma cedono a 19. Alla ripresa mister Grassini rivede qualcosa rispetto alla formazione di partenza e si presenta con rinnovato furore agonistico. Il Vbc dal canto suo non riesce a dare continuità al proprio gioco, eccedendo nel numero degli errori gratuiti, sia in seconda linea che in fase offensiva. Il parziale rimane dunque in equilibrio fino ai vantaggi, ma qui sono ancora gli ospiti con bravura e fortuna a chiudere di 2 lunghezze. Ultima frazione prosegue sulla falsariga delle precedenti, con i locali che tentano in tutti i modi di rimanere attaccati al match aiutati dalla scarsa lucidità dei biancoazzurri che appaiono in difficoltà quando c´è da schiacciare sull´acceleratore. I padroni di casa tuttavia non riescono ad allungare quando ne hanno l´occasione e consentono a Verbeni e compagni di portare a casa il massimo risultato, nonostante una prestazione non brillantissima. Punti che fanno bene a morale e classifica, portando entusiasmo in casa Vbc in vista del probante test di sabato prossimo. Alla Palestra Magagnini arriverà infatti il Montebianco Volley, squadra di grande qualità ed esperienza che ormai da anni lotta costantemente per il salto di categoria. Per cercare di dare filo da torcere al Montebianco, sarà senza dubbio necessaria un´altra Peimar Entomox rispetto a quella vista al Palacus.

Serie C: Bacci Campi-Astra 3-1

Una gran gara del Bacci Campi ci ridicolizza....... strameritata la vittoria per i nostri avversari che sul campo mettono cuore e gioco annientadoci. Da parte nostra avevamo bisogno di una prestazione di squadra ma quello che siamo riusciti a fare insieme è stato affossarci a vicenda nei vari fondamentali. Dopo un primo set vinto..... sopratutto grazie agli errori avversari... un cambio nel sestetto avversario modifica l´impianto di gioco delle ragazze di Coach Miceli e per noi cala la notte; non reggiano in ricezione; i nostri palleggiatori non riescono a costruire (15 i falli fischiati)... e per finire i nostri attaccanti non riescono ad incidere sulla difesa avversaria. Gare come queste.... in casa EuroRipoli le abbiamo già viste.... confermano ancora una volta come non siamo pronti per vincere le guerre.... ma solo occasionali battaglie... facciamocene una ragione e godiamo solo delle piccole vittorie ... I campionati lasciamoli agli altri.

Pallavolo Sestese-Cortona Volley

Il Cortona torna sconfitta dalla trasferta fiorentina contro la forte Sestese ma si dimostra comunque una squadra dura da battere .Dopo aver vinto il primo set ed essersi portati in vantaggio nel secondo i ragazzi di coach Pareti hanno smesso di crederci e hanno subito il gioco degli avversari senza reagire con sufficiente determinazione e sprecando l' occasione di riportare a casa almeno un punto.Peccato ma avanti cosi' il campionato e' ancora lungo e allora FORZA CORTONA!!!!Vi aspettiamo numerosi per il derby di sabato contro Foiano alle 21:15 a Terontola.

Cortona Volley

domenica 27 novembre 2016

I Lupi si fermano ancora, vince Aversa

Nella foto di Volleyball Aversa: Guimaraes in attacco
SIGMA AVERSA: Putini 3, Santangelo 20, Robbiati 7, Giacobelli 5, Libraro 15, Hister 6, Vecchiani (L), Di Florio, De Rosas, Montò, Razzetto n.e, De Valla n.e, Attanasio (L) n.e. Allenatore: Bosco.
KEMAS LAMIPEL: Bertassoni 1, Guimaraes 10, Benaglia 4, Mazzone 9, Bonetti 11, Colli, Bonami (L), Ciulli, Tamburo 9, Taliani, Del Campo, Elia n.e, Da Prato n.e. Allenatore: Bertini.
Arbitri: Bellini e Rolla.
Successione set: 25-13; 27-25; 25-20.
Spettatori: 600.
Battute sbagliate Sigma: 9, Aces: 4, Muri:13.
Battute sbagliate “Lupi”: 10, Aces: 4, Muri: 6.
I “Lupi” non danno segnali di ripresa ad Aversa, dove arriva la quinta sconfitta nell’arco delle ultime sei gare. Se il punto raccolto con Tuscania aveva dato qualche speranza, autorizzando l’ambiente ad un certo ottimismo, ecco che il secco 3-0 subìto in Campania, assume i contorni di una bocciatura per il team conciario. Al PalaJacazzi la Sigma non ha problemi nel primo e nel terzo set e, soltanto nel secondo, i locali vengono messi in difficoltà dagli uomini di Fulvio Bertini. Ad inizio gara i padroni di casa confermano la formazione titolare mentre nella Kemas Lamipel resta in panchina Tamburo e Guimaraes gioca da opposto. Dentro quindi Colli in coppia con Bonetti nel ruolo di attaccante-ricettore. Il primo set è un monologo della formazione di Bosco che va subito avanti grazie al servizio di Hister: 9-4. Guimaraes viene subito bloccato dal muro aversano; i “Lupi” non pervengono e sul 17-6 fuori i due brasiliani per Ciulli-Tamburo. Sul 22-9 i biancorossi sono in confusione totale ed a questo punto appare evidente che qualcosa non funzioni sul piano mentale. Non è infatti pensabile che una formazione, ottima in precampionato, (che si proponeva subito dietro le migliori), naufraghi così sotto i colpi di un Aversa volitivo ma non trascendentale. Coach Bosco sul punteggio di 22-11 cambia la diagonale di palleggio inserendo De Rosas e Di Florio per poi reinserire, poco dopo, il barbuto Putini e lo scattante Santangelo. La prima frazione si chiude coi campani vittoriosi per 25-13. Nel secondo gioco la Kemas Lamipel tiene botta riproponendo il sestetto abituale, con Tamburo opposto e Guimaraes di banda. Qualcosa sembra andar meglio nelle file santacrocesi anche se gli errori sono sempre troppi a cominciare dalle battute sbagliate e dalle invasioni a rete. I “Lupi” riagguantano a più riprese Giacobelli e compagni (13-13, 16-16, 18-18 e 20-20) anche se sembrano allergici al sorpasso. Questo avviene grazie ad un muro di Benaglia che firma 20-22 della speranza. Tuttavia due clamorosi errori dei conciari rimandano subito avanti la Sigma (23-22) che poi viene immediatamente riacciuffata: 23-23. Parità a 24 e 25 ma poi chiude capitan Libraro (27-25) ed Aversa raddoppia: 2-0. Nel terzo parziale la Sigma sbanda solo all’inizio (1-4) ma torna subito in controllo: 5-5. Sul punteggio di 15-10 per i padroni di casa, la Kemas Lamipel chiede per la cronaca, il primo video-check a sua disposizione. La gara è tenuta sempre sotto costante sorveglianza dai locali (15-10 e 20-15) che chiudendo definitivamente il discorso su un errore al servizio di Guimaraes: 25-20.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce
www.lupipallavolo.net

A Tricase arriva la seconda sconfitta della Emma Villas Siena

A Tricase finisce al quinto set e finisce con il risultato di 3-2 in favore della formazione di casa un match lunghissimo, combattuto e tiratissimo. L’Aurispa vince il primo set, il risultato viene ribaltato da Siena ma la squadra di casa è bravissima prima a pareggiare e poi a fare suo il match, sospinta da un Cernic stratosferico, autore di 23 punti. Il match inizia con un punto messo a segno da Renato Russomanno a cui risponde immediatamente il bulgaro Jeliazkov. Alcune disattenzioni senesi portano la formazione di casa ad un parziale che consente ai salentini di raggiungere immediatamente tre punti di vantaggio: 4-1 per l’Aurispa. Anche Cernic va subito a segno e allunga il parziale di Alessano: 5-1, e coach Tofoli chiama time out dopo un avvio di gara certamente non splendente per Siena. La Emma Villas cerca di rintuzzare con le schiacciate di Russomanno e di Vedovotto e con Patriarca che è autore di un muro vincente, mentre però dalla parte opposta Cernic continua ad incidere. Jeliazkov è già un fattore importante nel match mentre Padura Diaz al momento non trova le giuste misure. Gli arbitri cambiano la decisione su un ace di Spadavecchia dopo la visione del Video Check, richiesto dalla panchina di Alessano, con la palla che viene successivamente vista fuori. E’ un momento dal peso specifico importante nel primo set. Finalmente Padura Diaz entra nella sfida e con due punti consecutivi cerca di far riavvicinare la sua squadra. La Emma Villas si mantiene a contatto, ma sbaglia alcuni servizi consecutivi. Saranno addirittura sette gli errori al servizio per Siena alla fine di questo set: tantissimi. Cernic fa valere la sua esperienza per il punto che vale il 20-16 per i padroni di casa. Continuano gli errori al servizio per Siena, anche Padura Diaz non trova la mira giusta ed è 22-18. Vedovotto e l’opposto cubano hanno un sussulto: 22-20. E’ il momento di Padura, 22-21 e il momento è infuocato. Jeliazkov e Cernic spingono ancora l’Aurispa, un errore di Fabroni, ancora una volta al servizio, chiude il primo set sul 25-23. Nel secondo set Siena mostra un altro volto. I centrali murano, Cesarini difende bene un paio di palloni difficili e Fabroni offre bei passaggi per i compagni. Il risultato è Siena che vola via nel punteggio fino al 6-12. Ora le cose sembrano andare molto meglio per l’Emma Villas che trova punti dai suoi schiacciatori, trova buone giocate e ottime difese. Quando Spadavecchia mura bene l’attacco di Jeliazkov sembra fatta per la vittoria del secondo set per i senesi. Ma basta un attimo di sbandamento e l’Aurispa è di nuovo a contatto: 16-19. Padura Diaz si scatena nel frangente finale di questo secondo set, e anche Vedovotto mette a terra palloni dal rilevante peso specifico. Sono di Russomanno i due punti che chiudono il secondo set: 19-25. Il terzo set si gioca da subito sul filo dell’equilibrio. Ed è un periodo molto importante. Fabroni ora cerca molto i centrali, con Patriarca e Spadavecchia che si fanno trovare e rispondono presente. Ancora Cernic è una spina nel fianco per il team senese. Padura Diaz gli risponde da par suo e quando Borgogno sbaglia la schiacciata l’Emma Villas per la prima volta in questo parziale prova l’allungo: 13-15. Adesso, però, anche l’Aurispa non è più così incisiva al servizio: Jeliazkov dopo aver messo a segno un bel punto prende la rete in battuta. L’inerzia sembra pendere dalla parte senese quando Patriarca e Vedovotto bucano il muro salentino portando il risultato sul 16-19. E l’Emma Villas ingrana una marcia superiore quando il muro senese sale di intensità e trova il punto prima con Russomanno e poi due volte con Vedovotto. Il leader dell’Aurispa rimane Cernic, ma Vedovotto e Padura Diaz la chiudono 20-25. Il terzo set è senese, e questa volta la Emma Villas gioca un parziale senza errori al servizio. Il quarto set si avvia bene per Siena. Ora il servizio regala soddisfazioni, con due ace consecutivi per Fabroni. E il palleggiatore riesce ora a trovare buonissime soluzioni al centro: in questo frangente il protagonista in casa senese è Stefano Patriarca. In un momento caldo, che arriva con il turno in battuta di Fabroni, sale in cattedra Fabroni che capitalizza al meglio alcune buone difese dei compagni di squadra. Ma l’Aurispa c’è: e replica con il solito Cernic. Spadavecchia mura, ma è ancora lo storico schiacciatore della Nazionale a fare male a Siena con una diagonale vincente. E’ Vedovotto l’uomo del momento con due punti di fila e la Emma Villas si ritrova di nuovo avanti: 18-19. La gara è lottatissima. Nel momento cruciale, però, Russomanno viene murato e Padura Diaz commette due errori consecutivi. Alessano si ritrova sul 23-19 e poi è il solito Cernic a chiuderla sul 25-21. Si va al quinto set ed è Michael Menicali l’autore dei primi due punti senesi. Ma il muro senese si fa trovare impreparato sulla giocata di Jeliazkov. Cernic continua a non sbagliare niente e a collezionare punti. Patriarca torna in campo e realizza il 6-6. Cernic e Torsello sbagliano il servizio. Si gioca sul filo dell’equilibrio. Jeliazkov mura Vedovotto e trova il 10-8 per la squadra di casa, poi il bulgaro piazza l’ace dell’11-8. E’ il frangente cruciale del match. Quando la sfida sembra ormai chiusa, con Cernic straordinario mattatore, Noda Blanco e Padura Diaz provano a ridare un senso al match. Ma ormai è tardi. La chiude Borgogno, che sigla il 15-13. Finisce 3-2 per Alessano ed è la seconda sconfitta stagionale per la Emma Villas Siena.
Aurispa Alessano – Emma Villas Siena 3-2 (25-23; 19-25; 20-25; 25-21; 15-13)
AURISPA ALESSANO: Muccio 6, Marzo 1, Cernic 23, Lemanski, Bonante, Bulfon, Torsello 3, Baldari, Jeliazkov 22, Russo (L), Borgogno 11, Bisanti (L), Piscopo. Coach: Mastrangelo.
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 4, Noda Blanco 2, Vedovotto 18, Padura Diaz 20, Patriarca 11, Russomanno 12, Cannistrà, Spadavecchia 10, Di Tommaso, Cesarini (L), Battista (L), Menicali 3. Coach: Tofoli.
Video Check: richiesto nel primo set da Alessano sul 13-10 (decisione cambiata) e sul 20-16 e da Siena sul 21-17; richiesto nel secondo set da Siena sul 5-8 (decisione cambiata), sul 15-19 e sul 18-23 (decisione cambiata) e da Alessano sul 6-12; richiesto nel quinto set da Siena sull’8-7 e sull’11-8 e da Alessano sul 12-8.

www.emmavillasvolley.com

Niente da fare al PalaRadi, la Pomì è troppo forte e batte Il Bisonte 3-0

POMÍ CASALMAGGIORE 3
IL BISONTE FIRENZE 0
POMÍ CASALMAGGIORE: Bacchi, Lloyd 3, Peric ne, Sirressi (L), Turlea ne, Gibbemeyer 7, Bosetti 6, Gibertini ne, Guerra 5, Fabris 24, Stevanovic 8, Tirozzi ne, Susic ne. All. Caprara.
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 15, Brussa, Bechis, Bayramova 3, Norgini, Enright 7, Bonciani, Melandri 5, Parrocchiale (L), Repice ne, Pietrelli, Calloni 10. All. Bracci.
Arbitri: Santi – Saltalippi.
Parziali: 25-16, 25-22, 25-18.
Note – durata set: 25’, 26’, 32’; muri punto: Pomì 8, Il Bisonte 5; ace: Pomì 7, Il Bisonte 1.
Il Bisonte sbatte contro la potenza e la classe delle campionesse d’Europa della Pomì Casalmaggiore e interrompe la sua serie di due vittorie consecutive, ma con pochi rimpianti. Difficile fare di più contro una corazzata del genere: Fabris ha chiuso i tre set con 24 punti e il 58% in attacco, oltre a due ace e tre muri, confermandosi una giocatrice praticamente immarcabile, e Lloyd ha distribuito con dei palleggi che sono inimmaginabili per quasi tutte le altre registe. Firenze comunque è stata encomiabile, provandoci fino alla fine e mordendosi le mani forse solo per il secondo set, dove con qualche errore in battuta in meno le cose sarebbero potute andare diversamente. Partite come queste però servono per crescere, e soprattutto non sono quelle in cui è obbligatorio tornare a casa con dei punti: Bracci può comunque trarre diverse indicazioni interessanti dal suo gruppo, per preparare al meglio le prossime gare. Marco Bracci decide di partire con Bechis in palleggio, Sorokaite opposto, Enright e Bayramova in banda, Melandri e Calloni centrali e Parrocchiale libero. Caprara deve fare a meno di Tirozzi e Susic (entrambe in panchina solo per onor di firma) e risponde con Lloyd in palleggio, Fabris opposto, Bosetti e Bacchi schiacciatrici laterali, Stevanovic e Gibbemeyer al centro e Sirressi libero. Dopo un inizio spettacolare ed equilibrato, il primo allungo è firmato Fabris (9-7), poi è la stessa croata con un grande muro ad allungare a + 4 (13-9): Bracci chiama time out, poi inserisce Norgini per Melandri in seconda linea, con Parrocchiale che entra per Bayramova, e Il Bisonte recupera fino al 15-14, con Caprara che risponde con Guerra per Bacchi. É una mossa vincente, perché due ace di fila della nuova entrata ristabiliscono le distanze (18-14), e poi la Pomì va sul velluto e chiude con Bosetti (25-16). Nel secondo set Casalmaggiore riparte con Guerra in campo, e Firenze, pur sbagliando troppe battute, cresce in ricezione (64% positiva e 41% perfetta nel set) e trova anche i muri di Melandri (tre in totale) e i punti in attacco di Bayramova ed Enright (9-10). Le due squadre si alternano in testa, sulla battuta di Lloyd la Pomì trova il + 2 (19-17) e allora Bracci inserisce Pietrelli per Bayramova, ma non ferma l’emorragia (23-19): Il Bisonte prova a reagire con il muro di Calloni (23-21), Bracci inserisce Brussa per Bechis, ma prima Sorokaite (sul 23-19) e poi Enright (sul 24-22) sbagliano la battuta (sette errori al servizio di squadra nel set) e il parziale vola via 25-22. Purtroppo l’inerzia rimane a favore di Casalmaggiore anche a inizio terzo set (4-1), anche se Firenze reagisce e trova il pari con l’ace di Sorokaite (5-5), per poi subire il contro break con il turno di Fabris (8-5). Sul 12-8 Bracci inserisce Pietrelli per Bayramova, Il Bisonte prova un’altra rimonta con il turno in battuta di Sorokaite e il pallonetto di Calloni (14-13), e Caprara chiama time out: Enright pareggia (14-14), ma poi in battuta si presenta Fabris ed è di nuovo fuga Pomì (19-14). L’allungo è quello decisivo, le bisontine ci provano in tutti i modi ma Casalmaggiore è di un’altra categoria e l’ace di Lloyd vale il 25-18.
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Giocare contro queste squadre ti obbliga a rischiare qualcosa in più: fino a metà set magari riesci a giocarci palla su palla, poi succede che qualche errore lo commetti, in battuta o in ricezione. Anche loro hanno fatto degli errori, ma hanno fatto sette ace e noi uno solo, in più la ricezione ha permesso a Lloyd di distribuire alla grande: con atlete che riescono a giocare così veloce e mettere a terra la palla è demoralizzante per chi ci gioca contro. L’importante adesso è pensare che domenica prossima abbiamo un’altra partita difficile, ma solo con queste partite possiamo ambire a migliorare il nostro gioco e le qualità delle singole giocatrici”.

www.azzurravolleysancasciano.it

La Savino Del Bene non ferma le farfalle di Busto

7° GIORNATA SAMSUNG GEAR VOLLEY CUP
SAVINO DEL BENE VOLLEY – UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 2-3 SAVINO DEL BENE VOLLEY: Moreno Pino ne, Crisanti ne, Zago 5, Havlickova 16, Da Silva 18, Loda 3, Merlo (l) 1, Cruz 7, Giampietri ne, Scacchetti, Arrighetti 9, Meijners 19, Rondon (K) 2. All. Chiappafreddo
UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Stufi 6, Signorile 2, Cialfi ne, Spirito (l), Fiorin 15, Witkowska (l), Martinez 13, Sartori, Simpson ne, Diouf 30, Moneta 1, Berti 5, Pisani, Negretti 1. All. Mencarelli
ARBITRI: Feriozzi - Pasquali
SET: 25 a 20; 25-18; 22-25; 20-25; 11-15.
SPETTATORI:1400 (sold-out)
Scandicci – La Savino Del Bene Volley si arrende alla Unet Yamamay Busto Arsizio dopo due ore e diciannove di gioco intenso e spettacolare. Le ragazze di coach Chiappafreddo, dopo un avvio perfetto ed impeccabile, hanno avuto un calo fisico e di concentrazione che ha permesso il rientro delle avversarie, complici i tanti errori della seconda parte di gara. Le padrone di casa recriminano per l’occasione persa dopo i due set di vantaggio. Le farfalle della ex Federica Stufi capitanate dai 30 punti di Valentina Diouf si dimostrano una compagine di altissimo livello capace di recuperare con grinta e tenacia qualsiasi tipo di svantaggio. Per il big match della settima giornata Mauro Chiappafreddo si affida sempre al collaudato 6+1: Rondon al palleggio, opposta Havlickova, bande Meijeners e Cruz, al centro Da Silva e Arrighetti con Merlo libero. Bell’avvio della Savino Del Bene che comanda il gioco. Il tulipano olandese, Flo, è subito protagonista di una perfetta pipe e due ace consecutive. Sul 6 a 2 Mencarelli chiama il time-out. Le squadre tornano in campo e Da Silva erge il muro del 7 a 2. Reazione delle farfalle affidata a Diouf. Il solito martello di Thor, Havlickova, riporta + 3 le scandiccesi (11 a 8). Fast da manuale di Arrighetti 12 a 9. Partita spettacolare e dai grandissimi contenuti tecnici. Una “bomba” di Adenizia Da Silva fa scatenare la torcida della Savino Del Bene. Sul 16 a 11 Mencarelli chiama il time-out. Al rientro Doiuf è ancora una volta murata da Da Silva, 17 a 12 (+5). La grande ex dell’incontro, Federica Stufi, ferma Havlickova e riporta a -2 Busto. Le due difese chiamate agli straordinari rispondono presente, pochi gli errori in questo fondamentale da parte di entrambe le squadre. Gioca meglio la Savino Del Bene in questo set, Rondon chiude ancora la strada a Diouf e la Savino Del Bene vola sul 23 a 18. Havlickova piega il muro delle farfalle, 25 a 20. Meijeners chiude in parallela l’1 a 0. Savino Del Bene subito avanti. Un’ottima Fiorin pareggia i conti sfruttando le mani del muro, 3 a 3. Busto gioca molto su Diouf che in questo momento non attacca con percentuali altissime, Rondon varia più il gioco ed è nuovamente break. 8 a 4. Mencarelli chiama ancora il time-out. Subito dopo Signorile chiama in causa per due volte Martinez, 8 a 6. Da Silva prima tempo nei tre metri: 10 a 7. Super Fede Stufi, -1 Busto (12 a 11). Alza il ritmo Scandicci e Busto si spegne lentamente nonostante il disperato valzer di cambi di Mencarelli. Flo in ace chiude anche questo set, 25 a 18. Anche l’inizio del terzo parziale è griffato Savino Del Bene: parallela di Meijners e primo tempo di Da Silva, 4 a 2. Busto si dimostra un’ottima squadra, quest’oggi troppo Diouf dipendente che spesso sbaglia perché è costretta a forzare. Le ragazze di Chiappafreddo tengono il mini-break gelosamente per metà set. Merlo vola su tutti i palloni, ma Cruz sbaglia l’attacco in parallela: è la prima parità dell’incontro. Dentro Scacchetti e Zago per Rondon e Havlickova sul 14 a 13 Busto. Prima difficoltà della Savino Del Bene che non trova più i riferimenti iniziali. Entra Loda per Cruz e si chiude il doppio cambio con Rondon e Havlickova nuovamenye in campo. Adenizia con un gran muro e un bellissimo punto di Loda capovolgono il punteggio 20 a 19. Altra ace di Flo al servizio, 21 a 19. Finale di set non adatto ai cardiopatici. Busto torna sotto, si gioca punto a punto. Martinez con un delizioso pallonetto chiude 25 a 22. Troppi sbagli nel finale di set da parte delle attaccanti scandiccesi. Quarto set che inizia col sestetto base, ma Busto ha ritrovato Martinez e una straordinaria Fiorin in difesa. Diouf ora fa più male. La Savino fatica al centro e le lombarde spinte dall’entusiasmo conducono 13 a 9. Black Out delle ragazze di coach Chiappafreddo in balia delle avversarie che vogliono prolungare l’incontro fino al tie break. Il pallone non cade più sul parquet di Busto e le ospiti guidano il quarto set sul risultato di 16 a 9. Coach Chiappafreddo cerca di cambiare qualcosa sostituendo Rondon e Havlickova per Scacchetti e Zago: mossa che dà i suoi frutti, ma Busto Arsizio conduce ancora per 20-15. La Savino Del Bene Volley spinta dal pubblico prova la rimonta da tre punti, ma gli errori in attacco non aiutano… Le farfalle con Diouf trovano il set point sul 24 a 18. Il primo e il secondo set point vengono annullati, ma Busto si impone 25 a 20 complici i tanti errori delle padrone di casa. Sui sette punti finali di Busto Arsizio sono ben sei gli errori della Savino Del Bene Volley che senza forzare più di tanto regala il tie break alle avversarie. Nel quinto ed ultimo set il canovaccio del match non sembra cambiare: Busto a caccia di punti e la Savino Del Bene Volley in difficoltà. Errori su errori per la Savino e Busto Arsizio conduce per 7 a 3. La Unet Yamamay Busto Arsizio scappa: 10 a 4 e coach Chiappafreddo ripropone gli stessi cambi del quarto set. Zago firma il sesto punto della Savino, ma Busto conduce 11-6. Due volte Adenizia Da Silva, prima con un muro e poi in primo tempo: 12-8. Aneta Havlickova scalda Scandicci perché la Savino torna in scia (12-9). Ace di Loda per il 10-12. Havlickova viene murata e Busto conduce 13-10. Finale non adatto ai cardiopatici. Adenizia Da Silva per l’11-13. Stufi in fast trova il 14-11 e il primo match point viene realizzato da Busto: la squadra ospite si impone 15 a 11 e trova due punti a Scandicci. Tante, troppe recriminazioni per le ragazze di coach Chiappafreddo che davanti 2 set a 0 si fanno recuperare e superare, complici i tanti errori arrivati nei momenti decisivi. L’MVP dell’incontro è Valentina Diouf che con i suoi colpi ha guidato la rimonta di Busto. Le farfalle volano sempre più in alto.
Merlo: “Avevamo la partita in pugno poi loro hanno reagito quando nessuno se lo aspettava e nemmeno noi. Non siamo state brave a reagire. E’ una partita difficile da commentare: brave loro che hanno creduto alla vittoria fino in fondo.”
Stufi: “Entrambe le squadre hanno sbagliato molto. Noi nei primi set abbiamo faticato. Anch’io non ero entrata in partita, poi siamo uscite da squadra e abbiamo costruito una vittoria nella prima parte del match inaspettata. Abbiamo vinto la seconda battaglia sportiva!”
Mencarelli: “E’ stata una partita caratterizzata da tanti errori. Più bella per gli spettatori che per noi coach. Martinez? Si è trasformata dopo il primo set. Per una ragazza giovane come lei era importante riprendere fiducia dopo un inizio difficile e dopo è stata determinante. Non voglio ancora pensare alla classifica, sono solo contento per la continuità dei risultati”
Chiappafreddo: “La classifica non si guarda dopo 7 giornate. Dispiace perché avevamo la partita in pugno e poi abbiamo commesso troppi errori. Ho provato a fare dei cambi, ma Busto alla fine aveva una marcia in più!”

Eloquente vittoria dell'Empoli Pallavolo a Capannori 0-3 (15/25), (14/25), (25/27).

Complessivamente buona la prova delle giallonere nel match che le vedeva contrapposte al Nottolini, hanno brillato nei primi due set concedendo molto poco alle lucchesi, nel terzo invece si sono concesse qualche pausa, mettendo a rischio il set. Le ragazze di Becheroni hanno provato in tutti i modi a contrastare le empolesi, ma con scarsi risultati, a parte per l´appunto nel terzo parziale, quando, complice una condotta piuttosto impalpabile delle ospiti, sono riuscite a far parzialmente breccia, ma poi le empolesi hanno reagito chiudendola lì. Ci ha sorpreso invece la condotta di alcuni tifosi di casa che per l´intera partita hanno inveito in modo reiterato verso l´arbitro, reo secondo loro, di non fischiare il palleggio dell´ alzatrice ospite, mentre naturalmente per la propria era tutto regolare, non siamo abituati a far polemica, ma ci è sembrata onestamente una forzatura, non si capisce dettata da cosa, o forse da quelle parti qualche regola di pallavolo è cambiata e noi ce la siamo persa ... Il primo set scorre via con Empoli saldamente in cattedra 2-3, 5-9, 8-14, 11-17, 13-20 e chiusura 15-25; il secondo è fotocopia del primo 3-5, 6-12, 9-15, 11-18, 12-23 e 14-25; nella prima parte del terzo parziale, tutto prosegue nella scia dei precedenti 2-3, 5-9, 9-15, 13-18 a questo punto la squadra ospite si incarta e le lucchesi rientrano 18-18, poi le ospiti recuperano 18-22, 19-23 ma di nuovo balbettano e si fanno riagguantare 24-24, rischiano il set, ma hanno il merito di chiudere definitivamente la contesa 25-27. Le ragazze di Tagliagambe hanno dominato il match e seppur con qualche sbavatura in alcuni frangenti del terzo set, hanno portato a casa un rotondo 0-3 ed il copione è stato rispettato in pieno, con la soddisfazione di tutto l´ambiente. Ora avanti con la prossima, la gara che andrà in scena al Palaramini, si presenta come una sfida difficile, la Clai Imola ha dimostrato di essere un´ottima formazione con un´ organico di livello, si preannuncia quindi, un altro match molto combattuto.
Empoli Pallavolo: Antonini (3), Pierattini (9), Torrini (14), Cecconi (4), Fidanzi (7), Cavalieri (10), Rinaldi (1), Donati (1), Genova (L1), Veracini, Miccadei, Forconi, Giannini. Allenatore: Alessandro Tagliagambe
Nottolini: Roni, Chericoni, Belli, Baroncelli, De Cicco, Renieri, Bresciani, Bonasera, Deoma, Miccoli (L1), Gradi (L2), Coselli, Simoncini. Allenatore: Alessandro Becheroni
Arbitri: Peccia Luigi e Coppola Davide di La Spezia

sabato 26 novembre 2016

C Femminile: a San Miniato arriva Certaldo

Si giocherà invece alle 21,15 la gara di C/Femminile dove le ragazze di Marco Dani affronteranno la compagine di Certaldo ed in palio ci saranno punti importanti.
Ecco i numeri di questo San Miniato-Certaldo
– Pallavolo Certaldo gare giocate 6 (2 vittorie e 4 sconfitte e set 10+ 16-) PUNTI 6
– Folgore gare giocate 6 (1 vittoria e 5 sconfitte e set 6+ e 16-) PUNTI 4

A questi punti guardiamo il percorso delle nostre avversarie:
Jus Arezzo -Certaldo 3 a 1
Certaldo – Bagno Ripoli 3 a 1
Lib/Forti Firenze – Certaldo 3 a 1
Certaldo – Fucecchio 1 a 3
Project Prato – Certaldo 3 a 1
Certaldo – Campi Bisenzio 3 a 0
leggendo attentamente questi numeri si evidenzia subito che la squadra (allenata dal sanminiatese ex Folgore Isaia Cervigni) nelle gare lontane dalla sua palestra ha sempre perso e sempre con lo stesso punteggio, 3 a 1. A curiosare nel loro sito si legge che nella gara vinta sabato scorso (3 a 0 al Campi) la squadra ha finalmente messo in evidenza il carattere e la grinta, infatti il pezzo finisce con….questo atteggiamento deve continuare però anche sabato prossimo a San Miniato contro la squadra locale. Quindi per le nostre una gara difficile ma sono appuntamenti importanti per cercare la salvezza in questa C Femminile.

FOLGORE LUPI ESTINTORI – PALLAVOLO CERTALDO
si giocherà SABATO prossimo alle Ore 21,15 alla Palestra don Vivaldi – S.MINIATO

25/11, il programma gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project

Serie C Girone A – Ariete Prato Volley Project – Fiorentina Rinascita (domenica ore 18.00, Palazzetto San Paolo), arbitro D’Avanzo.
Riscatto e continuità. Questo cerca l’Ariete nella sfida interna contro la Rinascita. Sulla carta è un big match ma le due inopinate sconfitte rimediate con Pontemediceo e VBA hanno allontanato Prato dal vertice della graduatoria ed hanno imposto a Targioni altre priorità. Serve trovare soluzione ai cali di tensione che la squadra accusa in gare alla sua portata. E’ necessario capire cosa scatta nella mente delle atlete e che giustifica i black out improvvisi che sono costati le due predette battute d’arresto. Contro la corazzata Rinascita serve dare una prima risposta a tutti questi interrogativi.
In dubbio Nelli.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Del Buono, Carovani, Legnini, Morotti, Cafissi, Speranza, Napolitano, Foggi, Borchi, Rosati, Varani, Nelli, Marchesini. All. Marco Targioni
Le altre prime squadre del progetto:
Serie C Girone A – Liberi e Forti - Viva Volley (ore 18.00, Polivalente Paganelli), arbitro Fibbi.
Archiviare Calenzano e provare il colpo esterno. Contro la Liberi e Forti il primo avversario del Viva sarà il Viva stesso. Ormai è palese che la carenza di risultati della squadra ora in mano a Ceccato in questo avvio di torneo non è un fatto, o almeno non solo, tecnico ma soprattutto caratteriale. Il primo set di Fucecchio, il primo set contro Calenzano raccontano una squadra ben diversa da quella timida e smarrita che poi quelle due gare le ha perse. Firenze non è avversaria impossibile ma molto dipende da Ridolfi e compagne.
La rosa del Viva Volley: Romagnani, Colzi, Moretto, Piccini, Vivoli, Nesi, Ponzetta, Ridolfi, Massaro, Sanesi, Urso. All. Ceccato.

Le divisioni:
In Prima Divisione il Viaccia ospita InsiemeconCertaldo (ore 21.00 Palestra Salvo D’Acquisto di Tavola). In Seconda Divisione Girone A Viva Volley ospita la Virtus Poggibonsi (ore 18.00 Palestra Sem benelli di Iolo). In Seconda Divisione Girone B Ariete PVP che ospita l’Euroripoli (ore 18.00, Palazzetto di San Paolo) mentre la Pol. 29 Martiri di Gigi Zani ha ospitato venerdì la Stella Rossa Scandicci. Il Volley Vaiano ospita la Pall. I° Giglio Castelfiorentino (ore 21.00, Mazzini di Vaiano). In Terza Divisione, infine, nel Girone A Viva Volley ospite della Stella Rossa (ore 18.00, Palestra Dino Campana di Scandicci). Nel Girone B Viaccia sul campo Chianti Volley (ore 18.00, Palazzetto dello Sport di San Casciano Val di Pesa ).

Folgore in trasferta col Montebianco

Gara fuori per i ragazzi di Zecchi a Montecatini in casa della seconda in classifica e l’altra alla don Vivaldi con le “coccinelle” di Dani contro il Certaldo, squadra in lotta con noi ed altre squadre nel parte bassa della classifica. Ma andiamo per ordine nel mostrarvi le due nostre prossime avversarie. Prima di cena, i ragazzi Tecnoambiente andranno nella città delle terme a far visita al team Montebianco, squadra seconda in classifica ad un solo punto dal solitario Calci e che da diverse stagioni agonistiche prova a salire di categoria senza riuscirci. Sviscerando nei meandri delle rispettive classifiche si vede che:
– Montebianco gare giocate 6, 1 sconfitta e 5 vittorie ( set 16+ e 5- ) PUNTI 15
– Folgore invece giocate 6, 5 sconfitte ed 1 vittoria (set 5+ e 16- ) PUNTI 3

Analizziamo anche il loro calendario:
Montebianco – Pistoia 3 a 1
Massa – Montebianco 1 a 3
Montebianco – Turris 3 a 0
Prato – Montebianco 0 a 3
Montebianco – Lupi 3 a 0
Migliarino – Montebianco 3 a 1
sono reduci da una brutta sconfitta per 3 a 1 a Migliarino (non una delle top) e questa “tegola” potrebbe avere una spiegazione a quanto successo visto che ad inizio gara si è gravemente infortunato il loro palleggiatore Pianigiani, uomo forte e vera guida della squadra (si parla di rottura del tendine d’achille purtroppo) e poi a metà partita è dovuto uscire anche Francesconi (guai ad un polpaccio) allenatore-giocatore dei ragazzi termali. Tutti guai che potrebbero mostrarci una Montebianco ferita ma al tempo stessa vogliosa di riscatto. Ovviamente i nostri migliori soprattutto per Pianigiani, sperando di vederlo di nuovo in campo prima possibile e completamente ristabilito.

MONTEBIANCO PIEVE A NIEVOLE – FOLGORE TECNOAMBIENTE
SABATO alle ore 18,00 alla Palestra Salutati in Via Marconi a MONTECATINI TERME