martedì 31 gennaio 2017

Savino Del Bene bella solo a metà!

LIU JO NORDMECCANICA MODENA – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-2
LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Caracuta ne, Brakocevic 23, Belien 8, Valeriano, Heyrman 14, Leonardi (l), Marcon 11, Bosetti 20, Ferretti 5, Ozsoy ne, Bianchini, Garzaro ne. Allenatore: Gaspari.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Casillo ne, Crisanti 5, Zago 12, Havlickova 6, Da Silva 20, Loda 16, Merlo (l), Cruz, Giampietri ne, Scacchetti, Arrighetti 3, Meijners 16, Rondon (k) 1. Allenatore: Chiappafreddo.
SET: 25-18, 25-17, 26-28, 19-25, 15-13.
SPETTATORI: 2.117
ARBITRI: Lavagni e Cappelli.
Modena – Non sono bastati cuore e determinazione alla Savino Del Bene per aggiudicarsi la vittoria contro la Liu-Jo. Peccato, la Savino Del Bene dopo il terzo set meritava di più. Tolte tensioni, paura di sbagliare si è rivista la Savino Del Bene capace di conquistare la Final4. Adenizia mura Marcon. E’ con questo grande gesto atletico che si alza il sipario su Modena-Scandicci. I primi scambi sono lunghi e prolungati con la Savino Del Bene molto attenta in difesa e molto efficacie in contrattacco. Modena risponde con l’asse Ferretti-Bosetti e il set rimane sull’equilibrio. Ancora la Dea Da Silva vola in sospensione per il primo tempo che vale il 6 a 5. Ace del tulipano Flo, sboccia il mini-break: 8 a 6. Partita dai ritmi molto alti, Cruz molto brava in ricezione e difesa ha difficoltà in attacco ne approfitta Modena che prima raggiunge le scandiccesi poi allunga grazie ad una straordinaria Bosetti. Dentro Loda per Cruz. Chiappafreddo prova anche il cambio in diagonale: dentro Scacchetti e Zago per Rondon e Havlickova. Dopo un grande avvio, la Savino Del Bene inizia a commettere molti falli, Liu-Jo ringrazia e si porta sul 18 a 11. Bosetti è da applausi quando mette a terra un pallonetto nei tre metri che è un concentrato di classe: 19 a 12. Zago si sblocca, 21 a 13. La confusione e la paura prendono il sopravvento nelle file di Scandicci, Modena ringrazia e allunga ancora. Heyrman chiude 25 a 18. Troppi errori e poca cattiveria agonistica nelle file della Savino in questo finale di primo set. Secondo parziale che è lo specchio del finale del primo parziale, Modena è ancora padrone del gioco. Il pubblico arrivato da Scandicci prova a scuotere la squadra, Da Silva ci prova con un muro: 6 a 3. Ancora la brasiliana a mettere giù la palla, 7 a 5. Ace di Flo, 7 a 6. Brakocevic, una delle migliori in campo, mette giù l’8 a 6. Un incredibile errore del video-check a favore di Modena dà un’ulteriore spinta a Modena. La Savino Del Bene non ci sta e torna a -1 con Arrighetti. Fiamma che si spegne tra la sublime regia di Ferretti e gli attacchi nelle zone di conflitto di Marcon. Modena “morde” la palla, e recupera l’impossibile, la Savino Del Bene è in balia delle padrone di casa. Da Silva prova a rendere meno amaro il passivo: 19 a 12. Cruz prende il posto di Meijners. E’ Da Silva che recupera di piede e poi va a realizzare il 23 a 14. Bellissimo scambio che però non rende meno amaro il set: 25 a 17. Ancora Da Silva, giù il primo tempo chiamato da Rondon: 2 a 1. Chiappafreddo cambia il sestetto base, Loda e Zago in campo da subito al posto di Havlickova e Cruz. Meijners 5 a 4. L’urlo di Loda che sfrutta a meraviglia le mani del muro è il segnale che la squadra non ha voglia di mollare. Crisanti prende il posto di Arrighetti. E’ bravissima la bergamasca a ricevere e chiudere il punto subito dopo, 10-9. La Savino Del Bene è nella partita. Ancora la Dea è provvidenziale: 15 a 14. Muro di Zago, 16 a 15. Si gioca punto a punto. Loda è un uragano, bene anche Crisanti che in fast firma il -1 (19-20). Loda è superlativa, attacco da ferma di seconda: 20 a 20. Flo trova l’incrocio delle linee: 21 a 20. Muro di da Silva: 22 a 21. Zago passa ancora, 23 a 21. Ancora Da Silva mette giù un bel primo tempo: 24 a 22. Zago sbaglia la palla del set (diagonale fuori), ma la Savino Del Bene del terzo set non molla Loda mette giù il 26 a 25. Flo dalla seconda linea, 27 a 26. Ace della migliore in campo, Sara Loda, 28 a 26. Quarto set con Crisanti, Loda e Zago nel sestetto. Ancora Loda cerca di tener in scia Scandicci, parallela 4 a 3 (-1). La Savino Del Bene decide di ergere un muro chiamato Da Silva: 3 muri vincenti, 8 a 7 Scandicci. Rondon è più sicura delle sue attaccanti, Crisanti è sicura quando viene chiamata in causa: 12 a 9. Pipe di Bosetti, 10 – 12 Scandicci. Fast di Crisanti, 13 a 10. Sboccia ancora Flo, 15 a 12. Ancora un muro di Zago, 17 a 13. Ancora Zago su Brakocevic, 18 a 13. Bosetti con l’aiuto del nastro, realizza l’ace del -3. Zago, 21 a 17: diagonale di rara potenza. Crisanti sale in cielo, 24 a 18. Pipe di Meijners, 24 a 18. Super Crisanti in fast, 25 a 19. Col cuore, con grinta e con un gran muro: si va al tie-break! Zago, 1 a 0. Meijners in pipe, 2 a 0. Il pubblico ospite è in delirio. Sbagliano Zago e Meijners, 4 a 3 Modena. Dentro Scacchetti e Haclickova per Rondon e Zago ma è il servizio di Brakocevic a fare male, break Modena 8 a 3. Loda lo rompe, 8 a 4. Ace a ripetizione di Loda -1. Scacchetti per Havlickova: 9 a 8 Modena. Tornano in campo Rondon e Zago. Belien, primo tempo: 11 a 9 Modena. Scandicci non molla e si porta sul 11 a 11. Si gioca sui nervi, chi rimane più lucido nel finale vincerà la partita. Ferretti-Brakocevic regalano a Modena 3 set-point. Da Silva sbaglia il servizio sul 14 a 13, chiude Modena 15 a 13. Savino Del Bene bella a metà, ovvero nella seconda parte di match. Massimo Toccafondi: " Dopo due set molto brutti, siamo riusciti a rimettere la partita nel giusto binario grazie ai cambi e anche a un loro leggero calo. Modena e Scandicci sono due squadre molto speculari che alternano una buona pallavolo a dei momenti di blackout, peccato per il tiebreak, perchè a quel punto potevamo vincere la partita!"

Il Bisonte torna alla vittoria battendo al tie break il Club Italia

IL BISONTE FIRENZE 3
CLUB ITALIA CRAI 2
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 28, Brussa 1, Bechis 2, Bayramova 10, Norgini ne, Enright 11, Bonciani ne, Melandri 12, Parrocchiale (L), Repice ne, Pietrelli, Calloni 16. All. Bracci.
CLUB ITALIA CRAI: Enweonwu 3, Perinelli, Morello ne, Lubian ne, Ferrara, Orro 7, Piani 1, De Bortoli (L1), Mancini 6, Arciprete 8, Melli 6, Botezat 10, Cortella (L2) ne, Egonu 37. All. Lucchi.
Arbitri: Simbari – Frapiccini.
Parziali: 25-20, 19-25, 25-17, 15-25, 15-13.
Note – durata set: 25’, 23’, 23’, 23’, 20’; muri punto: Il Bisonte 8, Club Italia 12; ace: Il Bisonte 6, Club Italia 3; spettatori totali 700.
Il Bisonte porta a casa una vittoria importantissima contro il Club Italia Crai, ma come all’andata deve sudare sette camicie per venire a capo di un’avversaria ancora una volta trascinata da Paola Egonu, che evidentemente quando vede i colori di Firenze si scatena: dopo i 46 dell’andata, l’azzurra ne ha messi altri 37, col 54% in attacco, ma per fortuna il tie break ha sorriso ancora una volta alle bisontine, che così hanno interrotto anche una serie di cinque ko consecutivi. Adesso la squadra di Marco Bracci ha due punti di vantaggio su Monza (prossima avversaria), tre su Montichiari e sette sul Club Italia, ma ci sarà da soffrire fino alla fine per provare a mantenere questa posizione: di sicuro contro le azzurrine di Lucchi Il Bisonte ha pagato soprattutto un black out a inizio del quarto set, che ha compromesso subito il parziale, ma può godere di una super Sorokaite (28 punti col 48% in attacco) e di una serata da incorniciare per le centrali, con i 16 punti di Calloni (57% in attacco, tre ace e un muro) e i 12 di Melandri (col 47% e quattro muri). Marco Bracci parte con Bechis in palleggio, Sorokaite opposto, Enright e Bayramova in banda, Melandri e Calloni centrali e Parrocchiale libero. Lucchi risponde con Orro in palleggio, Piani opposto, Egonu e Arciprete schiacciatrici laterali, Botezat e Mancini al centro e De Bortoli libero. Le ospiti partono fortissimo con due punti di Egonu e l’ace di Botezat (0-3), ma Il Bisonte si organizza subito e impatta sul 5-5, per poi allungare con due muri consecutivi di Bayramova e Melandri (10-8) che costringono al time out Lucchi. Il Club Italia, trascinato da Egonu (dieci punti nel set), pareggia nuovamente (14-14), ma poi va al sevizio Sorokaite, e con un suo ace preceduto da una fast di Calloni Il Bisonte è di nuovo sul + 3 (17-14): il capitano è scatenato con altre due fast (19-16), Egonu pareggia nuovamente (19-19), poi Odina piazza due super attacchi (21-19), e stavolta le azzurrine non rientrano più con Enright che chiude 25-20. Nel secondo set è ancora un turno di servizio di Sorokaite a creare il primo allungo (6-4), ma il Club Italia reagisce e sorpassa con Botezat e Arciprete (7-10), e Bracci è costretto a chiamare time out: la ricezione cala, Botezat ne approfitta ancora (9-13), poi sul 17-20 Lucchi inserisce Enweonwu per Piani e sul 18-22 entra Pietrelli per Odina, ma l’inerzia stavolta è per le ospiti che chiudono con la solita Egonu (19-25). Il Bisonte torna a ruggire nel terzo, con un muro di Bechis e un ace di Calloni che valgono l’8-5: Lucchi chiama time out e poi inserisce Melli per Arciprete, ma il vantaggio si dilata fino all’11-5. Un’ispiratissima Bechis cerca con profitto anche i primi tempi di Melandri e Calloni (15-9), poi sul 17-13 Lucchi rimette Enweonwu per Piani e la nuova entrata piazza subito un muro che costringe Bracci al time out (17-14). Al rientro una super azione in difesa permette a Enright di riallungare (20-15), e a quel punto Il Bisonte controlla e chiude con una grande fast di Calloni (25-17). Nel quarto Lucchi sposta Egonu nel ruolo di opposto con Melli e Arciprete in posto 4, e il Club Italia parte fortissimo (0-4), con Bracci subito costretto al time out: Melli è scatenata (0-6), entra Brussa per Odina, ma Firenze è frastornata e sul 2-9 il suo coach usa subito anche il secondo tempo. Il vantaggio delle ospiti arriva addirittura al 4-14, entra Pietrelli per Enright ma il set è compromesso e alla fine Egonu, salita nel frattempo a 30 punti, manda tutti al tie break (15-25). Ne Il Bisonte rientrano Enright e Bayramova, mentre Lucchi conferma l’assetto del quarto: il primo allungo è del Club Italia con l’ace di Mancini e l’ennesima bomba di Egonu (5-7), poi Bracci chiama time out, e al rientro c’è subito il pari e il sorpasso con il doppio ace di Raffa Calloni (8-7). Adesso si gioca punto a punto, Egonu ritrova il vantaggio (11-12) e Bracci chiama time out: Sorokaite pareggia (12-12), entra Pietrelli per Bayramova e piazza subito una grande difesa su Egonu, che il muro di Calloni trasforma poi in 13-12. C’è time out per Lucchi, Enright mette giù il 14-12 ed Egonu annulla il primo match point, ma poi la pipe di Sorokaite vale la sospirata vittoria.
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “É stata una partita tosta e difficile ma lo sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire: sono contento per i due punti presi, e dobbiamo esserlo tutti perché ogni gara sarà così, a partire dalla prossima a Monza. A mio parere avremmo dovuto provare a difendere qualche palla in più, la Egonu è stata come suo solito la mattatrice ma all’inizio del quarto set ci siamo incartati noi su una rotazione, e questa defaillance ce la siamo portata avanti per tutto il parziale. Poi però sono contento della reazione che abbiamo avuto nel quinto, era fondamentale vincerlo e ci siamo riusciti, e adesso pensiamo a Monza”.

Anche a Bologna l'Empoli Pallavolo domina, 0-3 (16/25), (15/25), (23/25)

Una vittoria era preventivata e puntualmente è arrivata, le giovani bolognesi hanno ben figurato al cospetto della capolista, c´era è vero un po´ di differenza tecnica, ma con il loro piglio, hanno costretto le empolesi, in particolare nel terzo set, ad un confronto più serrato. Sul risultato non ci è mai stata incertezza, con la supremazia delle ospiti nell´arco dell´intero match, anche se si è notata qualche sbavatura di troppo nel terzo parziale, ma non si può chiedere la luna alla formazione di Tagliagambe, qualche bruscolo è ammesso e considerando che la corsa delle giallonere continua a spron battuto da un bel po´, va semmai esaltato l´impegno e l´applicazione di queste ragazze e dar loro il giusto merito. Nel primo set Empoli sempre avanti 1-4, 4-7, 8-10, 11-13, sempre di più 13-20, 15-21 e chiude 16-25; nel secondo parziale Bologna avanti 4-3, 8-7, 11-10, Empoli inverte il trend 14-15, 15-17 e poi chiude deciso 15-25; nel terzo Empoli conduce 2-4, 5-10, 8-12, 12-15, Bologna contrasta 16-17, 20-21, ma è l´Empoli che chiude set e partita 23-25. Nella parte alta della classifica non è cambiato molto, se non la divisione della posta tra Forlì e Pontedera, con quest´ultima che ha incamerato un solo punto e ha mollato il terzo gradino del podio in favore dell´Imola vittoriosa a Cecina. Si torna a giocare al Palaramini, dopo due trasferte consecutive la squadra empolese riceve la Liverani Castellari Ravenna, si proprio l´unica formazione che ad oggi, è riuscita a battere la capolista, una partita che è rimasta ben fissata in mente e un tie break che ha lasciato l´amaro in bocca, l´occasione è ghiotta per riscattare quel match e prendersi una bella rivincita.
Empoli Pallavolo: Antonini (3), Torrini (9), Pierattini (10), Cecconi (2), Fidanzi (8), Cavalieri (6) Forconi (3), Donati (3), Genova (L1), Bernardini (L2), Rinaldi, Veracini, Giannini. Allenatore: Alessandro Tagliagambe
Bologna: Di Stefano, Bombardi, Sarego, Conte, Aloisi, Tamagnone, Cavina, Lopes Delgado, Mazzini (L1), Bagnoli (L2), Caboni. Allenatore: Massimo Benedetti
Arbitri: Marchi Giordano di Milano e Tata Alexander David di Siracusa

lunedì 30 gennaio 2017

Sestese Maxitalia Jumboffice così non va

Cosa succede all Sestese Maxitalia Jumboffice ? Questo si sta chiedendo mister Stefani che vede la sua squadra che non riesce più ad esprimere quel gioco che l'aveva caratterizzata fino a Natale , apparte la vittoria di Martedì scorso nel recupero contro la Virtus Poggibonsi le sconfitte dopo la sosta natalizia diventano 3 ed a questo punto serve urgentemente un cambio di passo se si vuol puntare ai playoff. La Sestese Maxitalia Jumboffice in questo momento non è neanche fortunata perchè anche questo fine settimana si è trovata a giocare la partita con tre assenze pesanti , capitan Marchi , Biffoli e Sabatini tre titolarissimi. Il match inizia malissimo per i sestesi che non riescono mai ad entrare in partita subendo il gioco della Pol. Remo Masi ritrovandosi sotto per 8/2 - 16/9 per poi veder chiudere il set dai padroni di casa per 25/19. Il secondo set parte sulla falsa riga del primo con sesto che non riesce proprio ha trovare il proprio gioco e con i padroni di casa che ne approfittano andando sul 10/6 - 18/13 e vincendo il 2° set per 25/18. Nel 3° set mister Stefani le prova tutte e in parte un po di miglioramento si vede ma ormai la partita è compromessa anche se la Maxitalia Jumboffice da più filo da torcere ai padroni di casa che però stanno sempre avanti anche nel 3° set (8/6-12/11-22/20) andando a vincere il set 25/22 e chiudendo il match.
Polisportiva Remo Masi - Sestese Maxitalia Jumboffice 3/0
parziali: 25/19 - 25/18 - 25/22

Ufficio stampa Pallavolo Sestese maschile

Il sogno è realtà: la Emma Villas vince la Del Monte® Coppa Italia di Serie A2

Il sogno è diventato realtà: la Emma Villas Siena ha conquistato la Coppa Italia di Serie A2 ed è salita sul tetto d’Italia aggiudicandosi un trofeo agognato ed ambitissimo. La Emma Villas mette quindi in bacheca anche la Del Monte® Coppa Italia di A2 dopo avere già vinto la Coppa Italia di B2 e di B1. Il 29 gennaio 2017 diventa un’altra giornata storica per questa società. La squadra di coach Paolo Tofoli gioca un match ad altissima intensità e con eccellente qualità sia in attacco, che a muro e anche in difesa. In questo modo Siena sconfigge Tuscania con il punteggio di 3-0 e alla fine la Emma Villas può sollevare il trofeo al cielo. Grande la gioia del Presidente Giammarco Bisogno, di tutta la società, la squadra e lo staff tecnico che hanno esultato e gioito insieme agli oltre 750 tifosi che sono arrivati dalla provincia senese per vivere questa giornata che è già storia. Nel sestetto di partenza senese la diagonale titolare è composta da Fabroni e Padura Diaz, le bande sono Noda Blanco e Russomanno, i centrali Patriarca e Spadavecchia, il libero è Cesarini. Tuscania risponde con la diagonale composta da Buzzelli e Shavrak, le bande sono De Souza e Ottaviani, i centrali sono Calonico e Sesto, il libero è Marchisio. Il primo punto del match lo mette a segno Sergio Noda Blanco, ottimamente servito da Fabroni. Immediata la reazione di Tuscania con Calonico protagonista e abile a sfruttare una ricezione non perfetta del team senese. Il più cercato ad inizio match in casa senese è Noda Blanco, mentre Padura Diaz è da subito “on fire”: il cubano realizza un ace, anche con l’aiuto del nastro della rete che inganna la difesa di Tuscania. La Emma Villas si porta sul 6-3 grazie anche ad un muro di Patriarca. Ma il team di coach Montagnani ricuce con gli attacchi di Shavrak. Il pareggio arriva con De Souza che trova le mani del muro e fuori (12-12), ma subito Siena reagisce con un parziale in proprio favore di 4-0 con il turno al servizio di Sergio Noda Blanco. Va molto bene Padura Diaz, che mantiene buonissime percentuali in attacco e ora si mettono in evidenza anche il muro (con Patriarca) e la difesa senese (con Cesarini autore di salvataggi spettacolari). Siena si porta sul 17-12 in proprio favore. Noda Blanco continua a colpire, raggiungendo già quota 6 punti personali e con il 67% di attacchi portati con successo fino a questo momento. Un altro giocatore molto cercato da Fabroni in questo primo parziale è Patriarca, che già totalizza 4 punti personali. E’ Padura Diaz a chiudere il primo set sul 25-19. Il team senese è molto concentrato, e riesce a fare la differenza a muro in avvio di secondo set. Prima Padura Diaz e poi Patriarca si producono in due muri vincenti. Le due principali bocche di fuoco senesi Noda Blanco e Padura Diaz continuano a creare problemi alla difesa di Tuscania, dove ancora non sono entrati completamente in partita i forti Shavrak e De Souza. Due errori proprio dei due schiacciatori di Tuscania danno a Siena la possibilità di volare fino all’11-3. Arriva anche il secondo punto del match per Spadavecchia, che si dimostra attento e preciso in questo fondamentale. La formazione di coach Paolo Tofoli continua a giocare una partita offensiva veramente positiva: Padura Diaz raggiunge gli 11 punti personali, producendo anche un servizio imprendibile per gli avversari. Così Siena doppia Tuscania: 18-9. E’ ancora Noda Blanco a portare Siena ad un passo dalla vittoria del set con due punti consecutivi. La Emma Villas conquista anche il secondo set, con il punteggio di 25-15. Il miglior realizzatore in casa senese è Noda Blanco, autore di 12 punti. Rimangono sotto ai loro standard abituali Shavrak e De Souza. Il terzo set è lottatissimo e si gioca punto a punto. Cresce la prestazioni degli schiacciatori dei viterbesi, con l’ucraino Shavrak che adesso mette a terra più di un pallone. Però la difesa della Emma Villas continua a farsi apprezzare con alcune salvataggi spettacolari: un tuffo di Sergio Noda Blanco viene premiato con l’applauso praticamente di tutti gli spettatori presenti alla Unipol Arena. La compagine di coach Paolo Tofoli prova a spezzare l’equilibrio con Padura Diaz che si fa apprezzare con un ace e con alcune combinazioni veloci che evidenziano la grande giornata anche di Stefano Patriarca. Siena arriva sul 15-10. Padura Diaz continua a trovare punti con continuità. Lo stesso fa Noda Blanco, che fa toccare quota 20 a Siena contro i 17 punti di Tuscania. Lo spagnolo si produce anche in un muro vincente che dà il +4 a Siena: 21-17. Arrivano due errori al servizio di Tuscania: 23-19. Vedovotto chiude la partita e fa partita segnando il punto del 25-22 e fa cominciare la festa.
Emma Villas Siena – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-0 (25-19; 25-15; 25-22)
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Noda Blanco 22, Vedovotto 1, Gradi, Padura Diaz 15, Patriarca 8, Russomanno 3, Cannistrà, Spadavecchia 2, Di Tommaso, Cesarini (L), Battista (L), Menicali. Coach: Tofoli.
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 6, Talarico 1, Calonico 4, Marchisio (L), Sesto 2, Vitangeli, Ottaviani 7, Mazzon 2, Bondini, De Souza 8, Shavrak 9, Pieri (L). Coach: Montagnani.
Video Check: richiesto nel primo set da Siena sul 23-19; richiesto nel secondo set da Tuscania sul 13-5 e sul 15-6 e da Siena sul 21-13; richiesto nel terzo set da Tuscania sul 15-10.

sabato 28 gennaio 2017

Domani sfida importante per Il Bisonte che alle 17 ospita il Club Italia

Arrivano le partite più importanti della stagione per Il Bisonte Firenze, quelle da provare a vincere per mettere al sicuro la propria posizione in classifica. Domani in particolare la quattordicesima giornata della Samsung Gear Volley Cup di serie A1 propone la sfida interna contro il Club Italia Crai, in programma alle 17 al Mandela Forum: la giovane franchigia federale è al momento ultima con sei punti, sei in meno delle bisontine, e quindi sarebbe fondamentale aumentare le distanze per poter gestire con più serenità i prossimi impegni. L’andata però insegna che il Club Italia è tutt’altro che un avversario malleabile: la squadra di Marco Bracci dovette faticare tantissimo per imporsi al tie break dopo aver recuperato dal 10-13, senza dimenticare i 46 punti realizzati da Paola Egonu che proprio in quel match stabilì il record della serie A1. Occhio quindi alle talentuose azzurrine di Cristiano Lucchi, che tecnicamente non hanno niente da invidiare a nessuno: Il Bisonte dovrà giocare una partita ad altissima concentrazione per portare a casa i tre punti, cercando di mettere in campo anche contro una squadra della propria fascia quell’alto livello di gioco che invece è quasi sempre una costante contro le big. La settimana di allenamenti ha comunque soddisfatto coach Marco Bracci, che domani avrà regolarmente a disposizione tutto il suo gruppo.
MODIFICHE D’ACCESSO AL MANDELA FORUM – La concomitanza con la partita di calcio nel prospiciente stadio Franchi fra Fiorentina e Genoa comporterà alcune modifiche nella procedura di accesso al palazzetto: l’ingresso per il pubblico avverrà dall’entrata laterale del viale Fanti, mentre solo una parte del parcheggio del Mandela Forum sarà disponibile per gli spettatori della gara de Il Bisonte, a partire dalle 15.30. Il consiglio è quello di raggiungere per tempo il palazzetto, visto che la partita della Fiorentina si concluderà proprio intorno alle 17.
EX E PRECEDENTI – Sono due le ex della sfida: Raffaella Calloni, che militò nel Club Italia, che però all’epoca non disputava il campionato, nella stagione 2000/01, e Elena Perinelli, che ha giocato a Firenze nell’ultima stagione in A1. Per quanto i riguarda i precedenti, fra B1 e A1 sono cinque, con tre vittorie de Il Bisonte, mai battuto in casa (3-2 all’andata a Busto, 3-1 al Mandela Forum l’anno scorso e 3-1 a San Casciano nel 2005/06) e due del Club Italia (3-0 l’anno scorso a Busto e 3-1 a Ravenna nel 2005/06).
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Col Club Italia giocheremo naturalmente per vincere: sappiamo che i punti in palio sono molto importanti per la nostra classifica e bisognerà entrare in campo molto decise e determinate. Affrontiamo una formazione piena di giovani che sanno già giocare a pallavolo e che hanno dimostrato di poter sempre lottare nei set, quindi ci dobbiamo aspettare una partita tosta. La pressione di dover vincere a tutti i costi ci sarà e dovremo saperla gestire: chi pensa di poter giocare senza pressione e di non imparare a gestirla rimarrà sempre un mezzo giocatore, mentre chi sa di dover giocare con la pressione del risultato, sa anche che questa si gestisce con l’atteggiamento e con la testa. Non c’è squadra che abbia vinto qualcosa o che si sia salvata senza aver gestito la pressione: non è una situazione dalla quale si può fuggire, quindi tanto vale affrontarla senza paura e con la consapevolezza di quelli che sono i nostri mezzi”.
LE AVVERSARIE – Il Club Italia Crai di coach Cristiano Lucchi ha mantenuto lo stesso roster dell’andata, ma dovrebbe presentare un paio di novità nel probabile 6+1 visto l’infortunio della ex Perinelli e il recupero di Piani. In regia ci sarà Alessia Orro (classe 1998), mentre in posto due giocherà probabilmente proprio Vittoria Piani (1998), con Paola Egonu (1998) spostata in banda insieme a una fra Giulia Melli (1998) e Alessia Arciprete (1997). Al centro dovrebbero posizionarsi Alexandra Botezat (1998) e Giulia Mancini (1998), con qualche chance anche per Marina Lubian (2000), mentre il libero sarà Chiara De Bortoli (1997).
IN TV E IN RADIO - La partita fra Il Bisonte Firenze e Club Italia Crai sarà trasmessa in diretta streaming da LVF TV (www.lvftv.com), la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile: il match sarà visibile agli abbonati in HD, con la telecronaca di Fabio Ferri e il commento tecnico di una ex campionessa come Silvia Croatto, e sarà poi trasmesso in differita da Tele Iride, la tv ufficiale de Il Bisonte (canale 96 del Digitale Terrestre), mercoledì pomeriggio intorno alle 16 e poi venerdì in prima serata alle 21.20. Aggiornamenti live anche sulle frequenze di Radio Fiesole, grazie a Firenze Viola Super Sport.

Campionato Regionale serie D ore 21 Empoli - Nottolini

Trasferta complicata per la nostra serie D che sabato inizio gara alle 21,va a fare visita alla Pallavolo Empoli squadra che veleggia a centro classifica e che specialmente tra le mura amiche riesce a esprimersi al meglio delle sue possibilità´.Le nostre ragazze sono chiamate a dare il meglio di se´ per cercare come sempre punti salvezza e per incrementare una classifica che, ad oggi, ci vede in posizioni di tutta tranquillità´,permettendoci di giocare con serenità´ e senza alcun tipo di pressione.

Fonte: Addetto stampa - www.nottolini.it

Il programma del weekend sotto rete per le formazioni aretine

Nella Foto la Pallavolo Piandiscò
In Serie C Femminile trasferta per la Ius PallavolO Arezzo (5a in classifica con 22 punti all'attivo) sul campo del Certaldo (9a - 19pt), mentre il Cortona (6a - 20pt) ospita alle 18 Liberi e Forti Firenze (10a - 17pt) per accorciare verso le posizioni di vertice. In campo maschile sola la Savinese (10a - 14pt) gioca davanti al pubblico amico della Ghezzi contro la vice capolista Olmipia Firenze (2a - 32pt), tutte le altre giocano fuori casa. Prima a scendere in campo la Norcineria Toscana Foiano (12a - 9pt) sul cmapo della Virtus Poggibonsi (9a - 16 pt), in tarda serata le altre: alle 21.15 Cortona (5a - 22pt) cerca il bottino pieno sul campo del fanalino di coda Campi Bisenzio (14a - 7pt), La GRM Infissi Club Arezzo (6a - 21 pt) è di scena a Scarperia (11aq - 11pt), infine il combattivo Volley Arezzo (13a - 8pt) va a Firenze sponda Sales (14a - 7pt).
In serie D MAschile la Savinese (11a - 0pt) ha un incontro proibitivo a Scandicci contro la Robur (6a - 16pt). Nel Femminile alle 21 di Sabato a Badia al Pino il Tegoleto (8a - 19pt) cerca il colpaccio contro la Sales Firenze (3a - 28pt) attualmente terza, in trasferta Arnopolis (6a - 22pt) a Poggibonsi (5a - 23pt) per cercare dil sorpasso sulle senesi e Piandiscò (6a - 22pt) che a Borgo San Lorenzo (10a - 14pt) ha una gara sulla carta più agevole.

27/1, il programma gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project.

Il programma gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project.
Serie C Girone A – Calenzano Volley - Ariete Prato Volley Project (ore 19.00, Palestra Arrighetto da Settimello), arbitri Paesani e Sabatini.
Ripartire dalla prestazione con Campi. Inizia il girone di ritorno e l’Ariete è impegnata sul campo di Calenzano per una sfida che nasconde molte più insidie di quanto non racconti la classifica. Questo per il momento positivo che sta attraversando la squadra di Campolongo e Lotti, capace di vincere nell’ultimo turno contro l’Astra, ma anche per la capacità che il PVP ha dimostrato fin qui di complicarsi la vita con le formazioni di bassa classifica. Per quanto riguarda l’infermeria, piccoli acciacchi per Speranza e Carovani mentre non sarà sicuramente della gara Rosati.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Del Buono, Carovani, Legnini, Morotti, Cafissi, Speranza, Foggi, Borchi, Varani, Nelli, Marchesini. All. Marco Targioni

Le altre squadre del progetto:
Serie C Girone A – Viva Volley – Astra Bagno a Ripoli (domenica ore 18.30, Palestra Sem Benelli di Iolo), arbitro Cannata e D’Azzo.
Viva in serie positiva da due giornate e che da questa prima del girone di ritorno deve cambiare decisamente passo. Attenzione alla qualità della squadra di Morettini che, tra l’altro, arriva a questa sfida ferita dopo la batosta di Calenzano del turno precedente. Per il Viva un altro gradino importante da superare verso una salvezza ancora difficile ma adesso più possibile. Le due vittorie consecutive fanno morale e regalano sicurezze e le dimensioni ridotte della palestra di Iolo potrebbero aiutare Prato a strappare un altro risultato importante per il suo campionato.
La rosa del Viva Volley: Bombardieri, Colzi, Moretto, Piccini, Vivoli, Nesi, Ponzetta, Ridolfi, Massaro, Sanesi, Urso. All. Polenzani.

Le divisioni:
In Prima Divisione il Viaccia è ospite dell’Euroripoli (ore 21.15 Palestra Kassel di Firenze). In Seconda Divisione Girone A il Viva Volley ospita il San Mauro (ore 18.00, Palestra Sem Benelli). In Seconda Divisione Girone B si è disputato venerdì sera il derby tra Pol. 29 Martiri e Ariete PVP. Vaiano ospite dell’Empoli (ore 18.00 Palasport Aramini). In Terza Divisione, infine, nel Girone A Viva Volley che è stato ospite de le Sieci nella serata di venerdì. Nel Girone B Viaccia ospite del Santa Maria al Pignone (ore 18.00, Palestra Marco Polo San Bartolo a Cintoia).

UPV, la capolista ci aspetta!

Sabato 28 alle ore 18.00 alla palestra ITIS Fermi, Via Carlo Piaggia a Lucca, ci aspetta la Lupa, capolista indiscussa di questo campionato. Sarà un impresa impossibile cercare di strappare qualche punto alla squadra di Lucca, costruita per il passaggio e costituita da atlete di categoria superiore quali Mazziotta, Dentini, Torriani etc... Squadrone dalle personalità prorompenti ed esperienza da vendere da una parte, mentre dall´altra una AM Flora che nell´ultima partita ha perso punti e bussola. Le ragazze di Ribechini dovranno mantenere nervi saldi per non ricadere nei vuoti di gioco e riconquistare fiducia nelle proprie possibilità, mettendo in campo un gioco pulito e senza sbavature, giocare con "la voglia di fare bene" e il resto si vedrà. Noi saremo sulle tribune a tifare Flora, una squadra giovane che ci sta dando tante soddisfazioni... Continuate a farci essere orgogliosi di voi!!! 

Duro ostacolo per la Serie C Img Solari Ergon: trasferta a Donoratico

Foto Nucci - www.pallacanestromonsummano.com
Il girone di ritorno inizia con un match complicato per la Serie C Img Solari Ergon, che sabato 28 gennaio alle ore 21 scenderà in campo sul parquet del Rima Donoratico Volley, squadra seconda in classifica a 33 punti che ha già battuto Monsummano nella gara d´esordio in campionato. Le biancoblù arrivano però a questo appuntamento con qualche consapevolezza in più, conseguenza dei risultati positivi ottenuti nelle ultime tre uscite, con due vittorie e una sconfitta per 3-2 contro Oasi Volley Viareggio, formazione terza in graduatoria. "La partita con Donoratico è sicuramente molto difficile, con una squadra che ha il suo importante passo in campionato e non accenna a mollare – dice head coach Paolo Pocai – per quanto riguarda noi sarà fondamentale dare conferma che la pallavolo espressa ultimamente dalla squadra faccia ormai parte del nostro gioco che non dobbiamo mai snaturare. Le ragazze devono cercare di ripetere le prestazioni che stanno formando il nostro impianto di gioco in entrambe le fasi". Naturalmente sarà poi necessario scendere in campo con la massima concentrazione e determinazione per affrontare un avversario esperto e consapevole della sua forza, sia tecnica che atletica. Sul fronte infermeria, sono ancora out Giada Sorini e capitan Giulia Bartolini, che stanno lavorando per recuperare dai rispettivi lunghi infortuni. Per il resto la rosa è a disposizione dello staff tecnico.

Ufficio Stampa – Luca Signorini

Grosseto, contro la Fenice non sono ammessi errori

Archiviata mentalmente la sconfitta della scorsa settimana in casa della capolista lucchese, il Grosseto Volley si rituffa nel campionato più determinato che mai a centrare un posto nella griglia play off e giocarsi la possibilità dei accedere agli spareggi promozione. La squadra di coach Gabriele Mancini ha tutte le carte in regola per salire in serie “B, categoria che ormai manca da tempo nella società del presidente Donnini. Ma i dirigenti maremmani non si fanno illusioni, così come la squadra. Sanno che per passare nella categoria superiore bisognerà saltare diversi ostacoli e non sarà facile. Siamo al giro di boa del campionato. Nei tredici turni rimanenti le biancorosse dovranno contare solo sulle proprie possibilità e conquistare più punti possibili nei confronti delle avversarie. A partire dalle ore 18,00, quando la squadra del tecnico Mancini, scenderà sul parquet del palazzetto dello sport di Piazza Atleti Azzurri d'Italia, nel consueto posticipo della domenica e se la dovrà vedere con il Pistoia Volley La Fenice. Le maremmane non dovrebbero avere grosse difficoltà ad imporsi su un sestetto come quello avversario che nella gara di andata si arrese per tre set a zero e attualmente si trova in decima posizione con quindici punti. Per Pacube e compagne si tratta di una ghiotta occasione da sfruttare al meglio per andare a punti e continuare nel cammino verso un traguardo che per il momento nessuno vuole rammentare. “ Se non sarà questo l'anno della promozione, pazienza” Ha commentato più volte laconico il gm della società Alfredo Veltroni che aggiunge “Abbiamo cambiato molto la squadra rispetto alla passata stagione e siamo consapevoli che ci vorrà del tempo per maturare tecnicamente. L'ottimo lavoro che stanno svolgendo i due tecnici Mancini e Ferrari è principalmente quello di gettare le basi per una futura squadra forte tecnicamente e piuttosto solida. E' chiaro che quando saremo nel momento cruciale del campionato se ci sarà la possibilità di salire non ci tireremo certo indietro” Conclude il dirigente del Grosseto Volley, che sotto sotto spera nella promozione in serie “B” più di quanto faccia credere .

Gli appuntamenti del fine settimana I'Giglio Castelfiorentino

La Serie B2 e la Seconda Divisione si apprestano ad iniziare il rispettivo girone di ritorno del campionato. La Serie B2 ospiterà sabato 28 gennaio alle 21:15 alla palestra Enriques il Nottolini Capannori, per una sfida determinate per la salvezza. La Seconda Divisione invece è ospite (sabato 28 gennaio - ore 21:00) del Chianti Volley di Tavarnelle Val di Pesa, squadra al terzo posto in classifica. Venendo alle giovanili, questi gli appuntamenti: l´Under 14 di Diletta Dei ospita sabato 28 alle 15:30 a Castelfioretino la Pallavolo Rignano, l´Under 13 di Alessia Tamberi è attesa domenica 29 alle 10:30 sul campo di Signa ospite della Scuola di Pallavolo Volley Club Le Signe, l´Under 12 di Elena Furiesi se la vedrà invece, sempre domenica 29 alle 10:30 ma in casa il New Volley Fucecchio.

Trasferta difficile a Chiesina, nella prima di ritorno

L' A.S. Pallavolo Rosignano gioca sabato 28/01/2017 in trasferta a Chiesina Uzzanese alle ore 21,00 la prima partita del girone di ritorno del campionato di serie D maschile contro la locale formazione. Dopo la brillante e vittoriosa trasferta di sabato scorso a Grosseto i bianco-blu sono di nuovo impegnati in una difficile trasferta affrontando una formazione esperta e ben collaudata che già nella gara di andata riuscì ad aggiudicarsi l'intera posta in palio. I ragazzi di Sturiale in queste ultime uscite hanno messo in mostra un buon gioco e una buona condizione di forma che lascia ben sperare per il proseguo del torneo. Per dare seguito alla vittoria di sabato scorso è importante ottenere un risultato positivo in questa trasferta e partire con il piede giusto in questo girone di ritorno per migliorare la posizione in classifica generale. Questo l'organico a disposizione dell'allenatore Francesco Sturiale: Baroncini, Benci, Buselli E., Buselli J., Calamai, Carugi, Cerretini, Gavarini, Giorgi, Giuntini, Laorenza , Lombardi, Marianucci, Onorati, Pallesi, Pizzotti, Porcu.

Serie C, il Volley Prato ricomincia dal S.Miniato

Il Volley Prato ricomincia da San Miniato. Questo sabato (ore 18.00, arbitri D’Avanzo e Giandonati) al Palazzetto di San Paolo la squadra di Mirko Novelli sfida il Tecnoambiente senza potersi permettere distrazioni. L’avversaria, classifica alla mano, è di quelle abbordabili ma la sconfitta di Migliarino ha lasciato l’amaro in bocca ad un gruppo che vuole centrare l’obbiettivo play off. Prato vuole i tre punti per cominciare al meglio il girone di ritorno ma soprattutto per riprendere una corsa verso i play off che sarà a perdifiato fino all’ultima giornata di campionato. Quattro i posti per accedere alla post season e, classifica alla mano, almeno sei le pretendenti . Vietato distrarsi.
La rosa delle due squadre:
Volley Prato: Corti Gioele, Innocenti, Bandinelli, Pilucchini, Corti Giona, Mazzinghi, Catalano, Coda, Spagnesi, Pecini, Anzilotti, Scaduto, Giovannetti, Alpini. All. Novelli.
Tecnoambiente San Miniato: Bertolini, Bini, Boldrini, Buldrini, Cantini, Cappellini, Desiderato, Fogli, Maggiorelli, Parlanti, Pertici, Picchi, Sartini. All. Zecchi.
Arbitro: D’Avanzo e Giandonati

Elisa Lupi: a volte ritornano

"Certi amori non finiscono". Parole e musica di Antonello Venditti, in un celebre successo degli anni ´80, che ben si possono abbinare alla storia tra Elisa Lupi e la Vbc Pontedera. Nei giorni scorsi, infatti, Costanza Tani ha lasciato la prima squadra per avvicinarsi a casa (giocherà a Figline) e, immediatamente, la dirigenza ha preso i contatti con la centrale, che per tanti anni ha vestito la casacca biancoblu. La risposta, dopo una breve riflessione, è stata affermativa. "Quando mi è stato proposto di far parte di questa avventura - dice Elisa - non ho saputo dire di no. C´è molto affiatamento all´interno del gruppo, oltre ad una grande voglia di lavorare e crescere". E domenica scorsa, contro Quarrata, ha debuttato in panchina. "E´ stato bello tornare nel palazzetto che per molti anni mi ha regalato gioie e dolori. Per un istante, ho ripercorso tanti momenti indimenticabili: con questa maglia ho vissuto grandi emozioni e spero di dare un buon contributo alla squadra".

Campionato Nazionale serie B2 domani a Castelfiorentino ore 21,15 Castelfiorentino - Nottolini

Trasferta da bollino rosso per le nostre portacolori che domani incontrano il Castelfiorentino,squadra come noi alla ricerca di punti salvezza che riesce a esprimere un buon gioco fatto di esperienza e concretezza e che specialmente nelle gare casalinghe puo´ impensierire qualunque avversaria.La partita sarà´ un test di maturità´ in cui le nostre ragazze dovranno cercare di dare continuità´ ai progressi evidenziati nelle ultime gare e riuscire a lottare con pazienza e grinta ,cercando di inserirsi nelle fasi deboli delle avversarie senza regalare niente e limitando il numero di errori.Appuntamento per i nostri tifosi che siamo certi non faranno mancare il loro sostegno.

Fonte: Addetto stampa - www.nottolini.it

Finale Fase Provinciale Under 16 ci siamo...

Le nostre ragazze guidate dalla coppia Lepri-Nannelli approdano anche quest'anno alla fase finale del campionato provinciale di categoria... La formula di quest'anno prevede una finale di andata e ritorno che le vedrà opposte alla compagine dell' Arnopolis. La gara di andata si svolgerà presso l'impianto di viale Matteotti mercoledi 1 Febbraio alle ore 20.45, mentre il ritorno si giocherà alle ore 17 di Domenica 12 Febbraio ala Palazzetto dello Sport di Stia. Successivamente entrambe le compagini parteciperanno alla fase interprovinciale del " comitato etruria " per l'accesso alla fase regionale. Un grande in bocca lupo quindi alle nostre ragazze per gli impegni futuri...

Salumificio Sandri Cecina domenica affronta in trasferta la capolista imbattuta Volley Livorno

Livia Pistillo (Volley Cecina)
Domenica pomeriggio, per la prima giornata del girone di ritorno il team del "Salumificio Sandri Volley Cecina", con inizio alle ore 17,30´ alla Palestra Follati nella città dei "Quattro Mori", giocherà contro l´imbattuta capolista "Volley Livorno", assoluta dominatrice del campionato. Infatti la compagine del "Volley Livorno" nelle tredici partite fino ad oggi disputate ha conquistato altrettanti successi subendo complessivamente soltanto tre sets. E´ sufficiente questo dato per far rendere conto della forza e della superiorità del team labronico rispetto a tutto il resto del lotto delle contendenti: in pratica una squadra ormai proiettata verso la promozione in serie "C". Dal canto suo le ragazze del "Salumificio Sandri Volley Cecina" si recheranno a Livorno consapevoli dell´estrema difficoltà che presenta la gara da disputare, ma non per questo dovranno scendere in campo con atteggiamento remissivo con la segreta speranza che il team labronico possa affrontare il match con un po´ di superficialità in modo da consentire alle "Salamine" di tentare il colpaccio. Le "Salamine" cecinesi dovranno comunque mettercela tutta e provare a dare il meglio di loro stesse facendo di tutto per disputare un match all´altezza della situazione ed uscire dal campo a testa alta se, alla fine e dopo strenua lotta, non sarà possibile conquistare punti per la classifica. In classifica generale la compagine cecinese occupa attualmente l´ottava posizione con venti punti all´attivo grazie a sei successi ed a sette sconfitte. Questa la composizione del team del "Salumificio Sandri Volley Cecina": Asya Bruci, Chiara Burgalassi, Sara Caciagli, Alessia Castellano, Arianna Castellano, Elisa Chesi, Costanza Collini, Serena Frosali, Aurora Giustarini, Caterina Incagli, Cecilia Lecci, Giulia Matteoli, Livia Pistillo, Irene Rossetti. Allenatori: Tommaso Celentano e Cecilia Cavallini.

LA CLASSIFICA
1 - Volley Livorno - Punti 39
2 - Pallavolo Cascina - Punti 30
3 - Volley Ponsacco - Punti 27
4 - Pallavolo Ospedalieri Pisa - Punti 23
5 - Bellaria Cappuccini Pontedera - Punti 23
6 - Elsasport Volley Ponte a Elsa - Punti 23
7 - Pallavolo Versilia - Punti 20
8 - Salumificio Sandri Volley Cecina - Punti 20
9 - Volley Peccioli - Punti 17
10 - Vvf. Tomei Livorno - Punti 16
11 - Viviquercioli Massa - Punti 12
12 - Pall. Libertas Livorno - Punti 10
13 - Duemme Piombino - Punti 8
14 - Autotrasporti Carrai Elba 97 - Punti 5

www.volleycecina.it

I bianconeri attendono Modena Est per la prima di ritorno

Conclusasi nel migliore dei modi la fase di andata per i ragazzi del duo Nuti e Benvenuti, con la straordinaria vittoria del derby con l´Arno Volley Castelfranco ed il raggiungimento di quota 18 punti in classifica, questo sabato parte la seconda parte di campionato. In programma sabato 28 Gennaio ci sarà un´altra partita davvero ardua per i bianconeri targati Lupi Estintori. Arriverà, di fatti, sul parquet della palestra di Via Leonardo da Vinci la seconda forza del campionato, la Fanton Modena Est. Dopo un periodo difficile la formazione di mister Bicego è tornata ad esprimere il bel gioco, centrato sulla potenza e costanza dai nove metri, espresso già nella scorsa stagione, culminata con la vittoria dei playoff di serie B1. Tante le pedine di qualità a disposizione per il mister rossonero, tra cui Bartoli, Astolfi e Cordani mixati a giovani promesse, come lo schiacciatore mancino, figlio d´arte, Sartoretti. Una compagine molto forte da affrontare per i bianconeri capitanati da Rocchini, i quali però, sull´onda dell´entusiasmo, stanno mostrando cose positive ai loro mister allenamento dopo allenamento. L´ambiente favorevole che si respira nello spogliatoio fucecchiese ed il buon assetto di gioco ormai consolidato, con il giovane talento Acquarone ormai padrone della propria squadra, sono di auspicio ad un sabato sera all´insegna di ottima pallavolo. Appuntamento a sabato ore 21:15 alla palestra di Via Leonardo da Vinci per tifare i ragazzi bianconeri, oppure potete seguirli in diretta streaming sul ns. sito o in diretta live sulla nostra pagina Facebook.

Inizia la fase del ritorno contro Cesena in casa

Dopo aver terminato il girone di andata, con l´ultima partita in casa contro la capolista, ri inizia il girone di ritorno giocando contro un Volley Cesena che non verrà certamente a Castelfranco a farsi una passeggiata, ma cercherà di recuperare qualche punto sfruttando il calo fisiologico che le atlete possono avere dopo aver giocato una grande partita come quella di sabato scorso. Sicuramente Francesca De Bellis detta Beba, definita dai giornali locali la "Regina d´inverno", cercherà insieme alle sue compagne di squadra di mantenere la massima concentrazione anche domani, provando ad attaccare su tutti i campi ed in particolare nel suo forte di seconda linea. Sicuramente bisogna concentrarsi nella ricezione, in questo modo la regista Martini Lippi riuscirà ad offrire molte varianti al gioco cercando di dare molte possibilità di gioco alle sue compagne, al fine di ottenere il miglior risultato e rimanere nella zona alta della classifica. Questa settimana il reparto infermeria non è mai stato lasciato vuoto, ma si spera bene che la fisioterapista Annalisa Baldanzi sia riuscita a rimetterle in sesto il maggior numero di atlete per la partita contro la VC Cesena Riv. domani alle ore 18,00.

Sabato al PalaFrontera Sintecnica Cecina contro Tomei Livorno

Andrea Vigilucci (Sintecnica Volley Cecina)
Dopo la bella prestazione della settimana scorsa tra le mura amiche, coincisa con una netta vittoria per 3-0 con il Tecnoambiente San Miniato, ecco che sabato prossimo, nella prima giornata del girone di ritorno, il team del Volley Cecina affronterà, ancora al Palafrontera, con inizio alle ore 21,15´, la compagine labronica dei "VV.F. Tomei Livorno" che in classifica generale occupa la nona posizione con dodici punti. Come noto, dopo gli ultimi successi ottenuti a Calci ed a Montecatini Terme, ma anche quelli casalinghi contro Scandicci e San Miniato, gli uomini di mister Paolo Cavallini si sono portati in classifica in solitario al secondo posto alle spalle solo della "Peimar-Entomox Calci" che ancora vanta due punti di vantaggio nonostante il medesimo numero di partite vinte (undici) e di quelle perse (due). E´ chiaro che contro i cugini del "Tomei Livorno" è indispensabile che capitan Tani e compagni riescano ad esprimersi al meglio in modo da assicurarsi i tre punti mantenendo pertanto almeno immutato lo scarto di due punti in classifica dal momento che, a meno di sorprese, il "Peimar-Entomox Calci" dovrebbe parimenti guadagnare il successo avendo in programma l´incontro, non impossibile, con il "Migliarino Volley" che, comunque, in queste ultime settimane è riuscito a guadagnare punti importanti risalendo diverse posizioni in classifica. Questo il team cecinese guidato in panchina dal mister Paolo Cavallini: Tommaso Addario, Giovanni Benenati, Dario Berti, Guido Carducci, Jacopo Carraresi, Riccardo Cervelli, Daniele Cocco, Daniele Fadda, Francesco Franchini, Niccolò Galletta, Giacomo Nelli, Lorenzo Poltri, Raffaele Simoncini, Gianmarco Tani, Niccolò Veggian, Nicola Vergari, Andrea Vigilucci.

LA CLASSIFICA
1 - Peimar-EntomoxVbc Calci - Punti 34
2 - Sintecnica Volley Cecina - Punti 32
3 - Robur 1908 Scandicci - Punti 30
4 - Grandi Turris Pisa - Punti 30
5 - Volley Prato Asd - Punti 26
6 - Montebianco Montecatini - Punti 25
7 - Migliarino Volley - Punti 22
8 - Pallavolo Cascina - Punti 18
9 - Tomei Livorno - Punti 12
10 - Tecnoambiente San Miniato - Punti 11
11 - Cus Pisa - Punti 11
12 - Lupi Verdolini Polochem Santa Croce - Punti 11
13 - Pallavolo Massa - Punti 7
14 - Zona Mazzoni Pistoia - Punti 4

www.volleycecina.it

Massa inizia il girone di ritorno in trasferta contro Ama San Martino

All’andata finì 3-0 per Massa ma guai a guardarsi indietro. Inizia il girone di ritorno e Massa ricomincia da San Martino in Rio.
Si gioca alle 17.00 di questo sabato alla Palestra Bombonera (arbitri Alessandra Monti e Tommaso Piccininni). Palestra molto particolare e non sempre facile da interpretare. Qui sono cadute squadre di ottimo spessore come Modena e Grosseto e, nel corso del torneo, San Martino ha dimostrato di essere formazione grintosa ed incline a lottare fino al quinto set, dove ha portato ben tre volte gli avversari. Squadra quadrata, quindi, che al di là di una classifica deficitaria, sa giocare un ottimo volley. La formazione di Panciroli ha in uomini come Bellei e Managlia punti di forza consolidati e giocatori esperti della categoria. Ma oltre a loro dispone di bande efficaci, come i nuovi innesti Mazzali, Caffagli, Santini e Reyes a dare ampiezza e flessibilità alla rosa, e di due giocatori nel ruolo di opposto di assoluta qualità come Borghi e Fabbiani, quest’ultimo già protagonista a Piacenza, Santa Croce e Asti. Insomma, gara tutta da interpretare e da prendere con le molle.
La rosa delle due squadre:
AMA San Martino Reggio Emilia: Bellei, Armani, Fabbiani, Borghi, Mazzali, Bonfiglioli G., Bonfiglioli S., Caffagni, Reyes, Santini, Maggi, Managlia. All. Panciroli.
Pallavolo Massa: Krumins, Corti, Nannini, Pagni, Cuda, Colombini, Cerquetti, Bortolini, Ragosa, Bernieri, Moscarella, Bottaini, Lanzoni, Briata. All. Masini
Arbitri: Alessandra Monti e Tommaso Piccininni.

Baia del Marinaio a caccia di punti salvezza contro Imola

Campionato di serie B2 femminile al giro di boa e per la Baia del Marinaio Volley Cecina è già tempo di dare risposte, visto che domenica pomeriggio arriverà al Palasport Ester ed Astrid Frontera di Cecina la formazione della Csi Clai Imola, attuale quarta forza del campionato ed ancora in piena lotta per un posto nei playoff. Reduce da quattro sconfitte consecutive, l´ultima delle quali maturata in casa contro la capolista Empoli, la formazione guidata la Luca Poggetti e Marco Onorati è ricaduta in piena zona retrocessione e, se il campionato fosse finito ora, sarebbe condannata alla serie C. Fortunatamente la stagione agonistica è ancora lunga, ma è necessario non perdere più tempo e cogliere tutte le occasioni per cercare di risollevare la situazione. Imola d´altronde è certamente una formazione di assoluto valore che fa del gioco al centro il suo punto forte ma, come già dimostrato in occasione della partita di andata vinta 3-1 dalle emiliane, allo stesso tempo può entrare in difficoltà se non gira la ricezione e se il muro e difesa rossoblu, come avvenuto appunto nel primo set ad Imola, riescono a svolgere egregiamente il proprio lavoro. In settimana il mister rossoblu ha lavorato duramente proprio nel cercare di limitare i punti di forza avversari, mettendo sotto torchio le proprie atlete che, dal canto loro, hanno risposto bene alle sollecitazioni dell´allenatore. Purtroppo però anche questa settimana non è stata esente da contrattempi visto che, se da un lato Landi può dirsi ormai quasi completamente recuperata e sarà quindi della partita, dall´altro sono in forse sia Orzenini che Grassi, colpite rispettivamente da un virus influenzale la prima e da un piccolo ma fastidioso problema di salute la seconda. Per entrambe comunque le possibilità di vederle in campo domenica non mancano, ma rimane il fatto che una specie di maledizione sembra aver colpito capitan Carlozzi e compagne, visto che praticamente ogni settimana da settembre problemi di qualsiasi genere impediscono a mister Poggetti di poter lavorare sempre a pieno regime. Questa comunque la lista delle convocate per domenica pomeriggio: Paparelli, Silvestri, Landi, Grassi, Antonelli, Casini, Carlozzi, Giannetti, Incagli, Orzenini, Moda, Cavallini.

Il coach della Emma Villas Siena, Paolo Tofoli: “Sarà una giornata storica, dovremo commettere pochi errori”

Ci siamo. Mancano appena due giorni ad uno dei momenti che segneranno la storia della società della Emma Villas Siena. Domenica 29 gennaio alle ore 14 a Casalecchio di Reno la formazione allenata da coach Paolo Tofoli affronterà la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: in palio ci sarà la Del Monte® Coppa Italia di Serie A2, un trofeo ambitissimo, desiderato e agognato da ogni formazione di questo campionato. Siena e Tuscania sono arrivate all’atto conclusivo di questa manifestazione superando ostacoli difficili. La Emma Villas ha sconfitto prima Brescia in casa e poi Mondovì in una assai temibile trasferta, con un match giocato il 29 dicembre. I laziali, invece, hanno sconfitto in trasferta Spoleto (che ora è capolista indiscussa nel girone blu) e poi Civita Castellana al PalaMalè, a Viterbo, in un derby bello e sentito. Siena e Tuscania sono due delle squadre più forti e ambiziose dell’intero campionato. La compagine senese si è preparata al meglio per questa sfida, arrivandoci dopo due vittorie importanti in campionato, prima a Castellana Grotte contro la Bcc di Giuseppe Lorizio nel big match e sfida al vertice del girone bianco tra i due team che dall’inizio della stagione sono in vetta al girone, e poi sconfiggendo al PalaEstra l’Aurispa Alessano. Due risultati di 3-0 molto importanti, che hanno dato morale alla squadra allenata da coach Paolo Tofoli, che ora si trova in testa da sola con 3 punti di vantaggio proprio sulla compagine pugliese. Tuscania è terza in classifica sempre nel girone bianco, e arriva a questa finale dopo avere perso in casa proprio contro la Bcc Castellana Grotte con il risultato di 0-3. Ma i laziali arrivavano comunque da successi importanti conquistati in precedenza, come quelli ottenuti al PalaEstra di Siena (unica sconfitta stagionale rimediata in casa dai senesi) e a Santa Croce. Lo scorso anno il capitano della Emma Villas Siena, Marco Fabroni, giocava a Sora. Disputò la finale della Coppa Italia di Serie A2, ma la perse contro Vibo Valentia, dove invece giocava Filippo Vedovotto, anche lui quest’anno un giocatore del team senese: “In questi giorni a Filippo ho detto che stavolta la Coppa Italia possiamo vincerla insieme – scherza proprio il palleggiatore della Emma Villas Siena, Marco Fabroni –. Questo è un evento da vivere, tutti ci guarderanno. Ai miei compagni dico e dirò di stare tranquilli e concentrati e di fare la migliore prestazione possibile. In una gara secca ogni dettaglio è fondamentale, dall’appoggio a un muro fatto bene a una difesa fatta in più. L’esperienza può contare tanto perché puoi approcciarti meglio alla partita e puoi subire meglio la pressione che c’è in questo evento. La tranquillità è un aspetto fondamentale, se giochi con la tensione difficilmente vinci. Sarà bellissimo poter avere così tanti tifosi al seguito, settecento persone dal territorio senese verranno a tifarci e a sostenerci e per noi questa è una grande occasione. Contro Tuscania abbiamo perso due partite in campionato, speriamo di rifarci con questa finale, dovremo commettere meno errori rispetto ai due scontri diretti che abbiamo già giocato contro di loro”. Il coach della Emma Villas Siena, Paolo Tofoli, presenta così la sfida contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, match valido per la finale della Del Monte® Coppa Italia di Serie A2: “Sarà una giornata storica per questa società – afferma coach Paolo Tofoli –, noi dovremo arrivare non carichi, ma di più. Dovremo fare meno errori di Tuscania e meno errori rispetto alle due sfide che abbiamo giocato contro di loro in campionato. Loro nei due match che hanno disputato e vinto contro di noi quest’anno hanno sbagliato pochissimo, noi dovremo fare lo stesso in questa finale. L’obiettivo deve essere quello di tenere un ritmo alto di gioco ed essere lucidi e razionali su ogni singolo pallone. La squadra sta bene e non ci sono alibi. Sarebbe importante per tutti noi mettere questo sigillo, anche per la società sarebbe il coronamento di un lungo lavoro. Per noi si tratta del primo obiettivo stagionale, ma comunque andranno le cose dovremo rimanere umili e al tempo stesso consapevoli della nostra forza. Dovremo dare tutto in campo, anche l’ultima gocciolina di sudore”.

La Savino Del Bene Volley cerca il riscatto a Modena!

La Savino Del Bene Volley deve voltare pagina ed ha l'occasione di farlo Domenica 29 Gennaio alle ore 17.00 nel tempio della pallavolo italiana: il Pala Panini di Modena. La squadra di coach Chiappafreddo, dopo la storica qualificazione alle Final 4 di Coppa Italia, non è più riuscita a raccogliere punti in questo avvio di 2017. Le sconfitte contro Conegliano e Bergamo hanno intaccato il cammino della Savino Del Bene Volley, che adesso è chiamata a ritrovare il bel gioco e soprattutto i punti, in quella che sarà la seconda trasferta consecutiva, contro la Liu Jo Nordmeccanica Modena. La Samsung Gear Volley Cup, giunta alla terza giornata di ritorno, sta entrando nel vivo e una vittoria contro una diretta rivale rilancerebbe Rondon e compagne in piena corsa per l'Europa e soprattutto potrebbe infondere la giusta convinzione in vista del rush finale che porterà ai play off scudetto. La Liu Jo Nordmeccanica Modena, reduce dalla terza vittoria su tre partite giocate in Champions, sta dimostrando tutte le difficoltà che ci sono ad affrontare due competizioni importanti come quella europea e quella nazionale. La squadra di coach Gaspari, infatti, vola sui parquet europei, ma in campionato fatica a trovare il giusto rendimento ed al momento è ottava a 18 punti, due punti sotto alla Savino Del Bene sesta in classifica. Per le emiliane una vittoria domenica significherebbe sorpasso su una diretta concorrente e la definitiva rinascita anche nella Samsung Gear Volley Cup. Tutti presupposti che alzano la posta in palio e fanno presagire ad un match spettacolare e ricco di emozioni! Al centro i pericoli maggiori per le ragazze di coach Chiappafreddo arrivano da Laura Heyrman autrice finora di 126 punti che si assesta all'ottavo posto tra le centrali più prolifiche del campionato con Adenizia Da Silva seconda con 163 punti siglati finora. Molto più equilibrati i dati relativi alle schiacciatrici nel confronto tra i due roster con Gaspari che può contare su un'ottima coppia offensiva formata da Brakocevic e Ozsoy autrici rispettivamente di 197 e 179 a cui rispondono i 199 di Meijners e i 161 di Havlickova.
Il capitano Giulia Rondon carica compagne e tifosi in vista della delicata trasferta ormai alle porte: " La partita di Modena deve essere per noi un'occasione di riscatto dopo un avvio di girone di ritorno non esaltante. Pensavamo di poter partire meglio in questo 2017 e adesso dobbiamo tornare a giocare come sappiamo fare! Le Final 4 a Firenze? Siamo molte contente che siano qui. L'occasione, però, deve e doveva essere importante a prescindere dalla città in cui si sarebbero giocate. Ovviamente giocare in casa e di fronte ai tanti nostri tifosi che ci sosterranno è un'occasione imperdibile, che dobbiamo sfruttare al meglio!"
Anche Luisa Casillo, appena arrivata in casa Savino Del Bene Volley, esprime le sue impressioni sulla prima partita che la attende con questi colori: "Appena arrivata a Scandicci ho avuto delle sensazioni molto positive. Non vedevo l'ora di iniziare a lavorare con la mia nuova squadra e conoscere le mie compagne. Dopo tutte le difficoltà che ho incontrato tornare a giocare in A1 può essere considerato da molti un traguardo, mentre io lo vedo soltanto come un punto di partenza! La voglia di ricominciare da dove avevo interrotto è tanta, quindi in questi mesi lavorerò duramente per dare una mano alla squadra. L'obiettivo è tornare il prima possibile a ricoprire il ruolo di protagonista, come quando ero a Novara. Non smetto mai di sognare e quei sogni cerco sempre, poi, col duro lavoro, di trasformarli in obiettivi raggiungibili! A Modena, vista la classifica, dobbiamo arrivare cariche per conquistare i tre punti e cercare di scalare la classifica battendo proprio le nostre dirette avversarie. La squadra, ho notato in allenamento, è molto carica e concentrata quindi sono positiva in vista della sfida alla Liu Jo!"

Le finali di Coppa Italia impongono un turno di riposo per la Kemas Lamipel

La Kemas Lamipel tira il fiato ed osserva un turno di riposo per la disputa della final four di Coppa Italia di Superlega a Casalecchio di Reno, con le seguenti squadre impegnate: Piacenza, Civitanova, Trento e Modena. Oggi sabato sono previste le semifinali e domani la finalissima. Sempre nella giornata di domani, con inizio alle ore 14, finale di Coppa Italia di A2 con Siena e Tuscania a contendersi il trofeo. Il tecnico Fulvio Bertini ha concesso tre giorni di relax ai “Lupi” i quali riprenderanno lunedì prossimo la preparazione in vista dell’ultimo impegno della prima parte del campionato, previsto a Roma, sabato 4 febbraio col Club Italia. La Kemas Lamipel può classificarsi al quarto posto imponendosi sui federali di coach Michele Totire e, nel caso in cui Siena vinca in trasferta ad Aversa. Il programma del prossimo fine settimana prevede il confronto in Campania fra Aversa e Siena previsto alle ore 20,30 di venerdì 3 febbraio, mentre i conciari scenderanno in campo sabato 4 alle ore 20,30 nella capitale, conoscendo già il risultato della gara del giorno precedente. La formazione santacrocese non lascerà nulla d’intentato, per chiudere bene la regular season migliorando, se nel caso, l’attuale quinta posizione. Una volta concluso il girone di ritorno e, compilate le rispettive classifiche, inizierà la poule promozione. I “Lupi” vi parteciperanno insieme a Siena, Castellana Grotte, Tuscania ed Aversa, tuttavia i biancorossi andranno ad affrontare le prime cinque formazioni dell’altro girone (quello blù) misurandosi con: Spoleto, Mondovì, Bergamo, Civita Castellana e Reggio Emilia. Verranno così giocati altri dieci incontri, senza gli scontri diretti già disputati, di cui manterranno il risultato e punti accumulati ai fini della classifica finale. Le prime 8 squadre della Poule Promozione disputeranno i Play Off, con in palio una promozione in SuperLega 2017-18, mentre le ultime due termineranno la stagione.
La formula dei Play Off prevede Quarti su 3 gare, Semifinali e Finali con 3 gare su 5. Ecco le date salienti:
Fine Regular Season: domenica 5 febbraio 2017.
Inizio Poule Promozione: domenica 12 febbraio 2017.
Fine Poule Promozione: domenica 19 marzo 2017.
Inizio Play Off: domenica 26 marzo 2017.
Fine Play Off: domenica 15 maggio 2017.
Le date dei Play Off sono suscettibili di variazioni e tutte le gare saranno trasmesse in diretta da Lega Volley Channel,

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Empoli Pallavolo a Bologna per continuare a correre

La prima di ritorno del Campionato di B2 girone “E”, ripropone come avversario l’Idea Volley Bologna, un’antagonista che ad oggi ha raccolto appena quattro punti, il che la posiziona in una zona decisamente problematica. La squadra di Tagliagambe di contro, sta veleggiando in testa alla classifica col vento in poppa, di conseguenza il pronostico risulta ovviamente scontato, ma al di la di ogni considerazione, per le giallonere non è tempo di esaltarsi, ma bensì quello di mantenere i piedi ben saldi a terra e non montarsi la testa, perché la strada è molto lunga e di insidie ce ne saranno a bizzeffe. C’è bisogno di una puntualizzazione, rispetto a quanto scritto precedentemente, è cambiata la data relativa alla prima gara dei quarti di Coppa Italia di B2, non si disputerà il 15/02 ma bensì l’ 08/02 sempre alle 21,00 al Pala Fontescodella di Macerata, mentre il match interno con Palau è rimasto invariato. Per il campionato si gioca invece domenica 29/01 alle 18,00 al PalaMargelli, per la squadra empolese si tratta di un match, che sulla carta, si presenta piuttosto agevole, ma ogni partita deve essere giocata ed ancor prima affrontata, con il piglio giusto e nel pieno rispetto dell’avversario di turno.

Fonte: Empoli Pallavolo – Ufficio Stampa

giovedì 26 gennaio 2017

La Savino Del Bene completa il roster: Luisa Casillo

La Savino Del Bene Volley ufficializza l'acquisto di Luisa Casillo, centrale campana classe 1988, che andrà a rafforzare, in un importante rush finale di stagione, il roster di coach Chiappafreddo. Luisa proviene dal Golem Volley di Palmi, squadra che milita in Serie A2, ma al suo attivo vanta due stagioni nella massima serie italiana con le maglie di Perugia e Novara e adesso è pronta a tuffarsi in questa nuova avventura con i colori e la maglia numero uno della Savino Del Bene Volley! Luisa Casillo, nata l'8 Luglio 1988 a San Giuseppe Vesuviano, si affaccia alla pallavolo che conta nel 2004 a solo sedici anni, quando entra a far parte del Club Italia, con il quale giocherà per due stagioni. Ad inizio carriera riceve la convocazione della nazionale pre-juniores con la quale vincerà la medaglia di bronzo al campionato mondiale di categoria nel 2005 e riceverà anche il premio di migliore giocatrice a muro. Nel 2006 viene ingaggiata dal Centro Santulli Aversa militante nel campionato di Serie B1. Dopo due annate nella squadra campana, nella stagione 2008-09 partecipa al suo primo campionato professionista di Serie A1 con la Pallavolo Sirio Perugia. Nella stagione 2010-11 viene ingaggiata dalla RDM Pomezia Volley, in Serie A2, mentre nella stagione successiva passa al Volley Loreto Femminile, sempre nella stessa categoria, con la quale vince la Coppa Italia di categoria. Nella stagione 2012-13 veste la maglia dell'AGIL Volley di Novara, ancora in serie cadetta, con cui ottiene la promozione in Serie A1, categoria dove militerà con successo nella stagione successiva sempre con i colori della squadra piemontese. Dopo un'annata di inattività a seguito di un incidente stradale, torna sui campi da gioco nella stagione 2015-16 per difendere i colori del VolAlto Caserta, in Serie A2, stessa categoria dove resta anche nella stagione successiva, acquistata dalla Golem Volley di Palmi.
Luisa Casillo indosserà la maglia numero 1

Le statistiche aggiornate de Il Bisonte dopo la tredicesima giornata di A1

É cominciata ieri la preparazione de Il Bisonte Firenze in vista del match di domenica prossima al Mandela Forum contro il Club Italia Crai: dopo il ko del PalaVerde di sabato sera, con Marta Bechis che ha ricevuto un mazzo di fiori per la sua prima da ex contro Conegliano, coach Bracci ha concesso due giorni di riposo al suo gruppo, che ieri ha svolto una doppia seduta e oggi si allenerà nel pomeriggio. Domani altra doppia seduta, poi venerdì e sabato ci sarà anche lo studio dell’avversario al video, per arrivare alla sgambata di domenica mattina e al match delle 17 al Mandela Forum. Intanto, dopo la tredicesima giornata di serie A1, le statistiche di squadra dicono che Il Bisonte Firenze è decimo per numero di ace (40), in una classifica guidata da Casalmaggiore con 80, e ottavo per numero di muri (108), in una classifica guidata da Scandicci con 149. A livello individuale Indre Sorokaite è la giocatrice più prolifica de Il Bisonte con 249 punti, settima in una classifica generale guidata da Paola Egonu del Club Italia (310), davanti a Samanta Fabris di Casalmaggiore, seconda con 306, e a Katarzyna Skowronska di Bergamo, terza con 294. La seconda realizzatrice fra le bisontine è Stephanie Enright, nona con 200 punti, mentre la centrale più prolifica di Firenze è Raffaella Calloni, trentanovesima generale con 113 punti nonchè dodicesima 'cannoniera' nel suo ruolo in una classifica guidata da Robin De Kruijf di Conegliano con 190, seguita da Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci, seconda con 163, e da Christina Bauer di Bolzano, terza con 142. Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci è invece in testa alla classifica generale dei muri vincenti con 58, con Laura Melandri che è quinta con 37 e prima delle bisontine, mentre Samanta Fabris di Casalmaggiore e Katarina Barun-Susnjar di Novara sono prime a pari merito nella speciale classifica degli ace con 27, con Indre Sorokaite decima con 15 e prima de Il Bisonte. A livello di coppie di centrali, quella di Firenze (Calloni e Melandri) è al decimo posto per punti realizzati (209), in una graduatoria guidata da quella di Conegliano (De Kruijf-Folie) con 273, davanti a quella di Casalmaggiore (Stevanovic-Gibbemeyer), seconda con 259, e a quella di Scandicci (Adenizia-Arrighetti), terza con 237.

Visita al PalaEstra del Presidente Giammarco Bisogno e dei main sponsor della Emma Villas Siena

Il Presidente della Emma Villas Siena, Giammarco Bisogno, e i main sponsor della società biancoblu hanno incontrato questa mattina, mercoledì 25 gennaio 2017, i giocatori e lo staff tecnico della compagine senese in una delle settimane più importanti di questa società, quella che porta verso la finale della Del Monte® Coppa Italia che si giocherà domenica 29 gennaio alle ore 14 alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno.
Questa mattina, prima dell’allenamento nel palazzetto dello sport di viale Sclavo, è stata effettuata la visita, con il saluto ai giocatori.
“Stiamo vivendo questi giorni in maniera abbastanza serena – commenta il massimo dirigente della Emma Villas, Giammarco Bisogno – perché questa finale è stata conquistata con sacrificio ma anche con grande merito. Siamo consci delle nostre possibilità e capacità e siamo reduci da due gare molto positive in campionato. Sarà emozionante partecipare ad una giornata come quella della Final Four di Bologna, è ovvio che non sarà una domenica qualunque. La squadra e tutto lo staff stanno lavorando molto bene, i nostri giocatori hanno un curriculum importante e hanno esperienza di gare come quella che giocheremo domenica. Per noi non deve essere un’ossessione, dobbiamo viverla con serenità, con tranquillità e massima concentrazione”.
“La nostra squadra – prosegue Bisogno – ha delle basi tecniche importanti e deve andare in campo sicura di sé, dimenticando gli scontri diretti di questo campionato contro Tuscania. Abbiamo le carte per poter fare bene, rispettando Tuscania che è una formazione fortissima, a mio avviso la più forte del campionato come singoli e anche come aspetto caratteriale e come compattezza di squadra. Noi siamo potenzialmente molto forti, anche con alternative importanti, però abbiamo bisogno della massima chimica per poter esprimere il nostro migliore gioco. Siamo primi nel girone, abbiamo raggiunto la finale di Coppa Italia, quindi ad oggi si devono fare i complimenti a questo staff e a questi giocatori che stanno facendo un buonissimo lavoro. Con una battuta e utilizzando una metafora dico che ora siamo arrivati a Roma, sarebbe bello poter andare a vedere e a salutare il Papa. Possiamo vivere una giornata che può scrivere la storia”.
Sono oltre 700 i biglietti già venduti nel territorio senese per poter partecipare ed essere presenti alla gara di domenica alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno: “Questi numeri – commenta il Presidente Giammarco Bisogno – sono eccezionali, ci sono sei pullman di tifosi che partono da Siena e da Chiusi e che verranno a Casalecchio di Reno. Forse qualche anno fa sarebbe stato un sogno pensare di vedere quasi mille persone in trasferta a seguire la Emma Villas. Ci sarà anche la partecipazione delle istituzioni e questo è un altro dato importante”.
All’incontro hanno partecipato il direttore generale di Banca Cras, Umberto Giubboni, e l’amministratore unico di Big Blu Group, Diego Verdiani, che hanno parlato anche con i giocatori biancoblu. “Noi abbiamo creduto subito in questo progetto, che diventa di visibilità nazionale – afferma Umberto Giubboni –. La pallavolo ci piace anche per lo spirito che si vede in questo sport. Il percorso fatto dalla Emma Villas fino ad oggi è veramente molto positivo”. “L’ambiente Emma Villas è bellissimo e nella pallavolo c’è sportività e ci sono valori importanti – afferma Diego Verdiani –. Tuscania è un’avversaria tosta e difficile da affrontare, sbagliano poco e concedono poco. Sono comunque molto fiducioso, con il giusto approccio la squadra può regalarci un sogno”.

Cortona Volley ASD-Pallavolo Fucecchio 1-3 (25-21/22-25/21-25/15-25)

Formazione Cortona Volley: Ceccarelli, Cocci, Sasso, Violi, Capacci, Persici, Giovannini, Tani, Barneschi (k), Pagani, Mazzoli, Petrucci (l1), Mannelli(l2), n.e. Mannelli. Allenatore Teresa Pimentel.
Formazione Pallavolo Fucecchio: Bartalini, Casali, Ciabattini, Danti, Fagni(k), Fiaschi, Martini, Menicucci, Morganti, Pellegrini, Marchetti(l).
1° allenatore Luca Barboni; 2° allenatore Manuele Marchi.
Arbitro Annalisa Barnini (Si).
La Pallavolo Fucecchio esce vittoriosa dalla lunga trasferta di Cortona. Le ragazze di Barboni colgono l´ennesimo successo contro un squadra vogliosa di fare bene davanti al proprio pubblico. Inizio gara non molto promettente per le nostre, Barboni ha dovuto faticare non poco per trovare la giusta formazione da opporre a Cortona. Va sottolineata la grande prova di Federica Danti autentica trascinatrice di tutta la squadra sia a livello mentale che a quello materiale. Nel momento di difficoltà in cui la squadra dava la sensazione di soccombere, vista anche la sua esperienza in squadre di categoria superiore, è riuscita a infondere fiducia in tutto il gruppo, ciò ha permesso a Fucecchio di terminare la gara in crescendo. Primo set come di solito le squadre si studiano, andiamo avanti punto su punto 4-4/10-10. Serie di errori di Fucecchio, Cortona ne approfitta e allunga 12-16/16-21. Grande recupero di Fucecchio 20-21, ancora errori da parte nostra permettono a Cortona di chiudere il set. Secondo set Cortona avanti sulle ali dell´entusiasmo 2-5, le riprendiamo 9-9/14-13, acquistiamo fiducia 20-16 e chiudiamo il set 25-22. Molto importante chiudere il set e raggiungere il pareggio, dando cosi tranquillità a tutta la squadra. Terzo set dopo un inizio equilibrato 4-4, Fucecchio nuovamente in difficoltà 7-12. E qui l´esperienza di Danti e il rientro in campo di Bartalini ci tolgono dai problemi 14-14 per poi andarsene in scioltezza 20-16/25-21. Adesso siamo avanti 2-1, Barboni ha trovato finalmente la formazione che ritiene più affidabile per affrontare il quarto set. Importantissimo per noi in quanto ci permetterebbe di uscire a punteggio pieno da quest´incontro. Inizio del quarto set 5-1 per noi, fa ben sperare. La squadra ha preso fiducia, quello che doveva essere un set decisivo diventa quasi una formalità, 11-5/15-9. Incitamento dalla panchina a non abbassare la guardia, le ragazze in campo rispondono con i fatti, 19-14/19-15 e qui finisce la gara per Cortona. Sei punti consecutivi da parte del Fucecchio chiudono le speranze della squadra avversaria di poter rientrare in partita 25-19. Bella vittoria, ma quanta fatica. Non è certo stata la nostra miglior gara della stagione, ma l´importante era portar via punti da Cortona. Ci siamo riusciti adesso ci godiamo questo nostro secondo posto in classifica alla fine del girone di andata. Adesso pensiamo a sabato alla prossima trasferta.

22/1, i risultati delle gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project

Serie C Girone A – Ariete Prato Volley Project - Bacci Campi 3-1 (25-23; 18-25; 25-12; 25-21), arbitro Gronchi.
L’Ariete batte Campi e chiude l’andata sul podio. Buona prova di Legnini e compagne che superano una formazione ostica e difensivamente organizzata come quella di Miceli. Una vittoria preziosa, a maggior ragione dopo la sconfitta del turno precedente, e che porta il PVP a più otto sulla sesta. La gara. Prato con Bartolini e Foggi in diagonale, Legnini e Cafissi centrali, Carovani e Speranza di banda e la coppia Nelli-Marchesini nel ruolo di libero. Inizio ottimo di Prato che giocava bene con i centrali e con le bande e saliva sull’8-5 e 14-9. Tempo Campi. Al ritorno in campo break Campi (14-12) e Targioni a chiamare le sue. Buona reazione Ariete e nuovo break (18-14). Fuga Ariete sul 21-16. Dentro Sborigi. Prato che commetteva tre sciocchezze consecutive e Campi si avvicinava (22-21 e 23-22). Dentro Gianni per Campi. Prato sul 24-22, Petri ad accorciare. Carovani a chiudere. Nel secondo partenza forte di Campi e subito tempo di Targioni (4-7). PVP che rientrava (8-9) ma Campi che adesso giocava il suo volley fatto di tanta difesa e tante palle sporcate a muro. Targioni era ancora a richiamare le sue sul 9-14. Ospiti sul più sei (11-17). Dentro Borchi e Rosati. Prato faceva l’ultimo sforzo (14-17) ma poi sbagliava al servizio e lasciava sul campo altri punti incredibili per la fuga definitiva del Bacci (17-23) che chiudeva a 18. Nel terzo equilibrio e grande lotta su ogni pallone con buon inizio in attacco di Borchi. Tempo Campi sul 7-4 Prato. Buon attacco speranza per l’11-6 Ariete e muro per il più sei. Rosati ed ancora Speranza martellavano per il 14-6. Ariete sul 17-10 con Campi che sembrava tirare il fiato dopo un set e mezzo giocati difensivamente a grandi ritmo. PVP sul 21-11. Chiusura a 12. Nel quarto Ariete sopra 8-1. Reazione Campi (10-6) che imponeva a Targioni il time out. Dopo la pausa nuovo allungo PVP (12-7) contenuto dalle ospiti (13-11). Campi sbagliava due attacchi e l’Ariete saliva sul 16-11. Campi alzava nuovamente il suo ritmo in difesa. PVP bravo a strappare sul 18-13. Muro Bartolini per il 20-15. Speranza bucava il muro avversario per il 22-16. Chiusura a 21 con qualche brivido di troppo.