lunedì 27 febbraio 2017

I risultati del fine settimana della Sestese

Pinna, allenatore Under 14
Con la serie C che questa settimana osservava un turno di riposo ci concentriamo sulle due formazioni giovanili che sono scese in campo questo fine settimana, riposavano anche under 13 e Minivolley:
Under 16
Pallavolo Sestese - Volley Prato 2/3
parziali: 23/25 - 25/19 - 32/34 - 25/20 - 7/15
Buona prova dei ragazzi guidati da mister Berlincioni che nonostante la sconfitta hanno dato vita ad un bellissimo match contro il Volley Prato attualmente primo in classifica, anche se dobbiamo recriminare su un po troppi errori in battuta che forse se non fatti potevano cambiare il match, comunque vanno fatti i complimenti a questi ragazzi e al mister per il lavoro che stanno facendo settimana dopo settimana.
Classifica: Volley Vaiano 11 - Volley Prato 11 - Virtus Poggibonsi 9 - Pallavolo Sestese 8

Under 14
Pallavolo Firenze Ovest - Pallavolo Sestese 0/3
parziali: 10/25 - 18/25 - 9/25
Continua il bellissimo momento dei ragazzi guidati da mister Pinna che anche questo fine settimana hanno portato a casa una vittoria. Vittoria numero 6 su altrettanti incontri che gli consolida al primo posto in classifica , il cammino è ancora lungo ma i progressi messi in campo dai nostri ragazzi lasciano ben sperare , ora l'importante è non abbassare mai la guardia e continuare a giocare con la stessa "cattiveria sportiva" messa in campo fino ad oggi.
Classifica: Pallavolo Sestese 17-Cascine Volley Empoli 13-Valdarninsieme 12-Scarperia 11

Ufficio Stampa Pallavolo Sestese
www.pallavolosestese.it

Al PalaEstra un grande spettacolo di volley e la Emma Villas supera Spoleto

Vince in rimonta la Emma Villas Siena: finisce 3-1 la sfida al PalaEstra tra il team senese e una comunque bella Monini Spoleto. Gli umbri conquistano il primo set ai vantaggi, ma poi i biancoblu tirano fuori la pallavolo dei giorni migliori: grande presenza a muro, ottimi attacchi e buonissime difese. In viale Sclavo si è visto un grandissimo spettacolo di pallavolo tra due squadre che legittimamente puntano in alto. La Emma Villas Siena si presenta con questo starting six: Fabroni e Padura Diaz sono sulla diagonale, in banda ci sono Noda Blanco e Russomanno, i centrali sono Menicali e Patriarca, il libero è Cesarini. Spoleto risponde con il capitano Monopoli in regia e Morelli opposto, Mariano e Bertoli schiacciatori, Zamagni e Bargi centrali, Romiti libero. Parte forte la Monini. Morelli fa subito vedere di che pasta è fatto, trovando punti di ottima fattura. Anche il muro spoletino produce immediati risultati. Quando Morelli mette a segno anche un ace, con l’aiuto del nastro, la Monini si porta sul +4: 6-10. La battuta di Spoleto continua a creare difficoltà alla ricezione senese, mentre in attacco ancora Padura Diaz non è effettivamente entrato nel match. Un suo errore dà il +5 al team ospite: 8-13, punteggio sul quale coach Paolo Tofoli chiama time out. Il Video Check dà ragione a Morelli su un tocco del muro senese. E poco dopo pure Patriarca sbaglia la mira: è 10-15. Il servizio ospite continua ad essere un fattore assai rilevante, Russomanno non riesce a trattenere la battuta di Bargi che in questo modo vale il 12-18. Sembra cambiare qualcosa quando lo stesso Russomanno mette a segno un punto in battuta. Al centro, intanto, continua a giocare Michael Menicali, che segna 2 punti e che dà il suo contributo anche in fase difensiva. Padura Diaz sbaglia anche il servizio, dando il ventunesimo punto del set alla Monini. Tofoli inserisce Di Tommaso e Cannistrà al posto di Fabroni e Padura Diaz quando il risultato è sul 17-21. Entra anche Cesare Gradi. Il neo entrato Cannistrà mura ottimamente Morelli e riporta un po’ più vicina Siena (19-22). Ed è lo stesso Cannistrà che con un ace rimette in bilico il set (21-23), facendo tornare alla mente il punto da lui realizzato a Mondovì, in Coppa Italia, in occasione della semifinale della manifestazione, quando proprio con un suo servizio vincente si chiuse quella sfida. L’inerzia sembra essere spostata dalla parte senese quando Cannistrà mette a segno un altro ace. Con i punti di Morelli e di Padura Diaz si va ai vantaggi. Ancora Morelli e poi Noda Blanco per un’altra parità. Menicali sbaglia la sua battuta. E poi Zamagni non perdona: 25-27. Spoleto vince il primo set. Gli umbri iniziano il secondo parziale con tre punti immediati. Cresce l’impatto di Williams Padura Diaz in questa sfida, ma dall’altra parte della rete Morelli sbaglia pochissimo. Da segnalare anche un favoloso salvataggio di Russomanno. La Emma Villas riesce a mettere la testa avanti (11-10) quando Bertoli fallisce di poco la mira. Il set è equilibratissimo e nel punteggio si vedono sorpassi e controsorpassi. Il servizio diventa un’arma ancora più importante e in questo frangente entrambe le squadre battono assai bene. Siena ripassa avanti con un muro di Patriarca ed un “siluro” di Padura Diaz (18-17). Patriarca schiaccia il 20-18, ed è anche il momento di Renato Russomanno. Padura Diaz prima beffa il muro della Monini, che nell’azione successiva riesce tuttavia a fermarlo. Di Tommaso, appena entrato in campo, mette a segno un ace che vale ben quattro set point: 24-21. Basta il primo set point perché Noda Blanco ha la meglio del muro spoletino: 25-21. Il libero spoletino Romiti scavalca addirittura i led per provare a recuperare un pallone. Questa volta è la Emma Villas Siena a cominciare bene il set. Due muri dei biancoblu (opera di Russomanno e Fabroni) fanno toccare il +4 ai senesi: 6-2. Williams Padura Diaz ora è “caldissimo”, in questo frangente l’opposto cubano non sbaglia niente. La Monini va sempre di più dal suo opposto, che invece qualcosina adesso sbaglia, pur mantenendo percentuali davvero alte. Quella tra Padura Diaz e Morelli è una sfida nella sfida tra due grandi giocatori. Coach Provvedi tiene in campo in questo terzo set anche lo schiacciatore Joventino, che alla metà del parziale vive tre lampi con due schiacciate vincenti ed un muro su Padura Diaz. In un momento delicato e concitato della sfida Fabroni si mette in proprio. La sfida è bellissima, il centrale Bargi mura Padura Diaz. Il terzo parziale si gioca nuovamente punto a punto. Noda Blanco e Russomanno trovano lo spazio nel muro della Monini. Ma è proprio il muro spoletino con Festi a riportare il punteggio in parità. Sul 22-22 Siena piazza due punti consecutivi con Padura Diaz prima e con Fabroni che con un ottimo servizio manda in tilt la Monini. Un’altra incomprensione nel team ospite dà a Siena il punto del 25-21. Padura Diaz supera i 20 punti personali e continua a trovare giocate positive. Insieme a lui anche Russomanno e Noda Blanco adesso giocano una pallavolo ad alta intensità. La Emma Villas è in un momento sì, Patriarca conferma questa sensazione con una veloce. Siena vola via sul 10-3, con la Monini che guarda tantissimo a Morelli, già arrivato a 21 punti personali. Russomanno con grande foga agonistica anticipa il muro della Monini per l’11-5. Poi Padura doppia gli avversari: 12-6. Ancora il muro senese, prima con Padura Diaz (punto numero 27 per lui) e poi con Patriarca: 15-8. In evidenza c’è il muro ma anche la difesa dei biancoblu, fondamentale nel quale nell’occasione si distinguono anche gli schiacciatori Russomanno e Noda Blanco e l’opposto Padura Diaz. Arriva un altro parziale senese: Padura Diaz e il palleggiatore Fabroni danno ancora più peso al punteggio della Emma Villas: 20-10. Menicali poi premia una buona scelta del palleggiatore locale: e sono 21. Altri due errori al servizio della Monini portano al match point per Siena. Che Menicali mette a segno con il servizio. Il quarto set si chiude sul 25-15, il match finisce 3-1 per i senesi.
Emma Villas Siena – Monini Spoleto 3-1 (25-27; 25-21; 25-21; 25-15)
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 5, Noda Blanco 11, Vedovotto 1, Gradi, Padura Diaz 28, Patriarca 11, Russomanno 14, Cannistrà 3, Braga, Spadavecchia, Di Tommaso 1, Cesarini (L), Battista (L), Menicali 5. Coach: Tofoli.
MONINI SPOLETO: Morelli 22, Bargi 8, Mariano 5, Festi 1, Vanini, Garofalo, Zamagni 8, Monopoli, Marta (L), Joventino 3, Segoni, Bertoli 16, Romiti (L). Coach: Provvedi.
Arbitri: Venturi Giuliano, Prati Davide.
Video Check: richiesto nel primo set da Spoleto sull’11-13 (decisione cambiata), sul 13-18 e sul 19-22; richiesto nel secondo set da Siena sul 2-6 (decisione cambiata), sul 16-16 e sul 20-17 e da Spoleto sull’8-9; richiesto nel quarto set da Siena sul 17-10 (decisione cambiata) e sul 22-14 (decisione cambiata)
Spettatori: 1.350.

La Savino Del Bene vince una battaglia sportiva: ma che paura!

SUDTIROL BOLZANO – SAVINO DEL BENE VOLLEY 2-3
SUDTIROL BOLZANO: Bertone ne, Bruno (l), Ikic 4, Rossi Matuszkova 7, Spinello, Bauer 13, Papa 2, Pincerato 4, Popovic 10, Bartsch 18, Zambelli 10. All.: Salvagni.
SAVINO DEL BENE VOLLEY: Casillo ne, Crisanti ne, Zago ne, Havlickova 26, Da Silva 16, Loda 2, Merlo (l), Cruz 3, Giampietri ne, Scacchetti ne, Arrighetti 10, Meijners 19, Rondon (k) 4. All.: Beltrami
ARBITRI: Piperata – Giardini
SPETTATORI: 800
SET: 14-25, 17-25, 25-23, 25-21, 9-15.
Bolzano – La Savino Del Bene aveva bisogno di una vittoria per allungare su Busto, missione compiuta con molta fatica contro una squadra di grande carattere e coriacea come il Sudtiro Bolzanol. Una prestazione per i primi due set da grande squadra, bene in tutti i fondamentali, poi un inspiegabile calo di concentrazione stava per compromettere tutto quello che era stato fatto di buono. Per fortuna nel tie-break è venuta la maggior qualità di Scandicci. Un 3 a 2 che conferma, comunque, la crescita nel mese di febbraio di tutta la squadra. Da sottolineare l’ottima prova del tulipano Meijners che ritrova punti e un’ottima condizione fisica nel momento più importante della stagione. Nota negativa: il calo di concentrazione del terzo set e nella parte finale del quarto parziale. Purtroppo, la discontinuità, è una caratteristica che la Savino Del Bene si porta dall’inizio della stagione. Per vincere dobbiamo migliorare la gestione mentale delle partita. In classifica è stato consolidato il quinto posto. La cronaca: Neruda parte forte: primo break per le padrone di casa con la ex di turno Ikic in battuta (4-2), ma Cruz e Havlickova riportano subito il risultato in parità. Bell’azione di Scandicci: Cruz finta la schiacciata e libera l’attacco dalla seconda linea di Havlickova che griffa il 7-5. Il break arriva con Rondon al servizio che rende la ricezione ospite molto complicata, Scandicci ne approfitta portandosi sul 11 a 6. Molto bene la Savino Del Bene nel muro difesa. Riesce tutto a Scandicci, Havlickova con una palla nella zona di conflitto si porta sul 15-8. Salvagni effettua un valzer di cambi ma è sempre Havlickova, davvero incontenibile, a mettere a terra il punto numero 17. Grandissimo momento di forma della ceca. Il 19esimo punto è da manuale di pallavolo: difesa impossibile di Arrighetti, Rondon per il tulipano Meijners che mette a terra il 20 a 10 con una parallela di altro coefficiente di rischio. La Savino Del Bene cerca anche colpi difficili, il gioco è molto imprevedibile. Rondon smista benissimo i palloni e Bolzano si arrende col punteggio di: 25-14. Set chiuso da un bellissimo pallonetto della Dea Da Silva. Primo set di Havlickova: 8 punti e 78% in attacco, difficile fare meglio. Secondo parziale che si apre con un’ace di Meijners, inutile tuffo dell’olandese che sfiora solamente la bomba dell’olandese: 1 a 0. Havlickova picchia forte sul muro di Bolzano e porta Scandici sul 4 a 3. Bauer cerca di non far scappare le fiorentine ma Meijners continua a deliziare con un tocco da cinque stelle Michelin, 7 a 5. Altro pallonetto di Flo, 10-7. Molto bene la Savino Del Bene a muro con Havlickova: 13 a 8. Altro time-out chiesto da Salvagni. Ma Bolzano si trova -7 (15-8). Pipe di Flo, 18 a 9. Bellissima pallavolo di Scandicci! Altro set che scivola via con le scandiccesi che conducono la partita facendo divertire anche il pubblico: con un muro di Cruz e un primo tempo di Arrighetti, 25 – 17. Flo 6 punti in un set, recupero importantissimo in vista delle Final4 di Coppa Italia. Meijners diagonale nei 3 metri. 6 a 3! Muro perfetto di Da Silva, 9 a 4 e break della Savino Del Bene. Scandicci gioca meglio. È veloce, attacca bene dalla seconda linea e Bolzano rientra in partita solo nel finale di set causa un calo di concentrazione delle fiorentine (23-23) e grazie al braccio di Bartsch e Zambelli. Partita che sembrava chiusa sul 21 a 17 ma in questa Serie A1 non puoi concederti pause di concentrazione. Entra Loda per Cruz. La Savino Del Bene sbaglia e regala il parziale a Bolzano: 25 a 23. Pincerato che in battuta ha messo in difficoltà la ricezione fiorentina com’era successo sia nella partita dell’andata che nell’amichevole disputata nel pre-campionato. Quarto set con nuovamente una grande partenza della Savino Del Bene, con Loda subito in campo per Cruz. Arrighetti e Meijners fanno nuovamente la voce grossa. 8 a 4. Rondon alza i ritmi, Havlickova chiude in parallela, 10 a 6. Ancora Bartsch risponde con un colpo in mezzo al muro, 10 – 7. Meijners continua a fare punti e a tenere a distanza Bolzano. Rondon gestisce bene il nuovo ritorno di Bolzano (16-18), chiamando in causa Havlickova, 20-17 la sua diagonale. Purtroppo nei finali di set subiamo sempre un po’ di tensione e Bartsch riporta Bolzano sotto a-1 (20-21).La stessa Bartsch prima con un’ace, riporta in parità Bolzano, poi costruisce il break che mette k.o la Savino Del Bene, 25 a 21 grazie a un servizio che risulta “imprendibile” per la ricezione fiorentina. Altro passaggio a vuoto nel punto a punto. Il tie break si apre col primo tempo di Adenizia Da Silva, seguita dal lungo linea di Havlickova (2-0). Fast di Arrighetti che griffa il 5-3. Il finale di match non è adatto ai deboli di cuore: si procede punto a punto, nella bolgia del Pala Resia. Adenizia mura Bartsch per il 7-5 scandiccese. Splendida ace di Meijners e si procede al cambio campo sull’8-5. Adenizia Da Silva sale in cielo per schiacciare il pallone in primo tempo (9-6 Savino). Havlickova di potenza griffa l’11-8. Il braccio di Aneta Havlickova e Rondon si affida sempre di più a lei in questo finale di partita. Pipe di Flo, migliore in campo, 15 a 9. Su cinque partite, 4 vittorie e una sconfitta per coach Beltrami.
Adenizia da Silva: "Sarò breve e concisa, a questa Savino Del Bene manca concretezza, aggressività e felicità. In questo campionato non ci sono partite facile ed i set finiscono a 25. Adesso testa alle Final 4 di Coppa Italia!"

Dennis e Guimaraes in rimonta spengono Civitanova 3-2

Foto www.lupipallavolo.net
KEMAS LAMIPEL: Vermiglio 2, Dennis 32, Elia 12, Benaglia 1, Guimaraes 18, Colli 6, Bonami (libero), Ciulli, Mazzone 10, Taliani (libero), Tamburo n.e, Bonetti n.e, Del Campo n.e. Allenatore: Bertini.
CIVITA CASTELLANA: Marchiani 1, Banderò 24, Celic 5, Valsecchi 6, Ippolito 16, Marinelli 16, Cicola (libero), Bortolozzo, Gaia 1, Saturnino (libero), Pellegrino, Sacripanti n.e, Preti n.e. Allenatore: Spanakis.
Arbitri: Toni di Terni e Bellini di Perugia.
Successione set: 19-25; 23-25; 25-16; 25-20; 15-8.
Spettatori: 600.
Battute sbagliate Lupi: 17, Aces: 6, Muri: 14.
Battute sbagliate Civita Castellana: 13, Aces: 6, Muri: 6.
Da una rimonta subita (Reggio Emilia) ad una rimonta effettuata. La Kemas Lamipel esce vittoriosa dal confronto con i viterbesi del Civita Castellana recuperando dallo 0-2 iniziale, finendo con l’esaltarsi, trascinata dal pubblico del PalaParenti. Grazie a questo successo al tie-break i Lupi riducono a quattro i punti di distanza dall’antagonista più vicina: Reggio Emilia. A cinque partite dal termine della poule promozione per l’accesso ai play-off, tutto può ancora succedere. Finché la matematica terrà in corsa i conciari, questi hanno il dovere di provarci fino in fondo. L’inizio di gara è sofferto per i conciari che vanno sotto nella prima frazione (19-25) sbagliando ben sette servizi contro uno solo dei laziali che, di contro realizzano ben quattro ace. Bertini punta su Colli lasciando in panchina Bonetti. Rientra Vermiglio e Ciulli si scalda per potergli dar fiato in qualsiasi momento. Gli altri sono tutti al loro posto. Nella Globo di Spanakis non c’è capitan Preti (con la felpa fra i panchinari ma indisponibile) e così Ippolito fa a far coppia con Marinelli. I due attaccanti-ricettori, alla fine, metteranno in cascina un bel bottino: 16 punti a testa. Nel primo set i santacrocesi commettono troppi errori pagando inevitabilmente dazio. Banderò e compagni raddoppiano nella seconda frazione (23-25) nonostante i “Lupi” diano segni di risveglio ma l’apporto di Guimaraes è alquanto limitato in attacco ed al servizio e, la squadra di Bertini, ne soffre e va sotto. Bertini, ad inizio secondo set, conferma in campo Mazzone, già subentrato a Benaglia sul 15-19 per i civitonici, nella prima frazione. Paolino entra bene in partita ma, sempre nel corso del secondo set, avverte anch’egli i passaggi a vuoto dei compagni di squadra. Guimaraes entra però in gara dal terzo parziale ed i benefici si fanno subito avvertire. Idem con lui la Curva dopo due set da cartellino rosso. Lo stratosferico Dennis (32 per lui) non è più solo. La Kemas Lamipel scappa subito (8-4) e per il punto dell’11-6 i “Lupi” fermano bene Banderò. Sul 14-8 Bortolozzo rileva Valsecchi e sul 21-13, dopo un precedente “murone” di Elia, Spanakis ha già tolto la diagonale di palleggio per farla rifiatare. Guimaraes ha cambiato marcia e l’ace del 21-13 lo certifica compiutamente. Chiude Dennis (25-16) ed i santacrocesi riaprono decisamente la gara. Colli e Mazzone non fanno rimpiangere Bonetti e Benaglia. Anche capitan Elia carbura bene e Vermiglio riprende in mano la squadra, con Ciulli che a tratti lo fa rifiatare. Nel ruolo di libero si alternano Bonami e Taliani. Civita Castellana tiene botta nel quarto set fino al 10-10 ma, dopo una lunga azione che si conclude con un muro di Guimaraes su Banderò che fa esploder il PalaParenti, la sensazione è quella che la squadra del presidente Balsotti ce la possa fare. Ed è così perché Vermiglio attiva Elia (18-14), e Mazzone (21-17) ferma di nuovo Banderò a muro. Guimaraes per il 22-18 e Dennis, per il 23-18, fanno da prologo all’ace di Mazzone: 24-18. Due punti dei laziali portano i rossoblù a quota 20 ma poi Celic sbanda al servizio ed i conciari pareggiano sul 2-2: 25-20. Al tie-break partono bene gli ospiti con l’elegante regista Marchiani (1-3) ma i “Lupi” ci sono: 3-3 e 5-5. La squadra di casa sale perentoriamente in cattedra ed Elia mura Celic: 7-5. La formazione di Bertini cambia campo in vantaggio per 8-5. I “Lupi” giocano su ottimi livelli (9-6), sospinti in avanti dall’incitamento dei tifosi: 11-6. Guimaraes e Dennis portano a casa i punti del 12-7 e 13-7. Il 14—7 è ancora opera dello scatenato brasiliano che fa danni al servizio. Infine chiude sua maestà Dennis 15-8 coi “Lupi” padroni della gara e meritevoli dei tanti applausi.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Il Bisonte travolge 3-0 Busto e si salva matematicamente

IL BISONTE FIRENZE 3
UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 0
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 19, Brussa, Bechis 1, Bayramova 10, Norgini ne, Enright 15, Bonciani, Melandri 6, Parrocchiale (L), Repice ne, Pietrelli, Calloni 11. All. Bracci.
UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Stufi 7, Signorile 1, Cialfi, Spirito (L2) ne, Fiorin 3, Witkowska (L1), Martinez 14, Vasilantonaki 5, Diouf 5, Moneta, Berti 5, Negretti ne, Pisani ne. All. Mencarelli.
Arbitri: Feriozzi – Turtù.
Parziali: 25-23, 25-16, 25-14.
Note – durata set: 30’, 27’, 25’; muri punto: Il Bisonte 10, Yamamay 7; ace: Il Bisonte 3, Yamamay 1; spettatori totali 1200.
Come un toro quando vede rosso, Il Bisonte evidentemente trova un’enorme carica quando si trova davanti la Unet Yamamay: come all’andata, Firenze travolge 3-0 Busto Arsizio, ma stavolta il successo ha tutto un altro significato, perché permette alla squadra di Marco Bracci di salvarsi matematicamente con addirittura quattro partite di anticipo, e di qualificarsi per la prima volta nella sua storia per i play off scudetto. Con quale posizione saranno le ultime partite a dirlo, ma intanto è bellissimo godersi un traguardo del genere davanti al proprio pubblico, mai così rumoroso al Mandela Forum. Le bisontine hanno centrato l’ottava vittoria stagionale (record nella loro storia in serie A1) giocando una partita praticamente perfetta contro Busto, che però è stato davvero sfortunato nel perdere la sua palleggiatrice titolare Signorile all’inizio del secondo set per infortunio: di fatto l’equilibrio c’è stato solo nel primo parziale, poi Il Bisonte ha dominato, mettendo ancora una volta in mostra una Sorokaite indemoniata (19 punti col 49% in attacco), ma anche una Parrocchiale mostruosa in difesa e in ricezione (100% di positività e 86% di perfezione). Marco Bracci decide di partire con Bechis in palleggio, Sorokaite opposto, Enright e Bayramova in banda, Melandri e Calloni centrali e Parrocchiale libero. Mencarelli invece deve fare a meno di Pisani e risponde con Signorile in palleggio, Diouf opposto, Martinez e Fiorin schiacciatrici laterali, Stufi e Berti al centro e Witkowska libero. Le ospiti partono forte (0-3) e utilizzano tutte le loro bocche da fuoco per allungare ulteriormente, fino a quando il muro di Stufi costringe Bracci a chiamare il primo time out sul 3-8: Il Bisonte ne esce con un altro atteggiamento, e grazie a un buon turno in battuta di Sorokaite risale sul 10-11 col muro di Calloni, con Mencarelli che ferma tutto a sua volta. Sorokaite pareggia sul 12-12, la fast di Calloni vale il sorpasso (13-12), poi si gioca punto a punto fino al 18-18: entra in battuta Bonciani per Melandri, Calloni firma con un muro (tre in totale nel set con tre punti e il 100% in attacco) il 19-18, poi sul 20-20 Mencarelli inserisce Vasilantonaki per Fiorin, ma Odina mette a terra il pallone del 23-21 che costringe di nuovo il coach ospite a fermarsi. Busto rientra con il punto di Diouf, Stufi impatta con un muro (23-23), poi Melandri (anche oggi tre muri) procura il primo set point, e Odina lo trasforma subito con un mani-out vincente (25-23). Nel secondo set sul 2-1 si infortuna Signorile, che viene sostituita da Cialfi: Enright e un muro di Calloni valgono il 7-4, poi Busto Arsizio reagisce e pareggia con un muro di Stufi (11-11), ma Il Bisonte riallunga subito con Sorokaite anche grazie alle super difese di Parrocchiale (14-11). Adesso Firenze è in trance agonistica, quando Martinez attacca in rete per il 18-13 Mencarelli chiama time out: entra Vasilantonaki per Fiorin, poi sul 19-14 si fa male anche Calloni e Bracci deve inserire Brussa al centro vista l’indisponibilità di Repice. Il Bisonte comunque non ne risente, perché sul servizio di Enright continua a macinare punti (23-14), e alla fine è Sorokaite, col suo nono punto nel set, a chiudere 25-16. Nel terzo la recuperata Calloni riprende il suo posto in campo, mentre Signorile non ce la fa e oltre a Cialfi c’è Vasilantonaki per Fiorin. Si procede punto a punto fino all’8-8, poi Enright e Sorokaite allungano per l’11-8 che porta al time out di Mencarelli: la portoricana è scatenata (otto punti nel set) e piazza due attacchi e due ace per il 16-9, che costringe le ospiti a un altro time out, con conseguente cambio di Diouf con Moneta. Bracci inserisce Bonciani per Bechis (standing ovation) in regia, Mencarelli ripropone Fiorin per Martinez, ma ormai Firenze è in totale controllo e dopo l’ingresso di Pietrelli per Odina (ottima quest’oggi anche in ricezione con l’89% di positività e il 61% di perfezione) chiude 25-14 con il quinto muro della partita di Calloni.
LE PAROLE DI MARCO BRACCI – “Siamo tutti molto felici per aver vinto questa partita e per aver guadagnato altri tre punti: siamo matematicamente salvi e quindi abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale e il più importante, ma adesso abbiamo di fronte ancora quattro gare e dovremo essere bravi a tenere la spina attaccata e puntare a fare ancora più punti. Se dobbiamo ballare, balliamo fino in fondo al meglio che possiamo: è quello che volevamo e non è certo il momento di tirare i remi in barca. Abbiamo battuto molto bene quindi il gioco ce lo siamo agevolato facendole ricevere con palla staccata e siamo stati molto bravi anche a muro difesa: è stato sicuramente importante vincere il primo set per 25-23, poi nel secondo e terzo set il nostro contrattacco è stato molto positivo e il risultato ne è stato la conseguenza”.

sabato 25 febbraio 2017

I Lupi recuperano Vermiglio per la sfida con Civitanova

Vermiglio nella foto di Veronica Gentile
www.lupipallavolo.net
Tutto in fretta ed in velocità. La poule promozione brucia le tappe con frenesia e rinnova gli appuntamenti nel breve volgere di pochi giorni. Giovedì scorso la Kemas Lamipel è uscita sconfitta dal PalaBigi di Reggio Emilia per 3-2, venendo rimontata dal Volley Tricolore di Pupo Dall’Olio, quando questa si era portata in vantaggio per 2-0. La sconfitta, per il modo in cui si è verificata, ha lasciato l’amaro in bocca all’ambiente santacrocese. Domani si torna immediatamente in campo ed al PalaParenti ed arrivano i laziali del Civita Castellana, reduci a loro volta dall’insuccesso interno (1-3) con Tuscania. E, proprio dopo la sconfitta contro Tuscania, è tornato sul percorso dei civitonici nella poule promozione, capitan Preti dicendo: “Vogliamo i play-off ma dobbiamo rimetterci subito in carreggiata, cominciando da Santa Croce”. I viterbesi sono partiti bene nella seconda fase della stagione 2016-17, ottenendo due vittorie con Aversa e Siena; poi c’è stata la battuta d’arresto con Castellana Grotte in trasferta e, mercoledì scorso, la sconfitta inattesa con Tuscania nel derby viterbese. La squadra allenata da Alessandro Spanakis, ha 16 punti e precede di sei lunghezze i conciari che per domani avranno di nuovo disponibile Vermiglio, reduce da una bronchite acuta con sindrome asmatiforme, (come documentato dagli esami eseguiti in Ecomedica ad Empoli), che gli ha impedito di essere disponibile per i confronti con Spoleto e Reggio Emilia. Vermiglio è stato seguito dal professor Angelini e, da giovedì scorso, ha iniziato ad allenarsi curando anche il recupero della funzionalità respiratoria presso la fiorentina Stinuovo, sotto la guida di Carlo Laface, respoonsabile della preparazione atletica dei “Lupi”. Civita Castellana vuole entrare nei play-off promozione e, per farlo, si augura di tornare a giocare sui livelli delle prime gare, approcciando sempre bene l’incontro. I rossoblù faranno di tutto per tornare ad esser cinici nei punti finali del set, quando il tabellone segna gli ultimi punti. Il tecnico Spanakis si è raccomandato di -“chiudere quando l’avversario è alle corde od espone il fianco”. Pienamente d’accordo col tecnico anche lo schiacciatore-ricettore Preti, che si è così espresso: “Siamo al momento chiave della stagione in questa meritata poule promozione e vogliamo raggiungere i play-off, posizionandoci al meglio nella griglia. Siamo partiti alla grande, poi due sconfitte consecutive, di cui quella con Tuscania che è stata quella che meno ci attendevamo. Vinto il primo set, e con diverse lunghezze di distanza nel secondo parziale, abbiamo subìto il loro rientro e, oltre a non avere affondato il colpo, non siamo poi stati in grado di reagire. Non ce lo possiamo permettere perché ogni gara è fondamentale per il nostro obiettivo. Domenica – ha concluso la punta rossoblù – andremo a Santa Croce e poi giocheremo contro Aversa, ossia le squadre che attualmente sono sotto di noi in classifica. Si tratta di due partite cruciali e dovremo tenere al massimo l’attenzione e la trance agonistica”.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Micele Leone nuovo Direttore dell'area tecnica del Club Arezzo

Il Club Arezzo Volleyball Academy comunica l’ingresso di Michele Leone negli organici della società con il ruolo di Direttore dell’area Tecnica. Tecnico di lunga esperienza sia nel settore maschile che femminile. Docente Federale per la formazione di nuovi tecnici nei corsi tenuti dalla Federazione Italiana Pallavolo. Per dieci anni responsabile di Rappresentative Provinciali maschili e femminili che ha guidato molte volte alla conquista del podio, con la ciliegina della storica vittoria nella finale di Cecina contro la corazzata Firenze, nel trofeo delle province 2016 con la Rappresentativa Femminile Aretina. Affiancherà Stefano Maggini, che manterrà il ruolo di Direttore Sportivo, con l’obbiettivo di proseguire lo sviluppo mirato principalmente ai settori giovanili del progetto Club Arezzo Volleyball Academy, che dalla prossima stagione verrà ancor più strutturato, dopo l’ottimo lavoro già intrapreso con Emiliano Nandesi. Pertanto la nostra pur giovane realtà si impegna in un ulteriore sforzo ed investimento, finalizzato ad una grandissima attenzione ai giovani del territorio aretino, per fare si che i ragazzi possano avere il migliore e massimo supporto tecnico possibile per poter accrescere il loro talento. Inoltre alla luce delle dimissioni di Mirko Morelli come tecnico della serie C, Michele Leone guiderà la squadra fino al termine della stagione.

Ufficio Stampa
Club Arezzo Volleyball Academy

Massa vola alla Final Four di Coppa Italia

Prestazione stratosferica della squadra di Masini che ha annichilito una formazione di alto livello come Prata con un secco 3-0.
PALLAVOLO MASSA – GORI WINES PRATA 3-0
Pallavolo Massa: Krumins, Corti, Nannini, Pagni, Cuda, Colombini, Cerquetti, Ragosa, Bernieri, Moscarella, Bottaini, Lanzoni, Briata. All. Masini
Gori Wines Prata: Calderan, Della Corte, Martin, Tassan, Bugin, Radin, Corazza, Deltchev, Nepitali, D’Odorico, Pinarello, Fabbian. All. Sturam.
Arbitri: Simone Cavicchi e Giuseppe Soffietto.
Parziali: 25-19; 25-18; 25-15.
Un successo nettissimo soprattutto dal punto di vista del gioco e di quanto visto in campo con Massa che a tratti è stata straripante. Benissimo al servizio e nel contrattacco. Puntuale e precisa negli altri fondamentali. La squadra di Masini ha impressionato e lo ha fatto contro una squadra che sta dominando il Girone C della categoria con 16 vittorie su diciassette gare disputate e che ha giocatori di livello alto come i vari Calderan, Della Corte e Deltchev, solo per fare alcuni nomi. Insomma, una grande Massa che conquista la Final Four e che si conferma protagonista anche fuori dai confini del proprio girone. Notizia estremamente positiva in vista della post season.
1° set: Massa in formazione tipo e quindi con Krumins e Corti in diagonale, Nannini e Pagni al centro, Cuda e Colombini di banda e Briata libero. Inizio tutto di marca toscana con i ragazzi di Masini avanti 8-5 al primo tempo tecnico e poi a mantenere il vantaggio prima del secondo stop obbligatorio (12-8). Alla pausa Massa avanti di quattro (16-12) con buone percentuali al servizio e nel contrattacco. Dopo il break Massa saliva sul 18-13 e poi sul 23-17. Chiusura Massa senza ulteriori problemi e con una gran bomba di Corti da posto quattro;
2° set: inizio forte di Massa anche nel secondo parziale che al primo tempo tecnico era avanti 8-5. Ancora i ragazzi di Masini a comandare. Massa proseguiva nel suo ritmo infernale e per Prato gli spazi erano pochissimi. Massa avanti 16-10. Piccolo contro break friulano per il 16-12. La squadra di casa non si voltava più indietro e volava sul 2-0 con una sicurezza disarmante.
3° set: inizio in fotocopia rispetto agli altri due parziali con Massa ancora avanti di tre al primo tempo obbligatorio (8-5). La squadra di Masini giocava ancora un grande volley e per Prata le speranze di recuperare la gara si riducevano punto dopo punto. Padroni di casa che doppiavano i friulani sul 14-7. Al secondo stop obbligatorio Massa avanti 16-8 e poi a volare sul 22-10. Ospiti annichiliti e pubblico di Camaiore prima a stropicciarsi gli occhi e poi a spellarsi le mani per applaudire un Massa fantastico.
Il calendario dei quarti di Coppa Italia Pallavolo Massa:
08/02/2017 Lorini Montichiari – Pallavolo Massa 1-3 (23-25; 27-29; 25-20; 20-25)
15/02/2017 Gori Wines Prata – Lorini Montichiari 3-1 (25-18 25-17 16-25 25-23)
24/02/2017 Pallavolo Massa - Gori Wines Prata 3-0 (25-19; 25-18; 25-15)

Spadavecchia: “Morelli e Joventino, Spoleto ha dei grandissimi giocatori”

Continua la preparazione della Emma Villas Siena in vista della partita di campionato valida per il quinto turno della Pool Promozione. Il match sarà giocato domenica 26 febbraio alle ore 18 e vedrà la compagine di coach Paolo Tofoli sfidare la Monini Spoleto (un match sponsored by Technical Project).
Il team umbro è sceso in campo anche ieri sera, e ha sconfitto la Sigma Aversa con il punteggio di 3-1, raggiungendo in questo modo quota 25 punti in classifica. La Emma Villas Siena di punti ne ha invece 23, ma ha giocato una gara in meno: la partita della quarta giornata, che vedrà i senesi impegnati a Bergamo contro la formazione locale, è stata infatti posticipata e verrà disputata mercoledì 1 marzo alle ore 20,30.
I biancoblu intanto si stanno allenando in vista di quello che è un vero e proprio big match, tra le due squadre che nella prima fase hanno vinto i rispettivi gironi. “Contro Mondovì abbiamo giocato bene – commenta il centrale della Emma Villas Siena, Vincenzo Spadavecchia –, ci serviva una buona prestazione dopo che contro Civita Castellana non avevamo reso al meglio ed eravamo usciti sconfitti da quel match. Siamo stati mentalmente dentro la sfida, non ci siamo distratti un attimo, e dopo avere perso il terzo set ci siamo ripresi vincendo il quarto. Fino ad oggi abbiamo sbagliato veramente poco e nei momenti più delicati abbiamo sempre risposto alla grande”.
Spadavecchia si concentra ora sulla Monini: “Spoleto ha un’ottima squadra – afferma il centrale dei senesi –. Mi vengono subito in mente Morelli e Joventino, grandi giocatori. Sarà difficile e stimolante giocare contro di loro. In questa Pool Promozione ogni gara è difficilissima e la classifica è molto corta. Giochiamo ogni tre giorni, rispetto alla prima fase c’è poco tempo per allenarci ma stiamo facendo un grande lavoro grazie al nostro ottimo staff. Credo che il trucco quando si hanno tanti impegni così ravvicinati sia quello di rimanere compatti e uniti e di allenarsi bene ogni giorno pensando a quelli che sono gli obiettivi che si vogliono raggiungere. Fino ad ora abbiamo vissuto dei momenti esaltanti in questa stagione, penso soprattutto alla vittoria della Coppa Italia e all’istante in cui Pippo Vedovotto ha messo a segno l’ultimo punto di quella partita”.
Per acquistare i biglietti per poter assistere alla partita la prevendita è già attiva online su Ciaotickets e nei punti vendita autorizzati. Al PalaEstra la biglietteria aprirà domenica 26 dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 in poi.
Sono validi gli abbonamenti effettuati ad inizio stagione.
In questo fine settimana anche la Emma Villas Siena scenderà in campo in occasione delle gare di sabato 25 e domenica 26 febbraio a sostegno della decima “Giornata delle Malattie Rare”, che si commemora in tutto il mondo l’ultimo giorno di febbraio.
L’impegno della Lega Pallavolo in questa particolare campagna di sensibilizzazione a fianco di Uniamo (Federazione Italiana Malattie Rare Onlus) si rinnova per la nona stagione consecutiva, confermandosi un importante appuntamento di partecipazione sociale per tutti gli appassionati della pallavolo.

venerdì 24 febbraio 2017

Sergio Noda Blanco: “La classifica spiega quale sia il valore della Monini Spoleto”

Lo schiacciatore spagnolo della Emma Villas Siena, Sergio Noda Blanco, ed il libero Andrea Cesarini guardano con ottimismo alla prossima sfida di campionato contro la Monini Spoleto, che si giocherà al PalaEstra senese in viale Sclavo domenica 26 febbraio alle ore 18 (un match che sarà sponsored by Technical Project) e che sarà valida per la quinta giornata della Pool Promozione.
“Stiamo attraversando un momento positivo”, afferma Noda Blanco, che è stato uno dei migliori anche nella sfida contro il Vbc Mondovì, chiusa dall’iberico con 17 punti realizzati. “Dobbiamo cercare di vincere contro Spoleto – prosegue lo spagnolo – contro una formazione molto forte, come è dimostrato dalla classifica e dai risultati che hanno conquistato fino ad oggi in campionato. Sarà certamente una bella gara da giocare”.
Gli fa eco Cesarini: “La Monini ha un roster molto importante – afferma il libero del team biancoblu – con tre schiacciatori di grandi qualità come Mariano, Joventino e Bertoli, con una diagonale di alto livello composta da Monopoli e Morelli, con i centrali Zamagni e Bargi e con il libero Romiti. Sono veramente forti in battuta e anche nella correlazione muro-difesa. Non sarà semplice affrontarli”.
L’Emma Villas Siena si è riscattata alla grande sconfiggendo per 3-1 al PalaEstra domenica 19 febbraio il Vbc Mondovì dopo essere tornata senza punti nel turno precedente da Montefiascone dopo la gara disputata contro Civita Castellana. “E’ stato importante conquistare i tre punti contro la compagine piemontese – commenta ancora Noda Blanco –, volevamo riscattarci dopo la sconfitta che avevamo subito nella partita precedente. Siamo riusciti a battere decisamente meglio rispetto al match giocato a Montefiascone e quindi abbiamo costretto i nostri avversari a commettere un maggior numero di errori. Noi non abbiamo sbagliato molto e siamo riusciti a fare il nostro gioco”. Tra l’altro lo spagnolo è stato protagonista in un frangente chiave del match giocato al PalaEstra, quando Siena è riuscita ad annullare due set point che Mondovì si era conquistata nel secondo parziale: “Sì, la sfida è stata decisa lì – afferma lo schiacciatore –. Mondovì aveva in mano la vittoria del secondo set e invece noi siamo stati bravi a reagire e a conquistare quel parziale. In quel momento la storia della partita ha preso la nostra direzione. Poi abbiamo perso il terzo set, ma nel quarto siamo rientrati in campo con la giusta grinta e con un ottimo atteggiamento”.
“La Pool Promozione è molto combattuta, ogni avversaria è difficile da affrontare – dice Cesarini – ed è ancora troppo presto per dire quali formazioni possono dirsi più forti delle altre. Diciamo che al momento noi, Castellana Grotte e Spoleto abbiamo avuto dei risultati più continui, ma ci sono ancora tante variabili da prendere in considerazione. Ci sono tanti campi dove non è semplice andare a giocare”.
Per acquistare i biglietti per poter assistere alla partita la prevendita è già attiva online su Ciaotickets e nei punti vendita autorizzati. Al PalaEstra la biglietteria aprirà eccezionalmente domani, venerdì 24, dalle 17,30 alle 19,30 e domenica 26 dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 in poi.
Sono validi gli abbonamenti effettuati ad inizio stagione.
In questo fine settimana anche la Emma Villas Siena scenderà in campo in occasione delle gare di sabato 25 e domenica 26 febbraio a sostegno della decima “Giornata delle Malattie Rare”, che si commemora in tutto il mondo l’ultimo giorno di febbraio.
L’impegno della Lega Pallavolo in questa particolare campagna di sensibilizzazione a fianco di Uniamo (Federazione Italiana Malattie Rare Onlus) si rinnova per la nona stagione consecutiva, confermandosi un importante appuntamento di partecipazione sociale per tutti gli appassionati della pallavolo.

La rimonta reggiana concede un solo punto ai Lupi

VOLLEY TRICOLORE CONAD REGGIO EMILIA: Beccaro, Kody 30, Suljagic 17, Cargioli 11, Dolfo 14, Silva 10, Morgese (libero), Scaltriti, Soli 2, Rossatti, Norbedo n.e, Miselli n.e, Bevilacqua n.e. Allenatore: Dall’Olio. 
KEMAS LAMIPEL: Ciulli 1, Dennis 31, Elia 10, Benaglia 6, Guimaraes 15, Bonetti 8, Bonami (libero), Colli 4, Mazzone, Taliani, Tamburo, Puccetti, Del Campo n.e. Allenatore: Bertini.
Arbitri: Sessolo di Treviso e Curti di Gorizia.
Successione sets: 20-25; 22-25; 25-16; 25-23; 15-13. 
Spettatori: 400. 
Battute sbagliate Reggio Emilia: 13, Aces: 4, Muri: 13. 
Battute sbagliate Lupi: 14, Aces: 3, Muri: 9. 
Occasione persa per la Kemas Lamipel a Reggio Emilia. I “Lupi”, in avanti per 0-2, vengono rimontati dai padroni di casa e finiscono k.o. per 3-2 al termine di un’estenuante maratona. Gara equilibrata e combattuta quella del PalaBigi, talora nervosetta, vista la posta in palio. Era un “dentro o fuori” e, in virtù di questo risultato, il vantaggio degli emiliani sui santacrocesi passa da più 4 a più 5. Mancando sei partite al termine della poule promozione e, con 18 punti in palio, la matematica lascia ancora margini di spazio alla squadra di Bertini, anche se riacciuffare e superare Suljagic e soci non sarà facile. La partita ha vissuto a lungo sul gran duello fra i due opposti, Kody e Dennis, infermabili per i muri avversari, per lunghi tratti della gara. Alla fine ha prevalso l’asso cubano Dennis sul più giovane camerunense per 31-30. Dennis ha avuto un appannamento soltanto nel terzo set quando Ciulli ha insistito troppo su di lui, anziché farlo rifiatare, cercando magari altri sbocchi. Proprio nel terzo parziale è girata la partita, quando ai conciari è mancato il colpo del definitivo k.o. ed è invece iniziata la lenta e inesorabile rimonta dei padroni di casa, forti a muro, più precisi al servizio, coi centrali sempre attivati al momento giusto da Soli, subentrato a Beccaro. La Kemas Lamipel era stata brava ad inizio gara, facendosi trovare pronta e concentrata con un inizio ricco di buone intenzioni. Ancora assente Vermiglio, per gli strascichi di una forte bronchite, i “Lupi” hanno giustamente confermato Ciulli al palleggio, portando il giovanissimo Puccetti in panchina. Buona la gestione della prima frazione per gli uomini di Bertini (20-25) che, nel secondo parziale danno l’impressione di capitolare una volta sotto per 21-16. Qui Elia mette in difficoltà al servizio la ricezione di casa ed i santacrocesi si portano in parità: 21-21. Fatali per il Volley Tricolore due errori di Kody al palleggio e di Dolfo in ricezione (22-24), con Dennis che chiude: 22-25. Reggio Emilia sembra cedere da un momento all’altro (6-9) all’inizio della terza frazione, ma i “Lupi” vanno in completa confusione, con tanti fondamentali che saltano. Colli rileva Bonetti, Ciulli non sa più a che santo votarsi e spreme Dennis. Guimaraes e gli altri non trovano più modo di rendersi pericolosi. Il contrattacco ed il cambio palla, che erano stati decisivi in precedenza, addirittura crollano. Reggio Emilia accorcia (25-16) e la gara si riapre. Il quarto ed il quinto set sono combattutissimi, equilibrati, carichi di tensione con Dennis e Kody che fanno il diavolo a quattro da ambo le parti. Nel quarto gioco i “Lupi” passano a condurre per 21-22 e, sul 22-22, hanno due volte con Benaglia la palla del 22-23 in attacco. Le conclusioni sono però fiacche e Kody mette a terra la palla-punto: 23-22. Il “puma” si ripete subito a ruota: 24-22. I “tricolori” si impongono poi per 25-23 con la battuta e il muro degli ospiti poco presenti. Nel quinto set la Kemas Lamipel illude con un ace di Colli (7-9) e Dall’Olio ferma il gioco. Al rientro in campo è parità: 9-9. Ultimo acuto conciario per il punto del 10-11. Poi Dolfo mura Guimaraes (12-11) e questi sbaglia pure un successivo servizio. Suljagic mura Elia (14-12) e lo stesso serbo chiude poco dopo la gara con una veloce dal centro: 15-13.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

giovedì 23 febbraio 2017

Padura Diaz: “Pensiamo già alla Monini Spoleto, sarà una bellissima sfida”

Il direttore sportivo della Emma Villas Siena, Fabio Mechini, aveva chiesto di resettare tutto dopo la partita persa dalla formazione di coach Paolo Tofoli a Montefiascone contro la Ceramica Globo Civita Castellana. E la squadra infatti ha reagito, sconfiggendo il Vbc Mondovì al PalaEstra con il risultato di 3-1. I risultati che sono arrivati dagli altri campi, tra l’altro, hanno riconsegnato la prima posizione della Pool Promozione ai senesi dopo la terza giornata di questa seconda fase. Una prima piazza condivisa con la Bcc Castellana Grotte che in questa domenica ha sconfitto per 3-0 proprio Civita Castellana, mentre l’ex capolista Spoleto è caduta per 3-1 nel palazzetto dello sport della Kemas Lamipel Santa Croce. Risultati che testimoniano l’equilibrio che regna in questa Pool Promozione, dove dieci formazioni stanno lottando per conquistare l’accesso ai playoff e la migliore posizione possibile nella griglia degli stessi. Dopo avere sbagliato 22 servizi a Montefiascone la Emma Villas ha reagito. Lo ha fatto sbagliando meno battute, prestando buona attenzione a muro e tenendo per quasi l’intero match buone percentuali in attacco (ad eccezione del terzo set, perso infatti dai senesi, dove il dato parla appena di un 38%). Buone sono state le prestazioni di tutti i ragazzi biancoblu, con l’opposto cubano Williams Padura Diaz che è stato il miglior realizzatore dell’incontro con 20 punti messi a segno subito tallonato dallo schiacciatore spagnolo Sergio Noda Blanco che ne ha realizzati 17. Tra l’altro Padura Diaz aveva una dedica particolare per il successo di ieri: “Dedico la vittoria a mia madre perché oggi è il suo compleanno”, ha detto il cubano, che si è poi soffermato sul match. “Siamo stati bravi nel secondo set a rimanere concentrati, specialmente nella parte finale di quel parziale. Mondovì è una squadra forte, spingono tanto, battono bene e sono temibili a muro. Non era semplice vincere contro di loro. Temevo molto Bolla, un giocatore forte che in carriera è stato un po’ limitato dagli infortuni che ha avuto. E poi naturalmente nel Vbc gioca un giocatore dalle grandi qualità ed esperto come Paoletti, che da anni mostra quello che sa fare. In questa occasione comunque eravamo in palla e rispetto al match che abbiamo giocato mercoledì a Montefiascone siamo riusciti a sbagliare meno al servizio”. Padura Diaz pensa e parla già della prossima sfida, che vedrà i senesi opposti domenica 26 febbraio alle ore 18 al PalaEstra alla Monini Spoleto (un match che sarà sponsored by Technical Project): “Il nostro pensiero – dice l’opposto cubano – va subito alla prossima gara. Contro Spoleto sarà una bellissima sfida, queste due società si sono affrontate già molte volte in passato. Andremo in campo con la volontà di dare il massimo. La classifica è molto corta e in pochi punti ci sono tante squadre fortissime, tutti i team sono molto pericolosi”. La classifica vede infatti Emma Villas Siena e Bcc Castellana Grotte avanti a tutte con 23 punti, Spoleto ne ha 22, mentre quarta è adesso Bergamo a quota 19. Mondovì con la sconfitta al PalaEstra perde una posizione e scivola in quinta piazza, rimanendo a 18 punti. Siena e Spoleto sono le squadre che hanno vinto i due gironi nei quali è divisa la Serie A2. Le ambizioni delle due società sono rilevanti, per questo motivo si tratta di un vero e proprio big match e di un antipasto di quello che si potrà vedere ai playoff. Esiste già una storia di sfide tra le due formazioni, che in campo si sono affrontate anche nelle serie minori. E l’estate scorsa, nel precampionato, sono tornate a farlo, disputando due amichevoli, una in Umbria e una a Siena (nella prima vinsero i senesi, la seconda terminò in parità). Dopo un inizio di stagione non semplice la Monini ha ingranato una marcia alta, cominciando a conquistare successi che le hanno consentito di conquistare la prima piazza del girone blu e di avere la meglio su team forti come Mondovì, Bergamo e Civita Castellana. Gli umbri hanno anche iniziato assai bene la Pool Promozione, sbancando il campo di Castellana Grotte (sono stati la seconda formazione, dopo Siena, ad essere riuscita in questa impresa nella stagione in corso) e poi vincendo piuttosto agevolmente contro Tuscania (3-0) prima di cadere a Santa Croce. In provincia di Pisa le percentuali offensive di Joventino, Bertoli, Morelli e Mariano sono state fortemente limitate, mentre bene ha fatto il centrale Matteo Zamagni, in questa circostanza top scorer della Monini con 12 punti. Sarà un big match di questa categoria. In campo si vedrà certamente un grande spettacolo.
I biglietti per assistere alla sfida sono già in vendita nella piattaforma online CiaoTickets (http://www.ciaotickets.com/evento/emma-villas-volley-monini-spoleto). La biglietteria al PalaEstra sarà aperta venerdì 24 febbraio dalle ore 17,30 alle 19,30 e domenica 26 febbraio dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 in poi.

Al PalaBigi è già dentro o fuori

Kemas Lamipel stasera al PalaBigi di Reggio Emilia (ore 20,30) per il confronto col Volley Tricolore, valido per il quarto turno della poule promozione per la SuperLega. Gli impegni si susseguono in serie; si giocherà fino al 19 marzo al ritmo di due gare settimanali. Stamattina allenamento di rifinitura per i “Lupi” in funzione del difficoltoso impegno con i giallorossi di Pupo Dall’Olio, gasati dalla vittoria (3-0) di domenica scorsa a Viterbo col Tuscania. Ieri sera quest’ultima formazione si è imposta per 3-1 a Montefiascone sul Civita Castellana nel derby viterbese, raggiungendo quota 17 in classifica, con un bel balzo in avanti. Alla luce dell’impresa del team di Paolo Montagnani, la gara di Reggo Emilia diventa uno spartiacque forse già decisivo per le due contendenti. Per il Volley Tricolore, quello coi biancorossi, è uno scontro diretto in chiave play-off a tutto tondo, visto che i santacrocesi sono i primi inseguitori dei reggiani, seppur distanziati di 4 punti. Giallorossi ottavi (13), nell’ultimo posto valido per centrare i play-off e conciari noni a quota 9. Una vittoria da tre punti sarebbe il toccasana per le due formazioni: i “tricolori” potrebbero staccare nettamente i conciari; questi invece ridurrebbero ad un solo punto il distacco, vedendo i play-off ad un passo, con altre sei gare da disputare. La gara del PalaBigi sarà diretta dalla signora Maurina Sessolo di Treviso e dal signor Giuseppe Curto di Gorizia. Per la Kemas Lamipel, dopo la bella prova offerta con Spoleto, quella di Reggio Emilia è una bella verifica. Dall’Olio dovrebbe disporre i giallorossi con questo schieramento: Beccaro-Kody; Suljagic-Cargioli; Dolf-Silva e Morgese libero. Per la regìa, Soli potrebbe insidiare Beccaro. Bertini sembra avere un unico dubbio per la zona-quattro: Bonetti o Colli. Per cui la Kemas Lamipel dovrebbe scendere sul mondoflex con Ciulli-Dennis, Elia-Benaglia; Guimaraes-Bonetti (Colli) e Bonami libero. Bonetti, fra l’altro è un ex reggiano e, come lui, pure Benaglia.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Buon test contro Scandicci in vista della sfida di domenica contro Busto

Dopo una settimana senza gare ufficiali, oggi Il Bisonte Firenze è tornato a respirare l’aria dell’impegno agonistico nell’allenamento congiunto organizzato al Mandela Forum con la Savino Del Bene Scandicci, ottimo test di preparazione in vista della partita di domenica contro Busto Arsizio. Le due squadre hanno giocato tre set con rotazioni bloccate e palle di conferma partendo dal 16-16, e le scandiccesi si sono imposte in tutti e tre per 26-24, 25-20, 25-21, poi i coach Bracci e Beltrami hanno deciso di far disputare due set tradizionali, conclusi 25-23 a favore della Savino e 15-11 per Il Bisonte. Bracci ha schierato il classico sestetto (Bechis-Sorokaite, Calloni-Melandri, Enright-Bayramova e Parrocchiale) nei primi due set e nel quarto, mentre nel terzo è partito con Brussa e Pietrelli per Bayramova e Enright; nel quarto e nel quinto sono entrate anche Norgini, Brussa, Pietrelli e Bonciani. L’unica giocatrice non utilizzata è stata Repice, ancora alle prese con un problema al piede.

mercoledì 22 febbraio 2017

Savino Del Bene Volley: buono il test con Il Bisonte

Si è appena concluso l'allenamento congiunto tra Savino Del Bene Volley ed Il Bisonte Firenze. Alle ore 17.30 è andato in scena l'allenamento richiesto da coach Beltrami e coach Bracci per testare lo stato di forma delle proprie giocatrici in vista della diciannovesima giornata della Samsung Gear Volley Cup, ormai alle porte. Coach Beltrami nell'allenamento odierno ha impiegato tutte le sue atlete alla ricerca dl perfezionamento di alcuni schemi tattici. Nei primi tre set a rotazioni bloccate è stato impiegato il sestetto visto nella prima frazione di gioco della trasferta di Busto Arsizio. Sono apparse molto buone le condizioni di Floortje Meijners. Buone indicazioni anche per Il Bisonte Firenze che si è confermata una delle squadre più in forma del campionato. I tre set a rotazione bloccata sono stati vinti dalla Savino Del Bene, gli altri due successivi "standard" sono terminati 25-23 Scandicci, 15-11 Firenze.

martedì 21 febbraio 2017

Firenze Volley Il Punto della Settimana: 19/02/2017

Primo atto della Finale under 18 maschile provinciale al PalaMattioli con la netta vittoria dei ragazzi allenati da Prosperi Turri e Desirò. Nel mentre l’under 16 di Mitti e Trama raggiunge l’agognata Finale. Vincono entrambe le due prime squadre, con netti 3 a 0, i maschi in casa, le donne in trasferta. Riposo forzato di ben due settimane per la 1DFA di Cavandoli, Salvini e Coletti che, dopo la pausa di questa settimana, dovuta al girone “zoppo”, dovranno far pausa anche la prossima settimana, come tutti i campionati adulti. SETTORE MASCHILE La compagine allenata da Saccardi e Ponzalli che partecipa alla CMA vince facilmente 3 a 0 in casa contro il BMB Scarperia. Dopo la pausa Gristina e compagni andranno a far visita alle Officine Fratelli Nuti di Campi Bisenzio dei tanti ex. Intanto in classifica i rosso-neri rimangono in testa, con un solo punto di vantaggio dal Valdarninsieme e 5 dall’Emma Villas terzo in classifica. Ricordo che anche la prima classificata del girone dovrà partecipare ai play-off, con solamente un posto per passare nella categoria superiore. In DMA il FIRENZE VOLLEY ROSSA di Prosperi Turri perde 3 a 0 sul campo del Rosignano. In classifica rimangono sempre in terzultima posizione. Dopo la pausa Cirocco e compagni ospiteranno l’Invicta Volleyball di Grosseto che li precede di soli 2 punti. Una vittoria e una sconfitta in DMB. Il FIRENZE VOLLEY BIANCA di Mitti e Trama vince in casa contro la Robur di Scandicci dei moltissimi ex, a partire dai due allenatori Becucci e Frilli. L’OLIMPIA POLIRI di Martelloni e Controne, invece, perde 3 a 2 in trasferta sul campo del Firenze Ovest. Dopo la pausa Madiai e compagni saranno impegnati nella lunga trasferta a Castelnuovo Berardenga contro il Volley La Bulletta, mentre gli azzurri ospiteranno la Sales Volley. Geppi e compagni in classifica scendono in quarta posizione, raggiunti dal Virtus di Poggibonsi, mentre i rosso-neri rimangono in penultima posizione, al pari proprio del prossimo avversario, Volley La Bulletta. Una vittoria e una sconfitta nel TORNEO MA. L’U19M di Chiccarelli perde 3 a 0 sul campo del forte Volley Prato, mentre l’U18M di Prosperi Turri e Desirò vince col medesimo risultato in casa contro Sales Volley. Votta e compagni giocheranno la prossima partita in trasferta sul campo del Firenze Ovest, mentre la compagine di Chiccarelli ospiterà la Sales. In classifica Gloter e compagni rimangono in ultima posizione a 0 punti, mentre i più giovani sono a 6 punti, con solo 2 di ritardo dal Cascine Volley capolista. Nel TORNEO MB la compagine allenata da Mitti e Trama perde 3 a 1 in casa per mano della Ruini di Scandicci. La prossima settimana osserveranno un turno di riposo. In classifica rimangono fermi a 1 punto, in penultima posizione. Nel TORNEO MD la compagine di Saccardi e Onori perde 3 a 0 sul campo della Pallavolo Sestese. La prossima giornata giocheranno sul campo della Virtus Poggibonsi Bianca. In classifica rimangono in ultima posizione a 0 punti. Nel TORNEO ME la compagine allenata da Martelloni e Bassano perde 3 a 0 in casa per mano della Pallavolo Scarperia. La prossima settimana andranno a giocare sul campo del Firenze Ovest. In classifica rimangono settimi con soli 4 punti all’attivo. Doppia sconfitta per l’U13M 3X3 C di Mitti, entrambe per 3 a 0. Prima contro il Volley Prato Rossa, poi contro il Firenze Ovest. L’U13M 3X3 D di Bassano e Martelloni perdono la prima partita 2 a 1 contro il Volley Prato Blu, ma vincono la seconda 3 a 0 sul Firenze Ovest.

PUNTO PLAY-OFF
In U16M i risultati dell’andata vengono ripetuti anche al ritorno. Il FIRENZE VOLLEY di Mitti e Trama vince tranquillamente 3 a 0 sul campo dell’AVIS di Pistoia, conquistandosi l’accesso alla Finalissima e al Torneo Regionale. Nell’altra partita il Volley Prato Blu bissa il 3 a 1 dell’andata per imporsi sul Firenze Ovest e accedere alla Finale. La doppia partita avrà luogo in data 1 marzo al PalaMattioli e 5 marzo al Palazzetto San Paolo a Prato. Bellissima vittoria per l’U18M di Prosperi Turri e Desirò in Gara 1 della Finale contro il Volley Prato. I giocatori di Novelli e Barbieri hanno sofferto tremendamente la grinta dei bianco-rossi e l’incredibile atmosfera del PalaMattioli che ha spento anche il tamburo portato dai tifosi ospiti. I giocatori di Prosperi e Desirò hanno nettamente dominato il primo e il terzo parziale, solo nel secondo è da mettere agli archivi una tenue risposta pratese, che però Cirocco e compagni hanno adeguatamente tenuto a freno, grazie anche ad alcuni cambi estremamente azzeccati da parte degli allenatori.
Negli altri Campionati le Finali sono le seguenti:
U18 FEMMINILE: Volley Pontemediceo – Montelupo Città della Ceramica
U16 FEMMINILE: Ariete Prato Volley Project – Euroripoli Bianca
U14 FEMMINILE: devono ancora essere giocate le Semifinali di ritorno, intanto Valdarnisnieme si è imposto per 3 a 1 sul San Michele, mentre Montelupo ha vinto col medesimo punteggio in trasferta sul San Piero.
U13 FEMMINILE: anche qui devono essere giocate le Semifinali di ritorno. Nella gara d’andata San Piero ha vinto 2 a 1 sul Chianti Volley Azzurra, mentre Valdarninsieme 227 ha vinto 3 a 0 in casa del Montelupo Città della Ceramica.
U19 MASCHILE: nella gara d’andata Arezzo ha vinto contro Prato 3 a 2, in settimana ci sarà lo scontro decisivo ad Arezzo.
U14 MASCHILE: Firenze Ovest – Volley Prato.

SETTORE FEMMINILE
La DFC di Mugnaini e Rafanelli vince 3 a 0 sull’ostico campo di Castelfranco, solo Montebianco era riuscito a prendere il bottino pieno dalla terra pisana. Azzini e compagne proseguono la loro corsa alla ricerca dei play-off matematici. I punti di ritardo dalla capolista Montelupo rimangono 7, oramai irraggiungibile, ma i punti di vantaggio da Montebianco terza sono ancora 5, ottima distanza di sicurezza. Perde Pescia in trasferta a Capannori, che quindi rimane a 36 punti. Con la sconfitta di Castelfranco si accende la lotta per l’ultima posizione utile per i play-off, con Chianti Azzurra, Santa Croce, Empoli e Nottolini che inseguono a distanza utile per un sorpasso a breve. Dopo la pausa sarà la capolista Montelupo ad arrivare a far visita al PalaRosai, che, per l’occasione, spero sia gremito come non mai. La 2DFA di Mahdal, Madiai e Progida perde 3 a 0 nell’anticipo del venerdì sul campo del San Mauro Volley. Una sconfitta che pesa sulla classifica di Savoi e compagne, che vedono la distanza dalla salvezza aumentare a 11 punti, difficilmente recuperabili in 9 partite. Dopo la pausa ospiteranno il san Quirico Volley che ha ben 15 punti in più delle azzurre. La 3DFA BIANCA di Bassano perde 3 a 0 sul campo dell’ASD Firenze 5 Palestre. Dopo la pausa Ricciarelli e compagne ospiteranno il forte Euroripoli 2.0. In classifica rimangono in ottava posizione, sempre più distanti dalla zona verde dei play-off. La 3DFB BLU di Amante e Cavandoli perde 3 a 0 in casa contro la Sales Volley. Dopo la pausa Clemente e compagne saranno impegnate sul campo del Volley Viaccia. In classifica rimangono in penultima posizione a 4 punti, uno in più del Rinascita Volley. L’U18FL di Cavandoli, con l’eccezionale partecipazione del Presidente Ponzalli in panchina, perde 3 a 2 in casa contro l’AP Certaldo. La prossima settimana saranno impegnate sul campo del Punto Sport Volley. In classifica rimangono in penultima posizione a 4 punti, con solo un punto di ritardo dal Volley Club Sestese. L’U16FG di Amante e Filippini perde 3 a 0 in casa del Le Signe. La prossima settimana ospiteranno l’Ariete Prato Volley Project. In classifica Clemente e compagne rimangono ultime a 2 punti. L’U16FP di Ponzalli, Cavandoli e Lorenzini perde 3 a 0 in casa contro il Che Cuore San Giusto Le Bagnese. La prossima settimana andranno a far visita alla Polisportiva Cerretese. In classifica Magni e compagne rimangono sempre in penultima posizione, con un punto di vantaggio proprio sulle prossime avversarie. L’U16FQ di Celsi e Mula perde 3 a 1 in casa dell’Euroripoli 2.0 2002. La prossima settimana ospiteranno il 29 Martiri Volley. In classifica rimangono in penultima posizione proprio insieme all’Euroripoli, mentre il 29 Martiri non ha ancora perso una partita in questa seconda fase, è a punteggio pieno a 12 punti. L’U14FL di Celsi e Mula perde 3 a 0 in casa del Mugello Volley ASD. La prossima settimana saranno impegnate in casa contro Pallavolo Impruneta. In classifica Innocenti e compagne rimangono in penultima posizione insieme a Montemurlo e San Giusto Le Bagnese. L’U14FP di Renna e Cafaggi perde 3 a 2 in casa per mano del Cascine Volley di Empoli. Ora sono attese da ben due settimane di pausa. In classifica sono in quarta posizione, con due punti di ritardo dal SORMS Volley Blu, ma con ben 6 punti di vantaggio dal Pontemediceo. L’U13FL ART di Renna e Cafaggi vince 2 a 1 in casa contro Pallavolo Impruneta. La prossima settimana saranno impegnate sul campo del New Volley Fucecchio. In classifica sono quinte a pari merito con Montelupo, a 9 punti. Solamente un punto le separa dal Che Cuore San Michele. L’U12FL di Mula e Volpini perde 3 a 0 sul campo del Pallavolo Rignano. In classifica rimangono penultime a 10 punti, con solo 2 di ritardo dal Firenze Ovest. La prossima settimana saranno impegnate in casa contro l’AP di Certaldo.

SETTORE MINIVOLLEY
L’OLIMPIA RODARI di Betti e Placidi gioca alla palestra Gramsci di via del Mezzetta contro New Volley Fucecchio, Pallavolo Fucecchio, e due compagini del Bacci di Campi Bisenzio.

CATEGORIE UISP
L’A1FU di Talanti perde 3 a 2 in casa del SORMS di San Mauro a Signa.

ALTE CATEGORIE
Per colpa del PalaMandela impegnato per altre manifestazioni IL BISONTE FIRENZE ha dovuto rimandare la partita contro Pomì Casalmaggiore al 2 marzo. Prima sconfitta per la SAVINO DEL BENE SCANDICCI versione Beltrami. Rondon e compagne soccombono 3 a 1 al PalaYamamay sponda Busto Arsizio. In classifica si vedono anche rimontare proprio dalle farfalle dell’ex Stufi. Il tutto mentre in coda Monza guadagna un punto su Firenze che, però, ha una partita in meno. In testa continua la corsa in solitaria di Conegliano, sconfitto 3 a 0 il Club Italia e 7 punti di vantaggio dalla seconda, Casalmaggiore che deve ancora recuperare una partita.

Marco Rafanelli - www.asdfirenzevolley.it

B maschile sconfitta con onore a Parma

Laurini Busseto Parma - Codipi Dream Volley Group 3-0 27-25 27-25 25-21
Era questa una partita importante ai fini della classifica perchè avrebbe consentito al Dream di acquisire punti rispetto ad una diretta inseguitrice. E invece 3 punti sono lasciati su un campo senza recriminazioni da parte del Coach Lazzeroni: "La squadra senza Matteo Sabatini soffre in attacco". La squadra ha comunque giocato al meglio, anche in considerazione della presenza di elementi giovani, alla prima esperienza in B. Da lodare quindi grinta e determinazione nel recuperare tutti i palloni, con la volontà di rimanere in gioco. Guardiamo quindi alle prossime partite con fiducia. Appuntamento il 5 marzo alle 18 al Paladream contro l´impegnativa Modena Volley Unimore. 
Formazione: Piccinetti, Lazzeroni, Lusori, Luca Grassini, Riccardo Grassini, Rossi, Lupo, Vecchiani, Sterminio, Coletti, Lupetti. Allenatore Alessandro Lazzeroni. Dirigente accompagnatore Marco Lunardi

Fonte: Alessandro Lazzeroni - www.dreamvolleypisa.com

Vittoria in rimonta a Monte San Savino!

La scorsa settimana Mister Montagni ha dovuto tribolare e non poco per far fronte alle tante assenze che hanno trivellato la possibilità di allenarsi in maniera seria ed efficace, ma incurante di tutte le avversità la Pol. Remo Masi si è presentata alla trasferta di Monte San Savino decisa a non perdere il passo delle dirette concorrenti in classifica. Le migliori intenzioni della squadra ospite però si sono presto scontrate contro la muraglia degli aretini, molto più concreti e cinici rispetto ai rufinesi nelle prime fasi. La Pol. Remo Masi fatica, annaspa un po’ ma rimane sempre attaccata al set. Sul finale la rimonta non si è completata e i padroni di casa hanno conquistato il primo parziale per 26-24. Nel secondo set la Pol. Remo Masi è stata brava a metabolizzare immediatamente la falsa partenza e a incanalare il secondo parziale sui binari giusti: tutto gira come un orologio svizzero nella metà campo rufinese e il set si conclude con un netto 15-25. Nella terza frazione qualcosa si è incrinato nel gioco dei ragazzi di Mister Montagni che hanno faticato e non poco per non farsi risucchiare dal vortice degli errori gratuiti; abili nel cavalcare la scia di regali avversari i giovani rufinesi sul finale hanno però colmato il gap nel punteggio e in zona Cesarini hanno messo a segno il sorpasso che gli ha consentito di portare a casa il terzo set per 23-25. Il quarto parziale per fortuna non ha riservato sorprese amare alla Pol. Remo Masi. Punto dopo punto la squadra aretina si è spenta lasciando spazio allo show dei rufinesi che senza farsi pregare hanno chiuso la pratica con un secco 25-10. La Pol. Remo Masi conquista quindi un’ottima vittoria in trasferta e si prepara ad osservare il turno di riposo nel migliore dei modi. Il rientro non sarà certo dei più morbidi visto che la Pol. Remo Masi dovrà ospitare la Virtus Poggibonsi, squadra che nel girone di andata ha battuto i nostri beniamini per 3-1. C’è tutto il tempo per recuperare gli infortunati e per preparare al meglio la partita che, al di là della classifica, è senz’altro dal risultato non scontato. Appuntamento quindi a sabato 4 Marzo alle ore 21:00 alla palestra delle scuole medie a Rufina per la sfida tra Pol. Remo Masi e Virtus Poggibonsi!

Zona Vv.f. Mazzoni vs Pallavolo Massa

Una gara finalmente giocata su buoni ritmi con i ragazzi che hanno finalmente capito le loro possibilità. Coach Parigi parte con Magni palleggiatore, Niccoli Banda , Borghi L. Centrale, Fattorini Opposto, Fedi Banda e Lombardi Centrale. La partita si mette subito bene per merito di una serie di servizi di Fattorini che piegano letteralmente le mani agli avversari, con 9 punti di vantaggio ci siamo permessi di avere anche questa volta una pausa, piccola rispetto alle altre gare, nella quale siamo stati rimontati di 2/3 punti ma oramai eravamo proiettati sul rush finale e abbiamo chiuso il primo set senza alcun patema. Stessa formazione nel secondo set, squadra che vince non si cambia, e stesso svolgimento di gara con i ragazzi che prendono un discreto margine di vantaggio e riescono a portarlo fino in fondo agevolmente, Terzo set ancora la stessa formazione, questa volta la gara è un pò più complicata per merito dei ns avversari che tentano il tutto per tutto pur di vincereil terzo set cambiando anche tipo di gioco servendo di più i centrali, ma sia Lombardi che Borghi non si fanno sorprendere più di tanto e così la gara si conclude sul 3/0 per i nostri colori che finalmente vedono muovere la classifica di 3 punti essenziali. Abbiamo agganciato il Volley Massa e vediamo ad un solo Punto il Tomei Livorno e poco più su Pisa e San Miniato che sembrano raggiungibili, ma solo se continuiamo a giocare con questa grinta e determinazione...... Un plauso a tutti i ragazzi anche quelli che non sono scesi in campo ma che hanno costantemente incitato i compagni a non mollare di un centimetro, Spiniello, Barbiero, Menici e Marinaro, buono anche il rientro del libero Galli dopo un'assenza di 15 gg...... la squadra sembra finalmente rinata e cosapevole del ruolo che deve e può avere in questo campionato, aspettiamo conferme....

Rosignano a valanga contro Firenze volley rossa

A.S. PALLAVOLO ROSIGNANO - FIRENZE VOLLEY 3 - 0 (25/11-25/20-25/11)
Rosignano a valanga. Tre a zero alla giovane formazione di Firenze con parziali nettissimi nel primo e nel terzo set. Solo nel secondo gli ospiti sono riusciti a mettere un po' in difficoltà il Rosignano lottando fino al venti. MaSerieD_gara18_02_2017 i ragazzi di Sturiale oggi non erano in vena di regali e, pur ruotando tutta la rosa a disposizione hanno chiuso la partita in poco più di un'ora.
Quinta vittoria consecutiva , quattro nel solo girone di ritorno, dopo la sosta difficile partita a Massa contro una delle pretendenti ai playoff. Questa la formazione schierata in campo dall'allenatore Francesco Sturiale: Benci, Buselli E., Buselli I., Carugi, Cerretini, Di N unzio, Gavarini, Giuntini, Laorenza , Lombardi, Onorati, Pallesi.

Volley Prato,3 punti fondamentali contro la Pieve

MONTEBIANCO VOLLEY – VOLLEY PRATO 1-3
Montebianco Volley: Arena, Boldrini, Ceccanti, Del Testa, Francesconi, Giuntoli, Lombardi, Magni, Minicozzi, Monti, Panicucci, Puccinelli, Regazzoni. All. Francesconi.
Volley Prato: Corti Gioele, Innocenti, Bandinelli, Pilucchini, Corti Giona, Mazzinghi, Magnini, Spagnesi, Pecini, Anzilotti, Vannini, Scaduto, Coda. All. Novelli.
Arbitri: Scirè e Ruscigno
Parziali: 19-25; 21-25; 25-22; 25-27.
Prato batte la Pieve e conquista lo spareggio come candidata pretendente ai play off. Vittoria fondamentale per la squadra di Mirko Novelli che, senza Catalano ma con un Magnini in più nel motore, sbanca Montecatini, elimina la Pieve dalla corsa alla post season e rimane in zona speranza. L’impresa di agganciare almeno il quarto posto rimane difficile ma Prato può provarci. 1° set: Prato con Giona Corti e Spagnesi in diagonale, Pecini e Gioele Corti al centro, Bandinelli e Magnini di banda e Anzilotti libero. Inizio all’insegna dell’equilibrio e di qualche errore di troppo da ambo le parti con Prato che, però, si faceva preferire (8-9). Un ace di Pecini dava il via al break pratese (13-17) che veniva consolidato da un punto di Bandinelli (14-20). Prato non si guardava più indietro. 2° set: nel secondo parziale Prato spaccava subito il parziale con un turno di servizio di Bandinelli devastante (0-7). La squadra di Novelli giocava sciolta (9-14) contro una Pieve non particolarmente brillante. Francesconi era il terminale offensivo preferito dei ragazzi di casa ma questo, ovviamente, agevolava la marcatura pratese. Proprio due muri sull’attaccante di casa portavano Prato sull’11-16. Qui però Prato rallentava, commetteva qualche errore di troppo e consentiva il ritorno della Pieve (18-18). Gara, come anche nel primo set ricca di errori ed era brava Prato ad approfittare delle difficoltà pievarine in ricezione per trovare con Spagnesi al salto l’allungo definitivo. 3° set: la Pieve reagiva nel terzo parziale e partiva subito con grinta (9-4). Prato non mollava (13-9) e cercava di riavvicinare i padroni di casa affidandosi soprattutto al contributo offensivo di Magnini (15-13). La squadra di Novelli nel finale compiva il massimo sforzo per rientrare. Prato sotto 22-19 ma con un gran muro di Bandinelli nuovamente a meno uno (22-21). La Pieve accelerava per il finale, Prato non riusciva a giocare al meglio la palla del possibile pareggio ed i padroni di casa chiudevano. 4° set: quarto parziale che iniziava sui binari dell’equilibrio assoluto con il contrattacco che aveva quasi sempre la meglio sulla difesa (8-9). Ottimo l’impatto sul set dell’ex Lombardi. Era però Prato a provare la fuga con Bandinelli che portava i suoi sul 14-17. Break che sembrava essere quello decisivo quando gli ospiti salivano sul 16-21. Ancora una volta, però, la Pieve tornava a contatto (20-21). Prato trovava il nuovo allungo (20-23) ma mancava di killer instinct e si faceva nuovamente riacciuffare, fallendo anche un set point sul 23-24. Squadre sul 25-25. Break decisivo di Prato che chiudeva con Magnini.

Tre punti conquistati in trasferta al Cus Pisa

CUS PISA - MIGLIARINO VOLLEY = 0-3 (21/25; 24/26; 19/25)
MIGLIARINO VOLLEY: Barsanti, Nardi, Vincentini, Bettini, Biancalani, Ciociaro, Verdecchia, Bertolucci, Baronti, Della Croce, Lanzillo, Wiegand. All: Ceccherini, Masoni; Dir: Orsucci
Migliarino conquista tre punti in trasferta a spese del Cus Pisa dei molti ex, un 3 a 0 che conferma la posizione di metà classifica dei biancorossi. Primo set a ritmi bassi, Migliarino allunga a metà frazione e mantiene il vantaggio senza particolari sofferenze. Consueta falsa partenza di Biancalani e soci nella seconda frazione, Cus che prende fino a 5 punti di vantaggio, poi rimonta migliarinese che però si ferma al 18-19, gli universitari allungano fino al 24-20 e sembra che abbiano l´uno pari in pugno, ma un pò l´orgoglio del Migliarino che sale specie a muro, un pò la paura che va ad attanagliare i gialloblu contribuiscono ad un parziale di 6 a 0 che ribalta il set per il 2 a 0 ospite. Il terzo set fila via abbastanza liscio, il Cus accusa l´occasione sprecata per riaprire la partita, Migliarino riesce a essere concreto, concede poco e si aggiudica la gara.

Poggibonsi la spunta al tie break con l'Amiata

Virtus-Saiuz Amiata 3-2 (21-25; 25-18; 19-25; 25-21; 15-11)
Il mio consulente del cuore Anthony Little D´Arp, dopo la partita dello scorso sabato 18 Febbraio, mi ha redarguito: "E´ inutile tu prenda pasticche per la pressione... quando poi sbraiti per tutta la partita... specialmente se è lunga e finisce spesso tre a due..." In effetti è vero, alla fine dell´altalenante partita con i badenghi del Saiuz Amiata, le membra e lo spirito erano molto provati. Nelle prime quattro partite del girone di ritorno i nostri ragazzi hanno incamerato quattro vittorie... ma ben tre arrivando al tie-break! Rispetto alla partita di andata (vinta dai nostri 3-1) gli amiatini hanno smistato il gioco in maniera più varia e veloce e sono passati molto bene da zona 4 (specialmente con il nostro palleggiatore in prima linea). Noi abbiamo patito in alcune parti in ricezione (con minor possibilità di velocizzare le azioni) e qualche conseguente problema sui nostri attacchi con palla alta e muro avversario ben piazzato. Come accennato la partita non è mai stata a senso unico, è andata a corrente alternata ora da una parte ora dall´altra e, fortunatamente la corrente è rimasta dalla nostra nel tie-break! Se da un lato i nostri ragazzacci creano problemi meccanici al mio non più giovane cuore, devo dire però che son contento perché questo gruppo lo "riscalda" anche, questo cuore ancora aperto alla sfida e alla speranza... Seppur ogni tanto debbano esser ripresi in allenamento per la loro "esuberanza", sono ragazzi che ci mettono del proprio in quello che fanno e (anche se potrebbero dare di più... come diceva una vecchia canzone sanremese) affrontano tutti insieme difficoltà e successi. Ora godiamoci questo terzo posto in classifica (a pari punti con l´Olimpia Poliri) giunto inaspettatamente, nel contempo cerchiamo di recuperare le forze e curiamo gli acciacchi in essere. Sabato prossimo sosta di tutti i campionati regionali e poi, a seguire, trasferta con la Monnalisa Savinese, sperando di non alterare troppo i battiti del cuore.

Una bella partita

VIRTUS PALLAVOLO – MENS SANA 1871 1-3 (22/25 25/19 20/25 20/25)
Al di là del risultato che non ci assegna punti è stata una serata che ci ricorderemo per la buona pallavolo, giocata da entrambe le squadre a ritmi elevati senza risparmio e nel rispetto di ogni decisione arbitrale. Sebbene il turno si giocasse nei minori spazi della palestra Pieraccini, il buon pubblico accorso non è stato un disturbo ma anzi si è distinto per calore, vicinanza e apprezzamento del gesto tecnico espresso da entrambe le squadre. Una bella serata di sport, insomma. La prova per le nostre è stata senz´altro ardua e, contro una Mens Sana che gioca così seppur menomata dagli infortuni, per vincere avremmo dovuto fare la partita perfetta o forse con qualche errore diretto in meno avremmo potuto giocarcela per almeno il punto del 2-3. Giusto quel punto che ci manca per mantenere il quinto posto play off, scavalcati insieme a Prima Q da Pian di Scò che in un colpo solo si porta al quarto. Per la promozione diretta, invece, le irraggiungibili Tavarnelle e Mens Sana dovranno vedersela dalla sempre più redditizia e incalzante Sales a soli 3 punti dalla capolista. Le recenti partite contro le prime della classe del nostro girone ci consegnano dunque una squadra Virtus più consapevole e più vogliosa di migliorare. Non abbandoniamo questo percorso, bum bum bum !!!

Campionato Regionale serie D Nottolini - Pescia 3 - 2

Bella vittoria contro un Pescia che si presentava a Capannori agguerrito e voglioso di scalare il vertice della classifica.Le nostre ragazze hanno preso in mano le redini del gioco fino da subito e sono riuscite a limitare le qualità´ di attacco delle nostre avversarie apparse disorientate da tanta determinazione.L´alternanza nel punteggio ha reso la gara piacevole e molto interessante con scambi di gioco molto lunghi e recuperi impossibili,a dimostrazione del grande agonismo messo in campo dalle contendenti.Due punti pesanti che migliorano la classifica e il morale.

Fonte: Addetto stampa - www.nottolini.it

Campionato Nazionale B2: Nottolini - Idea Volley Bologna 2-3

Partita dai due volti quella giocata dalle nostre ragazze, che pur non giocando con la solita brillantezza si portano avanti per 2 set a 0 e tutto sembra incanalarsi verso un risultato pieno. Poi inspiegabilmente si spegne la luce, gli errori si susseguono e la partita sfugge completamente di mano alla nostra squadra che non riesce più a contrastare il gioco delle bolognesi, che si trovano così servita su un piatto di argento la possibilità di una vittoria insperata. Una battuta di arresto che andrà analizzata attentamente per riprendere dopo la sosta il cammino verso la salvezza che le nostre ragazze hanno dimostrato di poter ottenere.

Fonte: addetto Stampa - www.nottolini.it

Venerdi 24 Febbraio a Camaiore si gioca per la Coppa Italai

Mancano 3 giorni al match che vedrà impegnata la squadra di Masini contro Gori Wines Prata. Si tratta di una sfida molto importante, per la quale è necessaria una grande concentrazione. La Coppa Italia di Serie B. Un titolo prestigioso che, arrivati a questo punto, deve essere perseguito con tutte le energie possibili. Quella di venerdì sarà una gara emozionante, anche perchè Pallavolo Massa giocherà in casa, al Palasport di Camaiore, davanti ai suoi tifosi. È importante esserci perchè quello di gareggiare per la Coppa Italia è già un obiettivo raggiunto, la dimostrazione di una grande forza di volontà e spessore che la squadra sta dimostrando già da diversi mesi. Per conquistare il diritto a giocarsi la Coppa, però, la squadra di Masini deve appunto superare Prata, una squadra molto forte, che ha sempre lottato in testa alle classifiche. Non sarà quindi una partita facile ma di sicuro sarà bella da vedere. La preparazione continua, e anche il countodown!
La rosa delle due squadre:
PALLAVOLO MASSA – GORI WINES PRATA
Pallavolo Massa: Krumins, Corti, Nannini, Pagni, Cuda, Colombini, Cerquetti, Ragosa, Bernieri, Moscarella, Bottaini, Lanzoni, Briata. All. Masini
Gori Wines Prata: Calderan, Della Corte, Martin, Tassan, Bugin, Radin, Corazza, Deltchev, Nepitali, D’Odorico, Pinarello, Fabbian. All. Sturam.
Arbitri: Simone Cavicchi e Giuseppe Soffietto.

Il calendario dei quarti di Coppa Italia Pallavolo Massa:
08/02/2017 Lorini Montichiari – Pallavolo Massa 1-3 (23-25; 27-29; 25-20; 20-25)
15/02/2017 Gori Wines Prata – Lorini Montichiari 3-1 (25-18 25-17 16-25 25-23)
24/02/2017 Pallavolo Massa - Gori Wines Prata (ore 20.30, Palasport di Camaiore)

Un Febbraio a secco di punti per la Lupi Estintori

INVICTA GROSSETO: Hueller 2, Pellegrino 15, Alessandrini 6, Graziani 12, Barbini 1, Smiriglia 8, Giorgi 4, Caldelli (libero), Tomasi, Pedroni n.e, Benedettelli n.e, Brandi n.e. Allenatori: Pantalei, Fiorentini
LUPI ESTINTORI FUCECCHIO: Andreotti 7, Rinaldi 5, Rocchini 6, Lumini 8, Acquarone 3, Pantani 6, Falorni (libero), Pasquetti (libero), Salini 2, Signorini, Fruet, Caramelli, Orsolini. Allenatori: Benvenuti, Nuti.
Successione set: 25-23, 25-18, 25-16.
Anche da Grosseto i bianconeri targati Lupi Estintori escono con 0 punti conquistati e con tanta amarezza e rammarico per l´occasione buttata al vento. Terza forza del girone, l´Invicta Grosseto, può contare su elementi di spicco come le due bocche da fuoco Graziani e Pellegrino ed il giovane palleggiatore Hueller, preciso e sempre lucido. L´incontro per Andreotti e compagni non era certo dei migliori per riscattarsi dalle brutte sconfitte subite in precedenza, ma dopo aver studiato attentamente gli atleti rossoneri, Nuti e Benvenuti erano molto fiduciosi per lo scontro. Benvenuti e Nuti decidono di mettere il campo il sestetto base con Rocchini in diagonale ad Acquarone, Andreotti e Lumini martelli, Rinaldi e Pantani centrali e i due liberi Pasquetti e Falorni ad alternarsi in difesa e ricezione. Dall´altra parte coach Pantalei parte con Hueller al palleggio e Pellegrino fuori mano, Graziani e Alessandrini ricettori, Giorgi e Smiriglia al centro e Caldelli libero. Primo set che si apre con un forte equilibrio fino al primo timeout tecnico (8-7), con Grosseto molto fallosa e una Lupi Estintori Fucecchio cinica e motivata. Fucecchio approfitta dei troppi errori avversari, e trascinati da una grinta invidiabile, strappano un cospicuo vantaggio (11-16). Graziani e compagni durano fatica a controbattere alle bordate di Lumini e Rocchini ed il set, sul 23-21 per i bianconeri, sembra ormai scritto. Sale in cattedra l´inaspettato Alessandrini, che prima sigla un punto con un pallonetto e successivamente mette a segno un rigore su ricezione sbagliata di Fucecchio (24-23). Sarà poi compito del solito Pellegrino chiudere il set per 25-23. I bianconeri rientrano in campo nel secondo set con ancora le ferite subite nel primo, e lo scenario diventa un monologo grossetano, con la Lupi Estintori sempre costretta a rincorrere. L´Invicta non lascia tregua agli avversari, nonostante i numerosi tentativi di rivalsa, portando a casa anche il secondo parziale per 25-18. Nel terzo ed ultimo parziale, Benvenuti schiera Salini sin dal primo minuto per ottenere qualcosa di più in attacco ed al servizio. Ma la rotta di marcia non si inverte, Hueller trova splendidamente tutti i suoi attaccanti a differenza di Acquarone, che comincia ad avere qualche difficoltà a causa di percentuali in ricezione in netto calo. Entrano in campo Signorini e Orsolini, mix di esperienza e grinta, ma ancora nulla da fare. Nonostante i cambi la Lupi Estintori non riesce ad imporsi e si arrende sul 25-16. Davvero una brutta batosta per i ragazzi di Nuti e Benvenuti che adesso si trovano a solo tre punti di respiro dalla zona rossa, con un 2017 iniziato malamente ma che deve subito cambiare faccia in vista di tutti gli scontri diretti in programma nei mesi successivi. Adesso fortunatamente ci sarà un turno di riposo, dove i bianconeri potranno far mente locale sull´accaduto e ritrovare tutti insieme le forze per ottenere la salvezza.