giovedì 30 novembre 2017

Impresa Emma Villas, la squadra di Cichello vince 3-0 a Viterbo contro Tuscania

Impresa della Emma Villas Siena che in un’ora 31 minuti conquista il successo nei quarti di finale della Coppa Italia di Serie A2. I senesi giocano una grande gara e sbancano il PalaMalè dove quest’anno nessuno era riuscito fino a questo momento a vincere. La Emma Villas riesce a mostrare la migliore faccia di sé in un momento molto importante, nella prima sfida da dentro-fuori dell’annata. Martin Nemec parte per la prima volta quest’anno da titolare e risponde con una prestazione eccellente: 19 punti con il 59% in attacco. La semifinale di Coppa Italia verrà giocata il 21 dicembre: e in quella occasione Siena affronterà Bergamo. Si gioca in trasferta, in Lombardia. Coach Paolo Montagnani opta per questo sestetto: Pedron al palleggio, Mochalski è l’opposto titolare, in banda ci sono Shavrak e Cernic, al centro giocano Piscopo e Festi, il libero è Bonami. Siena risponde con questa formazione decisa dal coach Juan Manuel Cichello: Fabroni in cabina di regia, Martin Nemec è per la prima volta titolare in questa stagione, gli schiacciatori titolari sono Vedovotto e Fedrizzi, al centro Bargi e Spadavecchia, in seconda linea a difendere c’è Giovi. Primo set La partenza senese è molto positiva, con la squadra di Cichello che riesce a mettere in difficoltà i padroni di casa utilizzando bene anche l’arma del servizio. In battuta Vedovotto, Fabroni e Fedrizzi sembrano ispirati. In attacco Nemec colpisce subito. In campo si vede un ritmo altissimo e si vedono colpi da Superlega. La battuta float di Bargi vale l’ace del 7-10. E’ ancora il servizio senese a mettere in difficoltà il team di casa: la bomba di Fedrizzi è contenuta a stento dalla ricezione di Tuscania, la successiva free ball è sfruttata al meglio da Spadavecchia che chiude una veloce che porta al 9-13. Pedron trova riscontri in Mochalski, che però fino a questo momento non è stato straordinario in battuta; Shavrak invece viene murato dalla coppia Fabroni-Spadavecchia ed è il 10-14. La conferma della bontà del servizio della Emma Villas arriva con un altro ace, questa volta di Spadavecchia. La Maury’s Italiana Assicurazioni è in difficoltà, e Shavrak conferma questo stato d’animo momentaneo sparando molto out una schiacciata. Ma il livello sul taraflex è altissimo e basta un attimo di disattenzione per far cambiare le cose; e così, con Tuscania che alza le marce del proprio gioco, i locali mettono insieme un parziale positivo che consente loro di riportarsi sul -1 (18-19). Il pareggio arriva grazie a Cernic, con la difesa senese che stavolta non si comporta benissimo. Il finale di set è punto a punto. Sul 22-22 coach Cichello cambia la diagonale: dentro Di Tommaso e Ferreira per Fabroni e Nemec, con lo stesso Di Tommaso al servizio. E Mochalski sbaglia: 22-23. Ancora il servizio del palleggiatore della Emma Villas crea difficoltà ai locali: ne vien fuori un’azione chiusa da Fedrizzi. Set point Siena: il primo lo annulla Cernic, il secondo lo realizza Vedovotto. Finisce quindi 23-23 il primo set. Martin Nemec ha già messo a segno 5 punti, 4 sono stati di Fedrizzi. Siena fino a questo momento ha attaccato con il 54%. Secondo set Due muri di Tuscania portano avanti i locali. Ma Siena è lì, c’è con la testa. E velocemente raggiunge il pareggio, Bargi infatti mura per il 6-6. Vedovotto mette a segno il terzo ace senese del match, ed è 8-8. Siena prova a scappare via con un muro di Spadavecchia e con Tuscania che attacca male un paio di palloni. Al turno di battuta di Pedron la squadra di casa rimette però tutto a posto con 3 punti consecutivi: 16-15. Nemec è “on fire” e segna due punti di pregevole fattura. In campo si vede spettacolo puro. Le due squadre stanno dando tutto e difendono strenuamente su ogni pallone. Ecco Fedrizzi che di astuzia gioca sul muro avversario. Spadavecchia c’è e mette a terra un punto veramente importante. Mochalski sbaglia per due volte in un momento molto caldo: 20-23. Fedrizzi fa toccare quota 24, ed è set point. E’ ancora il “Fritz” ad andare a segno, ora con un muro vincente che vale il 20-25. Sono stati 6 stavolta i punti di Nemec e 5 quelli di di Fedrizzi. Terzo set Il vento in questo momento sta spingendo dalla parte senese. La Emma Villas sta attaccando alla grande e ora Martin Nemec è superlativo. L’opposto slovacco realizza un ace e poi schiaccia trovando proprio il pertugio dove la difesa locale non riesce ad arrivare. Anche a muro adesso le cose stanno andando assai bene per la compagine allenata da coach Juan Manuel Cichello. Tuscania deve dare tutto per provare a rimanere nel match: Piscopo e Mochalski trovano due servizi vincenti che riportano a contatto la Maury’s Italiana Assicurazioni: 6-9. Gli schiacciatori senesi Vedovotto e Fedrizzi sono in momento positivo e danno ancora linfa al punteggio senese: 7-11. A metà del terzo set coach Cichello cambia ancora la diagonale, dentro vanno Di Tommaso e Ferreira. E la mossa dà subito frutti, perché l’opposto portoghese mura Buzzelli: è 12-15. Ora la Emma Villas aumenta i giri del motore: Nemec la piazza alla perfezione, poi la Emma Villas si fa trovare pronta a muro e Spadavecchia la schiaccia con intelligenza. Siena vola e il successivo pallonetto di Vedovotto porta al 15-19. Per Tuscania è il momento di giocare al massimo delle proprie possibilità: Buzzelli trova proprio l’incrocio delle righe in battuta. Shavraj segna due punti di fila, trovando il pareggio: 20-20. Le pulsazioni crescono: Martin regge benissimo e suo è il punto del 20-21. Cichello si rinforza dietro con Pochini in campo insieme a Giovi. Shavrak segna ancora: 21-21. Poi Pedron sbaglia la battuta: 21-22. Ora invece Shavrak spara lungo: 21-23. E coach Montagnani chiama time out. Spadavecchia fa fare un altro passo fondamentale alla squadra: 22-24. Mochalski accorcia per i suoi: 23-24. La chiude ancora Martin Nemec che fa partire la festa senese.
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Emma Villas Siena 0-3 (23-25; 21-25; 23-25)
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 1, Sorgente, Calonico 1, Festi 3, Della Rosa, Bonami (L), Pedron 2, Mochalski 17, Cernic 6, Crò, Shavrak 11, Seveglievich, Piscopo 6. Coach: Montagnani.
EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Bargi 5, Spadavecchia 6, Vedovotto 10, Giovi (L), Ferreira 1, Graziani, Braga, Nemec 19, Pochini, Di Tommaso, Fedrizzi 13, Melo. Coach: Cichello.
Video Check: richiesto nel primo set da Tuscania sul 10-14 e da Siena sul 17-19; richiesto nel secondo set da Siena sul 7-4 (decisione cambiata) e da Tuscania sul 20-22; richiesto nel terzo set da Tuscania sul 14-18.

Impresa Kemas Lamipel a Spoleto in una notte da Lupi

MONINI SPOLETO: Corvetta 2, Giannotti 18, Van Berkel 6, Zamagni 4, Mariano 8, Galliani 3, Bari (libero), Bertoli 10, Cubito, Segoni 6, Katalan n.e, Costanzi 1, Agostini, Di Rienzo (libero). Allenatore: Provvedi. 
KEMAS LAMIPEL: Ciulli 2, Wagner 23, Elia 8, Miscione 7, Hage 11, Colli 6, Taliani (libero), Acquarone, Zonca 2, Benaglia 2, Tamburo n.e, Andreini (libero) n.e. Allenatore: Totire. 
Arbitri: Giardini di Verona e Moratti di Frosinone. 
Successione set: 20-25; 15-25; 25-17; 19-25. 
Spettatori: 500. 
Battute sbagliate Monini: 10, Aces: 2, Muri: 8. Battute sbagliate Lupi: 13, Aces: 5, Muri: 8.
La Coppa Italia strizza l’occhio ai “Lupi”. Con una grossa prestazione, la Kemas Lamipel vince in trasferta a Spoleto per 3-1, staccando il biglietto per la semifinale. I biancorossi se la vedranno, in dicembre, con la vincente fra Roma e Gioia del Colle, in campo stasera nella capitale. Nelle altre due gare valide per i quarti di finale, vittorie in trasferta per Siena a Tuscania (3-0) e di Bergamo a Grottazzolina, con lo stesso punteggio. I biancorossi del presidente Balsotti, presente all’incontro con altri componenti il Cda conciario (Rosati, Landi e Taddei) ed un manipolo di appassionati, hanno estromesso in gara secca, la Monini, data per favorita alla vigilia. Così Totire a fine gara: “Abbiamo giocato bene, siamo contenti, meritando questa vittoria. Nel terzo set abbiamo un po’ tirato il fiato, dopo due frazioni disputate autorevolmente; poi nel quarto abbiamo preso di nuovo il filo del discorso, imponendoci per 3-1, portando a casa la qualificazione”. I santacrocesi mancavano dalla Coppa Italia di A2 da sei anni. Hanno fatto il loro ritorno con un lindo biglietto da visita, disputando i primi due parziali con una qualità che non si vedeva da tanto tempo: roba da stropicciarsi gli occhi. La manifestazione è stata onorata come promesso alla vigilia. Eccellenti i primi due set, come detto, disputati dai conciari, subito autoritari, precisi, con tutti i fondamentali registrati alla perfezione fin dai primi scambi. La Monini nel primo ha tenuto fino al 7-7, poi Provvedi ha chiesto il prime time out sull’8-11. Sull’8-12 Segoni ha rilevato Giannotti ed il punto dell’8-13 è giunto grazie ad un ace di Miscione. La Kemas Lamipel, arrembante e gagliarda, ha macinato gioco (15-20) inducendo Provvedi ad una serie di sostituzioni nel vano tentativo di arginare la furia di Wagner e compagni: 19-24. L’ultimo punto del primo parziale l’ha messo a segno Wagner, al termine di una ripetuta serie di scambi, che hanno entusiasmato il pubblico: 20-25. Nel secondo gioco oleari in manifesta apprensione sui servizi di Miscione (1-4) ed in chiara difficoltà nel contenere gli spunti di Hage e compagni, assoluti padroni del campo. Sul 4-10 Bertoli per Galliani e, sul 6-14 Cubito per Van Berkel ma c’è solo la Kemas Lamipel sul mondoflex del Palarota. A bordo campo, Recine e Bernardi in rappresentanza del Perugia, prendono nota. Il punto del 10-19 per i conciari porta la firma di capitan Elia, con una botta dal centro, dopo quella che può essere considerata l’azione più bella della serata. La pallavolo proposta da Ciulli, Colli e compagni è a tratti spumeggiante e qualcuno parla addirittura di sinfonia wagneriana. Sul 10-20 dentro Costanzi per Corvetta nel tentativo di bloccare Taliani e soci che si avviano, di gamba rapida, a cogliere il meritato raddoppio imponendosi per 15-25, giocando una pallavolo sontuosa. La fotografia delle prime due frazioni è, in sintesi, questa: “Lupi” eccezionali e spoletini storditi dagli attacchi del brasiliano Wagner, coadiuvato dal suo connazionale Hage e da tutti gli altri. Bene Ciulli in cabina di regìa, puntuali i centrali Elia e Miscione, in attacco ed a muro, perentorio in seconda linea Taliani, encomiabile Colli. La Monini reagisce nel terzo parziale accorciando le distanze (25-17) con Giannotti che prova a scuotere i suoi, coadiuvato da Bertoli subentrato ad un opaco Galliani. Nel frattempo Totire impiega nell’ordine Acquarone, Zonca e Benaglia che rispondono bene all’appello, consentendo a qualche compagno di squadra di rifiatare. Tutti remano convinti con destinazione vittoria. Nel quarto set la Kemas Lamipel riparte subito forte (3-6) facendo l’andatura con Zonca in campo. La Monini constata la ritrovata verve degli ospiti (6-10) e Provvedi vuol parlare coi gialloblù. Questi ci provano (11-12) ma i totiriani fanno di nuovo impressione ed il 12-15 è il preludio ad una nuova, sostanziosa fuga: 13-18 e 13-21 dopo il punto di Hage. Ultimo tentativo degli oleari col doppio cambio Costanzi e Segoni per Corvetta e Giannotti, con l’ex Bertoli che non vuol cedere allo strapotere conciario. Il vantaggio dei biancorossi è cospicuo e, sul 17-23 Totire chiama i suoi per le ultime indicazioni. Segoni rosicchia altri due punti (19-24) ma un’invasione olearia costa caro agli umbri che si arrendono sul 19-25, scatenando la gioia della Kemas Lamipel. Notte di coppa, notte da “Lupi”. Stavolta è avvenuto in quel di Spoleto, dopo anni di attesa ma il ritorno è stato a dir poco devastante. Tutti in campo poi con la squadra, per la foto finale: il presidente Balsotti e “Pennello” Taliani, ex idolo della Banti negli anni Settanta, babbo di Filippo, libero biancorosso. E stavolta ci va pure Sergio Rosati, con l’entusiasta Andrea Landi e l’appassionato Urbino Taddei. Ci sono anche Emanuela, Laura, Giovanni Gronchi e il Pecci di Poggibonsi, cognato di Luca Ciulli. Foto di gruppo obbligatoria, da conservare fra i ricordi più belli.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

mercoledì 29 novembre 2017

OK (il prezzo e pure il risultato) E’ GIUSTO !

Alzi la mano tra i cari lettori chi non ricorda il mitico programma a quiz sulle reti Mediaset di diversi anni fa dove la nostra amata IVA Zanicchi (detta l’ Aquila di Ligonchio ) poneva di fronte ai concorrenti i più disparati beni di consumo di cui si doveva indovinare il prezzo “ giusto “ . Chi si avvicinava di più al prezzo ufficiale o chi addirittura lo indovinava risultava vincente . Ad esempio se una lavatrice ultimo modello di particolare marca costava che ne so 400 Euro ed un concorrente fra gli altri indovinava alla prima l’ IVA nazionale gongolava e si compiaceva della bravura del fortunato, proiettandolo verso altre più impegnative manches del gioco per conquistare il monte premi in denaro costituito dalla somma dei prezzi indovinati . E questo che c’ azzecca con la pallavolo direbbe il Senatore Antonio di Pietro ? L’ esempio e la storiella paiono calzare a pennello con la parabola dei nostri giovanotti gialloblu sempre di nero vestiti che , dopo errori di valutazione ripetuti nell’ applicazione dei fondamentali anche più semplici in diversi matches precedenti, questa volta hanno finalmente giocato ( almeno dal secondo set in poi ) come sanno e come dovrebbero e quindi, dopo molti tentativi in varie puntate della trasmissione , hanno azzeccato il “prezzo giusto” e portato a casa tre punti preziosissimi. Lasciarsi andare a facili entusiasmi dopo tre set giocati da vera Sales, sarebbe oltre che ingenuo anche incomprensibile da volleadores navigati come i nostri eroi per cui sono convinto che il Mister negli allenamenti di questa settimana avrà indossato la tuta del vigile del fuoco per spegnere prontamente ogni focolaio di facili ottimismi. In classifica c’ è da recuperare punti e siamo attesi il prossimo Sabato da un esame molto difficile come quello con la seconda forza del girone Emma Villas Siena. Primo set dove la squadra di casa parte con Nasoni opposto, Ulivelli in regia , Ciani e Perini al centro, Donati e Fuentes di banda. La Sales , come spesso è successo nelle partite precedenti, mostra incertezze in ricezione e nella successiva costruzione del gioco , balbetta a muro contro i ripetuti attacchi dal centro degli avversari e a metà circa del set prende una bella imbarcata di 6 punti per i soliti errori che portano i valdarnesi ad un vantaggio consistente conducendoli in carrozza alla vittoria del parziale 25 a 21. Si raccolgono le idee nell’ intervallo fra il primo e secondo set e finalmente si ritorna in campo decisi e determinati come non mai , mettendo in campo anche una certa dose di “ garra “ che non guasta, se esercitata nei giusti limiti. Ed ecco che il brutto anatroccolo prende sempre di più le sembianze di un bel cigno che , con armonia e continuità di gioco ma anche con grinta e convinzione, prende in mano le redini del match e non le molla fino alla fine. Le ricezioni finalmente cominciano a mettere palla in mano ad Ulivelli che non si fa pregare a distribuire palle veloci con intelligenza e misura e gli attaccanti ( tutti ) lo premiano con punti importanti e soprattutto continui. Ecco l’ elemento dominante dei tre set, a parere del vostro umile scrivano, è stata proprio la continuità e la precisione nei fondamentali nonché l’ intensità di gioco che ha completamente disorientato gli avversari inducendo loro all’ errore nelle ricezioni e , soprattutto, nelle conclusioni a rete dove sono tornati a farsi sentire Ciani e Perini per murare con profitto. Nessuna graduatoria di merito fra i nostri : questa è veramente ( e non è un modo di dire ) una vittoria dell’ intera squadra che ha mostrato la sua faccia migliore ritornando “ quella sporca dozzina “ che tanto bene aveva fatto nei campionati precedenti anche al cospetto di squadre certamente più blasonate e con giocatori di caratura tecnica superiore. I numeri a tale proposito fotografano in modo realistico quanto affermato : vittorie dei parziali a 16, a 17 e a 15 non si ottengono per caso contro una squadra come il Valdarninsieme se non c’ è la testa per ottenerle. Speriamo solo che questo match possa costituire un punto di svolta per la stagione fin qui abbastanza avara di soddisfazioni . Il Mister , finalmente rinfrancato da quanto visto in campo , credo proprio che spronerà i ragazzi a continuare così per riprendere una posizione in classifica che questo roster merita. FORZA SALES!!!
US SALES VOLLEY FIRENZE- VALDARNINSIEME 3- 1 ( 21/25-25/16-25/17-25/15 )

Nel derby con il Cecina Rosignano conquista un solo punto

VOLLEY CECINA – A.S. PALLAVOLO ROSIGNANO 3 – 2 (25/16-24/26-25/27-25/23-15/11)
Ancora un punto per la Pallavolo Rosignano. Derby amaro quello giocato al PalaFrontera di Cecina dai biancoblu. Finisce 3-2 per i padroni di casa che si aggiudicano l’incontro dopo una grandissima rimonta nel quarto periodo. Primo set di marca rossoblu che sbagliano poco ad un Rosignano un po’ troppo contratto. Nel secondo set Rosignano cambia decisamente atteggiamento e con ritrovato slancio e fiducia chiude avanti sia il secondo che il terzo set portandosi sul 2-1. Cecina costretto ad una serie di cambi per far rifiatare il sestetto e tentare la rimonta nel quarto set e Rosignano che si porta fino al 17-11 facendo valere tutta la propria esperienza. A questo punto succede l’impensabile e Rosignano inizia a dilapidare tutto il vantaggio costruito nel giro di pochissimo e Cecina sfrutta a questo punto i titolari freschi per compiere la rimonta. Quinto set sempre in mano a Cecina con Rosignano che risponde punto su punto ma che poco può fare contro la formazione di casa che sulle ali dell’entusiasmo e trascinata da un pubblico incredibile chiude i conti sul 15-11. Ottima prova per i ragazzi di Onorati che guardando a come si era messa la partita nel primo set strappano un punto importante a una diretta rivale, ma pensando a cosa hanno lasciato andare rimane un po’ di amaro in bocca. Si riparte da una ritrovata fiducia nei propri mezzi e da un grande spirito di squadra per affrontare al meglio le prossime partite.
Questa la formazione schierata in campo dall’allenatore Marco Onorati: Benci, Buselli E., Buselli J., Carugi, Di Nunzio, Gavarini, Giuntini, Laorenza, Lombardi, Onorati, Pallesi, Rossi.

A.S. PALLAVOLO ROSIGNANO

Altri tre punti a Prato!

Dopo la convincente vittoria per 3-0 contro il Volley Vaiano la Pol. Remo Masi è andata a far visita ai giovanissimi del Volley Prato, una stella nascente del nostro campionato composta esclusivamente da ragazzi under 21. La Pol. Remo Masi si é presentata ai blocchi di partenza con un squadra fortemente rimaneggiata, ma comunque convinta di poter (e dovere) portare a casa l’intera posta in palio. La partita inizia con un sostanziale equilibrio tra le due compagini che si mantiene fino alla fine del set, dove la maggior concretezza dei rufinesi gli permette di portare a casa il primo set (22-25). Nel secondo parziale i rufinesi hanno mantenuto fin da subito un lievissimo vantaggio senza però riuscire a distaccare nettamente un Volley Prato mai domo. Solo sul finale la Pol. Remo Masi é riuscita a mettere il sigillo sul secondo set (17-25) con un filotto di cinque punti consecutivi! Inizio di terza frazione da incubo per i giovani rufinesi che nel giro di pochi minuti hanno accumulato fino a otto punti di svantaggio. Incredibilmente il Volley Prato é stato riacciuffato all’ultimo tuffo rimandando il verdetto ai vantaggi, dove due muri dei rufinesi hanno rimesso in piedi un set quasi compromesso (25-27). Altri tre punti che fanno benissimo al morale e alla classifica e che permettono di affrontare più serenamente il prossimo incontro con la Monnalisa Savinese, diretta concorrente in classifica. Appuntamento quindi a sabato prossimo alle ore 21:00 alla Palestra delle scuole Medie per la sfida tra Pol. Remo Masi e Monnalisa Savinese!

Tie Break vincente per la Tomei

Settima di campionato e 4° tie-break vinto dal MVTOMEI che dopo i primi 2 set praticamente dominati non riesce sopratutto nel 3° ad arginare il ritorno della squadra di casa. Ci prova nel 4° ma lo svantaggio accumulato (20-14) resta troppo,finisce (25-23) per l'Elsasport ma crea la consapevolezza da parte del Tomei di potersela giocare fino in fondo. Tie break quindi carico di tensione,con le atlete di Cervighi che cambiano sull'8 a 5 ma che vengono raggiunte prima sull'11 pari e successivamente sul 13,poi l'allungo finale da parte delle labroniche.
(14-25)(18-25)(25-10)(25-23)(13-15)
Tabellino: Pizzolini 12 Baldini 10 Balleri 4 Domenici 21 Taranta 0 Poggianti 2 Liuzzo 0 Leacche 3 Gori 18 Annarelli libero

Volley MVTomei Livorno

Bella prova di Cascina contro Capannoli

Sabato 25 novembre la nostra prima squadra ha affrontato, tra le mura amiche di via Galilei, l'OMF Capannoli, squadra solida ed esperta della categoria, mantenuta da diversi anni anche ad alti livelli. Indisponibile per questa gara Ricci, in fase di recupero da un problemino muscolare. Pronti,via! Zecchi schiera in campo Ghezzi in regia e Tremolanti opposto, Carli e Corti al centro, Papeschi e Crescini di banda, Lo Gerfo libero. Le ragazze cascinesi partono ben decise e grintose, mettendo fin da subito sotto pressione, con un buon servizio ed un buon muro, la squadra avversaria, che si trova un po’ spiazzata dal nostro veemente inizio di partita. Capannoli non si fa comunque intimorire e, complice qualche nostro errore di troppo, si riporta sotto nel punteggio. Si lotta punto su punto e sul 20-20 Zecchi opta per il doppio cambio, dentro Montemarani e Bassoni per Tremolanti e Ghezzi. La mossa non sposta l’andamento del match e si va all’epilogo con le due squadre assolutamente appaiate! Rientro di Ghezzi e Tremolanti sul 25-25 per mantenere l’attacco a tre e alla fine di due scambi complicatissimi sono le biancorosse a dare la zampata vincente (27-25). Si riparte nel secondo set con la stessa formazione del primo. Capannoli non ci sta e intende far valere la sua esperienza. Le nostre sono ora in leggera difficoltà, messe sotto pressione dalle battute avversarie e incapaci di chiudere punto alla prima grazie alla buona difesa della formazione ospite. Zecchi concede riposo a Crescini (ex di turno) e inserisce Bassoni. Le biancorosse hanno il merito di non mollare, restano attaccate all'avversario punto a punto, fino a portarsi avanti, staccarsi e chiudere agevolmente il delicato set in proprio favore (25-19). Al via del terzo Zecchi schiera in campo la formazione che ha concluso il secondo set, confermando Bassoni al posto di Crescini. L’andamento del gioco e l’alternanza dello score rispecchiano quelli del secondo, con un Capannoli ancor più combattivo e tenace ma che alla lunga è costretto ad arrendersi all’incisività e alla furia agonistica della formazione di casa (25-18). Vittoria rotonda (3-0) che conferma le buone prestazioni casalinghe di questo inizio di campionato. Adesso testa (e cuore) alla prossima difficilissima partita che vedrà le cascinesi impegnate sabato prossimo in trasferta contro il Volley Livorno, squadra dominatrice dello scorso campionato di Serie D, attualmente al quarto posto in classifica. Appuntamento in Banditella alle 18.00 per provare a giocarsela e a macinare punti anche fuori dalle mura cascinesi! Forza ragazze!!!
PALLAVOLO CASCINA - OMF CAPANNOLI 3-0 (27-25; 25-19; 25-18)
PALLAVOLO CASCINA: Allenatore Cristina Zecchi, 2° Allenatore Francesco Signorini. Arianna Bassoni, Martina Carli, Eleonora Corti, Francesca Corti, Anais Crescini, Virginia Ghezzi, Giulia Lo Gerfo (L), Amalia Marsili (L2), Erika Montemarani (K), Alessia Papeschi, Marianna Ricci, Camilla Simoncini, Chiara Tremolanti. Dirigente accompagnatore Maurizio Montemarani.

Opem Audax - Parma Grandi Turris Pisa: 3-0

Parziali: 25-13; 25-22; 25-13
Grandi Turris: M. Bedini, M. Bella, F. Cannelli, M. Croatti, D. Dorigo, A. Fiorini, D. Gentile, A. Michelini, P. Neri, A. Oddo, P. Possenti, M. Rossi, S. Samminiatesi, L. Virdichizzi. 1° Allenatore M. Ceccanti. 2° Allenatore: A. Volk. Dirigente A. Samminiatesi.
Opem Audax Parma: B. Gulisaniìo, A. Bellei, M. Alberti, A. Ferrari, L. Saltoretti, A. Bevilacqua, A. Frazzi, L. Salvi, L. Ollari, T. Angeletti, M. Catellani. 1° Allenatore: D. Zanichelli. Dirigente: A. Orlandi
La Grandi Turris non riesce più a vincere e, purtroppo, anche sabato scorso ha subito una sconfitta che, come testimoniano i risultati dei parziali, è stata schiacciante e senza attenuanti. Eppure la Opem Audax era sicuramente alla sua portata, visto che la posizione che occupavano in classifica era molto ravvicinata. Evidentemente la squadra pisana soffre di un complesso psicologico che va oltre la caratura tecnica dei suoi atleti. Sicuramente ha incontrato compagini di gran lunga superiori e contro le quali c’era poco da illudersi, ma sabato scorso ha incontrato una squadra contro cui la sconfitta poteva essere evitata o quanto meno sofferta in modo meno clamoroso. Quello che nella compagine pisana manca è la carica agonistica e la voglia di vincere della scorsa stagione, quando riusciva a compensare certe carenze tecniche con la grinta e con l’amalgama fra i giocatori. Quest’anno queste caratteristiche non si sono ancora pienamente viste. Ora il tecnico deve rimboccarsi le maniche, non certamente per dare una svolta tecnica o tattica alla squadra, ma per capire cosa c’è che non va sul piano psicologico.

OCCHIO, MALOCCHIO…ma si continua a lavorare duro

Trasferta fuori comune sabato sera per la SALES VOLLEY FIRENZE che ha affrontato a Certaldo la A.P. PALLAVOLO CERTALDO nella 7^ giornata del girone b Regionale – La gara si è conclusa con un netto 3 a 0 ( 25/19 – 27/25 – 25/16 ) a favore delle nostre avversarie, in un match affrontato a ranghi ridotti a causa di ben 6 ragazze ferme ai box per vari infortuni che ha falcidiato il gruppo e costretto Mister Panti a convocare ragazze del giovanile e a trovare soluzioni alternative e fantasiose. Diverse sono state comunque le indicazioni positive raccolte, con un bel secondo set giocato punto punto. Ormai tutti i santi sono stati scomodati per cercare di far tornare il sole su questo gruppo ma per ora nessuno è riuscito a fermare la maledizione che si è abbattuta ultimamente sulle ragazze fiorentine; dobbiamo però aver pazienza e ricordarsi che il campionato non è lungo… è lunghissimo e quindi c’è tutto il tempo per recuperare punti e posizioni in classifica. Archiviata la trasferta certaldese non c’è tempo per rifiatare in quanto sabato prossimo la Sales sarà impegnata sempre fuori casa a Firenze alle ore 18 al Pala Paganelli contro Liberi e Forti, altro avversario di grandissimo valore che occupa attualmente il secondo posto in campionato a soli due lunghezze dalla vetta e che viene fuori da ben 5 vittorie da 3 a 0 cadauna !!! Siamo sicuri che tutte le ragazze che saranno sabato prossimo disponibili lotteranno fino alla fine perché chi LOTTA PUO’ PERDERE, CHI NON LOTTA HA GIA’ PERSO !! Per finire qualcuno per rincuorarci ci ha detto “Vedrai, la fortuna gira”…. si però in questo momento ci gira parecchio alla larga !!! Sales Volley: voto 5- oggi diamo anche il voto, perché come sappiamo in tutti i giochi c’è chi perde e chi vince, però se uno perde deve perdere con onore e lottare fino alla fine. Sicuramente lo scotto che stà pagando questo gruppo nell’avere in rosa molte giovani è alla luce di tutti però anche se siamo giovani non dobbiamo mai mollare, si sbaglia…ma chi se né frega…la prossima la tiro più forte ..però ricordatevi che si può accettare la sconfitta, ma non si può accettare di rinunciare a provarci. Miglior giocatore Sales : Della Luna Martina voto 6 – una della giovani 2001 in campo, sabato chiamata ad essere il punto di riferimento della squadra in regia di comando causa lo stop improvviso della nostra prima palleggiatrice. E’ stata molto brava in tutte le situazioni , cercando di smistare il gioco alla meglio. Certo le manca ancora un po’ di cattiveria agonistica però, come per le altre, NOI IN LEI CI CREDIAMO
Risultato finale: A.P. Pallavolo Certaldo / Sales Volley Firenze 3/0 (25/19 – 27/25 – 25/16 )

Serie C, Volley Prato sconfitto dalla Remo Masi

VOLLEY PRATO – POL. REMO MASI 0-3
Volley Prato: Alpini L., Marchi, Corti, Olivieri, Mazzinghi, Alpini M., Grallo, Nincheri, Menchetti, Azzini, Anatrini, De Giorgi, Dardini, Vannini. All. Novelli.
Pol. Remo Masi: Allighieri, Bargilli, Casati, Castellani, Cavari J., Cecchini, Mugnai, Corti, Fibbi, Galanti, Lisini, Meli Nardoni. All. Montagni.
Arbitro: Sabatini
Parziali: 22-25; 17-25; 25-27.
Prato gioca bene ma solo a tratti e la Remo Masi passa a San Paolo. Prestazione in crescita per la squadra di Novelli che gioca alla pari per due set ma che, ancora una volta, si arrende ai propri errori ed alla propria gioventù. Peccato perché la gara non era impossibile. Nota di demerito per la palestra di San Paolo dove è piovuto in campo anche mentre fuori cadeva una pioggerellina appena fastidiosa. 1° set: Prato con Marchi e Olivieri in diagonale, Azzini e Corti al centro, Vannini e Alpini di banda, Nincheri e Dardini nel ruolo di libero. Primo set bel giocato da entrambe le squadre, almeno fino alla doppia cifra. Qui Prato iniziava a sbagliare molto e Rufina faceva il break (12-17). I ragazzi di Novelli si riportavano sotto (14-17) ma nel finale erano gli ospiti i più lucidi e chiudevano a 22; 2° set: nel secondo parziale ancora equilibrio fino ai margini della doppia cifra (8-8) poi Prato a concedersi qualche ingenuità di troppo in battuta e ricezione e Rufina a trovare nuovamente l’allungo (11-15, 12-17 e 13-19). Il Volley Prato non si arrendeva, ci metteva l’anima ed anche buona tecnica. Dentro Menchetti ed anche De Giorgi in battuta (entrambi 2003) e la squadra di Novelli tornava sul meno tre (17-20). Tempo Montagni ed al ritorno in campo Prato che aveva perso il filo del discorso e che concedeva con una serie di errori la chiusura alla Remo Masi; 3° set: Novelli cambiava formazione concedendo campo a Alpini in regia, Anatrini al centro e spostando Corti in attacco. Prato partiva forte (6-2 e 12-4) ma ancora una volta si perdeva nella propria gioventù. Tanti gli errori che regalavano alla Rufina il recupero (14-12). Prato allungava ancora (16-12 e 18-14). Dentro Castellani nella Rufina e squadre sul 20-20. Prato che rimaneva avanti con grinta (23-21 e 24-22) ma che mancava di killer instinct. Doppio muro Castellani e tutto ai vantaggi. Doppia sciocchezza pratese e chiusura ospite.

Comunicato stampa Olimpia Poliri-Firenze Volley

È vetta di classifica anche per la Serie C maschile anche se per una settimana è ancora ‘una poltrona per due’ con il Cascina, prossimo avversario in campionato. Procede invece come un rullo compressore la serie D femminile targata Olimpia Poliri, che non da tregua alle avversarie e travolge tutto quello che incontra. Duro stop per l’Olimpia della serie D maschile, che contro la capolista Certaldo non riesce a spuntarla. Nel girone B di serie D maschile un punto va al Chianti Firenze Volley contro il Campi Bisenzio, invece per i giovani del Firenze Volley si guadagna solo un set con il Castelnuovo Berardenga, ma nulla si muove in classifica.
Serie C Maschile Gir A
Firenze Volley – Robur Scandicci 3-0
FIRENZE VOLLEY: Bandinelli, Barbera, Catalano, Cena, Coletti, Corti, Cotroneo (L1), Di Benedetto, Gristina (K), Magnini, Onori, Prosperi Turri (L2), Salvini. All. Saccardi. Vice All. Mattioli
ROBUR SCANDICCI: Bonciani, De Cristofaro (L1), Della Concordia, Gheri, Giamp, Gori, Lotti, Quadalti, Sansò, Sgrilli (K). All. Guidi
SET: 25/23, 25/20, 25/18
ARBITRO: Pagliaro Giuseppe
FIRENZE – Continua la strada dorata per i biancorossi guidati da Saccardi-Mattioli. Sabato finalmente arriva la vetta di classifica, battendo in casa la diretta avversaria Robur Scandicci per 3-0. Un match non facile, sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico, ma che alla fine decreta una migliore forma per la formazione fiorentina. Il primo set mostra subito quello che sarà l’andamento della gara. I locali di capitan Gristina se la giocano punto a punto con i cugini di Scandicci e solo nel finale hanno la meglio: 25/23. Nel secondo parziale, l’attenzione da parte degli ospiti vacilla verso metà set. Ne approfitta il Firenze Volley per prendere il distacco e presentarsi con 5 punti di vantaggio nella chiusura del set. Ultimo rovesciamento di campo con i biancorossi più determinati che mai a chiudere l’incontro il prima possibile. Un’ottima partenza da parte di Gristina&Co. che lascia indietro gli ospiti sin dalle prime battute. Si va avanti sbagliando il meno possibile e al fischio finale il risultato sarà di 25/18. Ora il Firenze Volley è in vetta alla classifica con 18 punti, appaiata alla pallavolo Cascina. Proprio quest’ultima sarà il prossimo impegno in trasferta, sabato 2 dicembre, e potrebbe decretare la vetta solitaria di una delle due formazioni.

Serie D Maschile Gir A.
Olimpia Poliri – Pallavolo Certaldo 0-3
OLIMPIA POLIRI: Baldazzi, Barni, Basagni, Bussotti, Cheli, Crema, Desirò (K), Intravaia W., Intravaia M., Marini, Merlini, Milanese (L1), Trisolini (L2). All. Martelloni, Vice All. Trama
PALLAVOLO CERTALDO: Bandini (K), Basili, Bruchi, Cannella (L), Donzelli, Filippini, Giolli, Malcuori, Marzi, Razzanelli, Sandrucci. All. Monni
SET: 18/25, 22/25, 18/25
ARBITRO: Aristodemo Natale Fabrizio
FIRENZE – Duro stop contro la capoclassifica Certaldo per i ragazzi dell’Olimpia. Non riesce l’aggancio alla vetta dei biancoblu, anche se le distanze rimangono ancora accettabili. Primo set un po’ sottotono da parte dei fiorentini che si lasciano trascinare un po’ troppo dal ritmo degli ospiti. Si cerca di riagganciare la distanza, ma ormai il set è già sul finale e il Certaldo chiude sul 18/25. Nel secondo parziale l’attenzione da parte dei nostrani aumenta, ma gli ospiti sono ormai lanciati. Un buon morale di squadra e azioni precise decretano ancora una volta il set a favore degli ospiti di Certaldo: 22/25. Nell’ultimo parziale l’Olimpia ci prova, ma il Certaldo chiude bene ogni via di fuga. Si lotta fino a verso la fine del set, poi l’allungo finale lascia i locali a 18 e da la vittoria finale alla riconfermata vetta di classifica. Prossimo scontro per i ragazzi guidati da Martelloni-Trama sarà per sabato 2 dicembre in quel di Marina di Massa, scontro che sulla carta dovrebbe restituire sicurezza e punti all’Olimpia di capita Desirò.

Serie D Maschile Gir B
Firenze Volley – La Bulletta 1-3
FIRENZE VOLLEY: Abbado, Brogi, Cambi, Cecchi, Cirocco, Coletti, Cosentino, Danesi, Del Lungo, Fidanza (L1), Gaini (L2), Giovannetti, Vannini (K). All. Mattioli. Vice All. Saccardi
LA BULLETTA: Ancilli (K), Bacarelli, Batazzi (L1), Carino, Cupani, Domenichini, Faustini (L2), Giovannoni, Greco, Mugnai, Seri, Sosa, Turchi. All. Cavallini. Vice All. Vivi
SET: 26/28, 25/17, 16/25, 15/25
ARBITRO: Gatì Giacomo
FIRENZE – Non la spuntano i giovani del Firenze Volley di Mattioli-Saccardi contro la Bulletta di Castelnuovo Berardenga. L’andamento della partita ha alti e bassi fino al finale 1-3 a favore degli ospiti. Si parte con la giusta tensione in campo e la lotta entra subito nel vivo. Entrambe le formazioni non si risparmiano e bisogna arrivare ai vantaggi per dare il primo set: sono infatti un paio di azioni più precise da parte degli ospiti chiudono il set per 26/28. Nel secondo set il Firenze Volley a voglia di rivincita, e spinge subito sull’acceleratore. Un buon break verso la metà del set, regalerà ai giovani in maglia biancorossa di conquistare il secondo parziale per 25/17. Ma la gara non è finita e la Buletta si rifà sotto senza tanti complimenti. Il terzo infatti si chiude a favore degli ospiti che ricambiano la ‘cortesia’ del precedente parziale, chiudendo tutto sul 16/25. Nell’ultimo set il black out si fa ancora più pesante per i giovani fiorentini, che non hanno di che reagire agli ospiti. Il match prende una brutta piega per i biancorossi e gli ospiti lo chiudono per 15/25. Ora non resta che pensare al derbissimo della prossima settimana contro il Chianti Firenze Volley, in programma sabato 2 alle ore 21 al Pala Verdi.

Serie D Maschile Gir. B
Officine Nuti Campi Bisenzio - Chianti Firenze Volley 3-2
OFF. NUTI CAMPI BISENZIO: Badii, Baldisserotto A (L1), Barbiero, Cassioli, Fabiani, Ferretti, Fiorentini (L2), Giaccari, Guidi, Materi, Pelagatti, Sacchetti, Vignoli (K). All. Marchi, Vice All. Guarnieri
CHIANTI FIRENZE VOLLEY: Baldazzi G. (L1), Baldazzi L., Dallai, Dettori, Fantini, Grazzini, Lorenzini (K), Madiai (l2), Manzoni, Niglio, Raspanti, Serni, Strinati. All. Mitti. Vice All. Ponzalli
SET: 21/25, 25/20, 25/21, 15/25, 15-12
ARBITRO: De Luca Luigi
FIRENZE – Dura lotta doveva essere e lo è stata. Per i ragazzi di Mitti-Ponzalli, quella con ilCampi Bisenzio è stata tutt’altro che una partita semplice e il punto conquistato ha un retrogusto un po’ di amaro: 3-2. Si parte subito con alti livelli di gioco che portano subito ad infiammare lo scontro. Il Campi tiene bene il campo di casa e per il Chianti si fa difficile agguantare il vantaggio. Ma nel finale del set il 25/21 è a favore degli orange, ma siamo solo alle prime schermaglie. Si cambia campo e nel secondo set si vede il primo capovolgimento della partita. Il Chianti sta quasi sempre attaccata ai padroni di casa ma qualche piccola sbavatura fa si che il finale sia a favore del Campi sul 25/20. Fotocopia del secondo set, il terzo parziale non regala nulla di nuovo, tranne qualche dubbia decisione arbitrale da entrambe le parti. Comunque il punteggio finale è sempre a favore dei locali: 25/21. Nel quarto la squadra di Mitti-Ponzalli trova lo spunto in più per portare la partita al tie break, chiudendo il match sul 15/25 e approfittando bene di un momento di calo dall’altra parte della rete. Ultimo set la lotta ritorna sul punto a punto ed entrambe le formazioni non cedono. Un paio di errori in più però avvantaggiano i padroni di casa che alla fine chiudono sul 15/12. Prossimo. Prossimo impegno per Mitti e i suoi, sabato prossimo al PalaVerdi, contro i giovani del Firenze Volley guidati da Mattioli, alle ore 21.00.

Serie D Femminile Gir. C
Fiesolevolleyoutback – Olimpia POLIRI 1-3
FIESOLEVOLLEYOUTBACK: Banici F. (K), Becocci E., Casoli A., Ceseri C., Enderage D., Macrì G., Mazzoni L., Moresi M., Pratellesi V., Rita V., Toccafondi S., Segantini B. (L), Cerbai C. (L). All. Ciucchi A.
OLIMPIA POLIRI: Orsini J. (K), Aterini I., Azzini A., Banchieri A., Danti S., Luddi S., Mattii E., Montagni A., Radicioni A., Rendo A., Tribuzi A., Moretti R (L), Barsotti L. (L). All. Mugnaini A. 2° All. Rafanelli M.
SET: 25/23, 14/25, 18/25, 16/25.
ARBITRO: Velli A.
PIAN DEL MUGNONE – In un testa-coda estremamente insidioso arriva un’altra bella vittoria per la compagine allenata da Mugnaini e Rafanelli. Nell’ostica palestra di Pian del Mugnone Orsini e compagne riescono a conquistare la settima vittoria consecutiva, arrivando a 21 punti in classifica. Ma la serata non è stata tutta rosa e fiori. Orsini ancora non completamente uscita da un brutto attacco influenzale, Banchieri a meno di mezzo servizio, alcuni acciacchi fisici sparsi in tutte le altre componenti della compagine fiorentina rischiano di minare il rendimento globale della squadra. Orsini, nonostante le precarie condizioni fisiche, è costretta a giocare, e come al solito non si risparmia. Opposta inizia Rendo, di banda Luddi e Montagni, Danti e Mattii al centro con Moretti libero. Le padrone di casa rispondono con Pratellesi in cabina di regia, opposta Moresi, Macrì e Becocci di banda, Rita e Ceseri al centro con Segantini libero. Le ospiti soffrono in ricezione e difesa, e di conseguenza le attaccanti non riescono a tirare i propri migliori palloni. Orsini apparsa spesso in affanno, come è comprensibile. Rendo si dimostra essere l’unico terminale offensivo in questo inizio di partita. Alla fine entrano Azzini per Mattii e Banchieri per Rendo, entrambe in battuta, ma il vantaggio preso dal Fiesole è troppo per essere ripreso in così breve tempo. Nel secondo parziale subentra Aterini per Mattii nelle file ospiti, mentre sono le solite sei schierate da Ciucchi. Quest’ultimo fa ben presto entrare Banici per Macrì, cambio chiuso poco dopo. Successivamente tenta il doppio cambio facendo entrare Casoli e Toccafondi per Pratellesi e Moresi. Ma l’Olimpia ha iniziato a giocare a pallavolo. Danti e Aterini si uniscono a Rendo per demolire la difesa di casa. Moretti, coadiuvata da Luddi e Montagni, aggiusta la ricezione, risolvendo spesso anche in difesa, cosa che non era riuscita nel primo parziale. Il 25 a 14 è la giusta conclusione di un parziale quasi perfetto. Nel terzo iniziano le solite dodici atlete del set precedente. Ben presto Azzini sostituisce Luddi, apparsa sottotono, soprattutto in fase di attacco. Per le ragazze in maglia nera, invece, entra Mazzoni per Macrì per le tre posizioni di seconda linea. Non cambia niente rispetto al set precedente. Le azzurre hanno trovato il proprio passo gara. Il doppio capitano in campo stabilizza mentalmente l’Olimpia, le tante attaccanti a disposizione di Orsini fanno il resto, alternandosi a dovere nel mettere palla a terra quando conta. Ciucchi tenta anche il cambio di libero, facendo giocare Cerbai al posto di Segantini, ma non cambia niente. Il quarto è una fotocopia degli ultimi due. La partita non ha più niente da dire, se non che l’Olimpia ha preso altri tre punti fondamentali per rimanere ben salda in testa alla graduatoria. Classifica che si è irrimediabilmente allungata nell’ultima giornata, soprattutto nelle posizioni di testa. Piandiscò ha la meglio sul Volley Art con un netto 3 a 0 e rimane 4 punti sotto, seguito a 2 punti da Prima Q, vincente in casa contro La Bulletta. In quarta posizione troviamo Arnopolis a 14, uscito vincente dal campo del Borgo. A seguire la vera sorpresa di questa giornata: Tegoleto che difende il proprio campo gara da Valdarninsieme con un bel 3 a 1, superandolo in classifica. La prossima settimana Orsini e compagne giocheranno nuovamente in trasferta, sul campo del Santa Maria a Pignone, altra squadra che milita nei bassifondi della classifica. Altra partita da non sottovalutare onde evitare scherzi che la compagine di Mugnaini e Rafanelli non può, e non deve, permettersi.

Olimpia Poliri-Firenze Volley

Vendicate le ragazze, il derby maschile con Rosignano si tinge di rossoblu

E´ arrivata finalmente la prima, sudata, meritata, attesissima, rocambolesca vittoria dei nostri ragazzi targati ON SPORT, vittoria tra l´altro ancor più bella perché ottenuta nel derby contro i ragazzi del Volley Rosignano. Onore sicuramente anche agli avversari, che hanno combattuto fino alla fine contro capitan Tani e compagni, dando vita ad un match da cardiopalma, giocato in un Palafrontera esaurito che ha tifato in maniera civile e colorita sostenendo le proprie squadre. Coach Cavallini si affida al sestetto composto da Allori al palleggio, al centro Benenati e Tani, bande Dario Berti e Carraresi, libero Marco Berti,opposto Carducci con Vergari, Sforzini, Paoli e Franchini subentrati a gara in corso. Dopo esserci aggiudicati il primo set abbastanza agilmente, lasciando il Rosignano a 16 punti, per il resto della gara il pubblico in delirio ha assistito ad un match sempre equilibrato, con scambi lunghissimi molto rari nella pallavolo maschile, con gli atleti spesso stremati che lasciavano spazio a compagni più freschi. Vittoria comunque alla fine meritata, che porta finalmente una ventata di positività anche per continuare serenamente il lavoro in palestra durante la settimana, e che premia tutto lo staff per aver sempre dato il massimo nonostante le difficoltà. E visto che l´appetito vien mangiando e abbiamo recuperato alcuni atleti dagli infortuni, non poniamoci limiti e prepariamoci ad affrontare sabato prossimo il Montebianco Volley a viso aperto per tentare l´impresa.
Questi i convocati: ALLORI GABRIELE BENENATI GIOVANNI BERTI DARIO BERTI MARCO L1 CARDUCCI GUIDO CARRARESI IACOPO FADDA DANIELE L2 FRANCHINI FRANCESCO PAOLI DAVIDE SFORZINI GIOVANNI TANI GIANMARCO K VERGARI NICOLA VILLANI FILIPPO All. Paolo Cavallini Dir. Giovanni Veggian

Serie C femminile: vittoria per 3-0 con la Lucchese

DVG - Lucchese Pallavolo 3 - 0 (25/11 25/18 30/28)
DVG: Lilli, Loni, Sergi, Crecchi, Ferrari, Landolfo, Montanini, Passaglia, Sciabordi, Rolla, Zapico Liberi: Battellino, Carmignani. All. Grassini, Sterminio.
Lucchese Pallavolo: Antonelli, Armadori, Bartoli, Buselli, Della Maggiora, Fenili, Lazzarini, Natalini, Poli, Vichi. Libero: Davini. All. Pocai, Tognocchi.
Arbitro: Landini
Quarto successo consecutivo per il Dream Volley che si impone per tre a zero sulla Lucchese. Le ragazze di Grassini scendono in campo ben determinate ad imporre il loro gioco contro un avversario ancora fermo al palo, con zero punti in classifica, e nel primo set non hanno problemi aggiudicandoselo in poco tempo lasciando alle avversarie in evidente difficoltà, più psicologica che tecnica, appena undici punti. In avvio del secondo set la determinazione delle gialloblu consente loro di allungare fino all´ undici pari, poi come nelle precedenti occasioni rallentano il ritmo consentendo alle lucchesi di rifarsi sotto poi un paio di muri punto ed una buona serie di servizi, che mettono in difficoltà il sestetto lucchese, danno la possibilità alle padrone di casa di allungare ulteriormente e chiudere in crescendo il set. Nella terza frazione il tecnico pisano opera alcuni cambi e con la squadra ospite ritrova una maggior concretezza indirizzando il set a favore di quest´ultime con le pisane che stentano a replicare alle lucchesi che difendono molto meglio si portano avanti. Le dream girl subiscono inizialmente e vanno sotto di ben cinque punti, poi si riorganizzano stoppando la "fuga" delle avversarie fino ad impattare sul ventitreesimo punto, da li in poi è un susseguirsi di emozionanti scambi in un testa a testa che alla fine vede primeggiare la squadra di casa. Il mantenimento della concentrazione, in modo particolare con squadre sulla carta tecnicamente inferiori, è il fattore sul quale le gialloblu dovranno lavorare maggiormente per evitare pericolosi cali che posso compromettere l´esito delle gare. Prossimo appuntamento domenica tre dicembre a Prato contro un avversario ben diverso da quelli affrontati ultimamente.

Continua la serie positiva del Cascina

E’ ancora un bel vedere, sia in casa che in trasferta, il gioco del Cascina che conquista ancora un risultato pieno nella ostica trasferta di Massa ed aggancia la vetta della classifica a 18 punti, occupando però il secondo posto per quoziente set inferiore di un’inezia rispetto alla capolista Firenze Volley. Da questa posizione di privilegio potrà quindi attendere i prossimi incontri con le prime della classe che per la verità non ha ancora incontrato, cercando di non perdere le motivazioni, l’agonismo e la convinzione dei propri mezzi che ha mostrato sinora. Ma veniamo al match… …che inizia con una fase di studio tra le formazioni, seppur con una leggera supremazia del sestetto Taccini-Orsolini, Scali-Biancalani, Frediani-Germelli e Poli, come sempre rispettivamente nelle posizioni di regia e opposto, bande, centrali e libero. La carica dei nostri è tanta ed il set progredisce tra belle combinazioni che ci portano su e… qualche svarione, per eccessiva foga, che ci riporta giù. Nel frattempo Massa fa il suo e mette a terra qualche palla in più nel finale tanto da agganciare e superare i biancorossi che forse non avevano ancora inquadrato bene l’avversario. Strano ma vero… uno a zero Massa! Si torna sul taraflex un po’ frastornati e senza Frediani, che nella concitazione di fine set aveva sbattuto a terra una spalla (da vedere i postumi, auguri) e lasciato il campo a Citi, che da subito mostrava i muscoli a muro restituendo quell’iniezione di fiducia che forse i massesi speravano di aver sottratto con la conquisa del primo parziale. Ma ci vuole ben altro per il Cascina di questo periodo, che infatti parte forte e va sul punteggio di 6-0, poi 9-1 poi 17-6 e così via... dando il segno sia di pronta reattività ed anche di chi comanda in campo. Un set condotto agevolmente che a quel punto non poteva essere che stravinto anche con l’apporto del buon Germelli (nella foto), sempre più in sintonia con un Taccini ugualmente in palla. Saielli poi dà il via libera anche a Galeone e Pergolesi, per la fine di un set al fulmicotone. Il terzo a dire il vero va ricordato purtroppo per una percentuale di imprecisione negli appoggi, raramente registrata sinora da una retrovia che è, va detto, l’artefice quasi principale del buon momento biancorosso; la palestra certo non aiuta, ma d’altronde questo passa il convento. Quindi si fatica molto in attacco ed allora si sopperisce col mestiere: palla ad Orsolini che ci mette anche la potenza e Massa si ferma comunque ad un pericoloso 21. Bella uscita dai blocchi di partenza invece di quello che sarà l’ultimo set, quasi senza storia, vinto più che altro a muro da un Citi entrato coi giri giusti, che legge bene il gioco scontato avversario, frutto come sempre anche della nostra battuta, oggi a dire il vero non esplosiva come altre volte, ma forse giustificata dal poco spazio ai bordi del campo. L’apporto costante e sicuro delle bande, che trovano sempre la traiettoria giusta e quasi mai il muro massese, confeziona poi una vittoria veramente meritata. E sabato prossimo? Sabato prossimo c’è il primo degli incontri al vertice, un esame difficile da superare. Senz’altro il pubblico può essere l’uomo in più di cui questi ragazzi hanno bisogno e che si meritano.
PALLAVOLO MASSA - PALLAVOLO CASCINA 1-3 ( 25/21; 14/25; 21/25; 14/25)
PALLAVOLO CASCINA: Allenatore Davide Saielli Alessandro Bernardini, Marco Biancalani, Giorgio Citi, Luca Ciuffardi, Lorenzo Frediani, Edoardo Galeone, Pietro Garzella, Lorenzo Germelli, Luca Orsolini, Samuele Pergolesi (L2), Giulio Poli Doko (L1), Daniele Scali, Diego Taccini (K). Dirigente accompagnatore Alessandro Garzella

Salumificio Sandri sconfitto in casa al Tie Break da Ponsacco

Questo un estratto del commento alla gara di domenica scorsa della nostra serie D SALUMIFICIO SANDRI tratto dal sito del Volley Ponsacco: "Una vittoria ottenuta al Tie break contro una squadra giovane ma tecnicamente preparata, molto motivata e sorretta da un numerosissimo pubblico. Inizio gara sottotono per noi con le locali più convinte che riescono a chiudere il set 25/22. La nostra reazione nel secondo set e´ rabbiosa, il punteggio finale di 7/25 parla da solo. Inspiegabilmente però ripartiamo nel terzo parziale poco attente, quasi appagate, le giovani cecinesi prendono punti di vantaggio che riescono a difendere fino alla fine. Quarto parziale equilibrato tra le due formazioni ma il nostro guizzo finale ci consente di aggiudicarsi il set 23/25. Nel tie break partiamo subito bene , al cambio campo conduciamo 8/4. Poi sul finale le avversarie recuperano qualcosa ma si fermano comunque a 13".

Serie C: sconfitta in casa della capolista

Parziali: 25-22; 25-23; 19-25; 25-13
Sconfitta in terra fiorentina per la nostra prima squadra, che scivola al settimo posto in classifica dopo sei giornate nonostante le quattro vittorie e due sconfitte, frutto di un campionato molto equilbrato e pieno di insidie ogni giornata. Scandicci si conferma capolista con una prestazione tutta sostanza e concretezza, brava a capitalizzare l'incredibile rimonta del secondo parziale, quando in svantaggio per 16-8 ha avuto la forza e soprattutto la grande collaborazione dei nostri, nel riprendere il set e chiuderlo in proprio favore al foto finish incamerando il doppio vantaggio con il minimo sforzo. La prestazione dei nostri sta forse tutta in quel frangente, dove la poca lucidità e la poca determinazione nello stare attaccati al punteggio sono lo specchio della partita, e gli sprazzi di buon gioco dimostrati nel terzo e nella prima parte del secondo non sono bastati per cullare perlomeno la presenza in un possibile quinto set. Troppi errori complessivi di squadra rendono difficile ogni alchimia tattica, aggiunti ad un approccio negativo alla partita in trasferta ormai una costante, ne è la dimostrazione il classico 0-3 iniziale, quasi regalato per default... Non resta che rimboccarsi le maniche e cercare di riprendere il bandolo della matassa soprattutto da un punto di vista psicologico, anche perchè già domenica scenderà a Grosseto San Miniato, che seppur battuto nettamente in casa da Firenze Volley rimane avanti a noi in classifica.
Intervista post gara a coach Pantalei: https://youtu.be/TME5Pu0jShs

Serie D: sconfitta a Pescia per 3-0

Pallavolo Delfino Pescia – DVG 3 - 0 (25/18 25/20 25/16)
Dream Volley : Messina, Cresci, Pettenon, Morelli, Ciampalini, Benedetti, Ciampi, Littara, Nori, Cusin, Forte. All. Lazzeroni, Superchi.
La capolista imbattuta Delfino Pescia non fa sconti alle pisane e tra le mura amiche mantiene il primato con un secco 3-0. Le pesciatine si sono mostrate degne del primo posto in classifica in virtù di esperienza, un gioco attento e scevro da errori gratuiti che alla lunga ha dato i suoi frutti. Le gialloblu di Lazzeroni non hanno demeritato e per almeno due sets hanno combattuto punto a punto per poi cedere nelle fasi finali delle frazioni. Il primo parziale vede la partenza bruciante del Dream che si porta in vantaggio per 10-1 , le locali organizzano la rimonta e recuperano sino al 18-15 dove il Dream perde sicurezza e concede un filotto di dieci punti al Delfino che ringrazia e chiude la frazione per 25-18. Nel secondo set le pisane, trascinate da una ottima Greta Cresci, capiscono di potersela giocare alla pari e viaggiano appaiate alla avversarie sino al ventesimo punto dove le esperte padroni di casa trovano la necessaria lucidità per chiudere vincenti per 25-20. La terza frazione risulta una formalità per il Delfino Pescia che trascinato dal proprio pubblico non concede più niente e si aggiudica il match con un finale per 25-16. Sconfitta preventivata ed anche piuttosto indolore a detta dell´allenatore pisano che si è mostrato soddisfatto per la prestazione della sua giovane squadra. Menzione per Asja Benedetti, play anno 2000 , autrice come sempre di una gara di grande impegno e buoni risultati anche al servizio.

Fonte: r.c.

Volley Arezzo- Cortona Volley 1-3

I leoni di Pareti, espugnano l' ostico campo di Arezzo mostrando un bel gioco di squadra sia in attacco che in difesa e guadagnano tre bei punti che consentono al team cortonese di rimanere nella parte alta della classifica.Fuori Zampetti,Marini e Terzaroli per problemi di lavoro,invece Santucci ancora out per l'infortunio che lo tiene fuori dal campo dal 15 ottobre.Vi aspettiamo numerosi al palaciotola sabato prossimo per sostenere la nostra squadra contro il collevaldelsa.

Cortona Volley

Baia del Marinaio, il derby va a favore di Rosignano

E´ andato a favore delle padrone di casa del Volley Sei Rose Rosignano il derby in programma al Palazzetto di Rosignano. Il risultato è stato di 3-1 per il Sei Rose ed i parziali di 19-25, 25-17, 25-22 e 25-19. Il sestetto titolare scelto da coach Poggetti composto da Cavallini in regia, opposto Pasquadibisceglie, bande Paparelli e Landi, centrali Manetti e Pistillo e libero Giannetti, sembra quello giusto e carico al punto giusto perchè il primo set scivola tranquillamente senza sussulti in nostro favore, lasciando sperare un proseguio di gara in discesa. Dal secondo set invece e inesorabilmente fino alla fine, ecco un inspiegabile ma ultimamente ricorrente black out, del quale le avversarie approfittano immediatamente aggiudicandosi i tre sets successivi senza troppi timori comandando il gioco per lunghissimi tratti. Difficile trovare spiegazioni ad una simile prestazione contro un valido avversario ma sicuramente alla nostra portata, nonostante l´importante assenza della nostra Emma Orlandini che purtroppo ne avrà ancora per un pò. Sarà necessario quindi un immediato cambio di rotta, una reazione di orgoglio, caratteristiche che da sempre contraddistinguono gli atleti rossoblù, e l´occasione di riscatto ci sarà già sabato prossimo quando incontreremo la Pallavolo Versilia, punultima con 3 punti in classifica.
La convocazione: CAVALLINI VITTORIA COLLINI COSTANZA GIANNETTI NOEMI L1 LANDI RACHELE MANETTI SARA MATTEOLI GIULIA PAPARELLI SARA PASQUADIBISCEGLIE GIULIA K PISTILLO LIVIA REGOLI AURORA All. Luca Poggetti 2° all. Cecilia Cavallini Dir. Cristina Barbieri

B: trasferta amara per la Peimar in terra reggiana

Foto www.vbccalci.com
Gara stregata, quella giocata dalla Peimar a Campegine, nel reggiano. Tre set in cui i ragazzi di coach Berti si sono espressi ai massimi livelli, per poi crollare, di testa prima che di gambe, nel quarto. Il tecnico cecinese schiera in avvio Guemart e Viacava in diagonale, Peschiulli e Verbeni in posto tre, Nicotra e Andreotti a schiacciare e ricevere, Grassini libero. Si sa che la formazione locale è ambiziosa e accreditata ma i blucelesti non si fanno intimorire e restano attaccati nel punteggio giocando una pallavolo di qualità e soprattutto corale; il finale di parziale, però, non premia gli sforzi Peimar, e tra una leggerezza e un errore gli emiliani portano via il vantaggio. La seconda frazione concretizza quanto espresso dal sestetto ospite già in avvio di gara: la Boschi stavolta non si oppone ed in breve si arriva al meritato pareggio. Terza frazione spartiacque, come spesso accade: ancora una volta Guemart e soci danno il loro meglio e se la giocano, a viso aperto e senza timore. Sono i dettagli a fare la differenza, la formazione locale è più fredda. Arriva un altro set perso ai vantaggi e questa volta Calci non trova la forza per ripartire. Da segnalare l´apporto di quasi tutta la rosa, chiamata a rotazione dal coach. Questo il commento di Luca Berti: "E´ incredibile uscire da una gara come questa senza alcun punto. Per tre set abbiamo giocato, pur in trasferta, una pallavolo di grande qualità, e ci troviamo con niente in mano. Questo amareggia molto me e i ragazzi, anche se, a parziale consolazione, rimane una prestazione che non può non dare grande fiducia e autostima a tutti noi".
BOSCHI CAMPEGINE RE - PEIMAR VBC CALCI 3-1
Parziali: 26-24, 16-25, 27-25, 25-16.
PEIMAR VBC CALCI: Guemart, Viacava, Nicotra, Andreotti, Grassini. R. (L), Peschiulli, Verbeni, Verdecchia, Mazzotta, Fascetti, Stagnari (L), Baronti. All. Berti.

Fonte: ufficio stampa

Un'altra doppietta per il Club Arezzo

Entrambe le formazioni di C e D vincono nelle rispettive trasferte.
Quello di sabato scorso è stato un fuori casa sereno per la GRM Infissi, che vince senza problemi a Vaiano. Il coach Marco Bisaccioni scende in campo con: Ermini al palleggio in diagonale con Scortecci opposto, Gentile e Pieroni centrali, Palmucci e Salvi schiacciatori e Venturi libero. Match con poche difficoltà per i Botoli che dovevano dimostrare maturità e così hanno fatto. I padroni di casa si sono dimostrati molto fallosi e hanno permesso agli aretini di conquistare tre punti fondamentali per il cammino in campionato. «Dovevamo fare tre punti e così è stato – commenta il coach a fine gara – ho avuto l’opportunità di far giocare alcuni ragazzi che avevano trovato meno spazio fino ad ora, quindi sono soddisfatto». E pensando già al match di sabato prossimo, dichiara: «contro la capolista Sesto noi ci arriviamo carichi e senza nulla da perdere, speriamo di disputare una bella partita e mettere in difficoltà gli avversari».
Vittoria anche per la Kerlite in serie D, che va a vincere per 3-2 sul campo della capolista Scarperia. Ottima partenza nel primo set per i ragazzi di coach Leone, che si presentano con Impannati in regia, Secchi opposto, Lusini e Amatucci di banda, Palmieri e Terrazzani al centro. I Botoli lottano punto su punto con gli avversari, nel primo set qualche distrazione di troppo e qualche errore condannano la formazione aretina che cede 25 a 22. Nel Secondo set c’è un cambio di ritmo. Un’ottima difesa e giusti turni al servizio danno subito slancio al confronto. Il giovane Andrea Amatucci e il capitano Lorenzo Secchi guidano alla carica i ragazzi, che si aggiudicano un perentorio 25 a 15. Nel terzo set, forse appagati o illusi dal risultato del precedente, i ragazzi si presentano in campo meno grintosi e subiscono un brutto 25 a 15. Nel quarto Set la risposta degli aretini non si fa aspettare, uniti e compatti lottano su ogni pallone e si aggiudicano il 25 a 22. Il quinto set è un monologo della Kerlite. A nulla servono i tentativi della squadra di casa di far innervosire i Botoli che difendono ogni pallone e danno la possibilità a Secchi ed Amatucci di mettere in terra palle importanti. Imponendo il proprio gioco la squadra porta a casa il set 15 a 9 e due punti importanti per il proseguo del campionato. Pregevole ancora una volta la prestazione dei giovani Lusini e Palmieri. Da rimarcare l’esordio in categoria del giovane Mattia Sestini, classe 2001, che nel terzo set non si fa tradire dall’emozione entrando in battuta e dimostrando subito il suo valore.

C: Peimar irriducibile ma Montebianco la spunta

Foto www.vbccalci.com
Una Peimar coraggiosa e tonica non riesce a ribaltare il pronostico e lascia i tre punti all´ambiziosa Pieve a Nievole. Formazione in emergenza per coach Baldacci, settore centrali a scartamento ridotto con l´indisponibilità di Lorenzetti e l´assenza di Rosati per motivi di lavoro. Il "sacrificato" è Di Nasso e allora Vbc in campo con la diagonale Baronti-Giusti, Nardi e Contatore a schiacciare, Del Francia come posto tre superstite e Baggiani libero. La difficoltà iniziale, paradossalmente, compatta i ragazzi, offre nuove motivazioni anche in una gara proibitiva, almento sulla carta. Ne escono tre set tirati e lottati fino all´ultimo pallone, un´ora e passa di gioco in cui il mister prova anche la carta Carpita, e il doppio cambio utilizzando Bertolini e Cerretini. Purtroppo con un divario di soli otto punti totali tra le due formazioni si arriva comunque ad uno 0-3 che non rispecchia, come risultato, l´equilibrio della gara. La prestazione, ad ogni modo, rimane, e dovrà essere riproposta nel prossimo impegno, il derby – salvezza con il CUS Pisa di coach Grassini.
PEIMAR VBC CALCI-MONTEBIANCO PIEVE 0-3
Parziali: 21-25, 23-25, 23-25.
PEIMAR VBC CALCI: Baggiani (l), Baronti, Basti (l), Bertolini, Carpita, Cerretini, Contatore, Del Francia, Di Nasso, Giusti, Lorenzetti, Nardi All. Baldacci.

Fonte: ufficio stampa

Monday Night da favola per Sansepolcro

NVBS – EDOTTO EDILPACK FOLIGNO 3-2 ( 21/25 26/28 25/18 25/21 15/8 )
Sansepolcro – Secondo monday night e secondo tie break vinto per i ragazzi di Coach Calogeri che stavolta ribaltano una situazione resa difficile dalla giovane corazzata del Presidente Piumi, che nel primo set ha la meglio dei nostri ragazzi, messi sotto pressione da un attacco efficace contro il nostro muro. Situazione apparentemente invariata nel secondo set, perlomeno fino a quando qualche errore di troppo degli avversari, e una buonissima difesa, coordinata dal nostro Fossi, danno la possibilità a Polcri, Valenti e Bocciolesi di riportare sotto la squadra fino al punto a punto finale e al 28 a 26 che rida’ fiducia alla squadra. Da qui cambia qualcosa, sopratutto nei giovani ospiti bianco blu che perdono efficacia in attacco, e di conseguenza sale il muro dei nostri ragazzi che in fase break sono più cinici e fanno pesare la loro maggiore esperienza, Mattei cambia la distribuzione del gioco, servendo di più anche ai nostri centrali, con Landini e Santi pronti a mettere terra quei palloni che servono per fare i break decisivi, portando la squadra al meritato tiè break Quinto set che conferma il trend positivo di muro e difesa, con Bocciolesi bravo a giocare contro il muro avversario, Polcri e Mattei ottimi nei rispettivi turni di battuta, costringono all’errore gli attaccanti Folignati, e consegnano la vittoria alla nostra squadra. Il Presidente Celli – Una vittoria che da morale e che ci fa fare un momentaneo salto in classifica, scavalcando la squadra di coach Scappaticcio. Ma la cosa positiva è arrivata dalla reazione che abbiamo avuto da metà del secondo set in poi, perché sapevamo, come ha detto coach Calogeri alla squadra, che dovevamo avere pazienza e lasciare sfogare questi ragazzi, che sono molto bravi ma che ancora mancano di quel pizzico di esperienza che ovviamente fa la differenza sul punto a punto, e così è stato. Bravi tutti. Prossimo impegno domenica 3 Dicembre a Spoleto contro il Volley Spoleto.

Ufficio stampa NVBS

martedì 28 novembre 2017

RINASCITA FIRENZE - VALDARNINSIEME CFRAN 1 - 3

Nella 7° giornata, la Rinascita affrontava il Valdarno insieme, e seppur ci sia stata una buona reazione delle fiorentine, purtroppo il risultato finale non ha ancora portato i punti sperati. Starting six rinascita Romanelli al palleggio, Dos reis opposta, Caroti e Mezzedimi di banda, Marocchini e Coppini centrali, Romanelli A. Libero. Valdarno: Monchi al palleggio, Bechelli opposta, Mantelli e Callossi di banda, Manetti e Casimirri al centro, morandini libero. Ancora una volta è il primo set a fare differenza e dopo una prima parte di set punto a punto sono le padroni di casa che provano l´allungo. Sul piu bello la Rinascita sbaglia troppo ed al Valdarno riesce la rimonta 25-23. Al rientro in campo c´è Viti per dos Reis, la rinascita appare piu fluida limitando gli errori. 25-18 e 1-1 il conto dei set. Purtroppo, il bel gioco della rinascita dura poco, fuori Ceccatelli per una distorsione alla caviglia appena subentrata a Romanelli. Valdarno punge con Casimirri, mentre le padrone di casa sono un po fallose. 25-20 Valdarno. Il quarto set si apre con la reazione della Rinascita che allunga di qualche punto, ma è la regolarità ospite che spegne le speranze di ribaltare il risultato. 25-18 e Vittoria per Valdarno che si vede iin testa al girone. Prossimo appuntamento in casa contro Pontemediceo ore 21.
Tabellini:
RINASCITA: Viti 10 Romanelli 2 Dos Reis 2 Caroti 13 Ceccatelli 1 Coppini 6 Mezzedimi 17 Mariotti 5 Marocchini
Valdarno: Casimirri 21 Manetti 10 Callossi 15 Monchi 1 Mantelli 4 Bechelli 4

Serie D: Garfagnana VS Nottolini 0-3

Bella vittoria in trasferta per le nostre ragazze che con un secco 3 a 0 liquidano il Garfagnana e ottengono 3 punti importantissimi in chiave classifica. La partita non e´ mai stata in discussione e questo ci ha aiutato a esprimerci con sicurezza e autorità´ cose che accrescono l´autostima e creano automatismi fondamentali per lo sviluppo futuro del gioco. Le nostre ragazze hanno evidenziato notevoli progressi e sono riuscite a limitare gli errori il cui numero ha invece penalizzato le nostre avversarie, forse iniziamo a sentirci in categoria e a non subire piu´ la sudditanza con formazioni anagraficamente piu´ grandi di noi.

Fonte: Addetto stampa

VE.MA.C Vignola VS Bionatura Nottolini 0-3

Con una prestazione senza sbavature arriva la 7° vittoria consecutiva ai danni di un Vignola ben ispirato che pero, non riesce a scardinare le sicurezze della nostra squadra e a limitare la prova più che positiva delle nostre attaccanti. La trasferta a Vignola creava qualche preoccupazione per la qualità delle emiliane ma, con una Bionatura caratterialmente sopra le righe, capace di orchestrare il gioco con continuità e altissima efficienza quello che alla vigilia sembrava difficile è divenuto velocemente facile e i momenti di difficoltà sono stati veramente pochi. Saper giocare da gruppo "tutti per uno e uno per tutti" ha rappresentato il sigillo alla miglior prestazione stagionale che ha anche evidenziato quanto il lavoro di palestre stia producendo i frutti voluti e porti ad una crescita costante verso un gioco ancora più cinico e organizzato. Da evidenziare il buon numero di tifosi che non hanno voluto far mancare il loro sostegno alla squadra.

Fonte: addetto stampa

Corplast Corridonia-Pallavolo Fucecchio 3-2 (25-18/12-25/17-25/25-21/15-10)

Formazione Corplast Corridonia: Zamponi, Agostini, Di Romano, Menegozzi, Asquini, Onazi, Pierantoni(k), Bianchella, Pettinari, Spreca, Mattioli(l), n.e. Onazi, Pettinari. 1° allenatore Luchetti.
Pallavolo Formazione Fucecchio: Dovichi, Ciabattini, Menicucci, Allori, Pellegrini, Meucci, Fiaschi, Rovini, Bartalini, Martini(k), Danti, Marchetti(l1), Maggini(l2). 1° allenatore Luca Barboni; 2° allenatore Manuele Marchi.
1° arbitro Vieri Santini - Pesaro; 2° arbitro Evis Dishani - Fano.
Commento.
Il Fucecchio sfiora l´impresa a Corridonia contro la Corplast. Dopo un primo set da dimenticare le ragazze di Barboni, offrono un secondo e un terzo set con prestazione da 10 e lode. Tanto imbarazzante il primo set, quanto fantastici sono stati i due set successivi. Se dovessimo parlare di singoli non sapremmo da dove cominciare tanto la squadra ha girato in sintonia. Andiamo per ordine. Primo set Fucecchio inesistente, non funziona né la ricezione né la difesa, anche gli attacchi sono sterili, subiamo dei parziali pesanti, 1-7/4-13. Nel finale del primo set riusciamo a contenere il divario tecnico, ma senza mai impensierire, Corridonia chiude 18-25. Secondo set, Fucecchio trasformato, la pausa ha fatto effetto. Dopo un iniziale 7-5, ci portiamo sul 14-5, Corridonia è smarrita, Fucecchio continua a martellare, non permette alle avversarie di riorganizzarsi, 21-9, si attende solo la fine del set 25-12. Terzo set Fucecchio fa vedere che il secondo set non è stato un caso, dopo un iniziale 4-4 allunga 10-6/14-7, Martini, Dovichi, Danti fanno da padrone in campo. La ricezione, con Marchetti nelle retrovie, funziona alla perfezione. Gestiamo il set 20-12/25-17. Quarto set è ancora Fucecchio a fare la gara 6-3/9-6 ma Corridonia riesce a ricucire 10-10, ancora 15-15, ma sul campo si denota nelle file di Fucecchio una certa stanchezza. La squadra avversaria ne approfitta 16-20, non riusciamo più a imporre il nostro gioco, 21-25. Andiamo al tie break, ma la sensazione è che Fucecchio sia sulle gambe. Quinto set Corridonia arrembante 0-4, Fucecchio risponde con orgoglio 3-5/5-8/7-11. Adesso si fa dura, avversarie motivate, non ci permettono di rientrare, 10-15 Corridonia chiude la gara incamerando due punti preziosi per la propria classifica. Peccato per Fucecchio per come si erano messe le cose potevamo aspirare a qualcosa in più. Comunque tutto sommato una trasferta positiva. Sabato vi attendiamo numerosi in casa alle ore 18,15 contro il Pieralisi Jesi.

Il ValdarnInsieme espugna Rinascita e vola in testa

Rinascita Firenze Vs ValdarnInsieme 1-3
(23-25; 25-18; 20-25; 18-25)
Conquistando la terza vittoria consecutiva e in virtù degli altri risultati, IL ValdarnInsieme sale in testa alla classifica a pari merito con Corridonia, ma con una vittoria in più. Dopo sette giornate, le ragazze di Bianchi sono l’unica squadra ad aver perso una sola volta e permettendo a Callossi e compagne di guidare un gruppetto ben nutrito, sette squadre in due punti, un primato che tutte le settimane cambia padrone; importante sarà per le valdarnesi considerare il primo posto come un riconoscimento dei sacrifici fatti, con la consapevolezza che per mantenersi nei quartieri alti sarà obbligatorio non abbassare la guardia, evitando pericolosi cali di concentrazione che sarebbero fatali in un momento così importante della stagione. Trasferta insidiosa quella che vedeva le valdarnesi opposte a una squadra in crisi di risultati, le ragazze di Francesca Vannini erano reduci da due sconfitte consecutive dopo che Viti e compagne erano riuscite ad imporsi, sempre al tie-break, nelle prime quattro gare. Per l’occasione Bianchi presenta la stessa formazione reduce dal successo della scorsa settimana: Monchi in palleggio, Bechelli opposto, Casimirri e Manetti al centro, Callossi e Mantelli di banda, Morandini e Gosi che si alternano come liberi nelle due fasi. Il primo set è equilibrato e procede punto a punto, caratterizzato da continui capovolgimenti di fronte, la tensione e l’importanza della posta in palio non permettono di giocare sempre la miglior pallavolo alle due squadre, sono molti gli errori; il ValdarnInsieme, trascinato da un ottima Casimirri (21 punti finali) e da capitan Callossi, riesce nello sprint decisivo che permette alle ospiti di conquistare il parziale 25-23. Secondo set con le fiorentine che rientrano in campo determinate e decise a ribaltare il gioco, il servizio del Rinascita funziona, la ricezione valdarnese va in tilt e il set va in archivio con un 25-18 per le padrone di casa. Terzo set col ValdarnInsieme che ritrova serenità e ricezione, il gioco è più fluido e approfittando anche delle molte sbavature e degli errori delle padrone di casa, Callossi e compagne conquistano il parziale 25-20 portando dalla propria parte l’inerzia del match. Quarto set con pericolosa falsa partenza per il ValdarnInsieme, la ricezione torna a ballare e il Rinascita si porta in vantaggio prima 5-1 e successivamente 8-2, le ragazze di Bianchi non perdono la testa, riescono pian piano a rientrare nel set e, grazie ad alcuni muri di Manetti e Casimirri, riescono a chiudere parziale e incontro con un 25-18 che proietta le valdarnesi in testa alla classifica. Ora per Callossi e compagne, dopo i meritati festeggiamenti, sarà il momento di guardarsi negli occhi, dimenticare la classifica e impegnarsi ancora di più per potersi mantenere ai vertici della classifica. Concentrazione, umiltà e impegno ad iniziare da Domenica prossima quando a Figline arriverà il Team Volley Firenze, squadra che, con un solo punto in classifica, occupa la penultima posizione; partita da prendere con le molle e guai a prendere sottogamba e sottovalutare l’impegno. Servirà, come sempre, il miglior ValdarnInsieme e, come sempre, l’apporto del nostro pubblico; vi aspettiamo numerosi Domenica al Pala Matassino, ore 17.30, per divertirci insieme e tifare ValdarnInsieme!

Vittoria per la Ghizzani Castelfiorentino

Per la B/2 è stata proprio una giornata di festa, quella di sabato 25/11, iniziata con la visita presso il ns. main sponsor GHIZZANI , dove tutto il team si è scambiato gli auguri per il prossimo Natale ed è terminata con la netta vittoria per 3 a 0 contro il TEAM VOLLEY di Firenze con i seguenti parziali 15/25 - 20/25 - 14/25. Coach Mancini ha iniziato con il seguente Sestetto: al Palleggio Marchi in diagonale Scardigli B, laterali Casini ed Orzenini, al centro Lari C. e Conticelli, libero Farieri. Durante la gara sono entrate tutte le ragazze a referto e precisamente: Pasqualini, Giannini, Scardigli A., Rosi, Lari G. Archiviata questa bella giornata, ci aspetta una settimana di duro lavoro per affrontare al meglio lo scontro diretto che disputeremo Sabato 2 dicembre all´ Enriques contro la CORNERO EUROSPEED ANCONA che detiene con noi attualmente il 3 posto in classifica con 15 punti. Confidiamo in una bella affluenza di pubblico per sostenere le nostre ragazze.

San Giustino vincente 3-0 con la Videomusic-FGL

Come si poteva immaginare dalla scorsa settimana, la squadra di San Giustino vittoriosa sul campo della Limmi Perugia, in casa questo sabato ha giocato al massimo riuscendo ad ottenere il miglior risultato. L´incontro è terminato 3-0 per le padrone di casa con i parziali 25-23 25-20 25-16. La Videomusic-Fgl Castelfranco si è presentata con la ex regista Lavorenti che è riuscita a realizzare ben due ace in otto servizi, ma non sono bastati per mettere in difficoltà le padrone di casa che hanno tenuto bene nel primo set giocando al meglio di quanto avessero giocato fino ad allora, andando avanti punto punto fino a giungere a 22-22, con la squadra di casa ben supportata dal proprio pubblico è riuscita ad andare in vantaggio e chiudere il 1^set 25-23 dopo ben 33´ di gioco. Nulla è valso lo sforzo dell´opposta Buggiani e delle centrali Andreotti – Colzi, in cerca di chiudere il set, con Lavorenti in cerca di trovare uno spiraglio nuovo, ma sempre fermate dalle biancoazzurre di casa recuperando la palla e tenere in mano il gioco mettendo in difficoltà le ragazze di Menicucci e Ficini. Nei set successivi l´allenatore prova a cambiare qualcosa, inserendo nel secondo set l´opposta Caverni su Buggiani sul punteggio 10-14 e in regia Lavorenti con Mannucci Noemi sul punteggio 11-16, ma a nulla è valso, con la squadra di casa in grado di difendere al meglio riuscendo a mantenere sempre il vantaggio fino alla fine, andando a chiudere il set sul punteggio di 25-20. Nell´ultimo set le padrone di casa ripartono determinate, sebbene Menicucci al palleggio abbia lasciato Menicucci N., sul punteggio 7-12 prova a cambiare l´attaccante Ristori Tomberli con Mannucci Giulia e in varie occasioni il libero Tamburini con Tesi classe 2002. Sebbene in campo la Videomusic-Fgl avesse due minorenni, Mannucci Giulia e Tesi Melissa, sono state in grado di farsi valere. Il set si è terminato 25-16, ma la soddisfazione da parte di tutti è stata vedere le determinazioni di queste giovani atlete che poco a poco riusciranno a farsi vedere anche nei momenti di difficoltà. Adesso la classifica vede in quarta posizione Sia Coperture San Giustino con 13 punti a pari merito con la Videomusic-FGL, mentre al comando del girone C dopo la 7^ giornata c´è sempre Coveme San Lazzaro BO con 21, seguita dal Cesena 17 e a 14 punti Canovi Cop. Sassuolo e Emilbronzo 2000 Montale. Adesso non resta altro che pensare al prossimo incontro di sabato 2 dicembre, dove la Videomusic-Fgl ospiterà il VC Cesena Riv, sicuramente un´altra partita molto impegnativa e bisognevole di un bel pubblico al seguito.

Una brutta serata per l´Ambra Cavallini

Al PalaZoli fa festa Perugia. Poteva essere l´occasione per mettere a segno un´altra vittoria e invece la truppa biancoblu, guidata da Achilli e Chelli, è stata messa al tappeto dalla Limmi School. Di fronte ai propri tifosi, l´Ambra Cavallini tiene botta solo nel primo set, per poi crollare sotto i colpi della compagine umbra. Il team di Pontedera (ancora orfano di Genovesi) non ha cominciato male, riuscendo a rimanere in scia alle avversarie per larghi tratti della frazione d´apertura. Nel finale, poi, è stata Perugia a piazzare la zampata vincente. Più netti i due set successivi, dove la squadra di Achilli e Chelli ha commesso troppi errori. Dall´altra parte della rete, la Limmi School non si è fatta pregare ed ha sfruttato al meglio le incertezze di Donati e compagne, che si sono arrese in poco più di un´ora di gioco. Vittoria preziosa per Perugia che scavalca Quarrata in graduatoria, mentre l´Ambra Cavallini torna in ultima posizione.
Ambra Cavallini Pontedera - Limmi School Perugia 0-3
Ambra Cavallini Pontedera: Dall´Ara, Lisandri 15, Chini 8, Gabrieli 4, Donati 8, Bardi 5, Santerini (libero), Carmignoli 3, Fiorentini, Pecene, Sentieri. Allenatori: Achilli e Chelli.
Limmi School Perugia: Minati 19, Castellucci 15, Rosa 9, Sasso 6, Cruciani 4, Gallina 1, Pici (libero), Brunelli, Nana, Bindella (libero), Patrignani, Mancini. Allenatori: De Paolis e Sabatini.
Arbitri: Spitaletta e Tizzanini.
Parziali: 20-25, 19-25, 20-25.