sabato 2 dicembre 2017

Un Dicembre senza tregua per i Lupi

Prima partita in casa del girone di ritorno per la Kemas Lamipel. Domani pomeriggio alle 18 i “Lupi” riceveranno i marchigiani del Potenza Picena. Formazione tutta italiana quella di coach Di Pinto quarta in graduatoria (a due soli punti dai biancorossi) con una politica societaria ben prestabilita e confortata dal suffragio dei risultati. Si tratta quindi di un avversario tecnico, da affrontare con la determinazione di Spoleto e delle gare che hanno preceduto la grossa prestazione di mercoledì scorso in coppa. Ora il calendario propone due incontri interni per la Kemas Lamipel che riceverà appunto Potenza Picena e Reggio Emilia. L’obiettivo è quello di incamerare sei punti, in un dicembre che proporrà ben sette gare fra campionato e coppa. In pratica, ogni quattro giorni e mezzo, i conciari saranno in campo senza mai tirare il fiato. Ora la squadra di Totire è chiamata a dare un seguito ai risultati finora ottenuti. E’ dunque iniziato dicembre ed ogni mese c’è da ripartire da zero, da rimettere in pratica tutta la qualità espressa in novembre. Non ci sono alternative: si giocherà senza tregua e basterà un minimo passo falso per ritrovarsi quinti in classifica. Per cui i “Lupi” non possono abbassare di un centimetro la guardia. L’obiettivo della Kemas Lamipel è quello di entrare nei primi quattro posti e, considerata la concorrenza, il compito non sarà né agevole, né scontato. “Siena rimonterà sicuramente – afferma il consigliere Urbino Taddei – concludendo la prima parte del campionato anche al primo posto, secondo la mia opinione. Roma è in testa da alcune settimane, Grottazzolina ha dimostrato il suo valore, poi ci sono altre squadre pericolose. Dobbiamo continuare a vincere”. Nel corso delle undici gare finora disputate, la squadra di Totire ha sempre raccolto punti, eccezion fatta per la trasferta di Reggio Emilia, con Wagner indisponibile. Questo la dice lunga sulla combattività dei conciari. Il tecnico degli adriatici Adriano Di Pinto, prima della partenza per la zona del Cuoio, ha così dichiarato: «Ci aspettano le sfide con le due toscane intervallate dal turno di riposo. Sarà durissima al PalaParenti contro una formazione che viene da sei vittorie di fila tra campionato e coppa. Dobbiamo imparare a rimanere concentrati anche in trasferta per evitare altre prove senza mordente come a Tricase. Il tecnico Totire è bravissimo nella gestione dei suoi uomini e sta facendo rendere tutti al massimo, quindi non mi aspetto che gli avversari saranno stanchi per le fatiche di coppa, semmai carichi per l’approdo in semifinale. Noi abbiamo due influenzati nel gruppo, D’Amico e Maccarone, ma ho tutti atleti validi e se loro non saranno del match i compagni raddoppieranno gli sforzi per mettere in difficoltà i “lupi” e impedire che il loro opposto Wagner abbia vita facile. I miei atleti meritano una buona classifica per quanto fatto vedere e daremo il massimo per rimanere nelle zone alte. Mi interessa prima di tutto la prestazione. Poi, una volta in ballo, cercheremo la concretezza». In occasione della partita di domani pomeriggio, la società santacrocese, per coinvolgere i numerosi giovani del settore giovanile (maschi e femmine), esortandoli seguire la partita della prima squadra, ha organizzato una merenda al PalaParenti (ore 16,30) con pane e cioccolata, oltre ad un pò di scuola di tifo. C’è infatti bisogno di dare una mano ai sostenitori della Curva. L’invito, per i giovani del vivaio, è pure quello di presentarsi con la maglia rossa, fornita a suo tempo dal club.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti