mercoledì 31 gennaio 2018

Andrea Giovi: “Spoleto è una piazza storica, sarà un match caldo, sono degli avversari temibilissimi”

La Emma Villas Siena è tornata ad allenarsi al PalaEstra con una doppia seduta di lavoro che si è svolta oggi nel palazzetto dello sport di viale Sclavo. Il giorno cerchiato in rosso nel calendario è domenica 4 febbraio, quando i senesi cominceranno la Pool A con una sfida molto complicata che verrà giocata a Spoleto con inizio alle ore 16. La squadra di coach Juan Manuel Cichello inizia questa seconda fase in quinta posizione di classifica con 7 punti all’attivo, la Monini Spoleto è settima con 6 punti. “E’ l’inizio di una nuova fase – commenta il libero della Emma Villas Siena, Andrea Giovi –, per noi sarà importante confrontarci con le prime quattro del girone blu per capire a che punto del nostro percorso siamo arrivati. Dovremo cercare di fare bottino pieno e di conquistare punti ogni volta che si può per tentare di risalire la classifica. Questo cammino può essere utile per crescere e per acquisire sempre maggiore consapevolezza”. Così Giovi parla di Spoleto, una città nella quale il libero dei senesi ha anche giocato nella stagione 2005-2006 in Serie A2: “E’ una piazza storica e sarà un match certamente caldo – afferma – ma d’altronde da qui in avanti tutte le sfide saranno temibili. Rispetto alla scorsa stagione sia Siena che Spoleto hanno cambiato tanto, forse ci è voluto un po’ per trovare i meccanismi migliori. Però la Monini è un team con qualità, molto equilibrato e costruito per fare veramente bene. Sono una squadra assolutamente temibile. Per quanto ci riguarda l’obiettivo è trovare la quadratura sia nei match in casa che in quelli in trasferta, la Pool A è una fase importantissima ma fa ancora parte di un cammino che conduce verso i play off. Saranno otto partite di alto livello, un iter necessario per provare ad arrivare nel migliore dei modi alla fase successiva. L’obiettivo è quello di consolidare il nostro gioco, stiamo lavorando bene e con volontà ogni giorno in palestra e nel fare questo dobbiamo trasformare questa volontà in qualità di gioco. Lo stiamo facendo, ci stiamo impegnando tanto e ci stiamo allenando sia da un punto di vista fisico che tecnico”. “Possiamo confrontarci con tutte le nostre rivali – prosegue il libero della Emma Villas Siena, Andrea Giovi –, siamo consapevoli di potercela fare ma al tempo stesso sappiamo che dobbiamo lavorare tanto e migliorare ancora. A muro siamo cresciuti, si vedono netti miglioramenti, nelle ultime settimane abbiamo fatto passi da gigante in questo fondamentale. La nostra rosa è solida, l’arrivo di coach Cichello ci ha dato equilibrio e concretezza, l’allenatore ogni giorno sta cercando di guidarci al meglio. Quello che abbiamo fatto finora non è bastato, altrimenti saremmo primi in classifica e avremmo giocato la finale di Coppa Italia, però non dobbiamo nemmeno vedere tutto nero: ci giochiamo la Pool A, dobbiamo essere lucidi ed analizzare quello che ci serve. La sfida è quella di fare cento buone difese in allenamento per poter poi vedere ottimi risultati e avere migliore qualità anche in partita”. Sarà fondamentale il sostegno dei tifosi senesi in questa prima partita della Pool A al PalaRota di Spoleto. La gara sarà importante e il palazzetto umbro sarà caldo, occorrerà un bel tifo anche da parte degli appassionati di questo territorio.

Pieve Volley, i risultati delle Under 13

U 13 M 3X3: Riepilogo di terza e quarta giornata
Sabato scorso k.o. con Olimpia Villafranca e Avis Volley
Nella terza giornata del campionato U 13 Maschile 3x3, la squadra di Francesconi è scesa in campo a Buggiano rispettivamente di fronte ad Olimpia Villafranca Azzurra ed Avis Volley Pistoia Bianca. Contro la formazione della Lunigiana guidata da Carlo Bacchini, i pievarini si sono ben confrontati, cedendo soltanto di misura (2-1, 15-13, 14-15, 15-11). Un incontro molto tirato come rivelano i tre parziali: i primi due vengono decisi proprio nelle ultime battute, con una vittoria a testa. Villafranca trova l'allungo nel mini parziale decisivo nonostante la buona gara dei pievarini. Perentoria reazione dei ragazzini di Francesconi nella sfida con l'Avis Volley. Il primo parziale vede il vantaggio firmato dalla squadra di Bonucci (8-15), ma non hanno storia le seguenti frazioni con Tintori e compagni che concedono ai propri avversari soltanto cinque punti (15-3/15-2), trovando la meritata affermazione. Sabato scorso si è disputata a Pieve a Nievole la quarta giornata che ha visto il Montebianco ospitare Olimpia Villafranca, squadra Bianca, e Avis Volley Pistoia Azzurra. Contro la compagine della Lunigiana di Bacchini, i bianconeri partono bene e si impongono nel primo parziale (15-4). Ma l'Olimpia Villafranca si riprende e la spunta nei due periodi successivi (10-15/11-15). Dura sfida con l'attuale capolista, nel secondo match, Avis Volley Azzurra. Il team di Bonucci si impone nei tre parziali (4-15/10-15/7-15). Prossimo turno in lucchesia per il Montebianco, di scena a Fornaci di Barga con Upc Volley e Pallavolo Fornaci.
Il roster del Montebianco Volley: Furetta, Volpi, Bonfanti, Bruni, Dami, Cardelli, Bandini, Morini, Tintori. All.: Francesconi.

U 13/F: Pieve, terza sconfitta consecutiva
Le bianconere cadono in casa contro La Fenice di Cappelli (0-3)
Prosegue il momento difficile per la giovanissima squadra allenata da Ambra Russo e Sara Silvestri: dopo i già due k.o. rimediati per mano di Blu Volley e Delfino Pescia, il Montebianco registra un nuovo passo falso, nel turno casalingo con il Pistoia Volley La Fenice Hsg Engineering Blu di Riccardo Cappelli e Luca Pratesi. Pieve, rispetto alla gara di andata, deve imbattersi di fronte ad una compagine, quella fuxia-blu, notevolmente migliorata e che parte meglio nel primo set. Poi, le locali rimontano ed arrivano a condurre sul 20-16. Ma il vantaggio viene presto cancellato dalla tempestiva ripresa delle fenicine, le quali arrivano sul 22-22, vanno ai vantaggi ed infilano l'allungo vincente (25-27). Un episodio che ha la conseguenza di influire notevolmente sul morale della squadra di casa, non più in campo con lo stesso piglio aggressivo della prima parte: ne approfitta la squadra di Cappelli, fuggendo sull'8-14. Pieve cerca di risalire al servizio (13-16/16-18) ma non basta per arginare una formazione ospite più decisa in questa fase e che lascia le bianconere a 16. Stesso spartito in un terzo set che si mette nel migliore dei modi per l'Hsg (10-14). Le locali provano l'aggancio (13-16), ma il tentativo di inseguimento finisce qui (13-20) e La Fenice può chiudere (19-25). Una seconda parte del girone non semplice per i colori bianconeri, costretti ad incassare il terzo k.o. di fila, ancora per 0-3. Sicuramente, si deve trovare la forza di reazione al di là del valore tecnico dell'avversario e la squadra può fare sicuramente meglio. Importante cercare al più presto la chiave per svoltare questo momento non favorevole. Prossimo turno che vede la squadra di Russo e Silvestri sul parquet della big, seconda classificata, Ediletrusca Buggiano.
Montebianco Volley-Hsg Engineering Blu 0-3 (25-27/16-25/19-25): Agnelli, Bechini, Benincasa, De Marco, Giannini, Giannoni, Giustarini, Lupo, Palamidessi, Ranieri, Romani, Schiavo. All.: Russo. Vice all.: Silvestri.

Federico Arena campione territoriale! Il giovane regista pievarino accede alle fasi regionali del campionato U 16 con il Firenze Volley Rossa

Continua la stagione d'oro per Federico Arena, promettente palleggiatore della formazione U 18 guidata da Andrea Francesconi. Il classe '02, già autore di un'ottima stagione nel campionato U 18 con il Montebianco, si è laureato campione territoriale nel torneo riservato alla categoria U 16, disputato in prestito alla formazione gigliata del Firenze Volley Rossa. Federico, che già qualche settimana prima insieme ai fiorentini aveva ricevuto il premio di miglior giocatore al Torneo della Befana organizzato dalla Polisportiva Remo Masi, è stato l'artefice di un percorso da incorniciare che l'ha visto, insieme alla compagine di Andrea Prosperi Turri e Guido Desirò, trionfare nel torneo territoriale, vincendo al tie-break la finale con il Volley Prato Blu di Mirko Novelli e Andrea Barbieri (3-2, 25-23/23-25/27-25/14-25/15-7). In precedenza, nella fase a gironi, il Firenze Volley Rossa aveva chiuso al secondo posto con 35 punti (12 vittorie e 2 sconfitte), staccando il pass per le finali. In successione, Valdarninsieme, Polisportiva Remo Masi, Avis Volley Pistoia, ed infine, Volley Prato Blu sono stati piegati dalla compagine gigliata. Gli impegni non sono certo terminati qui, perché prossimamente è atteso, come detto, dalla prestigiosa fase regionale con il Firenze. C'è un po' di bianconero, dunque, in questo successo e la società vuole esprimere tutto il suo orgoglio, facendo a Federico le congratulazioni per questo traguardo di lusso, augurandogli un caloroso in bocca al lupo per la fase successiva del campionato!

lunedì 29 gennaio 2018

Coppa Italia: Lagaris Volley Trento VS Bionatura Nottolini 1-3

Personalità, cinismo e concretezza, con queste tre parole possiamo sintetizzare l´ottima prestazione delle nostre ragazze sul difficile campo di un ottimo Lagaris, che non si è mai dato per vinto e per 3 sets ha giocato punto punto contro la nostra squadra. La trasferta a Volano si presentava difficile sia per le qualità delle nostre antagoniste sia per la lunghezza della trasferta, che in questi casi spesso incide molto sulla qualità della prestazione, ma con un´approccio altamente positivo siamo riuscite fino da subito a limitare le velleità delle lagarine, toccando tutto il possibile a muro e difendendo anche l´impossibile, ricostruendo poi in maniera vincente per le nostre attaccanti. Queste partite aiutano a crescere e a rafforzare la consapevolezza dei nostri mezzi, costringendoci a dare continuità al gioco e saper velocemente resettare per ripartire più forti di prima. Tutto il gruppo si è superato e ha accettato di buon grado questo ulteriore sforzo, in una settimana che prevedeva la pausa al sabato e la possibilità di recuperare da piccoli acciacchi. Da segnalare l´esordio in panchina come dirigente del nostro Presidente Paolo Gradi che ha grinzato, sofferto e gioito con le sue ragazze. Prossimo impegno in Coppa Italia martedì 13 febbraio al PalaPiaggia, ore 18:30, contro Pallavolo Giorgione che scenderà da Castelfranco Veneto.

Fonte: Addetto stampa

Savino Del Bene perfetta: steso Pesaro 3 – 0

Sesta giornata di ritorno Samsung Galaxy Cup Serie A1 Femminile di Volley
Savino Del Bene Volley: Carlini ne, Samadova ne, Bianchini, Da Silva 4, Di Iulio, Merlo (l), Papa ne, Mancini ne, Haak 25, Arrighetti (k) 7, Bosetti 7, Ferrara ne, De la Cruz 11. All. Parisi Ass. Bendandi
myCicero Pesaro: Bokan 5, Cambi 1, Olivotto 8, Nizetich 6, Ghilardi (l), Bussoli, Aelbrecht 7, Van Hecke 8, Baldi 1, Carraro, Arciprete 2, Lapi ne. All. Bertini Ass. Burini
Arbitri: Zavater – Gnani
Spettatori: 1100
Set: 25 – 20 (24′), 25 – 13 (21′), 25 – 13 (21′)
Scandicci – Quarta vittoria consecutiva della Savino Del Bene che vince e convince con un gioco brillante e veloce. Squadra imprevedibile in attacco e attenta nel muro-difesa. Parisi sceglie in regia Di Iulio, confermando in sostanza il sestetto degli ultimi tre set vittorioso a Filottrano; Bertini risponde in p6 con Cambi in regia, c1 Aelbrecht e c2 Olivotto, s1 Bokan e s2 Nizetich, opposta Van Hecke con Ghilardi libero. Ottima partenza col muro-difesa di Scandicci che si porta subito sul 5 – 1. Haak vola in cielo e mette a terra il 7 – 2. Ottimo avvio della Regina di Svezia che mette a terra anche l’8-2 con una diagonale potente e profonda. Bella fast di Arrighetti, 10 -5. Scandicci gioca un gioco veloce e imprevedibile, Pesaro cerca di rimanere in scia con Olivotto e Aelbrecht. La Savino Del Bene controlla nel finale e chiude 25 – 20; sugli scudi il capitano Valentina Arrighetti: ottima a muro e col 75% in attacco. Scandicci non lascia respirare Pesaro, inizio di set da incorniciare in tutti i fondamentali: 10 -1. Magia di Di Iulio che smarca Haak, diagonale di rara potenza: 11-2. E’ ancora perfetta la Savino Del Bene, in questo parziale non c’è spazio per un recupero di Pesaro; il set finisce con un errore di Baldi, 25 – 13. Scandicci che non lascia respirare Pesaro nemmeno nel terzo parziale. Salvataggio incredibile di Merlo, Di Iulio si avvita per l’alzata a De la Cruz che trova una parallela da manuale della pallavolo. Savino Del Bene 9 – Pesaro 5. Anche nel terzo parziale la Savino Del Bene gioca benissimo in tutti i fondamentali strappando applausi da tutto il palazzetto. Di Iulio è bravissima ad aprire il muro di Pesaro e Haak non perdona, 13 -5. Haak protagonista della miglior prestazione del 2018. La più bella Savino Del Bene della stagione continua ad essere perfetta e chiude l’incontro con Arrighetti: 25 – 13. Chapeau
Mvp: Di Iulio
Di Iulio: “Sono contentissima per la prestazione di tutta la squadra, abbiamo giocato bene sostenute da un grande pubblico. Sono emozionata anche per l’mvp: giocavo contro Pesaro, la mia ex squadra dove ho vissuto delle stagioni bellissime e non mi aspettavo di ricevere questo premio. In verità tutta le mie compagne dovevano essere mvp, siamo state attente e concentrate in tutti i fondamentali. Novara? Partita difficile, ma in questo campionato lo sono tutte. Speriamo di giocare come oggi e di fare una bella prestazione. Pensiamo a una partita alla volta”. Parisi: “Complimenti alle ragazze per lo spirito con il quale sono scese in campo. Conoscevamo le insidie di questa partita. Abbiamo avuto il giusto approccio al match e la continuità nel gioco nei set è stata determonante”.

2 Div/F: Pieve, falsa partenza. Le ragazze di Paladini durano un set, poi il Ctt Chiesina dilaga (3-1)

Inizia, come di consueto verso il finale di Gennaio, il campionato di Seconda Divisione Femminile. La nostra società prende parte a questa competizione per il terzo anno di fila, nonché quarto campionato senior dell’anno in corso. Il Montebianco inizia da Chiesina Uzzanese, sul campo del Ctt guidato da Edo Donati: la squadra di casa, in buona sostanza, è il retaggio del vecchio Ponte Buggianese, compagine di lunga esperienza nella categoria. Paladini schiera Sorini-Travaini in diagonale, Charlier-Toci al centro, Venuti-Minafra in banda, Gallo libero. Primo set molto serrato tra le due squadre: non un alto livello, con tante sbavature da entrambe le parti a tenere incerto il punteggio. Poi, fa qualcosa di più la compagine di casa, trascinata dalla brava ed esperta schiacciatrice Lucia Bellandi, a portare il Ctt avanti 16-11. Travaini, con buoni attacchi e dai nove metri, rimette in corsa le bianconere, rapide a riprendere la situazione sfruttando anche gli errori diretti delle avversarie (17-17). Travaini e il buon turno di Charlier al servizio consentono a Minafra e compagne di mettere le basi per il vantaggio (18-22). Le ragazze di Donati tornano sotto sul turno di Bellandi N. (23-22), ma Venuti e l’ace di Sorini danno lo 0-1 alle ospiti (22-25). Nonostante la buona frazione condotta, le pievarine si fermano in modo inspiegabile qui, sia sul piano tecnico, ma soprattutto su quello dell’atteggiamento: Chiesina parte in sesta nel secondo set, 9-1. Paladini prova a porre rimedio all’emorragia inserendo Marega e Lucherini per Minafra e Venuti, ma le bianconere non ci sono più e continuano a subire un pesante passivo (14-3/18-5). Il set è fin troppo incanalato sui binari della squadra di Donati, che perviene al pari dei set (25-12). Più lottato l’inizio del terzo set, anche se le ospiti procedono in maniera confusionaria, non più con la buona attenzione mostrata nel primo parziale. Ne approfitta il Ctt Chiesina, a prendere il largo con gli attacchi della brava Bellandi L. (12-9), importante anche al servizio (18-13). Pieve esaurisce la sua già insufficiente carica agonistica e va sotto nel conto set (25-18). Anche il quarto periodo ricalca quasi esattamente il secondo parziale, quando le locali approfittano dell’assenza ingiustificata delle loro avversarie (7-1), beneficiando anche di errori spesso grossolani commessi dalle pievarine. La gara prosegue bene per la squadra di Donati, dove si mettono in buona evidenza Paolinelli, Nannini e Serafini (16-9/21-15). Chiusura del Ctt che avviene sul 25-17. Comincia in malo modo il percorso del team di Paladini in questo torneo. Dal secondo parziale in poi sono stati fin troppo evidenti le scarse motivazioni da parte delle ospiti, sciogliendosi velocemente come neve al sole. Sicuramente, staff tecnico e dirigenziale avranno modo nella nuova settimana di redarguire il roster. La società tiene a questa competizione, con la possibilità di dare alle atlete che non trovano spazio nei campionati superiori dove partecipiamo di potersi mettere in evidenza e con l’obiettivo di fare bene e trovare risultati migliori rispetto alle ultime due negative partecipazioni nella categoria in questione. Obbligatorio cambiare tendenza fin da subito.
Ctt Chiesina-Montebianco Volley 3-1 (22-25/25-12/25-18/25-17): Minafra, Travaini, Marega, Franchi, Gallo, Bartoletti, Charlier, Venuti, Toci, Lucherini, Sorini. All.: Paladini.

domenica 28 gennaio 2018

Turno di riposo e Club Italia in vista

Turno di riposo per la Kemas Lamipel col campionato di A2 che si ferma per permettere la disputa delle finali di Coppa Italia a Bari. Per quanto riguarda la finale di Superlega, questa vedrà di fronte Civitanova e Perugia e, prima di questa, verrà giocata quella di A2 con Bergamo e Roma alla caccia dell’ambito trofeo. Il tecnico Totire, dopo l’allenamento mattutino di venerdì scorso, ha concesso un bel fine settimana di assoluto riposo ai suoi giocatori, dando loro appuntamento per domani al PalaParenti per la ripresa della preparazione in vista della trasferta di Brescia dove i conciari debutteranno domenica prossima 4 febbraio contro la squadra della famiglia Zambonardi. Infatti, alla presidenza della compaginie lombarda c’è Giuseppe Zambonardi, padre di Roberto, primo allenatore dell’Atlantide. La denominazione ufficiale con cui i bresciani partecipano al campionato cadetto è tuttavia quella di Centrale del Latte Mcdonald’s Brescia con le gare che vengono disputate al centro sportivo San Filippo di via Bazoli. In preparazione al debutto nella poule promozione, mercoledì prossimo 31 gennaio, i “Lupi” sosterranno un test amichevole in casa con gli azzurrini del Club Italia. L’inizio è fissato per le ore 18 con ingresso gratuito. Sempre in vista della poule promozione, il club presieduto da Sergio Balsotti, propone per le quattro gare interne con Spoleto, Bergamo, Brescia e Tuscania un conveniente abbonamento al costo di 30 euro, mentre per il ridotto ne occorreranno 15. Intanto, quest’oggi, il 18enne regista biancorosso Alessandro Acquarone risponderà alla convocazione in Nazionale Under 20 ed il ragazzo dovrà trovarsi entro le ore 22 al centro sportivo romano dell’Acquacetosa. Lo stage, diretto dal tecnico federale Monica Cresta, si concluderà nella giornata di martedì 30, per cui Acquarone avrà tutto il tempo per raggiungere di nuovo Santa Croce per partecipare all’amichevole con gli azzurrini del Club Italia, guidati anch’essi dalla stessa allenatrice.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Il Bisonte spreca nei primi due set e alla fine vince Pomì

POMÍ CASALMAGGIORE 3
IL BISONTE FIRENZE 1 
POMÍ CASALMAGGIORE: Martinez 9, Napodano, Sirressi (L), Grothues-Balkenstein 3, Guiggi 13, Starcevic 14, Drews 12, Guerra, Zago 1, Lo Bianco 3, Stevanovic 10, Rondon, Zambelli ne. All. Lucchi. 
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 11, Alberti 7, Bonciani ne, Santana 16, Di Iulio 2, Parrocchiale (L), Ogbogu 10, Pietrelli ne, Miloš Prokopić, Tirozzi 14, Dijkema. All. Caprara. 
Arbitri: Lot – Zanussi. 
Parziali: 25-22, 26-24, 16-25, 25-17. 
Note – durata set: 28’, 31’, 23’, 23’; muri punto: Pomì 8, Il Bisonte 8; ace: Pomì 0, Il Bisonte 8. 
Lo spareggio play off va alla Pomì Casalmaggiore, che si dimostra più cinica nei momenti decisivi e batte Il Bisonte Firenze 3-1, raggiungendolo a quota 17 anche se con una vittoria in meno: l’ottavo posto rimane quindi ancora alle bisontine, e la lotta per la post season è apertissima, ma occhio perché adesso anche Bergamo (prossimo avversario sabato sera al Mandela Forum) potrebbe avvicinarsi, e il sorprendente successo di Legnano (ora a – 3) su Busto non lascia tranquilli neanche in ottica salvezza. Se il ko del PalaRadi non ha compromesso la stagione, la squadra di Caprara si deve però mangiare un po’ le mani soprattutto per l’andamento dei primi due set: avanti 17-21 nel primo e 18-20 nel secondo (trascinata da Santana), Firenze si è fatta in entrambe le occasioni raggiungere e sorpassare, poi ha reagito con un gran terzo parziale ma nel quarto, dopo un’altra buona partenza, ha di nuovo ceduto a una Pomì ben orchestrata da Lo Bianco e con due centrali (Stevanovic 10 punti e il 53% in attacco e Guiggi 13 e il 58%) davvero devastanti. Giovanni Caprara parte con Dijkema in regia, Sorokaite opposto, Santana e Tirozzi in banda, Alberti e Ogbogu (al debutto da titolare e subito autrice di 10 punti col 57% in attacco) al centro e Parrocchiale libero, mentre Lucchi risponde con Lo Bianco in palleggio, Drews opposto, Martinez e Starcevic schiacciatrici laterali, Stevanovic e Guiggi al centro e Sirressi libero. Il Bisonte comincia subito bene a muro: quello sontuoso di Ogbogu vale il 2-2, poi quello di Tirozzi il primo allungo (4-6). La Pomì non ci sta e controsorpassa con Martinez e un muro di Stevanovic (7-6), poi l’errore della stessa serba permette a Firenze di tornare sul + 2 (9-11): le bisontine spingono anche in battuta, entra in partita anche Santana proprio con un ace (11-13), e quando Drews sbaglia per l’11-14 Lucchi deve chiamare time out. Altri due punti in pipe della portoricana e il muro di Alberti (13-17) costringono il coach della Pomì a fermare di nuovo tutto, il settimo punto di Santana vale il 17-21, poi Lucchi inserisce Napodano al servizio per Martinez e sarà la mossa decisiva: Drews mette giù il 19-21 e allora è Caprara a chiamare time out, ma il black out prosegue perché Sorokaite e Santana attaccano fuori (21-21), poi Starcevic piazza il 22-21 chiudendo un parziale di 5-0 e inevitabilmente Caprara richiama in panchina la sua squadra. L’emorragia non si ferma, Drews firma il 23-21 ed entra Di Iulio per Tirozzi, ma Stevanovic mette giù il settimo punto di fila delle rosa (24-21) e la stessa serba chiude al secondo set point (25-22). L’inizio del secondo set è punto a punto: sul 7-7 Sorokaite si fa male alla caviglia, al suo posto entra Di Iulio che va subito a punto (7-8), poi è Tirozzi a provare l’allungo (8-10), e lo stesso capitano firma anche il 10-13 che provoca il time out di Lucchi. La Pomì ne esce sfruttando due errori delle bisontine e impattando sul 13-13, poi sul 16-16 rientra Napodano in battuta per Martinez ma stavolta Tirozzi ferma tutto sul nascere e poi Alberti mura Starcevic (16-18): Guiggi rende pan per focaccia a Tirozzi e impatta di nuovo (20-20), poi Lucchi inserisce Zago e Rondon per Lo Bianco e Drews e Martinez con un altro muro firma il sorpasso (21-20). La ex Zago mette giù il 22-20 e Caprara chiama time out per interrompere il 4-0: Di Iulio lo premia (22-21), poi entra Milos per alzare il muro al posto di Dijkema ma Martinez punisce (23-21), e in battuta va Grothues per Guiggi. Santana sbaglia e regala tre set point (24-21), Il Bisonte ne annulla due e Lucchi chiama time out, poi il super muro di Di Iulio vale il 24-24, ma qui Dijkema sbaglia la battuta e Martinez ne approfitta per chiudere 26-24. Nel terzo rientra la ristabilita Sorokaite, che realizza i primi tre punti de Il Bisonte con due attacchi e un ace (2-3), poi si gioca sul filo del grande equilibrio, fino a quando è un altro ace, della scatenata ex Tirozzi (14 punti alla fine per lei di cui 4 in battuta), a valere l’11-13 e il time out Lucchi: il capitano ne esce con un altro ace, poi si fa male al ginocchio Martinez ed entra al suo posto Guerra, ma arriva il terzo ace di fila di Tirozzi per l’11-15. Il servizio continua a funzionare alla grande perché quello di Santana vale il 14-19, il vantaggio comincia a diventare importante e stavolta Firenze non si fa riprendere e un fallo di seconda linea di Guerra vale il 16-25 che riapre la partita. Nel quarto c’è Grothues in banda con Starcevic per la Pomì, con Martinez ancora infortunata, e Il Bisonte prova a sfruttare l’abbrivio per salire 2-6 con Tirozzi: Lucchi chiama time out, la sua squadra prova a rientrare (5-6) e poi impatta con Stevanovic (7-7) e sorpassa con Drews (9-8). Stavolta è la Pomì a provare l’allungo (12-10), quando Guiggi mette giù il 14-11 Caprara inserisce Di Iulio per Sorokaite e poi il muro di Starcevic (15-11) costringe il coach a chiamare time out. Adesso è Casalmaggiore ad essere ingiocabile: le bisontine non riescono più a mettere giù il pallone, le locali scappano a forza di muri e Guiggi chiude 25-17.
LE PAROLE DI VALENTINA TIROZZI – “É stato molto emozionante tornare qui, ho sentito tanto questa partita e nei primi due set ero un po’ tesa. Ci aspettavamo una gara molto tosta, volevamo vincere ma ci siamo mangiate un bel po’ di occasioni, come spesso ci capita: in tutti i set eravamo avanti, ma poi loro non hanno mollato mentre noi abbiamo sbagliato qualcosa e alla fine hanno vinto. Siamo sempre con il cartello ‘lavori in corso’, abbiamo cambiato tanto e quindi stiamo cercando di trovare l’intesa più velocemente possibile: non è semplice ma abbiamo ancora qualche partita per toglierci qualche soddisfazione”.

sabato 27 gennaio 2018

COPPA ITALIA: Lagaris Volley Volano VS Bionatura Nottolini

Una nuova sfida. Sabato le nostre ragazze si recheranno a Trento per incontrare il Lagaris nell´ambito della prima giornata di Coppa Italia. Le nostre avversarie che occupano attualmente la prima posizione nel girone C sono una compagine ben costruita e temibile in tutti i fondamentali, con un buon impianto di gioco vario ed efficace. Sarà una trasferta difficile sia per la qualità delle avversarie, sia per la lontananza del campo di gioco, ma le nostre portacolori si sono ben preparate e vogliono giocarsela senza timore reverenziale nella tana delle trentine. Questa Coppa Italia è anche una occasione ghiotta per incrociare realtà diverse e prendere le misure con squadre che normalmente non incontriamo. Siamo certi che ne scaturirà una bella partita e che l´accoglienza che ci sarà riservata sarà all´insegna della amicizia che abbiamo già sperimentato quando, 3 anni orsono, abbiamo incontrato nei play off promozione l´Argentario Volley Trento. La società del presidente Gradi ha predisposto un pullman anche per i tifosi con partenza da Capannori alle ore 10.

Fonte: addetto stampa

Ultima amichevole vinta dalla Videomusic-FGL

Si è giocata questa sera l´ultima partita amichevole della settimana a Castelfranco di Sotto, partita giocata in cinque set, tra le squadre VIDEOMUSIC-FGL vs AMBRA CAVALLINI Pontedera vinto dalle nostra bianco celesti per 5-0. La gara ha avuto inizio alle ore 21.00 alla presenza di un buon pubblico e dalle giovani atlete U12 misto, i quali hanno colto l´occasione di vedere la propria allenatrice giocare. L´inizio gara ha visto in campo le ragazze un po´ giù di tono, ma a poco a poco con il passare dei minuti è entrata in partita e hanno iniziato a prendere la padronanza del campo fin a giungere a vincere tutti i set. Buona le prestazioni da parte delle più giovani, Melissa Tesi nel ruolo di libero, l´alzatrice Menicucci Noemi, la banda Mannucci Giulia e l´opposta Caverni Giulia. Adesso un fine settimana di meritato riposo per le ragazze di Menicucci, in quanto privo di partite di campionato, ma nella prossima settimana, giovedì 1° ottobre è in programma un´altra amichevole contro Empoli. Buona la presenza di pubblico e delle bambine che hanno seguito la partita con le proprie coreografie.

Parla Achilli: "Ci attendono 13 finali"

Ambra Cavallini al giro di boa. Un fine settimana di completo riposo per la prima squadra pontederese, utile per ricaricare le batterie in vista del secondo scorcio di stagione. La formazione biancoblu è attualmente al tredicesimo posto, ma ancora in corsa per la permanenza in categoria. La zona salvezza, infatti, dista solo tre punti, considerando che Donati e compagne avranno ancora tredici gare da disputare. L´Ambra Cavallini, neopromossa in serie B1, ha dovuto faticare molto nella parte iniziale della stagione. Dopo un mese, la dirigenza ha optato per un cambio di guida tecnica, affidando al vice Damiano Achilli il ruolo di head coach, al posto di Stefano Sassi. I primi due punti sono arrivati alla sesta giornata, sul parquet dell´Empoli, altra diretta concorrente. Poi, nell´ultimo turno del 2017, l´Ambra Cavallini ha messo a segno il secondo sigillo, nella tana dell´Aduna Padova. Positivo l´inizio del nuovo anno, con un punto strappato al quotato Macerata, ma sopratutto il 3-0 casalingo rifilato al Montale Rangone. Un risultato che ha ridato grande entusiasmo a tutto l´entourage. "Il successo di sette giorni fa - commenta Achilli - è un po´ l´immagine del nostro momento. Abbiamo voglia di rialzarsi e siamo consapevoli che, per raggiungere la salvezza, dovremo anche imporci contro squadre più attrezzate della nostra. Stiamo crescendo tatticamente, ma anche a livello caratteriale. La squadra è compatta e vuole a tutti i costi mantenere le categoria. Ogni settimana, assieme a Giancarlo Chelli e ai dirigenti, cerchiamo di lavorare al meglio e le motivazioni non mancano". Sabato prossimo, al PalaZoli, scatterà il girone di ritorno e al di là della rete ci sarà il San Giustino, che all´andata superò le Ambra´s in quattro set. "Ci attendono 13 finali - conclude Achilli - e dovremo essere brave ad affrontarle tutte con grande determinazione. Solo così riusciremo a conquistare la salvezza".

Ecco date e orari della pool a, la Emma Villas inizia domenica 4 febbraio a Spoleto alle ore 16

Sono state ufficializzate le date e gli orari delle otto partite che la Emma Villas Siena disputerà nella fase della Pool A. La squadra di coach Juan Manuel Cichello inizierà la sua avventura nella seconda fase al PalaRota di Spoleto domenica 4 febbraio alle ore 16, quando i biancoblu affronteranno la temibile compagine della Monini. La Emma Villas inizia la Pool A con 7 punti, che sono frutto dei due punti conquistati contro la Ceramica Scarabeo Gcf Roma (sconfitta al tie break per i senesi sia al PalaEstra che al PalaTiziano), dei due punti conquistati contro la Kemas Lamipel Santa Croce (vittoria al tie break al PalaEstra e sconfitta per 3-1 al PalaParenti) e dei tre punti conquistati contro la Videx Grottazzolina (vittoria per 3-0 in casa e sconfitta per 3-1 nelle Marche). La Pool A prenderà il via con questa classifica (che deriva dai risultati degli scontri diretti giocati nel corso della prima fase del campionato): Roma 13, Bergamo e Santa Croce 12, Tuscania 11, Siena e Brescia 7, Spoleto 6, Grottazzolina 4. L’esordio casalingo della Emma Villas nella Pool A sarà alla seconda giornata domenica 11 febbraio alle ore 19,30 al PalaEstra contro la Caloni Agnelli Bergamo. Nella terza giornata i senesi saranno invece di scena al PalaMalè di Viterbo domenica 18 febbraio alle ore 19,30 contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania. Domenica 25 febbraio al PalaEstra i senesi sfideranno alle ore 19,30 la Centrale del Latte McDonald’s Brescia. Poi il girone di ritorno. Domenica 4 marzo alle ore 19,30 al PalaEstra arriva la Monini Spoleto. Sette giorni dopo trasferta in Lombardia per i senesi che domenica 11 marzo giocheranno infatti a Bergamo alle ore 16. L’ultima gara interna della Pool A sarà contro Tuscania: si giocherà sabato 17 marzo alle ore 20,30. Da definire l’orario dell’ultima giornata della Pool A, in programma per domenica 25 marzo, che vedrà la Emma Villas andare a giocare a Brescia.


Inizio in Sudtirol per la Fonteviva

Inizio in Sudtirol e poi le giovani speranze del volley azzurro. La Lega Pallavolo ha pubblicato i calendari della Pool C di Serie A2 UnipolSai e per Massa c’è un esordio subito impegnativo a Bolzano. La prima al Palasport di La Spezia invece arriva alla seconda giornata e, come detto, ospiti della Fonteviva saranno i giovani talenti del Club Italia. Dal 4 febbraio inizia un nuovo campionato. Non si può dire che si riparte da zero perché le squadre si portano comunque dietro i punti fatti con le dirette concorrenti in regular season, ma comunque nuove sono le avversarie e nuovo deve essere anche l’approccio della Fonteviva a questa Pool C rispetto agli ultimi mesi tribolati e faticosi di regular season. Avversarie difficili e competitive quelle che ci propone il girone a cominciare da Bolzano che a fine 2017 si è rinforzata con gli innesti di Ristic e Giannotti e che ha in rosa giocatori di gran qualità ed esperienza come Paolo Ingrosso e Davide Quartarone, per proseguire con il Club Italia dei talenti e figli d’arte come i vari Gardini, Stefani, Cantagalli e Recine, e con Lagonegro dei nuovi attaccanti Holt (Usa) e Roberti e del bulgaro Danail e terminare, infine, con Taviano dello spagnolo Ruiz e del messicano Barajas. Insomma, un girone di ferro a cui Massa chiede i punti ed i successi non trovati in regular season e che le potranno garantire una salvezza difficile ma non impossibile, vista la progressione importante della squadra di Nello Mosca nelle ultime giornate.
Il calendario dell’Acqua Fonteviva Massa
A 04/02/2018 Mosca Bruno Bolzano - Acqua Fonteviva Massa R 04/03/2018
A 11/02/2018 Acqua Fonteviva Massa – Club Italia Crai Roma R 11/03/2018
A 18/02/2018 Pag Taviano – Acqua Fonteviva Massa R 18/03/2018
A 25/02/2018 Acqua Fonteviva Massa – Geosat Geovertical Lagonegro R 25/03/2018

La classifica di partenza della Pool C: Pag Taviano 15; Materdomini.it Castellana Grotte e Geosat Geovertical Lagonegro 9; Club Italia Crai Roma 8; Messaggerie Bacco Catania 6; Mosca Bruno Bolzano 4; Acqua Fonteviva Massa 3.

Domenica la Savino Del Bene ospita la terribile matricola Pesaro

La Savino Del Bene dovrà affrontare, domenica ore 17, la terribile matricola Pesaro. Le marchigiane hanno stupito tutti per qualità di gioco, continuità nei risultati e per la volontà di sorprendere ancora a salvezza praticamente acquisita, puntando a un piazzamento importante in classifica in vista dei playoff”. Nelle ultime partite è salita la percentuale di ricezioni positive e in contrattacco. Progressi continui sono stati fatti anche nel muro-difesa. Inoltre Van Hecke, Nizetich, Aelbrecht e Bokan garantiscono sempre un bel bottino di punti, con Olivotto in crescita da inizio stagione. Al palleggio l’estrosa Cambi ha trovato il suo alter-ego in Giulia Carraro: la giovane alzatrice del sand volley della Savino Del Bene è spesso utilizzata da coach Bertini per rendere il gioco della sua Pesaro ancora più imprevedibile. Scandicci ha, invece, dimostrato con tre vittorie consecutive la crescita dopo un breve periodo di appannamento. La squadra di Parisi migliora nella distanza nell’arco del match, alzando i ritmi nei finali di set. Segnale inequivocabile di una condizione fisica sempre più ottimale. In questa parte della stagione i segnali positivi sono arrivati da tutto il roster, con la seconda palleggiatrice, Isabella Di Iulio, che ha conquistato l’mvp proprio nell’ultimo turno di campionato. Dichiarazioni Valeria Papa: “Già all’ andata erano riuscite a metterci in difficoltà (la Savino Del Bene ha vinto 3-2 ndr)! Non sarà facile come non è facile ogni turno di campionato, dobbiamo sempre cercare di dare il massimo. Loro giocano molto bene, con carattere e unità di squadra, dovremo essere aggressive da subito. Mi aspetto una partita combattuta nella quale dovremo imporre il nostro gioco e il nostro ritmo dall’ inizio alla fine. Pesaro è capace di fare punti contro qualsiasi quadra.” Momento chiave per la regular-season? “È iniziata una fase decisiva del campionato, la classifica inizia a delinearsi. L’ importante sarà arrivare pronti all’ inizio dei playoff, cercando ora un buon livello di gioco e continuità”. Dichiarazioni Haak “Pesaro è una squadra forte e brillante, all’andata è stato difficile giocarci contro perche riuscivano a difendere molto bene. Dobbiamo avere pazienza negli scambi e dare il 100%, le ritengo anche individualmente molto forti. Questa è una partita importante – analizza l’opposto – anche per la classifica. Sappiamo che ogni singolo punto puo’ essere determinante per una buona posizione in vista playoff” Dichiarazioni Ghilardi (Pesaro) “Andremo a Scandicci per giocarci una partita a viso aperto non avendo nulla da perdere – presenta così l’incontro il libero rossoblù, Alessia Ghilardi – Loro sono una compagine costruita per vincere ma noi abbiamo già dimostrato di potercela giocare, alla pari, contro chiunque. Affronteremo la Savino sempre con lo stesso atteggiamento propositivo che è poi quello che ci ha consentito di ottenere una classifica insperata per molti ma non per noi perché abbiamo sempre creduto nel gruppo”. La partita si giocherà alle 17 e sarà trasmessa, via streaming, dal canale della Lega “LVF”, aggiornamenti costanti con Radio Bruno Toscana (radio ufficiale Savino Del Bene) e sui nostri canali social.

Il Bisonte a Cremona per lo spareggio play off con la Pomì

Rinfrancato a livello di morale e di classifica dalla bella vittoria contro Legnano, Il Bisonte si appresta a vivere un appuntamento che potrebbe essere cruciale per il prosieguo della sua stagione. Alle 20.30 è in programma la trasferta del PalaRadi di Cremona contro la Pomì Casalmaggiore, valida per la diciassettesima giornata della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A1, e in gioco c’è una buona fetta di chance di qualificarsi ai play off: le bisontine al momento sono ottave, con tre punti di vantaggio (e anche due vittorie in più) proprio rispetto alle lombarde, e quindi un successo potrebbe costituire un passo avanti molto importante nella rincorsa alla post season, oltre che un’ipoteca sulla salvezza. Forse per la prima volta dal suo arrivo a Firenze Giovanni Caprara ha avuto una settimana piena per preparare la partita, senza defezioni, e gli allenamenti sono stati all’altezza della situazione: il gruppo è finalmente al completo, l’intesa fra le ‘vecchie’ e le ‘nuove’ cresce di giorno in giorno, e tutto questo rende anche più semplice mettere in pratica le direttive del nuovo coach. Dall’altra parte però c’è una squadra più forte di quanto dica la sua classifica: martedì la Pomì ha giocato e vinto una partita importante di Cev Cup in Ungheria, invertendo un trend che l’aveva vista ko nelle ultime tre partite di campionato, e anche Lucchi sta ricevendo segnali positivi dalle ultime arrivate (Drews e Grothues), senza dimenticare che può contare su campionesse come Lo Bianco, Stevanovic, Guiggi e Martinez.
EX E PRECEDENTI – Oltre a Giovanni Caprara, che ha allenato a Casalmaggiore nella scorsa annata, sono due le ex della partita: Valentina Zago, protagonista per due stagioni con la maglia de Il Bisonte (2009/10 e 2010/11) e adesso alla Pomì, e il capitano di Firenze Valentina Tirozzi, arrivata proprio da Casalmaggiore dove ha vissuto i tre anni più importanti della sua carriera (dal 2014 a 2017), vincendo, da capitano, Scudetto e Champions League. I precedenti fra le due squadre fra B1, A2 e A1 invece sono tredici, con Il Bisonte che ha vinto tre volte (di cui due negli ultimi due confronti, entrambi al Mandela Forum ed entrambi al tie break, e solo una in casa della Pomì, a Viadana, il 7 ottobre 2012 in A2, per 3-1), a fronte di dieci sconfitte.
LE PAROLE DI GIOVANNI CAPRARA – “Quella di domani per noi è una partita fondamentale perché in caso di vittoria ci darebbe qualche speranza in più di qualificarci per i play off, anche se non sarà semplice perché sono molte le squadre che puntano a questo obiettivo. L’aspetto fondamentale è cercare di migliorare il nostro gioco: ci stiamo allenando bene in palestra e sono soddisfatto perché ogni giorno facciamo passi avanti. Stiamo lavorando molto sull’organizzazione di muro-difesa e sull’ordine in campo, e mi auguro che queste cose vengano applicate in partita perché un conto è allenarsi e un conto è giocare, con molta più tensione. Le giocatrici si stanno applicando tantissimo, poi è chiaro che il risultato dipenderà anche dagli avversari e non solo da noi”.
LE AVVERSARIE – La Pomì Casalmaggiore di Cristiano Lucchi ha parzialmente cambiato volto rispetto all’andata, visto che a fronte delle partenze delle canadesi Megan Cyr e Sarah Pavan e della cinese Zeng Chunlei sono arrivate l’opposto statunitense Annie Drews (classe 1993), reduce da una prima parte di stagione a Legnano, e l’olandese Maret Grothues-Balkenstein (1988), proveniente dal Chemik Police ma già vista in Italia con Parma, Giaveno e Bolzano. Drews dovrebbe far parte del 6+1 titolare in diagonale con la palleggiatrice Eleonora Lo Bianco (1979), mentre Grothues probabilmente si giocherà i due posti in banda con la dominicana Brayelin Martinez (1996) e la croata Ana Starcevic (1986). Per il resto, al centro giocheranno la serba Jovana Stevanovic (1992) e Martina Guiggi (1984), mentre il libero sarà Imma Sirressi (1990).
IN TV - La partita fra Pomì Casalmaggiore e Il Bisonte Firenze sarà trasmessa in diretta streaming da LVF TV (www.lvftv.com), la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile visibile agli abbonati in HD. La gara sarà poi trasmessa in differita da Tele Iride, la tv ufficiale de Il Bisonte (canale 96 del Digitale Terrestre), martedì alle 22.20 e poi venerdì in prima serata alle 21.20.

U 18/F: Una vittoria nell'ultima giornata a Pistoia (0-3)

Il Montebianco chiude al quinto posto: solo il quoziente set nega la qualificazione alle bianconere
Arriva all'epilogo anche il campionato riservato alla categoria U 18 Femminile. In vista dell'ultimo atto ufficiale, il Montebianco va alla "Cino", a Pistoia, sul parquet del fanalino di coda Pistoia Volley La Fenice Blu. Una gara che, dal punto di vista dei giochi in classifica, non ha più stimoli da dare a nessuna delle due contendenti. In particolare, le pievarine, pur con la possibilità di agguantare la quarta classificata Ctt Monsummano, avrebbero, anche in caso di vittoria con il massimo punteggio (3-0), un quoziente set sfavorevole a parità di vittorie. Nelle file bianconere c'è comunque l'intenzione di concludere al meglio il torneo. Roster in buona parte rivoluzionato per l'ininfluente impegno sul campo di via Rossi. Elena Paladini schiera Sorini-Travaini in diagonale, Charlier-Toci al centro, Marega-Lucherini in banda, Petrucci libero. Il primo set si incanala presto sul versante della compagine ospite, ad imprimere intensità dai nove metri, prendendo presto le distanze dall'avversario. Qualche errore di disattenzione, ad esempio in ricezione e difesa, consente alle fuxiablu di Marzia Faucci di collezionare qualche punto a proprio favore, pur senza mettere in discussione l'esito di un parziale che scivola via sul 16-25. Cartello di senso unico valido anche per le frazioni successive, sempre favorevoli nel gioco e nel punteggio alla squadra di Paladini. Nel secondo set entra al centro Franchi per Charlier, mentre nel terzo set trovano gloria anche le '03 Gallo, libero, e la schiacciatrice Bellomo, che ben si disimpegna con ottimi attacchi. Il Montebianco archivia la pratica con i rispettivi punteggi di 13-25 e 10-25. La formazione di Branduardi e Paladini raggiunge i 18 punti. C'è tanto rammarico per non essere riusciti a strappare il pass per la seconda fase del campionato di categoria, che, forse, le ragazze avrebbero meritato per quanto dimostrato nel complesso, anche per quanto riguarda l'aspetto relativo alla coesione e solidità del gruppo. Tuttavia, è stato lasciato per strada qualche set di troppo nel girone di ritorno: in particolare gridano vendetta almeno tre partite, come quella con l'Aglianese (2-3), Ctt Monsummano (0-3) e Blu Volley (3-2), dove, con le quarratine, sarebbe stato importante realizzare tre punti anziché due. Comunque, è doveroso un applauso ad atlete e staff tecnico per l'impegno profuso, riuscendo a migliorare rispetto al poco felice torneo dell'anno passato.
Pistoia Volley La Fenice Blu-Montebianco Volley 0-3 (16-25/13-25/10-25): Bellomo, Charlier, Franchi, Gallo (L2), Lucherini, Marega, Petrucci (L1), Sorini, Toci, Travaini. All.: Paladini.

giovedì 25 gennaio 2018

Pontedera, tre punti contro UPC

GS BELLARIA VOLLEY VS UPC VOLLEY 3 - 1
25-17; 25-12; 17-25; 25-19
Si conclude positivamente l´ultima gara di andata del campionato di serie D (girone B) per la squadra di Lapiccirella e Madonia, che liquida la squadra di Camaiore per 3 a 1. Tre punti importanti in termini di classifica: siamo stabilmente al sesto posto, a 3 punti dalla quinta. Inizio scoppiettante per le verdi/blu, che giocano con determinazione mostrando al pubblico del Pala Matteoli una buona pallavolo. Le ospiti cercano di reagire, ma devono alzare bandiera bianca col punteggio finale di 25-17. Nel secondo set lo smarrimento delle ragazze di Camaiore concede ampi spazi alle bellarine, che dilagano e chiudono il set sul punteggio di 25-12. Sembra fatta; ma la vittoria facile dei primi due set gioca un brutto scherzo alle verdi/blu, che partono male e finiscono peggio, risollevando il morale delle ospiti che si aggiudicano il terzo set per 17-25. Nel quarto set coach Lapiccirella effettua dei cambi e la scelta rende vitalità alla squadra, che sul punteggio di 12 pari prende in mano le redini del gioco e conquista set e partita col punteggio finale di 25-19. Sabato prossimo turno di riposo, si riprende Sabato 03/02/2018 con la trasferta serale a Marina di Massa.

Serie B2 Femminile: ValdarnInsieme sottotono sconfitto dal Giglio

Pallavolo I’Giglio Castelfiorentino Vs ValdarnInsieme 3-1
(25-19; 17-25; 25-22; 25-20)
Un ValdarnInsieme sicuramente rimaneggiato e sottotono subisce una dura sconfitta sul difficile campo del Castelfiorentino, che nell’occasione ha dimostrato di valere più della posizione occupata. Che la partita fosse delicata era sicuramente nelle previsioni, vista la difficile situazione in classifica delle gigliate, ma ha rendere la vita ancor più difficile a Callossi e compagne è arrivato anche l’avvicendamento in panchina della squadra di casa dove Tagliagambe ha preso il posto di Mancini, rivitalizzando nel morale Casini e compagne. ValdarnInsieme ancora in emergenza, ancora assente Butnaru e Callossi ferma ai box, Bianchi si affida al sestetto della scorsa settimana, con Michelini in palleggio, Migliorini opposto, Casimirri e Manetti al centro, Mantelli e Bechelli come attaccanti di banda e Gosi e Morandini ad alternarsi come liberi nelle due fasi di gioco. Partenza lanciata per le ragazze di Tagliagambe, decise a ben figurare davanti al nuovo tecnico, il ValdarnInsieme sembra incapace di reagire, entrano anche Monchi e Cappucioni, ma le ragazze di casa sono padroni del gioco e chiudono con un netto 25-19. Secondo set con le valdarnesi che sembrano trovare finalmente il bandolo del gioco, la ricezione inizia a funzionare e la difesa riesce a contenere gli attacchi di Casini e Orenzini, il set vede le valdarnesi chiudere 25-17 e riequilibrare il risultato. Terzo parziale con partenza shock per Mantelli e compagne, il Giglio prende subito il largo, Bianchi cambia Manetti e Mantelli con Cherici e Cappucioni, il ValdarnInsieme recupera e si fa sotto fino al 22-23, ma la rimonta non si concretizza e le ragazze di casa chiudono il set 25-22. Partenza del quarto parziale sulla stessa linea del precedente con le ragazze di Tagliagambe rinfrancate e galvanizzate dalla vittoria del set precedente, la possibilità di una vittoria comunque importante e difficile fa aumentare le forze e la determinazione di Lari e compagne, il Giglio non lascia scampo ad un ValdarnInsieme troppo molle e poco convinto a ribaltare il risultato, il parziale non è mai in discussione e le padrone di casa chiudono 25-20 mettendo in cascina punti importanti che gli permettono di mantenere a distanza la Rinascita al momento quart’ultima in classifica. Con questa sconfitta il ValdarnInsieme chiude il girone di andata al terzo posto, posizione sicuramente lusinghiera e insperata alla luce delle importanti assenze subite, se consideriamo che Butnaru, giocatore di punta, è stata disponibile solo le prime due partite e Callossi è praticamente ferma da Natale, il cammino delle ragazze di Bianchi è da considerare più che positivo. Dopo il turno di riposo, il ValdarnInsieme è atteso da un inizio di girone di ritorno che assomiglia a un tour de force , alla ripresa Callossi e compagne sono attese dal difficile scontro contro il San Michele che sarà ospite delle valdarnesi Domenica 4 Febbraio; partita delicata contro una squadra in continua evoluzione che, dopo una partenza difficile, ha ottenuto una serie di risultati importanti che l’hanno portato in una posizione di classifica importante. Ci sarà da soffrire e servirà senz’altro, come sempre, l’apporto del nostro pubblico che aspettiamo numeroso più che mai per divertirci insieme e tifare ValdarnInsieme; appuntamento fissato per Domenica 4 Febbraio al Pala Matassino, ore 17 e 30.

TEAMVOLLEY FIRENZE - RINASCITA FIRENZE 0 - 3

Tutto facile per la rinascita che davanti ad un pubblico d´eccezione,tutto lo staff tecnico del Bisonte presente ad assistere alla gara, si impone con un perentorio 3-0. In realtà la partenza ospite è diesel, e fino alle battute finali riesce ad allungare, piazzando solo negli ultimi scambi la zampata vincente 25-23. Poco piu di una formalità gli altri 2 set con tutte le ragazze che sono scese in campo che hanno ben figurato. Dopo la pausa campionato, si riprenderà con la trasferta a Jesi attualmente a 22 punti.
Tabellini: Caroti 12 Dos Reis 20 Mezzedimi 2 Coppini 6 Romanelli 0 Ceccatelli 0 Viti 4 Mariotti 3

Serie D: Vba Hoster Food VS Nottolini 0-3

Vittoria di prestigio quella che le nostre ragazze hanno colto sul campo del quotato Hosterfood, che alla vigilia sembrava un avversario proibitivo e fuori dalla nostra portata, ma che con una gara accorta e di spessore le nostre ragazze hanno reso possibile ottenendo anche l´intera posta in palio. Questi 3 punti significano molto non solo per la classifica, ma sopratutto perché certificano la nostra crescita e la capacità di misurarsi con chiunque senza timore reverenziale, anzi affrontando ogni sfida con sfrontatezza e con il coltello tra i denti. Le nostre ragazze hanno sfoderato una prestazione di livello con pochissimi errori e hanno saputo mantenere costante il livello di concentrazione per tutti i sets.

Fonte: Addetto stampa

Dream Volley Fucecchio vince per 3-2 a Mantova e centra la storica qualificazione in Coppa Italia!

DREAM VOLLEY FUCECCHIO: Caramelli 1, Ferretti 9, Lusori, Rossi n.e., Gori n.e., Aliberti 10, Giani n.e., Lupetti (L), Freut n.e., Lumini 11, Rocchini 8, Hendriks 20, Lazzeroni 4, Tesi (L). All.: Nuti-Benvenuti.
TOP TEAM MONTEPASCHI MANTOVA: Nibbio 6, Giglioli 25, Gola 17, Bigarelli 13, Artoni 4, Ferri Lazzaroni 7, Trentin (L), Bertazzoni 2, Rovesta n.e., Lorenzi n.e., Shelepayuk n.e., Baraldi. All.: Guaresi-Rossi
Arbitri: Scarpulla e Pasquali
Successione set: 25-18/25-21/22-25/19-25/15-17.
Battute sbagliate Fucecchio: 17; Aces: 6; Muri: 10.
Battute sbagliate Mantova: 23; Aces: 11; Muri: 10.
Il Dream Volley Fucecchio riesce ad aggiudicarsi una partita data da tutti per persa, sotto 0-2, per poi vincere in trasferta per 3-2 contro l´ostica formazione della Montepaschi Mantova dopo più di 2 ore e 30 di gioco, centrando la storica qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia. Il girone di andata si conclude dopo la 13esima giornata e sancisce i bianconeri guidati dagli allenatori Marco Nuti e Federico Benvenuti come campioni di inverno, dopo una entusiasmante cavalcata che li vede vittoriosi su ben 10 partite delle 12 giocate ed un bottino di 29 punti all´attivo; con i diretti inseguitori, ovvero Campegine, che guadagna un punto e si porta ad una lunghezza mentre in terza posizione troviamo Mirandola a quota 25 punti. Questo è quanto basta alla squadra fucecchiese per centrare un traguardo mai raggiunto fino ad oggi nella venticinquennale storia del club. La partita di Sabato scorso è stata una vera e propria lotta all´ultimo punto, con Mantova in grado di mettere seriamente in difficoltà Rocchini e compagni nelle prime 2 frazioni di gioco, ma che poi deve cedere sotto i colpi di un ritrovato Niki Hendriks, che non ancora al 100%, mette in campo una prova di carattere, aiutato dal giovane schiacciatore-ricevitore Aliberti in serata di grazia e con ben 10 punti all´attivo. In avvio di primo set Marco Nuti schiera la formazione: Lazzeroni-Rocchini, Caramelli-Lumini, Ferretti-Lusori e libero Lupetti, con Hendriks tenuto ai box per salvaguardare il suo recupero dopo il brutto infortunio alla caviglia a cui è andato incontro 2 settimane fa. Mantova dalla sua schiera: Nibbio-Giglioli, Bigarelli-Gola, Ferri Lazzaroni-Artoni con libero Trentin. Pronti via è Mantova a fare la voce grossa, portandosi da 8-7 al punteggio di 16-7. Pare proprio che i bianconeri siano rimasti nello spogliatoio, e Nuti è costretto a dare una scossa alla squadra rilevando uno spento Caramelli con Aliberti, ma ciò non basta a recuperare un set ormai andato, chiuso dagli avversari per 25-18. Nel secondo set Rocchini ritorna nel ruolo di centrale al posto di Lusori ed Hendriks in campo come opposto per tentare la carta del tutto per tutto. I fucecchiesi reagiscono quindi ad un inizio di partita disastroso e finalmente macinano punti su punti, con Lazzeroni che fa girare il suo reparto schiacciatori come non mai. Ma sul 8-14 si spenge ancora la luce e Mantova recupera, complice un ottimo Bigarelli che alterna giocate di potenza a colpi da "beach" spiazzando ripetutamente il muro fucecchiese. Ancora una volta il Dream Volley Fucecchio è costretto a cedere campo e nemmeno Lumini riesce a stoppare l´avanzata avversaria che si conclude sul 25-21. Ciò che è stato visto di buono nel secondo set però non viene gettato alle ortiche nella terza ripresa dove Fucecchio si rende finalmente conto dell´importanza della posta in palio e riesce ancora una volta a scuotersi dal torpore e giocare con grinta e determinazione. Il terzo ed il quarto set sono uno la fotocopia dell´altro; Fucecchio lotta punto a punto e accelera sul finale con Lupetti in crescendo in difesa dove recupera a più riprese le bombe dell´opposto Giglioli, e con Hendriks e Lumini inarrestabili. Sul punteggio di 2-2 si va al tie-break, vera e propria roulette russa dove tutto può accadere. Mantova e Fucecchio avanzano punto a punto fino al 12-11, ma sul finale grazie a un muro punto di Ferretti ed a un ace di Hendriks su battuta float Fucecchio si porta sul 14-12. Clamorosa l´azione successiva con Lazzeroni per Aliberti, con alzata a smarcare (senza muro) per il punto che avrebbe chiuso la partita, dove il giovane schiacciatore sbaglia con un attacco in rete e riapre le speranze mantovane, che si portano addirittura avanti sul 15-14 con Hendriks a firmare il pareggio. È però lo stesso Aliberti a farsi perdonare con un ottimo turno finale in battuta dove dopo il primo servizio chiuso dal rigore di Ferretti, conclude con un ace la partita finalmente sul risultato di 2-3. Senza dubbio è stata una partita dalle due facce con un avvio disastroso e remissivo da parte dei giocatori bianconeri, ma con una conclusione eccellente che oltre a garantirci il primato in classifica al giro di boa del campionato ci permette di accedere ai quarti di finale di Coppa Italia. Ora non ci resta che festeggiare il bellissimo traguardo raggiunto, ma senza perdere di vista il prossimo impegno che ci attende in terra emiliana per la prima giornata di ritorno del campionato Sabato 3 Febbraio, contro Villadoro Modena.

C: Firenze Volley troppo forte, Peimar ancora al palo

Prosegue il ciclo di partite "impossibili" per la Peimar Entomox Calci. La capolista Firenze Volley si conferma squadra da categoria superiore e rimanda battuti i blucelesti in tre set senza concedere molto. Coach Baldacci, stante l´assenza di Contatore, aggrega alla rosa Mario Armani, classe 2002, e schiera in avvio il sestetto consueto con Nardi dentro e Basti libero. L´approccio è buono, i ragazzi sono carichi ma la battuta in salto dei padroni di casa scava un solco e condiziona pesantemente la prima frazione. La panchina inserisce allora Baggiani, come libero, e Rosati al centro, ancora un buon avvio poi cala Di Nasso e allora il mister calcesano inserisce Armani, un discreto esordio per lui anche se Firenze chiude il set a 17. Il terzo set viene riproposta la formazione iniziale, la Peimar si porta addirittura avanti di qualche punto poi i locali rientrano e vanno a chiudere. Non sono queste le partite per blindare la salvezza, i punti ad ogni modo vanno cercati ovunque e su ogni campo. Dopo la sosta trasferta altrettanto difficile a Scandicci.
FIRENZE VOLLEY - PEIMAR ENTOMOX CALCI 3-0
Parziali: 25-14, 25-17, 25-19.
PEIMAR ENTOMOX CALCI: Armani, Baggiani, Baronti, Basti, Bertolini, Cerretini, Del Francia, Di Nasso, Giusti, Lorenzetti, Nardi, Nelli, Rosati. All. Baldacci.

Emma Villas Volley, la squadra di serie C conquista la vittoria in tre set a Colle Val D’Elsa

La formazione della Emma Villas che milita in Serie C vince una gara non semplice a Colle Val d’Elsa. I ragazzi allenati da coach Raimondo Della Volpe conquistano in questo modo tre punti che consentono ai biancoblu di chiudere in seconda posizione il girone di andata, a due punti dalla capolista Sestese e con due punti di vantaggio sul Club Arezzo che è terzo in graduatoria. “Abbiamo iniziato la partita con il giusto approccio – commenta Luigi Banella, responsabile del settore giovanile di Emma Villas Volley –, abbiamo giocato un buon primo set e abbiamo proseguito il match in scioltezza. Faccio i complimenti alla squadra che ha disputato certamente una buona partita, la prestazione è stata positiva. Quello di Colle Val d’Elsa è un campo difficile, noi abbiamo fatto assai bene nei fondamentali di seconda linea come la ricezione e la difesa e abbiamo prodotto un buon contrattacco”. Il campionato adesso si ferma per una settimana e riprenderà con la prima giornata di ritorno sabato 3 febbraio, quando alle ore 21,15 la squadra della Emma Villas sarà impegnata a Monte San Savino. “Sarà un altro incontro complicato – prosegue Banella –, da giocare in un palazzetto con misure ridotte e con non molto spazio lateralmente e dietro alla linea di fondo campo. Loro sono una buona squadra, quindi dovremo fare attenzione e dare vita ad una buona prestazione per poter centrare un risultato utile. La classifica dimostra che questo è un campionato assolutamente aperto, noi comunque siamo soddisfatti perché abbiamo disputato un girone di andata positivo. Il nostro obiettivo lo abbiamo dichiarato all’inizio della stagione e rimane quello di conquistare una delle prime quattro posizioni. Al momento siamo secondi, quindi va bene. La squadra è cresciuta da inizio campionato, si vedono netti progressi e miglioramenti. Siamo anche disponibili a quelle che sono le esigenze della prima squadra, sono contento che i giocatori della formazione di Serie C siano utili anche negli allenamenti del team che milita nel campionato di A2”. La formazione che disputa il campionato di Prima Divisione ha vinto l’ultima gara disputata a Chiusi, con il punteggio di 3-1, contro il Casentino Volley. “E’ stata una buona partita da parte nostra – dice Banella –, siamo riusciti a vincere senza grossi problemi. I primi due set si sono conclusi ai vantaggi, uno vinto da noi e uno vinto dal team ospite. Poi siamo cresciuti, abbiamo alzato il ritmo e il livello del nostro gioco e abbiamo conquistato terzo e quarto parziale”. La squadra Under 16 ha invece perso a Cortona per 3-1 contro il team locale del Cortona-Savinese. “Affrontavamo una compagine che è prima in classifica – spiega il responsabile del settore giovanile di Emma Villas Volley – e che è ancora imbattuta in questo campionato. Non era semplice riuscire a fare risultato. In classifica siamo terzi e il nostro obiettivo resta quello di mantenere questa posizione per poter disputare un concentramento che metterà in palio un posto nella finale regionale”. La Under 14 di Chiusi ha vinto in trasferta (1-3) contro Cortona, conquistando in questo modo l’accesso matematico alla fase finale regionale. L’Under 14 di Siena ha vinto 3-0 in trasferta, ad Arezzo, conquistando il suo quarto successo in campionato. Si è svolto anche il primo concentramento della formazione Under 13, scesa in campo in due partite ad Arezzo. L’esito non è stato buono: i giovani senesi hanno perso per 3-0 contro Archiano e per 2-1 contro il Club Arezzo. Quella appena trascorsa è stata anche la domenica dell’inizio della Boy League. I ragazzi della Under 14 di Chiusi della Emma Villas Volley sono stati impegnati a Genova, dove hanno affrontato i campioni d’Italia di categoria della Colombo Genova e Santa Croce. Contro la squadra della provincia di Pisa la Emma Villas si è imposta per 3-0 mentre contro i genovesi è arrivata una sconfitta per 2-1. “Contro Santa Croce – commenta Banella – siamo riusciti a vincere anche con parziali netti a 11, 17, 17. Abbiamo giocato molto bene, siamo stati lucidi, attenti e concentrati e abbiamo commesso pochissimi errori. Contro Genova, un team con giocatori dal grande fisico e dall’ottima tecnica, abbiamo conquistato un set che potrebbe comunque farci comodo in quella che sarà la classifica finale. Al termine del primo concentramento abbiamo ricevuto i complimenti per la nostra squadra ed i nostri ragazzi e questo ci fa piacere. E’ stata un’ottima esperienza e cercheremo di ripetere i buoni risultati anche nei prossimi due concentramenti”. I quali si svolgeranno domenica 28 gennaio a Santa Croce e domenica 4 febbraio a Chiusi, due giornate nelle quali si sfideranno ancora tutte e tre le formazioni.

Ecco date ed orari della Poule Promozione

Nella foto di Veronica Gentile: Benaglia sorprende, con una veloce, il muro dell’Aversa.
Ci sono già le date e gli orari delle gare della poule promozione in cui la Kemas Lamipel sarà impegnata a partire dal prossimo 4 febbraio. I “Lupi” debutteranno a Brescia contro la formazione lombarda, condotta in regìa, dall’ex biancorosso Tiberti. Inizio del confronto alle ore 18. La domenica successiva, 11 febbraio, i biancorossi ospiteranno lo Spoleto (ore 19,30) che avrà in panchina un tecnico già visto, qualche anno fa al PalaParenti: Luca Monti. La terza gara in programma vedrà i conciari in quel di Bergamo, esattamente sabato 17 febbraio alle ore 19,30. Poi, la Kemas Lamipel riceverà i laziali del Tuscania e, fate bene attenzione, questo confronto, verrà disputato alle ore 21 di venerdì 23 febbraio in casa. Questo sarà l’ultimo match del mese più corto dell’anno, mentre marzo si aprirà – domenica 4 – col match col Brescia (ore 18) al PalaParenti. Sabato 10 marzo (ore 20,30) la formazione santacrocese sarà a Spoleto per la partita di ritorno con la Monini, mentre sabato 17 marzo i “Lupi” riceveranno Bergamo (ore 20,30) al PalaParenti. Non è stata ancora resa nota dalla Lega Volley la data in cui la formazione di coach Totire giocherà in trasferta a Tuscania. In totale otto partite quindi, tutte ad alto tasso di difficoltà, visto il valore delle avversarie, le migliori del Girone Blu della A2. Si tratta di compagini già incontrate più volte dai “Lupi”, nella loro storia. Spoleto e Bergamo vantano interessanti precedenti, ma anche con Brescia i conciari se la sono già vista. Infine Tuscania, un avversario piuttosto recente, con cui i biancorossi hanno avuto a che fare, negli ultimi anni, prima in B1 e poi in A2. Ma, nel dettaglio, ne parleremo più avanti. Intanto Miscione e compagni stanno allenandosi in vista dei prossimi impegni e ieri sera, il giovane libero di Pietrasanta, Andrea Andreini, ha parlato della sua gara da titolare fisso in quel di Tricase contro Alessano. “Ho sostituito Taliani, fermo ai box per un piccolo problema alla schiena -ha detto Andreini – giocando tutta la partita. E’ stata una bella esperienza, con un pò di emozione all’inizio. Però credo di essermela cavata egregiamente. I compagni di squadra mi hanno tutti aiutato, incoraggiato e consigliato e, proprio Taliani, è stato quello che mi è stato vicino più di tutti”.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi “ Santa Croce

L'ultimo acuto ha ridato vigore alla Fonteviva

L’ultimo acuto ha ridato vigore alla Fonteviva. Un successo che vale doppio perché i due punti colti con Castellana tornano utili per la seconda fase. Una vittoria che pesa moltissimo per il morale e le sicurezze di una squadra che stava attraversando un momento difficile. Tre punti che portano la firma anche e soprattutto di Andrea Masini. L’ex allenatore di Massa, infatti, di fronte alla richiesta d’aiuto della società ha risposto presente togliendo dagli impicci una Fonteviva fortemente rimaneggiata. “Quella che ha preceduto la sfida con Castellana è stata una settimana molto complessa e dalla quale siamo usciti bene grazie ad Andrea Masini – conferma il patron Italo Vullo - Con Leoni fuori uso, il suo aiuto è stato fondamentale per arrivare a vincere la gara e quindi a tenere accesa la speranza nella salvezza”. Già perché Massa si è presentata alla gara di domenica con tanti problemi. “Oltre a Leoni avevamo però anche Calarco febbricitante e, considerato che avevamo risolto il contratto con de Marchi, che ormai si allenava pochissimo a causa di dolori e piccoli infortuni, abbiamo affrontato la vigilia dell’ultima sfida in piena emergenza, Tra l’altro, per completare il quadro sui nostri tesserati, avevamo chiesto un aiuto anche a Zanni, il nostro secondo palleggiatore che si è ripreso dall’infortunio che gli ha impedito di giocare fino ad oggi, ma si è rifiutato di tornare e, visto che è ancora tesserato con noi, decideremo più avanti i provvedimenti da prendere nei suoi confronti”. Insomma, anche grazie a Masini, la Fonteviva può guardare al futuro con maggiore fiducia? “Dobbiamo ringraziare Masini che ha accettato la nostra richiesta di aiuto ed ha giocato cinque set di ottima pallavolo. Questa vittoria è la prova che quando giochiamo compatti, da squadra, i risultati arrivano. Un bel segnale in vista di una seconda fase che va affrontata con il giusto spirito. Partiamo da ultimi ma abbiamo due gare in più da giocare rispetto alle avversarie dell’altro girone e questo rende la nostra salvezza un’impresa possibile ed in cui dobbiamo credere”. Adesso pausa e poi, dal 4 febbraio, il via alla seconda fase di campionato. In virtù dei risultati dell’ultimo turno di regular season approdano alla Pool C le seguenti squadre: Pag Taviano, Messaggerie Bacco Catania, Geosat Geovertical Lagonegro, Materdomini.it Castellana Grotte, Acqua Fonteviva Massa, Mosca Bruno Bolzano, Club Italia Crai Roma. La formula prevede che ogni squadra giochi gare di andata e ritorno contro le formazioni che non ha già incontrato in regular season. Ogni formazione, inoltre, si porta dietro i punti conquistati contro le altre squadre del proprio girone che sono approdate alla Pool C. L’acqua Fonteviva Massa parte quindi a quota 3 in virtù del tie break perso con Catania e del successo al quinto con Castellana Grotte.

Le statistiche de Il Bisonte dopo la sedicesima giornata di A1

Il successo contro Legnano ha finalmente sbloccato Il Bisonte, che è tornato a far punti dopo quattro sconfitte consecutive e ha permesso a coach Caprara di godersi il suo primo successo da quando siede sulla panchina di Firenze, alla terza partita. Adesso la sua squadra ha sei punti di vantaggio sulla zona retrocessione e tre da amministrare per rimanere in quella play off, ma è attesa da un match che può essere fondamentale su entrambi i fronti, la trasferta di sabato sera al PalaRadi di Cremona contro la Pomì Casalmaggiore. Intanto, dopo la sedicesima giornata di serie A1, le statistiche di squadra dicono che Il Bisonte Firenze è quinto per numero di ace (71), in una classifica guidata da Conegliano con 87, dodicesimo e ultimo per numero di muri (130), in una classifica guidata da Scandicci con 173, e primo per numero di ricezioni perfette (611), con Busto Arsizio seconda con 563. A livello individuale Indre Sorokaite è la giocatrice più prolifica de Il Bisonte con 269 punti, sesta in una classifica generale guidata da Isabelle Haak di Scandicci (347), davanti a Paola Egonu di Novara, seconda con 304, e a Katarina Barun-Susnjar di Modena, terza con 284. La seconda realizzatrice fra le bisontine è Valentina Tirozzi, tredicesima con 210 punti, mentre la centrale più prolifica di Firenze è Hannah Tapp, quarantacinquesima generale con 120 punti nonchè tredicesima 'cannoniera' nel suo ruolo in una classifica guidata da Laura Heyrman di Modena con 176, seguita da Jovana Stevanovic di Casalmaggiore, seconda con 170, e da Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci, terza con 164. Adenizia Ferreira Da Silva di Scandicci è invece in testa alla classifica generale dei muri vincenti con 65, con Hannah Tapp che è quindicesima con 29 e prima delle bisontine, mentre Micha Danielle Hancock di Monza è prima nella speciale classifica degli ace con 28, con Indre Sorokaite quarta con 22 e prima de Il Bisonte, e Yamila Nizetich di Pesaro è in vetta alla graduatoria delle ricezioni perfette con 233, con Beatrice Parrocchiale seconda con 223 e prima di Firenze. A livello di coppie di centrali, quella de Il Bisonte (Tapp e Alberti) è al decimo posto per punti realizzati (202), in una graduatoria guidata da quella di Casalmaggiore (Stevanovic-Guiggi) con 315, davanti a quella di Pesaro (Aelbrecht-Olivotto), seconda con 296, e a quella di Busto Arsizio (Stufi-Berti), terza con 262.

mercoledì 24 gennaio 2018

Montelupo supera 3-1 l'Ariete Volley

Foto aspmontelupopallavolo.net
Torna alla vittoria la nostra Serie C nell'ultimo turno del girone di andata; e lo fa di prepotenza, contro una diretta avversaria impegnata nella lotta per non retrocedere. L'incontro con il Prato, come preannunciato alla vigilia da Coach Innocenti, era certamente più alla portata del giovane gruppo della Savino Del Bene, rispetto all'avversario affrontato Sabato scorso. Tuttavia, c'era da migliorare approccio alla partita e tenuta di gioco, per avere la meglio contro un Ariete Prato affamato di punti salvezza. La nota più importante, per quel che riguarda la formazione, è che la Savino Del Bene ritrova, finalmente, dopo un mese di stop, la sua palleggiatrice titolare, Lucia Martini, a pieno servizio. Inizio gara con le squadre che si studiano e cercano di limitare gli errori; un set giocato in equilibrio ma che sul finire premia le ospiti che chiudono 25-22. Cambio campo e diverse cose da registrare; coach Innocenti sistema alcuni situzioni di gioco e chiarisce ancora alle sue, l'importanza della posta in palio. Da qui in avanti sarà un'altra gara. La Savino Del Bene comincia a macinare gioco: battuta e, soprattutto, muro difesa, tornano a funzionare alla perfezione. L'Ariete non molla, e i parziali dimostrano che la partita è giocata punto a punto, ma alla fine sono le nostre a chiudere 25-21 il secondo set e, con un doppio 25-18, a conquistare il 3-1 finale. “Finalmente siamo riusciti a recuperare tutti gli effettivi – commenta soddisfatto Mauro Innocenti, allenatore della Savino Del Bene – Questo è stata una cosa importante e finalmente siamo riusciti a spezzare la serie di sconfitte. Non è stata una partita ben giocata dal punto di vista tecnico, anche perché c'era molta tensione, tenendo conto che avevamo di fronte un avversario diretto nella lotta per non retrocedere. Lucia non è ancora precisissima, dopo un mese di stop, ma almeno utilizzabile a pieno regime; e importante è stato anche l'inserimento delle due atlete del 2003, Saletti e Parrini, che hanno dato un bel contributo per la vittoria”. Ovviamente, coach Innocenti, spende anche due parole per analizzare la prima parte di stagione: “Il bilancio del girone di andata è tutto sommato positivo; certamente avremmo potuto fare qualcosa di più, ma siamo stati colpiti da troppi infortuni; prima i 20 giorni out di Lupi; poi i 30 giorni di Martini e altre cose di minor entità, che hanno però sempre influenzato il rendimento del gruppo in allenamento e di conseguenza in gara. Per il girone di ritorno confido di riuscire a fare qualcosa in più, anche perché abbiamo alle spalle una preparazione fisica adeguata, che ci potrà sostenere nei momenti di stanchezza, dovuta ai mesi di lavoro”. Da sottolineare che, dopo la sconfitta di Riotorto, la squadra si è confrontata con tutto lo staff tecnico durante la settimana, per preparare al meglio questa importante partita. C'era delusione per una prestazione non all'altezza delle proprie possibilità ed era necessario invertire la rotta che ci vedeva sconfitti da troppe settimane. Se è vero che la permanenza in Serie C, infatti, rientra all'interno di un regolamento FIPAV adottato ad inizio stagione, è anche necessario sottolineare che la voglia di lavorare e la determinazione che le ragazze mettono in palestra durante la settimana, non lascia dubbi al fatto che Bini e compagne, vogliano conquistare la salvezza sul campo: “Oggi abbiamo preso tre punti importanti su una diretta avversaria per la salvezza – ha commentato proprio Capitan Bini a fine partita – Quest'anno la serie C è l'unico campionato che stiamo disputando, perché la maggior parte di noi ha terminato il percorso delle giovanili, e per questo lavoriamo per imparare, ma anche per fare il possibile per dimostrare che possiamo restare in questa categoria, guadagnandoci la salvezza sul campo”. Dichiarazioni importanti e chissà, forse rivolte a coloro che pensano ancora di trovare il Sabato, una Savino Del Bene salva “per legge” e perciò facile da ammaestrare. Invece, la determinazione e la concentrazione con cui questo gruppo affronta ogni partita, ha nel mirino quell'obiettivo che tutta la Società vorrebbe festeggiare sul quadrato di gioco a fine stagione.
SDBVP – Ariete Prato Volley Project 3-1 (22/25 – 25/21 – 25/18 – 25/18)
Savino Del Bene Volley Project – Claudia Bambi; Ester Bini; Anna Castellani; Laura Castellani; Sara Collini; Benedetta Dozi; Francesca Lupi; Lucia Martini; Alessia Parrini; Anna Saletti; All. Mauro Innocenti; II All. Gianmarco Fibbi; Dirigente Accompagnatore Paola Scardigli

Rosignano chiude con una sconfitta il girone di andata.

Sei Rose Rosignano – Volley Livorno 0 – 3 parziali 21/25 – 22/25 – 19/25
Perde il Rosignano in casa contro il Volley Livorno, probabilmente la squadra più in forma di tutto il girone in questo momento. Rosignano non ha però demeritato, ha lottato fino in fondo ma ha dovuto cedere ad una squadra più organizzata. Qualcosa in più poteva essere fatto soprattutto nel primo set, dove i nove servizi sbagliati hanno agevolato notevolmente le avversarie che non hanno certo bisogno di regali. I primi due set persi rispettivamente a 21 e 22 sono stati giocati sostanzialmente alla pari fino circa a metà dei set, poi il Livorno ha piazzato i break decisivi. Nel terzo set il Rosignano si è trovato subito ad inseguire nel punteggio le avversarie, accusando problemi in ricezione, ma ha reagito e ha impattato il punteggio a 16, salvo poi subire nuovamente in ricezione che insieme a qualche errore di troppo anche in difesa ha lasciato la strada libera al Livorno di conquistare il set a 19 e l’intera posta in palio. Il campionato riprende tra due settimane con l’inizio del girone di ritorno. Bisogna lavorare sodo in palestra per farsi trovare pronte a lottare.
Formazione: Santini, Beltrando, Pintimalli, Sammuri, Pardini, Fusano (K), Giusti, Gialluca, Bonciani, Sicurani, Castellano, Colosimo, Pino.

La Serie D riporta a casa l’intera posta in gioco

La Serie D riporta a casa l’intera posta e, approfittando del passo falso della Pallavolo Follonica, rosicchia due importanti punti per avvicinarsi alla vetta della classifica; l’Under 13 femminile si conferma prima forza del campionato mentre l’Under 12 conquista la seconda vittoria in quattro giorni. Si ferma invece l’Under 14. È di tre vittorie e una sconfitta il bilancio dell’ultimo fine settimana di gare delle formazioni della Pallavolo Ospedalieri di Pisa.
La serie D femminile riprende a macinare vittorie e punti. Dopo la sconfitta in casa della capolista, la squadra allenata da Alessandro Puccini rialza subito la testa ed esce a punteggio pieno dalla sfida contro il Volley Ponsacco. Con un netto 3 a 0 (5/20; 25/15; 25/11), le pisane riescono a rosicchiare qualche punto alla Pallavolo Follonica approfittando della sconfitta della capolista, che esce sconfitta per 3 a 2 dalla trasferta di Peccioli, quinta forza di campionato, riducendo il distacco a quattro lunghezze.
Dopo la vittoria sull’Asd Perignano, l’Under 12, impegnata nel campionato 4×4, esce vittoriosa anche dalla gara contro il Migliarino Volley Bianco. Con un netto 3 a 0 (25/8; 25/7; 25/17) assicurandosi il primo posto a punteggio pieno. Con lo stesso risultato l’Under 13 femminile esce vittoriosa dalla trasferta di Livorno contro l’Mvtomei Rossa, costretta ad arrendersi alla formazione pisana per 3 a 0 (22/25; 20/25; 14/25) che prosegue la corsa solitaria in testa alla classifica, allungando di un altro punto sulla diretta concorrente, il Migliarino Volley, distante due lunghezze.
Esordio con sconfitta invece per l’Under 14 femminile, che nella prima gara del girone si arrende per 3 a 1 (11/25; 25/14; 23/25; 24/26) alla Libertas Venturina, che è riuscita a far prevalere la superiorità fisica su quella tecnica.

Terminato il girone di andata con la sconfitta casalinga con Valdarnsieme 1-3

Dopo l’ultima partita prenatalizia con La Bulletta, dove avevamo ottenuto una meritata e bene augurante vittoria per 3-1, alla ripresa del campionato ci aspettavano due scontri diretti “abbordabili” con Fiesole e Casentino entrambi in trasferta. Queste due partite dovevano essere il proseguimento del nuovo approccio al campionato per dare continuità di risultati positivi. Così purtroppo non è stato. Nel momento migliore, dove avevamo ritrovato un poco di convinzione, la sosta natalizia non ha certo giovato alla squadra ma le due prestazioni ottenute contro le dirette avversarie, e soprattutto per come si sono sviluppate, lasciano veramente l’amaro in bocca a tutti. La squadra in campo sembrava incapace di reagire quando si trovava in difficoltà, incapace nei momenti topici dei set di mettere a profitto quanto prima conquistato. Necessitava quindi un chiarimento ed una riflessione comuni per poter raddrizzare una stagione che, visto anche il livello tecnico del girone, ci aspettavamo tutti un poco più tranquilla. L’ultima partita del girone di andata di vede di fronte alla formazione del Valdarnsieme (quinta forza del campionato e composta da giocatrici esperte) dove ci aspettiamo una reazione di squadra. Dopo un avvio nettamente a favore delle avversarie che si portano avanti 2-7 riusciamo a riportarci sotto di 1 – 2 punti fino a pareggiare i conti prima sul 16 pari, poi sul 18-pari per poi passare in vantaggio 22-21. Anche in questo frangente, comunque anche per merito delle avversarie, non riusciamo a mantenere il vantaggio fin qui meritato e lasciamo chiudere il set al Valdarninsieme 22-25. Stesso andamento anche nella frazione successiva con le nostre che hanno a disposizione la possibilità di portarsi sul 22 pari ma che si arrendono poi alle avversarie 25-21. Nel terzo set la squadra, che peraltro non aveva demeritato in precedenza, si porta subito avanti di due punti, si fa raggiungere sul 9 pari e si alterna, sempre in vantaggio, fino al 17 pari. Nuovamente in vantaggio, questa volta non molliamo e portiamo noi a casa il set 25-21. Andiamo quindi al quarto set dove, dopo un primo break avversario, ci riportiamo in parità e poi in vantaggio 15-13 quando subiamo 5 punti consecutivi che consentono alle avversarie di portarsi sul 18-16. Di nuovo parità e poi il nuovo allungo avversario che si rivelerà decisivo e set chiuso 19-25. Certo è un’altra sconfitta ma le ragazze hanno dato veramente tutto contro una formazione sicuramente più blasonata, il livello di concentrazione mantenuto, tutto sommato per l’intero incontro, salvo i soliti errori nei momenti decisivi (ed è qui che dobbiamo crescere), lo dimostrano i pochi errori al servizio che tante volte ci avevano penalizzato. Ci aspetta ora un intero girone di ritorno dove non dobbiamo guardare la classifica ma solo entrare in campo ogni volta come fosse una finale (magari come quella dello scorso anno…) con la voglia e la grinta di dimostrare il proprio valore. Forza ragazze, forza Pignone.