venerdì 18 maggio 2018

Playoff Serie D/F: Montebianco, sempre e comunque a testa alta! Al "Pala Don Vivaldi" pievarine con onore

Termina una stagione positiva per la squadra di Russo e Romano.
A caccia dell'impresa! Dopo la sconfitta di Sabato scorso, il Montebianco Volley di Ambra Russo e Giacomo Romano concentra ogni energia residua nella "mission impossible" di gara due, a San Miniato Basso. Le bianconere provano a fare breccia nel pur inespugnabile "Pala Don Vivaldi", da sempre teatro di grandi successi per il sodalizio giallorosso. C'è da superare il fortissimo Lupi Estintori della coppia Manetti-Simonetti, già protagonista di una prova eccellente qualche giorno prima a Pieve a Nievole, ora deciso a chiudere la pratica, forte del quasi rassicurante vantaggio maturato in quattro set alla "Fanciullacci". Nei due giorni che hanno preceduto questa seconda sfida, le pievarine hanno lavorato con il massimo impegno al fine di raccogliere le ultime forze e certezze: la squadra è motivata e va in terra pisana con il coltello fra i denti nel tentativo di fare qualcosa di meglio rispetto a gara uno. Lo staff tecnico, infatti, ha insistito molto sulla tenuta psicologica delle atlete, ben conscio delle difficoltà che si celano dietro a questo match. Pieve recupera Giulia Lupi, assente nella prima sfida, ma perde Stefanelli, andando purtroppo ad aggiornare il dolente tema defezioni. Perciò formazione consueta per Russo: Lupi-Bardelli in diagonale, Petrini-Amadei al centro, Belli-Focosi in banda, Farci libero. Prime fasi del set che vedono le ospiti tenere testa al quotato San Miniato, lavorando bene nella situazione di difesa-contrattacco con Amadei (3-5), così facendo poco dopo con Focosi (5-7) e Belli (9-10). Questo era stato anche l'inizio che aveva fatto ben sperare quattro giorni fa. Però, proprio come allora, poi è la squadra di Nicola Manetti a sprigionare il suo immenso potenziale. La ricezione non va, e allora il Lupi Estintori macina gioco con Gragnoli che si affida al potente opposto Puccioni, bravo ad alternare la varietà di colpi, accompagnato dal servizio incisivo dell'S1 Saviozzi, altro terminale offensivo assai temibile: 13-10. Russo prova a fermare il ritmo della squadra di casa, riuscendoci solo parzialmente, con le bianconere che si portano a -2 (15-13). Questo, tuttavia, è anche l'ultimo squillo bianconero nella frazione: Pieve manifesta una fatica tremenda nel mettere palla a terra, cosa che riesce bene invece a Bartali, beffando la seconda linea ospite con svariati pallonetti o mani out (20-13). Tre errori diretti in prima linea più il muro di Barzagli valgono il netto vantaggio targato Lupi Estintori: 25-13. Nel secondo set un avvio bruciante della squadra di casa potrebbe già tagliare le gambe alle bianconere: 5-1 San Miniato con Bartali. Ma le ragazze di Manetti commettono allo stesso tempo alcune ingenuità che riportano a galla Pieve (6-5), capace di impattare con l'ace di Bardelli ai danni di Saviozzi (7-7). La stessa numero 5 sanminiatese tira in contrattacco per il nuovo allungo locale (10-7), ed è Puccioni ad esibirsi con muro vincente e colpo morbido da seconda linea, rafforzato dall'ace di Saviozzi: 15-10. Scenario che si fa ancor più critico per le ospiti dopo gli attacchi a segno di Barzagli con pallonetto e fast, 20-15. Non vuole assolutamente mollare il Montebianco: Lupi prende l'iniziativa in attacco, quindi è Focosi a sorprendere Sasselli dal punto di battuta; perciò tutto da rifare per San Miniato quando Petrini prende le misure a Saviozzi: 20-20 e secondo time out Manetti. Ma Pieve continua a dare seguito al suo ottimo stato di forma, mettendo in fila un nuovo parziale di 0-4 con la sette di Petrini e due attacchi di Belli, a giocare abilmente sul muro granitico giallorosso: 20-24. Gragnoli accorcia al servizio (22-24), time out Russo, ma c'è la parità sul primo tempo di Petrini. Terzo set ed altra partenza sprint San Miniato, che vuole stroncare sul nascere qualsiasi pericolo con gli attacchi di Barzagli e Puccioni (6-2). Pieve che gioca d'attesa, si ricompatta e coglie il momento ideale per colpire con Amadei (7-5) e l'ace di Bardelli (8-7). Parità dopo un errore pisano in prima linea, ma Saviozzi trova il pertugio in mezzo (11-8), Puccioni spolvera le mani del muro (13-10) ed ancora Saviozzi attacca bene in P1 (14-11). La possente numero 5 di Manetti lascia il posto a Radesca per il giro in seconda linea. Pieve riparte e Belli stuzzica al servizio proprio la nuova entrata numero 26, con sorpasso bianconero dopo due out sanminiatesi (15-16) e pausa richiesta da Manetti. Pieve ha più di un problema nella ricostruzione, buon per Barzagli e Bartali che raggranellano un parziale di 5-0 (20-16). Torna Saviozzi e San Miniato sfrutta il servizio dell'opposto Puccioni per punire le incertezze altrui con la rientrante numero 5 giallorossa (23-17). Russo prova ad organizzare l'ultima avanzata delle sue ragazze, nonostante sia Barzagli a regalare ben sette match-point qualificazione al team di Manetti: 24-17. Bardelli annulla il primo e va al servizio. Le tribune si svuotano ed i commenti della maggior parte dei presenti sono "ormai è andata". Pieve, nel frattempo, cancella altre due palle-match alle padrone di casa (24-20), costringendo Manetti al time out. Divario ancora abissale, però Barzagli mette out (24-21). Pieve recupera l'inverosimile nelle due azioni seguenti: ne approfitta Focosi con un mani out e poi con un nuovo contrattacco (proteste locali per un tocco dell'asta) che rimette incredibilmente tutto in discussione: 24-23. La squadra di Russo non vuole lasciare nulla di intentato e ingaggia un duello all'ultimo sangue a riaccendere gli animi del pubblico intero: le ospiti smorzano più volte le intenzioni di Barzagli e Saviozzi, ma anche la difesa pisana si fa trovare pronta. Focosi va all'attacco ma è il muro dell'ex Barzagli a strozzare l'urlo in gola dei tifosi ospiti, liberando invece quello di fede giallorossa: è il 25-23 che regala a San Miniato il passaggio del turno. La gara, a questo punto, non ha più alcun significato ed il quarto set si gioca solo per prassi: Manetti dà spazio a Bartalucci, Peruzzi e Perrottelli; dall'altra parte entrano Bigagli e Petrucci. San Miniato che archivia il match sul 25-10. Nonostante l'esito amaro, caratterizzato anche in questa gara due da una partenza tutta in salita, il roster bianconero ha dato fondo a tutte le proprie risorse, andando al di là dei propri limiti: lo dice una seconda frazione conquistata grazie ad una condotta di gioco ordinata, senza numeri trascendentali in attacco, ma con una riduzione cospicua degli errori, invece diventati più frequenti nel team pisano. Lo testimonia un terzo set nel quale la squadra di Russo e Romano ritrova quelle grinta e fiducia indispensabili per provare l'assalto disperato, specie quando le ragazze di Manetti decidono di spingere con veemenza per achiviare ogni discorso. Il Montebianco che più ci piace, già ammirato in altre circostanze, è quello che, ad un passo dal baratro, gioca con la mente sgombra senza più guardare il tabellone, senza più pensare a ciò che potrà essere, gettandosi anima e corpo all'inseguimento di una parità da impossibile diventa possibile, regalando nuove ed inaspettate emozioni alla platea del "Pala Don Vivaldi". L'ultimo scambio del terzo set non può fare altro che confermare la tendenza di quel finale pazzesco, tenendo tutti con il fiato sospeso, quale epilogo di una battaglia dalle infinite sorprese. Alla fine c'è chi ha avuto il merito di spuntarla e tirare un sospiro di sollievo e chi ha ceduto con l'onore delle armi, senza nulla da rimuginare, perchè consapevole di avere dato il massimo con tutto se stesso. Ed è questa l'immagine che vogliamo ricordare: quella di una squadra dura a morire, più forte di ogni avversità, di ogni infortunio (quest'anno la lista della spesa non è niente a confronto), che mai si vuole dare per vinta, anche di fronte ad un grandissimo avversario. Cogliamo l'occasione per fare a San Miniato il classico in bocca al lupo per il doppio turno decisivo con il Volley Pantera di Romboni e Della Santa. Per quanto riguarda le pievarine, affidiamo alla dirigenza, intercettata nel post-partita, l'analisi a tuttotondo: "Si può parlare senza alcun dubbio di stagione positiva. La squadra ha raggiunto l'obiettivo che era stato prefissato in fase di preparazione, i playoff. Oltretutto non è stato facile conseguirlo, dal momento che abbiamo dovuto fare fronte a tante defezioni. Un po' di rammarico è legato proprio a quest'ultimo aspetto, con qualche indisponibilità anche nell'ambito del doppio spareggio, e poi per qualche punto lasciato per strada in regular season, con un piazzamento che poteva essere migliore. Momento cruciale per la ripresa è stato dopo il k.o. di Massa, quando le nostre portacolori non hanno più concesso nulla, ottenendo sei vittorie di fila che hanno permesso loro di centrare il traguardo dichiarato". A caldo, abbiamo provato anche a cogliere qualche indiscrezione sull'immediato futuro: "Nella prossima stagione l'intenzione sarà sempre quella di allestire un roster idoneo a confermare l'obiettivo raggiunto nelle ultime tre stagioni, quindi di attestarci nella fascia alta. Siamo un movimento in grande crescita, abbiamo raggiunto per tre volte i playoff in quattro anni di attività, il progetto è in pieno fermento. Dovremo fare delle scelte per rinforzare i reparti dove sarà necessario intervenire. Però, sarà tutto più chiaro tra qualche settimana, anche perché la stagione non è ancora finita ed un'altra nostra formazione è ancora in ballo. Diversi scenari si potrebbero delineare". Una battuta finale su squadra e staff tecnico: "Nonostante le molte difficoltà attraversate, è doveroso ringraziare gli allenatori e le atlete per gli sforzi profusi, riuscendo a centrare un risultato importante per la società". Infine, da parte del sottoscritto preme ringraziare il direttore sportivo, tutti i dirigenti, tecnici e giocatrici che si sono avvicendati, per ogni momento vissuto in questi quattro anni stupendi, con l'auspicio che possano essere conseguiti risultati ancor più strepitosi, aggiungendosi a quelli già ottimi appena raggiunti. A presto... E sempre FORZA PIEVE!!!
Lupi Estintori San Miniato-Montebianco Volley 3-1 (25-13/22-25/25-23/25-10): Amadei 11, Bardelli 3, Belli 8, Bigagli, Farci (L1), Focosi 4, Lupi 2, Petrini 11, Petrucci (L2). N.e.: Francia, Stefanelli, Travaini. All.: Russo. Vice all.: Romano.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti