lunedì 28 gennaio 2019

Siena reagisce e mostra carattere, ma Verona vince 3-1

Siena ci prova e nel corso del match mostra carattere e personalità e reagisce da una situazione non semplice, ma Verona fa sua la partita con il punteggio di 3-1. Il primo set viene vinto dai veneti 25-22, la Calzedonia si ripete nel secondo 25-20. Nel terzo set Siena rialza la testa, nel momento decisivo Ishikawa piazza due ace e consente ai biancoblu di aggiudicarsi il parziale 22-25. Nel quarto set la Emma Villas gioca con grande carattere e si ritrova avanti 19-21, ma nel finale qualche errore in attacco e qualche ricezione imperfetta consente alla Calzedonia di far suo il parziale 25-22 e di chiudere set e partita. Primo set Emma Villas Siena in campo con Marouf ed Hernandez sulla diagonale palleggiatore-opposto, al centro Van de Voorde e Cortesia, gli schiacciatori sono Ishikawa e Savani, il libero titolare è Giovi. Verona inizia il match con Spirito in regia, Boyer opposto, Birarelli e Solè centrali, Kaziyski e Manavi in banda, De Pandis in seconda linea a difendere. La Calzedonia comincia il match con un paio di meravigliose difese sull’opposto di Siena, Hernandez, che al terzo tentativo viene murato. Kaziyski dai nove metri realizza l’ace del 2-0. Però Siena rimonta immediatamente con Savani che prima schiaccia e poi mura. La Emma Villas mette la freccia quando Ishikawa realizza la sua prima murata del match (6-7). Kaziyski sbaglia e Siena è ora sul +2 (6-8). Ma vuole riscattarsi subito e da posto 4 dimezza il divario della Calzedonia (7-8). Savani è molto ispirato contro la sua ex squadra e trova già il suo terzo punto dell’incontro, che vale il 9-11. L’asse Marouf-Hernandez funziona alla perfezione per l’11-13, Siena rimane avanti. La battuta dell’argentino Solè mette in difficoltà la ricezione di Siena e crea un punto break per i suoi, Verona trova poco dopo anche un bel punto anche al centro con Birarelli. Arriva il break della Calzedonia, che con una murata su Ishikawa tocca il +2 (17-15). Il primo punto di Van de Voorde arriva sul 18-17. Murate di Birarelli e di Solè, e Verona tocca quota 20 (20-18 per i locali). Coach Cichello inserisce Maruotti per Savani sul 21-19 in favore dei padroni di casa, ma la successiva battuta jump float di Solè crea ancora problemi alla ricezione biancoblu: 22-19. Gli ospiti accorciano con il pallonetto di Hernandez. Kaziyski in diagonale avvicina i suoi alla conquista del primo set, Boyer attacca sulla parallela e prende la linea. Il set si chiude 25-22 con l’errore in battuta di Yuki Ishikawa. Per i locali 4 punti di Kaziyski e 4 di Manavi, alla Emma Villas non sono bastati 5 a testa per Ishikawa e Savani. Sette le battute sbagliate da Siena nel primo set. Verona ha già piazzato 4 murate nel primo set. Secondo set Verona riparte subito 3-0 nel secondo parziale. Salgono le percentuali degli attacchi in avvio di secondo set, ma è ancora con il muro che la Calzedonia vola via. Due murate consecutive sugli attacchi di Hernandez prima e di Ishikawa poi portano i veneti sul 10-5. La prima murata senese è opera di Ishikawa. Verona continua ad attaccare dal centro e trova altri punti con Solè, già arrivato a 7 punti personali. L’attacco senese si appoggia tanto sul giapponese Ishikawa che trova il suo nono punto, che tiene Siena a -4. Ma Boyer e Birarelli riallungano immediatamente (16-10). Ancora Ishikawa beffa il muro veronese, e sono già 10 per il nipponico (16-11). L’ace di Spirito porta i suoi sul 18-11. Entrano in campo Giraudo e Gladyr per Marouf e Van de Voorde. Siena accorcia fino al -4. Giraudo si fa notare anche per una bella difesa, sul prosieguo dell’azione Manavi trova tuttavia lo spazio giusto per siglare il ventesimo punto veronese del set. Solè fa 21 dopo una ricezione errata di Siena (21-15). Ishikawa è il più in palla nel team ospite: il giapponese realizza un ace dai nove metri, il punteggio è sul 23-19. Il set si chiude sul 25-20, 7 i punti del centrale Solè in questo set da un lato e 7 quelli di Ishikawa per Siena dall’altro. Terzo set Sebastian Solè è dominante anche in avvio di terzo parziale. Alcune sue giocate permettono alla Calzedonia di allungare anche in questo parziale (8-5). Ancora una murata di Solè, stavolta su Cortesia (9-5). Coach Cichello cambia i centrali: dentro Spadavecchia e Gladyr per Cortesia e Van de Voorde. Hernandez beffa la difesa veronese con un bel tocco e Gladyr prosegue il break con un ace che arriva con l’aiuto del nastro (9-7). L’ucraino si ripete senza l’aiuto del nastro e con un bolide che la ricezione della Calzedonia non trattiene (9-8). E’ ancora Ishikawa il terminale offensivo principale oggi per Siena, il nipponico da posto 4 incrocia ed è 10-9. La murata di Spadavecchia porta alla parità (10-10). Da questo momento però Verona accelera e piazza un parziale di 5-1 con Kaziyski protagonista assoluto (15-11). Gladyr stampa un altro ace (19-17), Siena spera ancora. Matey Kaziyski è superlativo in questo parziale e non sbaglia praticamente niente (20-17). Boyer fa 21, ma Siena è lì (21-20). Hernandez mura e fa 21-21. Ishikawa è favoloso perché realizza due ace di fila (21-23), e adesso l’inerzia del set è dalla parte senese. Hernandez chiude il parziale sul 22-25 con una schiacciata in diagonale che finisce proprio sulla linea. Quarto set L’attacco senese adesso è ispirato e produce con Hernandez, Ishikawa e Savani. L’approccio della Emma Villas in questo parziale è positivo. Verona comunque in attacco non è da meno con Boyer e Kaziyski, Manavi è pure fortunato quando trova l’ace con l’aiuto del nastro (7-5). Hernandez non ci sta a il suo attacco è di nuovo vincente (7-6). Il protagonista ora è Birarelli che trova due punti di fila in attacco e poi mura Hernandez (12-8). Siena è viva, il tocco di Gladyr porta il punteggio sul 12-10. Ishikawa sta vivendo una grande serata e da posto 4 trova un punto dall’alto coefficiente di difficoltà contro il muro a tre dei veneti (13-12). La Emma Villas pareggia con il turno in battuta di Gladyr che crea problemi alla ricezione dei locali, Marouf ne approfitta e mette a segno il 13-13. Siena passa avanti con l’ottima schiacciata di Hernandez (14-15). Ancora l’opposto cubano per il sedicesimo punto senese (15-16). Due attacchi sbagliati da Hernandez e Gladyr però ribaltano tutto. Hernandez pareggia e quando anche Verona sbaglia qualcosa in attacco la Emma Villas mette nuovamente la testa avanti (19-20). Il cubano è favoloso quando da posizione angolata realizza il 19-21. Ma Verona ribalta tutto, lo fa con Manavi e sfruttando alcuni errori in attacco e ricezioni non perfette da parte di Siena. Quando Ishikawa sbaglia la schiacciata il punteggio è sul 24-22 per i locali. L’errore di Hernandez chiude il set sul 25-22 e la partita sul 3-1 per i padroni di casa.
Calzedonia Verona – Emma Villas Siena 3-1 (25-22, 25-20, 22-25, 25-22)
CALZEDONIA VERONA: Pinelli, Giuliani (L), Kaziyski 13, Alletti, De Pandis (L), Marretta, Birarelli 13, Boyer 12, Spirito 3, Manavi 12, Sharifi, Solè 15, Magalini. Coach: Grbic. Secondo allenatore: D’Amico.
EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia 3, Spadavecchia 2, Marouf 1, Giovi (L), Gladyr 6, Vedovotto, Mattei, Caldelli (L), Van de Voorde 3, Ishikawa 19, Maruotti, Hernandez 16, Savani 16. Coach: Cichello. Secondo allenatore: Castellaneta.
Arbitri: Frapiccini, Florian.
NOTE – Verona: percentuale in attacco: 50%; positività in ricezione: 46% (24% perfette); muri punto: 11; ace: 5; errori in battuta: 15.
Siena: percentuale in attacco: 48%; positività in ricezione: 37% (12% perfette); muri punto: 8; ace: 6; errori in battuta: 18.
Video Check: richiesto nel primo set da Verona sull’8-10, da Siena sul 17-15 e dal primo arbitro sul 17-16; richiesto nel secondo set dal primo arbitro sul 23-19; richiesto nel quarto set da Verona sul 15-17 (decisione cambiata) e da Siena sul 24-22.
Spettatori: 3.407. Durata del match: 1 ora e 47 minuti (26’, 26’, 27’, 28’). Mvp: Solè.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti