lunedì 18 marzo 2019

Sofferenza e cuore: anche Forlì è piegato 3-1

Ennesima vittoria interna per l'Arno Volley che piega in 4 soffertissimi set la Celanese Forlì, squadra al penultimo posto e in piena bagarre salvezza che, per quanto fatto vedere, non merita assolutamente la posizione in classifica che ha. L'ImballPlast non ha certamente disputato la propria miglior partita, ma ha avuto la forza caratteriale di stare sempre attaccata al match anche nei momenti in cui le cose non venivano, portando alla fine a casa 3 punti preziosissimi. Purtroppo gli altri risultati non aiutano i biancoverdi che se da un lato ottengono momentaneamente il terzo posto ai danni di Portomaggiore (con l'Arno che però deve ancora riposare) non riescono dall'altro a ridurre il gap da Mirandola, brava a fare bottino pieno nel mai facile campo di Fucecchio. Arno in campo con il 6+1 classico, Forlì che invece ripropone la formazione dell'ultima uscita con Mambelli opposto che riceve e Koutnetsov e Olivucce bande. Primo set che si apre in equilibrio (8-7), con Mambelli efficace in attacco e Da Prato e Rossatti ben difesi dai forlivesi. Forlì trova il break a metà set andando sul 19-21 e chiude con merito sul 21-25. Brava l'ImballPlast a non disunirsi nonostante l'ottimo avvio dei romagnoli anche nel secondo set (3-6). Olivucci dà equilibrio alla Celanese ma Berberi inizia a trovare buone risposte da Da Prato e serve con successo maggiormente anche Pitto in attacco. Il break arriva sul 16-12 e l'Arno è bravo a mantenerlo fino al termine del set nonostante i due ace consecutivi di Koutnetsov. Chiude un muro di Ridolfi per il 25-22. Terzo set ancora in equilibrio (8-7, 16-15). L'Arno non riesce a essere efficace come altre volte in battuta, anche per merito dell'ottima ricezione romagnola, ma riesce a far la voce grossa a muro (saranno ben 14 i block di squadra totali), in particolare con Rossatti. Il break sul 21-17 spacca il set, chiuso sul 25-19. Quarto parziale con l'Arno avanti di due (8-6) ma Forlì bravo a recuperare (14-16). I forlivesi sono pazienti e hanno spesso ragione nelle azioni lunghe volando fino al 19-21 ancora con Koutnetsov al servizio. Bravo l'Arno a trovare i palloni giusti con Da Prato e con delle ottime difese del sempre positivissimo Pinzani. Si arriva quindi sul 24-22, ma Olivucci ottiene la parità a quota 24. Dopo il successivo cambio palla è quindi il muro di Andreatta a chiudere il set sul 26-24 e regalare i 3 punti ai locali. In definitiva bravo l'Arno a conquistare 3 punti mai scontati in una giornata non brillantissima. Arriva al momento giusto il turno di riposo, utile per ricaricare le energie fisiche e mentali e farsi trovare poi pronti per gli ultimi match della stagione. L'impresa è durissima ma se qualcuna delle battistrada dovesse fare un passo falso per l'Arno sarebbe un delitto non approfittarne.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti