sabato 12 ottobre 2019

La presentazione de Il Bisonte Firenze

A due giorni dal debutto in campionato contro Busto Arsizio, Il Bisonte Firenze si è presentato oggi alle istituzioni, ai suoi sponsor e alla stampa. L’evento è andato in scena presso l’Auditorium de La Nazione, il quotidiano fiorentino per antonomasia che proprio quest’anno ha compiuto 160 anni dalla sua fondazione: davanti a una bella platea di istituzioni, partner e giornalisti, il presidente Elio Sità e il patron Wanny Di Filippo hanno introdotto la squadra che sta per esordire nel suo sesto campionato di serie A1 consecutivo. A dare il benvenuto è stata la direttrice de La Nazione Agnese Pini, che ha sottolineato la sua passione per la squadra e la grande attenzione che le dedica il quotidiano che dirige, mentre a seguire è intervenuto, per il Comune di Firenze, l’Assessore allo Sport Cosimo Guccione. Presenti anche i rappresentanti degli sponsor de Il Bisonte Firenze, a partire da Silvio Trivero e Andrea Botticelli, rispettivamente responsabile commerciale centro/nord Italia e di zona del nuovo partner tecnico Joma Sport, per arrivare a Volkswagen Group Firenze, BServices, Franco Vago, Curtiba, Var Group, Nexi e ai partner tecnici Villa Donatello (presente con il dirigente Massimo Fabbi), Sixtus Italia e Body Line. Dopo i discorsi di rito, sono stati presentati uno a uno tutti i componenti dello staff tecnico e le giocatrici, fra le quali erano assenti solo la canadese Emily Maglio, ancora impegnata con la sua nazionale nel campionato Norceca, e la giovane Denise Meli, per motivi scolastici. Agnese Pini: “Sento per voi una passione davvero profonda: anche se la nostra redazione è calciofila, siete riuscite a diventare protagoniste sia all’interno del nostro giornale che in città. Sono certa che sarà un’altra stagione di grandi successi, La Nazione vi seguirà con lo stesso supporto di sempre e ancora di più, perché il volley è diventato uno sport di primissimo piano che muove le masse”. Cosimo Guccione: “Oggi è una bella giornata perché si presenta la società di pallavolo di punta della città: domenica, ma anche per le prossime partite, sarò presente, e spero che anche la città possa seguirvi sempre di più, perché il tifo è un elemento importante per chi gioca. Da parte dell’amministrazione c’è tutta la volontà di promuovere la squadra della città: l’auspicio è sempre quello di fare meglio e di migliorare i risultati sportivi, e voglio ringraziarvi perché rendete più bella la nostra città” Wanny Di Filippo: “Le ragazze sono la mia famiglia. Siamo partiti sedici anni fa dalla serie B, adesso siamo al sesto anno di serie A e io ogni anno terrei tutte perché sono la mia famiglia, ma è impossibile: mi godo quelle che ho qui adesso, che sono brave, forti e belle e che urlano ‘Tatanka’. Ringrazio La Nazione per l’accoglienza e ricordo a tutti che siamo sempre una grande famiglia”. Elio Sità: “Ringrazio la direttrice de La Nazione, è un vero piacere presentarci qui perché c’è un rapporto ormai da anni con questi giornale, che ci ha sempre seguiti. Ringrazio anche Joma e tutti gli sponsor che ci seguono. È il 45esimo anno di attività dell’Azzurra, io sono entrato nel 2003 e in questi anni ci siamo tolti delle soddisfazioni, partendo dalla serie B e arrivando con le nostre forze ad essere una realtà importante dell’A1. Quest’anno abbiamo allestito una squadra molto giovane, quella dall’età media più bassa del campionato: penso che nel tempo si possa costruire qualcosa di importante, già si vede un certo progresso e mi auguro che tutto vada avanti nel modo migliore. L’obiettivo della società è quello di fare sempre meglio, anno dopo anno: sono felicissimo della rosa che abbiamo e mi auguro che ci possiamo togliere diverse soddisfazioni”. Giovanni Caprara: “Siamo molto felici della squadra, l’abbiamo costruita insieme e abbiamo voluto fortemente tutte le giocatrici: ci sono tante esordienti in serie A1, questa cosa la pagheremo e ci saranno alti e bassi, ma quello che vedo in palestra giornalmente mi dà fiducia e sono sicuro che queste ragazze daranno il meglio e raggiungeranno l’obiettivo massimo possibile. Non vediamo l’ora di cominciare, dobbiamo avere tanta pazienza nel gestire gli alti e bassi, ma la squadra saprà crescere insieme. Conegliano fa un altro sport e non ho mai visto in vent’anni un dislivello del genere, per il secondo posto ci sono Busto e Scandicci e dopo Novara, Casalmaggiore e Monza, poi ci sono le altre fra le quali noi”. Laura Dijkema: “Anche io sono molto contenta, sappiamo di avere una squadra molto giovane ma Wanny ha detto che siamo una grande famiglia e io sono d’accordo: dobbiamo lavorare tantissimo e spero che potremo essere la sorpresa della stagione”.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti