mercoledì 20 novembre 2019

Primo punto perso, un pieno di fiducia conquistato: Arno-Forlì 3-2

L'Arno spreca, balbetta, soffre, reagisce e vince: tante facce di una stessa partita, dove Castelfranco gioca prima due set molto al di sotto dei propri standard, ma poi reagisce e trova, attingendo in modo determinante dalla panchina, la forza mentale per riprendere e ribaltare il match, dimostrando una crescita mentale importante. Nota di merito per il giovane palleggiatore classe '00 Riposati che entrato a metà del secondo set ha guidato con personalità e intelligenza la rimonta della squadra in tutti i set successivi. Arno, con ancora capitan Pitto ai box, che partiva con la quarta formazione diversa in cinque partite: diagonale Guemart-Da Prato, schiacciatori Andreatta e Falaschi, Benaglia e Testagrossa al centro e Pinzani libero. Buon inizio dell'Arno nel primo set che andava 10-7. Forlì era molto bravo a rientrare grazie a un break al servizio dell'opposto Mambelli e all'ottima prestazione in difesa. L'Arno faceva tantissima fatica con entrambe le sue bande in attacco e commetteva una miriade di errori (12 nel parziale). Entravano Aliberti e Riposati-Consani per il doppio cambio: Castelfranco riusciva a ridurre il gap grazie a due punti (attacco e ace) del giovane opposto migliarinese, ma Forlì riusciva a chiudere sul 22-25. Inizio di secondo set shock per i padroni di casa (1-5, 2-7), ripartiti con Aliberti in campo. Fuori un Andreatta molto falloso per Falaschi, ma il solo Da Prato riusciva a mettere palla a terra con continuità. Sul 10-19 Nuti si giocava la carta Riposati al palleggio e qualcosa sembrava cambiare. Il turno di servizio di Falaschi (autore di un'eccezionale partita in battuta, condita da 6 ace) riavvicinava i locali, con l'attenta distribuzione di Riposati che permetteva a tutti gli attaccanti di rientrare in partita. L'Arno conquistava incredibilmente i vantaggi e aveva un paio di palloni per chiudere, ma era infine costretto ad arrendersi sul 27-29. Se qualcuno si aspetta un Arno arrendevole nel terzo set si sbaglia però di grosso: Nuti ributtava nella mischia Andreatta per Aliberti e confermava Riposati in regia. Da Prato diventava imprendibile in attacco e i forlivesi riuscivano a passare solo con Mambelli. Castelfranco conquistava il break e lo difendeva fino al 25-20 finale. Arno on-fire anche nel quarto set: Da Prato in contrattacco mieteva vittime nelle linee di difesa avversaria, con Andreatta rientrato a pieno in partita. L'Arno volava rapidamente a +10 sull'ennesimo turno in battuta di Falaschi e chiudeva il set sul 25-15 con facilità. Tie-break con Forlì pronta a giocarsi le proprie carte residue e un inizio equilibrato. Sul 4-5 per i romagnoli topica arbitrale con giallo per proteste a Nuti e Forlì che andava sul +2. Il Pala Bagagli diventava una bolgia. Cambio palla Arno e Falaschi in battuta sul 5-6. Ne uscirà sull'11-6, con il set in ghiaccio e due punti importantissimi per i padroni di casa, sempre più consapevoli di poter far conto su 14 giocatori utili alla causa e volenterosi di restare nelle zone nobili della classifica il più a lungo possibile. Prossimo incontro Sabato 23 Novembre a Cesena, contro una squadra giovane e in costante crescita.

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti