martedì 26 novembre 2019

Serie B1 corsara ad Imola

Prestazione superba della Bionatura ad Imola, fatta di continuità e concretezza, dove le avversarie non sono riuscite ad insinuarsi e a costruire contromisure adeguate per imbrigliare il fluente gioco delle bianconere. Squadra che ha giocato ancora una volta da squadra, tenendo sempre in pugno l'andamento dei vari parziali. Le atlete di Becheroni sono scese sul parquet ben ispirate e consapevoli sia dei punti forti che delle debolezze delle Imolane, su cui sono state brave ad incidere, limitando con efficaci muri le uscite avversarie, arginando le azioni di attacco delle potenti Serena Vece e Francesca Folli, migliore in campo delle imolane. La Csi Clai Imola non riesce a sfruttare il fattore campo, brava invece Bionatura a coalizzarsi nei momenti decisivi dei set. Non fa sconti Nottolini e non regala nulla. Piuttosto è abile a gestire l'offensiva, spalmata su tutta la rete e con soluzioni sempre diverse, con preferenza verso il bionico braccio dell'opposto Renieri ma non solo. Il netto risultato per quanto visto in campo potrebbe sembrare ingiusto per Imola dato l'equilibrio apparente di alcuni tratti di gara, ma è evidente ed indiscutibile la maggior concretezza di Bionatura nelle fasi cruciali. Bionatura parte bene e con ritmo incalzante con le padrone di casa che non si fanno intimorire tenendo il passo. A circa metà set Renieri infila un paio di attacchi consecutivi portando le sue a +3, viaggiando sul 13-16, poi due errori comodi per Imola che pareggia con Gherardi (16-16). È la volta di Capitan Roni che riporta avanti Bionatura costringendo Turrini al time out sul 16-19. Ma nonostante un sussulto di Imola al rientro in campo, questo vantaggio delle bianconere non andrà più sprecato. La Clai commette qualche errore, fino al lungo linea di Roni che chiude il primo parziale in favore di Nottolini. Il secondo set si apre con un punto di Folli, ma Nottolini rimonta subito e con un ace di Magnelli allunga sull'1-4. Non ci sta Imola, che recupera velocemente il gap. Da qui comincia un vero e proprio duello, in un'atmosfera surriscaldata, a colpi di bravura da entrambe le parti: all'attacco di Roni risponde quello di Folli, a quello di Gherardi si contrappone Renieri implacabile. Un stato di calma solo apparente che prosegue fino all'11 pari quando la lucidità delle avversarie cede quel tanto che basta per indurle in errore. Capannori ne approfitta per creare un mini break che non verrà mai ricucito dalle avversarie, e nonostante i loro ripetuti e rocamboleschi recuperi, a metà parziale si trovano ancora sotto di 4 punti. Renieri imperversa da posto 2 lanciando Nottolini sul 15-20. Poi subentra nelle lucchesi un po' di smania di concludere e, complice il cambio approntato da Turrini per interrompere il ritmo, Imola accorcia sul 20-22, con coach Becheroni costretto a sua volta a richiamare le sue. Ne servirà un altro di timeout visto il pericoloso riavvicinamento delle locali. Sul 22-23, Mutti va a segno dal centro e Rizzo spara fuori la fast che regala il 22-25 a Bionatura. Al rientro in campo Turrini si presenta con alcune modifiche nel sestetto che produce loro gli effetti sperati: sul 7-3 per Imola, tuona Becheroni nel timeout che risveglia prepotentemente Nottolini. Parte l'orchestra Lucchese che suona la carica col diagonale di Renieri e l'ace di Mutti, poi di nuovo Renieri pareggia con un ace e un attacco vincenti. È la volta di Roni che macina qualche punto con un buon turno al servizio. Ironia della sorte è ancora l'11-11 a segnare un confine: come in entrambi i set precedenti, Nottolini allunga in questo frangente del set, Becheroni manda in campo Puccini per Salvestrini, mentre la sua squadra mantiene il vantaggio sul +4 (13-17). Timeout di coach Turrini, ma niente da fare per Imola che assiste impotente ad una strepitosa azione difensiva delle toscane, che compiono tre miracoli nella retroguardia con Battellino e che permettono il contrattacco. Nottolini sbaglia in attacco e la Clai ha nelle mani l'ultima possibilità di riaprire la gara ma è Magnelli che riesce a beffare il muro locale portando le sue a +4. Mutti a muro regala il matchpoint a Capannori chiudendo poi lei stessa sulla veloce al centro. Con questa bella affermazione esterna Nottolini si colloca in quarta posizione in classifica, nonostante il turno di riposo già osservato, alle spalle di Empoli, la talentosa VolleyRó e il fortissimo Castelbellino, prossimo avversario nella gara di sabato 30 novembre al PalaPiaggia. Complimenti a tutta la squadra per quanto fatto fin qui e al suo inossidabile coach Alessandro Becheroni. Forza Nottolini!!!
Csi Clai Imola VS Bionatura Nottolini 0-3 (19:25; 22:25; 20:25)
Roster: Battellino (L), Bresciani, Ceragioli (L), Giani, Magnelli, Mazzuola, Migliorini, Mutti, Puccini, Renieri, Roni (K), Salvestrini
Staff: Head Coach Alessandro Becheroni; Assistant Coach Matteo Lupetti, Simone Fiori; Resp. di Squadra Susy Calbini

Fonte: Ufficio Stampa

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti