sabato 11 gennaio 2020

Ripresa del campionato dopo le festività per La Bulletta

Con il termine delle vacanze natalizie ripartono tutti campionati fermi dal lontano 22 dicembre, quando la serie D della Bulletta riusci ad avere la meglio sulla formazione della Virtus Poggibonsi con il punteggio di 3-1 (25-20 22-25 25-20 25-11) in un derby molto sentito e ricco di capovolgimenti di fronte. Pucci e compagne infatti hanno dovuto faticare non poco per riuscire ad ottenere il decimo successo stagionale prima di congedarsi per le festività: la formazione ospite ha messo a dura prova l'organizzazione di gioco della compagnia di mister Bianchi, non deludendo le aspettative di un derby dove il risultato finale non è stato mai cosi scontato eccezion fatta per il quarto ed ultimo parziale dove Pucci e compagnia sono riuscite a salire in cattedra neutralizzando i punti di forza delle avversarie e centrando quel decimo successo che le conferma nuovamente reginette del torneo. La serie D trova quindi sotto l'albero il regalo più grande: oltre al primato anche l'imbattibilità stagionale; elementi probabilmente inaspettati ma sicuramente mai scontati e frutto senz'altro del lavoro settimanale in palestra ma ancor più dalla volontà delle ragazze di mettersi a disposizione della squadra mantenendo sempre quell'umiltà che non deve mai farsi sentire arrivate consapevoli di rimanere con i piedi ben saldi a terra; il campionato è ancora lungo, la sosta natazia poi riserva sempre delle sorprese e le ragazze devono lavorare per cercare di farsi trovare pronte nel momento di difficoltà: le ultime 3 gare del girone di andata infatti, possono rivelarsi di notevole difficoltà; si comincia sabato 11 con l'insidiosa trasferta nel campo del New Volley Terranuova reduce da un buon inizio di campionato e che venderà cara la pelle per cercare tra le proprie mura amiche preziosi punti in chiave salvezza e dove già squadre del calibro della Rufina erano state sconfitte. Servirà sicuramente una prestazione maiuscola per riuscire a riprendere quel cammino forse troppo grande quanto affascinante. Ma alla fine si sa: sognare non costa niente!

Alessandro Veltroni

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti