lunedì 10 febbraio 2020

La Kemas Lamipel ci ha preso gusto, terza vittoria consecutiva

Geovertical Geosat Lagonegro: Zoppellari 1, Tiurin 18, Spadavecchia, Robbiati 4, Mazzone 9, Corrado 6, Santucci (libero), Ramberti, Maccarone 2, Fantauzzo, Boccia n.e, Vecellio n.e, Condorelli (libero) n.e. All. Falabella
Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 2, Padura Diaz 19, Bargi 8, Larizza 9, Colli 17, Mazzon 5, Catania (libero), Mannucci n.e, Andreini (libero) n.e, Di Marco n.e, Marra n.e, Prosperi n.e. All Pagliai/Cezar Douglas
Successione set: 16-25 in 23′, 20-25 in 26′, 18-25 in 26′.
Battute sbagliate Geovertical Geosat 7, Aces 0, Muri 6.
Battute sbagliate Kemas Lamipel 10, Aces 5, Muri 10
Terza vittoria consecutiva per la Kemas Lamipel, filotto mai raggiunto in stagione e che regala una bella soddisfazione al sodalizio santacrocese, reduce dalla batosta del grave infortunio subito da Renato Russomanno out per il resto della stagione. In un momento difficile però i “Lupi” tirano fuori la migliore prestazione stagionale andando ad espugnare con un netto 0-3 il PalaBrillia di Corigliano, sede delle partite casalinghe della Geovertical Geosat Lagonegro. Gara veramente ben giocata dalla Kemas Lamipel trascinata da un Padura Diaz ad altissimi livelli e da un Colli chirurgico e decisivo, anche se tutto il sei+uno sceso in campo ha fatto vedere cose egregie in ogni fondamentale. Gara che inizia nel migliore dei modi per i conciari bravi a scattare meglio dai blocchi: Catania è reattivo in difesa, Bargi granitico a muro e Padura Diaz subito bollente in attacco, tanto che dal 4-8 si passa al 12-16 senza che Lagonegro riesca, se non con il solo Tiurin, a creare grattacapi ai “Lupi”. Nel finale, quando comincia a sbagliare anche l’opposto russo, Acquarone e compagni dilagano tanto che il set si chiude 16-25 con ben 7 punti firmati da Padura Diaz. Nel secondo parziale la Kemas Lamipel continua a martellare in servizio e pur non trovando punti diretti come nel primo set, crea grattacapi tremendi alla ricezione di casa che perde spesso la bussola. Ancora una volta i “Lupi” scappano via (5-8, 11-16) trascinati da un Colli puntuale in cambio palla, da un Padura Diaz straripante in fase break, da un Larizza imperioso a muro e da un Mazzon perfetto equilibratore in seconda linea. Lagonegro cambia schiacciatore e palleggiatore ma i risultati sono minimi e gli ospiti vanno a vincere 20-25 raddoppiando il computo dei set conquistati. Nel terzo i locali provano a suonare la carica con due muri iniziali, ma è un fuoco di paglia: la Kemas Lamipel appare più affamata e determinata e in un amen ribalta il punteggio sul 5-8. Lagonegro con Tiurin prova la rimonta (14-16), ma nel finale c’è praticamente una sola squadra in campo e il decisivo 18-25 lo firma Acquarone con un ace. Numeri importanti per tutti i giocatori biancorossi con un Colli superlativo in ricezione (67%) e attacco (65%), ma anche a muro e in battuta. I suoi 17 punti sono superati solo dai 19 del trascinatore Padura Diaz, autore di una prova molto convincente, forse la migliore in maglia biancorossa. Tre punti d’oro per la classifica che vede i “Lupi” conquistare un buon margine in ottica playoff e soprattutto allontanarsi pressoché del tutto dalla zona calda della classifica, archiviando in maniera definitiva il brutto periodo delle sette sconfitte consecutive, segno inequivocabile che il costante lavoro promosso dallo staff tecnico ogni settimana sta dando i suoi frutti. La società biancorossa ci tiene a ringraziare la società locale della GoEnergy Corigliano Rossano per la bella e calorosa accoglienza riservata al PalaBrillia.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti