Header Ads

Non si ferma la marcia dei “Lupi”, a Cantu’ vittoria di carattere


Pool Libertas Cantù: Dzavoronok 2, Motzo 9, Gianotti 5, Mazza 13, Mariano 10, Bertoli 7, Butti (libero), Malvestiti 1, Picchio, Regattieri, Pellegrinelli n.e, Galliani n.e, Corti (libero) n.e. All. Battocchio. 
Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 2, Walla 22, Robbiati 5, Copelli 11, Colli 16, Di Silvestre 17, Sorgente (libero), Cappelletti, Prosperi, Di Marco n.e, Caproni n.e, Andreini n.e, Sposato (libero n.e. All. Montagnani 
Successione set: 15-25 in 23′, 25-15 in 22′, 16-25 in 25′, 21-25 in 27′. 
Battute sbagliate Pool Libertas: 11, Aces 2, Muri 9. 
Battute sbagliate Kemas Lamipel: 16, Aces 4, Muri 12. 
Vittoria di carattere e spessore per la Kemas Lamipel che, nel recupero della terza giornata del campionato di serie A2 Credem Banca, espugna con merito il campo della Pool Libertas Cantù balzando, in coabitazione con Ortona, in testa alla classifica. Vittoria importante perchè arrivata contro una formazione di ottimo livello, formata da giocatori importanti per la categoria come Bertoli e Mariano, che non ha nemmeno troppo risentito dell’assenza del capitano e bandiera Monguzzi, sostituito dal giovane di belle speranze Gianotti. Ma i “Lupi” sino sono dimostrati una volta di più squadra vera, ben messa in campo da coach Montagnani e capace di lottare senza mai distogliere la concentrazione dall’obbiettivo finale, cioè la vittoria. Equilibrio ad inizio match, con le due squadre che si studiano mostrando una buona fase di cambio palla (7-8); al primo tentativo di allungo dei conciari però Cantù perde subito la bussola, tanto che i servizi e gli attacchi di Walla, ben coadiuvato da Di Silvestre e Colli, scavano un solco profondissimo e dal 14-16 in un amen si arriva al 15-25 con cui i “Lupi” fanno loro il primo set. Nel secondo invece l’inerzia della gara passa, fin da subito, in mano ai padroni di casa, trascinati da un Mazza invalicabile a muro (4 blocchi nel set, 8 nel match) a cui si aggiunge un positivissimo Gianotti in primo tempo. Per la Kemas Lamipel pian piano diventa tutto difficile e dopo aver sfiorato la rimonta sul 10-10 si spenge totalmente la luce, tanto che Cantù vola sul 16-11 e sul 21-15 per poi addirittura restituire agli ospiti il netto punteggio del primo set, cioè 25-15. Nel terzo succede invece il contrario, con i “Lupi” fin da subito molto ben concentrati e determinati: Acquarone al servizio e in regia scava il primo break (3-8), ma poi tutti i compagni di squadra danno il meglio, a partire da Copelli e Di Silvestre, tanto che il punteggio schizza sul 7-16e 12-21, prima del definitivo 16-25 che riporta avanti i santacrocesi. Nel quarto finalmente si assiste ad un match equilibrato, con Cantù che scatta meglio (8-5) grazie agli ottimi Mariano e Mazza e con la Kemas Lamipel che lotta senza paura, rimontando e passando avanti sul 15-16 con un positivo Robbiati. Nel finale si procede punto a punto, con i “Lupi” avanti 19-21 ma recuperati sul 21 pari: i palloni che scottano vanno tutti nelle sicure mani di Walla, ma decisivi sono anche Copelli a muro e in attacco e Di Silvestre, oltre a Sorgente sempre reattivo in difesa e precisissimo in ricezione. Il punto finale arriva con un ace di capitan Colli a suggellare una vittoria frutto di un collettivo veramente ben assemblato dalla società in estate e magnificamente gestito e messo in campo da Montagnani e lo staff tecnico. Quattro vittorie su quattro, di cui tre in trasferta su campi durissimi quali Lagonegro, Mondovì e Cantù sono un bel biglietto da visita per la squadra santacrocese, chiamata adesso ad una importante prova del nove domenica in casa contro Castellana Grotte, una delle favorite di questa serie A2 molto frammentata causa Covid. 

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

Nessun commento

Powered by Blogger.