Header Ads

Under 18 - Misteri,prima vittoria e affini....

Tanta paura,unghie rosicchiate,un po' di sana tachicardia per i piu' emozionabili in questo primo turno di campionato.Vittoria per 3 a 2 per le ragazze di coach Felici contro il Bellaria,a seguito di una partita a tratti entusiasmante e ben giocata,a tratti spaventosamente confusa. Abbiamo lasciato la colorata ed ospitale location del palasport di Collesalvetti a favore della lugubre,umida,tetra,oscura struttura di viale Carducci,ovvero lo spettrale Gymnasium,simbolo di un'epoca storica che malediciamo,ma al quale,dopo quasi un secolo, non siamo stati capaci di dare una necessaria riqualificazione. D'altronde nella nostra citta' cambiano le amministrazioni,ma si continuano ad aprire Coop e supermercati vari, mentre scuole e palestre cadono a pezzi...... Gymnasium ambientazione perfetta,con le sue storiche crepe,le vetrate quasi centenarie,le tribune comode come la vergine di Norimberga, per un racconto o un film horror di quelli che non ti fanno piu' dormire sonni tranquilli e ti lasciano un ' aura d'ansia per qualche giorno a seguire. Ci siamo veramente spaventati,ci siamo confrontati con le nostre peggiori paure,abbiamo avuto a che fare con i mostri nascosti nel nostro subconscio; fantasmi,licantropi,zombie,vampiri,ma con tanta volonta' ed un pizzico di fortuna siamo riusciti a fuggire da quello che stava diventando uno di quegli incubi che ci attanagliano e da cui non riusciamo a svegliarci. Primo set eccellente.Dopo un inizio un po' balbettante, The Etruschi's Mistery Machine accelera che e' una bellezza,e con un ottimo gioco corale sotto la regia di Castelli e grazie ad una serie di battute vincenti di Alice Velma Dinkey Cani,ci prendiamo il primo punto con l'eloquente parziale di 25 a 14. Il set successivo e decisamente piu' complicato,troviamo difficolta' a venir a capo dell'intrigo e piu' di una volta cadiamo nei trabocchetti che le ragazze di Pontedera ci allestiscono per l'occasione.Sul 22 a 22 rischiamo gross, poi un paio di giocate di Grillo ed un ace in battuta di Fedeli ci levano le castagne dal fuoco e ci regalano i tre punti decisivi. Sembriamo avviarci verso un'agile vittoria,ma non e' proprio cosi......dopo le 22 sul Gymnasium scende la notte, ed il buio,come gli spifferi,entra silenzioso e subdolo all'interno della palestra,contagiando le menti delle ragazze e del nostro allenatore. Nella terza e quarta frazione di gioco sembra di stare sul set di Psycho o di Shining; non riusciamo a dare fluidita' ed equilibrio al nostro gioco,anzi subiamo le iniziative delle avversarie,finendo per smarrirci come nelle lugubre stanze del Bates Motel oppure negli agghiaccianti corridoi dell'Overlook hotel. I parziali 20-25 e 18-25 sono fin troppo generosi nei nostri confronti,perche diamo la netta sensazione di non essere piu' in partita. Coach Felici non riesce a trovare le giuste calibrazioni,ci ostiniamo ad attaccare sempre dalle bande diventando fiacchi e prevedibili. Shaggy,Scooby e Scrappy Doo sembrano fuggire terrorizzati per andare a nascondersi.....ma sappiamo che la storia andra' diversamente e tocchera' a loro trovare in qualche modo la soluzione del fitto mistero...... Il Bellaria ci costringe al tie-break con il vento in poppa e l'inerzia della partita tutta a loro favore,ma le pontederine non sanno con chi hanno a che fare.Il quinto set e' il nostro habitat naturale,e talvolta riusciamo a trasformare la paura nel nostro carburante. Con l'orgoglio di Potenti e Truono,la pulizia e l'ordine di Felici,l'esperienza di Grillo e la rabbiosa esplosivita' di Daphne Blake Cappagli strappiamo il punto decisivo per 15 a 12.

Nessun commento

Powered by Blogger.