Header Ads

Timenet manca di concentrazione e perde al tie-break con Genova 2-3


Il capitano Tangini: “Siamo partite bene ma poi ci sono stati momenti in cui è mancata la testa. Dobbiamo lavorare ancora per migliorare”. 
La fuoriclasse Arrighetti: “La squadra empolese mi ha colpita per la sua fisicità”.
Ha fatto sognare la Timenet Empoli Pallavolo per buona parte del match combattuto ieri al Palaramini che, tuttavia, è andato a favore delle avversarie della PSA Olympia Volley Genova per 2-3. L’incontro è stato acceso e in equilibrio tanto da terminare solo al tie-break e le ragazze di coach Paolo Collavini nei primi set hanno lottato per contrastare un avversario indiscutibilmente forte che ha dimostrato di avere non solo la tecnica, ma anche la testa nei momenti cruciali della partita. E’ questo l’elemento che invece è mancato tra le fila giallonere protagoniste di una parabola discendente nella parte finale e più importante dell’incontro. “Siamo partite molto bene e poi abbiamo dei momenti in cui ci perdiamo ed è difficile tornare in partita soprattutto davanti ad una squadra ben formata come quella di Genova - ammette il capitano della Timenet, Sirya Tangini - E’ una capacità che si acquisisce lavorando e con tanta pazienza. Siamo una bella squadra però dobbiamo impegnarci ancora perché non siamo al cento per cento e si vede dal campo quando non riusciamo a venire fuori da determinate situazioni. Siamo giovani e fisicamente forti, ma questo non significa che possiamo permetterci di mollare come abbiamo fatto nei set che abbiamo perso. Penso che queste sconfitte ci servano da lezione per lavorare sui punti in cui dobbiamo migliorare”. Le padrone di casa in effetti hanno iniziato la partita con il piede giusto, recuperando in fretta i pochi punti di svantaggio e invertendo la situazione tanto da prendere il comando già sul 9-6 per poi tenerlo saldamente fino al 15-12. A quel punto il primo insidioso avvicinamento della controparte genovese, grazie anche a qualche errore di battuta e difesa della Timenet, ha portato gradualmente alla parità a quota 18. Le ragazze giallonere, incoraggiate da coach Collavini, riescono però a resistere all’avanzata e con una serie di attacchi serrati arrivano ad imporsi prima con un 22-18 e poi ad allungare il passo chiudendo il primo set 25-21. Nel secondo set la Timenet è subito lanciata in attacco raccogliendo un discreto vantaggio fino al 7-4 che tuttavia viene gradualmente annullato dalla compagine ligure dopo il break chiesto da coach Matteo Zanoni con un effetto deflagrante che porta prima alla parità a quota 11 e poi 15 punti, successivamente ad un distacco perentorio fino al 15-22. Se nella metà campo giallonera è evidente la perdita di concentrazione, in quella genovese è palpabile la determinazione alla vittoria contrastando efficacemente ogni tentativo empolese di sfondare e riuscendo a piazzare al contempo attacchi potentissimi che valgono all’Olympia il set per 20-25. Il terzo set si fa acceso già nei primi scambi con le formazioni cariche e determinate a conquistare punto su punto. L’Olympia sembra spuntarla dopo un lungo braccio di ferro portandosi sul 5-7 ma le empolesi dimostrano di avere carattere rendendosi protagoniste di una grande rimonta e riprendendo il vantaggio per 11-9. A metà set però la situazione torna nuovamente in parità per poi assistere ad un vicendevole cambio della guardia al comando, di pari passo con gli incalzanti break chiesti da ambo i coach. Ed è proprio il tecnico giallonero Collavini, sul fatidico 23-21 a spronare le sue ragazze a non mollare la presa facendole arrivare alla conclusione per 25-22. Il quarto set diventa, di fatto, l’ago della bilancia del match. E’ nella seconda parte di questo parziale infatti che emerge la differenza tra le due formazioni. La Timenet crede ancora nella vittoria, tanto da recuperare in fretta il piccolo svantaggio iniziale e portarsi al comando fino al 12-11. Ma nonostante i ripetuti richiami alla concentrazione da parte di coach Collavini, le empolesi non si mostrano in grado di fronteggiare l’avanzata genovese, commettendo anche qualche errore di troppo in difesa e in battuta. Contando anche su giocatrici di lunga esperienza, l’Olympia riesce a cogliere ogni segno di debolezza per fare breccia e, dopo la conquista del 16-23, arriva a chiudere per 18-25. Il tie-break è sin dall’inizio nelle mani delle avversarie liguri, ormai in odor di vittoria davanti alle padrone di casa che, a tratti, sembrano intimidite e oppongono una modesta resistenza tanto da arrivare al 4-10. Sul finale la Timenet tenta il tutto per tutto ma il distacco è ormai ampio e nonostante l’annullamento del primo match point per 8-14 l’Olympia riesce a portare a casa il risultato subito dopo siglando il 9-15. “Pensavo che sarebbe stata una partita dura, così come è stata – commenta a fine partita Valentina Arrighetti nella veste di centrale della PSA Olympia ma atleta fuoriclasse con trascorsi in maglia azzurra e nella massima serie - Mi farò un’idea della categoria quando sarà conclusa l’andata del girone, per ora la Timenet Empoli è la squadra che mi ha colpita di più per la sua fisicità che in serie B1 è un’eccezione. Non so se si tratti di una formazione giovane che, davanti ad un avversario che prende le misure, tende a scoraggiarsi. Ma non le conosco, posso solo dire che fisicamente sono giocatrici molto brave”. La Timenet sarà impegnata sabato 20 febbraio in un nuovo derby al Pala Bagagli alle ore 18.00 in casa della FGL Castelfranco di Sotto che al momento guida la classifica provvisoria a quota 10 punti mentre le empolesi si trovano in quarta posizione con 4 punti ed una partita giocata in meno, quella contro Arredo Frigo Valnegri, rinviata a causa Covid e quindi da recuperare.
TABELLINO
PARZIALI : 25-21; 20-25; 25-22; 18-25; 9-15.
ARBITRI: Giada Alessandra Fiori (Lucca) e Elena Fantoni (Lucca).
TIMENET EMPOLI: Tangini 11, Baggi 15, Ascensao M. 5, Mennecozzi 4, Giometti 17, Ascensao R. 10, Formenti (L), Meini (P) 1, Barbiero 3, Marocchini, Mezzedimi.
OLYMPIA GENOVA: Allasia 1, Antonaci 6, Montedoro A. 1, Gatti 12, Parodi 6, Arrighetti 11, Bilamour 16, Zannino (L), Truffa, Crespi (n.e.), Gouchon (n.e.), Montedoro M. (n.e.), Scurzoni (n.e.)
FORMAZIONI: STARTER SIX TIMENET EMPOLI: Tangini (capitano), Mennecozzi, Ascensao R.,Baggi, Giometti, Ascensao M., Formenti (L).
STARTER SIX BLU VOLLEY: Bilamour (capitano), Allasia, Montedoro A., Gatti, Arrighetti, Antonaci, Zannino (L).

Fonte: Ufficio Stampa Empoli Pallavolo

Nessun commento

Powered by Blogger.