venerdì 13 marzo 2020

L’Ariete ha fermato le macchine

Dal 5 marzo il pallone non rimbalza più nelle palestre solitamente utilizzate dalla società del Presidente Galeotti che, ovviamente, non è estranea all’emergenza sanitaria e si adegua alle direttive nazionali attendendo di conoscere il proprio futuro. Una situazione inedita per tutti a cominciare da allenatori e staff tecnici che devono inventarsi strategie e schede d’allenamento casalinghe per mantenere per quanto possibile in forma gli atleti in attesa della ripresa dell’attività in palestra. “Ovviamente siamo tutti fermi – ci dice Giacomo Raffa coach della prima squadra femminile – Abbiamo lasciato le ragazze più esperte in autogestione. Sanno come tenersi in forma. Per le giovanili, invece, ogni gruppo dovrà preparare un video esplicativo di un particolare esercizio da mettere a disposizione delle altre nostre squadre. Oltre a questo stiamo già proponendo dei giochi sulla pagina Facebook della società. Tutto questo penso sarà un modo divertente e coinvolgente per tenersi in forma, fare squadra e continuare parlare e pensare volley”. Come ti attendi la ripresa del torneo, specialmente per quanto riguarda la Serie C? “Ancora non abbiamo indicazioni che ci possano far prevedere quando e se riprenderemo il campionato. Di sicuro se ripartiremo avremo necessità di almeno 15 giorni di lavoro prima di giocare una gara e questo per evitare infortuni alle atlete. Noi abbiamo una squadra per due terzi molto giovane e questo ci facilità dal punto di vista fisico me certo alla ripresa dovremo fare grandi volumi di lavoro con il pallone. Aldilà di questo e della formula che sarà scelta per ultimare il torneo comunque sarà un campionato a parte, imprevedibile e molto influenzato anche dall’eventuale compressione delle ultime gare di regular season e poi di play off”.

Comunicato Ariete Prato Volley Project

    Choose :
  • OR
  • To comment
Nessun commento:
Write commenti