Header Ads

Prato vince ancora e rimane al comando.


VOLLEY PRATO – FIRENZE VOLLEY 3-0
Volley Prato: Alpini M., Marchi, Alpini l., Bruni, Gioele Corti, Giona Corti, Civinini, Conti, Mazzinghi Filippo, Mazzinghi Federico, Pini, Catalano, Bandinelli, Torri, Nincheri. All. Novelli.
Firenze Volley: Baldanzi G., Baldanzi L., Bartoli, Benedetti, Bini, Boncompagni, Checcucci, Coletti, Gasser, Gori, Intravaia, Rigacci, Rovai, Tung. All. Mattioli.
Arbitro: Pranzini
Parziali: 25-23; 25-14; 25-20.
Prato vince ancora e rimane al comando. Seconda gara e secondo successo per la squadra di Mirko Novelli che dopo la Remo Masi batte anche Firenze. Un successo nitido maturato dopo un brutto primo set e che celebra al meglio il ritorno della pallavolo al Keynes, rimasto indisponibile per cinque lunghissimi anni.
1° set: Prato con Giona Corti e Catalano in diagonale, Alpini e Pini di banda, Gioele Corti e Bandinelli al centro e Civinini libero. Inizio tutto di marca pratese (7-2). Tempo ospite ed al ritorno in campo Prato iniziava un’altra gara contro sé stessa. Firenze saliva di tono ma era soprattutto la squadra di casa ad incartarsi nei propri errori. Squadre sul 10-10 con almeno 5 leggerezze dei ragazzi di Novelli. Appena Prato accelerava la gara cambiava. Prato con Catalano al servizio scappava di nuovo (17-13) ma erano ancora gli errori a fermare la fuga dei pratesi. Firenze saliva addirittura sul 18-19 con un muro su Pini. Prato era bravo a non scomporsi ed a rimanere con la testa sul set. Equilibrio fino 23-23 poi un errore al servizio degli ospiti ed una dubbia doppia fischiata al regista ospite Checcucci chiudevano il set;
2° set: secondo parziale con Prato ancora avanti (3-1) ma ancora contratto. Firenze, con un buon utilizzo del primo tempo e con tanta attenzione a muro, rimaneva in scia (5-3 e 6-4). La pipe di Alpini valeva il più tre ma era Catalano al servizio a scavare il solco. Il tempo della panchina fiorentina sull'11-7 non fermava la serie del numero nove pratese che continuava a mettere pressione alla ricezione ospite portando i suoi sul 15-7. Mattioli cambiava in regia inserendo Gori. La musica non cambiava con un ace ed un attacco vincente di un Catalano “on fire” e che si fermava sul 17-7. Il finale era scritto. Novelli inseriva Mazzinghi, Nincheri e Conti. Prato amministrava, si divertiva (bella la spazzolata di Pini sulle mani del muro ospite, bellissima l'alzata di Corti ad attraversare tutto il terreno di gioco) e chiudeva a 14;
3° set: Novelli nel terzo affidava la regia ad Alpini e confermava Nincheri in campo. Partenza lenta pratese (0-3) ma pian piano la squadra di Novelli prendeva il controllo anche di questo parziale. Ace di Alpini per il 6-5, allungo pratese sul 15-9. Mattioli chiamava tempo sul 20-13. Firenze reagiva ma ormai era tardi. Un muro ed un diagonale di Catalano chiudevano la gara.
Il Volley Prato vola ma Novelli non ride. Le due vittorie contro Rufina e Firenze ed i sei punti in classifica non soddisfano del tutto il tecnico pratese che dai suoi pretende di più. Questa le sue parole al termine della sfida vittoriosa contro il Firenze Volley. “Non riusciamo ad esprimere quanto prepariamo in settimana – dice Mirko Novelli – Forse è una questione di tensione, e dopo un anno di stop ci sta, però dobbiamo crescere. Così non va bene”. Cosa vedi in settimana che in gara non viene messo sul campo? “In allenamento siamo molto più bravi. Giochiamo una pallavolo di alto livello. Quelle che nel contesto della gara possono sembrare delle fiammate di gioco e di intensità, in allenamento sono la costanza. Dobbiamo quindi migliorare in continuità. Facciamo bene piccole cose estemporanee ma poi non sappiamo distribuirle nell'interezza del set. Sbagliando molto tieni gli avversari vicini e automaticamente ti limiti nel gioco. Se sei in una situazione di punteggio di tranquilla gestione, infatti, puoi prenderti dei rischi, provare giocate meno scontate e dare soddisfazione ad esempio a tutte le nostre uscite offensive. Se invece, come ci è capitato in queste prime due uscite, sbagli molto e tieni vicini gli avversari, rendi per forza di cose scontato il tuo gioco, non rischiando mai la giocata ed andando solo sulle sicurezze”.
Comunicato Volley Prato

Nessun commento

Powered by Blogger.