venerdì 31 maggio 2019

Siena trova l’opposto: il giovane talento Romanò firma con la Emma Villas

Originario di Monza, alto 203 cm, il giovanissimo talento di 22 anni (da compiere a Luglio), Yuri Romanò vestirà i colori biancoblu nel ruolo di opposto dopo la positiva stagione a Bergamo. Proprio con Bergamo da giovane promessa della pallavolo si ritrova ad inizio stagione titolare in A2, distinguendosi nella categoria e non solo. Un esordio di tutto rispetto che lo ha portato alle luci della ribalta in competizioni come la finale di Coppa Italia e quella di Play Off contro la potenza piacentina neopromossa in SuperLega catapultandolo nella classifica di migliori realizzatori. Studia Marketing a Milano – Bicocca si avvicina alla pallavolo dopo aver coltivato il sogno del calcio: ben 8 sono le stagioni da terzino sulla fascia sinistra dei campi da calcio brianzoli. “Ho giocato a calcio per 8 anni ma non mi sentivo di crescere tecnicamente e, vista l’altezza, sia mia madre che mia sorella che giocavano a pallavolo, mi hanno spinto verso questo sport.” Del calcio rimane la fede interista perché a 16 anni Romanò scopre dunque la pallavolo e dopo una stagione da centrale nelle giovanili del Volley Bollate, cambia ruolo. Cambio che accende la miccia al talentuoso sportivo il quale viene promosso in prima squadra nel campionato di B2 2014/15. L’anno successivo debutta in B1 con i Diavoli Rosa Brugherio e viene confermato l’anno successivo nella Serie B unica con la stessa casacca. Un talento che non è sfuggito ai selezionatori della nazionale: tra i protagonisti in maglia azzurra di un Europeo Under 20 dove conquista il quarto posto e un Mondiale Under 21. Prima a Potenza Picena con Coach Di Pinto poi a Bergamo sotto la guida di Coach Spanakis, l’opposto mette a segno un totale di 675 punti in sole due stagioni di cui 416 nell’ultima stagione da titolare. Da coach Blengini, lo scorso 30 aprile, arriva la prima convocazione per la Volleyball Nations League 2019. Il nome di Romanò è presente nella lista dei 30 nomi, solo 5 gli atleti di A2 in lista, che verranno ridotti a 25 il prossimo 21 maggio in base ai regolamenti FIVB.
DICHIARAZIONI
“Sono stato fin da subito molto soddisfatto dell’interessamento della Emma Villas. – sottolinea il giovane opposto – Sposo volentieri il progetto di questo club e della città di Siena. Credo fermamente mi dia la possibilità di esprimermi ad alto livello” “E’ stata una trattativa veloce, siamo orgogliosi di poter annunciare questo acquisto. – commenta l’accordo il Direttore Sportivo Fabio Mechini – Sappiamo che non sarà facile ma siamo assolutamente fiduciosi che possa esprimere il suo talento al massimo e fare veramente bene come ha dato dimostrazione questa ultima stagione. La presenza di un Coach come Graziosi, vista la sua assodata esperienza con i giovani, è l’ideale per la fase di crescita di Romanò. Con Graziosi come allenatore, Yuri Romanò come giocatore si rivelerà un’ottima scelta”. Conclude Romanò: “Tra i miei sogni ovviamente c’è quello di vestire la maglia azzurra nella nazionale maggiore ed arrivare a giocare nella massima serie.” Anche Yuri, come Sebastiano Milan, è attualmente in ritiro a Cavalese con la Nazionale B in attesa dell’inizio delle Universiadi di luglio sotto la guida di Coach Graziosi.
CURRICULUM
2018/2019 Olimpia Bergamo 17 A2
2017/2018 Goldenplast Potenza Picena 17 A2
2016/17 Diavoli Rosa Brugherio B
2015/16 Diavoli Rosa Brugherio B1
2014/15 Volley Bollate B2
2012/14 Volley Bollate GV

L’estro di Acquarone in regia per i “Lupi”

Seconda graditissima conferma in casa Kemas Lamipel con Alessandro Acquarone che vestirà ancora i colori biancorossi nel prossimo campionato di Serie A2 d’Elite. Sarà quindi il giovane e talentuoso regista originario di Sanremo l’ispiratore del gioco dei “Lupi”, colui che avrà il compito di far girare l’attacco conciario con le sue giocate di altissimo livello e qualità. Per il classe ’99, ormai santacrocese d’adozione visti i numerosi anni trascorsi nelle giovanili e in prima squadra, si tratta di una conferma meritata al termine di una stagione da titolare indiscusso conclusasi con un bel crescendo di prestazioni e risultati, nonostante qualche alto e basso di troppo durante l’annata al pari di tutto il resto della squadra. Per Acquarone la prossima sarà sicuramente una stagione importante in cui continuare il ben avviato processo di crescita sia a livello tecnico che nella conduzione della squadra. A dispetto della giovane età il palleggiatore conciario vanta già una notevole esperienza nella seconda serie nazionale, senza contare le varie convocazioni nelle nazionali giovanili italiane, ma ha ancora notevoli margini di crescita e il lavoro in palestra con il preparatissimo staff tecnico della Kemas Lamipel non potrà che affinare il suo importantissimo bagaglio tecnico. Acquarone avrà l’onere e l’onore di armare il braccio di bomber del calibro di Padura Diaz e Krauchuk, senza dimenticare l’incredibile intesa in fase offensiva trovata già nell’ultima stagione con il centrale Bargi: sicuramente quindi la velocità e briosità di gioco del regista biancorosso sarà una della armi in più della Kemas Lamipel 2019/2020, squadra che sta sempre più prendendo forma e connotazione. Dopo le conferme di Bargi ed Acquarone e i nuovi acquisti Padura Diaz, Catania e Krauchuk si attendono adesso le nuove mosse della società biancorossa, molto reattiva ad operare in maniera decisa ma anche oculata sul mercato.

Andrea Costanzo

giovedì 30 maggio 2019

Il Bisonte sempre più azzurro, ingaggiata anche Sylvia Nwakalor

Oltre a Sarah Luisa Fahr, un’altra vicecampionessa del mondo vestirà la maglia de Il Bisonte Firenze a partire dalla prossima stagione: il club del patron Wanny Di Filippo è lieto di annunciare l’ingaggio dell’opposto Sylvia Chinelo Nwakalor, che ha firmato un contratto biennale e che vestirà la maglia numero 15. Nonostante i vent’anni non ancora compiuti, l’attaccante lombarda è già da tempo nel giro della nazionale azzurra: l’anno scorso il ct Mazzanti l’ha convocata per il mondiale in Giappone, concluso con una straordinaria medaglia d’argento, e nelle scorse settimane ha partecipato sia al Montreux Volley Masters che alla prima tappa della Volleyball Nations League, mentre adesso è col gruppo che sta preparando l’appuntamento con le Universiadi, in programma a luglio a Napoli. Il pedigree quindi non manca a Nwakalor, che nell’ultima stagione con il Club Italia, la sua prima in serie A1, ha viaggiato su numeri importanti, mettendo a segno 276 punti e risultando la sedicesima bomber della regular season: fra le doti che è pronta a mettere a disposizione di coach Caprara c’è una fisicità impressionante, visto che nonostante l’altezza non eccessiva (177 cm), raggiunge i 330 cm da terra in schiacciata, ma anche una buona duttilità, perché riesce a disimpegnarsi egregiamente anche in posto quattro.
LA CARRIERA – Sylvia Chinelo Nwakalor nasce il 12 agosto 1999 a Lecco da genitori di origini nigeriane, e muove i suoi primi passi nella pallavolo nelle giovanili dell’Olginate, per poi trasferirsi nel 2014 nel Volleyrò Casal de’ Pazzi: con il club laziale disputa tre stagioni, debuttando in B2 a soli 15 anni nella prima e poi giocando in B1 nelle due successive (con una promozione in A2 nella seconda), oltre ad ottenere numerosi successi a livello giovanile come i titoli nazionali Under 16 e Under 18. In questi anni comincia a ricevere anche le prime convocazioni nelle nazionali giovanili, poi nel 2017 arriva la chiamata del Club Italia, che le permette di esordire in A2 a 18 anni: nel 2018 Davide Mazzanti la convoca per la prima volta nella nazionale maggiore, in un’estate da sogno nella quale porta a casa l’oro nel Montreux Volley Masters e l’argento ai campionati del mondo in Giappone, poi sempre con il Club Italia gioca la sua prima stagione in A1, prima di accasarsi a Il Bisonte Firenze.
LE PAROLE DI SYLVIA CHINELO NWAKALOR – “Sono molto contenta di intraprendere questa nuova avventura a Firenze, e sono sicura che mi troverò bene sia con la squadra che con lo staff. Ho scelto Il Bisonte perché è un club serio, che punta a fare bene, e sono pronta a dare il mio contributo per disputare un buon campionato. Fra l’altro conosco già diverse compagne di squadra: con Fahr e Turco ho giocato nel Club Italia, con Degradi l’anno scorso ho fatto qualche collegiale con la nazionale, e poi nelle ultime settimane, sempre in nazionale, ho avuto modo di conoscere anche Alberti. Dalla prossima stagione mi aspetto tante cose belle, sono una persona ambiziosa e determinata e lavorerò per aiutare la squadra a raggiungere grandi risultati: sono sicura che sarà un’annata di grande crescita sia per me che per Il Bisonte”.

mercoledì 29 maggio 2019

Comunicato Ariete Prato Volley Project

Roberto Latini non è più l’allenatore dell’Ariete Prato Volley Project. Il tecnico della prima squadra ha comunicato la sua decisione di rinunciare all’incarico lunedì sera, poche ore dopo l’amaro epilogo dei play off. Le dimissioni sono state accettate dalla società che, nel ringraziare Latini per il lavoro svolto e per la professionalità e serietà con cui ha condotto il suo incarico, gli augura una carriera ricca di successi e soddisfazioni.

Ariete Prato Volley Project

Sebastiano Milan con la Emma Villas: firmato l’accordo con la nuova banda

Il ventiquattrenne Sebastiano Milan è la nuova banda in bianco blu per l’imminente stagione della Emma Villas Siena. Cresciuto nelle giovanili del Volley Treviso, di dove è originario, Milan entra presto a far parte della squadra federale del Club Italia in B2 dove vi rimane per due stagioni giocando perlopiù da opposto. “L’esperienza del Club Italia mi ha formato molto, – ha commentato nell’intervista rilasciata – mi ha aiutato a crescere come atleta e come uomo. Insieme ovviamente al percorso delle giovanili fatto a Treviso dove ho incontrato degli allenatori molto in gamba che mi hanno dato le basi per essere il giocatore che provo ad essere ogni giorno.” E’ la versatilità del giovane atleta nel doppio ruolo a metterlo sotto i riflettori per la stagione successiva che lo vede esordiente in SuperLega, nel 2014, come banda a Padova, dove vi resta per tre stagioni fino al 2017 quando, con la Cucine Lube Civitanova, partecipa alla finale scudetto e a quella di Champions League. Già dal 2013 entra a far parte della Nazionale Under 19 ma è con l’Under 21 che conquista la prima medaglia di bronzo ai Mondiali dello stesso anno. Replica il terzo posto con l’Under 23 nel 2015. Nel 2018 arriva l’oro con la Nazionale B ai XVIII Giochi del Mediterraneo a Terragona con Coach Graziosi. In quella finale, contro la Spagna, Sebastiano trascinò i compagni con 27 punti messi a segno. L’ultima stagione, scende in A2 per un posto da titolare, e con i colori della Centrale McDonald’s Brescia e realizza 401 punti in Regular Season, 35 muri e 27 ace in 26 match giocati.
DICHIARAZIONI
“Grazie del benvenuto sono molto felice di arrivare a Siena, – sottolinea all’inizio della telefonata – E’ la società giusta in cui poter giocare e prendermi delle soddisfazioni stando in campo. La scelta è stata dettata dall’aver percepito dai vari addetti ai lavori la volontà del club di avermi nel roster e dalla fiducia riposta: questo per me vale più di ogni cosa. Sono felice e dò il meglio di me quando sono in un club che crede in me e Siena è tutto ciò.” Parlando di Siena, lo schiacciatore veneto aggiunge: “Non ho mai avuto il piacere di fermarmi a Siena ma non vedo l’ora di scoprire una città simbolo dell’Italia per la sua bellezza e per la sua storia. Al di là della questione ‘sportiva’ sono sicuro che è una città in cui mi troverò bene.” Attualmente Sebastiano è a Cavalese, da dove ci risponde per l’intervista, e vi rimarrà fino al 7 giugno per il primo collegiale della Nazionale Seniores Maschile B, ancora una volta sotto la guida di Coach Graziosi in attesa di partecipare alle Universiadi a Napoli. “Tra un mese saremo impegnati nelle Universiadi, le Olimpiadi Universitarie che vedono protagonisti atleti giovani atleti universitari. Sarà un impegno difficile visto l’alto livello di alcune nazionali blasonate che verranno sicuramente in Italia a cercare il risultato. Per noi vincere, in casa, a questo livello, sarebbe una tra le maggiori soddisfazioni.” Proprio a proposito di Coach Graziosi sottolinea: “Conosco Gianluca dalla estate scorsa, dalla esperienza dei Giochi del Mediterraneo. Sono contento di lavorare con lui e speriamo di prenderci qualche altra bella soddisfazione insieme durante questa stagione.” Tra l’aver respirato l’aria della SuperLega, la maglia azzurra e le competizioni internazionali chiediamo a Sebastiano quale può essere il suo sogno per il futuro: “Il mio sogno è continuare a giocare a pallavolo. – risponde convinto – La medaglia più grande che possa ricevere è star bene e giocare divertendomi.”
CURRICULUM
2018/2019 A2 Centrale Del Latte Sferc Brescia 14 ITA
2017/2018 A1 Cucine Lube Civitanova 14 ITA
2016/2017 A1 Kioene Padova 13 ITA
2015/2016 A1 Tonazzo Padova 13 ITA
2014/2015 A1 Tonazzo Padova 13 ITA
2012/2014 B2 Club Italia
2006/2012 Giov. Volley Treviso
PALMARES
Giochi del Mediterraneo 2018
Campionato mondiale Under-23 2015
Campionato mondiale Under-21 2013

La TecnoAmbiente vuole chiudere la serie

Alla "Don Vivaldi" per conquistare la finale. Serata da emozioni forti per la TecnoAmbiente San Miniato, che questa sera (ore 21) ospita la Pallavolo Sestese per gara tre della semifinale playoff. Nel proprio fortino, i giallorossi di Fabrizio Ciarla cercheranno di strappare il pass per accedere all'ultima fase degli spareggi promozione: chi vincerà tra Folgore e Sestese, andrà ad affrontare il Dream Volley Pisa, che a sua volta ha avuto la meglio sull'Emma Villas di Siena. La gara di questa sera si preannuncia apertissima. Sette giorni fa, nell'impianto di via dei fossi, la compagine fiorentina era riuscita ad imporsi in quattro set, ma sabato, al PalaLilly, la truppa di San Miniato è stata capace di pareggiare i conti, imponendosi al tiebreak. La Sestese, nonostante la sconfitta al fotofinish, ha confermato di essere una formazione coriacea e questo, i ragazzi di Ciarla lo sanno bene. Squadra solida, quella fiorentina, che sicuramente verrà a San Miniato con il coltello tra i denti. Inutile dire che per fare risultato servirà la miglior TecnoAmbiente. Servirà anche il tifo ed il calore del pubblico della "Don Vivaldi", che in questa stagione, d'altro canto, non ha mai fatto mancare il proprio appoggio alla squadra giallorossa. Gli arbitri saranno Marina Bucci e Ciro Ferraro, entrambi della sezione di Livorno.

Battuta d'arresto... ma non è finita!

Purtroppo fallito dalla nostra Prima Divisione il primo assalto alla promozione in serie D: contro un compattissimo, ben organizzato, esperto Club Arezzo Legend che ci ospitava nello spareggio delle vincenti dei gironi preliminari i nostri ragazzi non riescono a strappare alcun set, in una partita in cui alcuni meccanismi di squadra non hanno funzionato come al solito, evidenziando forse anche una non ancora sufficiente abitudine a giocare gli incontri decisivi contro squadre più esperte e tecnicamente valide. Dopo un primo set perso non di molto dopo aver lottato su ogni pallone, questo elemento è emerso soprattutto nel secondo set, dove i nostri ragazzi riuscivano a portarsi addirittura sul 14 a 7 salvo poi fermarsi di botto, con ogni pallone che sembrava diventato improvvisamente troppo “pesante” per essere giocato come tecnicamente pur in grado di fare, e favorendo quindi il netto recupero dei nostri avversari, che si confermavano anche nel terzo set condotto dal Migliarino alla pari fino a metà e poi perso mentalmente prima ancora che tecnicamente. Ora ultima occasione sabato prossimo e il mercoledi successivo nel “dentro o fuori” contro la vincente del girone delle seconde della regular season; destino ha voluto sia un’altra equipe di Arezzo. E’ indispensabile che in questi pochi giorni a disposizione i nostri ragazzi ritrovino, nella serietà e nell’intensità del lavoro in palestra, convinzione nei propri mezzi e compattezza nei meccanismi di squadra, per ottenere quella soddisfazione che meriterebbero considerato il percorso condotto fino a qui.

La Emma Villas Cus Siena sconfitta a Pisa In Gara2, finisce il sogno dei Playoff per il team biancoblu

Niente da fare per la Emma Villas Cus Siena che milita nel campionato di Serie C. I ragazzi allenati da coach Michele Delvecchio non sono riusciti ad avere la meglio di Pisa ed escono in questo modo dalle semifinali playoff. Svanisce dunque il sogno della promozione in Serie B per la formazione biancoblu che è stata comunque protagonista di un’annata eccezionale, rimanendo per quasi l’intera regular season in testa al proprio girone prima della post season. Dopo la sconfitta a Siena in gara1 (1-3 il risultato finale), Siena è caduta anche in trasferta in gara2 (3-0 in favore dei pisani). Così parla della sfida valevole per gara2 coach Michele Delvecchio: “Formazione di partenza con la solita diagonale Crivellari-Gambelli nei ruoli di palleggiatore e opposto, al centro Rigo e Sani e come martelli Brandi e Bettoni. Cambio ruolo per quest’ultimo che da centrale passa a schiacciatore, in sostituzione a Della Volpe, infortunatosi in gara1. Nel primo set da parte nostra c’è stata una partenza un po’ confusa dal punto di vista tecnico e organizzativo, sicuramente dovuta ai cambi di ruolo, però buona dal punto di vista dell’agonismo. Nonostante i tanti errori in attacco siamo rimasti in gara fino a metà set poi i pisani hanno preso il largo andando a conquistare il primo parziale”. “Nel secondo set – prosegue nella sua analisi coach Delvecchio – le cose iniziano a funzionare, il Dream Volley non esprime la stessa intensità di gioco vista a Siena in gara1 e noi ne approfittiamo, giocando tutto il set punto a punto. Poi nel finale di set arriva qualche sbavatura e anche una disattenzione dell’arbitro, che non vede un evidentissimo fallo di formazione, favorisce i pisani, che portano a casa anche il secondo set. Il terzo set è una fotocopia del primo, punto a punto fino a metà, poi Pisa mette il piede sull’acceleratore, soprattutto in battuta, e prende il largo mettendo in cassaforte la partita e la finale”. Conclude il coach della Emma Villas Cus Siena: “Ho il rammarico di non aver giocato nessuna delle due gare di semifinale al meglio delle nostre possibilità, l’assenza di Della Volpe in gara2 e averlo avuto a mezzo servizio in gara1 ha sicuramente condizionato i match. Non so se con lui avremmo vinto, dato l’indiscusso valore dell’avversario, ma sicuramente sarebbero state partite diverse, più combattute. I ragazzi hanno dato il massimo a Pisa, però non è bastato. In fondo i playoff sono così, sono un campionato a parte e basta un niente per ribaltare la stagione. Basta pensare che sia noi che Cascina, che abbiamo dominato nella regular season (loro addirittura meglio di noi), siamo usciti una in semifinale e una ai quarti e che il Dream Volley in finale affronterà o la quarta del nostro girone o la terza del girone A. E’ stata comunque una stagione molto positiva; lunga e stancante ma che ha portato l’Emma Villas Cus Siena ad essere una delle migliori quattro squadre della regione. Di questo possiamo esserne fieri. Ringrazio la società e il presidente Giammarco Bisogno per aver permesso tutto questo, tutta la dirigenza e tutti quelli che ci hanno sostenuto da vicino e da lontano in questo lungo cammino”.

Kemas Lamipel, ecco il brasiliano Matheus Krauchuk

Nuovo colpo sul mercato della Kemas Lamipel che si aggiudica le prestazioni del martello brasiliano Matheus Krauchuk Esquivel, andando a riempire la casella degli stranieri per la prossima stagione di A2. Classe 1997, 22 anni da compiere a novembre, Krauchuk è alto 201 cm e arriva dal campionato del Bahrain, dopo aver militato in patria nel Maringa Volley e nel Voley Renata, oltre ad aver fatto parte della nazionale militare brasiliana. Il giocatore ha caratteristiche importanti di attaccante di razza, ma si destreggia molto bene anche in ricezione, muro e servizio: sotto la guida del connazionale Cezar Douglas potrà ambientarsi molto bene a Santa Croce, città che ha sempre accolto bene i brasiliani. Con Krauchuk e Padura Diaz la fase offensiva della Kemas Lamipel avrà a disposizione due bocche di fuoco di altissimo livello, senza dimenticare anche la presenza di Bargi, un altro che in attacco non scherza affatto. Molto soddisfatta la dirigenza biancorossa che ritiene di aver messo a disposizione dello staff tecnico un elemento interessante e dal grande potenziale: “abbiamo deciso di puntare tutto su Krauchuk per quanto riguarda lo straniero – afferma un membro del CdA biancorosso – perché secondo noi ha tutte le carte in regola per essere elemento di spicco nella prossima stagione. Adesso ci concentreremo nel completare la squadra in maniera equilibrata e solida, ben consci delle nostre possibilità e della nostra voglia di far bene nel prossimo difficilissimo campionato di A2”.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

Paola Carducci a Scandicci

La Savino Del Bene Scandicci comunica di aver tesserato il libero Paola Cardullo. La classe 1982, Campionessa del Mondo nel 2002 arriva a Scandicci dopo l’annata in maglia Lardini Filottrano. Per lei dopo una lunga carriera tra Novara, Villa Cortese, Cannes, Modena, Forlì, Piacenza, Bergamo e Filottrano con tanti successi, arriva il momento di indossare la maglia della Savino Del Bene Scandicci con la quale tornerà a disputare la Cev Champions League.
Cardullo: “In carriera ho avuto successi ma vengo a Scandicci per togliermi soddisfazioni”
Le parole di Paola Cardullo: “In carriera ho avuto grandi successi, ma ho ancora tanti obiettivi, arrivo a Scandicci proprio perché è una grande società e spero di potermi togliere tante soddisfazioni. Conosco la vostra tifoseria, avendo giocato contro Scandicci e so che è molto calorosa. Campionato o Champions? Non voglio scegliere nessuna dei due”

Alice Turco, un'altra azzurrina per Il Bisonte

Il Bisonte Firenze si assicura le prestazioni di un altro fra i prospetti più interessanti della pallavolo giovanile italiana: alla corte di coach Giovanni Caprara arriva la palleggiatrice classe 2000 Alice Turco, che nell’ultima stagione ha giocato in A2 a Martignacco, con l’altra neobisontina De Nardi, e che attualmente è in ritiro con la nazionale under 20 in preparazione dei prossimi mondiali di categoria, in programma in Messico a luglio. La diciannovenne regista friulana, che ha firmato un contratto annuale, è già da un paio d’anni nel giro delle nazionali giovanili azzurre, e al contempo ha già maturato esperienze importanti in A2, prima col Club Italia e poi col Martignacco: per il suo primo campionato di serie A1 ha scelto la maglia numero 12, e avrà l’opportunità di studiare da vicino e di lavorare con una top player del suo ruolo come Laura Dijkema, costituendone una alternativa di sicura affidabilità e di grande prospettiva. LA CARRIERA – Alice Turco nasce il 4 febbraio 2000 a Talmassons, in Friuli, e cresce pallavolisticamente nel vivaio del club del suo paese, con il quale arriva a giocare anche nella prima squadra di B2, nel 2014, a soli quattordici anni. Nel 2015 si trasferisce al Chions Fiume Volley, dove gioca una stagione in D e una in B2, poi nel 2017 arriva la chiamata del Club Italia, e contemporaneamente anche le prime convocazioni con le nazionali giovanili azzurre: con l’Under 18 vince il Torneo delle Otto Nazioni e anche il Festival Olimpico della Gioventù Europea, poi con la squadra federale debutta in A2 a diciassette anni. Nel 2018 torna in Friuli, accasandosi alla Itas Città Fiere Martignacco sempre in A2, adesso invece il primo salto in A1, con la maglia de Il Bisonte Firenze. LE PAROLE DI ALICE TURCO – “Quando coach Caprara mi ha chiamato per la prima volta per parlarmi dell’opportunità di venire a Firenze, stentavo quasi a credere che fosse vero, perchè non credevo possibile che proprio a me potesse capitare un’occasione del genere. Questa esperienza con Il Bisonte per me significa molto, perché riuscire a giocare in serie A1 è la massima aspirazione nella vita di ogni pallavolista. Durante l’ultima stagione a Martignacco mi sono confrontata molto con Linda Martinuzzo, che mi ha raccontato della sua vita in giro per l’Italia e che mi ha sempre parlato benissimo sia de Il Bisonte, in cui ha giocato qualche anno fa, sia di Firenze: quasi tutti quelli che hanno giocato a Firenze mi hanno detto che mi innamorerò di questa città. Per quanto riguarda gli obiettivi, come ogni atleta aspiro a crescere, e credo che sarà difficile non farlo con uno staff e delle compagne del genere, e ovviamente a livello di squadra spero di replicare se non migliorare i risultati ottenuti quest’anno da Il Bisonte”.

Ariete alla sfida Scudetto

Scendono in campo a Rieti le ragazze di Panti e Berti. Autrici di una stagione strepitosa, le campionesse regionali di categoria attendono la fine della fase di qualificazione per entrare in azione. Avversarie del girone, al via il 30 maggio, le pugliesi del Cutrofiano, Volleyrò Roma ed una qualificata tra Pescara, Bolzano, Mirano e Bologna. Compito molto complesso per Prato che dovrà velocemente superare l’emozione dell’esordio ai nazionali per dare il meglio con la voglia e la fame di successi che ne ha contraddistinto il cammino nella fase provinciale e regionale. La rosa dell’Ariete PVP: Vittoria Bardazzi, Matilde Di Biase, Silvia Fanelli, Agnese Forasassi, Matilde Galli, Emma Giacomelli, Marta Giacomelli, Maddalena Golfieri, Viola Grassi, Marta Mennini, Greta Molinari, Viola Orlandi, Matilde Rovini, Matilde Guarducci, Rebecca Moscardi. All. Panti.
Il programma delle pratesi:
Finali Nazionali Rieti Amatrice (28 maggio – 2 giugno)
UNDER 16 F
Ariete PVP – Cuore di Mamma Cutrofiano (15.30, 30/05)
Ariete PVP – squadra qualificata (ore 10.30, 31/05, Rieti)
Ariete PVP Volleyrò Roma (ore 17.00, 31/05)

Comunicato Ariete PVP - Finali Scudetto Under 16

Volley Prato alle Finali Scudetto

Un doppio appuntamento ricco di pathos e prestigio quello che attende i giovani talenti della società del Presidente Giuntoli. Inizia l’Under 16 di Andrea Barbieri che ha un compito difficile. La squadra arriva ai nazionali carica delle attese e dei pronostici importanti di tutto l’ambiente. Questo gruppo arriva da uno Scudetto in Under 13 e, come naturale, è guardato con rispetto da tutte le avversarie. A maggior ragione in questa stagione in cui a rinforzare il Volley Prato è arrivato il pistoiese Ranieri Truocchio e che la squadra giunge ad Alba Adriatica senza ancora aver perso neppure un set in stagione. Insomma, Prato punta in alto ma avrà gli occhi addosso di tutte le avversarie che contro di lei sputeranno sangue pur di far risultato. Sarà quindi una battaglia sportiva a cominciare dal girone di apertura che vede Prato opposta a Catania, Brugherio ed una formazione uscita dalle qualificazioni che uscirà dal confronto tra Ciriè, Milano, Villa D’Agri e Roma. Tutto questo in attesa che dal 4 giugno si aprano i giochi per lo Scudetto Under 18. Anche in questo caso Volley Prato protagonista e con avversarie subito di livello come Genova e Castellana. Prato che potrà contare sul fattore campo visto che le finali Under 18 si disputano a Chianciano Terme.
Finali Nazionali Alba Adriatica (28 maggio – 2 giugno)
Under 16M
Volley Prato – Roomy 78 Catania (16.00, 30 maggio)
Volley Prato – squadra qualificata (10.30, 31 maggio)
Volley Prato – Diavoli Rosa Brugherio (17.30, 31 maggio)

Finale Chianciano Terme (4-9 giugno)
Under 18M
Volley Prato – Colombo Genova (6 giugno, ore 15.30)
Volley Prato- Matervolley Castellana (7 giugno ore 9.00)
Volley Prato – qualificata (7 giugno, ore 15.30)

Comunicato Volley Prato - Finali Scudetto Under 16 e Under 18

U14: vittoria nella trasferta di Scandicci

L'U14 torna a vincere accantonando la precedente sconfitta contro Volley Art. La Savino Del Bene Volley Project Montelupo Blu non ha avuto scampo e le nostre ragazze hanno guadagnato 3 punti pieni che le portano al secondo posto nel mini-girone della finale 19°-22° posto. L'incontro comunque non è filato così liscio: dopo un primo set in cui il gioco delle padrone di casa è stato ben contenuto dalle nostre (19-25), nel secondo la Savino Del Bene Montelupo ha alzato la testa dando non poco filo da torcere alla squadra di Scali, come dimostrano i parziali (23-25). Brave le ragazze dell'U14 a mantenere la concentrazione e non farsi sopraffare, per poi concludere velocemente anche il terzo set (16-25) portando a casa i tre punti sperati. Purtroppo con la sconfitta fiorentina nella prima gara non è più possibile raggiungere la prima posizione, tenuta saldamente proprio dal Volley Art Firenze Nord, ma un'altra vittoria garantirebbe al nostro U14 di mantenersi seconda e quindo al 20° posto nella classifica generale. Vi aspettiamo quindi mercoledì 29 maggio alle 19.00 alla Palestra Enriques per tifare Giglio e dare tutto il supporto possibile alle nostre ragazze!

Pallavolo I'Giglio

martedì 28 maggio 2019

Grande TecnoAmbiente: si va alla "bella"

Si va a gara3. La serie dei playoff si allunga di nuovo. Ieri sera, al Pala Lilly di Sesto Fiorentino, il team di Fabrizio Ciarla è riuscito ad imporsi al tiebreak e, in virtù di questo risultato, sfiderà di nuovo la Sestese nella "bella" di mercoledì, in programma a San Miniato. Testa, cuore e anche qualcosa di più per i giallorossi, bravissimi a fare risultato e rimettere tutto in parità. Avvio complicato per la TecnoAmbiente: la tensione si fa sentire e il team di Ciarla commette troppi errori fin dall'inizio. La Sestese ne approfitta (12-6 e 19-13) e il tecnico giallorosso fa ruotare il sestetto, anche se i padroni di casa non sbagliano un colpo (25-17). Nel secondo set, la situazione si capovolge: Bertolini e soci aggiustano il tiro e rialzano la testa, sfruttando al meglio il servizio. I locali, stavolta, non trovano le adeguate contromisure e tutto torna in parità (11-25). Il terzo parziale vede i due sestetti appaiati fino al 7-6, poi la Sestese mette la freccia e scappa sul 14-9. Un break pesante per il team di San Miniato, che non riesce più ad incidere. Inutile il turnover operato dalla panchina giallorossa: il team di Firenze ha una marcia in più e si riprende il vantaggio (25-16). Anche la quarta frazione vede San Miniato in difficoltà (8-4 e 15-10). Poi va in servizio Cantini e la situazione torna in equilibrio (15-15). Da qui in avanti, è la TecnoAmbiente a prendere in mano le redini, fino al definitivo 21-25, che allunga la contesa al tiebreak. Il set decisivo è tutto dei giallorossi, bravi a cambiare campo sul 4-8. Il team di Ciarla gioca sereno, mentre la Sestese perde brillantezza. Il fischio finale (9-15) arriva dopo un errore al servizio dei padroni di casa. I giallorossi si abbracciano, sotto gli applausi del proprio pubblico, che anche oggi ha raggiunto in massa l'impianto di viale Machiavelli. Mercoledì (ore 21, palestra "Don Vivaldi") nuova sfida tra Folgore e Sestese: in palio c'è l'accesso alla finale.
Pallavolo Sestese - TecnoAmbiente San Miniato 2-3 (25-17, 11-25, 25-16, 21-25, 9-15)
TecnoAmbiente San Miniato: Bertolini, Bini, Boldrini, Buldrini, Cantini, Fogli, Galeone, Lazzeri, Montini, Polidori, Salini, Sartini, Signorini. All: Ciarla

Termina in semifinale play off la corsa della 1° Divisione

Era un match piuttosto difficile, arrivava dopo la sconfitta interna in gara 1, purtroppo il team di Paolo Marianelli non è riuscito nell’intento di ribaltare Il risultato dell’andata. Dispiace uscire in gara 2, ma non c’è molto da recriminare, poiché obiettivamente il Migliarino si è dimostrato più incisivo, meritando di raggiungere la finale. Il match ha avuto un’ andamento lineare con le padrone di casa, padrone anche del match, hanno tenuto a bada le ospiti giallorosse ed hanno condotto in porto il risultato, senza scosse ed affanni particolari. Il risultato numerico è stato fin troppo punitivo per le ragazze di San Miniato, che peraltro lamentavano qualche assenza , ma che dire, questa squadra ha fatto davvero il massimo arrivando fin qua, sicuramente al di sopra di ogni aspettativa iniziale, quindi, questa squadra, merita l’applauso convinto di tutti, in primis della Società giallorossa.
Summer Fest Migliarino - Lupi Estintori San Miniato 3-0 (25/17, 25/18, 25/12)
Lupi Estintori San Miniato: Capozio, Casalini, Giani, Lotti, Macchi, Mancini, Mannucci, Morelli, Olmi, Peruzzi, Posarelli S., Radesca, Zykaj. All: Marianelli.

Play off Serie SerieC : all'Am Flora non riesce l'impresa !

Am Flora Buggiano- Pallavolo Cascina 0-3 ( 19-25/ 24-26/ 20-25)
Am Flora esce a testa alta dai play-off contro una Pallavolo Cascina che, nell'arco dei quattro incontri stagionali, si è dimostrata indubbiamente più forte, soprattutto da un punto di vista mentale e poi anche fisico e tecnico. Le gialloblu, pur in difficoltà psicologica per la fresca rimonta subita a Cascina, hanno impattato la gara nel migliore dei modi, giocando un inizio di primo set molto vivace e concreto. Il servizio ospite, però, ha inciso molto di più, in rapporto con quello locale, almeno nella prima frazione, e il gioco di attacco del Cascina ha mostrato più variazioni e maggiore varietà di colpi. Am Flora è salita di tono nella secondo parziale, sfruttando anche un black-out ospite al servizio. La formazione di casa ha spinto forte in battuta, difendendo molto e proponendo un cambio-palla efficace; purtroppo la fase break di ricostruzione è risultata ancora una volta troppo sprecisa e poco veloce, Cascina è rimasta agganciata e, cambiando qualcosa, si è aggiudicata anche il secondo set, ai vantaggi. Nel terzo parziale le locali hanno cercato di rientrare, ma al di là di una dignitosa prestazione non sono riuscite ad andare, con il team ospite sopra le righe in ogni fondamentale e dotato di una carica agonistica e di una compattezza invidiabili. E' finita con il primo 3-0 incassato in casa durante le stagione, Am Flora aveva un po' esaurito le energie fisiche e mentali nella battaglia con Calenzano e nel primo match di Cascina, dove di fatto si è decisa la qualificazione, con l'"harakiri" borghigiano della terza frazione. Finale Calci-Cascina, tutta del girone A, a dimostrazione del buon risultato comunque conseguito dalla giovane squadra gialloblu, applauditissima dal pubblico a fine gara, nonostante tutto. Proprio il rapporto con la tribuna, e con le tantissime ragazzine delle giovanili sempre presenti nonostante tutto, è stata una delle note migliori in quella che, risultati alla mano, è la migliore stagione di una prima squadra UPV Buggiano nell'ultimo decennio, e cioè dalla promozione in B ottenuta dal prof. Niccolai nella stagione 2008/09. Si ripartirà dalla tribuna esaurita, dal grandissimo tifo, e dalle tante emozioni vissute: grazie dunque alle atlete, allo staff, ai dirigenti, adesso è il momento di sognare e programmare nuove avventure. GRAZIE ALLE NOSTRE ATLETE !!!!
Sorini 10, Barberini 8, Falseni (K) 8, Fenili 7, Fagni 6, Grosso 5, Ghezzi 2 , Bettaccini 1, Sasselli, Alexandru, Donati, Frediani, Marcheschi .I All Ribechini II All Pieri Dir Acc Irmeni...al prossimo anno !!!

lunedì 27 maggio 2019

Campionati Nazionali U13 3x3: Torretta Volley Livorno è campione d'Italia

La finalissima andata in scena allo Stadio del Ghiaccio di Cavalese riadattato come una grande arena dedicata alla pallavolo 3 contro 3, ha incoronato i toscani nuovi campioni tricolori dopo la vittoria per 2-1 contro la Pallavolo Roomy Catania. La Torretta Volley Livorno è la seconda squadra toscana nella storia a conquistare questo scudetto nell'Under 13 3x3, dopo il successo del Volley Prato nel 2016. Davanti alle centinaia di persone accorse per assistere a quest'atto finale, la squadra toscana ha avuto la meglio su quella siciliana dopo una gara equilibrata e molto combattuta. Soprattutto il primo set è giocato sul filo dell'equilibrio, con i toscani che la spuntano grazie ad un bel turno al servizio di Galoppini. La reazione catanese arriva nel secondo set, quello in cui Catania riesce a mettere in campo tutta la propria fisicità e la propria efficacia in attacco. Impattando il conto dei parziali e riuscendo a portare così l'incontro al terzo e decisivo set. Quello in cui, però, con qualche muro e con qualche errore in meno la Torretta Volley Livorno è riuscita ad aggiudicarsi il primo titolo tricolore. Nella finalina per il terzo posto, invece, la Colombo Genova si conferma una solida realtà di questa disciplina in Italia dopo il quarto posto dello scorso anno ed il titolo conquistato pochi anni fa. I campioni in carica del Volley Montichiari nel primo set non riescono ad incidere, dovendo arrendersi per 15-9. Nel secondo parziale, invece, i bresciani arrivano ad un soffio dal portare la contesa al terzo e decisivo set di spareggio. Incassando una rimonta nel finale che permette a Genova di imporsi per 15-13, mettendosi così la medaglia di bronzo al collo. I padroni di casa della Pallavolo C9 Arco Riva hanno concluso al settimo posto questo loro percorso, superando nella finalina l'Asd Game Volley Falconara per 2-1. Dopo le due partite la cerimonia di premiazione, seguita da un buonissimo pubblico, al quale hanno preso parte il sindaco di Cavalese Silvano Welponer e l'assessore comunale allo sport Paolo Gilmozzi. Accanto a loro anche Adriano Bilato, vicepresidente della Federvolley nazionale, il numero uno della Fipav del Trentino Massimo Dalfovo ed il consigliere nazionale Pino Mazzon. Premiate tutte le 28 squadre protagoniste in campo, così come tutti gli arbitri che hanno diretto questa tre giorni.
Torretta Volley Livorno – Roomy 78 Catania 2-1 (15-12, 9-15, 15-7)

Fabrizio Rolando confermato allenatore della prima squadra

Prima riunione dei vertici societari per programmare la nuova stagione e primo tassello importante: Fabrizio Rolando sarà ancora al timone della prima squadra in serie C, oltre ovviamente a continuare a svolgere il ruolo di responsabile tecnico di tutto il settore giovanile. Nonostante le sue spiccate doti nell'allenare le squadre di ragazzi piu' giovani, le parti hanno convenuto che il lavoro svolto con il gruppo in questione dovesse essere ancora completato, vista anche l'età giovanissima della maggioranza dei componenti della rosa. Il presidente Andrea Galoppi: " C'era poco da decidere in tal senso, è stato un incontro preliminare per discutere su alcuni aspetti relativi alla prossima stagione, e la permanenza di Fabrizio in prima squadra era per noi scontata. Siamo consapevoli che da quando abbiamo deciso di affidargli la Serie C abbiamo di fatto tolto almeno in parte al settore giovanile una forza importante, ma la giovanissima età della rosa e la crescita del gruppo da sempre allenato da lui ci avevano fatto propendere per questa scelta. C'è molta sintonia con Fabrizio, se in futuro insieme ci rendessimo conto della necessità di riportarlo ad allenare di piu' le squadre Under, lo decideremo di comune accordo senza particolari problemi, per il momento continueremo su questa strada, anche perchè in qualche modo con l'aiuto dei suoi collaboratori è riuscito comunque ad essere presente su di ogni squadra. Abbiamo già fatto luce su alcuni aspetti futuri, sia sulla serie C che sulle squadre da costruire, parteciperemo ovviamente come al solito a tutti i campionati possibili in tutte le categorie, dobbiamo solo mettere a fuoco meglio la suddivisione delle squadre. E' stata per il settore giovanile un'annata importante, vogliamo continuare a crescere ancora per rafforzarci in tutte le categorie, cercando nel contempo di crescere anche con la prima squadra. Stiamo lavorando forte, in futuro ci potrebbero essere novità importanti per consolidare questa società a livello Toscano "

Grande successo dell'evento Sitting Volley

Grande successo dell'evento Sitting Volley organizzato dalla nostra società Venerdì pomeriggio nel nostro Palafrontera! Allenatori, atleti, dirigenti, genitori, ragazzi dell'associazione Efesto, tutti a cimentarsi in questa disciplina riempiendo i tre campi creati ad hoc sul parquet di via Fucini per due ore, con l'unico intento di sudare e divertirsi! Alla fine, per chiudere in bellezza, piccolo buffet prima di congedarsi dandosi l'arrivederci al prossimo appuntamento, ancora da concordare, ma che sicuramente si farà molto presto! Cliccando su questo link tutti gli scatti della giornata! Grazie a tutti!

Codipi Dream Volley - Emma Villas CUS Siena 3-0

Partita superba di Sabatini e compagni! Ottimo gioco di squadra, pochi errori e campo ben presidiato anche in difesa e a muro. In battuta qualcosa di meglio si poteva fare, ma il risultato parla da solo. Un gioco vario che ha lasciato spazio a tutti, con il capitano fondamentale ma decisamente supportato da bande e centrali. Appuntamento sabato prossimo 1 Giugno al Paladream alle ore 21 per la partita di andata della finale. Alle 21 di mercoledì prossimo si conoscerà la seconda finalista, tra Sestese e San Miniato. Un ringraziamento al folto pubblico che ha tifato per tutta la partita, in particolare agli giovani Under 14 del Dream, che hanno ritmato con i tamburi tutte le azioni.
Codipi Dream Volley Group - Emma Villas Cus Siena 3-1 25-17 25-22 25-17
La squadra: Balducci, Bellandi, Cheli, Codiglione, Coletti, Della Bartola, Golino, Grassini, Lupetti, Lupo, Marrannini, Puccetti, Sabatini. Allenatore Massimiliano Piccinetti, Secondo Allenatore Giorgio Superchi, Dirigente Accompagnatore Marco Lunardi

Si ferma contro Cremona la corsa di Donoratico

Niente da fare. Esperia Cremona si impone 3-1 anche a Donoratico e si qualifica per la finale a danno delle nostre ragazze. Complimenti alle avversarie ma anche tanto rammarico per molte occasioni perse specialmente nel primo set dove ci siamo trovati in vantaggio di 10 punti prima di perderlo. C’è solo da ringraziare le nostre ragazze per la bravura dimostrata in questa stagione e tutto lo staff tecnico per la competenza.
Score: 24-26. 23-25. 25-22. 21-25

Donoratico Volley

C F: Entomox Calci vola in finale play-off !

ENTOMOX VBC CALCI – ARIETE PRATO VOLLEY PROJECT 3-0
Parziali: 25-20, 25-15, 25-20
ENTOMOX VBC CALCI: Masotti, Genovesi, Di Pede, Carmignoli, Sergi, Gnesi, Caciagli, Casarosa G., Riva, Gragnoli, Casarosa S. (l). All. Puccini D.A. Adami
Calci batte Prato anche nella propria palestra, sempre per 3-0, e festeggia l’accesso alla finalissima per la promozione in serie B. Sestetto consueto per il team di coach Puccini, con Masotti e Gnesi in diagonale, Carmignoli e Sergi al centro, Genovesi e Di Pede a ricevere e schiacciare, Sara Casarosa libero. Grande inizio gara per le celesti, con un’ottima fase di attacco, che ha vanificato i piani ospiti; l’Entomox è rimasta sempre avanti di 4-5 punti, controllando le situazioni con la grandissima sicurezza acquisita nelle ultime gare. Soltanto nel terzo set la gara è stata veramente in equilibrio: merito delle pratesi, che hanno concentrato sul servizio tutte le residue energie mentali e fisiche. La VBC ha tenuto in ricezione, agganciando le avversarie a quota 20; un paio di ricostruzioni efficaci hanno portato le calcesane in vantaggio e a quel punto le avversarie hanno ceduto, dando “via libera” alla squadra di casa. Tanti festeggiamenti per un traguardo programmato ma, ad un certo punto della stagione, difficilmente pronosticabile. E invece la squadra ha avuto la forza di tirarsi fuori da situazioni complicate e rigenerarsi pian piano fino a diventare una vera e propria “corazzata”. Questo il commento del mister: “Abbiamo messo in campo quanto preparato. Ci aspettavamo una reazione avversaria su alcuni aspetti della gara di andata, ma avevamo organizzato un piano B. Le ragazze sono state bravissime, non si sono mai perse d’animo neanche nella terza frazione, con Prato impegnata nel massimo sforzo. Adesso abbiamo una settimana di lavoro prima di incontrare Cascina, dovremo cercare di sfruttarla al meglio”.

1^ Div. F, VBC Calci pareggia la serie con Elsasport

VBC CALCI – GS ELSASPORT 3-1
Parziali: 23-25, 25-23, 25-15, 25-21
VBC CALCI: Allegrini, Ambrogini, Boaretti, Carnicelli, Ciampi, Coni, Crovetti, Gasperini, Lami, Maciocco, Marcucci, Mughini, Paoletti, Tortorella. All. Folegnani
La formazione di Prima Divisione della VBC Calci vendica la sconfitta al tie-break nella gara di andata, e regola G.S. Elsasport. Sono in corso i play-out, e l’obiettivo è evitare la retrocessione nella categoria inferiore. Coach Folegnani può disporre di Gasperini, dopo un mese di assenza: il contributo del capitano si fa sentire, così come quello della linea di ricezione e difesa, sempre attenta e precisa, così da consentire la migliore distribuzione ad una Mughini precisa e fantasiosa. Gran partita per le calcesane, che volevano fortemente riscattare il passo falso di Ponte a Elsa. Gara 3 è in programma a Calci, mercoledi 29 ore 21.00. Servirà l’appoggio di tutto il pubblico calcesano per consentire alle ragazze di ottenere un’altra vittoria e chiudere questa faticosa stagione con una meritata salvezza.

La Emma Villas Siena mette al centro Matteo Zamagni

Altro colpo di mercato in casa biancoblu, altra provenienza spoletina: Matteo Zamagni arriva a Siena a rinforzare la batteria dei centrali di Coach Graziosi. Come Romolo Mariano, tra gli ultimi arrivi nel roster, anche Zamagni è stato tra i protagonisti sul campo avversario di match che la compagine senese ben ricorda: dalla sconfitta in semifinale nel 2017 alla finale di promozione vinta del maggio 2018. Originario di Bellaria-Igea Marina, classe 1989, 195 cm altezza, Zamagni cresce pallavolisticamente nella propria città dove partecipa ai campionati di B2 e B1. La stagione 2010/11 segna il suo esordio in A2 con la maglia della Marcegaglia CMC Ravenna e si chiude nel migliore dei modi: la promozione nella massima serie. Il giovane romagnolo veste poi i colori prima della Sir Perugia, della B-Chem Potenza Picena (dove raggiunge la sua seconda promozione sotto la guida di Coach Graziosi) e, in ultimo, della Domar Matera. Nel 2015 sposa il progetto spoletino per i successivi quattro anni. Proprio con la Monini raggiunge la promozione in A2 nel 2016 e lotta ai vertici della classifica della categoria conquistando per due volte consecutive le finali playoff prima contro Castellana Grotte e poi contro la stessa Siena. Tra i migliori 10 centrali della categoria nella scorsa annata, con un totale di 1550 punti nelle 8 stagioni in A2 che lo hanno visto protagonista, Zamagni affiancherà Carmelo Gitto al centro.
DICHIARAZIONI
“E’ stato un accordo lampo poiché c’era la volontà da entrambe le parti. – commenta Zamagni in un’intervista rilasciata – Lasciare Spoleto dopo tante stagioni naturalmente non è facile ma il lavoro fatto in questi anni è stato molto importante ed ora sono contento di iniziare un nuovo capitolo con Siena. L’impressione che ho sempre avuto da rivale sul campo è stata quella di un team importante con una società solida alle spalle. Non posso che essere felice di farne parte.” “Conosco già Romolo Mariano, compagno di squadra a Spoleto e Coach Graziosi con il quale ho lavorato i due anni a Potenza. Conoscerò gli altri in occasione della preparazione ad agosto”. L’intervista esclusiva al nuovo arrivato andrà in onda questa sera al telegiornale del media partner Siena Tv. Nei prossimi giorni Matteo partirà per il Montenegro per i Giochi dei Piccoli Stati con la Nazionale di S.Marino e poi, il 29 giugno, l’impegno più importante quando in Puglia convolerà a nozze con la sua Giuditta.
CURRICULUM
2018/2019 A2 Monini Spoleto 1
2017/2018 A2 Monini Spoleto 1
2016/2017 A2 Monini Spoleto 10
2015/2016 B1 Monini Spoleto (PG)
2014/2015 A2 Domar Matera 6
2013/2014 A2 B-Chem Potenza Picena 10
2012/2013 A2 B-Chem Golden Plast Potenza Picena 10
2011/2012 A2 Sir Safety Perugia 1
2010/2011 A2 Marcegaglia CMC Ravenna 10
2008/2010 B1 Pallavolo Bellaria (RM)
2005/2008 B2 Pallavolo Bellaria (RM)
2002/2005 Giov. Pallavolo Bellaria (RM)
PALMARES
2012 Campionato A2
2011 Campionato A2

Junior League: 8° posto e rammarico per gli infortuni

Tra poche ore si spegneranno i riflettori sulla 28° edizione della Del Monte ® Junior League, dopo che sarà disputata oggi alle 16.00 la finale per il 1° e 2° posto tra Lube Civitanova e Itas Trentino, Finalissima trasmessa in diretta streaming su Lega Volley Channel (www.legavolley.it e www.elevensports.it). Intanto la Kemas Lamipel stamani ha giocato l’ultimo incontro per il 7° e 8° posto contro Modena, che ha avuto la meglio per 3-1 sui biancorossi. Un onore rappresentare le migliori 8 in questa prestigiosa manifestazione giovanile a prescindere dal posizionamento raggiunto, ma certo rimane molto rammarico per la serie di infortuni a cui dal primo giorno il sestetto titolare ha dovuto far fronte. “La prima partita – commenta il team manager Fausto Zingoni – giovedì mattina contro Castellana Grotte, i campioni in carica, è finita con il risultato di 3-1 (25-17, 20-25, 25-13, 25-23) per i padroni di casa ma l’abbiamo giocata quasi alla pari, con un buon livello di gioco: i nostri ragazzi si sono fatti ben valere ed hanno seriamente impensierito l’avversario. Nel pomeriggio con Perugia, tutta la sfortuna immaginabile si è accanita su di noi, contando 4 infortuni durante il match! Baciocco, che già aveva un’infiammazione alla spalla, ha avuto un riacutizzarsi del dolore impedendogli di giocare; l’opposto Mannucci si è infortunato seriamente alla caviglia; anche il centrale Caponi si è infortunato alla caviglia seppur più lievemente e la banda Carrai ha giocato a fasi alterne per un problema al polpaccio. La partita è terminata 3-1 (17-25, 25-22, 25-21, 25-10) per Perugia ma dispiace perché c’erano tutte le possibilità tecniche per fare senz’altro un miglior risultato! Con Tuscania abbiamo perso 3-2 (21-25,25-23, 27-25, 23-25, 11-15): è stata una battaglia vera e propria! I ragazzi hanno profuso un impegno encomiabile date le circostanze ed abbiamo perso, come si evince dai parziali, per pochissimo!”. Stamani al termine della partita, pronti alla partenza verso casa, coach Alessio Zingoni ha voluto così commentare ai ragazzi ed a noi l’opportunità avuta di partecipare all’ambito “Trofeo Massimo Serenelli” di Castellana Grotte: “Potevamo sfruttare meglio alcune situazioni di gioco, non siamo stati concentrati nei momenti decisivi di alcune gare. La sfortuna di aver avuto svariati infortuni nel corso del torneo probabilmente ha inciso. Abbiamo onorato comunque una competizioni a cui la società ha partecipato per la prima volta alla sua fase finale!”

Valentina Panicucci – Ufficio stampa

Francesco Paoletti nuovo Direttore Generale della Savino Del Bene Scandicci

La Savino Del Bene Scandicci comunica che Francesco Paoletti, team manager nelle ultime stagioni, sarà il prossimo Direttore Generale dell’area tecnico-sportiva. Per tale motivo, la società ringrazia Massimo Toccafondi, per il lavoro svolto in questi lunghi anni di Serie A1 come Direttore Sportivo. Toccafondi, resterà all’interno del team societario con altre funzioni. A breve, inoltre, verrà annunciato il nuovo team manager.

Secondo rinforzo per Il Bisonte, ecco Giulia De Nardi

Il Bisonte Firenze completa il suo reparto dei liberi ingaggiando con un contratto annuale la venticinquenne Giulia De Nardi, che nell’ultima stagione ha difeso i colori della Itas Città Fiera Martignacco in serie A2. Classe 1994, alta 171 centimetri, la veneta nell’ultima stagione è stata un punto fermo della sua squadra, contribuendo al raggiungimento della pool promozione con numeri importanti sia in ricezione che in difesa: con Il Bisonte avrà l’opportunità di giocare il primo campionato di A1 della sua carriera, affiancando la confermata Maila Venturi e vestendo la maglia numero 10.
LA CARRIERA – Giulia De Nardi nasce il 23 aprile 1994 a Conegliano, in Veneto, e cresce pallavolisticamente nel settore giovanile della Spes Conegliano (all’epoca in A1), poi a 17 anni decide di trasferirsi nel Volley Porcia, dove disputa la sua prima stagione in B1. Negli anni successivi gioca fra B1, B2 e C in varie squadre delle sue zone, poi a ventidue anni inizia il suo processo di esplosione: nel 2016/17 è a San Giovanni al Natisone, dove ottiene la promozione dalla B2 alla B1, mentre nella stagione successiva si trasferisce a Martignacco, in B1, centrando subito la promozione in A2 e rimanendo un altro anno alla Itas per giocare il suo primo campionato nella seconda categoria nazionale, prima di approdare a Il Bisonte Firenze.
LE PAROLE DI GIULIA DE NARDI – “Dopo una stagione in cui col Martignacco abbiamo fatto davvero molto bene, ricevere una chiamata dalla serie A1 è stata una grande soddisfazione, anche inaspettata: devo ammettere che non ci ho messo molto per decidere, in un paio di giorni abbiamo fatto tutto e sono veramente molto felice. A Martignacco fra l’altro giocavo con Linda Martinuzzo, una ex de Il Bisonte, che mi ha parlato solo positivamente di questa società, in cui approderò senza conoscere praticamente nessuno: Firenze è una città bellissima, incontrare persone nuove è sempre molto bello, quindi non sono spaventata, anzi non vedo l’ora di cominciare. Debuttare in A1 a venticinque anni è inconsueto perchè di solito ci si arriva a età inferiori, quindi questa è un’occasione da non perdere: è un onore per me mettermi in gioco in un gruppo del genere e con uno staff del genere, il mio obiettivo sarà quello di migliorare il più possibile e di dare il mio contributo alla squadra”.

U14: sconfitta netta contro Volley Art

Brutta sconfitta nella prima della finale 19-22 posto per l'U14 del Giglio, che china la testa in tre set al Volley Art Firenze Nord. La squadra di Scali arriva incompleta all'appuntamento in trasferta e non ha saputo tenere testa ad una squadra contro cui forse qualcosa in più poteva essere fatto. Soprattutto nel primo set, conclusosi con un rovinoso 25-9 in favore delle padrone di casa; più combattuti i due successivi (25-20, 25-18), ma nei momenti decisivi sono state le fiorentine ad essere più incisive. La prossima gara vedrà le ragazze dell'U14 ancora in trasferta, domenica 26 maggio a Montelupo contro la Savino Del Bene Volley Project Montelupo Blu.

Pallavolo I'Giglio

Finisce a Calci il sogno promozione dell’Ariete

Serie C Femminile Girone B – Entomox Peimar VBC Calci - Ariete Prato Volley Project 3-0 (25-20; 25-15; 25-20), arbitri Bertonelli e Gemma.
Finisce a Calci il sogno promozione dell’Ariete. Seconda gara e seconda sconfitta per 3-0 della squadra di Latini contro il VBC. Insomma, non può essere un caso e quindi grandi recriminazioni per l’assenza di Speranza ma anche grandi meriti alle pisane, apparse nel complesso dei due confronti, più quadrate e più solide di un Prato invece altalenante e falloso. Peccato perché la promozione sembrava un traguardo alla portata di questo gruppo. La gara. Prato in campo con Bartolini e Bagni in diagonale, Legnini e Galli al centro, Filindassi e Ridolfi di banda e Golfieri libero. Inizio tutto di marca pisana e primo tempo Latini sul 10-6. Un time out che non sortiva effetti positivi tanto che Latini era costretto a ripetersi sul 15-8. Fanelli e Capocasale in campo ma Calci più lucida e che scappava sul 19-11 e 20-13. Prato di carattere e orgoglio risaliva fino al 21-16 ma Calci chiudeva a 20. Nel secondo set, come già era successo in gara uno, Ariete che spariva dal campo. Calci saliva sul 5-1 e poi sul 13-4. Ridofi tornava in campo sul 15-6 per le ragazze di casa, Morotti sul 18-8. Set senza storia. Nel terzo l’Ariete provava a reagire e sull’1-2 si registrava il primo vantaggio ospite. Tanti errori Ariete e padrone di casa che sorpassavano sul 7-5 e scappavano sul 13-9. Ultima vampata pratese per il 17-17 che portava Calci al tempo. Alla ripresa l’Ariete perdeva contatto sul 20-18 e poi sul 23-20 e Calci chiudeva a 20 dopo un grossolano errore delle pratesi.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Bagni, Ridolfi, Capocasale, Fanelli, Quaresimini, Morotti, Legnini, Galli D., Filindassi, Golfieri, Mangone, Galli M. All. Roberto Latini
Il tabellone delle Semifinali play off di Serie CF (22-25-29/05):
Ariete Prato Volley Project – VBC Calci 0-3; 0-3.
Pallavolo Cascina - AM Flora Buggiano 3-2; 3-0.
Le divisioni:
In I Divisione ottima prova dell’Ariete PVP che batte 3-1 l’Impruneta nella prima gara delle serie decisiva. Ritorno in Chianti il 28 maggio ed eventuale bella a San Paolo il 4 giugno. In Seconda Divisione invece serata amara per il Viaccia che spreca il match ball interno perdendo contro la Sancat per 1-3. In I Divisione vanno le fiorentine.

Comunicato Ariete Prato Volley Project

Serie C semifinale play off - gara 2, sarà decisiva gara 3.............

Partita dai due volti per la Sestese Maxitalia Service Jumboffice che tra le mura amiche del Pala Lilly non riesce a chiudere la partita semifinale contro la Tecnoambiente San Miniato rimediando una sconfitta che costringerà i sestesi a giocarsi il tutto per tutto a San Miniato mercoledì 29. Partono bene i ragazzi sestesi che fin dal primo pallone giocato dimostrano di voler fare bene lasciando poco agli avversari, vincendo il set per 25/17. Nel secondo set succede quel qualcosa che non riesci a spiegarti, si spenge completamente la luce alla Sestese Maxitalia Service Jumboffice e la Tecnoambiente ne approfitta subito, andando a chiudere il set sul punteggio di 11/25. Nel terzo set è tutta un altra partita, la Sestese maxitalia Service Jumboffice ricomincia a macinare gioco e non lascia scampo agli avversari che si devono arrendere sul punteggio di 25/16. Si va al quarto set e gli ospiti non demordono mettendo in campo tutto quello che c'era da mettere e complice anche qualche errore di troppo dei sestesi la Tecnoambiente riesce a portare a casa il set con il punteggio di 21/25. Sarà tie break e gli ospiti ci credono, mentre i sestesi sembrano un po demoralizzati forse anche dagli errori commessi nel quarto set, difatti la Tecnoambiente riesce a prendere quel vantaggio che gli basta a portare a casa il set con il punteggio di 9/15 e il match che vale il pareggio. Ora è tutto rimandato a Mercoledì 29 a San Miniato e la Sestese Maxitalia Service Jumboffice dovrà compiere un impresa per accedere alla finale play off.
Sestese Maxitalia Service Jumboffice - Tecnoambiente San Miniato 2/3
parziali: 25/17 - 11/25 - 25/16 - 21/25 - 9/15

Pallavolo Sestese ASD maschile

Nella giornata di sport organizzata dalla Fipav Comitato Etruria e dalla Vbc Arnopolis

Finali under 16 Primavera I Memorial Stefano Milli. Si sono scontrate 4 squadre del Comitato Territoriale Etruria. Prima classificata Tegoleto Volley, seconda Cortona Volley, Terza Capolona Subbiano Pallavolo, quarta Asinalonga Volley. Grande cornice di pubblico che ha riempito all'inverosimile il Dello Sport di Pratovecchio Stia e si è goduto di una bella pallavolo. La Vbc Arnopolis ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile questo evento
Dopo la vittoria del proprio girone e la promozione in seconda divisione le ragazze dell'Arnopolis si sono tolte un'altra bella soddisfazione andando a vincere per 3a 0 sul campo del Castellina Scalo laureandosi campionesse territoriali della Terza divisione. Tantissimi complimenti alle ragazze e a tutto lo staff tecnico Ieri torneo minivolley.jpg 2 div.jpg in contemporanea con le finali under 16 si è svolta nella palestra delle scuole delle elementari di Pratovecchio Stia la giornata finale del Volley Tour Casentino tra le Società Vbc Arnopolis, Virtus Archiano.,Capolona Subbiano, Luci Nuove Poppi. Divertimento e sport una giornata molto bella per ragazzi e genitori. Un ringraziamento a tutti gli istruttori di tutte e 4 le Società che hanno reso possibile questa bella manifestazione

Giorgio Peruzzi

29 Martiri in festa

La squadra allenata da Luigi Zani conquista la promozione in I° Divisione al termine di una stagione esaltante e ricca di soddisfazioni. Una stagione terminata nel migliore dei modi con la vittoria nei play off ai danni del Firenze Ovest battuto per due volte al tie break. Un doppio 3-2 che per le ragazze di Zani vale la promozione e la festa. Un play off vincente dopo una regular season vissuta da protagonista e chiusa al quarto posto. A festeggiare tutto il gruppo di Zani che, dopo i successi raccolti con il Viaccia, ha saputo plasmare un gruppo vincente anche alla 29 Martiri puntando su un gruppo giovane e di buon talento dove, per gli amanti dello sport cittadino, non possono non risaltare i nomi delle sorelle Di Giosio, figlie di quel Giuliano che ha scritto pagine gloriose del calcio a 5 cittadino. La rosa della Pol. 29 Martiri: Bettini Silvia, Chiaramonti Ludovica, Coraggio Francesca, Di Giosio Alice, Di Giosio Alessia, Gori Matilde, Londi Martina, Massai Angelica, Mauriello Nicole, Pratesi Sofia, Romagnoli Camilla, Rossi Serena, Taiuti Gaia, Vaiani Benedetta, Vannucci Alessandra, Zoppi Ginevra. All. Luigi Zani, secondo allenatore Dania Rodelli, dirigenti accompagnatori Mauro Rossi e Marco Pratesi.

Comunicato Ariete Prato Volley Project

sabato 25 maggio 2019

U16: 23° posto per la squadra di Minacci

L'U16 allenato da Luca Minacci riesci, ad una gara dalla fine, a confermarsi prima nel girone per la finale 23-25 posto battendo Impruneta dopo cinque lunghi set. Sicuramente una gara altalenante, con diversi errori evitabili hanno permesso alle avversarie di giocare fino al tie-break. L'andamento del primo set mette bene in chiaro la differenza di tecnica: le due squadre procedono in parità fino all'11-11, poi l'impennata delle padrone di casa che conquistano velocemente la vittoria (25-16). Buone difese, attacchi e battute che però non si sono visti nel parziale successivo, in cui le bianco-rosse hanno un calo netto. Nonostante la buona partenza (6-2), Impruneta recupera a suon di pallonetti fino a portarsi in vantaggio con diversi errori delle nostre che, adeguandosi al gioco più lento, non riescono a riprendere in mano le sorti del set (21-25). Dopo una sana strigliata però le ragazze di Minacci tornano in campo agguerrite mettendo in campo diversi ace e sfruttando di più il gioco dei centrali (25-17). Questo tuttavia non basta a chiudere la pratica Impruneta, perché nel quarto set la ricezione comincia a fare acqua da ogni parte regalando un netto vantaggio alle ospiti (13-20). La rimonta d'orgoglio arriva immediatamente: le ragazze del Giglio attaccano ogni pallone e la difesa avversarie vacilla, ma proprio sul finale è la nostra a farsi sorprendere con due palle corte, buttando via un recupero incredibile (23-25). Fortunatamente la grinta non si spegne e il quinto set è del tutto a senso unico: le nostre sono implacabili e a suon di attacchi ed ace agguantano la vittoria dell'incontro con un perentorio 15-4. Senza ombra di dubbio l'U16 ha dato sfoggio di partite migliori, ma con questa vittoria mette un freno al percorso dell'Impruneta (prima dell'incontro in classifica a pari punti con le nostre) affermandosi prima del girone con una partita ancora da giocare e, di conseguenza, al 23° posto della classifica generale. Prossimo ed ultimo appuntamento domenica 26 maggio alle 11:30 a Montelupo.

Pallavolo I'Giglio

venerdì 24 maggio 2019

Serve solo vincere

Serie C Femminile Girone B – Entomox Peimar VBC Calci - Ariete Prato Volley Project (ore, 21.00, Palestra Libertas, Calci), arbitri Bertonelli e Gemma.
Gara due da dentro o fuori per l’Ariete che, archiviata la pesante sconfitta interna di mercoledì, cerca l’impresa sul terreno del Calci. Un’impresa che porterebbe la squadra di Roberto Latini a contendere la finale alle pisane in gara tre a San Paolo. Per realizzare quello che, al momento, è solo un difficile obbiettivo, però, serve una prestazione da grande squadra. Una prestazione ripulita dai black out fatali che hanno contraddistinto anche gara uno. Calci a San Paolo ha messo in mostra le qualità che conoscevamo anche alla vigilia. Squadra non profondissima ma estremamente solida e quadrata nel sestetto base e con attaccanti come Genovesi e Gnesi capaci di risolvere a proprio favore le situazioni più intricate. Ottima anche in fase difensiva la squadra pisana e questo ha creato non pochi problemi ad una Ariete che mercoledì è apparsa in difficoltà a trovare soluzioni offensive importanti, anche alla luce della reiterata assenza di Giulia Speranza. Insomma, lo abbiamo premesso, serve il match perfetto per regalarsi la possibilità di uno spareggio da vivere poi davanti al proprio pubblico.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Bagni, Ridolfi, Capocasale, Fanelli, Quaresimini, Morotti, Legnini, Galli D., Filindassi, Golfieri, Mangone, Galli M. All. Roberto Latini
Il tabellone delle Semifinali play off di Serie CF (22-25-29/05):
Ariete Prato Volley Project – VBC Calci 0-3;
Pallavolo Cascina - AM Flora Buggiano 3-2;

Le divisioni:
Festeggiate le promozioni di Pol. 29 Martiri, in I° Divisione, e di Vaiano, in Seconda Divisione, ancora pratesi in gioco nei play off dei tornei minori. Prosegue la sua corsa per la salvezza l’Ariete PVP che in I Divisione da venerdì 24 maggio affronterà l’Impruneta nella serie decisiva. Andata in casa (ore 21.00), ritorno in Chianti il 28 maggio ed eventuale bella a San Paolo il 4 giugno. In Seconda Divisione infine il Viaccia si gioca questo sabato la promozione in I Divisione nella bella casalinga contro la Sancat (Palestra Salvo D’Acquisto, ore 18.00).

Comunicato Ariete Prato Volley Project

Junior League: le semifinaliste

Una giornata è stata sufficiente a stabilire tutte le semifinaliste dell’edizione numero 28 della Del Monte Junior League – evento per l’ottava stagione consecutiva targato dal title sponsor Del Monte – in corso di svolgimento a Castellana Grotte (Ba) fino a sabato 25 maggio. Le prime otto partite dei due gironi di qualificazione, infatti, hanno già emesso i loro primi verdetti: situazione identica e già chiara per i due raggruppamenti. Saranno Materdominivolley.it Castellana (6 punti) e Sir Safety Conad Perugia (5 punti) per il girone E, Cucine Lube Civitanova (6 punti) e Itas Trentino (5 punti) per il girone F a giocare le semifinali del più importante torneo del volley giovanile italiano. Le gare della seconda giornata in programma nella mattinata di domani, venerdì 24 maggio, serviranno così solo a stabilire gli accoppiamenti delle semifinali (in calendario alle ore 18,30 di venerdì 24) e delle finali di piazzamento (in calendario nella mattinata di sabato 25 maggio). Gli scontri diretti tra Castellana e Perugia (alle ore 9,30 di domani, venerdì 24 a Casa Materdomini) e tra Civitanova e Trento (sempre alle ore 9,30 di domani, venerdì 24 ma al Pala Grotte) definiranno le prime due posizioni di classifica dei due raggruppamenti. Per Tuscania (1 punto) e Santa Croce (0 punti) nel girone E, Padova (1 punto) e Modena (0 punti) nel girone F, invece, la Del Monte Junior League 2019 continua ma con altri obiettivi. Sabato 25 maggio, alle ore 16,30 al Pala Grotte di Castellana, infine, in programma la finalissima, anticipata dalle finali che servono a delineare la classifica generale tra il terzo e l’ottavo posto.

Ufficio stampa

La Emma Villas Cus Siena lotta ma cade in Gara1, Sabato la Gara2 delle Semifinali a Pisa alle ore 18

Non è andata bene la gara1 della semifinale playoff di Serie C giocata dalla Emma Villas Cus Siena contro Pisa. In una gara molto importante per sperare di raggiungere la Serie B i senesi hanno perso in casa contro i pisani con il punteggio di 1-3. Adesso la squadra di coach Michele Delvecchio è chiamata a compiere un’impresa in gara2, che verrà giocata a Pisa sabato alle ore 18. In caso di vittoria senese si giocherà anche la decisiva gara3, che verrebbe disputata a Siena mercoledì 29 maggio alle ore 21. “Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata – commenta coach Michele Delvecchio –, Pisa è sicuramente una squadra che fa della fisicità il suo punto di forza. Siamo partiti con la testa giusta e con il giusto approccio, infatti abbiamo subito fatto un parziale di 6-0 che abbiamo gestito per tutto il primo set. Poi forse ci siamo adagiati un po’ su questo risultato, pian piano siamo calati mentre loro set dopo set sono cresciuti”. “Successivamente siamo calati a muro – prosegue coach Delvecchio – e questo ha dato più sicurezza agli attaccanti avversari. Sicuramente dobbiamo migliorare l’aspetto della determinazione, che dal secondo set in poi non è stata adeguata ad una gara di semifinale promozione. Ora ci giocheremo il tutto per tutto a Pisa e l’aspetto mentale e caratteriale saranno decisivi, la gara sarà difficile, siamo dietro nella serie e abbiamo anche il fattore campo a nostro sfavore. Dovremo dare tutto quello che abbiamo per portare la serie in parità e giocarci in casa la bella. Voglio ringraziare i Cuori Biancoblu e tutte le altre persone che sono venute a sostenerci, quest’anno il PalaCorsoni non era mai stato così gremito e rumoroso, mi dispiace solo non aver regalato una soddisfazione ai tanti tifosi che erano presenti”. “In gara2 dovremo giocare al 110% delle nostre possibilità – aggiunge il responsabile del settore giovanile di Emma Villas Volley Luigi Banella – e non sbagliare niente per poter fare risultato, la squadra dovrà provare a reagire contro un’avversaria che è di assoluto valore. Eravamo partiti davvero bene in gara1, vincendo il primo set ma a quel punto i nostri avversari hanno aumentato il ritmo e hanno giocato veramente alla grande. Pisa ha un paio di attaccanti fortissimi, hanno un palleggiatore molto bravo e quindi dobbiamo dare merito a loro per la vittoria conquistata. Sono convinto che sabato a Pisa sarà una sfida molto complicata, siamo consapevoli che stiamo affrontando una formazione molto forte ma comunque ci proveremo per provare a raggiungere gara3. Non lasceremo niente di intentato, la stagione si decide adesso. A sostenerci in gara1 c’era una platea importante, ci dispiace non essere riusciti a fare risultato e a dare una gioia ai nostri tifosi”.

заједно – INSIEME

La Savino Del Bene Scandicci comunica che la centrale serba Jovana Stevanovic sarà nel roster della squadra allenata da Marco Mencarelli per un’altra stagione. La classe 1992 dopo i 337 punti siglati nell’anno trascorso a Scandicci è pronta a far parte anche della nuova Savino Del Bene. La Campionessa del Mondo in carica con la sua Serbia, dopo i cinque anni trascorsi in maglia Pomì, ha deciso di continuare la sua avventura nella società del Patron Nocentini per arrivare insieme al successo.

Posata la prima pietra di Palazzo Wanny

PALAZZO WANNY: UN ESEMPIO UNICO IN ITALIA DI LEGACY E RESPONSABILITÀ SOCIALE
Wanny Di Filippo, imprenditore e patron dell’Azzurra Volley, lascia un impianto polifunzionale e polisociale al territorio toscano
Firenze, 23 maggio – Posata oggi la prima pietra di Palazzo Wanny, un impianto sportivo polifunzionale e polisociale all’avanguardia, in grado di ospitare la pratica libera e organizzata, l’attività di alto livello e di base: è questa l’eredità che Wanny Di Filippo, imprenditore fiorentino, intende lasciare alla Città di Firenze. Alla posa della prima pietra il Sindaco di Firenze Dario Nardella: “Essere qui oggi nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci credo sia un segnale importante, perché il vero modo per sconfiggere la mafia e tutte le criminalità sia investire sui giovani, sulla scuola e sullo sport, perché la scuola e lo sport sono la risposta più forte, più profonda ed efficace che si possa dare al mondo dell’illegalità e della criminalità. Palazzo Wanny sarà un luogo di civiltà e di futuro pensato per i giovani e un atto d’amore per Firenze. Il primo protagonista è una sola persona, Wanny Di Filippo con un cuore straordinario, una persona cui Firenze deve tanto. Finire questo progetto rapidamente e metterci subito al lavoro è il nostro compito da oggi”. Pietro Bruno Cattaneo Presidente FIPAV: “E’ un giorno che vorrei ripetere anche in altre città, perché edificare un centro sportivo significa incidere anche sulla società; per fare sport ci vogliono begli impianti e mettere le società sportive nelle condizioni di farlo al meglio è un atto dovuto e Wanny Di Filippo è un esempio unico che ha dato prova di generosità, ma soprattutto di lungimiranza. Strutture come queste fanno uscire i campioni di domani.” Stefania Saccardi Assessore Diritto alla Salute, al Wellfare e all’Integrazione socio sanitaria e Sport della Regione Toscana, ha ribadito quanto dichiarato dal sindaco Nardella, evidenziando “l’importanza per i cittadini di strutture che diventano centro di aggregazione per i giovani, poiché lo sport è benessere e salute e dare ai giovani e alle scuole la possibilità di farlo è un segno di grande civiltà. Grazie Wanny”. Andrea Vannucci Assessore allo Sport di Firenze, si è detto “felice che si è arrivati finalmente alla realizzazione di un sogno con la posa della prima pietra di una struttura importante per Firenze che diventerà un polo fondamentale anche per la vita di questo quartiere. Progetto portato avanti fermamente in mezzo a molte difficoltà; un progetto che nasce pe essere la casa dei professionisti, ma soprattutto un luogo dove far crescere bambini e bambine: quando c’è la volontà e la determinazione e ci sono le professionalità alla fine i progetti anche quelli complessi, vengono portati e termine. Palazzo Wanny sarà un punto di riferimento per lo sport così come lo è Campo di Marte”. Elio Sità, Presidente Bisonte Volley Firenze, ha ringraziato Wanny e tutti coloro che hanno collaborato al progetto e ha detto che per lui “oggi è un giorno di festa e che da domani si comincia a lavorare per poter realizzare Palazzo Wanny in 13 mesi”. Infine Wanny Di Filippo commosso e felice che con poche parole ha ringraziato tutti i presenti soprattutto i più giovani, le giocatrici ed ex giocatrici dicendo: “Nel volley ho cercato di creare una famiglia e questa sarà la casa della nostra famiglia”. Palazzo Wanny sorgerà in Via del Cavallaccio, un esempio unico in Italia d’imprenditorialità al servizio del territorio. Un luogo di riferimento per la comunità, attivo tutti i giorni della settimana, attraverso un modello di offerta ampio e diversificato: eventi sportivi, di spettacolo e a carattere sociale; momenti di aggregazione d’interesse pubblico, come spazi a favore delle attività scolastiche, e privato quali convention, congressi e fiere. La nuova struttura sarà anche la casa dell’Azzurra Volley. L’idea chiave si è sviluppata intorno al concetto di “spazio pubblico” attraverso la progettazione di un complesso che prevede come corpo centrale la realizzazione del Palasport con una capienza di 3.500 posti per attività sportiva e di 5.000 posti per le altre attività. Le tribune saranno retraibili in modo da rendere lo spazio funzionale a ospitare vari tipi di eventi sportivi anche internazionali (pallavolo, basket, calcio a 5 e pallamano), oltre a differenti discipline (tennis, boxe, equitazione ecc…) e attività extra-sportive. Adiacente a Palazzo Wanny sorgerà un edificio sussidiario, comprensivo di una palestra di allenamento, una sala wellness, un centro fisioterapico, gli uffici della società e una sala convegni. Il nuovo impianto, così com’è pensato, vorrebbe rispondere per offerta, caratteristiche e dimensione alle necessità del territorio. Oggi con la posa della prima pietra si compie gesto simbolico ma importante e a seguire prenderanno subito il via lavori che termineranno entro l’inizio dell’autunno 2020.
gallery fotografica: https://we.tl/t-4Ul5ACnVeW
gallery Palazzo Wanny https://we.tl/t-IUWlGt7Cw3