giovedì 31 ottobre 2019

Krauchuk: “Vogliamo sempre vincere”

I biancorossi sono tornati di nuovo ad allenarsi al PalaParenti per preparare il match vs Emma Villas Aubay Siena. Seconda gara esterna consecutiva per i ragazzi guidata dal duo Pagliai-Douglas. Partenza sprint per i santacrocesi che hanno regalato ben poco all’avversario nei primi due appuntamenti di campionato. Ancora è presto per tirare le somme anche se la squadra è compatta e rema verso un unico obiettivo: la vittoria. Il brasiliano Matheus Krauchuk analizza il momento dei conciari che si apprestano a sfidare la squadra senese: “Non è stata una gara tutto sommato difficile contro Mondovì. Nella settimana precedente alla sfida abbiamo fatto delle buone sedute video e abbiamo studiato tanto l’avversario insieme allo staff. Nel lasso di tempo antecedente all’incontro abbiamo lavorato tanto sullo schema tattico. Abbiamo sprigionato sul Taraflex tutta la nostra voglia di far bene. Contro Siena, se lavoreremo come per il match con Mondovì, allora sono sicuro che faremo un’altra gara positiva. Vogliamo sempre vincere ma prima di tutto dobbiamo giocare concentrati”.

Francesco Rossi – Ufficio Stampa

Mencarelli e Carraro: “Monza bella squadra, stasera lotteremo”

LE PAROLE DI MARCO MENCARELLI – “E’ una partita tosta, Monza è una squadra con tanti nomi che magari non gioca all’altezza di questi,perché ancora devono costruirsi e devono metterli assieme. E’ una squadra con un roster importante con cui andremo a lottare così come abbiamo a Bergamo.
LE PAROLE DI GIULIA CARRARO – “Ci aspetta una bella partita a Cinisello Balsamo, loro sono una bella squadra, con un roster importante, noi dobbiamo pensare principalmente a noi stesse e dare il massimo”.

Insidiosa trasferta a Chieri nel turno di Halloween

Altro giro altra corsa: oggi è in programma il primo turno infrasettimanale della stagione, e per Il Bisonte si tratterà della quarta gara in dodici giorni. In particolare, la quarta giornata del campionato di serie A1 propone la lunga trasferta piemontese contro la Reale Mutua Fenera Chieri: si gioca alle 20.30 al PalaFenera di Chieri, tirato a lucido nel corso dell’estate e inaugurato domenica scorsa con la vittoria delle ragazze di Bregoli su Caserta, di fronte a un migliaio di spettatori. Un altro esame quindi per le bisontine, che hanno iniziato la stagione in modo scintillante, andando a punti in tutte e quattro le partite giocate (conquistandone in totale ben nove), ma che dovranno sudare per allungare la loro serie positiva: la Fenera non è più la squadra dell’anno scorso, retrocessa e poi ripescata in A1, e in questa stagione ha già conquistato sei punti, vincendo entrambe le partite in casa (la prima al PalaRuffini di Torino) contro Perugia e Caserta. Nessun problema di roster per coach Caprara, che al PalaFenera avrà tutto il gruppo a disposizione.
EX E PRECEDENTI – Le ex della sfida sono due e militano entrambe nella Reale Mutua: si tratta di Elena Perinelli, bisontina nell’annata 2015/16 in A1, e di Stephanie Enright, che ha giocato a Firenze nella stagione successiva, sempre in A1. I precedenti fra i due club sono invece due e risalgono allo scorso campionato, con un doppio successo de Il Bisonte (3-0 al Mandela Forum e 3-1 al PalaFenera).
LE PAROLE DI GIOVANNI CAPRARA – “Chieri sta attraversando un momento in cui gioca veramente bene: è una squadra in forma, sta mettendo in mostra una ottima pallavolo soprattutto con le palle veloci, ma indipendentemente dall’avversario noi dobbiamo cercare di continuare a pensare al nostro gioco e a crescere partita dopo partita, sapendo benissimo che ogni avversario è un ostacolo difficile. Dobbiamo solo continuare ad avere fiducia in quello che stiamo facendo: stiamo lavorando bene, per cui anche il match di domani rappresenterà un’ulteriore tappa di conferma sul nostro processo di crescita. Fisicamente il giorno e mezzo di riposo che ho concesso alle ragazze dopo Perugia dovrebbe aver dato i suoi frutti, sono convinto che domani saremo al 100%”.
LE AVVERSARIE – La Reale Mutua Fenera Chieri di Giulio Cesare Bregoli dovrebbe schierarsi con la statunitense Jordyn Poulter (1997) in palleggio, la belga Kaja Grobelna (1995) come opposto, la portoricana Stephanie Enright (1990) e una fra Elena Perinelli (1995) e Anastasia Guerra (1996) in banda, la statunitense Amber Rolfzen (1994) e Alessia Mazzaro (1998) al centro e Chiara De Bortoli (1997) nel ruolo di libero.
IN TV - La partita fra Reale Mutua Fenera Chieri e Il Bisonte Firenze sarà trasmessa in diretta streaming, in HD e in chiaro (e quindi gratuitamente), sul sito ufficiale di PMG Sport (www.pmgsport.it), su LVF TV, la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile (www.lvftv.com, effettuando la registrazione), nella sezione Sport del sito www.repubblica.it e sul portale www.sport.it.

La Perfecto Oro Casciavola attende la visita di Castelfiorentino

La terza giornata del campionato di serie C regala un impegno casalingo alla Perfecto Oro in cerca di riscatto dopo la sconfitta di Borgo a Buggiano. Cerri e compagne saranno impegnate al Pala GDS Impianti contro I’Giglio Castelfiorentino, sconfitto in casa dall’Oasi Viareggio e già affrontato nel precampionato durante il Torneo di San Miniato. Appuntamento per sabato 2 novembre alle ore 18. L’onore di aprire la settimana agonistica è spettato però alla Pedia-C Under 18 che alla palestra di Fornacette ha superato 3-0 la Polisportiva Casarosa. È già scesa in campo anche la Pediamag III Divisione che è stata superata fra le mura amiche dal Migliarino Volley. Ancora una sfida con il Migliarino Volley, ma questa volta alla Palestra di Vecchiano (sabato 2 novembre ore 21), per la Katinka Travel I divisione. Dopo i primi tre punti stagionali conquistati contro il Calci, un test probante attende le ragazze di Radman, in considerazione del fatto che il Migliarino è fra le squadre ancora a punteggio pieno. Con le ragazze dell’Under 14 che osservano un turno di riposo, chiudono la settimana le due formazioni Under 16. Impegno in trasferta, il secondo consecutivo, per la Farmacia Savorani che sarà ospite della Folgore San Miniato ancora imbattuta. Appuntamento alla palestra della scuola media per domenica 3 novembre alle 11:30. Stessa data e stesso orario per la Katinka Travel che al Pala GDS Impianti di Casciavola ospita la Turris Pisa già affrontata nei concentramenti precampionato.

MASSIMO CORSINI
Ufficio stampa Pallavolo Casciavola / VCC

mercoledì 30 ottobre 2019

Città di Castello espugnata 1-3!

2 su 2: l'Arno si ripete in terra umbra e conquista l'intera posta in palio con una convincente vittoria per 3-1 contro Città di Castello, continuando il proprio percorso di crescita. L'Arno parte bene, subisce il ritorno e la voglia di ben figurare dei padroni di casa ma, alla lunga, fa valere la propria maggiore esperienza, trascinato dall'ottima prova di Andreatta, autore di 20 punti con il 60% in attacco. Primo set con ottima prestazione sia al servizio che in ricezione per i castelfranchesi, che scappavano sul 5-10, allungavano fino all'11-20 e chiudevano sul velluto sul 17-25 con un attacco di Pitto. Pronta la risposta dei locali nel secondo set, con l'Arno che sbagliava moltissimo in battuta e abbassava le proprie percentuali in ricezione. Franceschini metteva palla a terra con continuità in attacco (67% nel set) e gli umbri scappavano sul 20-15. Due ace di Aliberti, subentrato al servizio, riavvicinavano l'Arno, ma gli umbri erano bravi a chiudere sul 25-20. Buono l'inizio tifernate anche nel terzo set, ma sul 13-11 per i locali l'Arno riprendeva l'inerzia del match trascinato da Andreatta e dalle precise scelte di un ottimo Guemart: l'Arno scappava sul 13-17 per chiudere poi sul 20-25. Quarto set che si apriva con due ace di Pitto al servizio (1-6) che facevano perdere un po' di convinzione ai locali. Guemart chiamava in causa tutti i propri attaccanti e l'Arno volava fino al 15-25 firmato da Da Prato, subentrato a Consani per il giro dietro. In definitiva importante iniezione di fiducia per i biancoverdi, che sembrano assumere sempre più una precisa fisionomia di squadra al di là dei protagonisti in campo. Prossimo match Sabato 2 Novembre al Pala Bagagli contro Ferrara, unica altra squadra a punteggio pieno oltre ai castelfranchesi.

Timenet travolge la favorita del torneo Megabox Battistelli per 3-0

La centrale Tangini: “Forse ci hanno sottovalutate. Abbiamo dimostrato di avere ottime carte da giocare”. Il Presidente Genova: “Un’altra grande prova corale”. 
La prima partita in casa della stagione 2019/2020 ha visto la Timenet Empoli trionfare sulla Megabox Battistelli Città di Vallefoglia (Pesaro Urbino) per 3-0 con una vittoria schiacciante sulla squadra data da molti come favorita del Campionato. In un PalAramini gremito da ambedue gli schieramenti dei tifosi, le ragazze di coach Luigi Cantini si sono mostrate padrone del campo di casa sin dai primi scambi e, mantenendo la giusta convinzione con caparbietà, si sono fatte valere dall'inizio alla fine. Vani i tentativi di rivalsa da parte delle marchigiane con un attacco che ha funzionato solo ad intermittenza in confronto alla costanza delle toscane. “Siamo contentissime – commenta a caldo la centrale Syria Tangini – perché sapevamo che avevamo di fronte una grande squadra con giocatrici di esperienza. Noi siamo giovani ma ci siamo distinte per il carattere in campo. Quando si incontra un avversario del genere si è consapevoli che tenterà di rientrare in partita alla prima occasione ma noi siamo riuscite comunque a mantenere salde le redini del gioco. Non so se ci hanno sottovalutate ma sono sicura che abbiamo ottime carte da giocare nel torneo e questa ne è stata la conferma”. La Timenet è partita subito fortissima in attacco guadagnando un vantaggio che sono riuscite a mantenere fino al 10 pari con gli scambi che si sono fatti sempre più lunghi. Nonostante la reazione avversaria, le giallonere hanno tenuto il controllo mostrandosi più determinate rispetto alle marchigiane che hanno avuto qualche défaillance soprattutto in difesa pagata a suon di punti. Le empolesi, inarrestabili sul finale, hanno così travolto le ospiti conquistando il primo set 25-20. Nel secondo parziale si è assistito per buona parte alla replica del primo, con le ragazze di coach Cantini molto spinte in attacco ma anche protagoniste di incredibili recuperi di palla in situazioni che hanno sorpreso per abilità e tenacia sia le avversarie che il pubblico. Nuovamente, le marchigiane si sono viste doppiare per 12-6 costringendo il loro coach Fabio Bonafede a chiedere ancora il time out e tentare di cambiare l'andamento della partita con successivi cambi di giocatrici. Un tentativo di rivalsa si è visto da parte della Megabox Battistelli solo a metà set ma gli sforzi si sono rivelati vani e le empolesi hanno allungato il passo portandosi prima sul 21-14 e poi chiudendo al secondo set point per 25-16. Sempre più convinte, le giallonere sono entrate in campo nel parziale successivo infilando quattro punti di seguito di cui un ace sotto gli occhi increduli della formazione marchigiana. Quest'ultima, dopo essere stata doppiata sul punteggio di 8-4 si è resa protagonista di una rapida rimonta mostrando, a tratti, tutta l'esperienza delle sue giocatrici soprattutto in attacco. Con il tifo giallonero in crescendo sugli spalti, tuttavia, e a seguito degli incoraggiamenti di coach Cantini nel time out, le ragazze della Timenet non demordono neanche con il fiato sul collo delle avversarie a quota 23-21 e, dando nuova prova di nervi saldi davanti ai loro supporters ormai in delirio, mettono giù il match point del 25-23. Incontenibile l'entusiasmo di tutto il team giallonero per un risultato che, sulla carta, sembrava inarrivabile. “Non ci sono parole per descrivere la grande prestazione di questa sera, davvero superba contro una delle squadre più forti del torneo – commenta Antonio Genova, Presidente dell'Empoli Pallavolo – Per la seconda volta le mie ragazze hanno fatto una performance corale con uno straordinario spirito di gruppo che rispecchia i valori e i desideri della nostra società. Un grande ringraziamento alle atlete che hanno dato anima e corpo in questa bellissima partita”. Con questo straordinario risultato la Timenet balza al secondo posto in classifica provvisoria a quota 5 punti dietro la romana Volleyrò Casal de Pazzi con 6 punti. Il prossimo incontro sarà il primo derby della stagione con la trasferta della Timenet a Lucca sabato 2 novembre alle ore 21.00 per affrontare la Bionatura Nottolini, quarta in graduatoria con 3 punti.
TABELLINO
PARZIALI : 25-20;25-16;25-23.
ARBITRI: Claudia Angelucci (Firenze) e Gabriele Pulcini (Pisa).
TIMENET EMPOLI: Cammisa 17, Tangini 14, Lavorenti, 3, Buggiani 17, Modena 1, Ascensao M. 5, Boninsegna 13, Magni.

Fonte: Ufficio Stampa Empoli Pallavolo

D F, ancora una vittoria per la VBC di coach Tosi

Paradù Donoratico – VBC Calci 2-3
Parziali: 27-29, 19-25, 25-19, 25-16, 8-15
VBC Calci: Allegrini, Bartoletti, Benini, Boaretti, Ciampi, Crovetti, Froli, Gasperini, Germelli, Grottanelli, Marinai, Paoletti, Vettore. All. Tosi
Secondo vittoria di fila per la VBC, partita bene in questo difficile torneo di serie D. Il primo set è il più combattuto: Donoratico è all’esordio davanti al pubblico amico, vuole imporsi, ma VBC sfrutta meglio il gioco al centro e mette la testa avanti sul filo di lana. Secondo parziale, ancora con VBC avanti, grazie ad un gioco veloce e coraggioso: 0-2. La reazione labronica si fa più intensa, le giallonere la riaprono e mettono in crisi le certezze della squadra di Sonia Tosi, davvero sottotono nella quarta frazione, decisiva per i tre punti. Arriva il 2-2, ma a quel punto Calci ha un ritorno di fiamma, e di forza di volontà. La partenza nel quinto set è da squadra che vuole e deve vincere la gara: 10-1 ! Avversarie annichilite tentano un timido recupero ma il pallino del gioco è ormai in mano calcesana. Due punti buoni per una classifica interessante: VBC al primo posto, nessuna squadra è a punteggio pieno. Prossimo turno, casalingo, contro VVF Tomei Livorno.

Occasione sprecata, ma quanti progressi!

Serie C
Montelupo Volley Project vs Blu Volley Quarrata 3 - 1 (25-18, 25 - 22, 22-25, 25-22)
Occasione sprecata, ma quanti progressi! Coach Beccani sceglie nel primo set capitan Baldi, Becucci, Ranieri, Michelozzi, Leggieri Francesca, Ostento e il libero Corsini. Nel primo set la squadra è molto contratta, sente la posta in palio ed è fallosa. Montelupo si trova il set vinto senza dover nemmeno lottare. Nel secondo le quarratine sono sempre avanti, ma due falli di posizioni rimettono in corsa la Savino Volley Project Montelupo che ringrazia e chiude 25-22! Questi due errori peseranno tantissimo sul risultato finale. Nel terzo entra Capocasale al posto di Leggieri. La BluVolley alza i ritmi e questa volta non sbaglia: 25-22 Quarto set lottato fino all’ultima palla, ma non basta... ha vinto il primo spareggio salvezza di questo lungo campionato la squadra più attenta, col quarto parziale finito 25-22. Peccato... Ma la voglia di lottare c’è!

Blu Volley Quarrata

Serie D: ToscanaGarden corsara a Riotorto!

La Toscanagarden Nottolini era consapevole che la prova che l'aspettava alla Mecatti di Riotorto era piuttosto ardua. In effetti il Riotorto si è presentato come squadra compatta, con un bel palleggio ed alcuni punti di forza in attacco. Ci vuole quindi la migliore Nottolini possibile per tenere testa e poter portare a casa la vittoria. Il primo set è subito in mano alle portacolori lucchesi, che piazzano diversi punti break creando un divario di ben 5 lunghezze; fino a metà del set il trend rimane lo stesso, con le ragazze di Capponi che pare vogliano mangiarsi il parquet. Le padrone di casa riescono poi, grazie alla loro maggiore esperienza, a rientrare in partita recuperando fino al 21-23: da questo momento va in scena un'esaltante lotta per la vittoria del set, che premia ai vantaggi – giustamente, per quanto visto durante tutto il set – la ToscanaGarden. Che la musica in D fosse un'altra rispetto al campionato U18, le ragazze di Capponi e Biagioni lo avvertono bene all'inizio del secondo set: la squadra avversaria non subisce il contraccolpo per aver perso il primo, anzi, sfodera una prestazione da squadra forte qual è, specialmente nel reparto difensivo, piazzando un break iniziale che nell'economia del set si rivela fatale per la Nottolini. Il risultato è un 25:18 che riporta in parità la partita. Nel terzo set viene fuori tutta la grinta della nostra squadra, e con un mix tra sfrontatezza giovanile e grande qualità di gioco, riesce a ribaltare nuovamente la situazione a proprio vantaggio, poco può il Riotorto contro una Toscanagarden che lo tiene continuativamente a distanza di 6/8 punti per l'intero set, in cui le nostre atlete sono riuscite a tirare fuori il meglio del proprio repertorio. Il 15/25 è più che meritato e fa pregustare un colpaccio che alla vigilia in pochi avrebbero osato pronosticare. Come già detto però, il Riotorto è una squadra che non molla mai, e perdere a zero punti in casa non ci sta. Trascinata dalle proprie giocatrici più esperte, il quarto parziale, speculare al precedente, diventa a totale appannaggio delle locali che sovrastano talvolta di 8 punti il team ospite. Lunardi e compagne con la caparbietà che le contraddistingue rientrano clamorosamente nel set. Ma sul 22/21 le energie spese sono forse troppe e le avversarie riescono a portare la partita al tie-break. Il tie-break è una battaglia punto a punto, ma con la nostra squadra che ha sempre il controllo della situazione, e vuoi per la grande fame di vittoria, vuoi per una maggiore freschezza, riesce a fare il sognato colpaccio, vincendo il set finale 12-15. Grande soddisfazione e grande merito anche alle avversarie che hanno fatto vedere un nucleo rodato e molto forte, forse con qualcosa in più delle nostre, ma coach Capponi ha saputo usare nei 5 set tutte le giocatrici a disposizione, ricevendo risposte molto positive; complimenti quindi a squadra e staff tecnico.
I prossimi impegni della squadra sono due partite fra le mure amiche del Palapiaggia:
- mercoledì 30/10, in U18 contro il Montebianco Volley
- sabato 02/11 in serie D contro il Filattiera.
F&F Riotorto - ToscanaGarden Nottolini 2-3 (27-29; 25-18; 15-25; 25-22; 12-15).
Roster: Bertagni, Biagioni, Bindi, Castiglioni, Catani, Lunardi (K),Mantovani, Mazzoni(L), Nuti, Pitrolo, Romani, Ter Braake (L)
Staff: I Coach Stefano Capponi; II Coach Antonio Biagioni ; Resp. di Squadra Bobby Ter Braake, Marco Menicocci

Fonte: Ufficio Stampa

Fgl Pallavolo Castelfranco vince 3-0 contro la Csi Clai Imola

Come volevasi dimostrare il gruppo fa la forza e sabato pomeriggio a Castelfranco di Sotto nella 2 giornata del Campionato Nazionale di serie B1/F gir. C le ragazze della FGL Pallavolo Castelfranco vs CSI CLAI Imola lo hanno dimostrato davanti il proprio pubblico vincendo 3-0 con i parziali 25-20 24', 25-17 24', 25-21 32'. In campo due squadre ben allenate, a conoscenza dei pregi e dei difetti di ognuna di essa, ma per le bianco celesti, la forza di dimostrare quanto valgono, ha fatto sì che la squadra di coach Menicucci e Ficini abbiano sfruttato al meglio i consigli dati dei tecnici. Una gara molto combattuta dove le attaccanti e le centrali erano sempre coperte dai muri delle avversarie, pertanto Lippi, nel ruolo di alzatrice, ha dovuto fare molte variazioni. Bene si è svolto il gioco in campo, tenendo bene in ricezione/difesa con Tamburini, in attacco le bande De Bellis e Ristori Tomberli hanno fatto molto bene, come del resto le centrali Andreotti e Colzi. Dei 52 servizi ci sono stati solo 2 errori e 2 ace da parte di Colzi, a differenza delle avversarie con 71 servizi, 7 errori e 3 ace. A muro Andreotti e Colzi sono state efficientissime con 3 muri per una e con 2 Virginia Ristori. In attacco anche Scandella si è data da fare, seppure dei 20 attacchi ha realizzato 5 punti, ha fatto sì però di mettere in difficoltà le avversarie nel migliore dei modi. Nel set finale Menicucci ha giocato la carta vincente e così è stato. Quando ci siamo ritrovati sotto di tre punti e non si riusciva a recuperare, coach Menicucci e Ficini hanno deciso di cambiare gioco, inserendo l'opposta Zonta su Scandella sul punteggio di 8-11 e chiudere il cambio dopo dieci punti sul punteggio 18-21, momento in cui si è stravolta la squadra avversaria, la quale trovandosi sul punteggio di 21 punti non è riuscita più a riprendere il servizio. Vani i tentativi di coach Turrini, il quale ne ha provate di tutte e nel giro di pochi punti ha effettuato ben quattro cambi, inserendo la banda Folli su Gherardi sul punteggio di 21-20 e chiuderlo poco dopo sul 21-23, successivamente sul 21-24 ha cambiato l'alzatrice Cavalli con Bacchilega e l'opposta Collet con Tesanovic, ma alla fino non c'è stato niente da fare. L'ultimo punto ha visto Colzi al servizio, con la palla che torna nel nostro campo e Lippi assegna a Scandella la palla decisiva per chiudere il set e lei a questo punto con tutte le sue forze ha sferrato un attacco forte più del solito, senza dare scampo alle avversarie per una ripresa, mandando così in delirio il palazzetto per la prima vittoria stagionale in casa della FGL Pallavolo Castelfranco. Complimenti a tutta la squadra e al pubblico, munito di tamburi e gran voce, è stato in grado di sostenere in modo corretto la propria squadra. A fine partita tutte le ragazze della squadra sono andate a salutare il padre di Sara Agata Chisari, la quale al momento non è presente in squadra perchè infortunata, ma seppure da solo inizio stagione in questo gruppo, è una del gruppo come se fossero anni di gioco di squadra. Anche il pubblico non vede l'ora di rivedere in campo questa giovane ragazze di grandi potenzialità.
In campo le squadre:
FGL Pallavolo Castelfranco: De Bellis 14, Colzi 12, Scandella 6, Ristori Tomberli 14, Andreotti 4, Lippi 2, Zonta 2, Tamburini (L1), n.e. Bertelli, Bernardeschi, Mengaziol, Tesi (L2). All. Menicucci e Ficini, Dir. Acc. Palidori, Fisiot. Baldanzi.
CSI CLAI Imola: Cavalli 1, Vece 15, Ferracci 10, Collet 4, Folli 2, Bachilega, Gherardi 9, Tesanovic, Dal Monte (L1), n.e. Devetag, Melandri, Cavalli (L2). All. Turrini e Ghieselli.
Arbitri Bertonelli Marco e Nadotti Stefano di Carrara e Mulazzo.

Dirimo VBC piegata a Figline da Valdarninsieme (3-1)

B2 F: Valdarninsieme – Dirimo VBC Calci 3-1
Parziali: 25-18, 21-25, 25-12, 25-19
Dirimo VBC: Genovesi, Ferrari, Meini, Batori, Marocchini, Mannucci, Sciabordi, Focosi, Tolomei, Caciagli, Casarosa G., Sasselli (L), Casarosa S. (L).
Primo scivolone stagionale per la Dirimo di coach Puccini. Dopo la bella vittoria di sabato scorso, le blu-celesti pagano dazio al Pala Matassino di Figline, contro una Valdarninsieme rivelatasi buona formazione. Con Mannucci out (bloccata da un problema fisico), spazio a Meini e Ferrari in diagonale, Batori e Tolomei al centro della rete, Genovesi e Sciabordi laterali, Sasselli libero. La Dirimo ha pagato le difficoltà in ricezione, e conseguentemente nel cambio-palla, oltre all’efficacia altalenante del servizio. Quando la battuta è entrata, forte e tattica, per le avversarie sono stati dolori (vedi secondo set). Nel momento in cui la continuità, nel fondamentale, è venuta a mancare, la squadra locale ha avuto buon gioco nel risolvere tutte le rotazioni, continuando a proporre difficoltà a quelle ospiti. Pomeriggio decisamente grigio, ripartire subito dal PalaPeimar e dalla sfida di sabato prossimo con la Moma Anderlini Modena.

Sconfitta che brucia per la Cip-Ghizzani

La Serie C cede per 3-1 contro Viareggio in quella che è stata decisamente una partita emozionante. Come dimostrano anche i parziali, la gara è stata molto combattuta. Ad esclusione del primo set, in cui l'uscita forzata dal campo di Ginevra Vanni ha bloccato psicologicamente la squadra, le nostre ragazze sono riuscita a tenere testa ad una squadra con molta più esperienza. È forse proprio questa differenza che è costata la vittoria alla Cip-Ghizzani: nei momenti salienti gli sbagli sono aumentati in modo esponenziale, anche sbagli molto sciocchi dopo essere stati in vantaggio per l'intero parziale, e sicuramente non hanno aiutato i 19 errori al servizio in tutto l'incontro. Nel terzo set, vinto dalle nostre, la squadra è stata decisamente più attenta da questo punto di vista, riuscendo anche a forzare in attacco e facendosi vedere più reattiva in difesa. Adesso bisogna "metterci la testa", cercare di rimanere concentrate per tutta la durata dell'incontro, senza perdersi a tratti. Abbiamo visto proprio con questa partita che il gruppo può fare tanto e bene, anche il pubblico ci ha creduto, ora ci devono credere le ragazze. La prossima giornata vedrà la Cip-Ghizzani di nuovo in trasferta a Cascina per fronteggiarsi con il Perfecto Oro Casciavola; appuntamento a sabato 2 novembre.

Pallavolo I'Giglio

martedì 29 ottobre 2019

Union Volley: risultati dal 23 al 27 ottobre

U13 MONTAIONE - Brutta sconfitta nella prima partita casalinga. Nonostante una ripresa nell'ultimo set, purtroppo le bimbe non sono riuscite a impensierire la squadra avversaria che si è agilmente aggiudicata la vittoria. Malgrado fosse una partita abbordabile, come ha confermato l'allenatrice Signorini, ancora non c'è coesione nel gruppo e questo rende il percorso molto difficile facendo attendere i risultati. Confidiamo che con ancora un po' di tempo la squadra si sblocchi e riesca a dare il massimo. Il prossimo incontro vedrà l'U13 in trasferta sul campo del Chianti Volley sabato 2 novembre.
U14 MONTAIONE - Niente da fare per la squadra di Elena Furiesi che soccombe nell'incontro di domenica con Le Signe. Sicuramente un avversario ancora non a portata, che ha avuto vita facile con una buonissima, quasi perfetta, prestazione al servizio. "Noi abbiamo appena iniziato a battere dall'alto e loro battevano in salto float, non potevamo saperle ricevere." - ha commentato l'allenatrice - "Ciò non toglie che abbiamo fatto diversi errori: qualcuna si muoveva sempre in ritardo, altre non erano concentrate; avevo dato loro due consegne, nessuno ha provato a farle e, di conseguenza, non siamo riuscite a mettere nemmeno in difficoltà le avversarie". Si spera quindi in una maggiore attenzione nella prossima partita, che vedrà la squadra in trasferta a Cerreto Guidi domenica 3 novembre.
U16 I'GIGLIO - Sconfitta al tie-break per la squadra di Cristiano Ciocchetti in quella che, a discapito del risultato, non è stata una partita emozionante. Non si può parlare di "bella pallavolo" dato il livello di entrambe le squadre, sicuramente però ci aspettavamo di più dalle nostre ragazze che hanno regalato veramente molti errori alle avversarie, anche in passaggi di gioco che dovrebbero essere semplici in U16. Tuttavia ciò che ha pesato di più è stata la mancanza di entusiasmo, soprattutto nei primi due set. Soltanto nel terzo il gruppo ha iniziato a mettere in campo un po' di grinta, ma ancora non si è accesa la scintilla. Cerchiamo di risolvere i problemi e ritrovare quel qualcosa in più, perché questa è una squadra che può fare più di così. La prossima settimana l'U16 tornerà di nuovo sul campo della Palestra Enriques per sfidare Cuore Volley San Michele.
U18 I'GIGLIO - Incontro ostico per la squadra di Minacci, che non ha potuto niente contro Le Signe-Empoli. Così ha commentato l'allenatore: "È una squadra che oltre a fare il campionato Under 18 gioca in Serie D. Sono nettamente più avanti di noi, prima di arrivare lì bisogna pedalare. Inoltre ho cercato di dare più spazio a chi nelle scorse settimane ha giocato meno, dando riposo alle giocatrici che sono state più sotto torchio. Però sono in parte contento perché a tratti si sono viste delle belle cose e siamo riusciti a dare loro da fare anche se per pochi punti". Sicuramente questi sono incontri che aiutano a migliorare, non resta che prenderne il meglio e guardare dritti alla prossima gara. Appuntamento quindi a mercoledì 20 ottobre a Firenze per quella che sarà (almeno sulla carta) un'altra difficile partita. Tirate fuori i denti e fate vedere chi siete!
SECONDA DIVISIONE I'GIGLIO - Non una buona prestazione delle nostre, che hanno concesso troppo alle avversarie facendo sfumare una possibile vittoria. "Praticamente l'abbiamo persa noi. L'altra squadra era abbordabile, battevano bene e avevano dei buoni centrali ma dovevamo fare di più." - ha commentato coach Minacci - "Ci è mancato un giocatore importante quindi ne abbiamo subito anche a livello psicologico, ma abbiamo commesso troppi errori. Alcune partite vanno giocate in maniera differente: con intelligenza, attenzione, astuzia e limitandosi a non sbagliare perché probabilmente sbaglieranno le avversarie. Il set che abbiamo vinto abbiamo fatto così e le ragazze sono state brave. Come ho già detto a tratti giochiamo bene, c'è tanta voglia, poi tutto viene vanificato da errori stupidi". Sicuramente c'è ancora da lavorare, ma adesso l'importante è concentrarsi sul prossimo incontro. Una brutta partita può capitare, ciò che conta è riprendersi velocemente e tornare a dare il massimo. Appuntamento sabato 2 novembre alla palestra di Gambassi Terme per la terza giornata di campionato.
OPEN A2 OLYMPIA - La prima di campionato non va nel migliore dei modi per l'Open A2 UISP che non prende punti dal Prato. È comunque fiducioso l'allenatore Paolo Seravelli: "Questa è una squadra che deve ancora lavorare molto, ma se si impegnano questo può essere un campionato per divertirsi e levarsi qualche soddisfazione". E anche noi siamo convinti che sarà così: continuate ad impegnarvi e dare sempre del vostro meglio! Martedì 29 ottobre ancora un incontro in trasferta per questa squadra, che sarà impegnata alle 20.00 sul campo del DLF Firenze. CALENDARIO nota: i risultati e la classifica saranno inseriti appena resi noti dalla UISP

Pallavolo I'Giglio

Ancora un successo per La Bulletta Volley

In una interessante cornice di pubblico, degna della prima gara casalinga e del primo derby stagionale, le ragazze della serie D della Bulletta bissano con lo stesso risultato il successo esterno della scorsa settimana, portandosi momentaneamente in testa alla classifica solitarie. Con una buona prova collettiva, Pucci e compagne riescono ad avere la meglio per 3 set a 0 (25-23 25-16 25-18) nei confronti delle avversarie del Mens Sana di Siena in un incontro che vede in bilico solo la prima frazione di gioco rispetto alle altre due dove La Bulletta riesce a giocare con più disinvoltura e sfruttare al meglio il fattore campo. La cronaca della gara vede le padroni di casa un po’ in affanno in avvio del primo set; complice l'ottima vena agonistica delle avversarie, capaci di un'attenta difesa per poi pungere in contrattacco e, sommato ad una Bulletta fallosa al servizio e poco efficiente nel cambio palla, la prima frazione di gioco vede le due contendenti andare di pari passo fino a metà; da li Mens Sana trova il break per portarsi avanti e la squadra di Bianchi costretta ad inseguire fino all'emozionante fase finale quando le padroni di casa trovano il pareggio e poi il guizzo decisivo per portarsi in avanti nel primo set. Il cambio campo ridona a Pucci e compagne la giusta motivazione per affrontare gli altri due parziali con la giusta concentrazione e determinazione, ristabilendo un equilibrio che per gran parte del primo set era stato latitante nella metà campo della compagine di Bianchi; il secondo set scivola via senza grosse sbavature grazie al solco iniziale scavato dal buon servizio di Maggi ed unito ad un'attenta fase difensiva ben interpretata da Merli che offre palloni interessanti alla sempre lucida regia di Angiolini capace di mandare a segno tutti i suoi attaccanti: La Bulletta si porta agevolmente sul 2 a 0. Non cambia l'egemonia della gara nel terzo e decisivo periodo di gioco, quando Bianchi inserisce forze fresche pescando dalla panchina: entrano Graziani, Massoli, Pittolo e Leone, brave a farsi trovare pronte alla chiamata a testimoniare che in un torneo lungo e pieno di difficoltà come questo, è importante avere la possibilità di poter contare su ogni componente della squadra, perchè si sa ed in questi casi non è mai scontato: l'unione fa la forza! Archiviata la seconda giornata è tempo di rimettersi al lavoro per preparare la trasferta di sabato prossimo (ore 21) quando Pucci e compagne saranno impegnate nel campo delle giovani ragazze della Prima Q e chiamate nella difficile prova di dare continuità al buon lavoro fin ora svolto. Da segnalare anche la gara dell’Under 14 femminile, che ha perso nettamente 0-3 fra le mura amiche ad opera dell’attrezzata formazione del Rapolano. La Prima Divisione maschile ha invece partecipato ad un torneo di preparazione, ottimamente organizzato, a San Vincenzo (LI), riportando la quarta ed ultima posizione.

Alessandro Veltroni

lunedì 28 ottobre 2019

La Savino Del Bene non molla mai

Dopo la battuta di arresto patita in casa contro la Bosca San Bernardo Cuneo, la Savino Del Bene Scandicci va a caccia di un pronto riscatto nel match del Pala Agnelli di Bergamo contro la Zanetti di coach Abbondanza. Mencarelli schiera la sua Scandicci con Malinov al palleggio, Slöetjes da opposto, Stevanovic e Kakolewska da centrali, Lucia Bosetti e Samantha Bricio, alla prima da titolari, in banda. Il libero è la confermata Merlo. Bergamo, reduce dal k.o. contro Monza, scende in campo con il 6+1 formato da Mirkovic da alzatrice, l’opposto è Smarzek, l’ex Scandicci Mitchem e Samara in banda, Olivotto e Melandri come centrale e Sirressi da libero. L’avvio vede subito Bricio protagonista. La messicana mette a terra il primo punto della gara, ma l’incontro prende però la strada favorevole a Bergamo e Mencarelli, sul 9-5 per le orobiche, chiama il time out. La pausa non cambia l’andamento della gara e sul 13-6 Mencarelli richiama in panchina Bosetti e inserisce Pietrini. Smarzek continua a martellare, il muro di Bergamo funziona e sul 14-7 arriva un nuovo time out per la Savino Del Bene. Un timido tentativo di rimonta scandiccese (17-11) costringe al time out Abbondanza, con Bergamo che al rientro in campo ritorna prontamente a macinare punti. Mencarelli prova anche la carta Milenkovic, ma nemmeno la serba, entrata per Bricio, riesce a riaddrizzare il primo set, che si chiude sul 25-16 per la Zanetti Bergamo. La reazione tanto attesa arriva nel secondo set. La Savino Del Bene parte bene e va avanti per 0-3. La Zanetti Bergamo però non molla e impatta il match sul 5-5, prima che Bricio con un ace restituisca il vantaggio a Scandicci (5-7). La seconda frazione è molto equilibrata, con Smarzek a guidare l’attacco bergamasco e Slöetjes a rispondere. Sull’11-10 orobico Mencarelli richiama in panchina Malinov e prova la mossa Carraro, poco dopo il tecnico scandiccese sostituisce anche Bricio con Pietrini. La battaglia è punto a punto e sul 17-17, firmato da Stevanovic in primo tempo, Abbondanza ferma il match. Mossa che il tecnico bergmasco replica più tardi (18-20) per impedire la fuga scandiccese. La Zanetti ritorna avanti sul 21-20, Mencarelli chiama il time out, ma il punteggio sale sul 22-20 per le locali. Nel finale di frazione la spunta Scandicci che pareggia il conto dei set sull’1-1 grazie alle giocate di Kakolewska, Pietrini e soprattutto Bosetti, autrice anche del 26-28 decisivo. Il terzo set parte con una Zanetti Bergamo subito in palla, con il punto dell’8-4 che è un capolavoro orobico firmato da Smarzek. A metà set Scandicci recupera il break avversario e pareggia l’incontro sul 12-12. La squadra di Abbondanza allunga nuovamente fino al 17-14, ma Pietrini con un paio di buone giocate consente alla Savino Del Bene di tornare sul 17-17. Samara ed un invasione spingono Scandicci sotto di due punti, ma Kakolewska vuole il set e prima piazza un attacco in primo tempo, poi un muro dei suoi (19-19). Carrarro con un ace riporta avanti la Savino Del Bene (19-20). Ancora una volta il finale è sul filo del rasoio, con le due formazioni che arrivano appaiate a quota 21, ma a spuntarla stavolta è una Bergamo che si impone 25-23. Scandicci prova a mettere subito in campo tutta la sua energia per rifarsi nel quarto set, ma due ace di Mirkovic spingono sull’8-6 il risultato. Mencarelli chiama un time out e spedisce in campo Malinov per Carraro. Mirkovic ha un braccio rovente e sempre su battuta fa 9-6. Scandicci, che ha in campo Stysiak da opposto, procede ad un’altra sostituzione con l’ingresso di Milenkovic per Pietrini, poi Lubian entra per Kakolewska. A metà set il punteggio è ravvicinato (15-14) e sul 17-16 Abbondanza chiama un time out per ragionare su di un set decisivo nell’economia della partita. Al rientro in campo Bosetti segna un prezioso ace che vale il pari sul 17-17. Di lì a poco Scandicci prende il controllo del set e sul 17-20 Abbondanza si gioca un altro time out. Un errore in attacco da parte di Bergamo consente alla Savino Del Bene di arrivare al +4 (18-22). La Zanetti cerca la rimonta in finale di set e si riporta sul -1 (22-23). Un mani out di Mitchem porta il punteggio sul 23-24, non tremano però le mani di Malinov che imbecca perfettamente la fast di Lubian: 23-25 e 2-2 nel conto dei set. Nel tie break Stysiak comincia subito bene, le sue bordate valgono l’1-2 dopo un ace di Samara. Nessuna delle due formazioni è in grado di fare il break decisivo e si va avanti di parità in parità. 2-2, 3-3, 4-4, 5-5 e 6-6 il risultato dimostra quanto sia combattuto il set finale. Bosetti e Stysiak provono a prendere per mano la Savino Del Bene e proprio un ace della polacca consente a Scandicci di cambiare campo in vantaggio per 8-6. Il braccio di Stysiak martella ancora un ace (9-6) e poco dopo il mani out per l’8-10. Sull’8-11 Abbondanza chiama un time out e al rientro in campo Smarzek prova suonare la carica per le sue, Stysiak ha però altre idee e segna, tra gli altri, anche il punto del 14-10. A muro la Savino Del Bene chiude il match 11-15 il risultato del tie break che consegna 2 punti a Scandicci ed 1 a Bergamo. Coach Mencarelli post partita: “Abbiamo pescato sempre bene dalla panchina e se la vittoria con Casalmaggiore era stata un successo di squadra, questa lo è ancora di più perchè chi è entrato ha sempre cambiato la gara. In questo momento giochiamo per vincere, non per il risultato, quindi era importante ottenere la vittoria. Avevamo lasciato qualcosa a Bergamo durante il terzo set e questo non mi era piaciuto, ma ci siamo riscattati nel quinto set.”
Zanetti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci: 2-3 (25-16, 26-28, 25-23, 23-25, 11-15)
Zanetti Bergamo: Smarzek 33, Imperiali (L2), Olivotto 5, Van Ryk, Sirressi (L1), Prandi, Samara 9, Melandri 7, Mirkovic 8, Civitico, Loda 3, Mitchem 13. All.: Abbondanza M.
Savino Del Bene Scandicci: Carraro 3, Bricio 3, Stysiak 13, Malinov 4, Kakolewska 9, Pietrini 10, Merlo (L1), Lubian 4, Sloetjes 14, Cardullo (L2) n.e., Molinaro n.e., Stevanovic 12, Bosetti L. 6, Milenkovic 1. All.: Mencarelli M.
Arbitri: Cerra – Cappello
Attacco (Pt%): 39% – 37%
Muri: 11-8
Ace: 9-9
Ricezione (Pos%): 56% – 59%
Durata: 23′, 31′, 32′, 33′, 17′.
Spettatori: 1080.

Vittoria netta anche a Mondovi’, la Kemas Lamipel a punteggio pieno

Synergy Mondovì: Pistolesi 2, Kadankov 7, Biglino 6, Presta 2, Terpin 2, Borgogno 15, Pochini (libero), Loglisci 4, Ristani, Garelli, Buzzi n.e, Milano n.e. All. Fenoglio
Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 1, Padura Diaz 19, Bargi 6, Larizza 4, Colli 15, Krauchuk 16, Catania (libero), Mazzon, Lavanga, Mannucci n.e, Prosperi n.e, Marra n.e, Andreini (libero) n.e. All. Pagliai/Cezar Douglas
Successione set: 23-25 in 27′, 20-25 in 28′, 23-25 in 32′.
Battute sbagliate Synergy: 8; Ace 1; Muri 5.
Battute sbagliate Kemas Lamipel: 15; Aces 3; Muri 10.
Seconda vittoria in campionato per la Kemas Lamipel che bissa il 3-0 della prima giornata espugnando con il punteggio più netto il PalaManera di Mondovì ed issandosi, in coppia con Ortona, in vetta alla classifica della serie A2 d’Elite Credem Banca. Partita concreta e solida per i conciari, capaci di stare avanti nel punteggio per quasi tutto l’arco della gara, soffrendo solo il tentativo di rimonta dei locali nella parte centrale del terzo set: per il resto un bel monologo biancorosso con gli attaccanti Krauchuk, Colli e Padura Diaz estremamente ispirati ed autori di una gara in attacco quasi perfetta. Molto combattuto il primo set con la Kemas Lamipel avanti in tutti i parziali intermedi (6-8, 14-16, 18-21) e brava nel chiudere per 23-25 grazie ai 7 punti a testa di Colli e Padura Diaz oltre ai 5 di Krauchuk autore anche di 2 muri importantissimi. La ricezione conciaria gira a livelli molti alti e l’attacco naturalmente ne beneficia, con Acquarone che tiene caldi tutti i suoi giocatori di palla alta. Nel secondo set Mondovì prova a reggere l’urto (8-7) anche perché la Kemas soffre un po’ di più in ricezione: l’attacco però non ne risente e Padura Diaz è devastante con 8 punti vincenti; anche Krauchuk non è da meno e la Kemas Lamipel scappa via 12-16 e 17-21, prima di chiudere con merito per 20-25. Fenoglio cambia le carte in tavola rinunciando ad un Kadankov poco ispirato sostituendolo con Loglisci: i locali ne beneficiano e grazie ad un positivo Borgogno restano attaccati ai “Lupi” per tutto il parziale, rimontando il 6-8 inziale e tramutandolo in un 16-15 in proprio favore. Bargi e Larizza e entrano maggiormente in scena, così come il positivissimo Catania che domina in seconda linea: i santacrocesi, sostenuti anche dai tantissimi tifosi giunti in Piemonte al seguito della squadra, tornano acanti sul 18-21 e vanno a chiudere per 23-25 grazie ad una palla pesantissima di Padura Diaz che tramuta in oro una alzata in bagher di Catania dopo una ricezione sbagliata. Finisce quindi 3-0, una vittoria che regala punti e soprattutto morale alla formazione allenata dalla coppia Pagliai – Cezar Douglas: per i “Lupi” un inizio stagione estremamente positivo che permetterà di preparare al meglio la prossima partita, ancora in trasferta, sul campo della corazzata Siena.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

Brescia vince 3-1, Siena lotta ma non basta

Brescia si aggiudica per 3-1 l’incontro valevole per la seconda giornata del campionato. I lombardi, trascinati da Galliani e Bisi, si prendono i tre punti. Siena reagisce nel terzo set e lotta fino alla fine nel quarto parziale ma non basta per conquistare un risultato positivo contro la forte Sarca Italia Chef Centrale. Primo set La Emma Villas Aubay Siena inizia la sfida in Lombardia con la diagonale palleggiatore-opposto composta da Falaschi e Romanò, in banda ci sono Maruotti e Milan, al centro Gitto e Zamagni, libero è Marra. Brescia è in campo con Tiberti-Bisi, Cisolla e Galliani in banda, Festi e Candeli al centro, Zito in seconda linea a difendere. I liberi della squadra senese sono in campo con la maglia sponsored by Cme. Brescia inizia la partita con un parziale di 3-0, il primo punto senese arriva con la pipe di Gabriele Maruotti che si infila nella difesa lombarda. Galliani e Bisi mettono subito giù dei bei palloni, Siena ora risponde con il cambiopalla con Milan e anche al centro con Zamagni. Un punto break toscano arriva con Maruotti che mette fine ad un lungo scambio (6-5). Per Brescia ci sono già 3 punti a testa per Bisi e Galliani, con l’opposto che è autore del 10-7. Maruotti è bravo a colpire ancora da posto 4, Galliani gli risponde con una ottima murata su Romanò. Ed è ancora Galliani ad andare a segno: punto break per Brescia che vola sul +5: 13-8. Brescia allunga con Candeli e Cisolla (17-10). Ancora punti Brescia: due ad opera di Cisolla e uno di Candeli, che mura Zamagni (20-10). Galliani è scatenato ed il suo settimo punto vale il 23-12. Maruotti e il neoentrato Mariano in questo frangente limitano un po’ il passivo. Romanò spara due ace di fila, ma la distanza da Brescia rimane notevole (23-16). Ma la Emma Villas Aubay ingrana, trova altri quattro punti break consecutivi (23-20) con il molto positivo turno in battuta di Yuri Romanò. Sono Bisi e Galliani poco dopo a mettere fine al primo set (25-20). Per Brescia 13 punti dalla coppia Galliani-Bisi (8 il primo, 5 il secondo). Per Siena 11 da Romanò-Maruotti (6+5). Secondo set Si riprende con Brescia che va avanti 7-3: bene Bisi e Galliani e anche Candeli al centro, protagonista in questa fase della sfida. Siena c’è e va a punto con Zamagni e con Romanò (11-10). Una sicurezza offensiva in casa bresciana è tuttavia Andrea Galliani, che dopo una grande gara giocata all’esordio contro Castellana Grotte prosegue su quel trend. Bravo anche Zamagni, che mura Bisi (12-11). Galliani è scatenato, va a segno anche dai nove metri. In battuta trova il punto pure Cisolla ed è 21-16 per i locali. Galliani fa la differenza in questo frangente del match: prima va a segno in attacco, poi mura Maruotti per il 23-17. Il muro di Bisi chiude il secondo set sul 25-18. Terzo set Reazione senese nel terzo parziale, i biancoblu partono forte e si prendono un importante +4 (6-10). La schiacciata di Zamagni da posto 3 e quella successiva di Gitto consentono a Siena di mantenere il vantaggio: 12-15. Ace di Maruotti: 13-17. Di Romanò da posto 4 il diciottesimo punto dei toscani, molto importante l’ace di Mariano che vale il +5 ospite: 17-22. Maruotti chiude il set per Siena sul 19-25. Il capitano senese ha realizzato 4 punti in questo set, 3 sono stati quelli di Carmelo Gitto. Quarto set Due punti di Yuri Romanò portano Siena avanti: 2-4. Emma Villas Aubay avanti 6-9, la battuta di Galliani porta un punto break a Brescia con Bisi che approfitta della ricezione non perfetta dei toscani: 7-9. Milan da una parte e Galliani dall’altra mettono giù palloni pesanti. Maruotti a segno da posto 4 (12-12). Bene anche Mariano che schiaccia con violenza il 15-15. Cisolla fa valere la sua esperienza e dà a Brescia alcuni punti che in questo momento della sfida sono preziosissimi. Siena c’è: Milan e Gitto colpiscono (19-18). Troppi errori in battuta per Siena che non riesce a trovare continuità al servizio. Falaschi di seconda realizza il punto del 22-21. Galliani prima sbaglia, poi si riscatta (23-22). Il muro di Candeli su Milan vale il match point (24-22). Milan annulla il primo match point di Brescia, Galliani poco dopo chiude il match sul 3-1 per i bresciani.
Sarca Italia Chef Centrale Brescia – Emma Villas Aubay Siena 3-1 (25-20, 25-18, 19-25, 25-23)
SARCA ITALIA CHEF CENTRALE BRESCIA: Zito (L), Ceccato, Festi 4, Tiberti 2, Crosatti, Malvestiti, Bisi 19, Franzoni (L), Galliani 22, Candeli 7, Ristic, Ostuzzi, Cisolla 14, Mijatovic. Coach: Zambonardi. Assistente: Pioselli.
EMMAVILLAS AUBAY SIENA: Zamagni 7, Caldelli, Marra (L), Cappelletti, Falaschi 2, Lucconi, Gitto 6, Zanni, Smiriglia, Volpi (L), Mariano 5, Milan 7, Maruotti 14, Romanò 15. Coach: Graziosi. Assistente: Pelillo.
Arbitri: Di Bari e De Simeis.
NOTE. Video Check: richiesto nel primo set da Siena sul 21-10 (decisione cambiata) e sul 24-14 (decisione cambiata) e da Brescia sul 20-23; richiesto nel secondo set da Brescia sull’8-8 (decisione cambiata); richiesto nel terzo set da Brescia sul 17-21 e sul 18-24; richiesto nel quarto set da Brescia sul 4-7 e sul 22-22 e da Siena sul 9-9.
Percentuale in attacco: Brescia 46%, Siena 41%. Positività in ricezione: Brescia 53%, Siena 51%. Muri punto: Brescia 14, Siena 3. Ace: Brescia 2, Siena 7. Durata del match: 2 ore e 1 minuto (30’, 26’, 32’, 33’).

Seconda giornata di A2 Credem Banca e prima importantissima vittoria per la Peimar Calci

PEIMAR CALCI – OLIMPIA BERGAMO 3-1 (23-25, 25-20, 28-26, 25-20)
PEIMAR CALCI: Lecat 18, Coscione, Argenta 13, Barone 8, Mosca 6, Fedrizzi 14, Ciulli, Nicotra, Tosi (L) n.e. Zanettin, Razzetto, Sideri, De Muro (L). All. Gulinelli
OLIMPIA BERGAMO: Erati 6, Zonta 1, Della Lunga 22, Battaglia, Pereira Da Silva Wagner 16, Garnica, Gritti, Preti 18, Alborghetti 4, Fusco (L) n.e. Cargioli, Tiozzo, Saturnino (L). All. Spanakis
NOTE:
Arbitri: Caretti Stefano, Verrascina Antonella
Durata set: 31’, 31’, 41’, 31’; Tot. 2h14’
PEIMAR CALCI: battute vincenti 3, battute sbagliate 14, muri 11
OLIMPIA BERGAMO: battute vincenti 8, battute sbagliate 15, muri 3
SANTA CROCE SULL’ARNO, 27 Ottobre 2019 – Seconda giornata di #A2 Credem Banca e prima importantissima vittoria per la Peimar Calci. Contro l’ambiziosa Olimpia Bergamo, del veterano Dore Della Lunga (22 punti per lui, alla fine), coach Gulinelli schiera Coscione e Argenta in diagonale, Fedrizzi e Lecat in posto quattro, Barone e Mosca al centro, Tosi libero. Partono meglio gli ospiti, soprattutto dai nove metri: il servizio targato Olimpia punge, e la Peimar fa fatica a risolvere alcune rotazioni di cambio-palla. La squadra di casa reagisce, ma il set se lo aggiudica comunque Bergamo, sul filo di lana. I ragazzi di Gulinelli, sul finale, fanno capire di essere nel match, e rientrano in campo ancora più determinati. Il servizio inizia a far male, il muro anche, molte situazioni di contrattacco sono finalizzate a favore dei locali, e la partita cambia: 1-1. Il terzo set, come sempre, è decisivo. Le due formazioni arrivano appaiate a quota 20, è punto su punto, il grande equilibrio lo rompe un mini-break Peimar sul 26-26. Gli ospiti accusano il colpo, e approcciano sottotono la quarta frazione. Peimar scappa via: 8-2, 11-7, 16-11. Bergamo rientra in parte nel finale, ma il divario non scende mai sotto il livello di guardia e i ragazzi di coach Gulinelli possono festeggiare la prima vittoria stagionale. Un risultato ancora più prezioso, perché ottenuto .. lontano da casa, dalla sede quotidiana di allenamento e preparazione, e conquistato nonostante la tensione causata dalla grande voglia di portare a casa un risultato importante, dopo la beffa subita a Siena sette giorni fa. Il capitano Coscione: “Abbiamo studiato bene la partita, tatticamente siamo scesi in campo molto preparati. Sapevamo che loro sono una gran bella squadra, che punta a salire: una squadra ordinata, che sbaglia poco, forte in ricezione, e quindi che sarebbe stata molto molto dura per noi. Dopo un primo set perso all’ultimo tuffo, per due punti, siamo stati bravi a rientrare nel secondo e martellare subito con la nostra battuta, risolvendo anche alcune situazioni tattiche a nostro favore. Sono tre punti d’oro contro una squadra importante, sarà un campionato molto equilibrato e ce ne saranno tante di partite tirate. La prossima settimana affronteremo Lagonegro, sarà un’altra gara difficile, contro una squadra costruita bene, equilibrata. Abbiamo già visto qualcosa su di loro, studiando Bergamo. Sarà l’ennesima partita tosta”.

Peimar Volley

Pronto riscatto

Dopo la sconfitta all'esordio in campionato la Sestese Maxitalia Service Jumboffice si riscatta subito e lo fa in maniera convincente contro la Zona Vv.f. Mazzoni Pistoia in trasferta. Nel primo set dopo un avvio un po stentato i ragazzi guidati da mister Marchi prendono in mano la situazione e riescono a prendere il largo riuscendo a tenere a distanza i padroni di casa che non riescono a controbattere le giocate dei sestesi che riescono a chiudere il set con il punteggio di 19/25, da segnalare l'ultimo punto del set è stato realizzato dal giovane centrale (17 anni) Christian Giacomelli all'esordio in serie C. Nel secondo set i padroni di casa partono forte e i sestesi non riescono a controbattere, allora mister Marchi ricorre ai cambi ma la situazione non cambia e i padroni di casa riecono a pareggiare il conto dei set con il punteggio di 25/18. Nel terzo set la Sestese Maxitalia Service Jumboffice parte parte meglio che nel secondo set e riesce ad allungare un po, ma i padroni di casa non mollano e riescono a controbattere i sestesi che però non vogliono ripetere l'errore della scorsa settimana e non hanno lasciato scampo al Zona Vv.f. Mazzoni Pistoia. Nel quarto set la Sestese Maxitalia Service Jumboffice non lascia praticamente niente ai padroni di casa che niente possano sotto i colpi di un Benini scatenato e che solo nel finale riescono ad accorciare le distanze ma non basta a far si che i sestesi si aggiudichino il set con il punteggio di 18/25.
Zona Vv.f. Mazzoni Pistoia - Sestese Maxitalia Service Jumboffice 1/3
parziali: 19/25 - 25/18 - 20/25 - 18/25

Pallavolo Sestese ASD maschile

Il programma gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project

Serie C Femminile Girone A – Arnopolis - Ariete Prato Volley Project 0-3 (24-26; 15-25; 21-25), arbitro Brachi.
Un set di sofferenza e poi in sicurezza. L’Ariete PVP vince anche a Stia. Sei punti in due gare, meglio di così non si poteva iniziare e la vittoria sul terreno dell’Arnopolis conferma ed esalta la bontà della prestazione delle ragazze di Raffa. Quella aretina, infatti, è una neopromossa importante, ricca di talento e forte dell’esperienza della cubana Diago Silva, all’esordio proprio contro l’Ariete. Insomma, un osso duro contro cui Prato ha giocato una gara solida e lucida portando a casa tre punti d’oro. La gara. Prato in formazione tipo e quindi con Bartolini e Bagni in diagonale, Morotti e Galli al centro, Scarpelli e Filindassi di banda e Golfieri libero. Inizio lento ed impacciato delle ragazze ospiti e Arnopolis che fuggiva sull’8-2. Tempo Raffa ed al ritorno in campo Ariete a recuperare (8-6 e 10-7). Prato che però non aveva continuità e che subiva un nuovo break sul 13-9. La reazione di Bartolini e compagne portava sul 15-15 e coach Peruzzi al tempo. Al ritorno in campo sorpasso pratese (15-16) e Ariete che provava a fuggire (17-19). Le aretine rimanevano comunque in scia e le due squadre arrivavano sul 22-22. Raffa dava campo a Petri per regalarsi consistenza in ricezione. Arnopolis che fuggiva però sul 23-21 e tempo del coach pratese. Alla ripresa Ariete che rimontava e sul 24 pari secondo tempo per le padrone di casa. Lo sprint vincente era comunque delle pratesi. La reazione delle ospiti era importante (4-1 e 7-4). Prato, con de Stefano in campo, cercava di non perdere contatto e riusciva a ricucire il gap sul 7-7 con l’ultimo punto che arrivava dopo una lunga azione molto combattuta. Set che tornava equilibrato (9-8 e 9-10) fino al tentativo di break pratese (9-12) che portava la panchina di casa al time out. Al ritorno in campo ancora Prato a comandare (11-16). Nuovo tempo di coach Peruzzi. Alla ripresa due decisioni dell’arbitro contestate da Prato riportavano sotto le aretine (13-16) ma l’Ariete non si scomponeva e piazzava un nuovo allungo (14-22). Chiusura a 15. Nel terzo ancora partenza forte delle padrone di casa (3-0 e 4-2). L’Ariete, però, reagiva subito (4-4). Set equilibratissimo con l’Arnopolis che cercava di rimanere agganciata alla gara (9-8 e 9-10). Prato spingeva sull’acceleratore (11-13 e 13-16). Le aretine facevano il massimo sforzo e tornavano sul meno uno (17-18). Raffa dava campo all’esperienza di Petri. L’Ariete continuava a comandare i giochi (18-19). Il nuovo allungo pratese arrivava sul 18-21. Tempo della panchina di casa. Bartolini a muro per il 22. Ariete che chiudeva a .
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Bagni, Franciolini, Petri, Morotti, Galli D., Filindassi, Nocentini, Scarpelli, Di Stefano, Napolitano, Golfieri, Giuliani. All. Giacomo Raffa.

Le altre prime squadre del progetto:
Serie D Femminile Girone C – U18 Ariete PVP – Volley Aglianese 3-0 (25-19; 25-17; 25-22), arbitro Pini.
Una fantastica Ariete PVP batte l’Aglianese e rompe il ghiaccio del suo torneo di Serie D. Una prova che, dopo un inizio teso e non facile, non ha lasciato nessuna chance ad una formazione ospite ricca di qualità ed esperienza e guidata in panchina da un signor allenatore come Guidi. Insomma un successo, il primo del torneo, che regala morale e sicurezze ad un gruppo giovane e che può solo migliorare con il passare del tempo e con l’esperienza acquisita gara dopo gara.
La rosa dell’Ariete PVP: Bardazzi, Fanelli, Forasassi, Galli, Giacomelli M., Giacomelli E., Goracci, Guarducci, Mennini, Molinari, Moscardi, Orlandi, Rovini. All. Panti.

Serie D Femminile Girone C – Cert 2000 Euroripoli - Viva Volley 0-3 (17-25; 19-25; 28-30), arbitro Perri.
Un Viva sontuoso sbanca Bagno a Ripoli e conquista la prima vittoria del suo torneo. Prova d’autorità delle ragazze pratesi che, prive di Gianni in regia, hanno saputo comunque imporre il proprio gioco. Nel primo parziale equilibrio solo nella prima parte del set (8-10, 12-11) mentre nel finale la squadra di Sandra Cioppi ha allungato lasciando le avversarie a 17. Più o meno stesso canovaccio nel secondo set con il Viva che strappava deciso sull’11-19 e che questa volta chiudeva a 19. Prato rilassato nel terzo e quindi costretto a lottare contro un Cert invece che si giocava le residue possibilità di restare in gara. La maggiore qualità del Viva emergeva però nel finale quando Prato strappava un 28-30 da brividi ma meritato.
La rosa del Viva Volley: Cecchi, Fantacci, Innocenti, Lamperi, Mannuci, Pacini, Pagliai, Piccini, Rosellini, Saletti, Trinca, Vignozzi. All. Cioppi.

Le divisioni: In campo anche i tornei di divisione. In Prima Divisione Viva Volley che perde 3-1 in casa della Stella Rossa Scandicci. Sempre sabato il Viaccia ha invece battuto 3-1 l’Olimpia Poliri. Giocherà in trasferta contro La Savino del Bene Montelupo invece batte la Pol. 29 Martiri 3-1. In Seconda Divisione Girone A, Vaiano che ha perso 3-2 in casa della Pallavolo Rignano al termine di un’autentica battaglia sportiva. Nel Girone B Viaccia che perde 3-0 in casa del Montaione. In Terza Divisione Girone A, Ariete PVP che batte Empoli 3-1. Nel B Viva Volley battuta 0-3 dalla Savino del Bene Montelupo.

Comunicato Stampa Ariete Prato Volley Project

domenica 27 ottobre 2019

Si avvicina l'esordio casalingo per la Peimar Volley

Si avvicina il fischio d’inizio della seconda giornata di #A2 Credem Banca. La Peimar Volley ospiterà Olimpia Bergamo al PalaParenti di S. Croce sull’Arno, scelta obbligata in attesa della piena disponibilità del Pala Peimar. La squadra, per prendere ancora maggiore confidenza con il campo di gioco, effettuerà domani una seduta di allenamento al PalaParenti, mentre la rifinitura vera e propria si terrà comunque a Calci, domenica mattina, prima della partenza per S. Croce. La squadra è al completo, ha lavorato bene per tutta la settimana. Cresce l’attesa degli sportivi che seguiranno la squadra in questa vicinissima trasferta.

Peimar Volley

Emma Villas Aubay Siena in campo a Brescia, la maglia dei liberi sarà sponsored by Cme

A Brescia la Emma Villas Aubay Siena disputerà domenica 27 ottobre a partire dalle ore 18 la sua prima partita in trasferta di questo campionato. E’ la seconda giornata del torneo di Serie A2 di pallavolo maschile e la squadra biancoblu allenata da coach Gianluca Graziosi vi arriva con 2 punti in classifica, conquistati all’esordio grazie alla vittoria in rimonta centrata al PalaEstra contro Peimar Calci. Per la partita di Brescia la Emma Villas Aubay Siena avrà la maglia dei liberi che sarà sponsored by Cme, azienda che da tempo supporta il progetto pallavolistico della società guidata dal Presidente Giammarco Bisogno. “All’esordio la partita non era cominciata nel migliore dei modi – commenta il centrale della Emma Villas Aubay Siena Matteo Zamagni, intervenuto nella trasmissione Sotto Rete a RadioSienaTv –, poi siamo stati bravi a reagire e ad uscire fuori da una situazione che era molto pericolosa. All’inizio del terzo set Calci era in vantaggio, ma siamo stati capaci di rispondere, di vincere terzo e quarto set e di proseguire con entusiasmo anche al tiebreak. L’impatto con il PalaEstra è stato bello ed importante, con tanti tifosi che ci hanno sostenuto già nella prima partita di campionato. Abbiamo sentito il calore dei nostri sostenitori che ci hanno spronato per tutta la gara. Nelle prime giornate è giusto concentrarci su ciò che possiamo fare e su quello che possiamo migliorare, siamo in una fase della stagione nella quale certi automatismi sono da affinare. Andiamo a Brescia con l’obiettivo di fare bene”. All’esordio Brescia ha perso solamente al tiebreak la difficile gara in trasferta contro la Bcc Castellana Grotte. I lombardi hanno avuto 24 punti da Galliani, 18 da Bisi, 14 da Cisolla, 12 da Festi. Molto bene la Sarca Italia Chef Centrale ha fatto al servizio, grazie al quale ha ottenuto 10 punti in Puglia. Sono state invece 6 le murate vincenti dei lombardi. Nel sestetto base di Brescia la diagonale palleggiatore-opposto è composta da Tiberti e Bisi, due giocatori di grande esperienza e qualità. In banda ci sono Alberto Cisolla, diciotto stagioni in Superlega e vincitore di sette scudetti e tre Coppe dei Campioni oltre che della medaglia d’argento con la Nazionale italiana (di cui ha indossato la maglia quasi 200 volte) alle Olimpiadi di Atene 2004, ed Andrea Galliani. Al centro agiscono Festi, Mijatovic e Candeli; libero è Giuseppe Zito, ex Ortona e Lamezia. Coach è Roberto Zambonardi. Arbitreranno la gara, che prenderà il via alle ore 18 al centro sportivo San Filippo, Pierpaolo Di Bari e Giuseppe De Simeis. Il match verrà trasmesso in diretta su Legavolley Channel.

Kemas Lamipel alla volta di Mondovi’

Partenza nel primo pomeriggio per la Kemas Lamipel che viaggerà in direzione Piemonte, precisamente verso Mondovì, dove domenica alle ore 18.00 è in programma il match contro i padroni di casa valido per la seconda giornata del campionato di serie A2 d’Elite targato Credem Banca. Gara assolutamente non semplice per i conciari, chiamati ad affrontare un avversario scomodo e storicamente indigesto, oltretutto molto affamato vista la sconfitta patita per 3-1 ad Ortona nella prima di campionato. Allenata da coach Fenoglio la Synergy Mondovì vanta un organico di assoluto rispetto, dove spiccano i nomi dell’opposto bulgaro ex Lagonegro Kadankov, del palleggiatore Pistolesi, dello schiacciatore Borgogno e del libero Pochini, tra le altre cose ex biancorosso. Al centro la rodatissima coppia Presta-Biglino, ma non bisogna scordarsi del jolly Terpin capace di ricoprire più ruoli in caso di necessità. Nel complesso una squadra da non sottovalutare minimamente per la Kemas Lamipel, chiamata a continuare su quel trend positivo fatto vedere nel debutto casalingo domenica scorsa. Per lo staff tecnico santacrocese organico tutto a disposizione fatta eccezione per Di Marco che potrà essere utilizzabile solo dalla quarta giornata. Arbitreranno l’incontro i signori Bassan e Prati e la partita, salvo inconvenienti tecnici, andrà in onda in diretta su Legavolley Tv. Al seguito dei “Lupi” presso il Pala “Nino Manera” di Mondovì previsti un buon numero di tifosi, pronti a supportare la squadra in questa complicata trasferta: nella scorsa stagione in campionato ci fu un doppio successo dei piemontesi che si aggiudicarono anche una amichevole durante la preparazione; in casa biancorossa c’è quindi voglia di provare ad invertire questa tendenza.

Andrea Costanzo – Ufficio Stampa

Mencarelli: “Mi aspetto che Bergamo parta forte. C’è voglia di rivalsa”

LE PAROLE DI MARCO MENCARELLI prima della partita di domani contro la Zanetti Bergamo: “Mi aspetto che la Zanetti Bergamo parta subito forte, anche perché giocano in casa. Come ho detto alla squadra dopo la partita con Cuneo dobbiamo abituarci all’idea che il 99% delle squadre che incontreremo giocheranno contro di noi col sangue negli occhi. Dalle ragazze, mi aspetto che riescano a portare in campo la crescita continua che ho visto sia la scorsa settimana che, soprattutto in questa. La crescita, sia nel gioco che nell’atteggiamento, mi lascia presagire che ci sia voglia di rivalsa. Ed è questa crescita graduale, che vedo già da due/tre settimane, ciò che mi interessa”.

Altri tre punti per Il Bisonte, che batte Perugia 3-0

IL BISONTE FIRENZE 3
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 0
IL BISONTE FIRENZE: Santana, Alberti 7, Foecke 10, Degradi 6, Daalderop 24, De Nardi (L2) ne, Turco ne, Fahr, Dijkema, Nwakalor 9, Venturi (L1), Maglio 8. All. Caprara.
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Casillo 5, Bruno (L1), Bidias 11, Cecchetto (L2), Rosamaria 20, Raskie, Demichelis, Menghi 1, Angeloni 2, Strunjak 6, Lazic 4, Taborelli ne, Mio Bertolo 2, Pascucci. All. Bovari.
Arbitri: Florian – Lot.
Parziali: 28-26, 25-23, 25-22.
Note – durata set: 31’, 30’, 30’; muri punto: Il Bisonte 11, Perugia 4; ace: Il Bisonte 3, Perugia; spettatori totali: 750.
Non si ferma la striscia positiva de Il Bisonte Firenze, che davanti al pubblico amico del Mandela Forum e alle telecamere di Rai Sport batte con un 3-0 tutt’altro che semplice Perugia, e va a punti per la quarta partita di fila, salendo a quota nove in classifica. Nei primi due set, in fotocopia, le bisontine si sono fatte raggiungere nel finale dopo aver condotto per buona parte del parziale, per poi imporsi in volata, mentre nel terzo sono state loro a rimontare lo svantaggio iniziale, chiudendo in bellezza: un’altra dimostrazione di forza per la squadra di coach Caprara, trascinata stavolta da una stratosferica Nika Daalderop, MVP del match con 24 punti (col 58% in attacco), ma produttiva anche dalla panchina, con l’ingresso di Degradi decisivo nel terzo set. Prima della partita la Lega Pallavolo Serie A Femminile ha consegnato alla bisontina Sarah Fahr il Pallone d’Oro “Arnaldo Eynard” come miglior under 20 della scorsa stagione. Giovanni Caprara parte con Dijkema in regia, Nwakalor opposto, Daalderop e Foecke in banda, Alberti e Maglio (al debutto da titolare) al centro e Venturi libero, mentre Bovari risponde con Demichelis in palleggio, Rosamaria opposto, Bidias e Angeloni schiacciatrici laterali, Mio Bertolo e Strunjak al centro e Bruno e Cecchetto ad alternarsi nel ruolo di libero fra ricezione e difesa. La partita è subito equilibrata, con Il Bisonte che in un paio di occasioni, con Maglio e Foecke, riesce ad andare avanti di un paio di punti, e Perugia che subito dopo risponde con Rosamaria (14-16): Caprara chiama time out, Firenze rientra subito con Daalderop (16-16) e poi sorpassa con il muro di una positiva Maglio (18-17). Adesso le bisontine spingono più forte, sulla battuta di Nwakalor Angeloni sbaglia la ricezione e Daalderop (otto punti nel set) trasforma il 20-18, e qui è Bovari a chiamare time out: il cambio palla funziona, Maglio trova l’ace del 23-20 e Foecke procura due set point (24-22), ma Bovari inserisce Lazic per Angeloni e proprio la svedese impatta per il 24-24, con conseguente time out Caprara. Al rientro Nwakalor trova il mani out ma Bidias annulla ancora (25-25), poi alla fine è Maglio (con il sesto punto personale) a correggere a muro una ricezione sbagliata che regala il parziale al quinto set point (28-26). Nel secondo set c’è Casillo per Mio Bertolo nella Bartoccini e proprio un turno di servizio della centrale vale il 2-5: Il Bisonte reagisce e impatta con l’ace di Daalderop (6-6), poi le due squadre si rispondono colpo su colpo sul cambio palla fin quando Alberti stampa un murone che vale il 18-16 e il time out Bovari. Al rientro è ancora la coppia Daalderop (altri dieci punti nel secondo set)-Alberti (quest’ultima con il muro) a creare il + 4 (20-16), poi Perugia si riavvicina con l’ace di Rosamaria certificato dal videocheck (22-21), e la stessa scatenata brasiliana (nove punti nel set) impatta (23-23), con Caprara che chiama time out. Al rientro Strunjak commette invasione, e poi Angeloni attacca out regalando anche il secondo set a Il Bisonte (25-23). Nel terzo Bovari inserisce sul 5-4 Lazic per Angeloni, e sul 5-7 Caprara risponde con Degradi per Foecke, ma Perugia prova ad allungare con Bidias (7-10): sull’11-13 entra Fahr per Maglio, poi sale in cattedra Degradi che con un diagonale e un pallonetto riporta Il Bisonte in parità dopo un lungo inseguimento (16-16), costringendo Bovari al time out. Il primo sorpasso è firmato da un muro di Alberti (19-18), poi la solita Daalderop allunga (20-18) dopo una grande difesa di Venturi e sul 21-18 di Nwakalor Bovari ferma tutto: il time out rigenera Perugia che accorcia con il muro di Casillo (22-21) e poi trova la parità dopo il time out di Caprara con l’errore di Fahr (22-22). Qui però Nwakalor e Degradi procurano due match point, e alla fine è l’errore di Rosamaria a sancire il 25-22.
LE PAROLE DI GIOVANNI CAPRARA - “In queste partite siamo riusciti a sfruttare tutte le situazioni a noi favorevoli ma dobbiamo ancora crescere tanto e acquisire fiducia e autostima. Abbiamo un potenziale enorme e ci portiamo a casa questi tre punti importanti: oggi abbiamo fatto meglio in attacco, mentre meno bene in difesa anche se ho qualche responsabilità in più io rispetto alle ragazze. La battuta è un fondamentale che curiamo tanto ma che per adesso non ci sta dando enormi soddisfazioni. Molto bene invece le ragazze della panchina, che sono entrate dando un ottimo contributo: sono state molto brave, così come Maglio, che è un'altra ragazza che gioca per la prima volta nel nostro campionato. Insomma, ci portiamo a casa tre punti che ci fanno davvero tanto comodo: abbiamo pagato un po’ l'elevato numero di partite giocate, non siamo abituati ma occorre farlo in fretta perchè giovedì ne abbiamo un'altra. Adesso le ragazze riposeranno un giorno e mezzo e lunedì pomeriggio riprenderemo a lavorare per avere subito la testa pronta per affrontare Chieri”.

Scandicci sbanca Tavola

VOLLEY PRATO - ROBUR 1908 SCANDICCI 1-3
Volley Prato: Alpini M., Marchi, Alpini l., Bruni, Corti Gioele, Civinini, Mazzinghi E., Pini, Catalano, Bandinelli, Anatrini, Nincheri. All. Novelli.
Robur 1908 Scandicci: Barbera, Benvenuti, Boncompagni, Bongini, Casisa, Ceccarelli, De Cristofaro, Favilli, Gheri, Giampa, Gori, Lotti, Marchi, Sansò, Santelli. All. Casini.
Arbitro: D’Azzo
Parziali: 19-25; 23-25; 25-20; 21-25.
Scandicci sbanca Tavola. A Prato non riesce la seconda rimonta consecutiva ed i tre punti questa volta sono degli avversari. Vittoria meritata per quanto si è visto sul campo. Prato troppo fallosa e discontinua. Serve pazienza. La squadra è in maniera evidente ancora indietro nella preparazione e tutte le gare, contro qualunque avversaria in questo momento sono insidiose.
1° set – Prato con Marchi e Catalano in diagonale, Bruni e Bandinelli al centro, Alpini e Pini di banda, Nincheri e Civinini nel ruolo di libero. Inizio choc per Prato che non trovava il campo e sbagliava molto. Scandicci batteva bene e saliva sullo 0-7 e sul 3-12. Prato però rimaneva nella partita, cercava di mettere a posto ricezione e muro, e progressivamente tornava in scia (7-14, 10-15). Tempo ospite dopo due murate di Bandinelli. La squadra di Novelli alzava l’intensità del servizio e metteva pressione alla ricezione ospite. Prato meno uno (15-16) e set riaperto. Proprio una ricezione ospite errata portava i padroni di casa ad impattare (17-17). Fatto il massimo sforzo, però, Prato commetteva tre ingenuità che portavano Scandicci di nuovo lontano e Novelli al tempo (17-20). Al ritorno in campo ancora ricezione carente dei ragazzi di casa e ospiti che allungavano (17-21). Due errori al servizio regalavano il break decisivo agli ospiti.
2° set – nel secondo parziale ancora tanti errori ma l’inizio era più equilibrato (4-4 e 10-10). Era Scandicci a provare per prima la fuga e lo faceva in virtù di una ricezione pratese davvero in difficoltà e, di conseguenza, un attacco poco preciso (13-16). La squadra di casa era brava a recuperare (15-16 e 17-18) e poi a sorpassare (19-18). Finale punto su punto con Prato che sprecava per almeno tre volte l’opportunità di piazzare il break. Sul 23-23 era così Scandicci a mettere due ace ed a chiudere;
3° set – terzo parziale con reazione pratese. La squadra di casa entrava in campo determinata, Scandicci meno ed il punteggio andava rapidamente sul 9-3 e poi 11-4. Prato veleggiava serena fino al 15-8. Novelli chiamava tempo sul 15-10. Scandicci era brava a sfruttare i passaggi a vuoto pratesi per rifarsi minacciosa con Sansò sempre pericoloso (21-18). Il tempo di Novelli faceva riacquistare lucidità ai suoi che al ritorno in campo trovavano il nuovo break e chiudevano con ace di Catalano;
4° set – nel quarto parziale l’equilibrio iniziale (9-9) veniva infranto dal Scandicci che, sfruttando due errori pratesi, scappava sul 9-12. Immediato tempo di Novelli ed al ritorno in campo Pini trovava il meno uno (11-12). Subito Scandicci a muro ed al servizio, con Ceccarelli, a ricreare il gap (11-15). Dentro Alpini e Corti. Scandicci saliva 11-16 e qui Prato reagiva. La difesa era più attenta, il muro si faceva sentire con Bandinelli e la ricezione ospite aiutava. Prato sorpassava e provava la fuga (19-16). Qui il tempo arrivava dal lato Scandicci ed era Prato a fermarsi. Al ritorno in campo solo Scandicci a mettere palla a terra (19-21). Dentro nuovamente Marchi e Catalano. Ospiti sul 19-22. La chiusura arrivava a 21.

Comunicato Volley Prato

Prima trasferta stagionale e ritorno a mani vuote per Cerri e compagne

Am Flora Buggiano – Perfecto Oro Casciavola 3-1
(25-23;21-25;25-23;25-15)
AM FLORA BUGGIANO: Burchietti, D'Annibale, Falseni, Fenili, Frediani, Goretti, Grosso, Legnini, Maccioni, Maggiani (L), Mostradini (L). All.: Pieri
PERFECTO ORO CASCIAVOLA: Tozzi, Tellini (L), Cerri, Saba, Gori, Leto, Bardi, Rovai, Cacciò Interlandi, Benedettini (L), Mughini, Gnesi. All: Ricoveri. Assistenti: Viviani, Citi, Pastorelli, Pollacchi. All: Bagni. Dir. Acc.: Lenzoni
ARBITRO: Giuseppe Romeo
Prima trasferta stagionale e ritorno a mani vuote per Cerri e compagne che lottano per tre set, ma alla fine escono con un pugno di mosche dal palasport di Borgo a Buggiano. Coach Ricoveri parte dalle sue certezze e allora in campo vanno le sei già viste contro Lucca. Cerri in palleggio, Gori e Leto centrali, Bardi e Interlandi schiacciatrici, Gnesi opposta, Tellini libero. Partono meglio le padrone di casa che al primo quarto di gioco girano avanti di tre punti 5-8, ma la partita prosegue sul filo della parità, tanto che si passa la metà del set sul 18-18. L'equilibrio si rompe proprio nel finale, set ball per le buggianesi e Ricoveri manda in campo Saba per Interlandi in battuta. Il punto però, così come il set, se lo aggiudicano le padrone di casa. Nel secondo parziale la reazione della Perfecto Oro. Avvio di marca casciavolino, l'AM Flora rintuzza e tenta la fuga sul 14-11, dopo un break di 5 punti. Stavolta sono brave Cerri e compagne a non lasciar scappare via l'avversario e a restare ad una incollatura. Sul 18-17 dentro, per il turno di battuta, Rovai per Gori, la Perfecto Oro tiene le avversarie sul 20-20 e con un paio di battute pungenti scava il solco che la porterà a chiudere il parziale sul 21-25. Nel terzo set dentro ancora il sestetto iniziale, parte meglio il Flora Buggiano che prende 2-3 punti di margine A metà parziale però vengono recuperati: 17-17, l'inerzia del parziale sembra comunque essere sempre dalla parte delle padrone di casa che si procurano due palle set. Un bell'ace annulla la prima, mentre nella seconda, per ben tre volte le rossoblù non riescono a concretizzare i loro attacchi e alla fine il Flora Buggiano si porta sul 2-1. Nel quarto set le ragazze di Ricoveri partono meglio e si portano subito sul 5-2 tanto da costringere Pieri a chiedere subito time out. Purtroppo sarà il canto del cigno. Le padrone di casa rientrano in partita e guadagnano anche tre punti di margine e così stavolta è Ricoveri a chiedere time out sul 13-10 per l'AM Flora Buggiano. Si rientra e un ace scava un solco di quattro punti, poi un paio di battute sbagliate, un attacco fuori e Ricoveri deve chiedere il secondo tempo sul 17-12. Dentro Tozzi al posto di Interlandi. Le rossoblù non riescono più ad attaccare ed il Borgo a Buggiano scappa via. Dentro anche Rovai per Gori, ma l'inerzia della gara è tutta dalla parte delle padrone di casa che possono anche permettersi di sbagliare in battuta. Doppio cambio: Cacciò per Cerri e Mughini per Gnesi. 22-15 e torna in campo anche Interlandi. Ormai le rossoblù non ci credono più ed il set con i tre punti, vanno all'AM Flora Buggiano. Prossimo impegno sabato prossimo, 2 novembre alle 18 al Pala GDS Impianti contro I'Giglio Castelfiorentino.

Massimo Corsini
Ufficio stampa Pallavolo Casciavola / VCC

sabato 26 ottobre 2019

Il programma gare delle squadre maggiori del Prato Volley Project

Serie C Femminile Girone A – Arnopolis - Ariete Prato Volley Project (domenica ore 18.00, Palazzetto di Stia), arbitro Brachi.
Conferme. Questo cerca l’Ariete nella prima trasferta del suo campionato. La vittoria all’esordio contro la Pieve ha regalato tre punti e tanto fiducia. Ora, però, servono appunto conferme a quanto di buono fatto vedere dalla squadra pratese negli ultimi tre set in cui ha saputo mettere pressione alle avversarie al servizio, ha giocato paziente ed ha trovato alternative in attacco che hanno scomposto il muro e la difesa avversarie. Di fronte l’Ariete si troverà un’altra neopromossa ed un’altra squadra ambiziosa che vorrà fare bene all’esordio casalingo. A maggior ragione dopo che nella prima gara l’Arnopolis è uscito sconfitto per 3-1 dal terreno dell’Olimpia e se, come sembra, per l’occasione le aretine dovessero poter schierare l’attaccante cubana Yumiseybis Diago Silva, classe ’86 e con esperienze nella nazionale giovanile del suo paese d’origine e nella nostra Serie A.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Bagni, Franciolini, Petri, Morotti, Galli D., Filindassi, Nocentini, Scarpelli, Di Stefano, Napolitano, Golfieri, Giuliani. All. Giacomo Raffa.

Le altre prime squadre del progetto:
Serie D Femminile Girone C – U18 Ariete PVP – Volley Aglianese (ore 18.00, Palazzetto San Paolo, arbitro Pini).
L’Ariete prova a rompere il ghiaccio. La sconfitta nella prima sfida contro il Chianti è già in archivio e la concentrazione va a questo secondo impegno che certo non sarà meno complesso. A San Paolo arriva infatti l’Aglianese. Una squadra che riparte dalla sapienza tattica di coach Guidi, tornato ad Agliana dopo l’esperienza nel maschile, e dall’esperienza di giocatrici come l’ex Viva Romagnani e di capitan Torracchi. Altra ex in campo l’ex Ariete Giulia Boso per una Aglianese che si presenta al via del torneo tra le favorite e che nella prima uscita ha battuto 3-0 il Cert2000.
La rosa dell’Ariete PVP: Bardazzi, Fanelli, Forasassi, Galli, Giacomelli M., Giacomelli E., Goracci, Grassi, Guarducci, Mennini, Molinari, Moscardi, Rovini. All. Panti.

Serie D Femminile Girone C – Cert 2000 Euroripoli - Viva Volley (ore 18.00, Palestra Liceo Gobetti, arbitro Perri)
Cerca la prima vittoria il Viva e lo fa sul campo dell’Euroripoli. Terreno scomodo ma squadra alla portata di quella agli ordini di Sandra Cioppi che, nella prima uscita contro Ponsacco, ha pagato l’esperienza e qualità delle avversarie ma ha anche messo in mostra, seppur a tratti, la forza di un gruppo che ha talento per giocarsi le posizioni nobili della graduatoria. Servono pazienza e lavoro perché le qualità ci sono ed i risultati arriveranno di conseguenza.
La rosa del Viva Volley: Cecchi, Fantacci, Gianni, Innocenti, Lamperi, Mannuci, Pacini, Pagliai, Piccini, Rosellini, Saletti, Tammaro, Vignozzi. All. Cioppi.

Le divisioni:
In campo anche i tornei di divisione. In Prima Divisione Viva Volley ospite della Stella Rossa Scandicci (ore 18.00, Palestra Spinelli). Sempre sabato ed alle 18.00 (Palestra Via Viaccia a Narnali) il Viaccia ospita l’Olimpia Poliri. Giocherà in trasferta contro La Savino del Bene Montelupo invece la Pol. 29 Martiri (ore 18.00, Palestra Baccio da Montelupo). In Seconda Divisione Girone A, Vaiano che ha giocato in casa della Pallavolo Rignano venerdì sera. Nel Girone B Viaccia ospite del Montaione (ore 21.00, Palestra Comunale). In Terza Divisione Girone A, Ariete PVP che ospita Empoli (ore 21.00, Palazzetto di San Paolo). Nel B Viva Volley che ospita la Savino del Bene Montelupo (ore 21.00, Palestra Sem Benelli di Iolo).

Comunicato Ariete Prato Volley Project